Quale letto scegliere per i bambini

Il letto è uno degli elementi più importanti della cameretta di un bambino, non è solo il luogo in cui dormire, ma anche quello in cui mangiare, leggere, giocare e volare con la fantasia.
Non sempre però è facile trovare il letto perfetto perché i bambini crescono molto velocemente ed è fondamentale scegliere una soluzione che li accompagni nella loro crescita iniziale coniugando non solo comfort e prezzo, ma anche funzionalità, sicurezza ed estetica.

I letti per bambini

Nel mercato, a seconda della propria esigenza, è possibile scegliere tra differenti tipologie di letto per bambini. Al momento della progettazione però è importante considerare l’intero spazio che si ha a disposizione per creare una vera stanza a prova di bambino.

Il letto singolo

Il letto singolo deve essere proporzionato all’età del bambino, presentare quindi un’altezza adeguata che gli permetta di salire e scendere dal letto autonomamente. Per evitare che cada durante eventuali movimenti notturni è consigliabile dotarlo di una sponda di lunghezza inferiore rispetto a quella del letto (meglio se la differenza si trova nel fondo del letto) che permetta al bambino di muoversi in modo indipendente.

Letto a soppalco o a castello

Il letto a soppalco o a castello è ideale per chi ha più figli che dormono nella stessa stanza o ha problemi di spazio in generale, ma presenta alcune problematiche.
Da un lato il letto superiore si presenta poco sicuro, dovrebbe quindi essere occupato dal figlio maggiore o essere dotato di sponde adeguate che evitino le cadute nel sonno. Dall’altro è poco pratico poiché cambiare le lenzuola o rifare il letto potrebbe essere faticoso.

Le strutture a L o a T

Le strutture ad incastro più comuni sono quelle a L o a T e vengono spesso utilizzate per chi ha problemi di spazio e non vuole rinunciare a comfort e funzionalità.
Solitamente, infatti, queste soluzioni permettono di ricavare alcuni spazi, poi utilizzati per creare guardaroba o scrivanie. Queste scelta non sempre è la migliore perché spesso questo tipo di scrivanie non hanno abbastanza luce naturale e, a causo degli spazi ristretti, non permettono di muoversi agevolmente.

Letti a scomparsa

I letti a scomparsa permettono di ottimizzare gli spazi e rappresentano un utile risorsa quando i vostri figli organizzano pigiama party ed invitano piccoli ospiti a dormire.
Queste soluzioni hanno però anche difetti poiché, soprattutto se non utilizzati assieme ad altre tipologie di letto, si presentano poco pratici e funzionali. In un certo senso infatti è come se il letto a scomparsa “rubasse” la quotidianità del bambino che non può utilizzarlo per le altre attività che vedono il letto come il compagno di numerose avventure fantasiose.

Consigli utili

Quando si progetta la cameretta del bambino è importante trovare il giusto equilibrio tra estetica e qualità andando a scegliere prodotti eccellenti, che però dedicano particolare attenzione anche all’aspetto dell’arredamento.
Il letto dovrebbe essere realizzato con materiali atossici, avere una struttura resistente e forme arrotondate, senza spigoli e sporgenze. I colori della stanza dovrebbero essere vivaci e rispettare le preferenze del bambino così da creare un ambiente piacevole e personale.
Anche la scelta del materasso e del cuscino non dovrebbe essere lasciata al caso poiché è importante che questi siano realizzati con materiali anti-allergeni e forme anti-soffocamento.
Un altro consiglio importante è quello di pensare la camera ed il suo arredamento a misura di bambino, andando a scegliere oggetti di altezza non troppo alta (o regolabile) che lui sia capace di utilizzare autonomamente, senza necessariamente chiedere l’aiuto di un adulto.
Nei ripiani più alti è invece consigliabile riporre gli oggetti che dovrebbero essere utilizzati sotto la supervisione di un adulto e che potrebbero presentare dei pericoli.

Qualunque sia il tuo spazio, scegli sempre la qualità e ricorda di scegliere un letto ed una cameretta su misura di bambino.