Chi è un consulente aziendale?

Che cos'è un consulente aziendale

I consulenti aziendali aiutano le aziende a superare le sfide, aumentare le entrate o crescere economicamente. È importante assicurarsi che i consulenti aziendali abbiano esperienza e precedenti successi con aziende come la tua.

I consulenti aziendali possono addebitare in base al progetto o all’ora o richiedere ritenute giornaliere o mensili.

I consulenti aziendali forniscono consulenza gestionale per aiutare le organizzazioni a migliorare le proprie prestazioni ed efficienza. Questi professionisti analizzano le aziende e creano soluzioni aiutando le aziende a raggiungere i loro obiettivi. Gli imprenditori dovrebbero considerare l’assunzione di consulenti aziendali quando hanno bisogno di aiuto o prospettiva sul percorso prescelto o un catalizzatore per il cambiamento nelle loro aziende.

Cosa fa un consulente?

Esistono diversi motivi per cui i titolari di aziende dovrebbero considerare l’assunzione di consulenti. I consulenti offrono una vasta gamma di servizi, tra cui:

  • Fornire esperienza in un mercato specifico
  • Identificare i problemi
  • Integrare il personale esistente
  • Avvio del cambiamento
  • Fornire obiettività
  • Insegnare e formare impiegati
  • Fare il “lavoro sporco”, come eliminare il personale
  • Rianimare un’organizzazione
  • Creare una nuova impresa
  • Influenzare altre persone, come i lobbisti

Il primo passo per qualsiasi consulente aziendale (scopri di più qui https://strategiaebusiness.com/consulenza-di-strategia-aziendale/) è la fase di scoperta, in cui l’obiettivo è apprendere l’attività del cliente. Un buon consulente aziendale si prende il tempo di imparare il più possibile sull’azienda dal proprietario e dai dipendenti. Ciò può comprendere la visita della struttura, l’incontro con il consiglio di amministrazione e i dipendenti, l’analisi delle finanze e la lettura di tutto il materiale aziendale. Durante questo processo, il consulente aziendale scoprirà i dettagli della missione di un’azienda e quali operazioni sono in atto.

Una volta che il consulente aziendale ha sviluppato una conoscenza approfondita della società, entra nella fase di valutazione, in cui l’obiettivo è identificare dove è necessario un cambiamento. Questa fase include l’identificazione dei punti di forza e di debolezza dell’azienda, nonché i problemi attuali e prevedibili. Questi problemi possono includere problemi che la proprietà e la gestione hanno già identificato, nonché i nuovi problemi rilevati dal consulente aziendale a causa della loro obiettività. Un consulente aziendale dovrebbe anche identificare le opportunità per far crescere l’azienda, aumentare i profitti e aumentare l’efficienza.

Oltre a identificare questi problemi e opportunità, un consulente aziendale dovrebbe sviluppare soluzioni a problemi e piani per capitalizzare le opportunità. Forse un’azienda ha un reparto vendite particolarmente forte ma un reparto marketing debole. Questa è un’opportunità per l’azienda per aumentare le risorse di marketing e capitalizzare il personale di vendita. Durante questa fase, è importante che il consulente e i dipendenti dell’azienda mantengano comunicazioni aperte e chiare.

Critica costruttiva

In questa fase è importante che un imprenditore prenda la consulenza del consulente aziendale come una critica costruttiva. Il proprietario non dovrebbe prendere personalmente questa critica, poiché il consulente aziendale porta obiettività e un nuovo punto di vista. Il proprietario può essere personalmente vicino all’attività, il che può rappresentare un ostacolo ai cambiamenti e ad una crescita positivi. Il proprietario deve avere un feedback e fornire opinioni al consulente aziendale, che il proprietario dell’azienda dovrebbe prendere in considerazione e rivedere i piani, se necessario.

Una volta che il proprietario e il consulente concordano un piano, il consulente dovrebbe entrare nella terza fase della consulenza. Questa è la fase di ristrutturazione o l’attuazione del piano. In questa fase, il consulente si basa sulle attività ed elimina le passività. Inoltre, monitorano i progressi del piano e lo adeguano secondo necessità.

Come trovare un consulente aziendale

Trovare il giusto consulente aziendale può essere la parte più difficile per il proprietario o la direzione. Il consulente dovrebbe avere una passione per il proprio lavoro, un impulso per raggiungere sempre l’eccellenza e un occhio per l’organizzazione e i dettagli. È importante trovare un consulente che abbia esperienza nel settore o esperienza con i tipi di problemi che la tua azienda deve affrontare. Inoltre, assicurati che abbiano riferimenti solidi.

Inoltre, assicurati che il consulente aziendale abbia tutte le certificazioni necessarie rilevanti per il tuo settore. È necessario controllare il consulente tramite il sito Web e i materiali. Cerca immagini professionali e informazioni ben documentate sui loro servizi. È una buona idea richiedere esempi di successi passati e parlare con quelle aziende.

Qual è il campo tipico di un consulente?

Il campo giusto per il consulente scelto dipende dal settore e dalle esigenze. Se desideri che qualcuno aiuti la tua azienda a sviluppare un nuovo software o un flusso di lavoro basato su computer, ti consigliamo di rivolgersi a un consulente tecnico. Al di fuori delle esigenze specifiche, le aziende di solito lavorano con consulenti di gestione quando vogliono migliorare i profitti, la soddisfazione del cliente o il morale dei dipendenti.

Indipendentemente dal tipo di consulente con cui lavori, il loro background è fondamentale. Ti aiuta a capire quanto è probabile che migliorino la tua attività. Ecco cosa considerare quando si esaminano potenziali consulenti:

  • Hanno esperienza pratica? Questo può essere particolarmente importante nel mondo degli affari. Se qualcuno è uscito direttamente dal college etichettandosi come consulente, sanno davvero qualcosa di più di te? Prendi in considerazione la ricerca di consulenti che hanno posseduto o gestito con successo piccole imprese, organizzazioni aziendali o dipartimenti specifici.
  • La loro esperienza è applicabile? Un ex amministratore delegato di una banca può sembrare impressionante, ma hanno le conoscenze e l’esperienza per trasformare la tua pasticceria in una piccola impresa redditizia? Potrebbero, ma se stai considerando anche un ex proprietario di un ristorante che ora si guadagna da vivere aiutando i piccoli ristoranti a crescere, questo consulente potrebbe essere la soluzione migliore per la tua attività. Cerca consulenti che hanno lavorato nel tuo settore e con aziende che corrispondono ai tuoi per stile, dimensioni, esigenze e obiettivi.
  • Qual è il loro curriculum? Non vuoi solo un consulente che abbia la giusta esperienza; vuoi un consulente che abbia dimostrato successo con aziende come la tua. Richiedi un portfolio o un elenco di marchi per cui il consulente ha lavorato e richiedi referenze. Cerca un consulente che abbia aiutato le aziende a superare i tipi di sfide che stai affrontando o che abbia sviluppato attività molto simili alle tue e contatta quelle aziende per scoprire se erano soddisfatte dei servizi.

Quanto ammonta il costo dell’assunzione dei consulenti aziendali?

Secondo studi recenti, i consulenti di gestione guadagnano in media 150.000 euro all’anno ma questo è ciò che la persona “porta a casa” come reddito e le spese di consulenza sono in genere più elevate per coprire le spese aziendali. I consulenti non richiedono sempre un tariffario a ore. Secondo uno studio sulle commissioni dei consulenti, ecco alcuni metodi di pagamento popolari e le percentuali di consulenti che li favoriscono:

  • Per progetto – 34,2%
  • Oraria – 27,3%
  • Fermo mensile – 15,1%
  • Tariffa giornaliera – 14,1%
  • Altro – 9,3%

Secondo lo studio, il 43% dei consulenti guadagna fino a 5.000 euro per progetto, anche se alcuni guadagnano più di 100.000 euro per progetto. Ovviamente, le dimensioni, la portata e la lunghezza del progetto ne determinano il costo.

I consulenti aziendali rappresentano quindi una spesa, ma il loro supporto e la pianificazione possono aiutare ad aumentare il business e i profitti eliminando i problemi e identificando le opportunità per garantire un buon successo futuro.