Strumenti per fare SEO, Moz vs SEMRush: quale scegliere?

Con strumenti per fare seo come SEMrush (di cui una guida completa trovare al seguente indirizzo: https://abcity.it/semrush-guida-completa-free-trial-coupon/) e Moz, è possibile ottenere una strategia marketing inbound di livello superiore e raggiungere risultati davvero sorprendenti.

Entrambi gli strumenti hanno gli stessi scopi specifici, ma sono anche abbastanza diversi l’uno dall’altro. Si tratta solo di scegliere il tool più giusto per il proprio lavoro, analizzando il tipo di attività e di risultato che si vuole andare a centrare.

SEMrush in breve

La maggior parte dei blogger, SEO specialist e web agency concordano sul fatto che SEMrush probabilmente fornisce il miglior rapporto qualità-prezzo in assoluto. Se si è a conoscenza dello stato attuale della SEO, allora non si è nuovi all’importanza delle parole chiave a coda lunga e a bassa concorrenza. E proprio questo è esattamente il tipo di dati forniti da SEMrush. Abbinato allo strumento di ricerca delle keyword di Google, è possibile davvero ottenerne di numerose a bassa concorrenza molto redditizie e creare/ottimizzare i contenuti che si vanno a collocare fra le prime posizioni sui motori di ricerca.

Per iniziare a utilizzare questo tool occorre un account SEMrush. Se non se ne possiede già uno, comunque, ci si può sempre registrare per un account gratuito di prova. Dopo la fase registrazione e accesso alla prova gratuita, si comincia a selezionare una “ricerca organica” dalla barra apposita.

In un secondo momento, si può anche digitare il nome di dominio di un concorrente per visualizzare le parole chiave per le quali si è posizionato.

Moz in breve

Moz ha iniziato come società di consulenza SEO prima di sviluppare il suo primo tool. Il fondatore, Fishkin si è affermato come leader nello spazio delle novità di approcci alla SEO ed è uno dei guru del marketing più intraprendenti e rispettati nello scenario odierno.

La parte più importante di Moz sta nel fatto che praticamente tutto ciò che è utile è gratuito. Quindi, se si dispone di un budget ridotto e non si può ancora investire concretamente in strumenti SEO, i servizi gratuiti offerti da Moz sono la soluzione per assicurarsi che il proprio sito abbia un buon posizionamento.

Gli strumenti qui elencati sono gratuiti e possono essere usati per migliorare la visibilità della ricerca del proprio sito:

  • Link Explorer, aiuta nel link bulding;
  • Keyword Explorer, aiuta a trovare le migliori parole chiave della tua nicchia di riferimento;
  • MozBar, è un’estensione di Google Chrome che offre una panoramica della Page Authority (PA) del proprio sito e della Domain Authority (DA). Questi due parametri cambiano su base mensile, quindi è importante tenere d’occhio il modo in cui un sito viene misurato in questi termini. Inoltre, è possibile eseguire ricerche di parole chiave e analisi dei link dei siti visitati direttamente dalla barra del browser senza dover accedere alla dashboard.

Qual è il miglior strumento SEO: Moz vs SEMrush

Il discorso delle differenze fra i 2 tool SEO più famosi e usati di sempre potrebbe cominciare da quali strumenti gratuiti offrono per provare le loro piattaforme. Ad esempio, un primo punto a favore potrebbe andare proprio a Moz che offre una versione di prova gratuita di 30 giorni simile alla versione completa Pro.

Con SEMrush, invece, è necessario registrare un account per ottenere la prova gratuita di 30 giorni che comunque presenta però diversi limiti. Le ricerche e la mole di risultati si fermano rispettivamente a 5 e 10 al giorno. In ogni caso, se si dovesse lasciare perdere la parte del periodo di prova e ci si concentrasse solo sulle funzionalità offerte negli abbonamenti a pagamento, allora si potrebbe avere una panoramica differente che vedrebbe svettare SEMrush su Moz.

SEMrush è uno strumento indispensabile se si vuol fare crescere la propria attività e carriera. L’enorme quantità di dati disponibili su questo strumento per fare SEO, spesso è veramente schiacciante rispetto agli altri tools. Inoltre, il loro team di supporto è davvero utile e organizzano webinar settimanali a cui è partecipare per affinare le proprie abilità SEO.

Moz, d’altra parte, è un po’ troppo costoso per le funzionalità che offre. La cosa migliore da fare sarebbe provare la versione di prova gratuita di 1 mese e solo dopo decidere se investire nel prodotto. L’esperienze maturate comunque possono essere diverse e possono acquisire il loro valore solo dopo aver provato anche la versione a pagamento di Moz Pro.

Ciò non toglie che entrambi sono i tools più diffusi e utilizzati sia dagli esperti sia da chi per la prima volta si approccia alle strategie SEO per cercare di migliorare il proprio rendimento online.