The Good Wife - 4x12 - Je Ne Sais What?

The Good Wife – 4×12 – Je Ne Sais What?

Ci sono un francese, un italiano e un tedesco al tavolo di una giuria (con un nero, a un certo punto, al banco dei testimoni!), e anche se non è l’inizio di una barzelletta, è tranquillamente uno degli episodi più divertenti, oltre che meglio strutturati, che The Good Wife abbia mai sfornato.

È quello che succede quando inviti a una festa Elsbeth Tascioni (la straordinaria Carrie Preston), togli Will dalla naftalina e proponi, come nella migliore delle tradizioni thegoodwifeiane, un caso che per la sua natura subdola e intricata ne genera un altro e un altro ancora, come una reazione a catena, una “ matriosca legale”, una spirale che a ogni giro coinvolge un nuovo personaggio.

Amo la continuity, non è un mistero, è il mio chiodo fisso e non solo perché quando uno show dimostra di avere una memoria a lungo termine mi sento preso un po’ più sul serio in quanto spettatore attento e maniacale, ma, soprattutto, perché trovo sia nella rappresentazione di relazioni causa/effetto sulla lunga distanza che il formato della narrazione seriale mostra il proprio potenziale e la proverbiale “marcia in più” rispetto ad altri media (su tutti, il fratello maggiore il cinema). Questo è facile da esprimere quando si ha tra le mani una solida trama orizzontale (un caso da risolvere o un avversario da sconfiggere), più sottile quando a fronte di una serie di episodi autosufficienti o solo debolmente collegati (come quelli che hanno caratterizzato questa quarta stagione) questa “memoria” fa sì che i personaggi raccolgano ciò che hanno seminato — nelle settimane, nei mesi, addirittura negli anni passati.

È il caso di Peter, i cui pregiudizi razziali sono infine smascherati dopo che per intere stagioni inconfessabili sospetti di politically incorrectness hanno adombrato l’immagine di quella sinistra liberal e un po’ radical chic che tanto Peter quanto la serie stessa rappresentavano (lampante il gioco metatestuale: la serie fu al centro di polemiche non del tutto campate per aria nel periodo in cui sembrava che ogni nero che metteva piede sul set — gli insopportabili Matan, Julius, Dana Lodge e Wendy Scott-Carr — dovesse rivelarsi un cattivo). Raccogliere ciò che si semina dicevamo: qualcuno finalmente ci ha fatto caso all’interno della serie ed è pronto ad usarlo contro di lui.

Ed è il caso, soprattutto, di Elsbeth Tascioni, sorta di super-avvocato (nella lontana seconda stagione Canning spiegava ad Alicia il divario che li separava, nell’esercizio dell’avvocatura, dicendo «You were math, I was advanced trigonometry»; quando penso alla Tascioni, sono sempre più sicuro che lei sia rocket science) specializzata nel tirare fuori dai casini più o meno mezzo cast: non c’è da stupirsi che mezzo cast sia pronto a farsi in quattro per lei, ora che i suoi approcci poco ortodossi, l’apparente ingenuità e la generale weirdness le si ritorcono contro fornendo il pretesto per un arresto e una valutazione psicologica volti a tenerla lontana dalle aule.

Registicamente, avrei fatto anche a meno della scenetta, ogni volta, in cui il personaggio di turno si blocca e dicendo fra sé e sé «Elsbeth Tascioni ha bisogno d’aiuto???», molla tutto e corre in suo soccorso, ma sono io che non sopporto i momenti troppo cheesy; emotivamente, ho trovato tenerissima, nella sua stupidità, la scena in cui Elsbeth attraversa il campo da corsa a piedi nudi, ignora completamente i giudici e abbraccia Will e Diane, ma sono io che ho un’infatuazione per lei. E a tal proposito, lascia ben sperare la conclusione dell’episodio: che averla come regular (o comunque come recurring più… ricorrente) sia la formula per resuscitare la storyline di Eli? Perché a questo punto, coi livelli di CHISSENEFREGA che ha raggiunto la faccenda (e lo dico con la morte nel cuore: Eli era il mio personaggio preferito della prima stagione), o la Tascioni o Lourdes.

Caso & giudici della settimana sono la ciliegina sulla torta di un episodio già perfetto ma farei un grave torto alla serie non applaudendo, come sempre, l’ingegnosità con cui riescono ogni volta, gli autori, a mostrarci un lato che ignoravamo dell’universo legal: da una parte l’incubo burocratico in cui Elsbeth rimane intrappolata, smaltito dal giudice Politi (quella faccia da Soprano di Vincent Curatola) con un fulminante «When the law is an ass, someone has to kick it»; dall’altra l’inedita Court of Arbitration for Sports (CAS) con sede improvvistata sugli spalti di una pista da corsa (che mi ha molto ricordato l’assurdo tribunale scolastico a bordo piscina di Community) e commissione multinazionale (notare il giudice italiano che guarda le gambe di Kalinda: purtroppo da certi stereotipi proprio non si sfugge) dalle regole atipiche (cioè svizzere) ma dall’ego sensibile: basta una Diane francofona per far dimenticare al giudice Villapique (a proposito, ecco un altro personaggio che rivedrei volentieri) la sua avversione per gli americani, per Will e, inspiegabilmente, per Rambo.

E Alicia, in tutto questo? Alicia ormai è così in pace con sé stessa che si fa una sveltina con Peter e non le importa neanche più di essere la protagonista della serie. Ed è per questo che la adoriamo.

Andrea D.

Ex artista, ex supereroe, ex allenatore dei Los Angeles Lakers. Scrive su Serialmente da parecchio tempo.

53 Comments

  1. Decisamente uno dei migliori episodi della stagione, mi piace quando TGW va a infilarsi in situazioni legali lontane dal solito, e mi ha divertito moltissimo, come sempre, Will pesce fuor d’acqua (ma sono solo io o anche il francese di Diane era pessimo?).
    E sono contenta che abbiano tirato fuori la questione razziale, perché stavo iniziando a pensare che se ne fossero dimenticata, e che abbiano fatto tornare Geneva. Alla fine Peter è un pessimo SA perché non gliene può fregare di meno dell’ufficio e pensa solo alla sua campagna elettorale, la moglie gli dice di assumera una e lui lo fa, promuove gente perché gli sta simpatica, manda Wendy Scott-Carr allo sbaraglio perché gli sta antipatico Will, e quando la situazione diventa imbarazzante la manda via dandole tutta la colpa… Ma sta iniziando a farmi un po’ pena perché ho la sensazione che le sue speranze su un ritorno con Alicia stiano aumentando di giorno in giorno e invece lei non sta pensando a lungo termine, ma solo al presente.

    Rispondi

  2. Quando ho finito di vedere questo episodio ho pensato: certo che la leggerezza, quando esce bene, è proprio una gran cosa! Mi sa è che è scontato, ma sì sì, proprio divertente questo episodio, con un gran ritmo… e poi come si fa a non stare dalla parte di quell’adorabile diabolica svampita. Eli, ingaggiala di corsa, che siamo tutti contenti, e magari la L&G potrebbe associarla, visto che la ragazza, alla fine della fiera, la pagnotta la porta sempre a casa, e così usciamo dalla crisi con un po’ di verve, invece che con la pesantezza degli ultimi tempi! I giudici, poi, credo volutamente stereotipati (tanto che l’italiano è ovviamente il più porco) sono proprio simpatici.
    Così come mi è parsa molto più simpatica Alicia con le visioni mattutine, piuttosto di quella che rimpiangeva il cicchetto pomeridiano e solitario in attesa del ritorno degli insopportabili figli. E di che si trattava? Ricordi? O fantasie ? In ogni caso, in my opinion, col piffero che era il marito! (ma io sono di parte, visto che quello non lo sopporto).
    E poi non so se è solo un’idea mia, ma la scena di Alicia appiccicata al muro con Peter mi ha un po’ ricordato quella di Alicia sempre appiccicata ad un muro con Will, quasi a sottolinearne le differenze. Insomma mi è parso che mentre Alicia e Will scopavano e basta, in Alicia e Peter c’è sì la componente sex ma forse è ancor prima una prova di forza, un esercizio di potere. E non so dove Alicia trovi più soddisfazione, ma il fatto che possa stare in tutte e due le situazioni mi pare cmq un buon cambiamento rispetto all’inizio, e visto che non posso avere la mia protagonista arrovellata e appassionata, magari datemela un po’ eversiva. Insomma Alicia, dai una botta di qua e una di là, e allora sì che diventi il mio mito incontrastato…vabbé, lo so, ho esagerato, un po’ fuori dal personaggio, ma il lato divertente di questo episodio mi ha ispirato.

    Rispondi

  3. a me non è piaciuto tantissimo questo episodio… mi sembra che stiano talmente perdendo idee che l’unica soluzione sia quella di cercare necessariamente il caso più assurdo e particolare (ma che alla fine non è stato per niente convincente). sono stata una grandissima fan delle prime serie, non mi sono persa una puntata, ma questa 4a serie non riesce a prendermi. la trama orizzontale c’è, è vero, ma non è interessante…sinceramente poco mi importa delle accuse di razzismo nei confronti di peter e delle implicazioni che possano avere sulla sua campagna, forse perchè trovo assolutamente inutile dare tutto questo risalto alla campagna in sè…
    io avrei dato un MEH alla puntata… fuck yeah mi sembra troppo… e lo dico a malincuore!

    Rispondi

  4. Che bello, una puntata di The Good Wife che spacca senza se e senza ma. Diane e le parole in francese messe al punto giusto per sedurre il giudice, LOL.

    Rispondi

  5. In questa puntata c’è così tanto WIN che non si sa da dove cominciare.
    Vogliamo la Tascioni come regular, ora, subito.
    Diane, ti prego, parlaci ancora in francese you sexy beast.
    Alicia e le sveltine. Amo. Diciamocelo, liberarsi di tutte quelle pippe mentali sui sentimenti e passare all’action è un sollievo.
    Spero che l’accoppiata Eli+Tascioni ci porti tante soddisfazioni. Per ora grandi premesse.
    Fuck Yeah al cubo per quest’episodio.

    Rispondi

  6. Puntata F-A-N-T-A-S-T-I-C-A.
    1) Adoro la Tascioni, porta una ventata di allegria e di stranezza che non si può non adorarla. E col fatto che diventerà l’avvocato di Eli, mi aspetto GRANDI cose dall’interazione tra i due (per dire, a me Eli piaceva da matti quando aveva a che fare con Becca la smorfiosetta).
    2) Ecco cosa mi ricordava il tribunale in pista, COMMUNITY! The Good Wife va amato alla follia solo per questo. Saper trovare sempre casi diversi, tribunali diversi, procedure diverse. L’attenzione al procedural è da 10 e lode.

    The Good Wife si conferma essere una delle migliori serie in circolazione.

    Rispondi

  7. Ahaha, anche a me ha ricordato tantissimo Community quel tribunale!

    Bellissima puntata. La trama di Eli ancora non decolla purtroppo, speriamo che questa sia la svolta.

    Rispondi

  8. tra l’altro l’attore italiano, che si chiama Ciccone -_-”, è Vincenzo Amato, che ha lavorato con Crialese per Nuovomondo e Respiro e che sembra ormai specializzato in comparsate nelle serie americane (Damages, Pan Am, Gossip girl…)

    Rispondi

  9. @ Antonio Varriale:
    invece il giudice Villapique faceva il Maestro di Veda in Mildred Pierce

    Rispondi

  10. Puntata vincente, condivido tutto. Ma il francese di Diane è inascoltabile XD

    Rispondi

  11. Certi episodi di TGW dovrebbero prescriverli come antidepressivi.
    Ci saranno anche stati momenti di bassa ma l’impianto è ancora decisamente solido – alla fine mi pare che quando cade cade sull’intreccio, sulla gestione di storie a lungo termine, ma ha fatto un così buon lavoro sui personaggi – principali e secondari – che ha quasi sempre il culo parato, non c’è verso.

    Rispondi

  12. Anche a me l’episodio è piaciuto tantissimo. In primo luogo perché ho riso tutto il tempo – e ogni tanto ci vuole. Ho adorato Elsbeth, ho trovato Will in grande spolvero e Diane meravigliosa. Ma la puntata ha anche una serie di spunti interessanti per la trama orizzontale. Innanzitutto gioisco del fatto che la vicenda del pregiudizio razziale di Peter sia stata recuperata: se gli fanno un mazzo così se lo merita. Alicia che usa Peter come oggetto sessuale mi piace, dopo il cesto di lumache che le ha fatto in testa penso sia questa la sola considerazione che merita. Inoltre per il tipo di approccio che sta dimostrando lei non vedo molto spazio per un riavvicinamento “amoroso” tra di loro, e anche questo mi piace. Ho visto un parallelismo con la storia con Will non solo nel vedere Alicia e Peter appiccicati al muro (ma con Will era meglio!), ma soprattutto quando Peter cerca di capire cosa significhi tutto questo nell’ambito della loro relazione. Anche Will ogni tanto ci provava, ma lei non aveva voglia di rispondere, e non ha voglia neanche adesso. Prima della fine della serie magari le verrà di nuovo voglia di un coinvolgimento sentimentale, e allora vedremo cosa accadrà. Elsbeth avvocato di Eli suona grandioso!

    Rispondi

  13. Mi sa di essere l’unica voce scettica per quanto riguarda questa puntata. Quando avevo visto il trailer mi aveva ispirato, ma alla prova dei fatti per me è un meh.
    In particolare, TGW mi è sempre piaciuto perché rappresentava la parte legal in modo piuttosto autentico rispetto al diritto americano, mentre la procedura del CAS è rappresentata in modo che definirei quantomeno grossolano. Non mi è neache piaciuto troppo lo stratagemma della caricatura degli europei, perché è proprio così che gli americani ci vedono. L’americano avvocato medio è come Will, ritiene che tutto ciò che non sia made in US sia “assurdo” (e qui si potrebbe aprire una parentesi enorme sul sistema americano..).
    Alicia in tutto ciò, a parte il daydreaming che mi è piaciuto (e no per me non è Peter), non mi piace il fatto che la veda così fretta, quasi un automa nei confronti di Peter.

    Rispondi

  14. sinceramente ho perso un po’ la passione per la serie. mi è piaciuta come sempre la tassiooni, spero anch’io che rimanga un po’ più stabile: un po’ d’aria fresca!
    e peter comincio a sopportarlo un po’ di più, così insicuro sia nella campagna che con alicia.

    Rispondi

  15. ragazze/i, magari sbaglio ma non credo che il daydreaming di Alicia a inizio episodio sia da intendere come una sfida a indovinare chi è l’amante misterioso. non c’è nessun amante misterioso. è Alicia che ha voglia di scopare — più elegantemente, Alicia che ha voglia di qualcosa di più eccitante/avventuroso che preparare i pancake per i figli — e per quello va bene chiunque (e Peter è quello che rappresenta meno complicazioni). personalmente l’ho vista come una sostanziale affermazione di sé, l’ennesima prova dell’avvenuta evoluzione del personaggio, non più una donna che soffre per le corna dell’uomo che amava o che rincorre fantasticherie postadolescenziali sul love interest dell’univeristà. ora è un’adulta, autosufficiente, che basta a sé stessa, che non aspetta l’uomo dei sogni che la “completi” perché è già completa. ha uno sfizio e se lo toglie.

    Rispondi

  16. Applausi alla recensione (e all’episodio, ça va sans dire) (pun intended)
    Siobhan ha scritto:

    ma sono solo io o anche il francese di Diane era pessimo?

    Il mio francese è mooolto arrugginito, ma credo di ricordare abbastanza da poter dire che l’accento di Diane era agghiacciante, veramente innaturale :D

    Rispondi

  17. The Good Wife riesce anche stavolta a stare al passo con la realtà: i riferimenti alle rivelazioni su Armstrong ci sono tutti ( e ho visto anche qualcosa di Schwazer??).

    Solo io penso che da quando Will è rientrato dalla sospensione non riesce proprio ad ingranare? Anche stavolta ha dovuto chiamare in suo aiuto Diane che ha sbaragliato nella sua performance in francese. Vedo Will un pó fiacco…

    Passando alla scena di Alicia e Peter l’unica cosa che ho trovato esilarante è stata la faccia di Eli quando sente gli inequivocabili rumori e il suo stupore nel vedere Alicia che esce dal camper e dice: ” Just the Wife!” A me Peter in questa scena mi è sembrato veeeeecchio!!!

    Spero che nella prossima puntata ci diranno di più su Canning, non capisco perchè in questa puntata abbiamo ignorato completamente la notizia che in ogni caso avrebbe dovuto scuotere lo studio.

    See you…

    Rispondi

  18. Vedo con grande giubilo che la mia preghiera nel commento alla precedente recensione è stata accolta. E giuro che non era spoiler. Questa è la cosa più importante della puntata (per chi non avesse voglia di andarsi a cercare la mia preghiera, ovvero tutti, supplicavo Eli di assumere la Tascioni). Per il resto concordo con la recensione e con il Fuck Yeah, faccio solo notare un paio di cose che non mi sono piaciute che non sono state scritte, oppure hanno avuto poco spazio. Prima di tutto la risoluzione del caso. Non metto in dubbio che giochetti del tipo “squalifico un tedesco pur non avendo prove conclusive perchè il secondo era francese e io, presidente di giuria, sono francese” siano anche abbastanza plausibili. Non penso però che possano cambiare il giudizio di un altro caso sulla base di un battibecco nazionalistico. Mi è sembrato tutto un po’ macchiettistico. In secondo luogo, come già detto, sia benedetta la Tascioni, a patto che non spingano troppo sull’acceleratore con la sua weirdness. Fa parte del personaggio ed è ciò che la rende adorabile, ma è anche stato sempre chiaro che in parte la bizzarria era voluta, come parte del gioco (quasi una sorta di Nancy Crozier simpatica) e anche quando non era voluta, la Tascioni aveva sempre avuto una strategia razionale in testa. Cosa che, evidentemente, aveva anche qui, ma a me per lunghi tratti mi è sembrata matta e basta invece. Ultima cosa lo sguardo del giudice italiano a Kalinda, questo citato in recensione. Veramente uno stereotipo non da good wife mi verrebbe da dire, anche se a volte anche lui è caduto in quete bassezze purtroppo.

    Rispondi

  19. Mattia823 ha scritto:

    Ultima cosa lo sguardo del giudice italiano a Kalinda, questo citato in recensione. Veramente uno stereotipo non da good wife mi verrebbe da dire, anche se a volte anche lui è caduto in quete bassezze purtroppo.

    Anche io avevo notato questa cosa di una bassezza incredibile.

    Rispondi

  20. Angela ha scritto:

    Solo io penso che da quando Will è rientrato dalla sospensione non riesce proprio ad ingranare? Anche stavolta ha dovuto chiamare in suo aiuto Diane che ha sbaragliato nella sua performance in francese. Vedo Will un pó fiacco…

    Si chiama “sindrome del non sappiamo più cosa fargli fare da quando non muore più dietro ad Alicia e non sta per andare in prigione” :/

    Rispondi

  21. genio in bottiglia 22 gennaio 2013 at 20:12

    @ Mattia823:
    Piaccia o non piaccia, si tratta della percezione che il resto del mondo ha di noi, in Italia non si ha idea di quanto male siamo percepiti all’estero ormai. E comunque noi almeno siamo quelli simpatici, il francese è stato rappresentato come un “rosicone” senza pari.

    Rispondi

  22. Io sono d’accordo più con genio in bottiglia che con Angela. Sarà stereotipo ma non è che negli ultimi anni non ci abbiamo messo del nostro per dare un’immagine pubblica di impresentabili puttanieri. E poi l’italiano con la sua occhiatuccia diretta ne esce molto meglio del francese presuntuoso, peraltro pure lui cascamorto con Diane , e soprattutto scorretto. Su will non concordo, non mi è parso moscio, faceva la sua parte secondo me, quella del ragazzone americano avvocato..e mica lo potevano far parlare in francese, non ci diceva per niente!

    Rispondi

  23. Oleeee, avevamo tutti ragione: Miss Tascioni rappresenterà Eli!! Io AMO gli autori della Good Wife!!!!!
    E ho amato questa puntata!! Intrigante, divertente, l’ennesimo cambio di tribunale… E poi c’è Diane che parla in francese, la campagna di Peter sempre più interessante, un George O’ Malley pain in the ass… WOW!

    Voto: 4 stelle ½. E ora ridateci Kresteva, che voglio vedere questa campagna decollare del tutto!!

    P.S. Eh vabbè, ora tutti si lamenteranno che non c’era Cary, ma a me non è mancato! Mi è mancato di più il trust fundee!!

    Rispondi

  24. Chiara Lino ha scritto:

    Applausi alla recensione (e all’episodio, ça va sans dire) (pun intended)
    Siobhan ha scritto:
    ma sono solo io o anche il francese di Diane era pessimo?
    Il mio francese è mooolto arrugginito, ma credo di ricordare abbastanza da poter dire che l’accento di Diane era agghiacciante, veramente innaturale

    Ah ecco non me l’ero immaginato. Capivo tutto ciò che dicevano i tre tizi e poi con Diane non capivo nulla, dava proprio l’impressione di aver imparato le battute a pappagallo.

    Rispondi

  25. linda ha scritto:

    Io sono d’accordo più con genio in bottiglia che con Angela. Sarà stereotipo ma non è che negli ultimi anni non ci abbiamo messo del nostro per dare un’immagine pubblica di impresentabili puttanieri. E poi l’italiano con la sua occhiatuccia diretta ne esce molto meglio del francese presuntuoso, peraltro pure lui cascamorto con Diane , e soprattutto scorretto. Su will non concordo, non mi è parso moscio, faceva la sua parte secondo me, quella del ragazzone americano avvocato..e mica lo potevano far parlare in francese, non ci diceva per niente!

    Io intendevo in generale, non solo in questa puntata.
    Converrete con me che ne esce un pó da sfigato,parte in quarta per fare la difesa e poi si smonta quando non capisce una cippalippa di quello che dicono. Il Will strafigo del so-tutto-io e vinco tutte le cause da solo non lo vediamo da un pó. D’altronde l’abbiamo detto anche nella recensione della puntata precedente dove viene “battuto” da Cary.

    Rispondi

  26. Allora: Tascioni 10 e lode e su questo concordiamo tutti: geniale, meravigliosa simpaticissima. Io la trovo strepitosa quando continua a dire ad Alicia e Diane che sono elegantissime. Vero, ma quanto più fredde e alla fine forse meno intelligenti! e forse anche meno serene. Tascioni rappresenta l’apparente mediocrità che in realtà è geniale, e pure appagata, un po’ alla tenente Colombo per intenderci. E vai col difendere Eli, che pure è un personaggio che io invece amo molto e che fa un bellissimo mestiere. Eli dà anche dei punti a quello scemetto che gli hanno messo accanto con l’aiuto del buon Zach, che poi tanto stupidello quindi non è. No, la sveltina di Alicia io la trovo triste, ancora con quel bolsone; classica scopata reattiva, e scommetto dieci a uno che la fantasia erotica iniziale aveva per protagonista Will, ma ancora non si deve sapere..e quante ne abbiamo fatte donne di sveltine così improbabili? ma che solitudine..Ma si sa che io sono una Willicia da sempre e ancora lo rimango..svegliati Alicia. Buono il riferimento al razzismo di Peter mascherato da democraticità, e su questo gli americani non scherzano avendo Obama Presidente..e vai così! grandiosi,anche nei confronti della spocchia europea, mi spiace, soprattutto francese ça va sans dire, e come dar loro torto..nonostante io parli e adori il francese almeno come l’inglese..e che francese terrificante Diane!Assolutamente incomprensibile, però col giudice french la vedrei bene..avete notato l’occhiata di soddisfazione di lui?
    Tutto bene, bello soprattutto per Tascioni che è uno spasso alla prova del test psichiatrico ( e siamo alla scontato ma sempre intrigante rapporto tra genio e follia-vedi Homeland) se pure qui declinato non in maniera tragica. Almeno fino a ora..io spero Tascioni rimanga e allora vedremo, chissà. Unica nota stonatina Alicia: qui appiattita su di una tenerissima e brillante Tascioni ( anche a me ha commosso la scena dell’abbraccio con Will e Diane) e un po’ impoverita dalla sveltina. Ok, niente di grave legittima ma penso si meriti di più. Così elegante poi, come direbbe Tasssioni ( avete notato come la pronunciano?)!

    Rispondi

  27. Anche secondo me la visione era riferita a Will(aveva la stessa sottoveste di quando sono rimasti a dormire in hotel la prima volta) e sono convinta che si sia tolta lo sfizio della sveltina con Peter perché solo con lui in questo momento poteva soddisfare la voglia. Non avrebbe mai potuto chiederlo a Will così apertamente, non è da Alicia.

    Rispondi

  28. Chiara Checcaglini ha scritto:

    @ Antonio Varriale:
    invece il giudice Villapique faceva il Maestro di Veda in Mildred Pierce

    Grazie cara. Mi stavo arrovellando il cervello!

    Ah, altro che barzelletta sull’italiano, il francese e lo svizzero se si parlasse in un telefilm di come funziona la giustizia sportiva in Italia… Bravi gli autori a stare sempre sul pezzo.

    La Tascioni ed Eli Gold insieme? Ci sarà da divertirsi…

    Bene così!

    Rispondi

  29. Menomale che non sono la sola ad aver notato la fantasia erotica all’inizio, anche secondo me c’è di mezzo Will a me ricorda il famoso sogno fatta da Alicia non in quale puntata forse la 2×09? may be, e li “l’oggetto” del desiderio era certamente Will, credo che Peter sia stato solo un misero surrogato.
    Puntata gradevole un pò macchietta, è vero che noi italiani siamo percepiti così all’estero però che noia da TGW mi aspetto di più

    Rispondi

  30. Sarò l’unica ma la sveltina di Alicia con Peter nel camper mi ha fatto proprio tristezza e forse anche qualcosa di peggio, ma non mi voglio esprimere. Più che un evoluzione/emancipazione del personaggio mi sa tanto di una cosa squallida e veramente senza senso. Sarà che per me evoluzione ed emancipazione sono lontane anni luce da sveltine et similia.
    Tutto il resto invece l’ho trovato molto buono e divertente.

    Rispondi

  31. Grimilde ha scritto:

    Più che un evoluzione/emancipazione del personaggio mi sa tanto di una cosa squallida e veramente senza senso. Sarà che per me evoluzione ed emancipazione sono lontane anni luce da sveltine et similia

    so già che mi pentierò di essere entrato in argomento, ma… perché?

    Rispondi

  32. Scusate, posso fare una domanda tecnica che vi sembrerà sicuramente stupida, ma la faccio lo stesso, dato che io sono completamente ignorante sulle dinamiche delle serie tv, e quel poco che so l’ho imparato grazie a voi.. così ne approfitto.
    Ho capito che questa serie, come mi pare succeda spesso, ancora non si sa se sia stata rinnovata o meno, e siamo oltre la metà degli episodi. Ma questo che vuol dire? Non lo sa il pubblico o non lo sanno nemmeno i produttori/sceneggiatori? E se è vero il secondo caso, che fanno ? Scrivono fin dall’inizio in anticipo sceneggiature multiple definite e complete o le aggiustano in corso d’opera?…se ho fatto domande che non potevo fare, mi scuso.

    Rispondi

  33. linda ha scritto:

    Ho capito che questa serie, come mi pare succeda spesso, ancora non si sa se sia stata rinnovata o meno, e siamo oltre la metà degli episodi. Ma questo che vuol dire? Non lo sa il pubblico o non lo sanno nemmeno i produttori/sceneggiatori? E se è vero il secondo caso, che fanno ? Scrivono fin dall’inizio in anticipo sceneggiature multiple definite e complete o le aggiustano in corso d’opera?…se ho fatto domande che non potevo fare, mi scuso.

    Ciao Linda :) non vergognarti mai di fare domande, noi ADORIAMO spiegarvi come funzionano le cose e dare così un senso alla quantità di nozioni inutili che abbiamo accumulato nel tempo!
    Purtroppo la mia risposta non ti piacerà: la maggior parte delle volte né pubblico né sceneggiatori sono a conoscenza del destino di una serie, che si risolve spesso all’improvviso o a episodi già completamente girati. Di solito si sa in anticipo se ci sarà una conclusione, concordata con la produzione e il network di riferimento, ma per quanto riguarda le cancellazioni sono improvvise per tutti e spesso ci lasciano con un prodotto incompiuto.
    Spero di aver soddisfatto la tua curiosità :)

    Rispondi

  34. Grazie davvero per la risposta !
    E sì, in effetti non mi piace tanto, anzi mi pare terribile…la cancellazione è tremenda. Capisco le dure leggi del business, ma insomma così non si fa! Ma chissà quante volte lo avrete detto.
    Certo che così mi viene un certo nervo e anche tutti gli arrovellamenti sulle evoluzioni/emancipazioni dei personaggi, che passino dalle sveltine o dai grandi amori, mi diventano maledettamente fini a se stesse. Uffa, I need a plane.

    Rispondi

  35. @ Andrea:
    E’ una cosa ovviamnete personale. Secondo me è avvilente sia per un uomo che per una donna sia chiaro copulare così solo come se fosse un mero bisogno fisico e stop, cosa che tra l’altro io e sottolineo io, non considero tale. La trovo una cosa squallida, ma ripeto è una mia opinione. Non credo che l’emancipazione della donna in tal senso sia stata una così grande conquista. Il sesso fine a se stesso non lo trovo un proghedire ma piuttosto un regredire. Per questo ho così commentato. Poi ognuno con la sua “roba” fa quello che vuole con chi vuole e come vuole, per fortuna non siamo tutti uguali. Tutto qui. Spero che non sarai pentito di aver chiesto e di essere stata esauriente. :)

    Rispondi

  36. @linda: vedila dal lato positivo, questo show è riuscito a resistere già per quattro stagioni sulla CBS!

    @grimilde: secondo me ognuno può rapportarsi al sesso come gli pare, però trovo sbagliato giudicare un’altra persona (o in questo caso un personaggio) come “squallida” perché decide di rapportarcisi in modo diverso dal nostro. È una cosa estremamente personale.
    Nel caso di Alicia poi la situazione è talmente complicata… non penso abbia per il momento intenzioni di tornare con Peter, ma che abbia sentimenti per lui è indubbio. Che si sia voluta togliere uno sfizio è pur sempre indubbio, ma non è che è andata col primo che passa (ma anche se fosse, per me non ci sarebbe niente di male). Tutto ciò sempre IMHO e senza voler fare polemica. :)

    Rispondi

  37. @Siobhan
    però ognuno di noi può esprimere le proprie opinioni e dunque Grimilde ha diritto di dire che lei, e io mi trovo d’accordo, trova squallido e avvilente il comportamento di Alicia, questo naturalmente senza nessuna polemica ;)

    Rispondi

  38. Veramente Grimilde già io avevo detto che la scopata reattiva ( in questo caso credo, al desiderio per Will), la trovavo squallida. in generale, e in specifico nel caso della mia eroina, da cui da tempo mi aspetto una affettività che non vedo più. Dopo di che, è ovvio che ognuno fa nella vita fa quel che gli pare, anche una donna, e il mio giudizio non è morale, ma esclusivamente psicologico. E’ collocato nel contesto della narrazione, e nel caso di Alicia mi sembra stiano tirandola per le lunghe con la sua sessualità parziale per prolungare il brodo..da qualche parte andranno, spero, prima della conclusione. O magari in caso di rinnovo, rinviano ulteriormente..mah. O dentro o fuori con Peter, per esempio, e possibile che una donna del genere non conosca mai nessun altro? Piuttosto improbabile, peraltro.

    Rispondi

  39. raffaella ha scritto:

    @Siobhan
    però ognuno di noi può esprimere le proprie opinioni e dunque Grimilde ha diritto di dire che lei, e io mi trovo d’accordo, trova squallido e avvilente il comportamento di Alicia, questo naturalmente senza nessuna polemica

    E quindi? Non ho detto che non può dirlo, ho detto che secondo me è sbagliato giudicare il comportamento altrui anche se non ci si comporta allo stesso modo nella propria vita personale, senza fare del male a nessuno (sono due adulti consenzienti). È una cosa che non capisco, e se Grimilde o chi ha la sua stessa idea volesse spiegarlmelo sarei felice di stare a sentire . Sinceramente trovo che l’unico commento che voglia fare polemica sia il tuo.
    Cioè poi il marito l’ha cornificata in tutti i luoghi e in tutti i laghi e c’è ancora gente che li vuole vedere insieme, però se scopano senza parlarne per ore è una cosa squallida. Boh, ripeto, non capisco. Fine ;)

    Rispondi

  40. ManuSupertramp 26 gennaio 2013 at 00:32

    In ritardo, ma arrivo. Avete detto tutto, quindi mi accodo agli estimatori di questo episodio, che è stato una boccata d’ossigeno: divertente e sempre di strettissima attualità.
    Concordo con chi ha detto che Will da quando è tornato non “figheggia” più, in questa quarta stagione si contano più le batoste che le vittorie. Parte sempre in quarta, bello convinto, e poi viene surclassato (da Amanda Peet, da Cary, dalle barriere linguistiche). Però ha la pellaccia dura e alla fine, anche se arranca, ne esce sempre vincitore, come in questo episodio quando becca l’avvocato dell’accusa e i giudici a non usare i formalismi che poco prima loro stessi gli avevano contestato. E poi è stato molto autoironico: i suoi innumerevoli tentativi di dire “monsieur le president” erano quasi commoventi!
    Diane che risponde in francese a Will al telefono mi ha fatto cappottare dalle risate: amo quella donna, anche se la sua pronuncia è tremenda potrei ascoltare una sua arringa in francese per ore :D
    La Tascioni si rivede sempre volentieri, anche se è un personaggio che va bene a piccole dosi, speriamo non esagerino con la sua stramberia.
    Ah già, c’era anche Alicia. E’ stata un po’ nelle retrovie, ma almeno sappiamo a cosa le serve avere ancora un marito: in caso di voglie improvvise, andare a letto col proprio consorte è la scelta più astuta. Voto alla passione espressa dai due nella scena di sesso: 0. Il rimando alla scena simile fra Alicia è Will è evidente, solo che lì i due avevano preso un 10 e lode. Sulla questione sogno mattutino di Alicia mentre fa i pancakes: le scene sono evidentemente quelle riciclate dal sogno della stagione 2 (c’è crisi…), quindi era per forza Will (anche perché la panza di Peter avrebbe invaso il teleschermo, quel bel corpicino è di Josh -emoticon con occhi a cuoricino-) ma la mia interpretazione del suo pensiero è che avesse voglia di una tranquilla ciulatina senza ripercussioni, e per questo Peter poteva fare giusto al caso suo in quel momento.

    Rispondi

  41. @ Siobhan
    francamente non vedo cosa ci sia da spiegare a me sembra tutto molto chiaro e, sei libera di non crederci, ma io non voglio fare assolutamente della polemica, detto questo non aggiungo altro e, per me, la questione è chiusa.
    baci a tutti ;) :)

    Rispondi

  42. Siobhan ha scritto:

    raffaella ha scritto:

    @Siobhan
    e se Grimilde o chi ha la sua stessa idea volesse spiegarlmelo sarei felice di stare a sentire . Sinceramente trovo che l’unico commento che voglia fare polemica sia il tuo.

    Non lo so, ma mi sembrava di averlo chiaramente spiegato ad Andrea, ma se vuoi ti ripeto il concetto. Facendo però prima una premessa. Sei tu che giuduchi la mia idea che differisce dalla tua, non lo solo la giudichi ma non riesci ad accettarla. Ho spiegato a toni chiari e precisi che un mio modo di vedere le cose e che non ho paura di esprimere, poi se non l’acccetti il problema è tuo che non sai rapportarti con vchi non la pensa come te. Fare sesso tanto per dare sfogo ad un instinto a me fa tristezza e non smetterò di dirlo perché tu o qualcun’altro non lo condivide, perchè non mi interessa farvi cambiare idea ho solo espresso un mio parere su una questione, stop. A differenza tua non dico che ciò che tu dici, che è l’esatto contrario di ciò che dico io è sbagliato, anzi ho detto che ognuno poi è libero di fare come vuole con il suo corpo e con la sua vita. Mi spiace creare sempre discussioni chilometriche estenuanti ed inutili perché a volte la penso in modo differente dalla maggioranza, ma questo, mi dispiace per voi non mi fermerà MAI dall’esprermirmi ogni qual volta avrò voglia di farlo.
    Spero di essere stata chiara ed esauriente altrimenti chiedi pure.

    Rispondi

  43. Eh eh direi che Manu ha sintetizzato tutto egregiamente e sedato eventuali conflitti..per cosa poi? Purtroppo non siamo noi che abbiamo conosciuto nè Josh nè Peter…(uno per il sex appeal, e qui intendo Charles e l’altro per il potere e qui intendo Peter, se no…..)

    Rispondi

  44. La vita sentimentale di Alicia….
    Lacia Peter perchè se la fa con le squillo (giustamente). (Season 1)
    Occasionalmente copulano (capita).
    Si mette con Will solo dopo aver scoperto di Peter e Kalinda (tutti si scopano tutti, ora è il mio turno, via i sensi di colpa) (Season 2/3).
    Lascia Will a causa di Grace (tra una scopata e l’altra ho smesso di essere una buona madre e mia figlia si è convertita…ritornano i sensi di colpa). (Season 3)
    Ritorna a fare sesso con Peter perchè la mamma non approva (mia madre è una stronza e dunque non può che aver torto, quindi dimostriamoglielo…e fan…ulo lei e i sensi di colpa). (Season 4)
    Ed ora è nella fase, non mi interessa perchè e per come, lo faccio perchè mi va e perchè tutti pretendono di sapere meglio di me cosa è meglio per me.
    Tutto questo mentre per quattro anni rimane ufficialmente sposata con Peter.
    In più, in quattro anni due uomini. Sempre gli stessi due a seconda della stagione, con i quali bene o male c’era già una legame sentimentale e dunque si giocava sul sicuro.
    L’unica cosa che manca alla vita sentimentale/sessuale di Alicia è la varietà e il coraggio.
    Conclusione: Alicia non è una santa nè perfetta, come il 99,9% del genere umano.

    Rispondi

  45. Ancora una volta i cattivi sono i francesi!!!!!XD

    Rispondi

  46. @ Alex: almeno non erano i neri XD

    Rispondi

  47. puntata fantastica!!! sono morto dalle risate , soprattutto con diane che parlava metà in inglese e metà in francese!

    Rispondi

  48. elisabeth tascioni FOR PRESIDENT , la migliore guest star di tutta la serie!!!

    Rispondi

  49. Devo essere una cattiva spettatrice di serie TV, perché se mi tolgono ciò che più conta per me, perdo del tutto l’interesse. TGW ha guastato in modo inspiegabile il personaggio così affascinante di Kalinda e l’altrettanto interessante sua relazione con Cary, e non dà segni di volersi rifare in nessun modo di questi due gravi errori. E io sto perdendo del tutto interesse verso una serie che prima adoravo. Delusione.

    Rispondi

  50. @ Flores:
    Ognuno guarda quello che più gli aggrada e per le ragioni che più gli aggradano. Non esistono cattivi spettatori. IMO.
    Non so in che termini, ma ho il sentore che il filone “Cary e Kalinda” risorgerà miracolosamente dalle ceneri dopo quasi un anno di nisba, causa morta improvvisa del filone “Kalinda e Nick”.
    E se ora come ora di Kalinda se ne vede poca è perchè stanno tentando di farci dimenticare mezza stagione di atrocità perpetrato ai danni del personaggio. Ma di certo hanno un piano B. Non possono lasciarla senza niente da fare per il resto della stagione. Questo di solito succede solo a Cary.

    Rispondi

  51. Qualcuno sa gentilmente dirmi quando andranno in onda le puntate della 4 stagione di TGW in Italia?
    Grazie

    Rispondi

  52. Ciao Andrea,
    leggo nella recensione “la serie fu al centro di polemiche non del tutto campate per aria nel periodo in cui sembrava che ogni nero che metteva piede sul set — gli insopportabili Matan, Julius, Dana Lodge e Wendy Scott-Carr — dovesse rivelarsi un cattivo”. Sto facendo una tesina su the good wife e ho cercato articoli al riguardo, ma non ne trovo… hai qualche fonte, link, riferimento?

    Rispondi

  53. E fate scopare, amare e pure sposare Alicia e Will..dai..
    la tristezza delle Will-fans è insopportabile.

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>