Mondo traslochi: gli errori da non fare assolutamente

Traslocare, si sa, è un’attività che di solito genera molto stress. Che tu l’abbia provato o che l’abbia sentito solo dire, ora che è arrivato il momento ne hai un po’ paura: com’è possibile che un’attività che appare tutto sommato così banale sia vissuta di solito così male?

Mai sopravvalutare il costo di una ditta professionale

Chi “fa da sé” molto spesso sceglie di arrangiarsi per paura di dover affrontare spese chissà quanto alte per l’ingaggio di una ditta specializzata. In realtà i costi sono molto più bassi di quello che la maggior parte delle persone pensino, specialmente oggi che queste aziende adoperano macchinari di ultima generazione che rendono il trasloco molto più facile. Basta infatti anche solo provare a richiedere un preventivo per i traslochi a Roma per scoprire invece prezzi tutto sommato bassi. Il primo errore, quindi, sopravvalutare il costo di ingaggiare un’azienda di traslochi e/o non chiedere un preventivo.

No al “fai da te”

Solo provando un trasloco fai da te è possibile capire il motivo per cui il trasloco è considerato da tutti un incubo: se l’hai già provato, di certo sceglierai per il nuovo trasloco di rivolgerti ad una ditta specializzata; se non l’hai mai provato, faresti meglio a fare allo stesso modo, per evitare di provare l’esperienza. Ecco il secondo grande errore commesso nel traslocare: arrangiarsi. Rivolgiamoci ad una ditta professionale e le energie riserviamole per altri lavoretti nella nuova casa: ce ne saranno più di quanti si possa pensare.

Non sottovalutare il trasloco (Terzo errore da non fare)

Sappi che le cose non sono così facili e banali come potrebbero sembrarti, anzi, si tratta di un’operazione complessa e stressante. Non è un caso, insomma, se ne hai sentito parlare in un certo modo. I tuoi oggetti, i tuoi beni personali, abiti, scarpe, libri, soprammobili che ti sembrano tutto sommato anche relativamente pochi, in realtà sono tantissimi! E la loro gestione è tutt’altro che semplice a partire dall’inscatolamento per il trasloco. Gli arredi, sono molto più ingombranti e pesanti di quanto potresti pensare. L’operazione di smontaggio, trasporto e rimontaggio nella nuova abitazione è faticosa, complessa e richiede sempre più tempo del previsto senza contare gli imprevisti che si sono di solito se non si è adeguatamente preparati.

Non scegliere la ditta solo in base al prezzo (Errore 4)

Alla fine, con una ditta specializzata è possibile spendere poco e ridurre al minimo lo stress facendo un trasloco in tempi rapidi, senza fatica e senza incorrere in brutti imprevisti dovuti a mezzi impropri e all’inesperienza. È chiaro tuttavia che è importante scegliere la ditta a cui rivolgersi non solo in base al prezzo, ma anche per la qualità del servizio. Un’impresa che lavora da anni nel settore, sarà certo più affidabile. Le recensioni online che si possono trovare sulle imprese potranno comunque essere utili per trovare la giusta azienda di traslochi che fa al caso vostro.

Un altro errore diffuso (il quinto)? Accumulare e accumulare

Quando arriva il momento di traslocare è inevitabile passare dalla fase in cui si deve decidere cosa tenere e cosa “lasciare andare”: è così per gli oggetti, per gli abiti, per gli arredi. Passando in rassegna le cose può accadere che riaffiorino alla mente ricordi, con la conseguenza che non si butterebbe via mai nulla. Sbagliato. Il passaggio ad una nuova casa dovrebbe essere occasione per liberarsi del non necessario, di quello che non si utilizza mai, di ciò che ormai è rotto o obsoleto, specie se ingombrante. Qualche oggetto a cui si ha un attaccamento affettivo troppo forte vi potrà anche essere, ma parliamo di 1-2 cose non di più, altrimenti abiteremo in un magazzino, non in una casa. Non accumuliamo cose inutili, cerchiamo di essere razionali e selettivi.