Spartacus:War of the Damned  s3e4

Spartacus: War of the Damned – 3×04- Decimation

Si pagano le conseguenze delle scelte, in questo episodio di Spartacus. E si pagano alla maniera dello show: col sangue e nel sangue. L’autorità dei comandanti, Spartaco e Crasso, è discussa (in un caso) e riaffermata (nell’altro). Dopo la vittoria ottenuta nello scorso episodio contro le truppe comandate da Tiberius, uno si aspetterebbe entusiasmo dalla parte ribelle e scoramento dall’altra. E invece, c’è scoramento da entrambe le parti.

I ribelli

Che la questione dei prigionieri romani risparmiati da Spartacus stesse consumando la fiducia cieca che i ribelli nutrono nel loro comandante era innegabile. Certo, non mi aspettavo che gli eventi precipitassero con questa velocità e spinti da questi personaggi: Crixus, appena nominato secondo (ed erede) in comando nel caso in cui Spartacus cadesse sotto la spada della Repubblica, e Naevia si mettono alla testa di quelli che dubitano della lucidità del trace in questo particolare momento della guerra contro Roma. Il problema non è solo il genuino odio degli ex-schiavi nei confronti degli ex-padroni, a quanto pare invalicabile e irrisolvibile; c’è anche il fatto che le provviste scarseggiano (nonostante l’accordo con Heracleo) e, si sa, condividere è sempre (più) difficile nella ristrettezza. Né questa fazione “radicale” sembra troppo comprendere, o apprezzare, la fermezza di Spartaco nel distinguersi dall’oppressore, trattando i prigionieri con quella pietà che mai questi ultimi riserverebbero a loro. Insomma, per una buon parte dei ribelli la questione è: meno romani meglio è, più cibo meglio è.

E i guai non finiscono qui. Perché un lupo si aggira dentro le mura di Sinuessa in Valle travestito da pastore, da schiavo ribellatosi e unitosi alla causa spartachista: Cesare, spia inviata da Crasso a spaccare i ranghi dei ribelli insinuando dubbi e creando faide. E il fiuto dell’imperatore futuro non ci impiega troppo a scovare il più debole degli anelli della catena di Spartaco: Nemetes, inacidito dai mancati riconoscimenti in gloria e denaro per il suo contributo alla causa, è il primo a essere avvicinato da Cesare. I due si conoscono, si piacciono, si confidano. Ma su Cesare, qui Liciscus, pendono ancora i dubbi del Comando Ribelle, confermati dal suo combattimento di prova contro Gannicus, in cui ha dimostrato una più che discreta abilità con la spada, insolita per un pastore. L’ultima prova a cui Nemetes lo sottopone mette in grossissima difficoltà il Lupo Romano (e anche chi guarda, a essere onesti): Fabia, domina ormai dimenticata, è il giocattolo segreto sul quale i ribelli sfogano il loro odio per la Repubblica. Ripetutamente stuprata e torturata, la donna è ormai ridotta a un fantasma coperto di tagli infetti e sangue rappreso. A Cesare viene chiesto di lasciare il segno del suo passaggio sul corpo della giovane, dimostrando autentico il suo odio e la sua fedeltà. Cesare libera la donna da quell’orrore, uccidendola. E riesce comunque a dimostrarsi degno di fiducia mascherando l’accaduto grazie alla complicità di Nemetes.

E poi è il caos, a Sinuessa. La scoperta da parte di Gannicus e Saxa del fatto che la moglie dell’Edile stesse nascondendo dei prigionieri nelle stalle porta l’ex-campione di Capua ad aggredire Naevia per l’omicidio di Attius. La risposta di Naevia, anche di fronte alle scoperte appena fatte, è la stessa ‘Attius was a Roman’. Da lì alla rissa è un attimo. Crixus e Gannicus si massacrano per bene, prima che Naevia tramortisca il secondo e, insieme al Fucking Gaul (espressione che Agron non può più usare…peccato, perché quando Crixus si comporta da coglione ci sta proprio, usarla), dia inizio alla strage di romani.

Piccola nota: non avevo particolarmente gradito la presenza stessa di Cesare in questa terza stagione (Cesare non partecipò alla terza guerra servile), e ancor meno avevo gradito casting, scrittura e interpretazione del personaggio. Era una delle cose che mi avevano lasciato perplesso, della guerra dei dannati. Quello e i capelli di Crixus. Però in questo episodio funziona. E bene. Bravo Todd Lasance nell’interpretare il soldato in missione e il romano ferito dalla sorte di compatrioti. E in questo ghigno ferino c’è un gran pezzo di bravura.

 

La Repubblica

Nell’accampamento di Crasso si fanno i conti con la sconfitta subita da Tiberius per mano di Spartacus. In realtà, a bruciare è più la ritirata che la sconfitta, segno di un terrore mal riposto dei soldati, spaventati più dal loro nemico che dal loro Imperator. Esiste un metodo migliore di una punizione esemplare per riportare all’ordine e alla disciplina i propri soldati? Be’, se c’è, Crasso non lo conosce. O magari lo conosce ma la decimazione gli piace di più. Peschino siori peschino, e chi si becca la pietra bianca…beh, avete visto che gli succede. Persino Tiberius è costretto all’estrazione, in una delle più brutali dimostrazioni di tough love che io abbia mai visto. ‘I’m not your father in this, i’m your fucking Imperator’. Pietra nera, per lui. Fortuna cromatica che non sorride ugualmente a Sabinus, uno dei cinque a estrarre male. ‘You’re lesson well learned…Imperator’, sibila Tiberius, coperto dal sangue dell’amico.

Simon Merrels è assolutamente perfetto nella sua immobilità e glacialità. Mette i brividi, in quei primi e primissimi piani. Non granché Christian Antidormi, la cui prova è azzoppata da un eccesso di teatralità in alcuni gesti ed espressioni. In certi momenti mi scappava da ridere, guardandolo.

 

Tirando le somme…

Mi è piaciuto tantissimo il percorso parallelo e inverso su cui sono state costruite le storyline di questo episodio. Mentre Spartacus e il suo comando sono messi sempre più in discussione, la mano di Crasso alla guida dei suoi soldati è ferma e fredda come non mai. La pietà e la nobiltà del ribelle si stanno dimostrando inadatte a mantenere unito il suo esercito, sempre più nutrito nel numero ma sempre più distante nelle intenzioni. Persino gli uomini a lui più vicini, gli amici di vecchia data, (Crixus, Agron, Gannicus) lo seguono ormai solo per riconoscenza e rispetto, non per condivisione dei pensieri e/o dei modi.

Al contrario, la crudeltà mostrata da Crasso nel punire i suoi uomini ha un che di agghiacciante, soprattutto nella scelta di comprendere il figlio nel lotto di possibili decimati, per riconoscergli quello status di uomo e soldato negatogli fino a questo momento per colpa dell’affetto e dello sguardo paterno. Non ci sono dubbi, però, sul fatto che la decimazione abbia sortito il suo effetto e che, ora, i soldati combatteranno tutti come non ci fosse un domani. Chissà se Kore, l’amante dalle cui parole questa decisione ha preso origine, avrebbe mai immaginato le conseguenze del suo consiglio. Bello, comunque. Pur essendo transitorio, questo episodio si concentra in maniera più che accurata sulle condizioni dei due schieramenti, sempre più vicini alla battaglia ultima, riempiendosi di contrasti e tradimenti, intrighi e incomprensioni, di conflitti nuovi e antichi, tutti estremamente potenti e credibili. Dentro e fuori (ai personaggi, agli schieramenti) è guerra. ‘There are many who question your mind in this’.

Sembra assurdo dirlo, ma una nota particolare sulla violenza di questo episodio è da farsi. Spaventose le scene di sterminio a Sinuessa, con una, in particolare, in cui un ribelle annega (letteralmente) una donna con il sangue che sgorga da una gola appena tagliata. Altrettanto terrificante la sorte di Fabia e di Sabinus, le cui morti corrispondono a punti di non ritorno per Cesare e Tiberius, anche loro affetti dalla direzione inversa e parallela lungo la quale l’episodio viaggia. Il primo, sempre più forte e determinato pur essendo in territorio nemico. Il secondo, incredibilmente scosso dalla morte orrenda dell’amico (di cui, in parte, porta la responsabilità) e, de facto, solo, senza amici, senza padre, lontano da casa. Conflitti, e non solo combattimenti. La violenza di questi 56 minuti urta in maniera particolare perché retta da crudeltà, necessità, insensatezza, è diversa dalla roba da cartone animato, da videogioco, da fumetto alla quale la serie ci ha abituato. Non sono scene di guerra, ma di tortura. E’ una violenza lenta, a tratti statica, immobile, opposta a quella delle combo e della slow-motion, dinamica, adrenalinica.  Ed è auto-inflitta, come se non bastasse. Non tanto verso il sé, ma verso il simile (Cesare/Fabia, Tiberius/Sabinus/Crasso, Gannicus/Crixus/Spartacus). Non c’è granché da divertirsi, in certi momenti c’è fastidio (oltre alle scene già citate, aggiungo la penetrazione inflitta da Nemetes a Fabia: niente splatter qui, però tocca lo stomaco). E’ un episodio insolito che però funziona alla grande, senza combattimenti ma pieno di scontri, senza divertimento ma fortemente venato di nero. L’equivalente di un episodio di approfondimento, solo alla Spartacus.

Nonostante gli sforzi dello schiavo che sfidò l’impero, ai nostri occhi, ormai, il confine tra schiavi e padroni, tra ribelli e oppressori, tra giusta causa e tirannia è scomparso. Non può essere altrimenti, dopo questo episodio. Resta la guerra e le sue brutture.

fuck yeah

 Note a margine e curiosità

Francesco Gerardi

Un incompreso nato a Taranto negli anni del Grunge. Crede che la migliore uscita serale immaginabile sia quella che prevede uno schermo dai 12 pollici in su davanti alla faccia per un intervallo di tempo t1 tendente all'infinito. Se proprio non si può, andiamo a sentir suonare questo o quello. Leggo in bagno.

78 Comments

  1. Concordo su tutto; puntata molto bella e complimenti per la recensione. Questa settimana, con un TWD che fa parecchi passi indietro e un Justified che arranca, Spartacus (insieme a Suits) è l’unico che mi ha regalato soddisfazioni.
    E Cesare si sta dimostrando un ottimo personaggio.
    Chissà se andrà in porto lo spin-off su di lui. Saluti

    Rispondi

  2. Concordo su tutto. Questa volta non ho riso neanche per un attimo, e l’episodio non ce l’ho fatta a rivederlo, come faccio di solito. La violenza sugli inermi è terribile, ti prende proprio allo stomaco. La morte di Sabinus è stata atroce e insensata, quasi peggio di quella di Varro nella prima stagione. Mi piace il percorso del personaggio di Tiberius, adesso secondo il volere del padre andrà in mezzo agli schiavi e alle prostitute, e sono proprio curiosa di vedere che succederà.
    concordo anche su Cesare. Quando è apparso la prima volta l’avevo bocciato (con riserva però), ma in questo episodio il suo personaggio si è mosso bene. E Todd Lasance è stato convincente. Citerei anche il momento in cui il fratello di Fabia sta strangolando Nemetes, e lui vorrebbe vederlo crepare ma alla fine sceglie di salvarlo. E quanto ho sperato che Naevia finisse sulla traiettoria del pugnale di Cesare. La voglio vedere morire tra atroci sofferenze, non la reggo proprio più. Un applauso a Saxa che aveva promesso a Gannicus di portare i prigionieri da Spartacus e che li difende contro tutti, che donna. Temo che alla fine sarà Cesare quello che ucciderà Gannicus, visto quello che gli ha promesso quando si sono scontrati. Mi è piaciuto anche che Laeta dica a Spartacus: “ma come hai potuto pensare che fossi dalla tua parte, dopo che ti ho visto uccidere mio marito?” (o giù di lì). Infatti, solo un fesso come Spartacus lo poteva pensare. Da notare che Spartacus si vede molto poco, in questo episodio. E meno si vede, più l’episodio ne guadagna.
    Stavolta anche per me è un FUCK YEAH. Forse il miglior episodio della serie insieme a Kill ‘em all.

    Rispondi

  3. Grazie per la bella recensione, quotone su tutto. È valsa la pena aspettare 2 settimane, episodio cazzutissimo, talmente fuck yeah che il bollino fuck yeah non gli rende giustizia!
    Tutte le forzature e la schizofrenia dei pg che abbiamo dovuto sorbirci negli ultimi 2 episodi si fanno perdonare, finalmente esplodono le tensioni tra i ribelli (e come esplodono!), mettendo in mostra la fragilità della ribellione e le falle della strategia di Spartacus (che pure per me fallisce, per l’ennesima volta, nel rappresentare un leader illuminato e compassionevole in mezzo a una marea di pazzoidi sanguinari, io mi stupisco del suo stupore). Da notare che è Agron a fargli notare che, per come sono messi, a una spia romana basterebbe vestirsi di stracci e presentarsi al cancello per potersi facilmente imbucare tra loro. Cioè, Agron! XD

    Crasso nel frattempo decide di ispirarsi alla sua controparte storica per motivare i soldati, e il far coincidere la sua decimazione con quella che nel frattempo sta avvenendo tra le mura della città è stata una scelta davvero ottima, soprattutto considerando gli effetti opposti che le due stragi provocano nelle rispettive fazioni (frattura insanabile da un lato, ricompattamento dovuto alla paura dall’altro).

    Ma il vincitore morale della puntata è, con mio grande stupore, Cesare, personaggio che finora non mi era piaciuto per nulla e che invece alla terza apparizione riesce finalmente a trovare un modo per starmi simpatico: sfruttare il suo look da barbone trendy per sabotare Spartacus! Dovremmo discutere sul fatto che solo un episodio fa si comportava da squilibrato isterico e ammazzando comparse random, mentre ora di colpo diventa freddo, calcolatore e addirittura sensibile alle sofferenze altrui, ma chissenefrega, ogni volta che rideva sotto i baffi io ridevo con lui! Oh, e la promessa di una rivincita con Gannicus la considero un impegno.

    Personalmente era dal finale di Gods of the Arena che non mi esaltavo così, il prossimo si preannuncia come un altro puntatone!

    Rispondi

  4. Concordo. Finora le scene di violenza di Spartacus mi sono sempre sembrate o divertenti o ridicole. Qui invece mi hanno abbastanza turbata.
    Cesare mi è piaciuto molto più del solito, e pure Tiberius non mi è sembrato male. Sono contenta che non sia fermato allo stereotipo del ragazzino sborone e antipatico e che abbia invece assunto anche una dimensione drammatica.

    Bella puntata, però io avrei dato solo “ok”. Ci sono state alcune cose che non mi sono piaciute e soprattutto mi ha dato fastidio l’eccessiva stupidità degli schiavi nel farsi fregare da Cesare. Comunque bella.

    4/5

    Rispondi

  5. Saxa for the win.
    Che palle ‘sto Crisso, ma non lo fanno morire? Non lo reggo più.

    Rispondi

  6. AthanasiusPernath 1 marzo 2013 at 13:26

    allora..dopo aver visto l’immagine del pirata-rockstar ridicolo e tamarro che avevate messo nella recensione del secondo (oddio, forse terzo..boh) episodio, ho deciso di iniziare Spartacus. l’ho iniziato di questa stagione, perchè non me ne frega una mazza di vedere cos’hanno fatto prima (perchè ci avevo provato, eh, ma arene e ralenty demmerda mi avevano fatto desistere subiterrimo)

    ora, questi 4 episodi li ho trovati sorprendenti. e curiosissimi nel loro essere spaccati a metà. divertenti e interessanti (e abbastanza ben recitati, per di più) quando l’azione è sui Romani. merda pura quando al centro della scena ci stanno gli schiavi. sul serio, una serie spaccata a metà:

    1) Crasso è fico (e bravo. in Game of Thrones ci sarebbero dozzine di parti adatte a lui) invece Spartacus è probabilmente il fratello cane maggiore di Jon Snow. ha la faccia da labrador e il carisma di Alfano. il BIGNONO più grande che abbia mai visto come scelta di un protagonista
    2) Cesare nonostante le polemiche sulla scemenza del cappello lungo e in generale dello stile Bradius Pittius, ha un suo perchè e si è dimostrato un personaggio intrigante da seguire e divertente. invece Crixus poi mi spiegate come cazzo ha fatto a diventare (ho letto le recensioni) un beniamino dei fan. E’ nammerda.
    3) quello che accade nelle ville e negli accampamenti dei Romani, anche quando prevedibile, è piacevole da seguire, a volte persino in grado di ‘trasportare’ un minimo. invece di tutto quello che accade nella città degli schiavi, la parte più divertente sono quando metto il pc in pausa e mi metto a leggere il dizionario norvegese. e io non conosco il norvegese.
    4) persino il sesso, nella città schiavista, è una rottura di maroni. sisi orge Gannicus, sisi relazione gay caruccia, sisi stupri..una trashata manco vagamente intrigante invece di là c’è Kore che è di una dolcezza infinita, sensualissima, e le scene con Crasso sono splendide, così come è curioso e azzeccato il mostrarci le sue relazioni molto particolari della ‘schiava speciale’ con tutti i membri della famiglia. mi dispiace solo che credo all’80% che creperà.

    in generale, di tutte le scene degli schiavi, gli unici personaggi sopportabili o che sembrano poter avere uno sviluppo comunque divertente (il primo) o particolare (più il secondo) sono Gannicus, e il tipo che non so come quarzo si chiama, che si è definito “l’ombra” di Spartacus..il tizio che sta col moretto, insomma. tutto il resto è da skippare, SOPRATTUTTO ogni scena col protagonista. come si faccia a cannare così il main character sinceramente mi sfugge proprio.

    ah, il pirata resta sinceramente la cosa più ridicola che io abbia mai visto in una serie tv ‘storica’. sul serio, eh, la più ridicola in assoluto.

    Rispondi

  7. In questo episodio non c’è stata una sola battaglia, ne una scaramuccia tra ribelli e romani degna di nota, tuttavia questa puntata è stata la migliore di tutta la stagione, era dai tempi della prima stagione che Spartacus non mi prendeva cosi tanto.

    Ci sarebbe da parlare per 4 pagine di questa puntata, ma per sintetizzare elencherò in ordine sparso le 5 cose che mi hanno esaltato di più:

    1) Interazioni Spartacus-Laeta: Nel precedente episodio le loro discussioni mi avevano fatto storcere non poco il naso, insomma c’era già troppa complicità tra loro, (stiamo parlando della persona che ti ha ucciso il marito davanti agli occhi, non ti può diventare simpatico dopo due frasi compassionevoli!) fortunatamente qui scopriamo che in realtà Laeta non faceva altro che prendere per i fondelli il nostro Spartacus, fingendosi più amichevole nei suoi confronti solo per nascondere dalla vista dei suoi uomini alcuni sventurati romani. Lei inoltre attende ansiosa la venuta di Crasso per porre fine alla vita degli animali che hanno preso la sua città.

    Un altro grane momento memorabile è, per l’appunto, il discorso su Crasso, qui Spartacus capisce da Laeta che il suo nuovo avversario non uno da prendere sottogamba, non è uno dei soliti Glaber, Vrinius e Cossinius, è un nemico che utilizza le sue stesse strategie, architettandole anche molto meglio (infatti l’infiltrazione di Cesare è una risposta alla precedente infiltrazione di Spartacus e dei suoi a Sinuessa, solo che quella di Crasso è molto più ben riuscita)

    2) Gannicus: Ancora una volta il Celta si dimostra il ribelle più riuscito, sono contentissimo che abbia scoperto la verità sul suo amico e che le abbia suonate a quel fesso di Crixus, anche se l’insopportabile Nevia alla fine l’ha spuntata. Ma in generale, ancora una volta, Gannicus si dimostra come uno dei personaggi che merita la maggior stima, lui non si considera forzatamente un buono come Spartacus e Crixus, combatte per onorare il suo amico Onomao, ed è uno dei ribelli con più umanità, bellissimo il pezzo dove protegge il fratello di Fabia in catene dai maltrattamenti.

    3) Cesare: Anche io, come molti altri, sono rimasto inizialmente un po’ perplesso su questo personaggio, ma dopo questo episodio mi sono ricreduto. La scena con Fabia in particolare mi ha toccato incredibilmente, e todd lasance è stato straordinario, mi ha fatto commuovere, ed era dai tempi della morte di Varro che non mi accadeva. In generale poi il personaggio inizia a dimostrarsi finalmente “Cesare”, usando l’astuzia come arma per dividere i ribelli, individuando fin da subito il punto debole dello schieramento nemico inizia a creare le prime crepe nella fragile struttura. Il suo sorriso finale poi parla da solo.

    La scelta di infiltrarlo fra i ribelli (da me prevista) era azzardata, ma sta dando o suoi buoni frutti… ah proposito, ho tirato un grosso sospiro di sollievo quando ho scoperto che il lavoro di coltello di quella schiava riguardava il marchio, e non degli ambigui gusti sessuali.

    4) Crasso: Il miglior personaggio della stagione, lo dico senza alcun dubbio, 10 volte migliore di Spartacus. Ogni scena in cui Crasso compare lo show acquista maggior dinamismo ed interesse, merito sopratutto del grandissimo interprete, che riesce a trasmettere emozioni con un solo sguardo.

    5) Decimazione e Massacro: La scena della decimazione, contrapposta al massacro dei civili, è una delle scene più brutali e crude che si siano mai viste nella serie, lascia gli spettatori totalmente sconvolti, in più c’è anche la sorte di un povero Sabinus, che ripercorre quella Varro, che viene ucciso dal suo migliore amico. Una scena devastante insomma, epica e terribile allo stesso tempo.

    IN SINTESI: Abbiamo un quadro che si evolve totalmente in favore dei romani, perché se la Decimazione ha solamente rafforzato il comando di Crasso, il massacro ha sminuito quello di Spartacus, la sorte pende sempre più a favore della repubblica, nonostante siano morti praticamente solo romani in questo episodio.

    P.S: Le scene dove compare Nevia mi urtano particolarmente ormai, tendo ad evitarle ogni volta che mi riguardo la puntata, ormai è ufficialmente il personaggio più odiato, e questo fa riflettere, perché è la prima stagione dove il più odiato è un ribelle e non un romano.

    Rispondi

  8. HeyItsTheBOSS 1 marzo 2013 at 13:44

    Episodio SPETTACOLARE e ottima recensione

    Rispondi

  9. @ AthanasiusPernath: Ti consiglio di recuperarti “Blood and Sand” (“Vengeance” invece lo puoi evitare). Nelle prime puntate mi faceva schifo, ma andando avanti l’ho rivalutato e secondo me è tuttora la stagione migliore. C’è pure un attore molto più decente per Spartacus e un Crixus più interessante (forse così capiresti perché piace ai fan). E poi ci sono davvero degli ottimi personaggi tra i romani. In generale, la percentuale di personaggi validi in “Blood and Sand” è maggiore che in questa stagione.
    Anch’io odio i rallenty e in generale l’aspetto grafico di questa serie :D

    Rispondi

  10. AthanasiusPernath ha scritto:

    invece Crixus poi mi spiegate come cazzo ha fatto a diventare (ho letto le recensioni) un beniamino dei fan. E’ nammerda.

    ah, non lo so. Io lo detesto fin dalla prima stagione, da quando ha piantato un coltello nella pancia di Lucretia che era incinta di suo figlio, un gesto degno della bestia che è. E poi nella seconda stagione la sua unica funzione è stata quella di massacrare le palle a tutti per ritrovare il suo perduto amor, quella pazza schizzata di Naevia.
    cmq credo che la prima stagione ti piacerebbe, ci sono personaggi davvero notevoli. La seconda si può anche perdere, per me si salvano solo l’episodio in cui i gladiatori fanno crollare l’arena di Capua (il n.5, credo), e l’ultimo episodio.

    Rispondi

  11. Setteditroppo 1 marzo 2013 at 14:56

    Recensione di Francesco ottima come sempre.
    In particolare apprezzo quanto spazio hai dedicato all’interpretazione degli attori. In una serie come questa, così sopra le righe, gli interpreti sono decisivi nel dare o meno credibilità al racconto. E sono d’accordo pienamente con il tuo giudizio.
    Una sola piccolissima nota che comincia a stonarmi è il personaggio di CRIXUS il quale storicamente si allontanò effettivamente da Spartacus (anche se le fonti non concordano sui motivi) ma non certo per il sobillare di una donna (=NAEVIA). Anche se dalle passate stagioni sappiamo quanto sia importante la ragazza per il gallo e dunque ritroviamo una certa coerenza…eppure mi disturba e mi dispiace un po’, ecco.

    Rispondi

  12. @ AthanasiusPernath: Crixus vive di rendita dalla prima stagione in cui, oltre ad essere strettamente coinvolto negli intrighi soap-operistici dei romani, era un hater convinto di Spartacus, e in un’occasione lo aveva pure umiliato pesantemente nell’arena (avvenimento, questo, che è tutt’ora la peggior figura demmerda fatta dal trace, da lì in poi pesantemente paraculato). Come si poteva non provare simpatia per un hater di Spartacus (che pure, ai tempi, era un personaggio non dico decente ma perlomeno sopportabile)? XD

    Per il resto ti consiglio anch’io di recuperare Blood & Sand, all’inizio neppure io ero convinta (il pilot è IMHO uno dei peggiori episodi dell’intera serie), ma ho cambiato idea non appena è emersa la figaggine di Batiatus, che per me è il miglior pg in assoluto, ancora meglio di Crasso. Per me vale la pena buttare un occhio anche su Gods of the Arena, che è il prequel di tutto l’ambaradan, dura solo 6 episodi e soprattutto *non* c’è Spartacus, mentre in Vengeance potrai ammirare ancor di più quanto facciano schifo gli schiavi in confronto ai romani, qui sì che devi skippare ogni scena con Sparty! XD

    Rispondi

  13. Intanto sono contenta di vedere che finalmente un personaggio che a mio parere era stato brutalmente giudicato da alcuni aprioristicamente ed in base a criteri che non dovrebbero essere quelli secondo i quali giudicare un personaggio (e qui non mi riferisco tanto alle recensioni, quanto più ai commenti, in alcuni dei quali erano presenti perle di saggezza tipo “no, Cesare biondo surfista è un no a prescindere”: ma magari aspettare che il personaggio venga mostrato nella sua interezza, prima di cassare le scelte attoriali/di scrittura? XD) è riuscito a farsi accettare e apprezzare XD Adesso non dovrò più vergognarmi di andare in giro a tirare dietro mutandine al buon Cesare di Lasance. Che peraltro in questo episodio mi è piaciuto tantissimo anche se non si è mai spogliato, evviva! (Ironia, lo specifico XD)

    Per il resto, concordo con la recensione e, conseguentemente, con buona parte dei commenti. Episodio ottimo, stratosferico, un solo bollino FUCK YEAH non basta ad esprimere la potenza del FUCK YEAH che l’episodio si merita e via così.

    Sono completamente in disaccordo con chiunque per quanto riguarda Spartacus (personaggio), invece, che per me resta un protagonista interessante, straordinariamente complesso, che potevano risolvere molto più facilmente (e che forse per questo a molti sarebbe piaciuto molto di più) rendendolo uno specchio perfetto di Crassus, trasformandolo in un gelido imperatore degli schiavi e via così. Secondo me la scelta, invece, di mostrare Spartacus alle prese con una vera e propria incapacità di continuare a gestire i ribelli anche a causa della propria purezza di cuore (elemento che vivaddio si porta intatto dalla s1) e della propria ricerca di giustizia, è non solo coraggiosa, ma anche molto più interessante di qualsiasi altra scelta avrebbe potuto effettuarsi nella stessa situazione. Poi, sui limiti attoriali di McIntyre possiamo parlare per anni, volendo, ma sarebbe una discussione sterile. Io lo trovo molto migliorato rispetto alla s2, ad esempio. Va be’, opinioni.

    Questione Crixus: perfino io e la mia ragazza (accanite sostenitrici dell’uomo fin dalla s1) ne abbiamo piene le palle, adesso XD La rottura definitiva dei rapporti con Gannicus e con Spartacus ha posto la definitiva pietra tombale sia su Crixus che su Naevia, alla quale pure ci eravamo molto affezionate anche nel corso dei primi due episodi di questa serie, fatto salvo il finale della s2 che in effetti ci aveva anticipato che dalla sua follia isterica potevano venire fuori solo robe brutte.

    Di Crassus non dico niente perché avete già detto tutto voi e non gli servono certo ulteriori sostenitori X’D Comunque sono molto delusa dal fatto che Tiberius e Sabinius non abbiano limonato pesante neanche una volta. Era nell’aria. Peccato. XD

    Rispondi

  14. Ma cos’ha fatto Crixus agli sceneggiatori? Cavolo li costava tanto lasciare un po di parità con Gannicus? Non fraintendete Gannicus è il terzo personaggio che preferisco dopo Caesar e Crixus, ma cavolo era o non era il campione di Capua? Ma vabbè ormai le mie speranze per il suo cazzutissimo ritorno sono volate via come la sanità di Nevia che odio profondamente anche perché in realtà è lei la vera causa della divisione dei ribelli Cesare le va solo dietro. Comunque grande grandissima puntata supera di gran lunga tutte quelle di Vengeance. Ora finalmente i romani hanno ritrovato spessore perso dalla morte di Batiatus anche se per quanto bravo Crasso non sarà mai al suo livello di perfidia però in tattica è sicuramente migliore. Sono morto dal ridere i due scene: quella di Saxa che fa la gelosa e parla in tedesco per insultare Sybil una cosa veramente divertente e quando praticamente Laeta sputa in faccia a Spartacus il suo odio per lui facendoli capire che razza di mostro sia.
    Invece ho molto gradito la quasi totale assenza di Spartacus, la scena con Cesare che con gli occhi rossi libera Fabia (veramente impareggiabile se non dalla morte di Varro) e anche io speravo che col pugnare uccidesse Nevia ma sarebbè troppo poco per lei e per ultimo mi è piaciuta l’uccisione di Sabinus ora Tiberius non è più quella femminuccia viziata che scodinzola dietro al padre.
    Ma ve la immaginate l’uccisione di Varro per mano del nuovo Spartacus? di cui non intendo fare il nome

    Rispondi

  15. Finalmente è arrivata la recensione e finalmente posso esprimere il mio giudizio su questa puntata.
    Innanzitutto devo ricredermi su CESARE, l’avevo bocciato pieno e non con torto perchè si era presentato proprio male, ma in questa puntata mi ha gasato, e a tratti ho patteggiato per lui. Todd Lasance ha dimostrato di interpretare Cesare con il giusto conflitto interiore che lo governa, la voglia di primeggiare, e l’amore per la patria e i romani stessi; ogni morte di un romano (anche se da lui indotta strategicamente) è una sofferenza e lo si legge dal suo volto, grandissimo.
    Spartacus si è visto poco, e ho goduto che ha scoperto di essere preso per il c…o un pò da tutti, e finalmente ha capito di non avere per niente la situazione sotto controllo, continua a non piacermi come attore, ma visto che deve perdere meglio che perda con la faccia di Liam che con quella di Whitfield.
    Crixo è diventato un energumeno privo di cervello, l’hanno fatto involvere fino all’età della pietra e Nevia da pazza issterica quale è lo porta a compiere atrocità ancora piu’ insensate, come la carneficine dei romani superstiti.
    Agron non mi ha mai entusiasmato e ho trovato infelice fargli fare la parte dell’omosessuale, non mi convince.
    La scena di Fabia mi ha straziato il cuore veramente, come la decimazione, ma contemporaneamente ha fatto lievitare Crasso che è veramente un attore top, e Cesare che ribadisco è entrato nella mia top three.
    Gannicus come al solito segue un suo binario, non è corruttubile, non è plagiabile il suo animo, è un personaggio istintivo ma allo stesso tempo piu’ sensibile e umano, e con piu’ sale in zucca, avrei preferito che la sua sub mission stile MMA ultratecnica su Crixo fosse andata a buon fine, ma purtroppo abbiamo questa Nevia che ci trita gli zebedei, ma credo che la loro fine sia solo rimandata…..
    PS. Ho letto che qualcuno profetizza la fine di Gannicus per mano di Cesare, spero vivamente che non succede, uno perchè Gannicus è un combattente migliore, e secondo perchè Cesare da buon stratega vuole solo servire l’esercito di Spartaco disunito al glaciale Crasso.
    Puntata Top in assoluto, la piu’ coinvolgente di tutta la serie, adrenalinicamente è secondo al finale della prima stagione….ma come costruzione gli è addirittura superiore. FUCK YEAH!!!!

    Rispondi

  16. @ warrior81:
    no credo che Cesare abbia buone possibilità in un ero duello con Gannicus anche perché in questa puntata era solo una prova in cui Cesare doveva sembrare più debole, però credo che finirà in una specie di pareggio in cui Cesare ucciderà Gannicus ma Gannicus lascerà qualcosa che ferirà profondamente Cesare, forse sarà proprio questo il pretesto che useranno nello spin-off per fargli conquistare la Gallia, sempre se lo faranno lo spin-off

    Rispondi

  17. Puntata disturbante e credo una delle migliori fin qui, di gran lunga superiore a tutte quelle di vengeance che è la stagione più brutta. Crixus e Naevia sono veramente insopportabili e spero spariscano presto dalla scena, così come Spartacus che purtroppo ha un attore assolutamente non all’altezza e dovremo sorbircelo fino alla fine. Un ottimo Cesare, Crasso e figlioletto non mi fanno impazzire d’altronde solo avvicinare il duo Batiatus-Lucretia è impresa assai ardua. Mi spiace che la fine sia già scritta, spero solo che Gannicus si salvi

    Rispondi

  18. Secondo me, alla fine, o Spartacus o Gannicus (più probabile) rimarranno in vita fino alla fine.
    Ricordate che storicamente “non si sa” che fine abbia fatto Spartacus dopo le numerose sconfitte, e il suo corpo non è mai stato trovato.
    Se sopravvive, tornerà in tracia. Ma in questo caso, probabilmente sarà Gannicus a lasciarci le penne – forse salvando proprio Spartacus.
    Ma io tifo per Gannicus.

    Rispondi

  19. Gannicus lo trovo già di per sè un personaggio epico quindi non vedo perchè dovrebbe morire perchè acquisisca ancora piu’ spessore, facciamo crepare Crixo e soprattutto Spartacus come tutti ci aspettiamo, e poi magari su Gannicus ci facciamo una bello spin-off magari al fianco di Cesare, anche se già c’è Marco Antonio che spinge per fare da braccio destro…. A parte le disserzioni, ripeto che Crasso è veramente interpretato alla grande, quando entra in scena distrugge qualsiasi altro gli stia al suo fianco, ma non condivido i commenti positivi per TIBERIUS, a tratti lo trovo imbarazzante.

    PS. Andate al minuto 18 esatto e fermate l’immagine, vedrete TIBERIUS vestito da romano, ma cacchio non si sono accorti che gli indumenti da guerra gli stavano grossi, sembra un menestrello da corte, mi sono pisciato dal ridre ehhehehehehehheheheh…………..

    Rispondi

  20. warrior81 ha scritto:

    Gannicus lo trovo già di per sè un personaggio epico quindi non vedo perchè dovrebbe morire

    perché storicamente Gannicus morì combattendo i romani, e non credo che gli autori si prendano la libertà di farlo sopravvivere. A prescindere dal fatto che per come è costruito il personaggio, la morte eroica per me sarebbe la sua uscita di scena migliore. Lui non ha le motivazioni che spingono gli altri, combatte per la memoria di Oenomaus, quindi troverà il suo compimento morendo in battaglia. Al fondo del suo personaggio c’è una grande tristezza e un desiderio di morte.
    warrior81 ha scritto:

    ma non condivido i commenti positivi per TIBERIUS, a tratti lo trovo imbarazzante.

    i commenti positivi sono per l’evoluzione del personaggio, non per l’interprete. Christian Antidormi ha il faccino giusto, ma finora non ha mostrato grandi capacità attoriali.
    invece mi è piaciuto il giovane attore che interpreta Sabinus, l’ho trovato parecchio convincente nella scena della sua morte.

    Rispondi

  21. non sopravviverà nessuno Spartacus no perché andrebbe contro tutto ciò che ha rappresentato il personaggio, Gannicus morirà questo è certo bisogna solo scoprire come e in che puntata, Aggron forse anche se dubio vista la sua vicinanza a Spartacus. Quello che mi disturba è che Nevia almeno da quanto sembra nel trailer della stagione è accanto a Spartacus prima dello scontro finale

    Rispondi

  22. @ Daniela G.:
    Daniela condivido che se seguiamo un minimo la storia allora Gannicus debba morire, però concorderai con me che se seguiamo la storia poco di ciò che vediamo dovrebbe essere così……. però diciamo che Gannicus vivo alla fine è solo un mio desiderio egoistico perchè mi c’immedesimo di piu’ (e quindi non desideravo crepare heheheh), quindi se dobbiamo farlo crepare facciamolo morire non contro Cesare, ma contro Crasso magari dopo averlo reso privo di un figlio…..
    TIberius si sarà evoluto ma non è proprio evoluto fisicamente per fare la parte da Generale, al contrario Sabinus a dimostrato doti che non mi aspettavo……

    Rispondi

  23. No molto probabilmente forse morirà fra le braccia di Sybil nel bel mezzo di una battaglia o nell’infermeria del campo ribelle

    Rispondi

  24. AthanasiusPernath 1 marzo 2013 at 20:26

    evilane ha scritto:

    @
    Per il resto ti consiglio anch’io di recuperare Blood & Sand, all’inizio neppure io ero convinta (il pilot è IMHO uno dei peggiori episodi dell’intera serie)

    ah, ecco..vi ringrazio, se dite tutti che merita, magari un’occhiata alla prima stagione posso darla, il punto è proprio che il pilot mi aveva fatto orrore&raccapriccio.

    Rispondi

  25. Jackson1966 1 marzo 2013 at 22:53

    Evvai una volta tanto ci ho preso Cesare è un grande così come il suo attore l’ho adorato dal primo sec in cui l’ho visto , l’ho difeso a spada tratta senza un attimo di cedimento,mi è mancato da morire la puntata scorsa ed ora posso dire che io e @liz avevamo ragione (mutandine comprese) scusate ma dopo tutte le mazzate prese per the Following , cult e chi ne ha più ne metta un poco di soddisfazione (LOL)
    L’attore che fa Crixus sta facendo una parte in Arrow e devo dire che lo preferisco lì evidentemente è la scrittura del personaggio che pecca
    A me Crasso non piace l’attore è bravo ma il personaggio per me è palloso al massimo
    Canonica è e sarà sempre uno dei miei amori
    Spartacus ….. preferisco sorvolare in nome e nel ricordo del primo, unico ed originale Whitfield sia come recitazione che come aspetto
    Ottima recensione e la quoto tutta

    Rispondi

  26. Ottima recensione.
    Mi sento un po fuori dal coro su alcuni punti di vista;
    1- Credo che in questo momento Manu Bennett insieme a Simon Merrells siano i migliori attori che la serie ha da offrire.
    2- Secondo me è ottimo il fatto che non sia in prima persona Crixus colui che incita la divisione ma che sia plagiato da Nevia. Questo rende l’interpretazione storica molto profonda.
    3- In realtà Crixus ha ragione ha dubitare della scelta di spartacus di tenere in vita i romani, sicuramente è una posizione nobile, ma dato il delicato momento (UNA GUERRA CONTRO ROMA) non ci si può permettere di affamare le truppe.
    E poi lui non era quello del Kill Them All?!
    4- Crixus è senza dubbio il personaggio più approfondito, quello che ha subito l’evoluzione più ampia (da novizio a esaltato fino all’incarnazione della lealtà e poi al tradimento), senza contare che è l’unico del vecchio cast rimasto.
    5 -I giudizi negativi su Crixus sono perlopiù alimentati da un odiosa Nevia e dalla scarsità dell’attrice.

    Rispondi

  27. Crixo nella prima serie, fu ben caratterizzate, e si leggeva in lui il conflitto tra sete di sopravvivenza, voglia di emergere tra i guerrieri e l’amore per Nevia. In questa serie si è arrivati al punto che Crixo e l’odiosissima Nevia vivono in un loro mondo, con le loro regole e le loro leggi (piu’ che altro è il mondo di Nevia)…., a questo punto la scissione da Spartaco è inevitabile, ma ciò a portato a un decadimente di Crixo che lo ha reso antipatico, noioso e ormai inutile alla causa…….

    Rispondi

  28. @ warrior81: L’idea di rivolta che aveva Crisso prima dell’inutile massacro era tanto valida quanto quella di Spartaco, è stata poi Nevia ha spingere il tutto verso l’estremizzazione.
    Sicuramente è inutile alla causa di Spartaco, ma non si può assolutamente dire che sia inutile, anche perchè questa scissione interna è una delle poche cose che tiene viva la serie, visto che la seconda stagione è stata molto sottotono e anche questa prima di quest’ultima puntata.

    Rispondi

  29. @ Erik:
    Ovvio che ai fini della vivacizzazione della serie, questa scissione è il colpo di scena che ci voleva, io per dire inutilità di Crixo intendevo il suo calo di carisma, sembra in realtà non interessarsi neanche piu’ dell’esercito, non fà che voler conseguire i propri fini personali. Mi duole dirlo perchè nella prima stagione Crixo era il mio preferito al pari di Spartaco, sicuramente la colpa è dei registi non certo dell’attore, anche se sto modo di parlare iper rauco non mi diletta.
    TOP THREE PREFERITI :
    1 GANNICUS
    2 CESARE
    3 CRASSO

    Rispondi

  30. HeyItsTheBOSS 2 marzo 2013 at 15:10

    Gannicus è il mio personaggio preferito però è molto probabile che finirà col morire… però la cosa che mi piace di più è proprio il fatto che a lui freghi ben poco di TUTTO in generale quindi anche della morte… alla fine è quello più intelligente li dentro

    Rispondi

  31. warrior81 ha scritto:

    @ Erik:

    TOP THREE PREFERITI :
    1 GANNICUS
    2 CESARE
    3 CRASSO

    anche l’ordine d’intelligenza non cambia

    Rispondi

  32. @ warrior81:
    1 Crisso
    2 Gannico
    3 Cesare

    Francamente non so se gannico è più intelligente dei due romani

    Rispondi

  33. comunque gli sceneggiatori potevano far partire la divisione già dalla seconda stagione, visto che lì erano tutti amici e ora si stanno saltando alla gola l’un l’altro

    Rispondi

  34. Ho appena visto la puntata 5, non vi rovino la festa con spoiler, ma una sola parola lasciatemela dire SPETTACOLO!!!!Siamo tornati ai livelli della prima stagione…….

    Rispondi

  35. @ warrior81:
    si ma solo per la seconda parte della puntata la prima è stata un po noiosa

    Rispondi

  36. @ Aemil:
    @ Aemil:
    La prima parte un pò piu’ tranquilla ci stava per creare il contesto giusto, cmq mi aspetto che questa volta la recensione sia fatta prima, magari da una delle GIRL che ce le vedo meglio nel fare le recensioni di questo film…..

    Rispondi

  37. La puntata 5 mi ha divertito incredibilmente, c’è stato un FAIL clamoroso di una “certa persona” .. XD .. attendo la recensione per poter scrivere in tutta libertà.

    Finale da brivido comunque.

    Rispondi

  38. earlysunsetss 3 marzo 2013 at 21:15

    Io so solo che ESIGO lo spin off di Cesare, sono innamorata.

    Rispondi

  39. @ earlysunsetss:
    io lo esigo solo per veder continuare l’universo di spartacus

    Rispondi

  40. Finalmente, posso confrontarmi con altri sulla serie. :)
    Io seguo la serie dalla 1a stagione e ho seguito anche il prequel (Gli Dei dell’arena) e devo dire che la 1a stagione e il prequel li ho amati. Non posso dire lo stesso della 2a stagione, perchè non ho accettato che Liam avesse preso il posto di Andy nel ruolo di Spartacus, ma purtroppo Andy non ce l’ha fatta e ci si deve accontentare. Anche se il viso inespressivo di Liam mi fa scendere quello che per me era un po’ un mito anche da ragazzina: lo schiavo ribelle che combatte per la libertà. E con cattiveria, aggiungo che Liam (mi dispiace dirlo) è un problema anche per gli altri: la sua “staticità” sminuisce anche Crisso e Gannicus oltre alla trama. E anche Agron ne esce penalizzato.
    Una che sto odiando invece è Naevia, la sua “trasformazione” in “guerriera indomita” non mi piace, soprattutto, perchè non sta combattendo per la causa ma per vendicarsi e sta creando problemi che non sarebbero esistiti. E’ anche vero che devono far vedere come si creò una situazione senza soluzione, perchè ormai la fame stava portando a una guerra tra poveri nella stessa città (il cibo scarseggia, ma si nutrono anche i romani ecc) e deve emergere la tensione e la paura dei ribelli, ormai attanagliati da fame, sete e incapacità a ragionare per la paura che si annidi il nemico anche in un neonato…ma Naevia non è giustificata. Ha sempre la spada in mano e ogni scusa è buona per brandirla.
    La storia ci dice che Enomao morì per primo, poi toccò a Crisso (che prima aveva lasciato i ribelli con un suo gruppo e quando morì Spartaco organizzò dei giochi gladiatori in cui fece combattere dei soldati romani che avevano catturato, non so se lo faranno anche nella serie ma mi piacerebbe vederlo) e infine morì Gannicus, dunque se ne deduce che tra un po’ dovrebbe morire Crisso visto che ha detto a Naevia che devono prendere la loro strada…mi dispiace veder soffrire Crisso, ma spero che Naevia crepi presto perchè non la reggo più.
    Per Gannicus non mi esprimo…l’ho amato dall’inizio e amo Dustin come attore avendolo visto anche in altri ruoli e la coerenza del personaggio mi piace molto.
    Quello che vorrei capire è il ruolo di Agron. Secondo la storia, ci fu un altro ribelle che si chiamava Casto che morì nel 71 ed era comandante del gruppo scissionista, cioè quello di Crisso…possibile che poi anche Agron abbandoni Spartacus in base alle fonti su Casto?
    Che dire di Cesare? Avevo parecchi dubbi su Todd perchè l’avevo visto in un’altra serie e l’avevo trovato scialbo, ma ora lo sto rivalutando (ma da quel che avevo letto, pare non ci sarà lo spin di Cesare, non so se cambieranno idea). E Crasso…bel personaggio. Bell’uomo e bravo attore.
    Vediamo il 5o episodio…domani lo guarderò e mi farò un’idea.

    Rispondi

  41. Erik ha scritto:

    Ottima recensione.
    Mi sento un po fuori dal coro su alcuni punti di vista;
    1- Credo che in questo momento Manu Bennett insieme a Simon Merrells siano i migliori attori che la serie ha da offrire.
    2- Secondo me è ottimo il fatto che non sia in prima persona Crixus colui che incita la divisione ma che sia plagiato da Nevia. Questo rende l’interpretazione storica molto profonda.
    3- In realtà Crixus ha ragione ha dubitare della scelta di spartacus di tenere in vita i romani, sicuramente è una posizione nobile, ma dato il delicato momento (UNA GUERRA CONTRO ROMA) non ci si può permettere di affamare le truppe.
    E poi lui non era quello del Kill Them All?!
    4- Crixus è senza dubbio il personaggio più approfondito, quello che ha subito l’evoluzione più ampia (da novizio a esaltato fino all’incarnazione della lealtà e poi al tradimento), senza contare che è l’unico del vecchio cast rimasto.
    5 -I giudizi negativi su Crixus sono perlopiù alimentati da un odiosa Nevia e dalla scarsità dell’attrice.

    A Manu, aggiungo nella mia classifica, Dustin e Dan. Ovviamente, non posso criticare Simon Merrells perchè sarebbe ingiusto, a volte c’è qualcosa che mi stona nel modo di fare…però nel complesso mi piace.
    Per il resto, concordo su tutto. Soprattutto, sul punto 5. Naevia può sparire e non se ne sentirà la mancanza! ;)

    Rispondi

  42. @ Stefania:
    Non perderti il quinto episodio, ti posso già dire che si è comportato bene anche Liam (attore che io stesso non adoro)…., alla prox recensione mi saprai dire, non voglio fare spoiler e rovinarvi la sorpresa..

    Rispondi

  43. Sto leggendo un libro piuttosto dettagliato e interessante sulla guerra di Spartaco e…. diamine! lui non è era proprio l’uomo che la TV e i film ci riportano, ha massacrato migliaia di cittadini inermi e saccheggiato parecchie città, non era per nulla diverso dai romani che combatteva.

    Questa serie è stata anche fin troppo generosa con lui..

    Rispondi

  44. Meles ha scritto:

    Sto leggendo un libro piuttosto dettagliato e interessante sulla guerra di Spartaco e…. diamine! lui non è era proprio l’uomo che la TV e i film ci riportano, ha massacrato migliaia di cittadini inermi e saccheggiato parecchie città, non era per nulla diverso dai romani che combatteva.

    Questa serie è stata anche fin troppo generosa con lui..

    Beh, la serie non ha mai avuto pretese di REALISMO. Voglio dire, qui tutti sembrano essersi dimenticati del primo episodio e del “segno degli dei” sullo scudo o di Spartacus e della “pioggia miracolosa”.
    E’ un serial inventato, basato su personaggi realmente esistiti ma è ben romanzato. Già più di una volta, per altro, si sono presi licenze poetiche sulla storia reale (Enomao si unisce subito alla ribellione, mentre nel serial non va proprio così – per dirne una).
    Da qui la mia speranza per un pseudo-happy ending. Continuo a pensare che uno tra Crixus e Gannicus sopravvivrà. Più difficilmente Spartacus.

    Rispondi

  45. Stefania ha scritto:

    Quello che vorrei capire è il ruolo di Agron. Secondo la storia, ci fu un altro ribelle che si chiamava Casto che morì nel 71 ed era comandante del gruppo scissionista, cioè quello di Crisso…possibile che poi anche Agron abbandoni Spartacus in base alle fonti su Casto?

    Occhio che Casto è stato introdotto in questa stagione, eh: http://25.media.tumblr.com/560d6ad7bcc80eb4e3696b393732922e/tumblr_mir042k3PR1s2mzk5o1_r1_500.png

    Rispondi

  46. MasterRPG ha scritto:

    Stefania ha scritto:
    Quello che vorrei capire è il ruolo di Agron. Secondo la storia, ci fu un altro ribelle che si chiamava Casto che morì nel 71 ed era comandante del gruppo scissionista, cioè quello di Crisso…possibile che poi anche Agron abbandoni Spartacus in base alle fonti su Casto?
    Occhio che Casto è stato introdotto in questa stagione, eh: http://25.media.tumblr.com/560d6ad7bcc80eb4e3696b393732922e/tumblr_mir042k3PR1s2mzk5o1_r1_500.png

    Sì sì lo so, ma quello delle fonti pare fosse scappato con loro, proprio come ha fatto Agron…

    Rispondi

  47. Si ci sono delle distrazioni sorche ma sono piccolezze o quasi fino ad ora, quasi mai nulla di serio e comunque è sempre più fedele alla realtà del film di kubrick

    Rispondi

  48. Erik ha scritto:

    Crixus è senza dubbio il personaggio più approfondito, senza contare che è l’unico del vecchio cast rimasto.

    no, anche Agron è presente fin dalla prima stagione. Cmq concordo sul fatto che Manu Bennett non sia affatto male, come attore. Potrebbe abbaiare meno quando parla ma oh, se le sue corde vocali quelle sono…
    cmq l’unico per il quale nutro una minima speranza che possa sopravvivere è Agron. Ma giusto perché è l’unico personaggio totalmente inventato.

    Rispondi

  49. @ Daniela G.:
    se per questo ritengo che sia pure il più inutile, cioè è solo la guardia del corpo/spalla di Spartacus, basta pensarec che per renderlo un po interessante hanno dovuto renderlo prima gay e poi ultra-super geloso

    Rispondi

  50. MasterRPG ha scritto:

    Meles ha scritto:
    Sto leggendo un libro piuttosto dettagliato e interessante sulla guerra di Spartaco e…. diamine! lui non è era proprio l’uomo che la TV e i film ci riportano, ha massacrato migliaia di cittadini inermi e saccheggiato parecchie città, non era per nulla diverso dai romani che combatteva.
    Questa serie è stata anche fin troppo generosa con lui..
    Beh, la serie non ha mai avuto pretese di REALISMO. Voglio dire, qui tutti sembrano essersi dimenticati del primo episodio e del “segno degli dei” sullo scudo o di Spartacus e della “pioggia miracolosa”.
    E’ un serial inventato, basato su personaggi realmente esistiti ma è ben romanzato. Già più di una volta, per altro, si sono presi licenze poetiche sulla storia reale (Enomao si unisce subito alla ribellione, mentre nel serial non va proprio così – per dirne una).
    Da qui la mia speranza per un pseudo-happy ending. Continuo a pensare che uno tra Crixus e Gannicus sopravvivrà. Più difficilmente Spartacus.

    Si trattava di guerra, da una parte e dall’altra.
    Posso chiederti che libro stai leggendo? In quello che avevo letto io (La guerra di Spartaco) erano Crisso, Enomao e Gannicus che non erano propriamente dei santi e infatti, risulta giusto lo sterminio compiuto da Crisso anche nella serie. ;)
    Ma se seguono la storia, nesuno si salverà Perchè quelli soprravisssuti alla battaglia finale in cui morì lo stesso Spartaco, furono crocifissi. Quindi…non credo proprio che nessuno riuscirà a fuggire.

    Rispondi

  51. warrior81 ha scritto:

    @ Stefania:
    Non perderti il quinto episodio, ti posso già dire che si è comportato bene anche Liam (attore che io stesso non adoro)…., alla prox recensione mi saprai dire, non voglio fare spoiler e rovinarvi la sorpresa..

    Finito di vedere mezz’ora fa…bello! Liam, come sempre, non mi cinvince però l’episodio mi è piaciuto molto.
    E Tiberius prevedibile come il Natale il 25 dicembre. :(

    Rispondi

  52. @ Stefania:
    Visto che la recensione della quinta puntata tarda cercando di celare i dettagli, ti dico che su TIBERIUS concordo con te, che però visto quello che ha subito ha fatto piu’ che bene a fare quello che ha fatto, non tanto per la girl ma per Crasso che merita una punizione…

    Rispondi

  53. @ Stefania:

    Sto leggendo “Spartaco” di Aldo Schiavone.

    Comunque è vero che era una cosa comune in guerra, Cesare ed Annibale (due grande generali stimati) hanno compito altrettante atrocità, erano tempi brutali.

    Rispondi

  54. @ Meles:
    Una volta non c’era tutto questo pudore e il tentativo di nascondere la verità, quando si era in guerra si era in guerra e si faceva di tutto per vincere con un po meno ipocrisia rispetto a oggi

    Rispondi

  55. ok ok….adoro Crisso….ma molto di più Gannicus…è rimasta l’unica cosa fica e divertente della serie, l’unico sagace ed entusiasmante e quella Xena dei poveri che da derelitta è diventata un amazzone quasi me lo uccide…vieni qui che ti faccio a pezzi ioooo!!!!Non mi toccare più Gannicus sfigataaaa!!!!!!
    Mi raccomando però non facciamo paragoni storici che ce ne sono troppe di cavolate…magari leggere la storia non solo di Spartaco ma delle legioni romane e della vita dei romani aiuterebbe a capire cosa è possibile e cosa è impossibile, vedi rapporto con una schiava!

    Rispondi

  56. Flavia ha scritto:

    ok ok….adoro Crisso….ma molto di più Gannicus…è rimasta l’unica cosa fica e divertente della serie, l’unico sagace ed entusiasmante e quella Xena dei poveri che da derelitta è diventata un amazzone quasi me lo uccide…vieni qui che ti faccio a pezzi ioooo!!!!Non mi toccare più Gannicus sfigataaaa!!!!!!
    Mi raccomando però non facciamo paragoni storici che ce ne sono troppe di cavolate…magari leggere la storia non solo di Spartaco ma delle legioni romane e della vita dei romani aiuterebbe a capire cosa è possibile e cosa è impossibile, vedi rapporto con una schiava!

    I rapporti con le schiave e gli schiavi c’erano, ma dovevano restare segreti.

    Rispondi

  57. warrior81 ha scritto:

    @ Stefania:
    Visto che la recensione della quinta puntata tarda cercando di celare i dettagli, ti dico che su TIBERIUS concordo con te, che però visto quello che ha subito ha fatto piu’ che bene a fare quello che ha fatto, non tanto per la girl ma per Crasso che merita una punizione…

    Sì sono d’accordo che dovesse punirlo, ma non prendendosela con una persona che non c’entrava niente e che lo amava come un figlio.

    Rispondi

  58. @ Flavia:
    Ma infatti non capisco, questo ruolo da First Lady che si è attribuita.

    Rispondi

  59. Flavia ha scritto:

    ok ok….adoro Crisso….ma molto di più Gannicus…è rimasta l’unica cosa fica e divertente della serie, l’unico sagace ed entusiasmante e quella Xena dei poveri che da derelitta è diventata un amazzone quasi me lo uccide…vieni qui che ti faccio a pezzi ioooo!!!!Non mi toccare più Gannicus sfigataaaa!!!!!!

    Ma infatti non capisco, questo ruolo da First Lady che si è attribuita. E quello che le ha detto Gannicus nel 5o episodio (quando lei si è avvicinata al carro per parlargli) è stato EPICO! Lo amo!!!
    Naevia, ormai, è il famoso “pomo della discordia”…tutto quello che dice o fa porta solo casini…è ora di farla morire.

    Rispondi

  60. Meles ha scritto:

    @ Stefania:
    Sto leggendo “Spartaco” di Aldo Schiavone.
    Comunque è vero che era una cosa comune in guerra, Cesare ed Annibale (due grande generali stimati) hanno compito altrettante atrocità, erano tempi brutali.

    La guerra è atroce in ogni tempo, purtroppo non esistono periodi più brutti degli altri…
    Se ti interessa, leggi anche La guerra di Spartaco, di Barry Strauss…molto ben fatto e dettagliato.

    Rispondi

  61. Sono veramente inc….., con i Recensori di sto sito, mi sono iscritto pieno di entusiasmo, sto seguendo SPARTACUS come tutti voi, e ci tocca parlare della 5a puntata sulla recensione della 4a perchè non l’hanno ancora fatta….la settimana scorsa è accaduta la stessa cosa, è inutile che facciate la recensione venerdi quando ci sarà la 6a puntata e della recensione non fregherà piu nulla a nessuno. La recensione và fatta quando il piatto è caldo non quando si è ormai raffreddato, è un consiglio sennò si perde totalmente la serietà…….sono certo che anche gli altri che qui scrivono la pensano come me!!!!!

    Rispondi

  62. @ warrior81:
    Serialmente vuole essere un’esperienza piacevole sia per chi scrive sia per chi legge, e la cosa si declina così:
    chi legge ha delle recensioni il più possibile curate, approfondite, interessanti, completamente gratuite;
    chi scrive lo fa finché si diverte a farlo, e non sacrifica le sue nottate per pubblicare un giorno o due prima.
    Mi rendo conto che a molti sfugge (e lo prendiamo come un complimento), ma Serialmente non è il nostro lavoro, è qualcosa che facciamo col massimo impegno nei ritagli di tempo. La puntualità che chiedi, in queste condizioni, è difficile da mantenere, volendo conservare un buon livello qualitativo. Sono sicura che la maggior parte dei nostri lettori lo capiscono, la pensano come me e fanno volentieri il piccolo sacrificio di poter commentare con qualche giorno di ritardo :) del resto la metà della bellezza del sito è fatta dalle vostre discussioni!

    Rispondi

  63. Francesco Gerardi 6 marzo 2013 at 13:04

    @ warrior81:

    Allora, vedi se ti dai una calmata, bello. Qui cerchiamo di fare tutto nel minor tempo possibile e nel miglior modo possibile. Abbiamo delle vite fuori dal sito, vite che, con il tuo permesso, ci prendono gran parte del tempo. Quando non riusciamo a recensire entro tempi ragionevoli è perché non ce la facciamo. Punto. Facendo tutto questo solo e soltanto per passione, sentirsi fare la lezioncina da te fa veramente incazzare. Non ti è permesso mettere in dubbio la serietà del sito e di chi ci scrive solo perché una recensione è in ritardo, chiaro?

    Dispiace anche noi quando siamo in ritardo, ma succede. Succede perché lavoriamo, studiamo, VIVIAMO NELLA REALTA’ FISICA e, in più, scriviamo recensioni qui. Solo per passione, lo ripeto così forse ti entra in testa. Significa che non abbiamo obblighi che non siano autoimposti, né nessun tipo di guadagno che non sia la soddisfazione personale. Cerchiamo di rispettarli, se non ce la facciamo chiediamo anche scusa. Ma la lezioncina no, eh. Se non ti sta bene, vai a leggere le recensioni da un altra parte. Ne trovi? Ne trovi di uguale qualità? Le trovi con tempi migliori? Bene, viva internet e l’ampia scelta.

    Rispondi

  64. @ Chiara Lino:
    Siete dei bravissimi recensori e comprendo anche che non essendo il vostro lavoro non potete fare l’impossibile, io anche lavoro e mi collego nei ritagli di tempo, non sò come siete organizzati, immagino che siate un gruppo di persone, magari dal momento che ho notato che diversi di voi seguono Spartacus, potete delegare la recensione a chi ha piu tempo, ho notato per esempio che le girl sono sempre state rapide , intendo daniela , chiara, il tipo dell’ultima recensione invece ha impegni, fatela fare a chi ha piu’ tempo tutto qui.Poi per carità, la mia è una critica costruttiva solo per stimolare la recensione, se non mi arrabbiassi neanche vi seguirei……grazie…

    Rispondi

  65. @ warrior81:
    senza voler allungare il discorso oltre il necessario, ti spiego: ognuno di noi copre più serie, a rotazione. daniela, per dire, una settimana fa spartacus e quella dopo ha un’altra serie da coprire, oppure impegni suoi. siamo già organizzati perché ognuno possa scrivere di ciò che gli interessa senza essere sovraccarico ed evitando gli impegni, però ogni tanto i ritardi capitano. per questo dobbiamo affidarci alla vostra pazienza :)
    se mi permetti, però, a livello proprio di consiglio: le critiche costruttive sono benvenute, ma difficilmente partire all’attacco genera qualcosa di positivo. è più facile che chi si sente attaccato ci resti male e risponda a tono. comunque grazie per l’attenzione, è evidente che sei un lettore che ci tiene!

    Rispondi

  66. @ Francesco Gerardi:
    Francesco il mio era solo un mex che aveva lo scopo di stimolare, non ho giudicato le persone fisiche, non ho fatto offese a nessuno di noi, tranne chiedere celerità per una seria che adoro, stop poi se avete i vostri tempi non lo discuto assolutamente, il sito è vostro e lo gestite come volete, tra l’altro solo il fatto che io vi segua così dovrebbe farvi piacere, vuol dire che vi rispetto e ammiro, però non servono risposte come le tue del tipo CALMATI o ALTRO, non avevo alcuna intenzione d’innestare un litigio…..Vi auguro un buon lavoro…..

    Rispondi

  67. @ Francesco Gerardi:
    Non avevo letto bene il mex, parole tipo BELLO, CALMATI, ecc…, evitale perpiacere già la risp di CHIARA era stata piu’ che esauriente e rispettosa, usa pure tu lo stesso rispetto con me, tanto per chiarire la situazione….poi senza offesa ma ad attirarmi in questo sito non sono state certo le tue recensioni, però ognuno ha i propri gusti e finisce li…..buon lavoro

    Rispondi

  68. Francesco Gerardi 6 marzo 2013 at 19:57

    warrior81 ha scritto:

    poi senza offesa ma ad attirarmi in questo sito non sono state certo le tue recensioni, però ognuno ha i propri gusti e finisce li…..buon lavoro

    Nessuna offesa. Sono l’ultimo arrivato e so che c’è gente molto più capace di me che scrive per questo sito da molto più tempo. Quindi è più che ovvio che il merito di ciò che Serialmente è diventato (e degli utenti che ha attratto) è tutto loro. Recensirò anche l’ottavo episodio di Spartacus, quindi, non so, ti chiedo già da ora di essere buono con me e di accontentarti di quel che scriverò.

    warrior81 ha scritto:

    Non avevo letto bene il mex, parole tipo BELLO,

    Scusami per il “bello”, non volevo offenderti, credimi. Il “calmati” resta lì, mi è sembrato giusto visto che hai scritto di essere “veramente incazzato”. Non credo di averti mancato di rispetto, in nessun modo. Se così è stato, errore mio, sorry.

    Rispondi

  69. @ Francesco Gerardi:
    Allora magari mi ero fatto prendere dall’enfasi, figurati, è un normale confronto, ribadisco che apprezzo veramente il vostro lavoro altrimenti non vi seguirei sicuramente, nella precedente recensione hai dimostrato di essere piu’ che competente sarei stupido a discuterlo. Allora aspetto la prox recensione bello carico!!!

    Ps Mi raccomando amici come prima, io non volevo litigare con nessuno…….

    Rispondi

  70. Francesco Gerardi 6 marzo 2013 at 20:57

    @ warrior81:

    Tutto a posto, nessunissimo problema. L’importante è essersi chiariti ^.^

    Rispondi

  71. Oh mio dio Cesare ha appeso la tavola da surf al chiodo ed è diventato un bravo ragazzo…XD

    Rispondi

  72. […] aver visto Crixus disobbedire sfacciatamente al leader con una strage drammatica come quella di Decimation, dopo averlo sentito parlare senza mezzi termini di prendere una strada diversa, non rimango molto […]

    Rispondi

  73. ne dubito fortemente…non si sarebbero mai mischiati con degli schiavi…li consideravano bestie e non si sarebbero mai sporcati con loro, la presunzione che avevano nei confronti del loro status sociale andava oltre ogni desiderio carnale!

    Stefania ha scritto:

    Flavia ha scritto:

    ok ok….adoro Crisso….ma molto di più Gannicus…è rimasta l’unica cosa fica e divertente della serie, l’unico sagace ed entusiasmante e quella Xena dei poveri che da derelitta è diventata un amazzone quasi me lo uccide…vieni qui che ti faccio a pezzi ioooo!!!!Non mi toccare più Gannicus sfigataaaa!!!!!!
    Mi raccomando però non facciamo paragoni storici che ce ne sono troppe di cavolate…magari leggere la storia non solo di Spartaco ma delle legioni romane e della vita dei romani aiuterebbe a capire cosa è possibile e cosa è impossibile, vedi rapporto con una schiava!
    I rapporti con le schiave e gli schiavi c’erano, ma dovevano restare segreti.

    Rispondi

  74. @ Flavia:
    Bè non è vero, molte matrone pagavano per una notte con il loro gladiatore preferito e poi vorrei vedere se uno si ritrova una schiava bellissima se non ne approfittasse. Certo che ci fossero sentimenti è assurdo ma rapporti puramente di sesso c’erano

    Rispondi

  75. Aemil ha scritto:

    @ Flavia:
    Bè non è vero, molte matrone pagavano per una notte con il loro gladiatore preferito e poi vorrei vedere se uno si ritrova una schiava bellissima se non ne approfittasse. Certo che ci fossero sentimenti è assurdo ma rapporti puramente di sesso c’erano

    Non solo Flavia, ma le fonti dicono che una matrona aveva lasciato la csa e il marito per scappare con uno dei loro gladiatori e pare non fosse nemmeno un Adone, come quelli vediamo noi nella serie! E’ proprio vero che al cuor non si comanda! :lol:

    Rispondi

  76. Flavia ha scritto:

    ne dubito fortemente…non si sarebbero mai mischiati con degli schiavi…li consideravano bestie e non si sarebbero mai sporcati con loro, la presunzione che avevano nei confronti del loro status sociale andava oltre ogni desiderio carnale!
    Stefania ha scritto:
    Flavia ha scritto:
    ok ok….adoro Crisso….ma molto di più Gannicus…è rimasta l’unica cosa fica e divertente della serie, l’unico sagace ed entusiasmante e quella Xena dei poveri che da derelitta è diventata un amazzone quasi me lo uccide…vieni qui che ti faccio a pezzi ioooo!!!!Non mi toccare più Gannicus sfigataaaa!!!!!!
    Mi raccomando però non facciamo paragoni storici che ce ne sono troppe di cavolate…magari leggere la storia non solo di Spartaco ma delle legioni romane e della vita dei romani aiuterebbe a capire cosa è possibile e cosa è impossibile, vedi rapporto con una schiava!

    Anche io lo credevo, invece ho letto (cerco il link e il libro) che poteva succedere…ovviamente non doveva uscire fuori dalle mura…anche se loro erano sempre i padroni e gli altri gli schiavi…
    Per il resto…quando vuoi fare a pezzi Naevia, chiamami che ti aiuto volentieri. Per Gannicus questo e altro. Ormai Naevia è solo deleteria come un’invasione di locuste. E come le cavallette, locuste e femmine simili ha pure eliminato la testa di Crisso, questo mi dispiace molto. :(

    Rispondi

  77. In genere aspetto di vedere la versione integrale per farmi un’idea compiuta dell’episodio, ma questa volta mi basta già la versione censurata da prime time di Sky per dare un Fuck Yeah all’episodio.

    Concordo su tutta la recensione.
    Cesare assume per la prima volta (ma d’altronde è solo il terzo episodio in cui si vede) un ruolo bene preciso e non credevo gli autori avrebbero saputo sfruttarlo e integrarlo nella storia così bene (pensavo che la sua introduzione sarebbe stata solo una scusa per buttarci dentro un personaggio storico così famoso. una sorta di guest-star di lusso e di fiore all’occhiello da esibire ma che in realtà non serve a nulla).

    Naevia come personaggio è al limite dell’assurdo, ma non riesco a odiarla veramente perchè la vedo come vittima della Storia, quella con la s maiuscola, nel senso che gli autori, dovendo trovare un casus belli ben romanzato per far dividere Crisso da Spartacus, hanno scelto lei, così che la fanno comportare come un’assatanata animata da uno spirito cieco di vendetta ben al di là di ogni logica e deleterio per tutti, in primis per lo stesso Crisso.

    Rispondi

  78. Per un terminale istante ho sperato che Gannicus ammazzasse quella indemoniata e instupidita Naevia…

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>