Prestiti a fondo perduto: come trovare i bandi

Prestiti a fondo perduto: come trovare i bandi

Seppur in un grave momento di crisi economica, lo Stato italiano, con l’aiuto della comunità Europea, ogni anno mette a disposizione di giovani aspiranti imprenditori dei finanziamenti e prestiti a fondo perduto.

Nella pratica una certa quantità di denaro viene resa disponibile con una comunicazione attraverso dei bandi. Sono soprattutto dei finanziamenti destinati all’avvio di nuove attività imprenditoriali.

Queste categorie di prestito sono previsti proprio per aiutare una categoria di persone specifica che vuole provare a cominciare a fare impresa ma non ha le concrete possibilità economiche per avviarsi.

Cos’è un prestito a fondo perduto

La particolarità del finanziamento a fondo perduto è la possibilità di ricevere una determinata somma di denaro che sarà finalizzata a determinate azioni (avvio aziende, miglioramento di attività già avviate), che non dovrà essere poi restituita.

Se si avvia una nuova attività, per esempio, e si rientra nei requisiti prestabiliti da un determinato bando di prestiti a fondo perduto, sarà poi necessario dimostrare che il denaro è stato utilizzato proprio per quel determinato investimento.

Il prestito a fondo perduto parziale

Capita molto spesso che i bandi di finanziamento offrono un prestito a fondo perduto parziale. Questo sta a significare che non tutta la cifrà sarà a fondo perduto, ma ci sarà una percentuale che dovrà essere restituita all’ente che eroga il prestito.

A differenza di tutti gli altri prestiti che prevedono un tasso di interesse con piano di ammortamento francese a rate fisse, la percentuale di denaro che dovrà essere restituita con un prestito a fondo perduto, è da pagare a tasso zero, quindi non ci sarà nessun pagamento agguntivo di interessi.

Come richiederlo

I prestiti a fondo perduto possono essere richiesti secondo diverse modalità. L’aggiornamento e la conoscenza di tutti i bandi, in questo caso, è assolutamente primario.

Vediamo di seguito quali sono i più importanti siti internet che mostrano i bandi di finanziamento attivi, che possono essere richiesti e quali sono gli eventuali requisiti per la richiesta.

Finanziamenti Europa

Un ottimo portale dove vengono aggiornati tutti i bandi di finanziamenti Europei a fondo perduto è Contributi Europa. E’ in pratica un database nel quale vengono storati tutti i bandi che la comunità Europea riserva all’Italia per l’avviamento di nuove iniziative imprenditoriali.

Iscrivendosi a Contributi Europa, si riceveranno via email tutti i bandi previsti per ogni regione, con tutti i dettagli ed i requisiti di partecipazione. E’ sicuramente uno dei migliori siti per la consultazione di finanziamenti a fondo perduto europei.

Invitalia

Invitalia è un’Agenzia gestita direttamente dal Ministero dell’Economia, che aiuta praticamente ed economicamente gli imprenditori italiani, al fine di migliorare l’economia del Paese.

Aprendo il sito di Invitalia, si può notare che l’agenzia ha già messo in piedi tante iniziative per aiutare gli imprenditori ad avviare nuove imprese con diverse tipologie di finanziamenti a fondo perduto (parziale) o a tasso zero.

Le iniziative più importanti di Invitalia sono Resto al sud e Sistema Invitali Startup, ma navigando sul portale alla voce ‘Cosa facciamo’ si può notare la grande mole di attività che l’agenzia svolge in tutto il territorio italiano.

Trova Bando

Se non si ha dimestichezza con queste ricerche e con i bandi veri e propri, e si ha la necessità di ricevere un’assistenza personalizzata, uno dei migliori siti è Trova Bando. Il sito è però a pagamento, poichè oltre ad offrire la lista di bandi disponibili per un determinato soggetto richiedente, offre anche assistenza personalizzata.

In pratica quello che si acquista su Trova Bando è un report che è il risultato di una ricerca di bandi di finanziamento ai quali l’interessato avrà i requisiti per partecipare. A seconda del tipo di report acquistato, si avrà una lista di finanziamenti agevolati e a fondo perduto e, per alcuni pacchetti, sarà inoltre possibile ricevere una consulenza anche via telefono.