Come guarire dagli sbandamenti e migliorare la propria qualità di vita

Può capitare a tutti almeno una volta nella vita di avere un senso di instabilità e sbandamento (leggi qui https://www.cervicalevertigini.it/sbandamenti-giramenti-di-testa/ perché succede). Ogni persona che ha avuto modo di sperimentare questo sintomo, la prima volta che ne è stato soggetto ha vissuto questa circostanza con timore; conoscere i motivi che comportano sbandamenti nel camminare può servire a individuare il tipo di cura da seguire. Nei prossimi paragrafi cercheremo di capire quali sono le cause che provocano senso di instabilità e sbandamento, come guarire dagli sbandamenti e migliorare la propria qualità di vita.

Cosa significa avere uno sbandamento

Nel linguaggio comune può capitare di frequente sentire una persona affermare che ha avuto degli sbandamenti nel camminare. Lo sbandamento non è una patologia bensì una sensazione percepita da un determinato soggetto, che può comparire durante una camminata oppure mentre si è seduti. Questa sensazione, seppur può essere generata da cause diverse che vedremo successivamente, viene vissuta da ogni individuo nello stesso modo; chi infatti lamenta senso di instabilità e sbandamento ha difficoltà a mantenersi in equilibrio, sia a livello posturale sia a livello propriocettivo. Per far comprendere meglio cosa si prova in questi momenti, le persone associano queste sensazioni a quelle generate da una barca in movimento e dalle oscillazioni delle onde.

Sbandamenti: cause

Gli sbandamenti possono comparire per una serie di motivi, ognuno diverso dall’altro. Le cause più comuni sono:

  • Problemi a carico dell’apparato vestibolare;
  • Bruxismo (comunemente noto come digrignamento notturno);
  • Patologie a carico della zona cervicale;
  • Trauma cranico;
  • Malocclusione dentale;
  • Patologie a carico del sistema nervoso;
  • Stress e tensione muscolare.

Queste sopracitate sono solo alcune delle cause che possono provocare sbandamenti, prima di decidere quale strada percorrere è importante capire qual è la natura di questo malessere.

Guarire dagli sbandamenti: come fare

Non appena insorge questo fastidiosissimo problema, è consigliabile recarsi presso il proprio medico di casa, il quale sulla base dei sintomi descritti indicherà qual è lo specialista più adatto per risolvere questo disturbo. Fra tutti gli specialisti che operano in ambito medico, quelli che sono in grado di dare più risposte sono gli otorinolaringoiatri e fisioterapisti. L’otorinolaringoiatra si occupa della salute dell’orecchio e grazie alle proprie conoscenza è in grado di capire se gli sbandamenti nel camminare sono causati da una problematica all’equilibrio. Le nostre orecchie infatti sono collegate in maniera diretta ai numeri centri nervosi motori, che garantiscono il regolare movimento dei muscoli e ci permettono di mantenere una postura eretta.

Il fisioterapista, invece, si occupa principalmente di disturbi a carico della zona cranica e cervico-mandibolari. Una volta individuata la natura di questi sbandamenti, il fisioterapista interverrà sul proprio paziente attraverso una ri-educazione posturale, insegnando dunque a mantenere una posizione eretta corretta. Durante questa fase è senza dubbio importante che lo specialista sia in grado di comprendere per quale motivo il paziente è affetto da sbandamenti, ma al tempo stesso se il paziente vuole guarire dagli sbandamenti deve essere collaborativo e seguire in maniera capillare tutte le istruzioni che gli vengono fornite dallo specialista. Per concludere, il senso di sbandamento può colpire chiunque e per diversi motivi; si tratta di sensazioni che impediscono alla maggior parte delle persone di vivere in maniera serena la propria quotidianità, per questo motivo è importante rivolgersi subito al proprio medico di base, il quale dopo una accurata anamnesi saprà suggerire la strada migliore da percorrere per guarire dagli sbandamenti e migliorare la propria qualità di vita.