Come fare social selling: definizione e metodologie

Il social selling rappresenta un metodo per i team di vendita di sfruttare i social media per entrare in contatto con i potenziali clienti e comunicare loro la propria proposta di valore.

Con il termine social selling, di fatto, si intende quell’insieme di tecniche che sono simili alla lead generation di base. Uno degli obiettivi primari si ritrova nel coinvolgimento dei follower sulle varie piattaforme social su base continua e inteso a lungo termine. Si tratta dunque di uno strumento importante che coinvolge in maniera trasversale il reparto vendite, quello di comunicazione e quello del marketing. Inoltre, costituisce un elemento fondamentale del quale la strategia aziendale nel suo complesso deve sempre tenere conto per potenziare la propria efficacia.

Trattandosi di una metodologia le cui azioni singole si dispiegano su di un arco temporale continuo e ampio, i risultati vanno valutati in ottica di un lungo periodo. Tuttavia, come dimostrano i continui investimenti dei professionisti del settore ad esso orientati, il social selling è uno strumento che ripaga moltissimo e garantisce solidi ritorni, a patto di essere svolto in maniera ottimale.

L’immediatezza, resa possibile grazie all’avvento dei social media, può aiutare le aziende a comunicare in modo proattivo con quelli che non sono semplici account, bensì potenziali clienti, nonché a monitorarne i comportamenti che segnalano intenzioni d’acquisto (ma anche eventuali criticità) per capire quando è il momento giusto per agire. Ciò permette di avere una comprensione più ampia degli insight che muovono i clienti e si traduce di conseguenza nella capacità di mandare un messaggio di follow-up al momento giusto, un’offerta promozionale creata ad hoc e molto altro. In definitiva, il social selling aiuta a connettersi con clienti potenziali ed esistenti, all’interno di un luogo virtuale in cui già naturalmente si trovano, con l’opportunità di mandare messaggi rilevanti e instaurare relazioni.

Come si può fare social selling al meglio?

Al fine di risultare efficaci nella propria strategia di social selling, è cruciale stabilire connessioni autentiche, presupposto fondamentale per garantire che si crei una base di fiducia.

Un modo per farlo è senza dubbio studiare un piano editoriale solido, che preveda di condividere ottimi contenuti, studiati per offrire informazioni che interessano al proprio target. A tal proposito, è meglio un piano editoriale che non si basa sulla continua rincorsa di quel che fanno gli altri o di quel che va di moda in un dato momento, quanto piuttosto improntato su messaggi altamente personalizzati per la propria fanbase.

Poiché i social network non appaiono come luoghi in cui un utente naviga per fare shopping, uno stile di social selling su Facebook o Instagram che appare troppo diretto o insistente, risulta molto inquietante e risulta in un effetto controproducente, cioè nell’utente che si allontana.

Bisogna dunque sempre tenere presente che i potenziali clienti saranno felici di leggere i contenuti di un’azienda sul proprio feed social solo quando si riesce a fornire loro informazioni utili in relazione a bisogni reali. Inoltre, è probabile che gli utenti vogliano entrare in contatto con un brand quando le loro connessioni sociali sono già fan e possono testimoniare riguardo la qualità del marchio.

Per questo è importante curare sempre la relazione con tutti i propri follower, rispondendo a eventuali domande in modo puntuale. In questo modo si avranno fan soddisfatti, che diventeranno promotori di un passaparola positivo.