Revenge 2x14 3

Revenge – 2×13/2×14 – Union/Sacrifice

Se è vero che, come si dice spesso, il secondo episodio di una serie è sempre il più difficile, perché deve richiamare gli elementi introduttivi di un pilot senza dimenticare però di allargare l’universo narrativo e di far progredire il racconto, forse il medesimo assioma vale anche per la seconda stagione di uno show. Purtroppo, questa annata di Revenge non si sta dimostrando all’altezza della prima, proprio perché l’ampliamento dell’orizzonte diegetico e la proliferazione incontrollata di personaggi non si sono tramutati in un arricchimento, e il racconto sembra essersi impantanato. O, forse, dovrei dire sembrava. Questi due episodi centrali, infatti, pur condividendo molti dei problemi che hanno caratterizzato la prima metà di stagione, hanno l’indubbio merito di chiudere in maniera definitiva una trama poco ispirata che ha rubato fin troppo spazio e, soprattutto, di riportare Emily Thorne e i Grayson al centro della narrazione.

Halfway to Nantucket. A differenza della festa sulla spiaggia dello scorso anno, vero e proprio ganglio dell’intera stagione, capace, come un magnete, di attirare e ordinare intorno a sé le trame centrifughe ordite dai personaggi, l’affondamento dell’Amanda, sulle cui immagini subacquee si è aperta la première di settembre, non ha avuto la medesima forza icastica e la medesima capacità di imprimere una precisa traiettoria al racconto. Diverse le ragioni, ma la più evidente è che Jack e Amanda funzionano solo quando interagiscono con Emily – o, in misura minore, con i Grayson –, mentre annoiano velocemente se lasciati a sé stessi. La verità è che gli autori non hanno mai saputo bene che farsene dello Stowaway e, più in generale, della parte blue collar della serie, spesso rappresentata con tratti approssimativi e svogliati. Così, tutto il guazzabuglio di strozzinaggio, traffico di droga, ispezioni della polizia, pestaggi sui moli e bombe incendiarie non è riuscito a lasciare il segno, complice anche un cattivo, Nate Ryan (un Michael Trucco davvero sprecato), con lo spessore di una sagoma di cartone. Neppure l’intervento di Conrad è riuscito a risollevare le sorti della sottotrama, che ha avuto l’unico momento di vivacità quando Amanda ha usato il computer privato di Emily per ricattare il patriarca dei Grayson. Scelta temeraria, sì, ma anche avventata, soprattutto considerando le conseguenze a cui abbiamo assistito in quest’ultimo episodio. Sarò sincero: ho trovato abbastanza ridicola l’idea di far nascondere Nate a bordo dell’Amanda – è una barchetta, suvvia, non uno yacht –, e prevedibile e noiosetto lo sviluppo da Ore 10: Calma piatta. Voglio dire: nessuno pensava davvero che il corpo mostratoci in apertura fosse quello di Jack e il flashforward iniziale, spogliato della meccanica whodunit dello scorso anno, non ha saputo costruire una suspense degna di questo nome. Ammetto, però, di non aver previsto il colpo di scena finale. La scelta di far morire Amanda proprio nel momento in cui ha ottenuto ciò che più desiderava, una famiglia, è coraggiosa e l’explicit – con Emily che, forse troppo tardi, confessa il suo genuino affetto per la ragazza – è toccante, per quanto la dinamica flashback-presente del loro ultimo scambio di battute sia fin troppo abusata.

With one bullet, you’ve slaughtered us all. Anche a Casa Grayson, prima di questi due episodi, le cose non andavano benissimo, tanto da farmi temere che gli autori, a causa dell’Initiative, si fossero chiusi in un angolo. Da quando l’organizzazione-ombra ha fatto la sua entrata in scena, infatti, il racconto ha cominciato a zoppicare sotto il peso di un complotto tanto gargantuesco quanto fumoso: se sembra abbastanza chiaro quale sia il suo scopo immediato – causare, tramite Carrion, una catastrofe da cui trarre poi un vantaggio economico –, è l’esatta natura dell’Initiative e il ruolo che questa gioca nelle vite dei personaggi a essere indistinto, confuso. Rendere credibile, e dunque appropriatamente minacciosa, una cospirazione di proporzioni così estese necessita di autori esperti, capaci di gestirne la complessità narrativa, altrimenti si corre il rischio di ridurre una trama potenzialmente appassionante a mero escamotage. Prima di Union, l’Initiative e tutto quanto le ruotava attorno – rapimenti, speculazioni, spionaggio industriale, loschi affari politici – sembravano affondati in una nebbiosa palude di luoghi comuni; eppure, da quando Victoria ha sparato a Helen Crowley tutto è tornato improvvisamente a fuoco, soprattutto perché il gesto sventato ha costretto Victoria e Conrad a rinfocolare la loro empia alleanza. E Madeleine Stowe e Henry Czerny fanno faville insieme. Per di più, la dipartita di Helen ha dato un nuovo volto all’Initiative: Mr Trask, interpretato da un Burn Gorman, mai così sottilmente inquietante, che convince su tutta la linea. Io sono di parte, lo so, ma credo davvero che Gorman sia riuscito a trasmettere un senso palpabile di minaccia come la pur brava Wendy Crewson non era mai stata in grado di fare. Infine, non posso non ricordare la battuta con cui Victoria liquida la sua decisione di far ricadere su Amanda la colpa della morte di Helen: Poor girl. She chose the wrong enemy.

That stupid air conditioner. Due parole velocissime sul resto, ovvero sui personaggi di cui Revenge non sa che fare: Aidan, che – come Jack prima di lui – smette di essere interessante non appena si allontana da Emily; Ashley, la cui unica utilità è origliare tutte le conversazioni dei Grayson e spifferarle al momento giusto; Charlotte, che ormai serve solo a tenere in braccio il piccolo Carl; Declan, che… no, non ho proprio nulla da dire su Declan. E poi c’è l’incolore e irritante Padma, che immagino sia stata scritta dagli autori in modo così grigio e mediocre con il preciso scopo di mettere ancora più in risalto lo splendore di Nolan, quest’anno, alas, spesso relegato sullo sfondo. Molto, molto meglio l’altro spasimante, Marco, che però ultimamente sembra essersi dato alla macchia.

Tirando le somme, Revenge rimane un appuntamento spassoso, ma ha perso un po’ del mordente della prima stagione. Ora che l’insopportabile trama dei fratelli Ryan si è conclusa e che quella dell’Initiative sembra giunta a una svolta, ci sono tutte le possibilità per una palingenesi. Revenge si è già reinventato una volta; di certo non gli manca il coraggio per farlo di nuovo. La strada, speriamo, è quella giusta.

Ok.

Nota: Sono l’unico a pensare che nell’episodio ci sia un buco di sceneggiatura? La webcam del portatile inquadra semplicemente Amanda che chiude Nate sottocoperta, eppure a un certo punto Emily dice a Nolan: Wait. Nate’s turning the boat around. He’s probably going back for Jack. Ma come fa a sapere che Jack sta andando alla deriva sul gommone, o comunque che è sceso dall’Amanda?

 

Andrea Morstabilini

Introdotto al culto telefilmico in giovanissima età da Twin Peaks, che ancora considera fra le espressioni più alte del genere (insieme a Battlestar Galactica, Buffy the Vampire Slayer e l'accoppiata Doctor Who/Torchwood), Andrea, conosciuto anche come The Headmaster, adora le serie televisive a base di soprannaturale, fantasy e sci-fi, i family drama, la HBO e, non si capisce bene perché, i teen drama più brainless del tubo catodico.

21 Comments

  1. 1) Quando ricomincerà Emily a rovinare la vita degli altri presenti sulla foto della prima stagione, che lei puntualmente segnava con una bella X rossa? Non dico che ad ogni episodio deve eliminare qualcuni, è giusto che ci siano storie trasversali, ma tornare alle basi ogni tanto non fa male e Emily & co. non stanno facendo niente, solo scovando informazioni e stuzzicando i Grayson ogni tanto.

    2) Personaggi:quant’è che vogliono fare fuori Amanda, lo sentivo da tanto tempo… Nolan non è lo stesso della prima stagione, anche se ogni tanto si vede un barlume del vecchio Nolan…

    3) That stupid air conditioner… cosa ci sarà mai dentro? Forse il computer di Emily? C’ho pensato solo io? (anche se Declan dovrebbe averlo trovato nel suo tentativo di sistemarlo)

    Rispondi

  2. non seguo revenge, non ho la minima idea di cosa succeda in questa stagione, chi siano i personaggi eccetare quindi, davvero, mi scuso per l’intrusione.
    volevo solo dire che ho visto lo screencap e per un attimo ho pensato fosse ricominciato ringer XD

    Rispondi

  3. Ma vogliamo parlare dell’idiozia di Emily che usa come password per proteggere i segreti sulla più grande cospirazione di sempre “INFINITY”???? Ma almeno poteva metterci un numero alla fine! Ma che password è????
    Oltre poi al modo idiotissimo in cui scoprono che il tizio è nascosto nella barca di Jack e Amanda perchè SI VEDE DAL FINESTRINO. Mentre che Jack salpi senza accorgersi che c’è un tizio a bordo ci credo, perchè stiamo pur sempre parlando di Jack. Non lo so, a me Revenge ha divertito parecchio la scorsa stagione e riusicivo a passare sopra alla roba più WTF, mentre quest’anno non riesco ad essere coinvolta come prima. Almeno finalmente la storua del bar è chiusa.

    Rispondi

  4. Con questa stagione Revenge si è un po’ perso per strada, ma dopo queste due puntate ho di nuovo fiducia. Spero che la morte di Amanda sia l’occasione per Emily di tornare alla fredda manipolatrice dell’anno scorso (come Revenge, si è lasciata troppo andare quest’anno), e l’uccisione di Helen Crowley è stato un twist inaspettato ma gradito ad una storyline che inizava ad annoiarmi – era chiaro che Aidan non sarebbe mai riuscito ad uccidere Victoria.

    Padma e Aidan continuano a non dirmi nulla.

    Rispondi

  5. Un plauso particolare merita lo screencap..le scene sul motoscafo di Emily e Nolan sono la cosa piu’ assurdamente trash che la tv abbia offerto negli ultimi anni. Quel fondale…cosa non e’ quel fondale. Solo per questo la puntata si meriterebbe un Fuck Yeah!!!

    Parlando di cose serie (sempre che con Revenge sia possibile), non ho trovato la morte di Amanda (invece di quella di Jack) una scelta cosi’ coraggiosa. Se davvero volevano alzare il tiro doveva essere proprio Jack a lasciarci la pelle, ma forse il mio giudizio e’ condizionato dal fatto che odio il suo personaggio dal profondo.

    Vicotria invece e’ sempre una garanzia. La freddezza con cui ha ucciso Helen e’ assolutamente geniale! Cosi’ come e’ geniale il fato che lei salga in macchina al suo posto, e ovviamente l’autista non se ne accorge.

    Riguardo al plot hole, l’ho notato pure io. All’inizio ho pensato che si fosse usato questa scappatoia solo per giustificare il fatto che Emily trovasse Jack. Ma al che ho realizzato che potevano semplicemente fare in modo che ritrovassero il gommone nel dirigersi verso la barca…ma ovviamente e’ Revenge, e tutto deve essere il piu’ assurdo possibile. Per non parlare di Nolan che ha le capacita’ d hackerare una webcam come nemmeno Harold Finch in Person of Interest!

    Rispondi

  6. Revenge può riprendersi ,c’è speranza!bisogna solo eliminare praticamente tutte le new entry e ci siamo :) Aidan sì carino e tutto ,però la sua storia ha preso troppo spazio, mò basta, Padma è un Aiden2 appiccicata a Nolan,salvate il padre ,ma anche no, e toglietemela dalle palle. Mi dispiace per Amanda,anche se le ho più volte dato contro ahaha, ma era l’unico modo di farla uscire di scena,adesso Emily deve avere campo libero con Jack e in generale. Tanta stima per evil Victoria,che genio! *inchini*

    Andrea D. ha scritto:

    non seguo revenge, non ho la minima idea di cosa succeda in questa stagione, chi siano i personaggi eccetare quindi, davvero, mi scuso per l’intrusione.
    volevo solo dire che ho visto lo screencap e per un attimo ho pensato fosse ricominciato ringer XD

    Ho pensato la stessa cosa…bwuaauauua ma cos’è??manco le charlie’s angels nei 70′ !!

    Rispondi

  7. io mi sono ricordata dell’esistenza di Revenge quando ho visto questa recensione, rendiamoci conto.
    quando un guilty pleasure ti annoia resta solo il guilty, e pensi: ma chi me lo fa fare? arriverò fino in fondo alla stagione sperando che le cose migliorino, ma mi costerà parecchia fatica, peccato :( Non capirò mai perché tirare fuori questa Initiative, troppo solvente in questa soluzione che andava benissimo così com’era, adesso invece gli elementi vagano in soluzione annacquata e per adesso non si produce più quella reazione chimica perfetta della prima stagione.
    ero straconvinta che Amanda sarebbe morta, appena si è scoperto che il bambino era davvero di Jack. Ok gli omicidi e tutto quello che vi pare, ma separare una coppia con bambino? Non sia mai! Quindi l’unica soluzione era la morte della ricciolona, per avere Jack vedovo consolabilissimo. Mi spiace per Amanda, aveva una vena di follia che mi piaceva. Unico lato positivo: ora che quel bauscia di Jack torna libero facciadiculo Aidan ha gli episodi contati, non serve più. A cosa sarà mai servito mi resta ancora oscuro, per quanto mi riguarda è pure un mezzo cesso, quindi boh. L’utilizzo di Nolan in questa stagione finora grida davvero revenge e sì, Padma è davvero insopportabile e sciapa, è troppo sperare che muoia in un’esplosione insieme ad Aidan?
    I migliori sono sempre Conrad e Victoria, c’è poco da fare.
    Distinti saluti XD

    Rispondi

  8. concordo appieno con la recensione, a differenza del ballo in spiaggia dello scorso anno, che attirava a sè tutti gli eventi e gli intrighi della stagione, l’esplosione dell’amanda è stata una corsa contro il tempo finita int ragedia, meno avvincente, ma dall’impatto emotivo più profondo. alla fine della morte di tyler importava poco, invece amanda nel suo piccolo un pò era apprezzata e credo che la sua morte in realtà per quanto inaspettata dal piano emotivo, dal punto di vista della sceneggiatura sia stata resa necessaria per dare nuova benzina alla serie, con una emily che ora sarà più furiosa che mai contro i greyson che addirittura spostano l’attenzione dei terroristi proprio su amanda e quindi ora jack.

    Rispondi

  9. In effetti Sacrifice, per quanto riporti – come scrive giustsmente Andrea, – Revenge sulla giusta strada mi è sembrato ancor più risibile nelle svolte narrative. Ok, non è mai stato molto realistico e la cosa non mi infastidisce ma quando le fesserie macroscopiche aumentano troppo (sono state elencate anche nei commenti) diventa pericoloso.
    fermo rimandendo comunque che Revenge, pur al ribasso, resta sempre divertentissimo.

    Rispondi

  10. Quoto Violetta, anche se mi sembrate diventati tutti belli cinici..a me un po’ e’ spiaciuta la morte di Amanda; una perdente senza riscatto. Avrei preferito morisse Jack, sinceramente lo trovo molto più scipito. Anche Aidan non lo trovo così male, e soprattutto cesso no e poi no. Ma a questo punto in effetti, gli essenziali rimangono 4, 5 se proprio vogliamo metterci il bietolone Daniel, che non si può eliminare o la storia non sta i piedi, ma tra lui e Aidan non avrei dubbi..l’idea poi che Emily/ Amanda finisca con Jack non la trovo particolarmente avvincente. Possibile evitarlo? Povero baby, chi lo alleverà in un ambiente così traumatico? ( scusate la deviazione da psicologa infantile, ma ci ho subito pensato)

    Rispondi

  11. Ma no,ci sono rimasto malissimo con la morte di Amanda,era un personaggio che mi piaceva,la sua lealtà a Emily era ammirevole

    Rispondi

  12. Paola ha scritto:

    Quoto Violetta, anche se mi sembrate diventati tutti belli cinici..a me un po’ e’ spiaciuta la morte di Amanda; una perdente senza riscatto. Avrei preferito morisse Jack, sinceramente lo trovo molto più scipito. Anche Aidan non lo trovo così male, e soprattutto cesso no e poi no. Ma a questo punto in effetti, gli essenziali rimangono 4, 5 se proprio vogliamo metterci il bietolone Daniel, che non si può eliminare o la storia non sta i piedi, ma tra lui e Aidan non avrei dubbi..l’idea poi che Emily/ Amanda finisca con Jack non la trovo particolarmente avvincente. Possibile evitarlo? Povero baby, chi lo alleverà in un ambiente così traumatico? ( scusate la deviazione da psicologa infantile, ma ci ho subito pensato)

    concordo. Sarebbe stata una scelta insieme più coraggiosa e più felice per noi spettatori. fermo rimanendo che la morte di Amanda sia stata molto commovente e che abbia anche riscattato il personaggio – e l’attrice – di qualche peccatuccio pssato.
    anch’io vorrei fortemete che Jack uscisse dall’equazione Emily, ma la vedo dura. A quanto pare solo noi di serialmente e pochi altri lo consideriamo un pesce lesso senza interesse.

    Rispondi

  13. Antonio Varriale ha scritto:

    Paola ha scritto:

    Quoto Violetta, anche se mi sembrate diventati tutti belli cinici..a me un po’ e’ spiaciuta la morte di Amanda; una perdente senza riscatto. Avrei preferito morisse Jack, sinceramente lo trovo molto più scipito. Anche Aidan non lo trovo così male, e soprattutto cesso no e poi no. Ma a questo punto in effetti, gli essenziali rimangono 4, 5 se proprio vogliamo metterci il bietolone Daniel, che non si può eliminare o la storia non sta i piedi, ma tra lui e Aidan non avrei dubbi..l’idea poi che Emily/ Amanda finisca con Jack non la trovo particolarmente avvincente. Possibile evitarlo? Povero baby, chi lo alleverà in un ambiente così traumatico? ( scusate la deviazione da psicologa infantile, ma ci ho subito pensato)

    concordo. Sarebbe stata una scelta insieme più coraggiosa e più felice per noi spettatori. fermo rimanendo che la morte di Amanda sia stata molto commovente e che abbia anche riscattato il personaggio – e l’attrice – di qualche peccatuccio pssato.
    anch’io vorrei fortemete che Jack uscisse dall’equazione Emily, ma la vedo dura. A quanto pare solo noi di serialmente e pochi altri lo consideriamo un pesce lesso senza interesse.

    Concordo con entrambi.

    Preferisco che Emily continui il suo percorso con Aidan, con cui ha tanti punti in comune, piuttosto che con uno a caso dei due pesci lessi Jack e Daniel.

    Al contrario di molti di voi, approvo persino Nolan e Padma insieme :)!

    Comunque, la puntata è stata bella e commovente e mi è dispiaciuto molto per fake Amanda.

    Da un paio di puntate Revenge ha ricominciato a divertirmi molto, e quindi ho speranze per il futuro!

    Rispondi

  14. D.A.N.I. ha scritto:

    Un plauso particolare merita lo screencap..le scene sul motoscafo di Emily e Nolan sono la cosa piu’ assurdamente trash che la tv abbia offerto negli ultimi anni. Quel fondale…cosa non e’ quel fondale. Solo per questo la puntata si meriterebbe un Fuck Yeah!!!

    Ma infatti, come si fa a non ridere poi con quei tablet che halfway to Nantucket prende come manco il mio telefono in pieno centro cittadino, e hackeraggi improvvisati con una sola mano mentre si guida un gommone a tutta velocità e ci si scosta i capelli dagli occhi. Poi com’è che per raggiungere l’Amanda la prima volta ci hanno messo un giorno intero, poi Nolan fa andata e ritorno con tanto di visita all’ospedale in un paio d’ore al massimo?
    Ma far notare queste incongruenze di Revenge è come sparare sulla Croce Rossa e non ho intenzione di essere processata per crimini di guerra perciò la smetto.

    Condivido il sentimento generale, comunque: mi manca la prima stagione, mi manca Emily spietata che fa fuori i suoi nemici uno a uno, mi manca il vecchio Nolan (e lo screen-time che aveva); nella s1 pure i personaggi più deboli trovavano un loro spazio nell’economia della storia, mentre ora starli a guardare è tempo perso. Però questi ultimi episodi risollevano un po’ lo spirito della serie e perciò dello spettatore, speriamo bene per il resto di stagione.

    Rispondi

  15. Paola ha scritto:

    Anche Aidan non lo trovo così male, e soprattutto cesso no e poi no. Ma a questo punto in effetti, gli essenziali rimangono 4, 5 se proprio vogliamo metterci il bietolone Daniel, che non si può eliminare o la storia non sta i piedi, ma tra lui e Aidan non avrei dubbi..l’idea poi che Emily/ Amanda finisca con Jack non la trovo particolarmente avvincente. Possibile evitarlo? Povero baby, chi lo alleverà in un ambiente così traumatico? ( scusate la deviazione da psicologa infantile, ma ci ho subito pensato)

    Quoto tantissimo, soprattutto perchè sbavo sul british Aidan da quando l’ho visto a Revenge la prima volta…

    Rispondi

  16. ma non si può evitare un Emily/Jack. Gli autori si sono messi in testa che loro sono starcrossed lovers perché si amavano da bambini e bla bla e non mancano di rimarcarlo ad ogni occasione. Io trovo Jack intollerabile, vorrei che sparisse, ma la direzione del tutto è molto chiara. Poi la presunta fighitudine di Aidan è una questione personale (io quando lo guardo vedo un culo, ha proprio la faccia di un culo, ed è pure meno espressivo), ma aldilà di questo, Aidan non ha proprio alcun senso all’interno della serie. Sarebbe molto meglio che Emily tornasse con Daniel. Ma non perché mi piaccia l’attore (che poi non mi piace nemmeno), questi discorsi non li faccio da quando avevo 15 anni, ma perché così lei tornerebbe a inciuciare direttamente con i Grayson, a fingere, a manipolare più di quanto non faccia già. Altrimenti che guardiamo? una banale serie action (bad, bad action) in cui Emily e Aidan vanno in giro a fare fuori i cattivi? E allora sarebbe meglio chiuderla qui.
    che poi – cosa che non c’entra con quanto scritto sopra – mi dispiace che Amanda sia morta anche perché così viene meno il tema del doppio e della perdita di identità. Amanda Clarke si era materializzata in fakemanda, viveva di vita propria fino al punto di rubare la cosa a cui Emily teneva di più (Jack). Il doppio che si immedesima nella parte al punto di non distinguere più la realtà dalla finzione (l’affetto sincero per Charlotte). Potevano portare avanti questo discorso per un altro pò, ma come ho scritto sopra nel momento in cui ha dato un figlio a Jack, i suoi episodi erano contati. Sempre per la faccenda degli starcrossed lovers etc etc.

    Rispondi

  17. Daniela G. ha scritto:

    mi dispiace che Amanda sia morta anche perché così viene meno il tema del doppio e della perdita di identità. Amanda Clarke si era materializzata in fakemanda, viveva di vita propria fino al punto di rubare la cosa a cui Emily teneva di più (Jack). Il doppio che si immedesima nella parte al punto di non distinguere più la realtà dalla finzione (l’affetto sincero per Charlotte). Potevano portare avanti questo discorso per un altro pò, ma come ho scritto sopra nel momento in cui ha dato un figlio a Jack, i suoi episodi erano contati. Sempre per la faccenda degli starcrossed lovers etc etc.

    Ma infatti era molto meglio portare avanti il discorso del doppio e far morire Jack :)!

    Mi auguro davvero che non sia così scontato che Emily finisca con Jack…

    Nonostante l’idea degli starcrossed lovers, io non riesco proprio a vedere una persona complessa, tormentata e articolata come la protagonista vivere “happily ever after” con tale fessacchiotto!!!

    E di cosa parlerebbero tutto il dì :)??

    Che noia sarebbe…

    Poi penso che lui (sempliciotto com’è) non si sentirebbe mai a suo agio con Emily, dopo essere venuto a conoscenza di TUTTI i suoi intrighi, le bugie e manipolazioni.

    Riflessione estemporanea: il possibile finale di Revenge.

    I Grayson tutti in galera, l’Initiative pure, la figura di David Clarke riabilitata ed Emily finalmente soddisfatta?

    E noi saremmo contenti di un finale simile o sarebbe di una scontatezza immensa??

    Mah…

    Rispondi

  18. Andrea D. ha scritto:

    volevo solo dire che ho visto lo screencap e per un attimo ho pensato fosse ricominciato ringer XD

    Ahahaha xD

    Rispondi

  19. a me il secondo episodio è sembrato decisamente da FY,poi vabè gusti, la storia del bar, la più pallosa mai vista,si è ripresa alla fine solo perchè -è finita e ha avuto l’esito di :far morire fake amanda(solo a me ha ricordato titanic?vabhè sarò io XD),riportare emily contro i grayson.(e più incazzata che mai direi)
    victoria e co. sempre genialmente assurdi,fantastico il modo in cui si sono liberati di helen..e le prove sotto il letto??
    no davvero?cioè secondo il nuovo cattivone della potentissima initiative se io ammazzo qualcuno lascio le prove sotto il letto??ma ci credi davvero??
    per un futuro emily/jack ho i miei dubbi..lui è rimasto con la consapevolezza che lei, amanda(il suo ammmore sin dall’infanzia§)sia morta per proteggerlo…non sò se riuscirà a dimenticarla presto(personalmente avrei preferito che prima di schiattare lei gli rivelasse parte della verità,ma vabè)
    domanda bollente:ma quello è rimasto nell’armadio per le 24 H di sesso ininterrotto tra amanda e jack?ma solo a me questa cosa diverte da morire?XD
    ultima scemenza e chiudo: amanda muore per riprendere la collana e emily la butta in mare?(TITANIC)

    Rispondi

  20. adproperant ha scritto:

    1) Quando ricomincerà Emily a rovinare la vita degli altri presenti sulla foto della prima stagione, che lei puntualmente segnava con una bella X rossa?

    Sono d’accordo. Preferivo la struttura “schematica” di Revenge dei primi tempi e penso che sia stata proprio questa perdita di schematicità a far perdere per strada la narrazione.
    La morte di Amanda è stata una scena da occhio lucido (pur non nutrendo particolare simpatia per il personaggio), ma adesso il principale interrogativo è: non vorranno ripresentare l’inciucio tra Emily e Jack, nevvero?

    Rispondi

  21. Amanda doveva crepare per forza, un giorno o l’altro, perchè ci hanno fatto una capa tanta che Jack e Amanda erano bambini insieme e sono cresciuti insieme, e purtroppo una dura legge del cinema e delle serie tv è che gli innamorati bambini “devono” essere destinati a stare insieme.
    Solo che così è davvero troppo, troppo scontato. L’hanno tolta dai giochi troppo prematuramente, a parer mio, visto che a quanto pare ci sarà una terza serie.
    Spero che continuino con questa tensione, molto godibile, perchè in fondo tutti non vediamo l’ora che Emily riveli la verità sulla sua identità e, se gli autori non ci deludono, sarà una bomba.

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>