doctor who 7x11 the crimson horror recensione

Doctor Who – 7×11 – The Crimson Horror

Yorkshire, fine ‘800. Un’adorabile vecchietta cerca di salvare l’umanità dalla fine del mondo facendo entrare tutti i giovani, belli e sani (mica scema lei) in un programma speciale. La maggior parte della gente che entra in quel posto scompare, gli altri vengono ritrovati morti, pietrificati e ricoperti di rosso. La polizia scientifica di Yorkshire riesce a recuperare dalla retina di un cadavere l’ultima immagine che ha visto prima di morire: è la faccia del Dottore.
Entra in scena Horatio Caine: “Sembra che prima di morire la vittima abbia visto”, mette gli occhiali, “cose dell’altro mondo”.
YEEEEAAAAAAAAAAAAAAAAH!

Ok Horatio Caine non c’era, ma c’era il nostro trio di investigatori vittoriani preferiti: Madame Vestra, Jenny e Strax. Per un buon quarto d’ora reggono la scena completamente da soli, e lo fanno alla grande: mentre gli altri due fanno ricerche e propongono attacchi frontali Jenny si infiltra nella fabbrica e riesce a liberare il Dottore, tenuto prigioniero dalla figlia cieca della vecchietta. Piccola parentesi: la cieca chiama il Dottore mostro, ed è già tipo la terza volta che in questa seconda parte della stagione lo sentiamo chiamare in quel modo. Ora, se lo fai una volta è una chiave di lettura, fai vedere quante cose ha in comune con i cattivi che combatte e quanto potrebbe essere diversa la situazione, se lo fai più di una volta questo significato perde valore. Quindi o la sceneggiatura è ridondante, oppure è un indizio. Fine parentesi.

Una volta liberato il Dottore ci racconta velocemente la storia: anche lui e Clara si sono infiltrati, ma mentre lei è stata scelta per essere conservata in una campana di vetro, lui è stato usato per degli esperimenti. Essendo alieno è riuscito a sopravvivere, e grazie alla figlia di Mrs. Gillyflower si è salvato. Il piano della vecchia a quanto pare è distruggere l’umanità con il liquido rosso e ripopolare la Terra con tanti nuovi Adamo ed Eva, ovviamente tutti giovani, belli e sani.

Mancano solo due tessere per completare il puzzle: chi è Mr. Sweet, il partner “silenzioso” di Mrs. GillyFlower, e da dove viene il liquido rosso? La risposta trash è che Mr. Sweet è un’ARAGOSTA PARASSITA e il liquido rosso è il suo succo, quella un po’ più seria è che Mr. Sweet è un parassita proveniente dall’era di Madame Vestra, in qualche modo è riuscito a sopravvivere fino al 1800 e ha sviluppato il liquido mortale evolvendosi. Noi qui siamo chiaramente team ARAGOSTA PARASSITA. Alla fine i buoni vincono e sia l’aragosta che la vecchia muoiono male. Ah sì, c’è anche di mezzo un razzo spaziale: premio MACCOSA dell’anno 1893.

Che dire, un buon episodio: molto divertente, realizzato abbastanza bene (a parte il finale, scritto maluccio) e con quel feeling da horror anni ’80 che non guasta mai. Sono contento per Mark Gatiss, dopo il terribile Cold War la gente aveva già in mano i forconi, ma io gli voglio in gran bene e sono contento che sia riuscito a riscattarsi.

Riprendo per comodità in mano Cold War per spiegare perché quell’episodio non mi è piaciuto e questo sì: The Crimson Horror, a differenza del nono episodio, funziona perché non tenta di essere niente più che un ottimo horror. In Cold War Gatiss ha provato a inserire le tematiche sulla guerra fredda e sulla distruzione reciproca in un episodio che doveva sostanzialmente essere “Alien su un sottomarino”, e il risultato era confuso, per dirlo all’inglese “all over the place”. Non c’è niente da fare 40 minuti sono pochi per fare sia un discorso serio sulla guerra fredda sia un buon episodio stand alone. Tra l’altro, e so già che molti di voi non concorderanno, secondo me questo è un problema generale e non di Gatiss: quando Doctor Who tenta di inserire tematiche storico/sociali toppa quasi sempre (sì, anche coi Dalek. Soprattutto coi Dalek).
In questo episodio Gatiss avrebbe potuto inserire un sacco di tematiche, c’è letteralmente una vecchia che promette la salvezza dalla fine del mondo quando in realtà la sta provocando, ma ha scelto di non farlo e l’episodio funziona perché risulta molto più a fuoco.

Il limite vero della puntata sta nella mancanza di approfondimento sui personaggi, che è la cosa che mi piace di più di questa serie, ma questa mancanza no gli impedisce di essere un buon episodio.

Ok.

Note:

– “You know what are these? The wrong hands.” “Horse. You have failed in your mission.” Poi la gente chiede perché amo Mark Gatiss, la gag del ragazzo TomTom è la cosa che scema e più divertente che ho visto nell’ultimo anno.

– Non so cosa dire del finale: da una parte statisticamente Doctor Who funziona di più quando ai companion si aggiungono i companion dei companion, dall’altra due teenagers sul TARDIS no, dai, non scherziamo.

Stefano Pandini

Name: Stefano. Age: 22. Rating: Awesome.

36 Comments

  1. I disagree. Forse l’unico vero fuck yeah di questa seconda metà di stagione insieme ad Hide. E poi l’idea di avere dei ragazzi sul Tardis non mi sembra male, forse è pure ora che si abbiano dei kids in missione ;)

    Rispondi

  2. Alessia ha scritto:

    I disagree. Forse l’unico vero fuck yeah di questa seconda metà di stagione insieme ad Hide.

    Me too.

    Rispondi

  3. “la sceneggiatura è ridondante” scelgo questa perchè anche nella prima metà della settima le uova e i riferimenti al Natale non hanno portato a nulla.
    Questa volta oltre a “monster” c’è anche “plan” e “ghost” che ricorrono ma ripeto, per me è una scelta di sceneggiatura e non un sentiero.
    in generale sono stata piacevolmente sorpresa, concordo con l’ok ma: a morte i pre-adolescenti subito, ora, adesso, now.

    Rispondi

  4. @ Alessia:
    Chetelodicoaffà? Sono d’accordo con te.

    Rispondi

  5. Bello. Bello. Bello.
    Il trittico “Hide”, “Journey…” e quest’ultimo mi hanno fatto rivalutare la seconda parte di stagione, anzi probabilmente sono i migliori dell’intera settima.
    Strax sempre in formissima, le minacce al cavallo e i siparietti con il ragazzo-TomTom sono formidabili, mi hanno quasi fatto cadere dalla sedia. E Clara in questo episodio è stata eclissata da Jenny, fantastica.
    Riguardo i due pre-adolescenti per la prossima puntata anche io sono freddino, mi convincono davvero poco. Spero che Gaiman mi faccia cambiare idea, “The Doctor’s Wife” è stato il mio preferito della stagione scorsa.

    Rispondi

  6. Mah,io l’ho trovato un episodio brutto forte. Ma forte..

    Rispondi

  7. Concordo sul giudizio finale. (Complimenti per la recensione, davvero molto divertente!) E anche io amo Mark Gatiss, nonostante il brutto Cold War. Il Dottore che bacia Jenny è uno dei miei best kiss evah e LOL per la gag del tipo che sveniva ad ogni colpo di scena.

    Rispondi

  8. D’accordo sull’okay… d’accordo abbastanza su tutto (tranne su Cold War, secondo me era okay anche quello… tutto okay!) Forse il miglior Gatiss ever?

    (Come non amare uno che se ne esce con frasi tipo “Kindly do not claw(r) and slobber at my crinoline!”?)

    Per i ragazzini… solo io ho pensato “figata, Neil con dei ragazzini!”?? Vedremo domani! Ora rimangono due episodi per cui “Ok” non sarà abbastanza!

    Rispondi

  9. Cmq sia Clara che il dottore vengono immersi nel liquido, che dovrebbe farli diventare tutti perfetti sotto vetro, ogni tanto capita qualche scarto che muore. Il dottore non essendo umano né diventa rimbambito sotto vuoto, né muore!! Cmq mi puzza assai che due bambocci abbiano trovato tutte quelle foto (SUL LIBRO DI STORIA UN SOTTOMARINO RUSSO?) e che subito abbiano pensato a lei che viaggia nel tempo e che il suo amico è un alieno!!!! Ci sarebbero mille altri pensieri prima dell alieno con la macchina del tempo, un apostrofo antenata, una somiglianza particolare ecc ecc

    Rispondi

  10. io penso che questa stagione sia il punto più basso di tutto New Who, e questo perchè mi pare non ci sia più alcun tipo di controllo qualità da parte dello showrunner evidentemente preso da altro. Siamo al livello di kids show tipo Sarah Jane Adventures, forse meno. ok che è comunque uno show fantasy, ma era uno show fantasy che ha generato un fandom rispettabile e questa stagione non lo è, ha avuto solo qualche sprazzo di appena decenza (e a seconda dei gusti di ognuno, questi sprazzi si trovano in un certo episodio oppure in un altro: segno che probabilmente neanche questi ectoplasmi di quasi sufficienza sono troppo oggettivi).
    Mi dispiace così tanto che il mio show preferito si stia trasformando in questa roba insulsa. Che poi ci sta tutto che dopo sei (vabbè, cinque e mezza) stagioni sfavillanti il livello possa calare, non c’è alcun problema in questo è fisiologico e la serie resta amabile lo stesso (certo voglio vedere un nuovo fan appassionarsi a sta roba), ma mi preoccupa che questo accada nell’anno del cinquantennale e credo che il Moffat attuale non sia affatto un autore in grado di celebrarlo come si conviene. per questo ho tanta paura.

    in riferimento a questo episodio, per quanto il setting possa essere banale e le caratterizzazioni dei personaggi inesistenti (non che da Gatiss mi aspettassi chissà che) , la prima metà mi è piaciuta davvero molto, perchè clichè e plot holes a parte aveva davvero un piglio quasi horror che ho molto gradito.
    la seconda parte, in cui salvo solo la presa di potere di Ada per merito del Dottore (l’unica azione degna di lui tra battute penose e sessiste, da rimpiangere l’iniziale impostazione Doctor-lite), l’ho trovata un crescendo di inutilità e trash gratuito.

    no comment per Clara, no comment per i ragazzini che si autoinvitano sul Tardis, che dalle recensioni spoiler-free d’oltremanica sembra rovineranno pure l’episodio di Gaiman. E ce ne vuole.

    Rispondi

  11. Jabba the Hutt 10 maggio 2013 at 19:19

    @ Salvo Bzero:

    Straquoto.

    Posso dire anche che mi sono rotto i coglioni di episodi ambientati nell’Inghilterra dell’8-900? Che fine hanno fatto tutto il tempo e lo spazio a tua disposizione?
    Ma che è, l’Inspector Spacetime con Luke Perry?

    Rispondi

  12. Io mi sono divertito di più con questo episodio che con tutta la seconda parte di questa stagione. Purtroppo Clara come companion per ora mi annoia terribilmente, preferisco quei tre al suo posto.

    Per i ragazzini… che abbiano capito che “eleven” non sa affrontare un solo companion ma che ha bisogno di una squadra con cui affrontare le avventure? Anche precedente funzionava meglio quando era con i Pond piuttosto che solo con Amy Pond

    Rispondi

  13. Riguardo alla ridondanza della sceneggiatura…
    sono l’unico a cui ha dato fastidio il fatto che nella prima parte di questa serie il dottore dicesse “Geronimo” una volta a episodio? Cioè nella 5a serie (la prima gestita da mosfatt) lo faceva giusto alla prima puntata e all’ultima. Nell’ultimo episodio quando lui sta per sacrificarsi e manda un sms con su scritto geronimo mi ero anche emozionato, pur nella semplicità della cosa. In questa sere lo diceva in tutte le puntate con Amy e Rory….e che diamine!

    Rispondi

  14. Di solito sono sempre pronto a dare il massimo agli episodi del Dottore,ma questa volta proprio no e mi dispiace doverlo dire ma questo è forse una delle puntate che mi sono piaciute di meno. Nessun approfondimento su nessun personaggio, nessun progresso con la storia di Clara e nessun accenno di neanche minimo di trama orizzontale. Non bastano un po’ di battute, anche se godevoli, di Strax a salvare un episodio che non fa altro che correre senza alcuna meta.
    Inoltre il parassita attaccato al petto della vecchiaccia faceva davvero troppo schifo!

    Rispondi

  15. Mi trovo di nuovo ad essere d’accordo su tutta la linea con la recensione di Stefano.
    Tremo all’avvento dei preadolescenti, anche perché hanno l’aria parecchio antipatica. Ma hey, io di Gaiman mi fido, quindi probabilmente finirà per essere uno dei miei episodi preferiti.
    Per la questione sceneggiatura ridondante vs indizio, io propendo per l’indizio, ma anche se alla fine fosse un buco nell’acqua sarebbe poi tanto male? Li han messi lì apposta per farci scervellare, e la questione uova-natale per quanto sia finita nel nulla é stata divertente. Mi piace farmi delle teorie, é la metà del divertimento, soprattutto se veniamo sviati. Se capissimo tutto subito sarebbe terribilmente noioso.

    Rispondi

  16. anna ha scritto:

    Cmq mi puzza assai che due bambocci abbiano trovato tutte quelle foto (SUL LIBRO DI STORIA UN SOTTOMARINO RUSSO?) e che subito abbiano pensato a lei che viaggia nel tempo e che il suo amico è un alieno!!!! Ci sarebbero mille altri pensieri prima dell alieno con la macchina del tempo, un apostrofo antenata, una somiglianza particolare ecc ecc

    Confermo, l’ho pensato anch’io .
    L’episodio in sè non sarebbe nemmeno malaccio a parte la gente pitturata di rosso che, non so se per effetto voluto o per errore, sembrava caduta dentro a un secchio di vernice, tanto da farmi sbottare a ridere. Quello che mi ha lasciato insoddisfatta (a parte i lati più horror che non mi hanno fatto impazzire, ma lì sono gusti), è stata proprio la mancanza di sviluppo tranne che per quei due minuti finali in cui i due bambini sembrano promettere che succederà qualcosa nel prossimo episodio.
    Ma ho sbagliato a contare o il prossimo è il penultimo?
    Solo io sono un po’ dubbiosa su una risoluzione e conclusione decente in così poco tempo?
    Non so, più che una stagione questa mi è sembrato un insieme di episodi slegati che lasciano il tempo che trovano…

    Rispondi

  17. strax mi fa morire da ridere, la coppia jenny madam vastra mi piace… fine note positive da quando entra in scena undici e clara l’episodio peggiora, segno che questo dottore non riesce ad entrare nella parte, troppo confusionario, troppo in balia degli eventi, troppo poco british.
    e dalla 5 serie che abbiamo un impostazione show per adolescenti ma adesso con la settima serie si è toccato un punto di non ritorno.

    Rispondi

  18. Riccardo80 ha scritto:

    Io mi sono divertito di più con questo episodio che con tutta la seconda parte di questa stagione. Purtroppo Clara come companion per ora mi annoia terribilmente, preferisco quei tre al suo posto.
    Per i ragazzini… che abbiano capito che “eleven” non sa affrontare un solo companion ma che ha bisogno di una squadra con cui affrontare le avventure? Anche precedente funzionava meglio quando era con i Pond piuttosto che solo con Amy Pond

    No ti prego, già non sono felice all’idea di una quarta stagione con Smith (e parla una che ha comunque sempre apprezzato Eleven ), figurati con quei due antipatici come companion!
    Per quanto riguarda l’episodio sono abbastanza d’accordo con la recensione, l’episodio è stato molto godibile pur non privo dei soliti difettucci e plot-holes, Gatiss torna nell’era vittoriana come nella Cardiff di The Unquiet Dead e proprio come in quel caso confeziona una bella avventura, con atmosfere gotiche e alcuni momenti divertenti. Pare sia una strizzata d’occhio al film Carry On Screaming! a sua volta parodia degli horror della Hammer.
    Peccato per alcune cadute di gusto come alcuni comportamenti gratuiti e sessisti del Dottore ( l’erezione con lo screwdriver potevano evitarsela, tant’è che non è che Jenny sia quella bomba sexy, neppure con la tutina più attillata XD) e per l’appunto, la trovata finale dei ragazzini odiosi, implausibile e assurda come poche cose: come hoo scritto già bel forum, mi auguro che i Cybermen facciano prendere loro un bello spavento (se poi finiscono “male” come Adam della prima stagione tanto meglio :P)…mi fido ciecamente di Neil Gaiman u_u
    Comunque, a due episodi – anzi a due episodi e uno specialino di tre minuti – dal finale si possono cominciare a tirare le somme della stagione, e la settima al momento ne esce con le ossa rotte quasi più della sesta, che è cominciata col botto ma che The Doctor’s wife e The Girl who waited a parte, ha deluso grandemente. Quello che spicca di più è che fin’ora non c’è stato neanche uno di quegli episodi “che consiglieresti a mani basse ad un neofita della serie”, nè tantomeno veri e propri meritati fuck yeah (Crimson Horror e Hide sono stati belli, più il secondo del primo, ma IMHO sono lontani anni luce dai migliori del NuWho). Forse sarò esagerata ma Moffat, che ai tempi in cui era il geniale sceneggiatore degli episodi in assoluto più fighi della serie del 2005 stimavo e apprezzavo tantissimo, sta fallendo miseramente la gestione del DW, e forse sarà meglio che dopo il 50th (di cui più leggo news più cala l’interesse) si cambi showrunner. Che poi, se si cambia anche Dottore, io non me ne lamenterò di certo :P

    Rispondi

  19. Ho trovato l’episodio imbarazzante, perchè sembra sceneggiato da due persone diverse.
    Da un lato abbiamo:
    -l’horror genuino ma un po’ telefonato (vaghe reminiscenze di hide, che però continuo a trovare superiore)
    -il trio delle meraviglie (che sarebbe perfettamente in grado di gestire un episodio da solo. Dopo il primo quarto d’ora già mi pregustavo un nuovo blink)
    -qualche accenno alle atmosfere schiette di RTD (prendetelo come un complimento, è il meglio che posso dire di lui)

    Dall’altra:
    -delle macchiette imbarazzanti (mister svengo era inguardabile e dotato di una capacità di rompere il ritmo notevole)
    -un teen-ending da aghi negli occhi
    -una ragazza mutilata che non guarisce. Insomma, è il dottore. Di solito si salvano tutti tranne i companion… come la bambina dei rings of akkkkrrr……biiiiiiiiiiiip…. dottore, lo stiamo perdendo! Presto, dieci minuti di a good man goes to war! bip…bip…bip. Dottore, si è ripreso, può tornare a scrivere.

    Tirando le somme un episodio mediocre, nel senso meno polemico del termine: senza infamia e senza lode. Fila senza troppi buchi, si lascia guardare, lascia il tempo che trova.
    Dai Neil, faccio il tifo per te!

    Rispondi

  20. In realtà la tematica sociale c’è, l’episodio riprende il paternalismo di fine ottocento, la bontà del padrone della fabbrica che redime la bruttezza del proletariato. se vogliamo fare gli agganci col mondo di oggi, finiamo domattina.
    Questo per dire che in DW si possono mettere anche temi socialpolitici anche in 40 minuti. Magari essendo meno brutali di Cold War che ti urlava in faccia “ei, questa è la tematica sociale!”
    Poi ci sono tanti altri episodi, Turn Left con la possibilità dello scivolamento in una società fascista, Vincent sul rapporto personale e sociale delle persone malate e via così-

    Sulla puntata: ottima, non un capolavoro assoluto ma con le sue brave cosine a posto. Inizia anche con una certa tensione, poi c’è il break del pezzo stile film muto, e poi l’azione rocambolesca. Bene, bravi, bis.
    E vogliamo più Jenny-Vastra-Strax. Ma soprattuto più Strax.

    Rispondi

  21. SabrinaC ha scritto:

    No ti prego, già non sono felice all’idea di una quarta stagione con Smith (e parla una che ha comunque sempre apprezzato Eleven ), figurati con quei due antipatici come companion!

    Ma infatti io non vorrei i bambini come companion, io vorrei che riportasse a casuccia Clara (che ha ampiamente deluso finora) e che avesse il trio Jenny-Vastra- Strax come companion.

    Rispondi

  22. MEH a dir poco. ‘Sto giro faccio finta di non aver visto, che poi divento scurrile. Posso solo dire che NOIA e WTF ormai regnano sovrani. Spero che il prossimo vada meglio, perché mi sto scocciando di fare la madonnina infilzata a ogni commento: voglio il sacrosanto FUCK YEAH che ci meritiamo dal Doctah! T__T

    Rispondi

  23. @ SabrinaC:
    quale specialino di tre minuti?

    Rispondi

  24. anto ha scritto:

    quale specialino di tre minuti?

    Dopo l’episodio di di questa settimana verrà trasmesso un piccolo prequel dell’ultimo episodio

    Rispondi

  25. Concordo a grandi linee con la recensione e con la maggior parte dei commenti, episodio simpatico ma niente di eccezionale. L’okay ci sta tutto, ma io personalmente non ho un gran feeling con la scrittura di Gatiss, ed alcune scelte narrativo-stilistiche mi hanno lasciata del tutto basita per la loro bruttezza, non tanto nell’idea, quanto nella realizzazione XD Un esempio per tutti: il flashback in fastforward è forse una delle cose peggio realizzate che io abbia mai visto in questa s7 e, in generale, in tutto il NuWho. Dico io, vuoi fare la prima metà di episodio senza Dottore, focalizzandoti su Vastra, Jenny e Strax (e capisco la scelta, perché loro sono veramente meravigliosi XD Voglio uno spin-off)? Benissimo. Non mi inserire il riassuntone, che sprechi minutaggio prezioso e ti viene pure malissimo! Trova soluzioni alternative! Ma io dico.

    Comunque mi sono abbastanza divertita, l’aragosta parassita era PUCCISSIMA, voglio un peluche. Ho sofferto quando la tipa l’ha spappolata. Tristezza.

    Riguardo gli ultimi due minuti e i teenager, dirò solo: NO.

    Rispondi

  26. [...] in tempo prima del nuovo episodio di stasera, ecco il commento di Serialmente all’episodio della scorsa settimana, “The Crimson Horror” di Mark Gatiss, tutto [...]

    Rispondi

  27. Vastra non Vestra !!!

    Rispondi

  28. @ Alessia:
    big nooooooooooo per i ragazzi sul Tardis, ok è uno show per famiglie, non facciamolo diventare poprio per ragazzi, I Goonies sul Tardis proprio no!

    sull’episodio voglio solo sottolineare quanto adoro Strax, mi fa morire!

    Strax: “I strongly recommend the issuing of scissor grenades, limbo vapour and triple-blast brain splitters.
    Madame Vastra “What for?”
    Strax “Just generally. Remember, we are going to the North.”
    e
    “I suggest a massive frontal assault on the factory, Madame.
    Casualties can be kept to perhaps as little as 80%.” con il sorriso che su 80% rotfl
    e non dimentichiamo quando stava per giustiziare il cavallo disobbediente, il quarto in una settimana
    come si può non amarlo? più Strax per tutti,

    Rispondi

  29. Bambini odiosi, pretesto per portarli sul tardis davvero debole ( ma con Clara e Moffat ci siamo abituati a queste cose..ahimè), storia anch’essa debole ma tutto sommato gradevole e piena di rimandi alla britannicità. Gatiss al suo meglio(ha scritto gli episodi peggiori dell’intero reboot). Assolutamente in disaccordo sulla questione Doctor Who e le tematiche sociali, ma concorde sul problema episodi singoli, mi mancano un sacco quelli doppi.

    Rispondi

  30. Avanzo un paio di teorie su come potrebbe risolversi il mistero di Oswin. Credo che in sostanza lei fosse una ragazza normale, in seguito a quanto avvenuto in “the bells of St. Johnn’s” diventa genio, qui ndi viaggia nel tempo col dottore. Perde la memoria quando ne acquisisce il nome, a un certo punto per ragioni da chiarire si sarebbe trovata nel futuro senza il dottore e senza alcun ricordo del dottore (forse ha riperso la memoria per ragioni simili a quanto accaduto in “viaggio al centro del tardis” o forse per manipolazioni simili a “the bell’s of st. john”. A questo punto tira a vivere come Oswin e ci si riattacca a quanto lei racconta ne “asylum of daleks”. Sappiamo che non fa una buona fine ma, per ragioni da spiegare e giustificabili col fatto che essendo lei un genio avrà hakerato qualcosa”, anzicchè morire si ritrova a viaggiare nel tempo e finisce in epoca vittoriana, di nuovo senza ricordi. Prima di morire si è cmq ricordata del dottore, consiamente o inconsciamente, e gli ripete la frase con cui ricordava il suo account. Come si giustifica il passaggio dalla forma dakle alla,nuova , forma umana? 2 possibili spiegazioni: 1) essendo il “virus” che trasforma i copri in dalek un tecnovirus (i dalek sono sostanzialmente cyborg) lei ha “hakerato” anche il virus, e lo ha fatto regredire alla sua forma originaria, quella umana. Inoltre è lo stesso virus che la ha riportata in vita, essendo che in “asylum of daleks” erano comparsi in effetti degli zombi mantenuti in vita dalla trasformazione in dalek. 2) altrenativa, il suo corpo è morto, ma ha digitalizzato la sua mente (come in “the bells of st. johnn” e l’ha trasferita a un “testa-di-cucchiao” con le sue sembianze. Il fatto che la Oswin vittoriana non ha la testa a cucchiao sarebbe da giustificare con una parrucca (come avviene col casco da motorino in the bells of st johnn per il dottore). E quindi abbiamo la Oswin vittoriana, che riesce in tutto l’episodio natalizio a intuire un sacco di cose perchè sostanzialmente già ha incontrato dottore e tardis. A fine episodio muore, e , si ricorda del dottore ripetendo la solita frase. Ciclo temporale. Che dite?

    Rispondi

  31. Strax e Jenny sono dei companion migliori di Clara, inutile girarci intorno. Speriamo nell’ultima puntata della serie e che risolvano il mistero (non so quanto freghi poi) delle morti di Clara in modo da passare oltre.

    Rispondi

  32. Maury ha scritto:

    Come si giustifica il passaggio dalla forma dakle alla,nuova , forma umana? 2 possibili spiegazioni: 1) essendo il “virus” che trasforma i copri in dalek un tecnovirus (i dalek sono sostanzialmente cyborg) lei ha “hakerato” anche il virus, e lo ha fatto regredire alla sua forma originaria, quella umana. Inoltre è lo stesso virus che la ha riportata in vita, essendo che in “asylum of daleks” erano comparsi in effetti degli zombi mantenuti in vita dalla trasformazione in dalek. 2) altrenativa, il suo corpo è morto, ma ha digitalizzato la sua mente (come in “the bells of st. johnn” e l’ha trasferita a un “testa-di-cucchiao” con le sue sembianze. Il fatto che la Oswin vittoriana non ha la testa a cucchiao sarebbe da giustificare con una parrucca (come avviene col casco da motorino in the bells of st johnn per il dottore). E quindi abbiamo la Oswin vittoriana, che riesce in tutto l’episodio natalizio a intuire un sacco di cose perchè sostanzialmente già ha incontrato dottore e tardis. A fine episodio muore, e , si ricorda del dottore ripetendo la solita frase. Ciclo temporale. Che dite?

    posso dire che casino?!?!?!?!?!?
    come spiegzione non è male,ma direi davvero troppo contorta..e soprattutto:se clara riuscisse a farsi sputare fuori dal dalek e riprendere sembianze umane grazie ad una modifica del virus informatico non credi che questa cosa fighissima la si potrebbe fare per risputare fuori river dal supercomputer della biblioteca?così ci togliamo dalle scatole questa moscettona con la faccia da angioletto e ci riprendiamo la nostra amatissima cattiva ragazza.

    scusate,ma solo a me il Dottore piace tantissimo proprio perchè è scatenato,pazzo,divertente e a volte anche leggermente ritardato?!?io lo adoro,mi piace sia energico nonostante abbia più di mille anni e vada in giro correndo come un pollo senza testa ma riuscendo anche se con grande disordine a risolvere sempre tutto!mi piace che non abbia quasi mai la situazione sotto controllo ma abbia sempre un piano per aggiustare il piano che non ha funzionato perchè non si ferma a riflettere..(e matt smith per me è un figo senza ritegno,spero faccia mille stagioni perchè è troppo sexy per farlo rigenerare..)

    Rispondi

  33. non sGiada ha scritto:
    scusate,ma solo a me il Dottore piace tantissimo proprio perchè è scatenato,pazzo,divertente e a volte anche leggermente ritardato?!?io lo adoro,mi piace sia energico nonostante abbia più di mille anni e vada in giro correndo come un pollo senza testa ma riuscendo anche se con grande disordine a risolvere sempre tutto!mi piace che non abbia quasi mai la situazione sotto controllo ma abbia sempre un piano per aggiustare il piano che non ha funzionato perchè non si ferma a riflettere..(e matt smith per me è un figo senza ritegno,spero faccia mille stagioni perchè è troppo sexy per farlo rigenerare..)

    non so se solo a te, ma se questo è il Dottore e ultimamente sembra che lo stia diventando a me non piace. Non dico che il Dottore debba essere sempre perfetto, ma un pollo senza testa proprio no, leggermente ritardato poi … big nooooo! Non si ferma a riflettere? altro big nooooo.
    Non sto dicendo che hai torto ma che non mi piace, eppure l’inizio di Eleventh non era assolutamente così o non l’avrei amato, direi che stiamo assistendo a una deriva, direi anche che quello che ho letto sul forum, che Matt Smith ha detto senza mezzi termini di essere annoiato dal ruolo potrebbe essere vero, e allora esagera. Io amo Matt Smith, lo trovo bravissimo, nelle scene in cui ci deve emozionare, come quella del monologo di The rings of Akhaten, ma in effetti nelle sene normali ha iniziato come a volerle riempire gigioneggiando. Però non è che non ci siano registi e show runner, quindi la tesi della noia regge fino a un certo punto, non può essere tutta farina del sacco di Matt, perchè c’è qualcuno che gli grida “buona” invece di far rifare le scene.

    Rispondi

  34. La forza del Dottore, quello che fa si che vada avanti da mezzo secolo, è che può essere moltissime cose, che conosce quasi tutto ma a volte si dimentica di conoscerlo, che a volte gli sfugge l’ovvio perchè sta pensando a cose fantasmagoriche, che fatte salve alcune caratteristiche di base può cambiare atteggiamenti, valori e quant altro.
    Se il Dottore fosse una cosa sola (l’intelligente O lo svampito, quella che perdona il Gunslinger O l’inflessibile giudice della Family of Blood, il reduce complessato O lo spensierato esploratore), la serie si sarebbe esaurita qualche decennio fa.

    Rispondi

  35. Sono impressionato dalla qualità delle informazioni su questo sito. Ci sono un sacco di buone risorse qui. Sono sicuro che visiterò di nuovo il vostro blog molto presto.

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>