The-Walking-Dead-Prey

The Walking Dead – 3×14 – Prey

Dura legge del contrappasso lo volle: dopo aver tanto pensato, parlato, inveito male nei confronti di Andrea, mi becco da recensire l’episodio di cui è interamente protagonista. Nonostante il colpo allo stomaco iniziale però, ho metabolizzato bene: l’episodio mi è piaciucchiato; nonostante la disgrazia che risponde al nome di Andrea – direte voi. E invece no, mi è (quasi) piaciucchiata pure lei (ed ora non oso immaginare quale punizione divina sto attirandomi con questa affermazione). Vado con ordine: sostanzialmente, in Prey, “succede” poco o nulla, dove con nulla mi riferisco al fermo dell’azione principale cui stiamo assistendo ormai da tre settimane.

NON CHIAMATELO FILLER

Dopo l’ennesima conferma della follia del Governor, Andrea – finalmente- scappa. A brillare in questa tardiva risoluzione non è certamente lei, ma colui che ce la indirizza: Milton; l’obbedienza e l’affetto che lo legano a Philip gli consentono di risparmiargli la vita, di vedere ancora l’uomo dietro il personaggio che si è costruito. Eppure, non esita (impara, Andrea) a prendere una posizione forte contro di lui. Ci tornerò dopo. La fuga di Andrea è un colossale buco nell’acqua: dopo aver attraversato i boschi ed essere sfuggita al Governor dimostrando finalmente un barlume di saggezza (tornerò anche su questo), sta per arrivare alla prigione quando…Il Gov sbuca dal nulla e la ritrascina a Woodbury, conferendo all’episodio quel sapore dolceamaro di fillerone, in cui le azioni collassano su loro stesse per tornare esattamente al punto di partenza. Sapore che comunque non rende affatto una puntata condannabile a pie’ pari: ripensando anche agli scorsi episodi, tutti alle prese con la prova di “riempire” la stagione e posticipare il botto per il gran finale, non posso dirmi per nulla insoddisfatta. Al contrario, ho trovato Prey abbastanza godibile, neppure vicino ai livelli di quel gioiello che è stato Clear, ma senz’altro più incalzante rispetto ad Arrow On The Doorpost, dove la noia s’era fatta sentire, a tratti pesantamente.

 PROVACI ANCORA ANDREA

Abbastanza godibile dicevo. Nonostante farci quasi un intero episodio sopra sia una scelta perlomeno azzardata, l’inseguimento di Andrea regala alcuni bei momenti (oltre a quello di vedere Andrea ad un passo dal morire male, sì). Per la prima volta il Governor esce fuori in tutta la sua follia omicida. Finora l’abbiamo visto come un manipolatore; uno che in sostanza, pur con evidenti disturbi e la bizzarra mania di collezionare teste mozzate, sapeva come demandare il lavoro sporco agli altri. Stavolta invece non ci pensa affatto: They going after her?- No, I am. Si mette personalmente all’inseguimento di Andrea, dando vita a scene memorabili come questa, o questa, in cui la tensione regge magnificamente (nonostante la posta in gioco, mi debbo ripetere, sia la vita di Andrea). Insomma, con l’arrivo della primavera, pure il Governor è finalmente sbocciato. Ancora emblematica la scena iniziale, in cui Philip allestisce la sua personale sala di tortura, verosimilmente pensata ad hoc per Andrea (o Michonne?), in ogni caso per una donna (ai più attenti non sarà sfuggito il dettaglio dello speculum fra i vari strumenti di sevizie). Plus, scopriamo anche -a completarne il quadro di maniacalità e creepiness- che al Governor piace fischiettare un motivetto inquietante mentre si appresta a uccidere/torturare qualcuno. Devo dire che l’evoluzione del personaggio fin qui mi ha convinta: non poteva venir fuori troppo presto, ed è anzi estremamente appropriato che lo faccia di pari passo allo sgretolarsi della stessa Woodbury. Il Governor sembra aver tenuto sotto controllo la sua psiche malata fintanto che gli è stato possibile esercitare quel controllo anche all’esterno, attraverso la costruzione di una società fittizia, solo in apparenza sicura, pulita, lontana dalla morte e dalla follia dell’apocalisse. Non ci riesce più, ora che la tenda è squarciata e Woodbury si sta rivelando nella sua realtà autentica; il Governor è Woodbury: e finalmente non esiste più alcun muro dietro cui nascondere il marcio.

Veniamo alla nota dolente: Andrea. Che tanto dolente non deve esser stata, se mi sono trovata per qualche breve (brevissimo) istante a sperare che riuscisse a sfuggire al Governor. Chi le concedeva il beneficio del dubbio, la scorsa settimana (ma sì dai che avrà finalmente le idee chiare, si è visto dall’occhiata lanciata ad Hershel) avrà avuto di che mangiarsi i gomiti. Perché no, Andrea ancora non aveva capito una ceppa chiodata. E va bene difendere il personaggio, va bene dire che Andrea ci sperava nell’ammmore , va bene dire quel che ci pare, perciò io pure conservo ferma la mia critica ad uno show che ha fatto dei suoi personaggi femminili delle mentecatte senza ancora di salvezza (e no, non sono tali perché hanno “voglia” di trombare, ma perché è talmente forte il richiamo all’emancipazione, dell’ostentazione a tutti i costi, da far perdere loro qualunque barlume di buonsenso. Anyway, meglio tardi che mai! Andrea finalmente fa l’unica cosa sensata della sua esistenza telefilmica: sono lieta che non abbia potuto uccidere il Gov proprio ora, all’apice della sua fioritura, e piuttosto si sia decisa a tornare all’ovile. Non finisce qui, perché l’insospettabile Andrea riesce ad infilarne una di seguito all’altra, e dopo la mossa di scappare ne fa un’altra degna di applausi quando riversa una valanga di zombie addosso al Gov. Ora, qui ci vuole una grande sospensione dell’incredulità per credere che sia possibile districarsi in una situazione del genere, eppure il colpo di scena finale -col Gov redivivo al momento giusto- non mi ha dato noie, per quanto prevedibile. Parte dell’inquietudine che suscita il personaggio del Governor è mutuata proprio dalla sensazione che la sua follia gli consenta, in un mondo anch’esso folle, di restare in vita contro ogni logica. Inoltre, per la gioia di molti, pare proprio che avremo l’occasione di vedere Andrea passare qualche brutto quarto d’ora. Come dite? Violenza sulle donne? Eppure un’eventuale violenza materiale non riesce imho ad essere forte quanto quella, molto più subdola, di vedere dei personaggi femminili che fanno pietà mentre fingono di gridare all’emancipazione e al superdonnismo.

 PROVACI ANCORA TYREESE

Ah già: c’è anche Tyreese. Per quanto mi riguarda lui ed il suo gruppo sono ancora lettera vuota. Non riesco a decifrarne bene motivazioni e scopi, non mi convince il ruolo autodeterminato di Tyreese a leader dei suoi, né tantomeno la recitazione quasi spiritata di Chad Coleman. Detto questo, everybody needs subplots, ragion per cui è inevitabile sorbirsi il confronto fra il maschio alfa e quello aspirante tale, senza ben capirne il significato e la necessità. Più interessante invece l’incendio massivo degli zombini del Gov: di primo acchito – ed ecco forse giustificato il confronto di cui sopra, ché TWD spesso non riesce a suggerire le cose senza dirle – il responsabile sembra immediatamente Tyreese, ma le ultime scene ne indicano piuttosto un altro in Milton. Come ho già accennato mi piace molto come a poco a poco stia venendo fuori la sua figura: da uomo di scienza, debole per eccellenza, obbediente e sottomesso, a domestic enemy silenzioso del Gov.

Senza infamia e senza lode,

Ok.

 

* Quasi dimenticavo: qualcuno spieghi agli autori che un flashback deve conquistarsi una qualche dimensione nell’economia narrativa o risulta solo imbarazzante.

Pamela Rossi

Una a cui è capitato qualcosa di cruciale durante l'adolescenza: Italia Uno decide di trasmettere Dawson's Creek. Da allora le cose non sono più le stesse: il mode del Dawson Piangente si impadronisce della mia vita, ma soprattutto esplode l'accanimento seriale. Affetta da un incondizionato feticismo per l'inglese britannico, sogno di guardare l'inguardabile e diventare un giorno nerd supersayan di quarto livello. Mangio quasi tutto, ma i cetrioli proprio no. Porto degli occhiali rossi, e con questi vedo la gente scema.

60 Comments

  1. d’accordissimo su ogni parola: in se stesso, l’episodio suscita in me molta (moltissima) fatica nel tentativo di non affibbiargli l’etichetta di filler, ma (sebbene non manchino MAI momenti in cui una battuta fuori posto o una posizione degli attori completamente WTF faccia pensare almeno per qualche istante, o qualcuno di troppo, “ma che cavolo sto guardando?”), le sequenze con il Gov, tutto sommato la figura di Milton e il momento badass ganzissimo di Andrea (rewatch meritatissimo della scena, quasi non ci si credeva potesse fare qualcosa di così cool) hanno comunque dato senso a tutto.
    Certo il finale con Rick che vede e non vede, c’è e non c’è, è pensoso e non pensoso, sa e non sa, è sicuro e non è sicuro, è cliffhanger o non è cliffhanger, l’ho trovato abbastanza da facepalm.

    Comunque la persona che dà fuoco agli zombies ci viene fatto credere (e Philip sembra concordare) trattarsi di Milton, ma da come l’abbiamo intravista era una figura completamente vestita di nero e non definibile, come quella che portò gli zombies oltre la recinzione durante l’attacco al carcere. Sarà lo stesso personaggio? [scopriremo poi che è Lori in piena depressione post partum?]

    Rispondi

  2. Buona recensione, condivido tutta la parte su Andrea. Per quanto riguarda Tyreese, il subplot che lo vede coinvolto sembra non avere senso per i neofiti della graphic novel, ma in realtà se conoscete i personaggi e la storia vi rievocheranno alcune situazioni che successivamente tenderanno all’estremo. Per quanto la serie si possa leggere a sè, Kirkman strizza parecchio l’occhio al fumetto e consiglierei ai recensori di TWD di leggersi qualcosa, giusto per avere un’idea più chiara sulla visione generale, su internet si trova tutto “if you know what I mean”.

    Rispondi

  3. Bellissima recensione e complimenti per la breve empatia che sei riuscita a provare per Andrea. Io non ci riesco per neanche un milionesimo di secondo e per le stesse tue motivazioni.
    Per quanto riguarda la puntata posso solo dire ….. mai annoiata così tanto in vita mia (io lo guardo a mezzogiorno e mi sono accasciata sul pc almeno un paio di volte). Ebbene sì io che adoro TWD su ogni altro (tranne forse In the flesh per l’eccellente qualità, ma ne riparleremo), che lo difendo ” a morte” da tutto e tutti, che ci vedo solo “bene”, insomma l’innamorata per eccellenza lo critico e lo affosso. Ma c’è un limite ai prosciutti sugli occhi dettati “dell’amore”. Questa puntata mi è stata sullo stomaco dal primo all’ultimo secondo: e il guaio e che prima mi sono illusa che fosse per la presenza costante di Andrea ed il Gov (che non apprezzo particolarmente, anche se ammetto che il suo personaggio è ben sceneggiato), l’assenza di Daryl, ma insomma i prosciutti sono infine caduti ed è rimasta la triste consapevolezza che stavolta scuse non non c’erano e la triste realtà è che questo episodio (e sottolineo questo, a me i due precedenti sono molto piaciuti) è stato scritto da uno o più con i prosciutti sugli occhi, è stato approvato da un emerito deficiente e girato da un deficiente ancora più grave (voglio dire uno zombie si “apposta” dietro andrea in SILENZIO per poi cominciare a “parlare” quando l’ha presa…. evvai follia, in più non mi meraviglia certo che il Gov sia sopravvissuto all’attacco: sti zombie non fanno paura neanche alla persona più paurosa del mondo, Andrea li fa fuori con un coltellino, ma dico cosa stiamo lì a sprecare munizioni e guardie e a decidere dove vivere in base a degli zombie che sembrano Topo Gigio. Vedi scena di Tyreese: mancava solo il bersaglio sulla testa dello zombie e voglio vedere chi ha il coraggio di dire che ha temuto a causa di quello zombie per la vita dei due) Che poi io dò la colpa a Mazzara (se sei lo showrunner ti prendi i meriti ma anche le critiche se qualcosa non va mi sembra) è una mia autodifesa per il “cuore spezzato”. E sta deficiente che finalmente arriva alla prigione vede Rick e che fa? alza la mano a mò di richiesta di autostop. Urlare no eh? Ah già sennò quei tre deficienti di zombie potevano anche acorgersi di lei e graffiarla.

    Rispondi

  4. Recensione molto buona! E, sì, anche io l’ho trovato piuttosto carino. Dico piuttosto perché la storia che il Governah spunta all’ultimo momento e acchiappa Andrea fa veramente cartone animato. Dai, non si fa così! Però la caccia all’uomo è riuscita a mantenere alta la suspence e Milton come nemico interno del Governor mi piace assai.
    Sulla questione Andrea: anzitutto la scrittura di The Walking Dead è maschilista. Non nel senso che i personaggi sono maschilisti – va fatta una distinzione tra il personaggio, che può essere caratterizzato con difetti e pregiudizi e continua a starci perché è sempre caratterizzazione pseudo realistica, e la scrittura integrale della serie e il modo in cui i personaggi interagiscono tra di loro. Fino ad ora abbiamo veramente visto donne da taglio alle vene a partire da Lori che viene investita dal ruolo di first lady e si comporta come una casalinga disperata (Memorabile lo scontro sulle pulizie di casa con Andrea. C’è pure la giffina su Tumblr, “so much laundry”) e adesso Andrea, che è praticamente una con la sindrome del messia, che vorrebbe essere forte, indipendente, leader del gruppo ecc ecc ma alla fine risulta soltanto una scema piena di sé. Meanwhile i personaggi maschili tirano avanti la baracca (Rick, Milton, Daryl, Hershel …) L’ultima speranza rimane Michonne, ma fino ad ora a parte il fatto che sia badass non viene detto molto di più.
    Yawn per Tyreese.

    Rispondi

  5. Sono d’accordo con la recensione, anch’io mi son ritrovata in certi momenti a sperare che Andrea se la cavasse, prima di tornare in me e riprendere a tifare per gli zombie. Per gli zombie, però, non per il Governor, non sono così sadica da augurarle una morte per mano sua.
    A proposito, questa scena: http://25.media.tumblr.com/fd35394532b94545f35c3886263c87be/tumblr_mjxnou3aYs1rkbi4ao4_250.gif mi ha fatto venire i brividi. (tra l’altro, avevo appena letto “quella parte” nel fumetto).

    Puntata che non ha potuto fare a meno di essere un po’ noiosa per me, comunque. Trovo che l’inseguimento di Andrea sia durato troppo, specialmente il nascondino in quella specie di capannone, e per quanto si sappia che Governor vs. Orda di zombie sia un match quantomeno alla pari, farlo ripresentare con due graffi giusto alle spalle di Andrea, giusto mentre sta per richiamare l’attenzione di Rick, giusto mentre lui non sta guardando in quella direzione, è un tantino troppo.
    Per quanto riguarda Tyreese&co., mi sembra quasi abbiano voluto farli vedere solo perché altrimenti i meno attenti rischiavano di scordarsi che erano mai esistiti. Contrapponedo poi gli scrupoli morali di Tyreese e le grane del vedovo guerrafondaio nel modo più plateale possibile: “chissene quello che fanno, qui siamo al sicuro e qui restiamo” vs “sicurezza si, ma non a tutti i costi”. Che poi non porta comunque da nessuna parte perché il gruppo decide di rimanere a Woodbury e si fa incantare daccapo da due paroline del Governor.
    Ma Tyreese e la sorella non hanno fatto parola di quel che aveva detto loro Andrea, perciò forse il seme del dubbio attecchirà?

    Mi è piaciuto invece Milton, diviso tra l’affetto e la riconoscenza per l’uomo che conosceva e la necessità di aprire gli occhi e non poter più essere uno spettatore passivo della barbarie che va avanti a Woodbury.
    Arriva anche ad essere tanto coraggioso da sfidare più o meno a viso aperto Philip, che lascia correre per il momento… chissà se ci sia (più) dell’affetto anche da parte sua, o cosa abbia in serbo per lui in futuro.

    Spero comunque che le puntate (in odore di) filler siano finite e che il finale di stagione sia bello denso di avvenimenti.

    Rispondi

  6. in effetti quel flashback iniziale non aveva senso :D

    Rispondi

  7. ps ma perchè non è scappata con la macchina? :D

    Rispondi

  8. @ Marialice:
    Forse perchè lui aveva le chiavi! XD

    Rispondi

  9. è un netto passo avanti, rispetto alla settmana scorsa, senza dubbio, anche se continuo ad essere stufo di questi riempitivi che tengono in stagnazione la trama orizzontale, ma vabbè va così e così ce la dobbiamo sorbire. se però faranno un finalone tutto accelerato con tremila cose dentro allora mi inalbero sul serio.
    ripeto, comunque da apprezzare la miglioria.

    Rispondi

  10. FILLERONE!

    Magari non nella più stretta accezione del termine:

    http://www.serialmente.com/2012/01/13/television-101-fillerstandalone/

    ma sicuramente per quanto riguarda la non evoluzione della trama: anche quando Andrea fosse riuscita nel suo intento di raggiungere la prigione, le sue “importantissime” informazioni erano comunque già state ampiamente acquisite – Rick sa benissimo che il governatore vuole infliggere indicibili torture a Michonne (gli ha chiesto di consegliarla) ed ha già capito, anche senza l’aiuto di Andrea, che comunque questo non servirà a risparmiare i suoi uomini. Per cui alla fine, l’unica informazione aggiuntiva che se ne ricava dall’episodio è che sì, Andrea, è inequivocabilmente un epic fail vivente (presente! ero tra quelli che, quando è salita in macchina con Philipp, pensava ancora che potesse avere un piano), e quindi no, non riesco a provare per lei nessuna particolare empatia. Sapendo poi che gran parte della blogosfera è di questo mio stesso avviso, che gli autori, scelgano di dedicarle un intero episodio a 2 puntate dalla fine, dimostra solo quanto questi siano in difficoltà nel mettere sul piatto qualcosa che faccia progredire la trama verso questo benedetto scontro finale che, a questo punto, non dovrebbe neanche essere così “definitivo”.

    Forse un giorno ci saranno spiegati tutti i retroscena riguardo l’evoluzione degli episodi in fase di scrittura, e capiremo magari quanto la supervisione di Mazzara sarà stata decisiva o ininfluente, perchè la sensazione che si ha in questo momento è che in verità abbia già abbandonato la baracca da qualche tempo o che stia addirittura boicottando se stesso, lasciando di fatto il timone ad un gruppo di sceneggiatori filo-aziendali che cercano solo di tirare avanti, senza farsi troppo male, per arrivare alla fine. Senza infamia e senza lode appunto, solo che quando hai quei ratings che in teoria ti dovrebbero permettere di fare quello che ti pare, è un peccato.

    Rispondi

  11. Marialice ha scritto:

    ps ma perchè non è scappata con la macchina?

    Giuro che è la stessa cosa che ho pensato io: prendi l’autoooooooo!

    Rispondi

  12. A me l’episodio è piaciuto. Ho apprezzato molto la figura di Milton, che dice di aver conosciuto il Governor “prima” e sottolinea il fatto che non fosse come ora. Se si pensa anche a quello che lo stesso Governor aveva detto a Rick nell’incontro fiume della scorsa puntata, secondo me ci si aiuta nel tratteggiare ulteriormente la tipologia dell’uomo: un poveretto frustrato, con un lavoro poco soddisfacente in cui doveva obbedire a superiori piú giovani, che poi sfoga le sue frustrazioni diventando completamente folle e sadico. La preparazione della sala delle torture, con l’indugiare sullo speculum, mi ha inorridita.
    Poi bella la faccia di Andrea dietro al vetro, con l’espressione MÒ SON CAXXI TUOI e anche un velo di rimpianto per non poter piú usufruire delle prestazioni del trombamico/potenziale ammmmmmmore della vita post apocalittica

    Rispondi

  13. Io invece ho detestato la puntata. Il cambio di rotta di Andrea, nonostante fosse atteso da tutti, è stato gestito troppo grossolanamente, mentre si sarebbe potuti arrivare a questo punto gradualmente e con più coerenza. Ricordo che la settimana scorsa la scema (che pure ho sempre cercato di capire e difendere fino, appunto, allo scorso episodio) lanciava sguardi d’amore e sorrisi colmi di speranza al caro Governor, pur avendo tutti i motivi e gli indizi per non fidarsi. E vabbè, con Andrea è così. Ma Tyreese? Se Andrea si è svegliata di colpo, Tyreese si è rincoglionito di brutto, anche lui nel giro di un episodio. Passi che Andrea vi avverte della pericolisità del Governor e voi non vi fate domande, ma che vi facciate abbindolare con la scusa più ridicola di sempre, NO. Io spero vivamente che Tyreese stia fingendo di non aver capito cosa sta succedendo, perché altrimenti il posto di scemo del villaggio lasciato vacante da Andrea non glielo toglie nessuno.
    Nel complesso sono d’accordo sul fatto che la puntata abbia avuto dei momenti interessanti. Certo qualche scena un po’telefonata c’era, ma tutto sommato il Governor e la sua follia hanno salvato la situazione. E adesso speriamo in Milton.

    Rispondi

  14. Recensione perfetta, condivido ogni parola, anche se io l’etichetta di filler la affido all’episodio molto liberamente XD Nel senso, non l’ho odiato (stranamente!) come ho pensato che avrei potuto odiarlo trattandosi sostanzialmente di un episodio che girava tutto attorno al Governor e ad Andrea, gli unici due personaggi dell’intera serie che voglio vedere morire malissimo fra atroci sofferenze da quando Lori è morta, che Dio la benedica. Non mi sono annoiata, mi sono divertita, i quaranta minuti sono letteralmente volati in un soffio, ma sui credit finali mi sono ritrovata a pensare “sì, ma che palle, siamo fermi da tre settimane, perché stiamo buttando via tempo così?”. Non una reazione di noia alla puntata, dunque, ma una reazione di insofferenza al fatto che vorrei vedere la trama andare avanti, finalmente XD Ma suppongo che ciò comincerà ad avvenire già nel prossimo episodio. A meno che non sia un altro episodio filler incentrato tutto sul Governor che tortura Andrea fino alla morte e poi viene divorato da lei stessa non appena si trasforma in zombie. Ah, potrei metterci la firma.

    Rispondi

  15. @ Namaste:
    E due. Sarà il nuovo Papa? (LOL) sono d’accordissimo con te su tutto
    @ franzecta:
    Quoto tutto

    Rispondi

  16. @ Marghe:
    purtroppo non ci ha ascoltato ahahah

    Rispondi

  17. Perchè non è scappata in macchina abbiamo urlato tutti?! PERCHE’ E’ BIONDA e nell’apocalisse nessuno ha pensato di imparare ad accendere le auto coi fili. Cos’è tutte le macchine che hanno, hanno le chiavi sopra?! CI ho rimuginato sopra per 10 buoni dopo aver visto la puntata.
    Comunque, qual è la relazione tra Milton e il Gov? Andavano a pesca insieme il sabato? E’ suo fratello? Suo cognato? Ditemelo, che qui le puntate scarseggiano e invece che farmi avere delle spiegazioni mi fanno una puntata intera su Andrea che va per campi a piedi, furba come una faina.
    Tyresee e i suoi amici e sua sorella. Cioè tu sei più grosso di P.E. BARACUS e stai lì a dire “no ma a noi ci piace stare qui.. scusa se diamo fastidio”.. DJANGO NON VI HA INSEGNATO NIENTE!
    Per me questa puntata, scontri con zombie a parte che son sempre belli da vedere, è stato un clamoroso big ronf ronf

    Rispondi

  18. Premetto che personalmente non ho mai avuto nulla contro Marita Covarrubias, anzi, la sua crisi di coscienza nella seconda stagione, il chiedersi, l’unica in modo profondo, se aveva un senso tirare avanti in un mondo apparentemente senza speranza, mi avevano emozionato. Pur non frequentando da molto questo forum ho capito che è un personaggio insopportabile per molti, come lo fu Sara Tancredi prima (anche in quel caso francamente mi dissocio) e soprattutto al pubblico femminile, detto ciò ancora una volta non sono d’accordo con la vostra recensione.
    Alcune settimane fa con una certa dose di ottimismo scrivevo e speravo che non l’avrebbero tirata troppo per le lunghe e che semmai l’annunciato scontro finale fosse arrivato, non sarebbe stato proprio all’ultimo episodio e invece purtroppo sta accadendo e dico purtroppo perché questo rallentamento narrativo già in atto da settimane si è anche svuotato di emozioni. Tanto mi sono piaciuti i “focus” delle due puntate precedenti giocate su pochissimi personaggi, direi i principali, quanto mi è sembrata davvero insulsa la caccia all’uomo di questo episodio, così mal girata e priva di tensione, così banalmente scontata e con dei buchi nella sceneggiatura grossi così (ne dico uno: perché Andrea non usa il pick-up del Governatore lasciato in balia degli zombi per arrivare alla Prigione?). Pochi spunti e confezionati malissimo, compresa la sala della tortura in stile Iene (il fischiettio c’è, mancava solo il rasoio…), tutto tristemente sciapo e per me è la prima volta che succede in tre anni dando l’idea che la spia del carburante alla fin fine si è accesa davvero.
    Continuo a pensare che lo scontro finale non sia necessario e a sperare che non ci sarà anche se il titolo dell’ultimo episodio e una notizia rimbalzata in rete toglierebbero ogni dubbio, di sicuro serve carburante o anche questa splendida macchina si bloccherà definitivamente.
    Ultima cosa il prologo, sono sicuro che tornerà utile al personaggio Michonne, non è la prima volta che ci viene mostrato un flashback apparentemente scollegato all’episodio, anzi l’episodio 1×01 iniziava proprio con lo stesso stile, ricordate?

    Rispondi

  19. Uuu questo episodio a me è piaciuto una cifra. Mi ha riportato alla mente antichi fasti da slasher, oserei dire da grind-house. La scena della preparazione della camera di tortura, la scoperta della camera di tortura, l’insensatezza della fuga a piedi di Andrea (whaaaat?!), la follia soverchiante del gov, l’inseguimento in macchina (scena da culto e basta, quel rombo del motore selvaggio, babbabia), la scena oscura (in tutti i sensi) nell’edificio ed annessa peripezia di Andrea nel rovescire la mandria addosso al gov, la fuga del gov, la cattura all’ultimo secondo di Andrea. Filler o no. Qualità oggettive a parte. Per me è fuck yeah!

    Rispondi

  20. @ Zibra:
    …tutto già visto un miliardo di volte e ripresentato in salsa maionese stracciata!

    Rispondi

  21. Puntata davvero brutta!!!!!! Un super Big nono!!!!!!Allungano il brodo perchè non hanno idee,irritato da tutto ciò…Ma mi spiegate l’utilità di questa puntata???? Mah

    Rispondi

  22. Conosciwollas 23 marzo 2013 at 12:49

    @ jackson1966:
    Oh, non si è capito niente, calmati e prova a riformulare tutto il discorso, per cortesia.

    Rispondi

  23. Ottima recensione! Mi è piaciuta assai la puntata, e quasi speravo che Andrea sopravvivesse incolume..quasi. Non vedo l’ora di vederla torturata dal fantastico governor!! :)))

    Rispondi

  24. @ Boba Fett:
    Ma infatti è al netto della qualità. Comprendo perfettamente se non ti è garbato. E difatti i b-movie sono un genere di nicchia perchè è noto che la merda piace a pochi.

    Rispondi

  25. Per me fillerone è un episodio come quello in cui rick, carl e michonne vanno a funghi.
    Questo qui non è un filler, imho.
    E’ un episodio che fa procedere e di molto la trama orizzontale di uno dei personaggi principali (inteso anche solo per tempo di permanenza on screen). Il definitivo distacco dal governatore.
    Può piacere o meno, ma filler proprio no.

    Rispondi

  26. @ manq:

    Lo è de facto Manq, quando le azioni di un personaggio non lo collocano in una posizione diversa da quella in cui si trovava all’inizio (è da una stagione e mezza che Andrea è, di fatto, prigioniera del Governatore, l’unica differenza è che adesso ne è consapevole), ne possiamo convenire che, per tutto l’episodio, non è successa una mazza. Niente di male finchè il personaggio ha qualcosa da dire, ma quando l’episodio serve solo a confermare quella che è sempre stata la percezione degli spettatori (Andrea fa cose stupide, in questo caso si aggiunge il paradosso che anche facendo la cosa giusta avrebbe comunque fatto la cosa sbagliata, le intenzioni del Governatore Rick e gli altri le avevano già capite da un pezzo, non serviva Andrea), non si aggiunge granchè alle informazioni che già avevamo prima della visione di questo episodio. Poi ovviamente, possiamo stare qui a disquisire sui termini, ma anche no, che se iniziamo subito con gli OT qui non se ne esce più. :-)

    Rispondi

  27. @ Conosciwollas:
    In poche parole l’amore telefilmico della mia vita (esagerata lo so ma anche incazzata nera) mi ha dato buca. Io che lo difendo “a morte” qui ho rischiato di morire di sonno a mezzogiorno. A 2 puntate dalla fine really? Con 10/12 milioni di spettatori a puntata? Con gli zombie ormai ridotti a Topo Gigio: a chi danno preoccupazione ormai? ai topi. Li uccidono tutti (anche la scema delle sceme e cioè Andrea con un coltellino svizzero) come se niente fosse. E vorrebbero anche farmi credere che lo zombie è arrivato di soppiatto ed in silenzio dietro l’abero dove c’era Andrea, per poi “grugnire” solo quando l’ha sorpresa? Tyreese sembra un rimba (e pensare che avevo tante speranze su di lui).
    Non capisco dov’è ormai l’apocalisse che li costringe a fuggire e sopravvivere: di sicuro non gli zombie quindi che ormai sono talmente rimbambiti dagli sceneggiatori che a mal pena ci si accorge che ci sono (a me le puntate precedenti erano piaciute e molto. Non intendo dire che ci devono essere solo inseguimenti, sparatorie ecc. ma rispettiamo il genere per piacere. Questi zombie sono talmente innocui rispetto alle prime due stagioni che “la paura” al loro approssimarsi è nulla).
    Tenuto conto che io ho “un grosso rispetto ed amore” per gli zombie da anni …… beh sono incazzata nera ripeto (soprattutto se nella stessa settimana parte un tf come In the flesh che è semplicemente fantastico).

    Rispondi

  28. Di solito mi limito a commentare sul forum, ma stavolta devo esprimere dovunque possibile la mia profonda delusione.
    no vabbè questa puntata mi ha dato fisicamente fastidio, così è troppo, grossa, grossissima delusione, la scena di Andrea nei boschi e peggio ancora quelle alla fabbrica? Andrea immobilizzata che si libera in quel modo? OK lenti nel muoversi lo erano sempre stati e pure marci in disfacimento, ma quando ti stavano addossi spinti dalle fame erano delle furie, ora sono bradipi, addirittura ora Andrea li allontana spingendoli via col braccio davanti la bocca, tanto non ce la fanno a mordere. La scena alla fabbrica forse voleva essere spaventosa con Andrea che si deve nascondere dal governatore e la fabbrica infestata, ma le spunta uno zombie alle spalle e di nuovo lei prima di trafiggerlo lo spinge di lato mettendogli il braccio praticamente di fronte alla bocca, una vera porcheria. Alla fabbrica poi al governatore ne ha scaricata addosso un’orda, in un ambiente ristretto e quello ne è venuto fuori, non ho parole, non ho voglia neanche di commentare il resto dell’episodio e poi ci si lamenta delle puntate intimiste e senza zombie, se questa deve essere l’azione con gli zombie non sarebbe meglio farne a meno? Certo dovrebbero cambiare titolo allo show xd, rido ma non c’è proprio niente da ridere.

    Rispondi

  29. @ jackson1966:
    credo che non siamo mai stati tanto d’accordo su una recensione :D

    Rispondi

  30. @ bob69:
    Stavo pensando proprio la stessa cosa leggendo il tuo commento che quoto alla grande Non c’è niente di più deludente di qualcosa che ti delude quando ci credi veramente

    Rispondi

  31. Non è scappata in macchina appunto perché è scappata in gran segreto..anche se tanto segreto non è stato..non poteva di certo prendere una machina e dire “a rami, aprì un po’ le porte che faccio il giro del quartiere!”
    Marghe ha scritto:

    Marialice ha scritto:

    ps ma perchè non è scappata con la macchina?

    Giuro che è la stessa cosa che ho pensato io: prendi l’autoooooooo!

    Rispondi

  32. Devo dire la verità, a me l’episodio non è piaciuto per niente, mi stupisco di essere arrivata alla fine dell’episodio senza aver detto una parolaccia di rito alla fine della puntata. Andrea mi è caduta definitivamente come personaggio in questa puntata: la sua insicurezza mi infastidisce a tal punto che a metà dell’episodio ho cominciato a fare il tifo per il Gov.
    Philip, al contrario, comincia ad assumere quella nota inquietante da film di Tarantino che a me piace proprio tanto (per quanto mi spaventi a morte, esattamente come Shane).

    Comincio a pensare che Andrea non abbia preso la macchina perché ci sperava che il Gov la inseguisse per portelo affrontare da sola, come una vera Wonder Woman. Io penso che si senta davvero così, una Wonder Woman incompresa.

    Adesso voglio proprio vedere come se la cava da sola, attaccata a quella sedia inquietantissima. Questa volta è proprio sola. E’ alquanto ironico pensare che un personaggio come lei che per 3 stagioni ha cercato di non essere aiutata (e nonostante questo venga sempre salvata da altri), si trovi per davvero davanti al cattivone sola soletta. Vedremo lunedì che accadrà.

    Rispondi

  33. Mi sono annoiata talmente tanto che non ho avuto neanche la forza di sperare che Rick, per errore, sparasse ad Andrea.

    Rispondi

  34. Mara R. ha scritto:

    Mi sono annoiata talmente tanto che non ho avuto neanche la forza di sperare che Rick, per errore, sparasse ad Andrea.

    Idem.

    Rispondi

  35. @ Zibra:
    TWD è sempre stato un B-show, nel senso superlativo e nobile del termine e questa puntata non aggiunge davvero nulla alla splendida qualità di serie B che ce lo ha fatto amare, il problema è che forse inizia a toglierci qualcosa… Spero di no, non so se reggerei ad un’altra delusione dopo Dexter!

    Rispondi

  36. winston smith 23 marzo 2013 at 16:27

    Moffat_ ha scritto:

    Adesso voglio proprio vedere come se la cava da sola, attaccata a quella sedia inquietantissima. Questa volta è proprio sola. E’ alquanto ironico pensare che un personaggio come lei che per 3 stagioni ha cercato di non essere aiutata (e nonostante questo venga sempre salvata da altri), si trovi per davvero davanti al cattivone sola soletta. Vedremo lunedì che accadrà.

    Molto probabilmente, dopo un po’ di crudele tortura per noi poveri spettatori, Milton la salverà dalle grinfie del Governor sacrificandosi e pagando così il fio per l’atto di piromania “antiwoodburyano” vistosi nel finale di questo episodio. ;)
    Ecco, se davvero è questo ciò che accadrà, la quarta stagione se la vedranno loro (autori) e i quasi sedici milioni di fans che hanno su Facebook alla pagina ufficiale dello show. Come ho già detto ieri nei commenti all’episodio precedente, a tutto c’è un limite. Per fortuna, aggiungerei anche.

    Rispondi

  37. Quando ho capito che la puntata sarebbe stata incentrata su Andrea (in italiano il titolo non centrava una mazza) ho imprecato dalla disperazione.
    Questa seconda parte di stagione si è rivelata fin’ora abbastanza deludente tanto da indurmi a sospettare che Mazzara si sia guadagnato il licenziamento con queste ultime puntate.
    Per evitare di smadonnare per la terza volta consecutiva mi guarderò le ultime due puntate in unica volta,ormai questa stagione è andata così…
    Voto puntata: MEH!

    Rispondi

  38. Sono solo io ad essere rimasto alquanto indispettito dalla scena di Andrea con gli zombie nel bosco? Lei sente il furgone del Governatore e (giustamente) si nasconde tra le frasche. Quando hanno fatto il primo piano su di lei mentre tira il fiato mi sono detto “dai non può essere” e invece si! Ecco che spuntano le mani di uno zombie mugghiante che naturalmente si é avvicinato, da fuori inquadratura, silenzioso come un gatto (nonostante per terra ci siano più foglie morte che in una compostiera) e si mette a fare versi solo adesso. Ma vergognatevi! Sti espedienti andavano bene nei ruggenti anni ottanta quando c’era il maniaco omicida, ma adesso fanno pena.

    Rispondi

  39. Namaste ha scritto:

    @
    … Andrea fa cose stupide, in questo caso si aggiunge il paradosso che anche facendo la cosa giusta avrebbe comunque fatto la cosa sbagliata, le intenzioni del Governatore Rick e gli altri le avevano già capite da un pezzo, non serviva Andrea. [...]

    Di questo però non possiamo essere sicuri. Rick ha mostrato di stare quantomeno considerando la possibilità di sacrificare Michonne e sperare che il Gov mantenga la sua parte del patto. Probabilmente ha intuito che non sarà così, ma forse non ha ancora deciso se vale la pena rischiare tutto per Michonne, e chissà, potrebbe finire per preferire questa tenue possibilità a una guerra aperta/quasi certa morte per tutti i suoi. In questo caso, la certezza di stare cadendo in una trappola lo salverebbe non solo dal fare la scelta sbagliata, ma anche dal dilemma morale.
    Io più ripenso a quel “[they need to be scared, 'cause] It’s the only way they’ll accept it”, più mi convinco che Rick stia veramente pensando di cedere la ragazza.
    Ovviamente spero di no, tanto per il bene di lei quanto per la leadership di lui, che non si fa prendere per fesso da un pazzo psicopatico, ma posso immaginare che con la vita dei suoi figli in gioco non se la senta di scartare subito la via d’uscita apparentemente più sicura, benché infame e ignobile et cetera.

    Rispondi

  40. io concordo con la recensione e sebbene non sia stato un episodio memorabile, rispetto allo scorso mi è piaciuto.

    l’unica cosa che mi ha realmente infastidito è stata la sopravvivenza del Governatore alla quintalata di zombie che gli si era avventata addosso. intendiamoci, era ovvio che non sarebbe morto, ma allora sarebbe stata più credibile una scena meno carica dei nostri mangiacarne. ecco, ho trovato più questo surreale che non la fuga a piedi.

    poi TWD da qualche episodio sta pagando un eccesso di attesa sullo scontro Rick-Governatore. voglio dire, il pre-finale non dovrebbe essere tirato per tre o quattro episodi, è come se in questa serie non ci fossero tematiche a sufficienza e allora viva la faccia di serie con meno episodi, per non perdere il ritmo.

    comunque meglio tardi che mai, Andrea si leva dalle sue incertezze e se umanamente capisco Milton che la ferma quando sta per sparare a Philip, dall’altro lato vederla prendere una decisione simile la riabilita rispetto alle molte scemenze fin qui fatte.

    ultima cosa: mi accorgo di apprezzare di più episodi più vari, col focus su emtrambi i gruppi e su più personaggi, questi così monocentrici insomma.

    Rispondi

  41. Namaste ha scritto:

    Forse un giorno ci saranno spiegati tutti i retroscena riguardo l’evoluzione degli episodi in fase di scrittura, e capiremo magari quanto la supervisione di Mazzara sarà stata decisiva o ininfluente, perchè la sensazione che si ha in questo momento è che in verità abbia già abbandonato la baracca da qualche tempo [...]

    E’ la stessa cosa che ho pensato anche io. Questa seconda metà di stagione è troppo, davvero troppo diversa dalla prima per non pensarlo. Le prime otto puntate non erano dei capolavori, ma mi divertivano in maniera onesta. Dopo la pausa, sto svogliatamente assistendo alla mungitura di una vacca.
    Non aiuta una scrittura, come in Prey, che definire pigra è un eufemismo. Un’involuzione che sembra dare ragione a Kurt Sutter.
    Per me è un MEH! molto generoso.

    Rispondi

  42. Questa volta non ho molto da dire sulla puntata,purtroppo:speravo che Andrea si riscattasse raggiungendo la prigione e dimostrando che,alla fine,c’è speranza per tutti. E invece no,il Governatore non si sa come si salva da mille zombie che lo assalgono e senza più proiettili,raggiunge Andrea in assoluto silenzio e la riporta indietro così,come se niente fosse. Ok,lei sarà stata scema fino ad ora,ma così è un pò troppo.
    Poi,io le torture non le voglio vedere,grazie,su nessuno:fatemi pure vedere gli zombi che sbranano,ma niente strumenti vari. Il governatore e la sua svolta creepy non mi piacciono,spero lo facciano fuori.
    Bella recensione comunque!

    Rispondi

  43. Namaste ha scritto:

    è da una stagione e mezza che Andrea è, di fatto, prigioniera del Governatore, l’unica differenza è che adesso ne è consapevole

    Hai detto cotiche.
    E’ come dire che nel sesto senso il finale è irrilevante ai fini della trama perché “E’ tutto il film che Willis è morto, solo che adesso ne è consapevole”.
    Per me è un’evoluzione importante per un personaggio che due o tre episodi fa avrebbe pensato di uccidere il governatore per il “bene supremo”, ma non ce l’ha fatta perché lo riteneva tutto sommato non meritevole di morire.
    Possiamo discutere del personaggio di Andrea, ma a me continua a sembrare una svolta grossa per lei. Ed essendo lei una dei protagonisti, non posso condividere che questo episodio sia inutile sul piano della trama orizzontale.

    Rispondi

  44. @ manq:

    Immagina se qui ci fosse qualcuno che non ha ancora visto il “Il Sesto Senso”… Anche perchè lì, non era solo Bruce Willis a cadere dalle nuvole, ma insieme a lui anche lo spettatore che, prima di ricevere quella informazione, non sospettava ancora niente. Senza dimenticare che lì succede tutto in 90 minuti. Qui invece, per lo spettatore, nessun effetto sorpresa, ma solo l’inutile procastinarsi del momento in cui un unico personaggio, dopo 15 e passa puntate, e nonostante tutti gli indizi, riesce finalmente a capire che del cattivone del telefilm non c’è da fidarsi. Roba che di solito succede solo nelle telenovelas.

    Sei poi vogliamo dire che la trama avanza, avanzava anche nell’altro filler che hai citato, dove i tre andavano a funghi, ritrovandosi però con un bel carico d’armi che ad inizio puntata non avevano. Ma credo che qui ci si chieda più che altro se la trama, a due episodi dalla fine, non poteva avanzare in altro modo o riguardare ben altri personaggi.

    Rispondi

  45. Io le capisco tutte queste questioni su Andrea, però per me è molto peggio aver introdotto tyresee e gli altri quanto.. 6 episodi fa?! E non avergli ancora fatto fare niente. NIENTE. Si capisce che due sono dei minchioni e due lo sono meno. Se li tengono tutti per il gran finale? A me questo da molto più fastidio. La fine di Andrea mi è assolutamente indifferente, secondo me hanno sprecato anche troppi minuti dietro alle sue paturnie da Lara porno Croft.
    Piuttosto, io non sono una esperta, anzi, ma gli zombi bruciati non posso funzionare lo stesso?!

    Rispondi

  46. Ho apprezzato l’inseguimento, che metteva abbastanza ansia, ho apprezzato il personaggio di Milton, la camera degli orrori del Gov, Andrea che finalmente fa qualcosa.

    D’altra parte nell’inseguimento ci sono un po’ di assurdità (lo zombie che sbuca dall’albero e Andrea che non prende la macchina…io poi mi sono anche chiesta perchè sia entrata dentro la fabbrica: non poteva continuare dritta per il bosco che c’era là dietro? E il Gov che spunta alla fine…non ho parole); il Gov che fischietta un motivetto inquietante se lo potevano anche risparmiare, cos’è, la sagra dello stereotipo? E il gruppo di Tyreese, tutto, che senso ha?? E il flashback iniziale? L’avevo anche già scordato!

    Ma tutto sommato l’episodio mi è piaciuto più del precedente, lì sì che stavo per addormentarmi!! Almeno qui l’inseguimento è avvincente.
    Comunque sì, sono 3 settimane che ci prendono per i fondelli: vogliamo più Daryl!!! XD

    Rispondi

  47. Sono un sostenitore accanito di the walking dead, e altrettanto odio provo per il personaggio di andrea…ma non sopporto quando a tutti i costi debbano tirare fuori delle scene prese a piè pari da quei filmetti televisivi anni 80′ dove il serial killer di turno, o la creatura (in quelli horror, o pseudo tali), sembrava spacciata, e invece all’improvviso salta fuori più vispa che mai…Ma vaffanculo!!! cazzata enorme! certo, il governatore non può morire, almeno non adesso, e neanche in questa stagione….ma andrea gli aizza contro una valanga di zombie, e lui ha praticamente finito i proiettili, gli rimane una vanga e basta….ma se prendiamo la situazione come reale, non potrebbe assolutamente farcela, sarebbe costretto a scappare, e per quanto pazzo, fuori di testa, e ossessionato dal catturare andrea, l’istinto di conservazione, ti spinge a fuggire per salvarti la vita, non per andare a seguire qualcuno…..e ricollegandomi al discorso dei filmetti anni 80′, appunto salta fuori all’improvviso..ma per piacere, è una scena forzatissima, scontata sotto certi aspetti, e finta lontano un miglio. In ultimo, mai per un momento ho pensato che ad incendiare la fossa degli zombie, fosse stato tyreese o uno del suo gruppo..come si sono procurati la macchina? e anche se fosse, hanno visto la strada solo una volta, ho subito pensato che non erano stati tyreese e i suoi….la puntata ci indirizza subito verso l’amicone scenziato del governatore, chissà???

    Rispondi

  48. @ Bayta:
    la penso come te…infatti se leggi la mia opinione, ho scritto cose simili

    Rispondi

  49. @ beth:
    se cadi dentro la fossa, ti possono mordere e graffiare lo stesso, ma essendo belli carbonizzati, si muovono ancora meno di prima, e molti proprio non camminano neanche..per cui sono praticamente inutili

    Rispondi

  50. Namaste ha scritto:

    Immagina se qui ci fosse qualcuno che non ha ancora visto il “Il Sesto Senso”…

    -_-

    Namaste ha scritto:

    Anche perchè lì, non era solo Bruce Willis a cadere dalle nuvole, ma insieme a lui anche lo spettatore che, prima di ricevere quella informazione, non sospettava ancora niente. Senza dimenticare che lì succede tutto in 90 minuti. Qui invece, per lo spettatore, nessun effetto sorpresa, ma solo l’inutile procastinarsi del momento in cui un unico personaggio, dopo 15 e passa puntate, e nonostante tutti gli indizi, riesce finalmente a capire che del cattivone del telefilm non c’è da fidarsi. Roba che di solito succede solo nelle telenovelas.

    L’effetto sopresa sullo spettatore non c’entra nulla con l’analisi di evoluzione di un personaggio. Il percorso di Andrea e Willis è analogo, puoi dirmi che nel caso del sesto senso sia stato messo in scena meglio, facendolo coincidere con un effetto sorpresa sullo spettatore, ma io non ho mai parlato della qualità della resa, ma solo del percorso del personaggio. Riguardo a “tutti gli indizi” mi pare quantomeno superficiale trascurare il fatto che la percezione dell’osservatore esterno e onniscente non debba necessariamente coincidere con quella di uno dei protagonisti interni alle vicende. E comunque qui non si discute, ancora una volta, di quanto possa essere tonta Andrea, ma del fatto che nell’episodio il suo personaggio abbia subito un’evoluzione significativa. Dire che questa sarebbe potuta succedere prima o diversamente è diverso dal negare sia successa. Se quindi mi dici che non t’è piaciuto come queste cose sono state realizzate ne possiamo parlare, ma se mi dici che in questo episodio la trama non avanza dici, secondo me, una roba non vera.

    Namaste ha scritto:

    Sei poi vogliamo dire che la trama avanza, avanzava anche nell’altro filler che hai citato, dove i tre andavano a funghi, ritrovandosi però con un bel carico d’armi che ad inizio puntata non avevano.

    Armi che all’interno della trama orizzontale, almeno per ora, non hanno avuto alcuna conseguenza. Quindi no, il paragone non tiene. Quell’episodio era un filler inutile che dall’arco narrativo può essere al momento cancellato senza ripercussioni. Questo no.

    Namaste ha scritto:

    Ma credo che qui ci si chieda più che altro se la trama, a due episodi dalla fine, non poteva avanzare in altro modo o riguardare ben altri personaggi.

    Ancora una volta, questa è una tua opinione che può anche essere condivisibile (nel mio caso lo è), ma che non implica affatto che in questo episodio non succeda nulla di significativo.

    Rispondi

  51. noia. ma l’autorinia di rick che crede di essere in preda alle allucinazioni quando intravede la deficiente bionda era quasi simpatica.

    Rispondi

  52. Io il sesto senso non l’ho mai visto. Ma prima di manq era arrivata Kevin Spacey di Caparezza, indi hai la coscienza pulita.

    Lo scrivo ora, prima di guardare la puntata di ieri notte: se non succede nulla per la quarta volta di fila, lo mollo.
    Il telefilm mi piace, non lo nego assolutamente, ma la sensazione di essere preso per i fondelli meno.

    La seconda stagione era pensata “riflessiva”, che poi non mi fosse piaciuta molto ci sta, ma almeno era una scelta narrativa. Qui mi stanno solo prendendo in giro riempiendo minuti di aria fritta…

    Se avessi voluto qualcosa del genere mi sarei scaricato i cartoni animati dei Pokemon.

    Rispondi

  53. Setteditroppo 25 marzo 2013 at 11:58

    Eh sì, purtroppo, anche io che sono innamorato di TWD, che ho sempre difeso TWD, a denti stretti nell’episodio precedente, qui non ce la faccio e la sensazione di una approssimazione e di una pigrizia narrativa e registica che mi ha lasciato l’episodio mi accomuna alla delusione di gran parte di voi. Domani mi vedrò la puntata scaricata in italiano e speriamo bene…

    Rispondi

  54. Mi sbaglio o l’abbigliamento di quello che ha dato fuoco agli zombies (quasi sicuramente Milton) aveva la stessa corporatura e lo stesso abbigliamento di quello che guidava il cavallo di Troia di walkers all’interno della prigione al primo assalto? Dobbiamo quindi supporre che Milton abbia partecipato a quell’atto? E se così fosse, non sarebbe una redenzione, quella che si prospetta, decisamente tardiva?

    Rispondi

  55. Scusate, ho scritto in itaggggliaano :(

    Rispondi

  56. Torno sulla questione dei dettagli non spiegati, sperando di esprimermi in un italiano piú corretto. Questa storia è forse quella che piú mi infastidisce, quando guardo qualcosa in tv, cioè che buttino lì qualcosa che pare avere un senso nascosto e poi non ce l’ha.
    Twd in questo campo fa, purtroppo, scuola.
    Mi sono scervellata per capire chi fosse alla guida del camioncino, ma la cosa pare non avere valore.
    Ho pensato che l’incontro di Rick, Michonne e Carl con il reduce avesse un senso, ma non si è ancora palesato.
    Il flashback ad inizio puntata scorsa, con Andrea e Michonne tra i boschi che voleva raccontarci?
    E questo che appicca il fuoco alle fosse, nonostante sia chiaro che si tratti di Milton, perchè mai agisce mascherato?
    Insomma, sono io che non capisco i colti rimandi e mi sfugge qualcosa o son semplicemente pezze attaccate lì senza senso?

    Rispondi

  57. @ Marghe:
    per quanto riguarda il flashback di Andrea e Michonne mi sono anche io fatta la tua stessa domanda…possibile che il suo scopo era quello di farci capire che Michonne conosceva (nella vita precedente) i due zombie mutilati che si portava dietro? Cosa che gia’ si era intuita in passato…

    Rispondi

  58. Ho appena finito di visionare l’episodio e devo dire che mi sono annoiato, meno dello scorso ma ho anche interrotto piu’ volte la visione……..
    Michonne purtroppo ha fatto un passo indietro, stava imparando a comporre le prime frasi ma è tornata muta….non ho capito che centrasse con l’episodio quel flash back bò.
    Andrea come preannunciato ha capito che quello non era posto per lei, ma succedono cose alquanto oscure, ha un gran culo nel riuscire a scappare da Woodbury, nel senso che incontra Tyrise e company che coma già vi avevo detto si aggirano per il set inconsapevoli del loro ruolo e di fatti la lasciano passare ehhehehehehhe, Andrea riesce a celare la sua presenza da tutti ma non al GOVERNOR che ha un occhio ma con quello utilizza lo Sharingam (chi ha seguito Naruto sà di che parlo) e la localizza in ogni dove…..Purtroppo per Andrea il Governor è invulnerabile infatti pure contro un orda di 100 Zombie se la cava solo con qualche graffio e lui a differenza di altri con i graffi non viene infettato……in piu’ il GOVERNOR è ONNIPRESENTE, infatti quando Andrea è ormai arrivata alle porte della prigione lui si materializza dietro di lei e la teletrasporta nella macchina…., la TELETRASPORTA per forza perchè come avete potuto vedere Rick e company non si sono accorti di nulla, e lei non ha emesso neanche un grido….
    Dimenticavo lo Scienziato, è l’unico che si è evoluto,cioè è nella fase di ribellione quindi brucia Zombie, fà scappare Andrea, solo che è fesso e si fà sgammare in tempo zero dal GOVERNOR che è pure ONNISCENTE…..Sà tutto di tutti……

    Rispondi

  59. La persona mascherata che porta gli zombie nella prigione è Stig di top gear

    Rispondi

  60. infatti ormai siamo alle comiche, stanlio e ollio, arrivano i nostri ecc ecc. Di positivo cӎ che il bimbo cretino si vede sempre meno. Non lo possono licenziare per contratto e allora gli danno il cappello una pistola e i soldi per il gelato.

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>