pll

Pretty Litte Liars – 4×01 – A is for A-L-I-V-E

Emily che pensa a quale università frequentare ci ricorda qualcosa: per quanto lentamente il tempo scorra a Rosewood, le Pretty Little Liars stanno crescendo. Riusciranno le nostre eroine a scoprire l’identità di A e dell’assassino di Alison prima di raggiungere l’età pensionabile?

Nell’ultima scena della scorsa stagione, l’auto del detective Wilden era stata ripescata dal lago e lasciata in piazza a Rosewood. Le nostre eroine aprivano il bagagliaio e, con occhi sgranati pieni d’orrore, trovavano… un maiale morto. Mona, che nei suoi anni di attività come A è diventata una hacker provetta e una tecnica informatica, recupera l’hard disk con il filmato incriminante della mamma di Hanna e fugge con le altre.
Ma la paura della notte non è finita qui: al sorgere del sole, di fianco alla macchina viene trovato anche il corpo del detective, a cui qualcuno ha sparato diverse volte. Grazie ai servigi di A, come al solito, le Bitches potrebbero venire accusate dell’omicidio.
È solo alla fine della puntata, durante il funerale di Wilden, che scopriamo due cose che stravolgono la situazione. Innanzitutto, Wilden è stato in contatto con la madre di Hanna molto di recente. In secondo luogo, A ha un filmato delle ragazze che smanettano nella macchina infangata di Wilden.

La vera regina della puntata, a discapito delle protagoniste ufficiali, è Mona Vanderwaal. Diventata a sua volta una vittima di A durante l’incendio, Mona riceve gli stessi sms delle Bitches e verrà incastrata tanto quanto loro. La differenza è che ha collaborato con A e conosce la maniera in cui si muove.
Mona è un genio del crimine, piena di risorse e di segreti. È solo quando viene messa sotto torchio che Mona rivela tutta una serie di cose che non erano mai state chiarite. Shana e Jenna si conoscono da tempo e hanno paura di Melissa Hastings; CeCe è andata a visitarla alla Radley; Lucas ha fatto il massaggio di A ad Emily; è stata lei a far diventare Toby parte dell’A Team; l’A-ssassino di Ian è ancora misterioso.
Melissa Hastings era apparentemente in combutta con Wilden, ed erano stati loro due a cercare di buttare Aria giù dal treno ad Halloween; purtroppo, il video che lo prova si autodistrugge insieme a tutti gli altri dati del computer di Mona – probabilmente un intervento della A-capo.
Volenti o nolenti, le quattro sventurate dovranno fidarsi di lei e renderla parte del loro gruppo. Non cerca più la benevolenza di Hanna e socie: sa di essere necessaria per loro, e lo sfrutterà a suo favore, sia per farsi proteggere da A che per ricattarle, probabilmente. Di sicuro, Mona alza il QI medio delle protagoniste: Spencer non sarà più la sola a saper organizzare un piano mentre Emily frigna e le altre due si mettono brutti vestiti.

La grossa novità di questa stagione è il ritorno di Jessica DiLaurentis, madre di Alison. Dopo che era andata via da Rosewood per allontanarsi dal luogo dell’omicidio della figlia, Mrs D è tornata portandosi dietro scatoloni interi della roba di sua figlia.
Andrea Parker caratterizza il personaggio in maniera immediata: sin dall’inizio Mrs D ha modi di fare ed espressioni ben precise, un look bon ton da madre perfetta di famiglia perfetta, e la sua stronzaggine (chiaramente ereditata da Ali) emerge tramite commenti delicati come quelli sul peso di Hanna.
Mrs D ha anche dei problemi mentali non da sottovalutare. Non so se mi abbia inquietata di più la scena in cui fissa Spencer dalla finestra, o le espressioni da psicolabile che costellano la sua conversazione con Emily. È palese che sappia qualcosa che noi e le Bitches ignoriamo sull’omicidio di Alison, ma quanto ci vorrà a scoprirlo?
Speriamo che nel corso della stagione le venga dato lo spazio necessario per terrorizzarci e che la sua storyline venga chiusa decentemente, a differenza di quella di suo figlio che è “a ristrutturare la casa della nonna”. Un giorno le scuse idiote per liquidare i personaggi finiranno, e Pretty Little Liars sarà nei guai.

A proposito di madri psicolabili, ci sono dei segreti da svelare riguardo a Marion Cavanaugh. Probabilmente sono io ad essermi persa qualcosa, ma non capisco perché A mandi dei messaggi minatori a Toby. Marion è ancora viva?
Anche se Toby potrebbe potenzialmente essere un bastardo cattivissimo, dobbiamo ringraziarlo per averci fornito una delle scene più esilaranti dell’episodio. Dopo che aveva appena finito di parlare di come verrà implicata nell’omicidio di Wilden, Spencer vede una tazza di latte e cereali e esclama “THIS IS PERFECT!!”. Spencer, non c’è niente di perfetto nel fare colazione col tuo ragazzo aspettando che arrivi la polizia ad arrestarti. Niente.

Per la serie relazioni pericolose, la manfrina di Aria e Mr Fitz non è ancora finita. A Fitz è stato offerto l’ennesimo lavoro alla Rosewood High – evidentemente in tutta la Pennsylvania non esistono altre scuole in cui potrebbe insegnare. Aria è talmente presa dalla faccenda che, dopo essere stata convocata dal preside, si fa tutto un filmino mentale in cui li hanno beccati e Fitz viene arrestato per aver fatto sesso con una minore. Ammettiamolo: questo risvolto sarebbe stato molto più divertente di quello che succede in realtà, cioè nulla.

L’unica relazione veramente serena, per ora, sembra essere quella di Emily e Paige, che stanno pianificando di andare a Stanford – ovvero il più lontano possibile da Rosewood e A. È bello vedere che per una volta (almeno per ora) una relazione di Emily non viene usata solo per fare del male alle Bitches, e che anche lei può trovare un minimo di serenità. Quanto sono carine queste due fanciulle?

Ultima ma non ultima c’è Jenna Marshall, almeno per me sempre e comunque il personaggio più inquietante del telefilm. Nonostante avesse smesso di fingersi cieca nella scorsa stagione, al funerale di Wilden ha di nuovo addosso gli occhiali da sole, ed è accompagnata da un nuovo fidanzatino del mistero. Ma soprattutto, quando parla con Emily, Jenna ha una bruciatura sulla mano. Gridiamolo tutti in coro: JENNA HA DATO FUOCO ALLA BAITA!
Anche se non fosse stata lei, Jenna è comunque il personaggio (insieme a Melissa Hastings) a cui sono state addossate più colpe e che più volte è stata immischiata sia con A che con Alison. La mia speranza è che in questa serie Jenna torni ad essere una villain a tempo pieno, magari in combutta con Mrs DiLaurentis.

L’incendio alla baita è uno dei misteri che ci porteremo dietro per qualche altra puntata. Toby vede un cappotto rosso tra le macerie della casa bruciata, ma quando torna con Spencer per mostraglielo, la giacca non c’è più. In compenso c’è un’ombra misteriosa che scappa, probabilmente A.

Il fulcro della puntata è uno: persino le Liars cominciano a non essere così sicure che Alison sia davvero morta, nonostante continuino a ripeterselo. Hanna è convintissima che sia viva. Di sicuro sembra proprio che sia stata A a salvarle dall’incendio: alla fine vediamo la persona con la solita maschera inquietante che si toglie il velo che aveva addosso al funerale, rivelando la plastica sciolta e annerita.

Pretty Little Liars ha disseminato una quantità esponenziale di personaggi che entrano e escono di scena a piacimento degli scrittori, confondendo ancora di più l’identità di A. In questa stagione la baita bruciata e l’assassinio di Wilden continueranno a portare le nostre Liars fuori pista, dando così tempo a chi scrive il telefilm di escogitare altri stratagemmi per non rivelare l’identità della nemica numero uno degli abitanti di Rosewood.

‘A’ is for A-L-I-V-E” è un buon mix di elementi nuovi e vecchi; la puntata non è nè troppo lenta, nè troppo frettolosa nel lanciare la nuova stagione. Come nella tradizione di Pretty Little Liars, tante delle cose che sembravano essenziali l’anno scorso sono state completamente ignorate o appena menzionate (ad esempio il viscido Byron Montgomery) a favore di novità che ci distraggano dall’identità di A. Non è il miglior episodio di Pretty Little Liars di tutti i tempi, ma ce lo facciamo bastare. Forza Mona!

Ok.

RIASSUNTO DELLE POSSIBILI A DELLA PUNTATA:
Wilden (morto), Mona Vanderwaal (collaborazionista?), Lucas Gottesman (?), Melissa Hastings (?), Shana (?), Mrs DiLaurentis (riapparsa dal nulla), Jenna Marshall (non dite che non ve l’avevo detto), Alison DiLaurentis (che in teoria è morta).

ALTRE NOTE

  • L’agente Holbrook è Sean Faris, alias Dino di Life As We Know It. In perfetta tradizione Pretty Little Liars, gli diamo tre puntate per rivelarsi in combutta con A, o almeno per mettersi con Aria.
  • La scena delle bambine a cui “Alison” ha regalato le bambole uguali alle Bitches è veramente inquietante, ancor di più perché anche loro so travestite a tema. Chi sarà l’amica Alison che gioca con loro da quando Mona si è “trasferita” lì?
  • La trama di Caleb non sta andando da nessuna parte. Lo facciamo tornare o no? Trova suo papà o no? Licenziamo Tyler Blackburn o no?
  • Per la fiera dell’orrore della settimana, abbiamo la nuova passione di Hanna per i copricapi (prove 1 e 2). Lei e Mona non sembrano aver capito come ci si mimetizza nell’oscurità. Inoltre, Spencer sembra l’unica a sapere come ci si veste ad un funerale. Non so se sia peggio la schiena fuori di Emily, il vedo-non-vedo sulle tette di Hanna o l’esplosione di borchiette sul vestito di Aria.

Marta Corato

alias Emme. il vostro punto di riferimento per qualsiasi serie tamarra.
soft revolution zine / blog / twitter

17 Comments

  1. Quanto è trash questo telefilm! Lo amo dal profondo!

    Rispondi

  2. PLL riparte con un episodio bello tosto in cui le bitches fanno cose che hanno quasi senso (modalità stealth in leggings fluorescenti a parte), vecchi personaggi spariscono o ritornano senza un perché, la trama ormai beato chi ci si raccapezza, A che ormai è ben oltre il dono dell’ubiquità (ma quanti ce n’è? c’è qualcuno che non sia stato A o un aiutante di A in questa serie?), la sensazione è che possa succedere davvero di tutto dato che la verosimiglianza ce la siamo lasciata alle spalle molto tempo fa
    insomma, bentornato mio guilty pleasure preferito

    Rispondi

  3. Mi era totalmente sfuggita la linea temporale…le nostre bitches sono ormai delle senior! Wow. Quindi l’anno prossimo andranno tutte nello stesso college piazzato strategicamente nei dintorni di Rosewood e continueranno a farsi torturare da A? Altamente probabile.
    Andrea Parker <3 bella lei. Peccato non l'avessi minimamente riconosciuta (ma la amo dai tempi di Jarod); mi sembra chiaro che come tutti gli abitanti di Rosewood ha qualche grave problema mentale.

    Caleb: la sua storyline è in sospeso perché dalle ultime notizie dovrebbe prendere parte allo spin-off delle PLL se non erro.

    Rispondi

  4. Certo che aspettare 3 mesi per capire cosa c’era dentro il bagagliaio e scoprire un maiale non ha prezzo, sono imploso per le risate. Per il resto non è stata malaccio, spero che non allunghino il brodo come nella precedente stagione. (Hanna inguardabile con gli outfit)

    Rispondi

  5. Ah quanto mi sono mancate!
    Outfit spettacolari come sempre, Hanna al funerale mi ha fatto sobbalzare.
    Talmente trash questo telefilm da non poterne fare a meno.
    Ovviamente, recensione perfetta!

    Rispondi

  6. crazy diamond 16 giugno 2013 at 17:00

    Questa serie è sempre più un WTF pazzesco, tra trame e sottotrame e buchi di trame vari e outfit imbarazzanti. Ormai la guardo principalmente per quello, per vedere fin dove riescono a spingersi nell’assurdità!
    Però questa puntata non è stata nemmeno malaccio. Quando ho visto il maiale nel baule ho inveito non so quanto, per fortuna poi ci hanno dato il morto vero.

    Rispondi

  7. Io sono sempre un po’ contrariata quando in un episodio non mi mettono nè Wren nè Jason!
    Cmq serie perfetta per l’estate, mi godo sempre di più la parte estiva della stagione che quella invernale che si va ad accavallare ad altre mille serie; sarà forse per questo che l’episodio mi ha divertito molto e neanche mi sono accorta che stava finendo, quando invece quest’inverno quasi la mollavo… inoltre mi piace che Mona ora sia dalla loro parte, forse riuscirà a dare un attimo in più di senso alle loro azioni, o cmq come detto nella recensione almeno pare esserci una seconda testa pensante. E cmq insomma, il maiale nella macchina, quante risate!

    Rispondi

  8. Sì però vogliamo parlare di questa macchina che ogni 2×3 ricompare all’orizzonte? Nessuno che sia mai si accorga di un pick up addobbato d’alghe che viene trascinato in giro per il paese??

    Rispondi

  9. Bentornate bitches!!Questo telefilm è perfetto nella sua idiozia :)
    Ci sarebbero tante di quelle cose da dire per cui mi limiterò ad un elenco di considerazioni sparse (e idiote):
    -IL MAIALE!ormai ero sicura che nel baule ci fossero o la mamma di hannah o cece,e invece c’è un maiale?ma che vuol dire??XD
    -l’incubo di Aria:per un attimo ho temuto che A. si fosse spinta a filmare gli Ezria e a diffondere filmini porno..grazie al cielo così non è andata!!che poi qualcuno mi spieghi per favore quante volte Fitz vuole farsi assumere/licenziare dalla scuola di Rosewood
    -i pantaloni rossi di Hannah quando va ad aiutare Mona!l’aiuto poi consiste nello spingere un cancello e basta???
    -sbaglio o la faccia di Aria è ancora più quadrata del solito?
    -missing Signora Martin!!!pensavo che la tizia con la veletta al funerale fosse lei,ma dopo aver visto la maschera bruciata non ne sono più sicura (e poi la maschera bruciata A. non se la può cambiare?)
    -dov’è Jason?!?!??!?!?!?!?!?!facciamolo tornare dalla casa della nonna per favore!
    -evviva,muore un detective inquietante e ne arriva subito un altro!
    situazione scomparsi di Rosewood:signore e signora Montgomery,Mike,Malcolm,papà di Emily (strano!), genitori di Spencer,Melissa,Wren!!!!!!!!,Lucas?,Cece..chi ho dimenticato?

    Ti amo PLL :P

    Rispondi

  10. Ormai ne faccio un vanto ma io sono assolutamente assuefatta alle disgrazie delle liars e aspetto con orrore e raccapriccio ogni loro outfit…impagabile tutta la scena del funerale con hanna vestita da odalisca e spencer che ravana con mona in mezzo alle gambe del morto nella bara!
    ps ma la madre di hanna per contratto partecipa solo a metà degli episodi e nell’altra metà è assente senza un valido motivo?!? e soprattutto la madre di emily fa la volontaria in polizia solo per poter raccontare alla figlia ogni sviluppo sulle indagini?!?

    Rispondi

  11. Dai ancora sta roba….e poi mi dite che non avete TEMPO per Person of Interest , BE , BOSS , Wilfred ,etc ,etc …
    Sadness !

    Rispondi

  12. Posso sperare che recensiate anche il secondo episodio? Perché secondo me è una perla di trash, mi ha fatto ridere come non mai. Gli autori ormai si divertono a trollare!

    Rispondi

  13. aria e ezra devono tornare di nuovo insieme xke sono una bellissima coppia

    Rispondi

  14. A è il professore fitz

    Rispondi

  15. Siete fantastici! Vi prego commentate anche i nuovi episodi!!!

    Rispondi

  16. questa pagina su nonciclopedia mi sembra familiare XD
    http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Pretty_Little_Liars

    Rispondi

  17. Vedo che ci si lamenta tanto per lo scarso realismo di PLL, ma finchè non sarà svelato il mistero che si nasconde dietro A mi pare difficile stabilire se quello che succede sia verosimile o meno. Non capisco perchè ci si lamenti per le assenze momentanee di alcuni personaggi: non si può pretendere che tutti i personaggi compaiano e abbiano un ruolo rilevante in ogni santo episodio, altrimenti ciascuno durerebbe un’ora e mezza e non quaranta minuti.
    E il maiale secondo me è una minaccia, mi sembra ovvio. Come la testa di cavallo infilata nel letto in Il padrino.

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>