Consigli utili per vendere assicurazioni in maniera efficace

Ormai tutti hanno sottoscritta una polizza assicurativa, che può essere su sé stessi, sulla vita o sanitaria, o anche su oggetti, come la casa, l’automobile ecc.

Dal punto di vista prettamente lessicale, la parola polizza significa promessa. Nell’attuale, con questa parola si intende un contratto, quello mediante il quale l’assicuratore, previa la riscossione di un premio, si impegna a rivalere l’assicurato di un danno, qualora si verificasse, mediante il pagamento di un capitale o di una rendita. Ciò è quello che sottoscrive e specifica l’articolo 1882 del Codice Civile italiano.

Esistono in giro tantissimi assicuratori che si occupano di svolgere tale mestiere, ma spesso sono impreparati e limitano il proprio funzionamento a ciò che gli viene dettato dall’imprenditore per cui lavorano.
Ciò porterà ad un metodo di procedere scorretto, non efficace e che non crea un solido rapporto interpersonale con il soggetto che si ha di fronte.
Vediamo allora come vendere assicurazioni nel modo corretto (scoprilo su https://www.assicuratorefacile.com/), che permetterà non solo un lavoro più efficiente, ma anche maggiori clienti e credibilità, con un aumento notevole dei guadagni.

  • Come vendere assicurazioni in modo corretto
    Quali sono i step da seguire per diventare un ottimo assicuratore ben visto dalle persone?
    La prima cosa è sicuramente scegliere con cura un target specifico e da qui trattare le persone di esso, con quel determinato problema. Per esempio, si può lavorare solo con persone che hanno figli minori in carico.
    Non bisognerà poi fornirgli una qualsiasi polizza assicurativa, come molti fanno cercando solo di piazzare il proprio oggetto di vendita senza importarsi minimamente del cliente.
    Bisogna, invece, capire il suo stato attuale ed i suoi problemi, e di conseguenza scegliere quella che punta principalmente a garantire la sicurezza dei clienti. Questo processo si chiama risk management.
    Esso consiste in:
  • individuare tutti i rischi principali della persona, in tutti i vari ambiti;
  • bisogna calcolare l’effettivo impatto che una polizza assicurativa apporta alla famiglia del cliente, suggerendo come ridurre fino ad eliminarlo;
  • infine, è importante stare sempre in contatto con il cliente e dargli aggiornamenti sulla gestione dei rischi. E’ fondamentale non dimenticare nessun rischio o sottovalutarne qualcuno, e pertanto l’utilizzo di colloqui e di check list è di grande importanza per evitare ciò.

Il risk manager è quindi un aspetto di grande importanza se si vuole vendere in modo efficace e sicuro le polizze assicurative, spiccando tra tutte le figure in questo settore.

Purtroppo, nonostante la IDD, la nuova direttiva sulla distribuzione assicurativa, specifica che in questa professione è di grande aiuto ed importanza usare il risk manager, in Italia è pressoché sconosciuto ed utilizzato da pochissime persone.

Questo è un grande peccato, perché l’individuazione dei rischi e l’aiuto offerto per superarli è fondamentale per offrire una consulenza completa sotto ogni punto di vista e raccogliere tutte le informazioni necessarie per proteggere il cliente.