A cosa serve la Domain Authority?

In un ambiente molto congestionato come quello del web marketing, ogni fattore e parametro può essere determinante e non sempre un buon approccio SEO risulta essere sufficiente. Anzi spesso occorrono strumenti di indagine aggiuntivi, come per esempio la Domain Authority.

Si tratta di una metrica proposta da MOZ e fornisce indicazioni sulla qualità e la salute di un sito. Aumentare la Domain Authority, stando ai suggerimenti di Spiderlink, può essere di fondamentale importanza per restare aggiornati e non rischiare di essere sommersi dai nostri concorrenti.

È un sistema per la misurazione qualitativa di un portale, espresso con un fattore percentuale simile a PageRank, ma non viene utilizzato negli algoritmi di Google per stabilire il posizionamento di un determinato sito web. Si tratta di uno strumento sviluppato da un’azienda terza e che non influisce sul posizionamento in ottica serp.

La Domain Authority ci dice quanto un sito riesce a posizionarsi in maniera vantaggiosa e lo fa in una maniera condivisa da molti analisti. Infatt si è rivelato uno strumento molto utile, perché fornisce indicazioni sulla qualità del nostro sito, di quelli degli avversari e dei possibili fornitori di link.

Si basa sul numero di domini con link in entrata e sulla loro qualità, sulla capacità di diffondere sui social un’informazione, nonché sull’età del sito da analizzare, che può essere molto influente.

Infatti un portale con uno storico particolarmente lungo sicuramente risulta essere avvantaggiato rispetto ad uno che si è appena affacciato sul mercato ed è ancora in fase di stabilizzazione.

Esistono due parametri leggibili nell’algoritmo di MOZ per aumentare la Domain Authority, che sono legati al tipo di link e alla loro qualità, nonché a livello di connessione di un portale con altri di attendibilità uguale se non superiore.

Questi due fattori sono chiamati rispettivamente MozRank e MozTrust. Ambedue vanno da 0 a 10.

Ad influenzare la qualità della Domain Authority sono i link con attributo follow, mentre i nofollow servono per la SEO. Ovviamente è indispensabile che il link presenti abbiano motivo di esserci, perché i motori di ricerca tengono conto del l’attinenza quando applicano i loro algoritmi.

MOZ fornisce anche strumenti per valutare e aumentare la Domain Authority e sono:

Moz SEO Toolbar
Keyword Explorer
Open Site Explorer

Inoltre impiega anche la Page Authority, sempre percentuale, che dà un’indicazione sulla probabilità che una pagina si posizioni sui motori di ricerca. Questo parametro di solito cresce in base alla qualità della vita di un portale.

Come aumentare la Domain Authority

Purtroppo la Domain Authority non cresce in maniera lineare e quindi un sito con un buon posizionamento fatica molto di più rispetto ad uno in crescita che cerchi di ottimizzarsi, perché ha meno margine di operatività.

Anche se la Domain Authority non fornisce indicazioni SEO, è uno strumento utile, legato alla qualità dei contenuti del portale dal punto di vista del link building, quindi dipende da quantità, qualità, diffusione social e anche livello dei contenuti.

Per far salire la Domain Authority si possono aumentare i link in ingresso, però da siti con attendibilità uguale o maggiore alla nostra, agire sulla qualità espositiva e visiva, in modo tale da renderlo più appetibile come target per i link.

Inoltre agire sulle prestazioni generali del portale, in particolare per quanto riguarda i dispositivi mobile e la sua diffusione social.

In generale conviene sempre dare una bella ripulita alle pagine utilizzando il comando Disavow Tool di Google Search Console, per liberarsi di tutti i link zavorra, che possono abbassare la Domain Authority in maniera anche sostanziosa.

Ovviamente la Qualità SEO resta sempre il punto chiave e quindi prima di cominciare a ottimizzare la tua Domain Authority, è assolutamente indispensabile metter mano ai parametri che interessano ai motori di ricerca e anche ai tuoi utenti.