italians

Italians Do It Later – Gennaio 2013

Rubrica mensile che fa luce, e il cielo sa se ce n’è bisogno, sui misteri della programmazione italiana delle nostre serie preferite, per poterle consigliare ai nostri nonni o vederle noi doppiate, tanto per lamentarci di quanto fanno pena voci e adattamento. Inoltre potrebbe essere simpatico, per una volta, capire di cosa diamine possiamo parlare con quegli amici che si ostinano a guardare le serie in tv. Prima di scoprire che non ne vale affatto la pena e depennarli definitivamente dalla nostra rubrica.

La calza della Befana non è povera, è semplicemente fatta male. Piena di carbone in cima, costringe il bambino a scavare, a picconare, manco fosse un operaio della miniera, per arrivare verso la fine ai dolci. Così è il palinsesto di questo primo mese del 2013: pieno di cose brutte e cattive i primi giorni dell’anno si illumina sempre di più fino a rivelare il meglio proprio sul finale. Andiamo a scoprire questo meglio con la nostra top 5.

5° posto:Scandal (2^ stagione dal 8 gennaio, h. 21.55, FoxLife)

Ho strabuzzato gli occhi anch’io. Shonda Rhimes in classifica? E non tra le ciofeche? Sì. Perché Scandal, che arriva alla 2^ stagione, è la miglior serie dell’autrice, almeno tra quelle attualmente in tv, quindi escludendo le prime, ottime annate di Grey’s Anatomy. Legal drama e thriller, scandali (appunto) e politica, Aaron Sorkin e David Kelley virati in rosanero. E poi un bel cast capeggiato da Kerry Washington, ora nelle braccia di Tarantino, e poca robaccia sentimentale. Yeah.

4° posto: Misfits (4^ stagione dal 6 gennaio, h. 22,45, Fox)

Sempre più attori nuovi e sempre meno superpoteri, sempre più dramedy e sempre meno science-fiction. Eppure, nonostante le pecche, l’aria che si respira nella serie di Overman è frizzante, trasgressiva e avventurosa e si sghignazza come in poche serie contemporanee. Forse il meglio Misfits l’ha già dato, definitivamente; ma in media non ci si può lamentare.

3° posto: Revolution (dal 15 gennaio, h.21,15, Steel)

Una delle poche novità che in America non è stata né cancellata né inabissata nei pochi ascolti. Anzi va bene e, fatte salve le critiche, convince. Quantomeno perché ha una storia forte, una capacità di scrittura che nelle reti generaliste è sempre meno frequente (o compresa), due nomi importanti dietro come Abrams e Kripke e un bel cast. Un prodotto che perlomeno è confezionato come si deve.

2° posto: Homeland (2^ stagione, dal 30 gennaio, Fox)

La rivelazione della scorsa stagione è alla prova del 9 della conferma. Più di un commentatore definiscono questa prova fallita, ma chi scrive non è d’accordo. Non mancano le cadute di stile e i dissestamenti narrativi, ma i picchi emotivi non mancano e la coppia Damien Lewis e Claire Danes continua a fare faville. E poi, che monumentale finale di stagione.

1° posto: Breaking Bad (5^ stagione-1^ parte, dal 15 gennaio, h. 21,50, AXN)

Tra le più strepitose serie del decennio, quella di Gilligan è quella che meglio di tutti ha saputo riscrivere il rapporto con la scrittura filmica, con la regia, con la tensione intesa non solo come suspense ma anche, se non soprattutto, come riflessione stilistica e narrativa. Quest’ultima stagione ha qualche flessione non richiesta, ma anche uno splendore di messinscena, una raffinatezza d’interpretazione, una sicurezza nel rapporto con gli spettatori che fa impallidire la concorrenza. E anche qui, finale di stagione da bocca aperta.

Postilla

Tempo di sitcom per il palinsesto italiano: su Joi partono la 2^ stagione di 2 Broke Girls, l’esordio di Are You There Chelsea?, mentre su FoxLife tornano per la 3^ volta le vecchiette di Hot in Cleveland. Gli amanti del poliziesco si consolano con la 3^ stagione di Hawaii Five-O su Rai 2 e la 3^ di Covert Affairs su Steel. Ci saluta per sempre Eureka, con la 5^ stagione su AXN Sci-Fi, emtre arriva il legal drama con Jim Beluschi The Defenders su AXN. Ma i più attesi sono i ritorni di Grey’s Anatomy (9^ stagione su FoxLife) e C’era una volta (2^ stagione su Fox).

Emanuele Rauco

Per darvi conto di chi è, è uno che scrive da molti mesi qui - di solito cose che non vede quasi nessun altro - e si ricorda con estremo ritardo di mettere uno straccio di biografia. Se proprio volete leggere gli articoli, sapete a cosa andate incontro...

24 Comments

  1. Segnalo anche tra le comedy la seconda stagione di New Girl su Fox a fine gennaio e l’arrivo di Don’t trust the b****, sempre sullo stesso canale.

    Rispondi

  2. Hieronimous Bosch 11 gennaio 2013 at 12:05

    il commento su revolution è abbastanza incredibile, sinceramente
    poi oh, può piacere, ma di sicuro non ha un buon cast (fatti salvi forse 3 attori), non ha una buona scrittura (davvero, siamo al limite), ha una bella idea resa male e sul fatto che sia confezionato bene ai posteri l’ardua sentenza.
    Ho visto le 10 puntate tutte d’un fiato in questi ultimi 3 giorni, e posso solo dire “mamma mia”

    Rispondi

  3. Avete invece idea di quando dovrebbe iniziare The Following?

    Grazie mille.

    Rispondi

  4. C’è anche la sesta stagione di 30 rock dal 13 gennaio su Rai4

    Ci sono in giro notizie confuse e non confermate di una ipotetica trasmissione della quinta stagione di Weeds in piena notte sempre su Rai4; qualcuno sa qualcosa?

    Ed io aspetto sempre Mad Men V e It’s Alway Sunny in Philadelphia VII e VIII. Uff.

    Eccheppalle il MOIGE.

    @ Arya Stark:

    La premiere americana è prevista per il 21 gennaio su Fox, credo proprio che in Italia non lo trasmetteranno prima dell’estate. Poi, se farà il botto di ascolti c’è speranza che lo trasmettano a marzo.

    Rispondi

  5. @ Arya Stark: “The Following” andrà in onda in contemporanea con gli USA in trasmissione simulcast: dal 4 febbraio ogni lunedì alle 21.15, seguito alle 22.00 dall’episodio successivo in versione originale sottotitolata su Premium Crime, e inoltre lunedì 4 febbraio alle 22.00 con il primo episodio, e con i successivi dal 12 febbraio ogni martedì alle 21.10 su SkyUno (come riportato sul Telefilm News di Antonio Genna).

    Rispondi

  6. @ Jo3y:
    Io in Telefilm News non riesco proprio a raccapezzarmi, preferisco il blog di Antonio Genna.
    Ma “The Following” lo trasmettono in lingua originale sottotitolata o doppiato? Mi viene da supporre doppiato, data la differita di una settimana rispetto alla premiere. In fondo l’hanno già fatto l’anno scorso con Games of Thrones.
    Sapevo della contemporanea, ma pensavo fosse in lingua originale e che volessero fare una sperimentazione visti i sondaggi tv (perché comunque è molto strano che la mandino in onda sia Premium Crime che SkyUno).

    Rispondi

  7. In versione originale subbata andrà solo su Premium Crime, mentre su SkyUno andrà in onda solo doppiata in italiano. Riguardo la trasmissione simulcast, il concetto è semplice (anche se Antonio Genna continua a smentirmi a riguardo): Mediaset Premium sta alla frutta, anche perchè l’accordo di esclusiva con Warner e Universal ha portato nel loro catalogo solo serie per lo più flop (tutti i recenti insuccessi di NBC e CW) o di basso richiamo (le serie cable di SyFy) che poi non sanno bene neanche come piazzare in chiaro (infatti spuntano come funghi sui vari Italia 2, La 5 o a notte fonda su Rete 4 e Italia 1), quindi secondo me hanno fatto un patto con Sky per rilevare qualche vecchia serie del catalogo ABC-Disney da trasmettere su Premium (tipo Alias, Desperate, Brothers & Sisters, Ugly Betty) in cambio della cessione di qualche loro “esclusiva” seriale (tipo Big Bang Theory, le ultime stagioni di Gilmore Girls e Cold Case) e, soprattutto visti gli interessi di Sky, cinematografica (vedi il ritorno della saga Warner di “Batman” di Nolan o “Cowboys & Aliens” della Universal). Insomma, per farla breve, Premium sta con le pezze al culo e Sky ne approfitta tirandole gli ossicini.

    Rispondi

  8. Don’t trust the b**** lo faranno dal 5 febbraio mentre dal 14 gennaio parte anche la seconda stagione di Revenge.

    Rispondi

  9. @ Jo3y:

    Ok, grazie mille!

    Rispondi

  10. @ Hieronimous Bosch:
    Quoto in pieno: io ho seguito tutte le puntate dall’inizio e lo sto continuando a seguire per la curiosità di vedere cosa riusciranno a fare ancora di peggio, visto che ogni puntata sprofondano sempre più nella m… (scusate il francesismo ma non mi è venuto in mente nient’altro abbinato a Revolution).
    Quando ho letto la recensione pensavo di avere le allucinazioni: è vero, per citare un altro utente del sito in un suo commento, che sui gusti non si discute, ma qui non vale perchè i gusti di m… non valgono.

    Rispondi

  11. ma ragazzi, avete dimenticato che inizia HUNTED su sky uno, una delle migliori novità dell’anno!

    Rispondi

  12. E hanno finalmente finito di mandare gli ultimi 4 episodi di Boss su Rai3 a notte quasi fonda e praticamente senza dir niente a nessuno.
    Il 7 e l’8 vanno in onda sabato prossimo.
    Per la 2^ stagione mi sa che non ci sono speranze.
    Almeno non in chiaro.

    Rispondi

  13. Il 30 Gennaio inizia anche la quarta di White Collar

    Rispondi

  14. Bella per Misfits visto che la quarta stagione è, secondo me, appena sotto la seconda (ebbene sì mi è piaciuta più dell’osannatissima prima), Joe Gilgun è sempre più incredibile. Spero che il doppiaggio non abbia fatto troppi danni così la consiglio a mio fratello.

    Rispondi

  15. Revolution è una vaccata incredibile , ho visto 7-8 puntate poi ho smesso…..peccato perchè l’idea non era male ma la storia è sviluppata malissimo e gli attori non sono un granchè.

    Bocciata !

    Rispondi

  16. Ma poi il bello è che in questo stesso sito prende dei giudizi negativi…molto negativi !
    Infatti non capisco …. Big NONO !

    Rispondi

  17. New Girl lo fanno anche su Mtv, è iniziato in questi giorni mi sembra…

    Rispondi

  18. Son of the Bishop 13 gennaio 2013 at 17:19

    Quando ricomincia su premium crime person of interest ?

    Rispondi

  19. Dopo la terribile terza stagione “Misfits” lo evito volentieri.
    Non vedo l’ora di vedere “Homeland”, invece.

    Rispondi

  20. Thiliol ha scritto:

    ma ragazzi, avete dimenticato che inizia HUNTED su sky uno, una delle migliori novità dell’anno!

    Quoto.
    http://mag.sky.it/mag/serie_tv/2013/01/08/hunted_recensioni.html

    Rispondi

  21. @ Arya Stark: Febbraio, il 4 credo.
    @ Son of the Bishop: il mese scorso.

    Sul giudizio su Revolution non ho detto che è bello, anzi facevo considerazioni generiche sul perché del successo. E comunque il giudizio della redazione non è unilaterale, ma ogni membro ha il suo parere.

    Rispondi

  22. A questo punto mI sa che ho visto un’altro Revolution, quello per bambini ritardati. “va bene” “capacità di scrittura”. State dicendo che c’è di peggio?

    Rispondi

  23. @ Rumenta:
    Io non porrei mai limiti al peggio credimi , anche se qui siamo abbastanza in “fondo” Del resto ho appena risposto ad un commento su un altra recensione che dice che Last Resort finisce perchè è una cagata pazzesca. Quindi ……

    Rispondi

  24. è vero che revolution si perde spesso ed ha delle cadute di stile sparse qua e la, ma io trovo l’idea del blackout, e le sue relative implicazioni umane così interessanti da farmi andar giù anche i difetti.

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>