Vai al contenuto


Doctor Who - Serie storica


  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 1 risposte

#1 Camo

Camo

    Che bel donnino!

  • Amministratori
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • 15,205 Messaggi:
  • Gender:Female

Inviato 14 March 2012 - 11:05 PM

Tecnicamente dovrei mettere questa discussione nella sezione ITALIA, perchè a suo tempo qualche episodio del vecchio Dottore andò in onda sulla Rai, ma non credo li abbiamo visti in molti.
Comunque, meglio se vengo al punto. Qualche mese fa ho comprato questi DVD, dato che ho pensato di non potermi dichiarare una vera fan di Doctor Who, senza conoscere almeno un po' la serie originale. E poi così, quando qualcuno mi dice che Matt Smith è il miglior Dottore di tutti i tempi, io posso ribattere "Ah, ma non c'è confronto con Tom Backer" o "Eh, ma hai mai visto William Hartnell" o "Oh, non sottovalutare Peter Davison" e cose così ! Scusate, sto ancora divagando! 018.gif
In ogni caso, com'è come non è, ho dimenticato il cofanetto fino allo scorso fine settimana, in cui non avevo molto da fare, e devo dire di essermi pentita di aver procrastinato così tanto la visione. Per ora ho visto solo il primo DVD, ma ne sono già ampiamente appassionata, in buona parte anche per la qualità del DVD stesso; non solo, infatti, tutti gli episodi sono stati ampiamente restaurati, video e audio sono quindi ottimi, ma ci sono anche tantissimi contenuti speciali molto interessanti. Oltre ai commenti ai vari episodi, ogni episodio ha anche le note di produzione e le curiosità, ci sono varie versioni del pilot originale e anche degli sketch comici ispirati alla serie (in cui c’è anche Mark Gatiss!).
Il pilot ci presenta il Dottore e quelli che saranno i suo compagni di viaggio, all’inizio sua nipote Susan, poi due insegnati della ragazza, Ian e Barbara, che loro malgrado vengono intrappolati nel TARDIS e praticamente rapiti dal Dottore. Gli altri tre episodi sono incentrati sul viaggio dei nostri eroi nell’età della pietra. In queste prime stagioni, infatti, ogni arco narrativo era diviso in almeno 3 o 4 episodi da 25 minuti. Il livello tecnico degli episodi non si può certo paragonare a quello moderno, ovviamente, anche perché a quei tempi il Doctor Who era ancora una serie sconosciuta e a basso budget, che però ottenne subito un grande successo di pubblico e di critica. Le storie e i personaggi, però, sono comunque interessanti ed avvincenti, nonostante fossero decisamente mirate ai ragazzini.
Certo, il ritmo è ben diverso da quello a cui siamo abituati e le donne sono spesso “donzelle in pericolo”, ma già si vedono gli albori di una grande serie.
Il prossimo DVD introduce i migliori cattivi della storia del Dottore: gli adorabili Dalek! 018.gif Non vedo l’ora di guardarmelo.
Ora, ovviamente, mi è venuta voglia di approfondire ulteriormente la mia conoscenza della serie storica. Si trovano tantissimi cofanetti a poco prezzo su Amazon, la cosa difficile, però, è fare una cernita tra 26 anni di trasmissione. Cercherò di procurarmi gli episodi migliori di ogni Dottore, magari anche le rigenerazioni.
Vi terrò aggiornati (anche se non vi interessa) e scusatemi per la logorrea! 003.gif

#2 Camo

Camo

    Che bel donnino!

  • Amministratori
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • 15,205 Messaggi:
  • Gender:Female

Inviato 02 April 2012 - 10:15 PM

Anche se mi pare la cosa non vi interessi molto, vi comunico di aver proseguito la visione della serie storica, guardando i due serial successivi.

I Dalek

E' un serial composto da sette episodi che introduce i migliori antagonisti nella storia del Dottore: gli adorabili e spietati Dalek.
Devo dire che mentre il primo serial mi era piaciuto soprattutto perché incuriosita dalle origini della serie, questo, invece, mi ha sinceramente appassionato. Non per niente i Dalek hanno avuto un enorme successo istantaneo sin dalla loro prima apparizione, ricevevano persino più posta da parte dei fan che il cast regolare!
La cosa strana di questi episodi è vedere un Dottore molto diverso da quelli dei nostri giorni.  In questi episodi, infatti, è un uomo molto più freddo e quasi egoista, non è l'eroe pronto a sacrificarsi per il bene dell'umanità a cui la serie nuova ci ha abituati. In questo serial, ad esempio, il Dottore e i suoi compagni vengono catturati dai Dalek, dopo essere riusciti a fuggire, stringono amicizia con i pacifici Thal che li accolgono tra loro. I Thal vengono minacciati di morte dai Dalek, ma il Dottore non ha alcuna intenzione di aiutarli, il suo primo scopo è quello di riparare il TARDIS e ripartire al più presto.
La parte più eroica, invece, spetta a Ian, che a volte sembra avere il comando del gruppo: è lui che pianifica la fuga, che cerca di aiutare sempre gli altri, che risolve la situazione. Il primo Dottore, invece, non è così geniale ed esperto come le sue ultime incarnazioni. Certamente la cosa è abbastanza logica, dato che probabilmente non ha ancora viaggiato per tutto l'universo avanti e indietro, cosa che farà negli anni successivi. E tra l'altro c'è anche da dire che William Hartnell aveva 55 anni (portati male!) e William Russell 39; era, quindi, ovvio, che Ian avesse più scene d'azione rispetto al Dottore.
Barbara, invece, in questo serial comincia ad acquistare più spessore come personaggio, non si limita ad essere la "donzella in pericolo", come invece succede a Susan. Nei commenti agli episodi, tra l'altro, Carol Ann Ford (la prima ad abbandonare la serie) dichiara di aver lasciato Doctor Who perchè il suo personaggio, Susan, non si era per niente evoluto e continuava ad essere quella che urlava e si metteva nei guai per poi essere salvata dagli altri!
Mi sembra di aver scritto anche troppo su una cosa che interessa a pochi...
La prossima volta commenterò il serial successivo.
Buona notte! 018.gif




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi