the walking dead 3x01

The Walking Dead – 3×01 – Seed

Parlare di The Walking Dead-versione tv è diventato parecchio complicato, forse lo è sempre stato. Perché al suo eccezionale debutto  la serie non è mai riuscita a stare dietro. Perché il progetto è stato partorito da un autore importante come Frank Darabont che poi non ha mai saputo bene cosa farci. Perché la gestione Darabont non è stata capace di rendere giustizia a un materiale di partenza ben più ambizioso e potente, impelagandosi invece in trame noiose e lamentazioni sterili. Perché l’improvviso ma puntuale cambio di showrunner dell’estate scorsa ha praticamente affossato la prima parte di una stagione risollevatasi poi soltanto verso la fine. Perché nonostante il tumulto creativo e la gestazione travagliata è rimasto il prodotto televisivo di maggior successo degli ultimi anni, capace di portare il canale via cavo AMC a stracciare persino la competizione dei grandi broadcaster.
Dopo il golpe della stagione scorsa, il timone è ora saldamente nelle mani del nuovo showrunner Glen Mazzara (The Shield, Crash), che ha dimostrato sin da subito di avere idee ben precise in merito alla direzione da impartire alla serie: colmare il gap tra prodotto tv e fumetto e sviluppare appieno le potenzialità della saga di Robert Kirkman. Ce l’avrà fatta? Risposta veloce: . Risposta argomentata: dopo i titoli di testa.

Seed

Scritto da Glen Mazzara. Diretto da Ernest Dickerson.

Sono passati circa sette mesi dall’attacco dell’orda alla fattoria e il gruppo di sopravvissuti ha superato l’inverno imparando a cavarsela in un mondo sempre meno accogliente, le cui risorse si stanno ormai esaurendo. Ma quanto a lungo potranno girovagare Rick & co. quando riposare per più di un’ora è fuori discussione e portare a termine una gravidanza un mezzo miracolo? Serve un posto sicuro e protetto dove poter vivere, non sopravvivere, e per Rick potrebbe trattarsi dell’istituto di detenzione scovato durante una battuta di caccia: robusta protezione esterna, ampio cortile per la coltivazione di piante e ortaggi, edificio abitabile e ancora pieno di scorte, armi e munizioni. Grazie a un vincente gioco di squadra , i sopravvissuti riescono prima a liberare il cortile interno e poi a conquistare un’ala del penitenziario. Ma Rick non vuole prendersi alcuna pausa, non prima di aver reso sicuro l’intero edificio. Così assieme a Glenn, Daryl, T-Dog, Hershel e Maggie si avventura nella zona interna. Purtroppo la squadra subisce un attacco da parte dei non morti e nella fuga Hershel viene morso ad un piede. Dopo averlo portato in salvo nel refettorio, Rick non perde tempo e trancia di netto la gamba dell’uomo per evitare che il virus si diffonda e infetti mortalmente il compagno. La vera sorpresa però è che quel refettorio in realtà è abitato da detenuti ancora in vita…
In qualche punto indefinito della Georgia, Andrea è gravemente malata e viene accudita dalla nuova compagna di viaggio Michonne, colei che l’aveva salvata da morte certa durante la fuga dalla fattoria. Come per il gruppo di Rick, anche per le due donne non è possibile restare ferme troppo a lungo. Purtroppo nelle vicinanze non c’è nessuna prigione in cui potersi rifugiare…

Possiamo dire una cosa con assoluta certezza: la premiere della terza stagione è il reboot di The Walking Dead. Scordatevi le camminate infinite, gli zombie al pascolo, personaggi che fanno scelte stupide o creano problemi solo per il gusto di farlo, perché Seed introduce un intero nuovo universo, un universo in cui gli zombie non sono più un pericolo imponderabile, in cui i vivi hanno imparato a giocare la partita della sopravvivenza dopo averne capito finalmente le regole: correre, fare scelte estreme, trovare la propria funzione nel gruppo e non perdere tempo. Il meraviglioso teaser “muto” ci mostra con sapienza i requisiti necessari a mantenersi in vita: bisogna avere senso pratico, lucidità e un silenziatore artigianale montato sulla propria pistola. Persino il piccolo Carl impugna un’arma senza timore: in un mondo post-apocalittico si cresce in fretta, si diventa uomini presto.
Nelle prime due stagioni Darabont aveva tentato di ripetere ad libitum la stessa dinamica del pilot nell’obiettivo di analizzare l’incapacità dell’individuo di adattarsi a una nuova condizione sociale, dettare nuove leggi morali di fronte al crollo della civiltà E della moralità imperante nel perenne conflitto interiore tra pragmatismo e idealismo. Purtroppo l’autore de Le ali della libertà aveva presto imboccato una strada da lui forse ritenuta più intimista e riflessiva incartandosi invece in dialoghi verbosi e irritanti, situazioni via via riciclate, buchi neri narrativi ( LA FATTORIA) e la sagra dello scemo. Mazzara proietta il discorso al livello successivo: non c’è più tempo per riflettere, per porsi questioni morali o per fingere che l’umanità sia rimasta la stessa. La verità è che i morti si mangiano i vivi e per restare tali non si può più ragionare attraverso schemi mentali che non hanno più senso. Bisogna imparare a difendersi, dagli zombie come dalle persone, la pietà è divenuta un inutile fardello e al di fuori del proprio nucleo “famigliare” non ci si può fidare di nessuno. Sopravvivere non è più un diritto, ma un merito.

A beneficiare del nuovo approccio è prima di tutto la spettacolarità e il ritmo, che stavolta eguagliano (se non superano) quelli dello scorso finale di stagione, gore compreso. La tensione regge per quaranta minuti, con alcuni momenti di pausa che lo spettatore sente come guadagnati e che alimentano la suspanse in essere. Ne escono rafforzati anche i personaggi, soprattutto quelli che da sempre hanno polarizzato l’odio degli spettatori e sui quali si sono concentrate tutte le peggiori scelte di sceneggiatura. Mi riferisco ovviamente a Carl e Lori, che appaiono molto diversi da come li ricordavamo: lui è diventato un mini-soldato in grado di badare a a se stesso (niente più “WHERE IS CARL????!”), l’altra è… rimasta Lori, ma almeno l’abbiamo vista animare con argomenti validi la discussione avuta con Hershel nei meriti della gravidanza, oltre a fornire nuove chiavi di lettura al suo rapporto con Rick. Quest’ultimo è senz’altro il più maturato, di nuovo leader con le idee chiare, “dittatore” che ha dimostrato coi fatti che la democrazia è il sistema meno utile per la sopravvivenza.
Troppo presto invece per sbilanciarsi sulla storyline alla Thelma & Louise di Michonne e Andrea, apparse giusto pochi minuti, e in special modo sul personaggio della nuova arrivata, interpretata da Danai Gurira, che deve ancora mostrare appieno la sua natura di badass woman definitiva.

Il più grande merito della premiere che apre ufficialmente l’era Glen Mazzara è senza dubbio quello di aver colto finalmente lo spirito del fumetto di Robert Kirkman sempre sfuggito a Darabont, troppo concentrato a condurre un discorso personale (mantenere la propria identità quando la società attorno collassa) di gran lunga meno interessante e potente rispetto a quello proposto dall’opera originale (leggi sociali e morali vanno plasmate in vista di un unico bene: la sopravvivenza). Ma questa scelta non sarebbe stato un problema se Darabont si fosse curato di raccontare qualcosa piuttosto che dire qualcosa. Proporre riflessioni piatte per bocca di personaggi vuoti in quanto soggetti passivi della narrazione non significa raccontare, affatto. La nuova direzione porta perciò una ventata d’aria fresca alla serie, che ne acquista subito in personalità e incisività.

In conclusione, The Walking Dead ritorna con una faccia nuova, una faccia migliore. Avere il coraggio di cambiare è sempre motivo di entusiasmo per un prodotto dalle enormi possibilità, nessuna delle quali finora è stata messa a frutto. Consiglio a tutti coloro che hanno abbandonato la serie perché stanchi e avviliti dal nulla cosmico di Darabont di riaffacciarsi e darle una seconda possibilità. Non sappiamo se in futuro The Walking Dead reggerà, se saprà sostenere questo suo cambiamento, ma di certo stavolta siamo ben motivati a scoprirlo.

  • La puntata segna un punto di non ritorno nella storia della televisione: Seed ha registrato 10.3 milioni di telespettatori (a cui si sommano quelli delle repliche nella stessa serata per un totale di 15.2 milioni) un rating nella fascia 18-49 di 5.8, il miglior risultato di questo inizio di stagione IN ASSOLUTO, andando a battere mostri sacri come Modern Family e The Voice e portando la AMC, basic cable network, a stracciare TUTTI E QUATTRO i grandi broadcaster statunitensi. Tutto questo NONOSTANTE la AMC non rientri più nel pacchetto del grande distributore Dish Network, causa beghe contrattuali non ancora risolte. E così l’apocalisse zombie ha fatto collassare pure il sistema televisione.
  • La stagione adatta l’arco narrativo della Prigione, che nel fumetto originale si sviluppa a partire dall’albo 13 per concludersi nel 48. Per fare un paragone, l’arco narrativo della Fattoria di Hershel è composto da soli 3 numeri (dal 10 al 12) e gli autori di The Walking Dead ci hanno tirato poi fuori una stagione intera.
  • La premiere è stata preceduta dalla seconda web series prodotta per la serie. Diretta da Greg Nicotero, responsabile degli effetti visivi della serie, è intitolata Cold Storage e da sola batte molti episodi della prima metà della seconda stagione. Provate a recuperarla.

Stiamo parlando di pilot e premiere anche su twitter, con l’hashtag #episodi01. Seguite @Serialmente (se siete parte di quei cattivi che ancora non lo fanno) e scriveteci cosa ne pensate!

Giovanni Di Giamberardino

Giovanni Di Giamberardino nasce qualche tempo fa da qualche parte. Da tempo complotta per la conquista del mondo e la distruzione dell’umanità. Come se non lo facesse nessuno nel mondo pure lui ha scritto un romanzo, che comunque nessuno ha letto.

89 Comments

  1. Sottoscrivo le rece (complimenti) in tutto e per tutto. Sono fomentatissima. \m/

    Rispondi

  2. Concordo pienamente. Il concept di Darabont era interessante ma ci ha restituito solo personaggi pedanti (DALE maledettissimo, ho amato lo zombie che ti ha fatto fuori) e storie inconsistenti nella maggior parte dei casi. Stavolta, i minuti sono letteralmente volati, tanto non accorgermi che la puntata stesse finendo. Lori, dopo averne fatto una colpa al marito nel finale di stagione, si è finalmente.resa conto di aver “armato” Shane e io lì avevo quasi gli occhi lucidi dalla gioia. Non mi piace molti l’idea di un neonato o di un parto difficile però mi voglio fidare della nuova.gestione e vedere come affronteranno il tema. Nella.scorsa stagione, la gravidanza di Lori secondo me poteva essere lo spunto per una discussione sulla vita, l’aborto e la moralità molto interessante… Ovviamente occasione sprecata per colpa dell’odiosissimo Dale e di un inutile Rick. Staremo a vedere.

    Rispondi

  3. tornare nella scia del fumetto ha fatto benissimo a “the walking dead”, già nella seconda parte della scorsa stagione c’erano le prime avvisaglie, ed ora han trovato conferma. ho grande fiducia nelle potenzialità di questa serie, complice la prigione, una delle mie parti preferite in assoluto nell’universo di kirkman.

    in questa premiere, ritmo perfetto, nessuna idiziozia da parte dei personaggi e, come sottolineato, quelli insopportabili son stati gestiti benissimo.

    ps: pagherei per avere tyreese al posto di t-dog

    Rispondi

  4. Io ho letto solo parte del fumetto e non mi ha molto entusiasmato, forse perchè non sono amante del genere. Ho sempre preferito la serie, se non altro per il conflitto Rick-Shane che secondo me è stato approfondito meglio sullo schermo. Mi piace anche il fatto che i personaggi siano di meno, perché così possono essere caratterizzati meglio… Il punto è: ci sono riusciti? Non lo so. Comunque penso che dovrei riprendere a leggere il fumetto, considerato poi che anche in questa stagione le storie sembrano andare in direzioni diverse e quindi è relativamente spoiler-free.

    Rispondi

  5. Avevo abbandonato TWD dopo la prima stagione, che avevo trovato abbastanza deludente, però questa premiere mi mette la curiosità di riprovare…

    Vale la pena recuperare la seconda stagione?

    Rispondi

  6. FINALMENTE. Premiere bellissima (che effettivamente sembra quasi un nuovo pilot) dove l’atmosfera è finalmente quella che ci si aspetta da una serie con gli zombie! Meno chiacchere e più azione, tensione altissima per tutto l’episodio e personaggi che per la prima volta non ho avuto voglia di ammazzare io stessa uno per uno. Persino la madre della bambina morta (notare come dopo due anni non mi ricordo ancora come si chiama) finalmente non è più un peso morto ma sa tenere in mano un fucile e dare una mano (anche se per poco non ammazza Rick, ma è pur sempre un passo avanti!). E adesso sono curiosissima di vedere se riescono a mantenere questo livello per tutta la stagione.

    Rispondi

  7. Gli erranti in tenuta antisommossa.
    E ho detto tutto.
    Fuck yeah.

    Rispondi

  8. Condivido la recensione. Molto molto bello questo ritorno.
    Non ho mai odiato TWD anche nei momenti dei bla bla infiniti che però a volte annoiavano, ma sono davvero contento di questa virata. Mi è piaciuto molto Carl, non so se è cresciuto davvero l’attore o è bravo, ma ha dato veramente l’impressione di essere cresciuto.
    Un paio di appunti però:
    1. Alla fine della scorsa stagione erano a due passi dal carcere… come mai l’hanno trovato solo ora? E va bene girare in tondo, va bene siete senza gps, va bene tutto… ma sono anche passati almeno 6 mesi (in base al panzone finto di Lory)
    2. Quando entrano e si sistemano sul prato dicono cose tipo: ah che bello potremmo fermarci qui. E’ un buon posto dove partorire. Si sta bene. ecc… ecc..
    Io ho pensato: sì, si sta bene, prima però ripulite il carcere ed entrate.
    Poi Rick tipo Non basta… io direi di entrare nel carcere.
    E tutti: no, no, no, che cosa dici mai.

    E che volevano fare? Rimanere sul prato? A brucare l’erba? E normale che si voglia entrare nel carcere… nessuno ci aveva pensato? Ogni tanto torna a galla l’idiozia di questi personaggi :)

    Ultimo appunto, quanti di voi hanno sperato che il feto divorasse Lori dall’interno? Io sì… e mentre lo pensavo avevo la faccia di quei meme che girano su facebook.

    Piccolo spazio pubblicità: forse non tutti sanno che a fine ottobre sarà in edicola il primo numero dei fumetti di TWD, così chi come me ha letto solo un po’ di scan potrà acquistarlo a prezzo ragionevole. Il formato dovrebbe essere quello bonelliano ed il prezzo di €2,90. Editore Salda Press (che non ha neanche un sito decente:/)

    Rispondi

  9. @Yusaku

    Ma guarda che il fumetto di TWD è disponibile da almeno 2 anni e quelli della Saldapress sono arrivati a pubblicare il dodicesimo albo.

    Rispondi

  10. massimo alberti 16 ottobre 2012 at 11:32

    I Poli-ziombi in tenuta antisommossa.
    Meraviglia.

    Rispondi

  11. Io non ho mai smesso di amare TWD, in realtà X’D Certo, la prima metà della seconda stagione ha fatto venire voglia di ribaltare scrivanie anche a me, ma con la seconda parte di stagione la ripresa era stata così evidente e — no, non brillante, ma soddisfacente (come se gli autori stessero chiedendo scusa per i primi episodi XD) da fugare ogni mio dubbio. Non ho mai pensato di abbandonare. Sarebbe stata una cosa ridicola — pur con tutti i suoi difetti, la noia e il vicolo cieco narrativo in cui si era andata ad imbucare la seconda stagione, TWD era e restava uno dei prodotti migliori che avesse da offrire la serialità statunitense.

    Riguardo alla premiere della terza stagione, ho ancora gli occhi a cuoricino se ci ripenso. L’apertura priva di dialoghi mi ha lasciata stravolta dall’ammirazione, perfetta, meravigliosa. I personaggi hanno tutti subito una netta maturazione, una crescita giustificata dai mesi passati dalla fine della s2, perfino Lori è stata in grado di dire cose che avessero un senso per la prima volta dalla s1, sconvolgente XD E Rick si è ormai evoluto in quello che da sempre pensavo sarebbe diventato. Specie con la morte di Shane nella scorsa stagione, era ovvio che avrebbe raccolto in sé l’eredità dell’amico perso, bilanciando la propria personalità con la sua. Praticamente in questo momento è il personaggio perfetto XD E infatti lo adoro. Punti amore anche a Carol che è cambiata da così a così.

    Infine, se Andrea e Michonne non se la fanno fra loro, sarà solo perché questo show è scritto da misogini. XD

    Rispondi

  12. Andyone ha scritto:

    @Yusaku

    Ma guarda che il fumetto di TWD è disponibile da almeno 2 anni e quelli della Saldapress sono arrivati a pubblicare il dodicesimo albo.

    Forse devo migliorare le mie parole chiave, aspetta che le riscrivo. dovrei mettere in grassetto la parola edicola che è diversa da libreria :)

    fine ottobre
    edicola
    primo numero
    prezzo ragionevole

    Scherzo, eh? Lo so che esistono, solo che ora saranno in formato diverso, appunto, da edicola.

    Rispondi

  13. L’episodio secondo me è molto bello, ma c’è una cosa che mi ha fatto pensare: no, dai, questo proprio no… Lo zombie che finge di essere morto per attaccare Hershel! Davvero? Stiamo tornando verso gli zombie intelligenti della prima stagione (tipo quello che in ‘Guts’ aveva scalato l’inferriata) che erano stati mollati dagli autori perché erano una boiata pazzesca? Anzi, stavolta è anche peggio rispetto a prima, perché tendere trappole richiede di gran lunga più intelligenza di qualsiasi altra azione che uno zombie abbia fatto finora. Non dico che se continua così lo mollo, però a seconda di quanto li fanno diventare intelligenti potrei prendere in considerazione l’eventualità…

    Rispondi

  14. Premiere come si deve, non ai livelli del pilot ma finalmente “movimentata”, ricca d’azione e avvenimenti. Eccezionale l’incipit in pieno ambiente romeriano (una casa sperduta nel nulla circondata da non morti), senza che l’intero cast spiccichi una battuta che sia mezza. Interessante la caratterizzazione dei personaggi: tranne Lori, impossibilitata a muoversi dalla gravidanza, tutto il gruppo sembra più combattivo. Mamma di Sofia compresa, che non esita a salire sulla torretta e a sparare. Lontanissima insomma, dalla donna inetta delle precedenti stagioni. Ebbene si, Mazzara ha ripreso in mano il fumetto, la puntata lo segue fedelmente, ultimo svelamento finale compreso (gli inquilini del carcere). Bene così.
    Personalmente la serie mi è sempre piaciuta. Il problema però, stava nella personalità troppo “d’autore” di Darabont. Uno che al cinema si è sempre preso tempi lunghissimi per i suoi film (controllate il minutaggio, mai sotto le 2 ore), si è buttato su questa serie spesso dilatando troppo la consistenza di alcune situazioni e finendo, ogni tanto, per annoiare. Mazzara, oltre a conoscere meglio le regole televisive, è più artigiano di Darabont. Il cambio, nonostante Darabont resti un regista con la R maisucola, non può che giovare a TWD.

    Rispondi

  15. Consiglio a tutti coloro che hanno abbandonato la serie perché stanchi e avviliti dal nulla cosmico di Darabont di riaffacciarsi e darle una seconda possibilità

    Il problema allora è superare tutte le puntate che saparano l’ultima puntata che ho visto da questa. Troppo dolore :D

    Rispondi

  16. Scott Pilgrim ha scritto:

    ps: pagherei per avere tyreese al posto di t-dog

    a me basterebbe vedere t-dog spaccare la testa agli zombi con quel ridicolo martello in miniatura che usa tyreese :)

    Rispondi

  17. Questa puntata mi è piaciuta molto, anche se da fan del fumetto ho previsto praticamente tutto (pure Hershel con la gamba amputata al posto del Dale del fumetto). Ora non vedo l’ora che Michonne si congiunga al gruppo e che ci venga presentato il Governatore. :)

    Consiglio: se vi piacciono le avventure interattive, giocatevi The Walking Dead: The Game. Indubbiamente migliore del telefilm, e a livello di emozioni uno dei migliori videogiochi che mi sia capitato di provare. Finora sono usciti quattro capitoli, il quinto ed ultimo dovrebbe arrivare tra un mese.

    Rispondi

  18. grandissima premiere, concordo in tutto e per tutto con la recensione, ma solo a me ha dato fastidio che saltassero a piè pari l’inverno?? non ho letto il fumetto e non so se anche lì succede, ma mi sembrava uno scenario interessante, anche a livello scenico

    Rispondi

  19. FINALMENTE.
    Ottima recensione per un ottimo episodio, che mai mi sarei aspettato così bello (perfetta la scena iniziale). Il gruppo è finalmente diventato un GRUPPO, non personaggi idioti che brancolano al buio facendo scelte stupidissime. Particolarmente cazzuto Rick; quando Hershel (genio lui..) viene morso ho pensato “Segategli una gamba” e Rick non ci ha pensato sù due volte, senza chiedere niente a nessuno: ti vogliamo sempre così! Ma in generale mi sono piaciuti tutti (a parte Lori, non riesco a non odiarla, comunque sia), stranamente anche Carol, Carl (spero sia una mia visione il flirt con la figlia di Hershel..) e ho amato tanto Maggie. E poi quanto fa figo vedere T-Dog con lo scudo antisommossa? Sempre più genio. Certo avrei dato più spazio a Daryl, ma siamo ancora al primo episodio e c’è tanto da raccontare.
    Spero che stavolta le mie aspettative non vengano deluse, come avvenuto nelle prime due stagioni.

    Rispondi

  20. La trasformazione – o il “ritorno” – di Rick Grimes è la perfetta sintesi del ritorno di The Walking dead. Teso, incalzante, desolato e disperato. Perfetto.

    Rispondi

  21. J ha scritto:

    L’episodio secondo me è molto bello, ma c’è una cosa che mi ha fatto pensare: no, dai, questo proprio no… Lo zombie che finge di essere morto per attaccare Hershel! Davvero?

    Più che una trappola meditata dallo zombie, mi è sembrato semplicemente che a causa del movimento del GRUPPO egli si risvegliasse da quel torpore tipico degli zombi solitari (vedi ad esempio quelli che sono da soli nelle case, sono come “spenti”, e si risvegliano una volta che notano del cibo ambulante :) ).

    Per il resto puntata notevolissima.

    Rispondi

  22. winston smith 16 ottobre 2012 at 13:28

    Ottima premiere, anche se per esperienza ho imparato a giudicare una stagione a partire dal secondo episodio, specialmente quando si parla di una serie con precedenti scoraggianti come lo è The Walking Dead. Avendo letto il fumetto, è abbastanza palese come Mazzara abbia optato per un ritorno alle origini, seguendo in maniera molto più fedele la versione cartacea della serie rispetto a quanto avesse fatto Darabont. Il prodotto non è ancora perfetto, ma ha tutte le carte in regola per poterlo diventare (ovviamente se si considera il pilot e poi si lasciano perdere tutti gli episodi che hanno portato a questo).

    PS: da grande fan del taciturno e inutile T-Dog, non posso non aver apprezzato il maggiore spazio concesso al personaggio in questi primi 40 minuti di stagione. Se le cose dovessero continuare a proseguire in questa direzione, il nostro eroe potrebbe tranquillamente essere l’unico a salvarsi, spacciandosi per zombie (tanto non fa una mazza, alla stregua dei walkers) ed errando di posto in posto in cerca di cibo.

    Rispondi

  23. Ammettetelo, quanti di voi durante la conversazione tra Lori ed Hershel sulla possibilità che il bambino fosse già infetto e la divorasse dall’interno hanno urlato “SI’, TI PREGO, FALLO!”? :D

    Scherzi a parte, recensione perfetta per un pilot altrettanto perfetto.

    Rispondi

  24. Trovano anche il tempo di auto prendersi in giro… Chi non ha mai sperato che il bimbo di Lori la divorasse dall’interno?!

    Rispondi

  25. Ottima recensione, attenzione però al refuso “suspense”

    Rispondi

  26. Boss ha scritto:

    Trovano anche il tempo di auto prendersi in giro… Chi non ha mai sperato che il bimbo di Lori la divorasse dall’interno?!

    Io ho pensato subito ad una scena del genere:
    http://www.youtube.com/watch?v=kMIIkjxjKJI

    Rispondi

  27. The Weeknd ha scritto:

    Carl (spero sia una mia visione il flirt con la figlia di Hershel..)

    Spera, spera, tanto mi sa proprio che a quello si va a parare. A meno che la donzella bionda (l’unica ancora piuttosto inutile…perlomeno Lori ha la scusa di essere incinta) non muoia prima.

    Per tutto il resto…Bellissimo. Che altro dire? Sono stata col fiato sospeso per tutto il tempo e una settimana già mi sembra un’eternità.

    Rispondi

  28. Caspita, non mi sono annoiato neanche per un secondo e non volevo che l’episodio finisse!
    Fuck _Yeah anche per me!

    Rispondi

  29. scusa tu hai letto il fumetto? Allora come fai a dire una boiata del genere??? Nella prigione è ad Allen che mordono una gamba.e viene amputato.Il padre dei due gemelli che nel telefilm non compare mai. Detto questo ,perchè molti di voi vedono inteligenza in uno zombie a terra che morde una gamba?.
    Nel fumetto lo spiegano bene, ci sono due tipi di zombie.I walkers o camminatori e quelli che per altri motivi stanno fermi a terra distrutti e distaccati.Quello era uno di quelli. Non credo che voi in un casino del genere l’ avreste notato. @ Zell:
    Zell ha scritto:

    Questa puntata mi è piaciuta molto, anche se da fan del fumetto ho previsto praticamente tutto (pure Hershel con la gamba amputata al posto del Dale del fumetto). Ora non vedo l’ora che Michonne si congiunga al gruppo e che ci venga presentato il Governatore.

    Consiglio: se vi piacciono le avventure interattive, giocatevi The Walking Dead: The Game. Indubbiamente migliore del telefilm, e a livello di emozioni uno dei migliori videogiochi che mi sia capitato di provare. Finora sono usciti quattro capitoli, il quinto ed ultimo dovrebbe arrivare tra un mese.

    Rispondi

  30. Avevo abbandonato TWD alla prima stagione causa noia, la seconda l’avevo vista a sprazzi su Sky, saltando qualche puntata; però ieri non c’era niente in TV e su Sky davano questa 3×01 e mi sono detta perché no?
    …E sono rimasta piacevolmente sorpresa!
    Condivido l’analisi della recensione, la puntata mi è piacuta molto, se continua così potrei riprendere a seguirlo, tanto su Sky la fanno praticamente in contemporanea ;)

    Rispondi

  31. Ma solo io ho notato che i prigionieri a fine puntata erano 5? Nel fumetto sono solo 4, il che fa ben sperare che si siano decisi ad introdurre Tyreese nella serie tv. Non riesco ad immaginare come potrebbero portare avanti la storia della prigione senza di lui, e né Daryl né T-Dog potrebbero sostituirlo IMHO.

    Rispondi

  32. assolutamente d’accordo con la recensione,allora non solo io ho notato come il piccolo ”maledetto”carl abbia rimpiazzato sophia! XD
    l’unica cosa su cui non sono d’accordo è il commento finale sulla web-serie:ok,la prima metà della seconda stagione è stata inutile e scocciante,ma non ditemi che quella cosa insipida su 2 personaggi sconosciuti(io credevo che si trovassero in prigione,manco quello) sia meglio della seconda stagione…cold storage è una ”cosa”riuscita male,dobbiamo ricordarci la storia di bycicle girl?

    Rispondi

  33. Ho visto più qualità in questa premiere che in tutti i film ispirati alla saga di Resident Evil. Premiere favolosa.

    Rispondi

  34. Yes. Questa puntata ha fatto a Walking Dead quello che il casco ha fatto allo zombie in divisa antisommossa.
    “Holy shit” e speriamo che continui così.
    Solo due cose: non voglio essere sottoposto a Carl in versione ometto eroico. Please, risparmiatemi e non risparmiatelo.
    Quando Lori ha espresso le sue paure sul fatto che il bambino potrebbe essere morto divorandola dal di dentro CI HO SPERATO!
    Comunque ottimo episodio, come la recensione.

    Rispondi

  35. Reyarth ha scritto:

    Gli erranti in tenuta antisommossa.
    E ho detto tutto.
    Fuck yeah.

    magari avevano i capelli sporchi e non volevano fare brutta figura…
    trovo giusto che se ad uno gli prende la zombizzazione poi non si ponga più il problema del look..

    bando alle cianche la puntata mi è piaciuta, finalmente sono finiti i vari fronzoli, tipo amore di mamma stai attento quando passi la strada, ma il bimbo si mette a bucherellare in giro e gli adulti hanno finalmente capito di trovarsi in una situazione precaria, come del resto gli spiegava rick quando nell’ultima puntata della scorsa stagione gli ha consigliato di andarsene al mare e di mandargli una cartolina all’arrivo……

    anche la recensione è ottima…

    Rispondi

  36. grande premiere,mi è piaciuta moltissimo!
    posso dire che finalmente mi hanno levato un tarlo che mi portavo sin dalla prima stagione?
    HANNO TROVATO I SILENZIATORI!!
    due stagioni a sparare nelle foreste a tre metri da un orda…che nessuno ne avesse trovato nemmeno uno,o si fosse almeno preso la briga di cercarlo,era diventato ridicolo.

    tutto il lamentone sul bambino che mangia lori dall’interno…ecco su questo vorrei dire che quanto pare dopo twilight si sono dimenticati praticamente tutti un minimo di anatomia umana:
    i bambini non nascono con i denti..ne con le unghie(solo in alcuni casi e se ce l’hanno sono morbidissime)
    e poi che lori venga mangiata da dentro o da fuori non frega una ceppa a nessuno.

    sono curiosissima di vedere chi fossero i tipi dell’elicottero dello scorso finale..molto di più dei tipi nella mensa.

    Rispondi

  37. BENE!
    Finalmente una puntata sulla scia del fumetto (e a tratti anche migliore) con un ritmo elevato e personaggi che fanno le cose come si deve.
    Finalmente Lori non fa più la psicostronza e concepisce pensieri intelligenti tipo interrogarsi sul decorso di una gravidanza nell’era degli zombie. Finalmente Carl diventa badass e “alienato” come nel fumetto e finalmente riescono a comunicarcelo con una scena semplicissima: Carl ha fame, trova un barattolo di cibo per gatti e lo apre, Rick glielo prende e lo butta via sdegnato. 40 secondi per dire tutto ciò che va detto. Nella scorsa stagione ci sarebbe stato un cazziatone di 10 minuti di Lori a Rick in cui gli diceva “nostro figlio è cambiato, sta crescendo strano” e un’altra mezz’ora di pippone da parte di Rick a Carl per fargli capire che certe cose non si fanno.
    Un’altra scena secondo me perfetta è quella in cui Rick toglie il casco allo zombie portandogli via tutta la faccia: subito dopo la telecamera inquadra un Rick assolutamente impassibile che affonda il colpo e passa oltre. Secondo me è un rimando alla scorsa stagione, in particolare alla scena dell’autopsia in cui lui e Daryl squarciano uno zombie per capire se avesse mangiato Sophia. In quell’occasione Rick aveva vacillato, si era impressionato, era andato vicino a vomitare. Qui no, come ho già detto è deciso, impassibile.
    A chi si auspica un’entrata in scena di Tyreese dico che, purtroppo, sarà di sicuro T-Dog a prendere il suo posto, come Herschel ha preso il posto di Dale, cosa che invece mi ha fatto contento perchè il “Tainted Meat” di Dale è una delle scene più belle di tutto il fumetto.
    Quindi abbiamo personaggi finalmente semi-intelligenti, tanto splatter e dialoghi essenziali e meno verbosi, ma il maggior pregio di questa premiere è quello di aver FINALMENTE alzato il ritmo. Purtroppo in casa AMC sono stati abituati bene da Mad Men, Breaking Bad e Rubicon e non hanno capito che non sempre LENTO=FIGO. Di sicuro quest’equazione non è valida in una serie sugli zombie.
    Sono molto molto fiducioso per questa stagione, sia perchè copre l’arco narrativo più bello del fumetto, sia perchè credo (spero) che gli ascolti spaventosi della scorsa stagione e di questa premiere si trasformino in un budget superiore e conseguentemente in un numero maggiore di zombie perchè sono abbastanza stufo di premiere e finali ricchi di non-morti per poi avere 10 walkers nelle restanti 11 puntate.

    Rispondi

  38. winston smith 16 ottobre 2012 at 20:35

    Ragazzi, potreste gentilmente aiutarmi a risolvere un dubbio? Anche questa stagione verrà splittata in due parti come la precedente? Se sì, visti i 16 episodi totali previsti, si sa già di quanto consisteranno le due tranches? 8 puntate adesso e 8 a febbraio? Vi ringrazio in anticipo. :D

    Rispondi

  39. winston smith ha scritto:

    Ragazzi, potreste gentilmente aiutarmi a risolvere un dubbio? Anche questa stagione verrà splittata in due parti come la precedente? Se sì, visti i 16 episodi totali previsti, si sa già di quanto consisteranno le due tranches? 8 puntate adesso e 8 a febbraio? Vi ringrazio in anticipo.

    Esattamente. :)

    Rispondi

  40. Bell’episodio davvero, decisamente tra i migliori di tutto il serial. Ma anch’io, forse per via della stagione passata, aspetterei un paio di episodi ancora per capire se davvero possiamo sperare in una svolta definitiva.
    Ma capisco che l’entusiasmo della recensione serva anche a ri-fidelizzare chi aveva smesso di crederci.

    Piuttosto non vorrei passare per il solito rompiballe, però mi chiedo se sia davvero così necessario, da parte di chi ha già letto il fumetto, uscirsene nei commenti con mezze rivelazioni sul futuro andamento della storia. Se poi è vero che ora il serial seguirà molto più fedelmente il fumetto, mi domando se sarà finalmente possibile mantenere davvero una politica spoiler-free nei commenti o se finiremo anche qui a creare la doppia recensione. Ma è così difficile capire che c’è chi non ha letto il fumetto originale e non vuole sapere NIENTE di quello che succederà o che potrebbe succedere?

    Rispondi

  41. Bellissima recensione, mi trovo d’accordo su tutto.
    L’episodio stupendo e me lo sono davvero goduto. L’ho trovato anche più bello del finale della seconda stagione. Per lo meno a me è sembrato più curato e coerente.
    Solo un paio di cose mi hanno fatto storcere il naso, anche se non più di tanto. Regola basilare di The Walking Dead è evitare qualsiasi cadavere ed Hershell invece ci casca come un sacco di patate. Speriamo se la cavi perchè mi piace come personaggio. E poi mi fa strano che in tutto l’inverno non siano passati di fronte la prigione. Voglio dire, è enorme ed è dietro l’angolo. Si fa per dire. A parte questo, la puntata mi ha gasato come pochi.

    Eus ha scritto:

    Quando Lori ha espresso le sue paure sul fatto che il bambino potrebbe essere morto divorandola dal di dentro CI HO SPERATO!

    Non sei l’unico, dico davvero :P .

    Ps: ho linkato la vostra recensione alla mia, mi scuso per il disturbo ;) : http://ktboundary-smnt2000.blogspot.it/#!/2012/10/reviews-seed-walking-dead-03×01.html

    Rispondi

  42. la premiere non mi ha convinto al 100% perchè alcuni personaggi palla al piede con la loro inutilità sedimentata nella seconda stagione sono ancora là, tuttavia il cambio di direzione è evidente, e positivissimo, c’è solo da sperare che la cosa continui e non si areni da qualche parte.
    come sottolinea la recensione, in generale ho apprezzato che il gruppo abbia finalmente deciso che deve decidere; inoltre le scenografie erano davvero molto simili agli albi del fumetto che introducono la nuova location.
    la cosa migliore però della puntata è nella nostra testa, quando Lori evoca la felice immagine della sua stessa morte dilaniata dall’interno dal possibile pupo zombie. certo non sappiamo con QUALI DENTI la azzannerebbe ma possiamo lavorarci su di fantasia.

    Rispondi

  43. Liz ha scritto:

    Infine, se Andrea e Michonne non se la fanno fra loro, sarà solo perché questo show è scritto da misogini. XD

    l’ho pensato anch’io ahahah :D.

    Gran bell’inizio, ma a me il telefilm non è mai arrivato a dispiacere, e, seppure affrontato coi piedi, mi piaceva il taglio intimista, la problematica della sopravvivenza in individui moralmente ed eticamente moderni, etc. Poi, che non sia stato reso come avrebbe dovuto, certo, ma sinceramente TWD non mi ha mai annoiato. E i personaggi tagliati con l’accetta e stupidi come pochi altri mi facevano ridere. Comunque poche serie mi galvanizzano quanto questa XD

    Rispondi

  44. Salvo Bzero ha scritto:

    certo non sappiamo con QUALI DENTI la azzannerebbe ma possiamo lavorarci su di fantasia.

    L’ammazzerà di succhiotti dall’interno. Un bel momento vedremo Lori non esplodere ma implodere dentro una boccuccia di neomorto nato.

    Rispondi

  45. Reyarth ha scritto:

    Gli erranti in tenuta antisommossa.
    E ho detto tutto.
    Fuck yeah.

    quoto, la miglior premiere della stagione, stavolta e quasi inaspettatamente the waking dead ha spaccato!!
    aspetto con ansia la seconda parte.

    p.s. ora nemmeno si perdono in lacrime e rimorsi, ti mordono? dammi un accetta e ti spacco la gampa. woow!!

    Rispondi

  46. Avete già detto tutto voi sui punti di forza della puntata: azione continua, splatter estremo, cattiveria e “praticità” di ogni singola azione dei personaggi.
    Quando Rick ha segato la gamba ad Hershel non abbiamo visto la figlia piangere (implorando di non farlo) e nemmeno gli altri che chiedevano impauriti a Rick se fosse necessario: lo hanno fatto e basta, senza discutere e senza pensarci, perchè non c’è tempo di fare nessuna delle due cose.
    Anche T-Dog, nel suo essere un personaggio “muto”, è stato immediatamente riabilitato: parla poco, rimane in secondo piano, ma fa il suo fottuto dovere! Se io fossi in squadra con lui, starei tranquillo, mentre nella seconda stagione non gli avrei nemmeno fatto fare inversione a U col pickup. E se si stacca dal gruppo, facendo infuriare Rick, è solo per recuperare uno scudo che si rivelerà utilissimo.

    Ma visto che i lati positivi li abbiamo già detti tutti, ci sono alcune cose che non mi hanno convinto:
    – il fatto che siano stati saltati sette mesi: come sono sopravvissuti all’inverno? come è possibile che abbiano ancora carburante ma non abbiano ancora trovato un edificio in cui rifugiarsi?
    – dopo sette mesi si sono ritrovati nello stesso punto in cui era terminata la seconda stagione?

    PS: chiedo un favore a i commentatori ed, eventualmente, ai moderatori.
    Potete evitare di spoilerare tirando in ballo cose che accadono nel fumetto? Un conto è se si parla di scene già viste in tv, ma se nel fumetto compare un nuovo personaggio o succede una certa cosa….tenetevela per voi!

    Rispondi

  47. Ah vi prego…qualcuno posti lo screencap di Maggie quando si accorge che può accoltellare alla gola i poliziotti-zombie!

    Rispondi

  48. Quando dopo l’inutile discorso di Lori, Hershel ha detto “sai a chi non importa niente di tutto questo?” ho sperato dicesse “al pubblico”.

    Rispondi

  49. _iShouldBeSoNucky_ 17 ottobre 2012 at 12:12

    Questa era la carota, ora ci bastoneranno per un bel po’. TWD funziona quando c’è azione, ovvero quando ci sono degli zombie affamati da uccidere. Tolto quello, il nulla: dialoghi o scene che non portano a nulla, recitazione spesso scadente, trama per nulla interessante. Insomma qui falliscono miseramente nel descrivere un gruppo di sopravvissuti intenti a ricostruire una specie di civiltà.
    Io ho letto tante lodi ma vorrei esporre le mie critiche:

    -cosa hanno fatto nei sette mesi precedenti? Come hanno fatto a sopravvivere?

    -come fanno ad avere una mira così eccellente? Hanno fatto pratica direte voi..ma allora dove hanno trovato i proiettili ?

    -la scena contro gli zombie-antisommossa è assurda, con Darly che lancia una freccia sulla visiera ..?!?

    Io ho idee che dalla prossima puntata tornerà una noia mortale..spero di essere smentito!
    A differenza vostra non sono uno zombie e certe domande me le faccio! ;)

    Rispondi

  50. _iShouldBeSoNucky_ ha scritto:

    Questa era la carota, ora ci bastoneranno per un bel po’. TWD funziona quando c’è azione, ovvero quando ci sono degli zombie affamati da uccidere. Tolto quello, il nulla: dialoghi o scene che non portano a nulla, recitazione spesso scadente, trama per nulla interessante. Insomma qui falliscono miseramente nel descrivere un gruppo di sopravvissuti intenti a ricostruire una specie di civiltà.
    Io ho letto tante lodi ma vorrei esporre le mie critiche:

    -cosa hanno fatto nei sette mesi precedenti? Come hanno fatto a sopravvivere?

    -come fanno ad avere una mira così eccellente? Hanno fatto pratica direte voi..ma allora dove hanno trovato i proiettili ?

    -la scena contro gli zombie-antisommossa è assurda, con Darly che lancia una freccia sulla visiera ..?!?

    Io ho idee che dalla prossima puntata tornerà una noia mortale..spero di essere smentito!
    A differenza vostra non sono uno zombie e certe domande me le faccio!

    Vabbè, ignorando la frecciatina acidissima che ti potevi risparmiare, provo a risponderti io su un paio di punti:

    1) Durante i 7 mesi di salto temporale hanno fatto esattamente quello che abbiamo visto nei primi minuti di questa premiere: girano con le macchine, trovano una casa, ammazzano gli zombie, trovano provviste/proiettili/benzina o qualunque cosa possa essere utile, riposano finchè possibile, poi se ne vanno. Il salto temporale secondo me è stato una scelta saggia: è inutile farci vedere la “maturazione” dei personaggi, ne abbiamo avuto un assaggio alla fine della seconda stagione, ora vediamo come si comporta un gruppo di persone che è sopravvissuto all’apocalisse per mesi e mesi, un gruppo che ha trovato il suo posto nel nuovo mondo, che non ha più bisogno di PARLARE PER ORE DI OGNI MALEDETTA QUESTIONE e che vuole smettere di sopravvivere e ricominciare a vivere.

    2) Gli unici ad avere una mira infallibile sono Rick e Daryl (che già possedevano queste capacità da prima dell’apocalisse), gli altri non sono assolutamente al loro livello, vedi Carol che quasi buca un piede a Rick e poi sente i dolori per colpa del rinculo. L’unica in tutte le due stagioni ad essere diventata molto brava col fucile è Andrea che più volte è stata lodata come un “talento naturale”. Gli altri sono molto più scarsi, ma con un po’ di proiettili riescono a buttare giù degli zombie lentissimi e stupidi.
    Il problema munizioni viene posto proprio in questa puntata da Herschel e lo risolvono trovando l’armeria della prigione.

    3) La scena poteva essere sicuramente resa meglio, ma è una scena di un secondo e mezzo su una puntata di 43 minuti in cui tutti fanno quello che devono fare.

    Rispondi

  51. _iShouldBeSoNucky_ ha scritto:

    A differenza vostra non sono uno zombie e certe domande me le faccio!

    O forse noi, a differenza tua, ci ricordiamo che si tratta di una serie fantasy-horror, per cui bisogna alzare la soglia di sospensione dell’incredulità. E come dobbiamo accettare l’idea di cadaveri che tornino in vita, possiamo anche accettare alcune scene realizzate con il puro scopo di fare spettacolo (ad esempio il fatto che molti walkers, ritenuti “morti” si rialzino al passaggio dei personaggi, per finire nuovamente “uccisi”).

    Rispondi

  52. pemf.bolloso ha scritto:

    Durante i 7 mesi di salto temporale hanno fatto esattamente quello che abbiamo visto nei primi minuti di questa premiere: girano con le macchine, trovano una casa, ammazzano gli zombie, trovano provviste/proiettili/benzina o qualunque cosa possa essere utile, riposano finchè possibile, poi se ne vanno. Il salto temporale secondo me è stato una scelta saggia: è inutile farci vedere la “maturazione” dei personaggi, ne abbiamo avuto un assaggio alla fine della seconda stagione, ora vediamo come si comporta un gruppo di persone che è sopravvissuto all’apocalisse per mesi e mesi, un gruppo che ha trovato il suo posto nel nuovo mondo, che non ha più bisogno di PARLARE PER ORE DI OGNI MALEDETTA QUESTIONE e che vuole smettere di sopravvivere e ricominciare a vivere.

    Concordo sul fatto che il salto temporale sia stato necessario ai fini della narrazione, giustificando l’evoluzione del gruppo (hai dimenticato che serve anche a farci vedere Lory ormai prossima al parto).
    Il problema è che la seconda stagione si concludeva con una specie di “winter is coming” e che faceva prevedere un periodo di estrema difficoltà dovuto all’imminente arrivo del freddo….ricordiamoci che vivono in un mondo dove non c’è il riscaldamento, dove non puoi accenderti un fuoco e dove devi essere sempre con un occhio rivolto all’esterno.
    Rivederli ora, tutto sommato “in forma”, come se si fosse trattata di semplice routine, mi è sembrata una soluzione di comodo. Ad esempio, mi viene più facile credere a Carl che diventa un tiratore scelto rispetto al fatto che, dopo 7 mesi, riescano ancora a spostarsi con mezzi a benzina -facendo evincere che continuano a trovare carburante- e non abbiano trovato un bunker dove nascondersi.
    Ma appunto, si tratta di aspetti che non pregiudicano la godibilità della storia.

    pemf.bolloso ha scritto:

    Gli altri sono molto più scarsi, ma con un po’ di proiettili riescono a buttare giù degli zombie lentissimi e stupidi.

    Sì, ma per quanto puoi essere esperto, centrare gli zombie tra gli occhi a diversi metri di distanza con una pistola (tenuta con una sola mano e camminando) è qualcosa che nemmeno Charles Bronson nei suoi film più tamarri…. XD XD

    pemf.bolloso ha scritto:

    3) La scena poteva essere sicuramente resa meglio, ma è una scena di un secondo e mezzo su una puntata di 43 minuti in cui tutti fanno quello che devono fare

    Inoltre, Daryl che tira una freccia sulla visiera dello zombie la trovo perfettamente coerente sia col suo personaggio, sia con una situazione in cui non puoi andare troppo per il sottile e fermarti a pensare “funzionerà o meno?”. Semmai è alquanto strano che non si veda mai Daryl recuperare le frecce che spara (cosa che in passato faceva sempre), anche quando avrebbe tutto il tempo per farlo.

    Rispondi

  53. aspettavo TWD con trepidazione, ma ho notato, probabilmente frutto del cambio di “manico”, una cosa che mi ha lasciato perplesso..
    ovvero tanto splatter, una buona dose di adrenalina, ma poca tensione, non so se riuscite a capirmi, quella tensione che ti fa stare con le unghie nel bracciolo della poltrona in attesa capiti qualcosa con conseguente balzo sulla sedia. la prima e seconda stagione erano così pur magari con lentezze di troppo ma credo funzionali a creare quel climax di stress consono alla situazione di ritrovarsi in un mondo zombizzato, questa terza sta prendendo invece tutt’altra direzione.
    in questo forse darabont era più “scafato”, mentre mazzara tende ad essere più diretto, magari moderno, ma l’horror vero è quello che si immagina, si aspetta dietro l’angolo, si intravede.
    se me lo spiattellano in faccia, perde forza
    aspettiamo il proseguio e vediamo cosa succederà..

    Rispondi

  54. _iShouldBeSoNucky_ 17 ottobre 2012 at 14:01

    O forse io, a differenza tua, so che nell’ambito della sospensione dell’incredulità ci sono comunque delle regole da seguire. Sospensione dell’incredulità non significa “accetto tutto, tanto mica gli zombie esistono davvero!”, significa porre comunque dei paletti.
    Ed in questa puntata c’è ne sono molte di cose che per me vanno oltre la sospensione dell’incredulità. Come detto giustamente nel precedente commento, avevano montato tutta la storia del “Winter Is Comig” lasciando presagire che stava arrivando un nuovo nemico da affrontare. Non critico la scelta di non aver fatto vedere quel periodo, ma il fatto che sembra non ci siano segni sui protagonisti. Ad esempio Lory che aspetta un bambino è stata sottoposta a continui spostamenti, al freddo e alla fame, eppure miracolosamente il bambino è ancora lì. Oppure: dopo 7 mesi Rick è ancora arrabbiato con Lori?? Uno se la fa passare per quanto grave sia, visto che sono ben altri i problemi di preoccuparsi.
    Per farla breve: la premiere mi è piaciuta molto per l’azione, però ci sono tanti problemi e sinceramente non capisco chi fa finta di non vederli o non li vede!

    Rispondi

  55. _iShouldBeSoNucky_ ha scritto:

    TWD funziona quando c’è azione, ovvero quando ci sono degli zombie affamati da uccidere.

    Questa mi pare l’obiezione più sensata del tuo commento. Perché è vero che, escluso il primo episodio in assoluto, il problema della serie è sempre stato quello di non saper trovare il registro giusto per gestire le pause dall’azione. Per quanto sia evidente che più zombie, più squartamenti e più situazioni di pericolo e incertezza rendano il prodotto molto più interessante, non sono mai stato un sostenitore della linea tutta-azione-solo-azione.
    Per aprire la terza stagione hanno giustamente puntato sul sicuro, mettendoci tanti walkers, tante sparatorie, pochissime pause ed esplorazione di luoghi ignoti (creando un buon livello di tensione – mi ha ricordato le scene nell’ospedale al risveglio di Rick), ma da quel poco che si è visto mi è parso che ancora non siano riusciti a mettere a fuoco la sceneggiatura nei momenti di “pausa”. Il vero salto di qualità lo avremo, a mio parere, quando i momenti senza azione saranno anche interessanti quanto quelli di tensione.

    Rispondi

  56. winston smith 17 ottobre 2012 at 14:43

    _iShouldBeSoNucky_ ha scritto:

    Per farla breve: la premiere mi è piaciuta molto per l’azione, però ci sono tanti problemi e sinceramente non capisco chi fa finta di non vederli o non li vede!

    Si soprassiede su certi elementi probabilmente perché, dopo quello a cui la serie ci ha abituato a partire dal finale della prima stagione (incluso), questo episodio sembra manna dal cielo. D’accordo sulla necessità di aspettare quantomeno la seconda puntata prima di esprimere un reale giudizio su questa stagione, ma del resto l’ho scritto anche io in un intervento circa 30 commenti sopra il tuo. Solo che non ho accusato gli altri utenti entusiasti della premiere di essere degli zombies (che poi quelli di The Walking Dead sono scaltri visto che si fingono “morti morti” per poi azzannare facilmente i vecchietti che si avvicinano indifesi). ;)

    Rispondi

  57. massi ha scritto:

    Per quanto sia evidente che più zombie, più squartamenti e più situazioni di pericolo e incertezza rendano il prodotto molto più interessante, non sono mai stato un sostenitore della linea tutta-azione-solo-azione.
    Per aprire la terza stagione hanno giustamente puntato sul sicuro, mettendoci tanti walkers, tante sparatorie, pochissime pause ed esplorazione di luoghi ignoti

    Sì e no.
    Nel senso che, ok, è stata una puntata dove per tutto il tempo hanno sparato e squartato teste. Dovessi dire che sarei felice di vedere altre 12 puntate così, mentirei! Quindi concordo con la prima parte del quote.

    Però bisogna tener conto che si tratta di una season premiere, con diversi compiti da svolgere:
    – rimediare alla pallosità della seconda stagione e farci capire che quest’anno non verrà a mancare nè l’azione, nè lo splatter. Anzi, forse hanno volutamente esagerato per farci capire che, in fondo, queste cose devono essere dosate in maniera ottimale, altrimenti non fanno più effetto;
    – farci vedere come i personaggi non siano più le pappamolle di 7 mesi fa, ma delle macchine da guerra, un “branco” perfettamente organizzato che non potrebbe sopravvivere senza la mutua collaborazione;
    – un gruppo di persone che ormai è oppresso da questa invasione e che non può permettersi più di rilassarsi, ma nemmeno discutere o litigare (perchè non ne hanno il tempo…e forse nemmeno la voglia). A differenza di film come “28 giorni dopo” in cui l’invasione è destinata a declinare col passare del tempo, ci stanno facendo intuire che le orde di zombie si stanno incontrando, divendando sempre più numerose e pericolose.
    Forse nemmeno io, in quella situazione,avrei voglia di litigare (o di chiarire) con mia moglie, che mi ha trattato come un assassino dopo io difeso lei, mio figlio e il mio gruppo dallo stesso uomo che LEI ha reso una bestia incapace di ragionare (e con cui mi ha cornificato).
    E qui riporto alla mente la scena della gamba tagliata: ciò che l’ha resa terrificante, non è stata la violenza di quel momento, ma il fatto che nessuno abbia avuto il tempo per disperarsi di ciò che stava accadendo. Forse lo faranno dopo, quando uscirano dal refettorio…ma in quel momento, loro sono “animali” in preda al puro spirito di sopravvivenza e in cui qualsiasi azione va presa in funzione del branco.

    Rispondi

  58. Io non sono rimasta esaltata devo dire, poco ritmo e poca tensione. Loro più organizzati (era ora) ma ancora non abbastanza considerato che sono nel mezzo della devastazione ormai da più di un anno, e gli ultimi mesi (invernali, per di più…) li hanno passati a quanto pare on the road… e cosa gli è rimasto? Sembra sia passata una settimana a farla grande.
    Anche gli attori mi sono sembrati poco convinti, quasi che si chiedessero pure loro dove sono andati questi 7 mesi: situazione rick e lory praticamente immutata, vecchio dottore ancora pieno di voglia di canti e coltivazione della terra, glenn sembra ancora il ragazzino sull’orlo della vita adulta della seconda… giusto Carl è incazzato con la madre anche se non mi è ben chiaro il perchè, mi son persa qualcosa?
    Meno paranoie e discussioni, certo, ma questo si era già definito con la chiusura della 2 stagione.

    Probabilmente mi aspettavo la nuova stagione con l’inverno alle porte a rendere il tutto più difficile e in una dimensione più sociale per il nostro gruppo (visto che la prigione sembrava dietro l’angolo, tanto che la mia sensazione era stata “ma guarda questi, spaventati e spersi nel bosco con la salvezza a due passi!” e invece col cavolo), che si contrapponesse all’eterna estate priva di zombie e piena di discussioni della seconda stagione. Vediamo come procede ora, TWB mi appassiona un sacco comunque ma spero che entrino in gioco altri personaggi ben disegnati con cui rapportarsi (oltre a Michonne, la cui presenza nella puntata mi ha un pò lasciata insoddisfatta, vista l’entrata trionfale che aveva fatto. Qualche minuto di mistero in più sulla sua
    personalità non mi sarebbe dispiaciuto.)

    Rispondi

  59. @ Johnny:
    forse mi hai frainteso, dato che comunque ieri sera appena visto l’episodio avevo commentato così:
    Bell’episodio davvero, decisamente tra i migliori di tutto il serial.
    Per le ragioni che elenchi e altre ancora.
    Poi proprio il fatto che sia il primo episodio di una nuova stagione, mi fa essere un poco meno entusiasta del recensore per il futuro prossimo, perché anche l’opening season della prima stagione era stato un episodio valido e aveva fatto ben sperare. per cui
    aspetterei un paio di episodi ancora per capire se davvero possiamo sperare in una svolta definitiva.

    Poi ecco non voglio cercare di essere disfattista a tutti i costi, solo per i miei gusti personali, al serial manca ancora quel “quid” proprio durante di momenti di pausa, per raggiungere la vera eccellenza.

    Per cercare di spiegarmi meglio:

    nella puntata di ieri, in quei pochi momenti in cui i protagonisti potevano rilassarsi un’attimo non vedevo l’ora che si rimettessero in moto per esplorare e combattere. Per fortuna l’azione non è mancata e (nonostante una regia non proprio eccelsa) la puntata è stata scoppiettante. Anche le varie scelte fatte in questa direzione dagli autori (Lori pronta a partorire, la necessità di limitare l’uso delle armi da fuoco, maggior livello di badassitudine in tutto il gruppo) sono state tutte vincenti a partire dal bel ‘incipit senza dialoghi.

    questa puntata è stata un successo. ma non credo che la stessa formula possa reggere per l’arco narrativo della stagione. quello che vorrei vedere per il futuro, è un serial dove i momenti di pausa dall’azione sono attesi quanto l’azione stessa perché di fatto restano i momenti migliori per approfondire personaggi e per sviluppare un vero racconto. vorrei arrivare al punto in cui un irruzione di walkers diventa un “disturbo” anche per noi spettatori e non solo per i personaggi. altrimenti 1) il serial sarà sempre troppo dipendente dal budget e dal numero di zombie che gli sceneggiatori potranno mettere in ogni episodio. 2) continueremo a vedere il 90% percento dei personaggi come carne da macello, sperando sempre che gli zombie se ne portino via qualcuno.

    Rispondi

  60. E giusto criticare e volere sempre il meglio,ma cerchiamo anche di essere obiettivi e ricordare che (come tutte le altre) è una serie televisiva e soggetta a parecchi limiti che i film molte volte non hanno.
    La sceneggiatura deve durare un arco da 12 a 22 episodi e rendere tutto sempre interessante per un periodo di tempo cosi lungo è difficile.
    Il budget è limitato (negli ultimi tempi ancora di piu), e di conseguenza il cast non puo essere tutto di alto livello.
    Averceli 40 minuti cosi in certi film prodotti ultimamamente.
    Cosa piu importante……..qui in italia il livello della qualità delle serie televisive,è cosi basso che perfino Revolution (per dirne una di quelle che reputo scadenti) sarebbe un passo in avanti.

    Recensione come sempre di alto livello e commenti che mi fanno sempre scoprire cose nuove che non avevo notato.

    Salutoni dal Messico dove vivo!!!!

    P.S.
    (per dire di un’altro paese dove il prodotto televisivo e scadente)

    Roby

    Rispondi

  61. _iShouldBeSoNucky_ 17 ottobre 2012 at 16:56

    Turbine68 ha scritto:

    E giusto criticare e volere sempre il meglio,ma cerchiamo anche di essere obiettivi e ricordare che (come tutte le altre) è una serie televisiva e soggetta a parecchi limite che i film molte volte non hanno.
    La sceneggiatura deve durare un arco da 12 a 22 episodi e rendere tutto sempre interessante per un periodo di tempo cosi lungo e difficile.

    Certo, ma poi è quello che distingue una grande serie da una serie mediocre. TWD è mediocre perché si è dimostrata incapace da un lato di riempire i vuoti tra un attacco zombie e l’altro e dall’altro lato di non riprodurre in questi attacchi la tensione adeguata. E qui e in altri parti la si esalta come fosse un capolavoro.

    Rispondi

  62. Turbine68 ha scritto:

    Il budget è limitato (negli ultimi tempi ancora di piu), e di conseguenza il cast non puo essere tutto di alto livello.

    Onestamente, senza fare i conti in tasca, credo che l’episodio 3X01 non sia stato proprio un episodio al risparmio. Insomma: dover affittare un carcere (anche se in disuso) per trasformarlo in un set costa sicuramente di più rispetto a usare “lavecchia fattoria”.
    Per non parlare di tutti gli effetti speciali e schizzi di sangue, che oltre a richiedere un lavoro estremamente curato, richiedevano anche grandi capacità attoriali sia del “gruppo” che degli zombie per far sì che le azioni risultassero sincronizzate.
    Nella seconda stagione, gli zombie probabilmente erano interpretati da comparse a cui si diceva “cammina come se fossi in un video di Micheal Jackson”. Quindi no so quanto abbiano giocato al risparmio con questo episodio.

    Turbine68 ha scritto:

    Cosa piu importante……..qui in italia il livello della qualità delle serie televisive,è cosi basso che perfino Revolution (per dirne una di quelle che reputo scadenti) sarebbe un passo in avanti

    Vabbè, non spariamo sulla croce rossa :D

    Rispondi

  63. _iShouldBeSoNucky_ ha scritto:

    Certo, ma poi è quello che distingue una grande serie da una serie mediocre. TWD è mediocre perché si è dimostrata incapace da un lato di riempire i vuoti tra un attacco zombie e l’altro e dall’altro lato di non riprodurre in questi attacchi la tensione adeguata. E qui e in altri parti la si esalta come fosse un capolavoro.

    ————————————————————–
    Mi sembra che qui su questo forum,le prime due stagioni siano state abbastanza criticate e quasi nessuno si è permesso di dire che è un capolavoro.
    A me personalmente le prime due stagioni sono piaciute con i loro alti e bassi e reputo TWD sicuramente un’ottima serie che puo dare ancora di piu.
    Forse non arriverà mai hai livelli di Mad Men o Breaking Bed (due serie che reputo capolavori,ma sono state criticate anche queste),ma vedendo quello che c’è in giro!!!!!!!

    Saluti

    Roby

    P.S.
    Scusate il casino con il “Quote”

    Rispondi

  64. winston smith 17 ottobre 2012 at 17:40

    _iShouldBeSoNucky_ ha scritto:

    E qui e in altri parti la si esalta come fosse un capolavoro.

    LOL per la parola capolavoro associata a The Walking Dead. Anzi, per il semplice fatto che stiano nella stessa frase. Purtroppo anch’io ho notato come la maggior parte dei miei amici si esalti in maniera indescrivibile per le avventure di The Walking Dead, ma cosa ci possiamo fare? Il pubblico medio (quello che costituisce almeno l’80% dei 15 milioni totali che solo in America hanno visto questo episodio fra una replica e l’altra) non sono certamente dei buongustai come noi. Possiamo passare il nostro tempo a compatirli oppure possiamo cercare di goderci al massimo questi 40 minuti di mediocrità settimanali, senza per questo perderci la ragione. :D

    Rispondi

  65. Rispondo a Johnny.

    Quello appunto che stavo dicendo,è che il budget è limitato e che ci saranno episodi ad alto livello come questo, e altri che giocoforza saranno di piu basso spessore come accade in tutte le serie.
    In un film,hai almeno un anno di tempo per fare una pellicola di 2 ore,e quindi è giusto predendere il massimo dal regista e dagli attori.
    In una serie il mio giudizio è sicuramente piu elastico.

    Rispondi

  66. Ma grazie a molti di voi per i numerosi spoiler!!! Non tutti leggiamo i fumetti.
    Vado a ritirarmi nella mia mediocrità, saluti

    Rispondi

  67. noto qualche esaltato di troppo

    Rispondi

  68. @ winston smith:
    Oppure, anzichè compatire la povera gente che guarda TWD, si possono sempre impegnare le proprie serate dedicandosi ad altro di meno “medio” e mediocre. Magari un balletto, un teatro sperimentale, letture in pubblico di qualche poeta africano sconosciuto, o un bel film bulgaro senza sottotitoli. Ciò, oltre ad evitare di compatire i poveretti che si fomentano attorno a storie di non morti, ti consentirebbe di recarti negli appositi forum, quelli intellettualmente alti, che parlano di arte vera. Lì infatti, potresti trovare qualche novello Nanni Moretti con cui fare a gara di puzza sotto al naso…
    consiglio: se una cosa non ti piace smetti di guardarla e/o di sparlarne.

    Rispondi

  69. mi dissocio solo da un punto: aspetto con impazienza e trepidazione che uno zombie si pappi il ragazzino.

    Rispondi

  70. spoiler1 ha scritto:

    aspettavo TWD con trepidazione, ma ho notato, probabilmente frutto del cambio di “manico”, una cosa che mi ha lasciato perplesso..
    ovvero tanto splatter, una buona dose di adrenalina, ma poca tensione, non so se riuscite a capirmi, quella tensione che ti fa stare con le unghie nel bracciolo della poltrona in attesa capiti qualcosa con conseguente balzo sulla sedia. la prima e seconda stagione erano così pur magari con lentezze di troppo ma credo funzionali a creare quel climax di stress consono alla situazione di ritrovarsi in un mondo zombizzato, questa terza sta prendendo invece tutt’altra direzione.

    Qui secondo me il problema e` che e`tutto un continuo di tensione. In questa puntata i momenti senza azione sono pochissimi, ovvio che non si crei il climax, non c`e` tempo. Appena pensi “oddio adesso vengono attaccati” beh…vengono attaccati! Secondo me e` un`ottima scelta anche considerando le “nuove” psicologie dei personaggi: non c`e` tempo per pensare, e, per noi, nemmeno per aver paura.

    Per rispondere alle alte critiche culturali mosse a TWD, mi dispiace per le persone che non riescono a godersi una cosa senza dover per forza fare l`intellettuale. Capisco se si sta parlando di Revolution, che e` una barzelletta, ma dai, mentre si guarda TWD non e` proprio sensato farsi domande tipo perche` Daryl non ha raccolto le frecce…chissenefrega! Magari non avevano abbastanza tempo a disposizione per farglielo fare, non lo so, ma non vedo l`utilita` di queste critiche.
    Inoltre ok, hanno passato l`inverno illesi (oddio, mica tanto, sembrano tutti alienati), machissenefrega 2! Adesso la serie e` iniziata e a me interessa quello che mi fanno vedere ORA.

    Rispondi

  71. Ho visto ieri la puntata e devo dire che mi è piaciuta, non ai livelli del pilot, però comunque meglio di quello che ho visto nell’ultimo mese.
    Sulla tendenza dei personaggi a non fare scelte stupide però avrei qualcosa da ridire: come aveva già fatto notare qualcuno in un commento precedente era assurdo che volessero fermarsi al prato e non tentare di entrare nella prigione, per quanto piena di zombie, ma soprattutto solo a me è parso strano che quando vanno in avanscoperta nella prigione si portano dietro anche Hershel che come minimo li rallenta, lasciando peraltro Lori incinta senza medico (veterinario)?
    Ultima cosa: non dovrebbe essere troppo difficile non spoilerare, possibile che chi ha letto i fumetti non sia in grado di trattenersi? la serie televisiva è un’altra cosa, non a tutti interessa leggere e sapere quanto magnifico/potente/appagante sia il fumetto e quanti bei personaggi ci siano e cosa succede, ecc ecc

    Rispondi

  72. Bayta ha scritto:

    n e` proprio sensato farsi domande tipo perche` Daryl non ha raccolto le frecce…chissenefrega! Magari non avevano abbastanza tempo a disposizione per farglielo fare, non lo so,

    Certo, non è che si sta parlando di crimini contro l’umanità… XD
    Però questi erano quei piccoli particolari che, oltre a caratterizzare il personaggio, danno maggior credibilità alla scena: Daryl iniziamente appare come un mezzo selvaggio senza regole, ma che sa benissimo che ha poche risorse a disposizione (le frecce) e deve recuperarle ad ogni costo dopo averle utilizzate.
    E magari ne approfitta per prendere dai walkers un “ricordino”, come le orecchie…. :D

    Diciamo che è una cosa che mi sarebbe piaciuto vedere nella scena della prigione: Daryl che dopo aver infilzato gli zombie, deve avvicinarsi al loro corpo per recuperare il dardo. Se poi non si vede, pazienza :)

    Rispondi

  73. Johnny ha scritto:

    Daryl iniziamente appare come un mezzo selvaggio senza regole, ma che sa benissimo che ha poche risorse a disposizione (le frecce) e deve recuperarle ad ogni costo dopo averle utilizzate.
    E magari ne approfitta per prendere dai walkers un “ricordino”, come le orecchie….
    Diciamo che è una cosa che mi sarebbe piaciuto vedere nella scena della prigione: Daryl che dopo aver infilzato gli zombie, deve avvicinarsi al loro corpo per recuperare il dardo. Se poi non si vede, pazienza

    Devo ammettere che la collana di orecchie (e anche il fatto delle frecce) era venuta in mente anche a me e infatti ho pensato “com’è, non prende più le orecchie?”. C’è da dire che gli zombie in questa puntata erano tantissimissimi quindi prendere le orecchie a tutti era poco pratico in effetti.
    Spero comunque che continuino a farglielo fare.
    Però ribadisco che la puntata me la sono goduta alla grande, questi particolari non mi hanno per niente disturbata…

    Rispondi

  74. Bayta ha scritto:

    Devo ammettere che la collana di orecchie (e anche il fatto delle frecce) era venuta in mente anche a me e infatti ho pensato “com’è, non prende più le orecchie?”. C’è da dire che gli zombie in questa puntata erano tantissimissimi quindi prendere le orecchie a tutti era poco pratico in effetti.

    Diciamo che è un vezzo che non può più permettersi, mentre le frecce sono un’esigenza “logistica”.

    Rispondi

  75. Mi sembra che ancora non sia stato citato: nessuno ha notato che nella scena prima della sigla, non si sente pronunciare nemmeno una parola?
    Probabilmente era un altro messaggio rivolto a chi temeva un’altra stagione di “Talking dead” :)

    Rispondi

  76. Johnny ha scritto:

    Mi sembra che ancora non sia stato citato: nessuno ha notato che nella scena prima della sigla, non si sente pronunciare nemmeno una parola?
    Probabilmente era un altro messaggio rivolto a chi temeva un’altra stagione di “Talking dead”

    in alcuni commenti è stato detto proprio questo :)
    “Talking dead” xD
    concordo con chi chiede un maggiore attenzione verso gli spoiler dal fumetto.
    su tutte queste discussioni sulla qualità della serie vorrei solo ricordare che nessuno ha la verità in tasca;se a me fa impazzire una cretinata ho tutto il diritto di esprimere la mia opinione senza venire in alcun modo attaccata.poi se c’è a chi non piace tanto meglio,mi farà notare i difetti che magari trascuro,se mi ritiene una cerebrolesa può tenerselo per se.
    grazie

    Rispondi

  77. winston smith 18 ottobre 2012 at 13:53

    Luca ha scritto:

    @ winston smith:
    Oppure, anzichè compatire la povera gente che guarda TWD, si possono sempre impegnare le proprie serate dedicandosi ad altro di meno “medio” e mediocre. Magari un balletto, un teatro sperimentale, letture in pubblico di qualche poeta africano sconosciuto, o un bel film bulgaro senza sottotitoli. Ciò, oltre ad evitare di compatire i poveretti che si fomentano attorno a storie di non morti, ti consentirebbe di recarti negli appositi forum, quelli intellettualmente alti, che parlano di arte vera. Lì infatti, potresti trovare qualche novello Nanni Moretti con cui fare a gara di puzza sotto al naso…
    consiglio: se una cosa non ti piace smetti di guardarla e/o di sparlarne.

    Ciccio, chiamasi ironia quella che ho utilizzato. The Walking Dead è un prodotto oggettivamente mediocre (e lo è perché non riesce a sfruttare a pieno le sue incredibili potenzialità), ma questo non significa che non merita di essere visto. Infatti, e mi ripeto riassumendo il concetto visto che qualcuno non ha compreso bene, ho scritto che possiamo autocommiserarci e passare le ore a dire a tutti “TWD è una ciofeca! L’apocalisse è vicina!” oppure possiamo goderci quei 40 minuti per quello che sono (intrattenimento) e passare avanti quando si incontrano plotholes o scene di trash assurdo. Quello con la puzza sotto al naso era l’utente a cui rispondevo, non io. Mi spiace che ti sia distratto sentendoti attaccato personalmente, visto che non era mia intenzione farlo. Se, poi, ritieni che TWD il tv show sia il top della televisione mondiale, non sarò certo io a farti cambiare idea perché non ne ho né la pretesa né il tempo.
    Esempio: lo show a cui sono sentimentalmente più legato fra quelli attualmente in onda per svariate ragioni è Dexter, e non riuscirò mai a smettere di guardarlo sebbene sia l’ombra della serie che era in origine, ma non per questo ritengo un arrogante chi afferma convinto che è una serie in molti tratti mediocre (e ti assicuro, qualora tu non l’abbia vista, che la sesta stagione è sotto il mediocre). C’è l’oggettività e c’è la soggettività; e le due cose raramente coincidono.
    Consiglio: se non si guarda in basso, non si può apprezzare a pieno quando si guarda in alto. E qui ti saluto. :D

    Rispondi

  78. @ winston smith:
    Ironia parecchio british la tua ;)

    Rispondi

  79. winston smith 18 ottobre 2012 at 20:24

    Luca ha scritto:

    @ winston smith:
    Ironia parecchio british la tua

    Sempre di ironia si tratta. XD
    Mi fa piacere che abbiamo chiarito. Siamo qui per commentare su qualcosa che ci piace, non per mandarci a quel paese. :D

    Rispondi

  80. @ Marcello:
    Marcello, guarda che è proprio a Dale che amputano la gampa. Allen viene morso e non sopravvive, Dale sì. Citando la Wikia:

    “Dale is bitten by a Zombie, and is only narrowly rescued by the arrival of the raid party who quickly take Dale back into the prison in order to have his leg amputated. The right leg is amputated successfully and Dale is saved.”

    Rispondi

  81. Visto ieri,
    d’accordo con voi, un buon inizio.
    Tuttavia rimangono delle cose che mi lasciano perplesso: premesso che finalmente, come rilevato in recensione, il gruppo si muove e ragiona “tatticamente” e con raziocinio ma è mai possibile che in un anno a nessuno sia venuto in mente di procurarsi dei bei GUANTI DA SALDATORE! o una tenuta tattica o una sotto muta anti squalo o delle protezioni in kevlar??!! sai che ridere vedere i denti marci degli zombi che provano a perforare il kevlar ahahahah!
    E non venitemi a dire che sono di difficile reperimento perché si trovano davvero ovunque, anched nella più piccola delle ferramenta (comprati da me settimana scorsa nel mio paesino, assolutamente imperforabili).
    Almeno delle protezioni MINIME per bracccia, gambe, viso che impediscano ai liquidi infetti di entrare in circolo, almeno degli occhiali o delle maschere!!!!!!: a maggior ragione in considerazione del fatto che ormai la maggior parte degli zombi, in questa seconda serie, viene finita all’arma bianca con schizzi a go-go da distanza ravvicinata…
    Ed invece no, meglio affrontare orde di non-morti in camicia o canotta (Maggie e Daryl), MADDAIIIIIIII!

    Un’ultima considerazione: Daryl gironzola ancora in moto su strade devastate e fra migliaia di zombi ma veramente veramente? ma LOL!!!!!

    Rispondi

  82. @ Fortebraccio:
    la cosa di daryl anche io ci ho pensato..e ti do ragione..anche perchè fa un bordello assurdo quella moto..però dai..per il resto..torniamo in paese pieno di cannibali morti per cercare delle tute anti squalo! ottima idea..la regola di TWD è quella di stare lontano dai posti affollati come atlanta. (ricordi ? ) stanno nei boschi perchè non passano migliaia di zombi( a parte l’orda che passa di tanto in tanto) come in città..e inoltre nei boschi si può cacciare,si può bere dai fiumi, e magari trovare rifugio in qualche casetta sperduta qua e la..penso che in quella situazione pensi a stare lontano dal pericolo e fare come loro..poi se te ti prenderesti la briga di tornare ad atlanta a cercare una tuta anti squalo(manco si trattasse di un arsenale come il borsone di rick) ok,io ti aspetto nella casa sperduta nel bosco XD cmq sia è una delle migliori serie tv,e di sicuro è decisamente meglio della maggior parte zombi movie..tolto quello di romero..aspettiamo la seconda dai! P.S basta con gli spoiler del fumetto mi rovinate l’attesaaaaaaaaa XD thanks XD

    Rispondi

  83. marò quanti pipponi, io saluto la prematura dipartita di Darabont intonando un fragoroso Heil Mazzara (che è oggettivamente più fico non fosse altro per il cognome chiaramente siculo). Basta mammine stracciacazzi, vecchi rimbambiti, dialoghi al valium, psicologia da Crepet, basta e basta. Nella vita è tutto un fatto d’ aspettative, io se voglio plot che girano tutti precisini come un orologino sfizzero mi vedo person of interest, qui di zombie si tratta e la parte sociologica postapocalittica già se l’è sparata romero che è uno, mica so tutti romero. A volte ci si scorda da cosa è tratto TWD che non è un trattato sulla vita nel mondo postapocalittico ma un fumetto, certo mica della marvel, ma sempre di comics parliamo, nei quali non ti fai le pippe sul perchè il protagonista non ha trovato i superguanti antimozzico, e per quale motivo invece di una cazzo di macchina giapponese non si so presi un pickup su cui montare un bel mitraglione tipo quello di predator. C’è stata la tensione? si, il macinato di zombie con teste che zompano e schioppettano a tutto spiano? si! Lo zombie t’ ha mozzicato ed io scusa caro amico ma t’ amputo a tempo zero e scusa se non t’ ho dato manco un pò di uischi? hell yeah! La prigione ci piace, l’ atmosfera è quella giusta, dopo una decina di puntate a dare craniate allo schermo mentre cercavano la fottuta ragazzina, me pare na specie di benedizione! Ora ci vogliono le motoseghe, l’ umano supercattivo che gli zombie alla fine so pure buoni in confronto, qualche bel gruppO di svitati postapocalittici criptosatanisti e la megamattanza umani contro umani contro zombie contro umani e siamo tutti (o quasi) contenti. Dice, ma è na cosina davvero di bassa lega, ok, me sò sparato Breaking Bad, Mad Men e boardwalk empire, giuro che mi guardo tutto POI ed appena esce pure la nuova stagione di whale wars per fare ammenda ok?

    Rispondi

  84. io non capisco cosi ci trovino tutti di cosi bello in questa puntata…….
    voglio dire sono stati ad ammazzare zombie per 30 minuti e tra un uccisione e l’altra si cade pure nel grottesco quando si mettono a cantare, probabilmente sarò io che mi aspetto troppo

    Rispondi

  85. Pilot davvero notevole.Alcuni personaggi sono cambiati notevolmente:Carl che fa il pistolero scimmiotando il padre,Carol che finalmente si è svegliata e a imparato a maneggiare le armi,oltre ad aver assunto atteggiamenti un pò zoccoleggianti(vedi la scena in cui propone,anche se scherzando,a Dale di scopare O.O mai mi sarei aspettato di udire queste parole uscirle di bocca!)ma il cambiamento più drastico è quello di Rick che si è trasformato,oltre che nel capo indiscusso nel gruppo,in un uomo molto più freddo,stratega,molto meno umano del Rick delle due stagioni precedenti.E mi sembra ovvio che su questo mutamento abbia influito l’uccisione del suo migliore amico Shane per sua stessa mano.Però non ricordo benissimo perchè ce l’abbia a morte con Lori,la quale a proposito potrebbe tranquillamente togliersi dalle palle…Il marito la odia e il figlio non la sopporta,chi cazzo ti ci tiene più su questa terra?!? xDD .Inoltre nella scena in cui ordina a Hershel di spararle nel caso lei durante il parto morisse diventando cosi una zombie,mi aspettavo uscisse Capitan Ovvio a farle un’applauso!.Tralasciando Lori,la serie ha indubbiamente acquistato un ritmo più serrato,più tensione,più fatti e meno digressioni rispetto alla seconda serie,il che può essere però un’arma a doppio taglio,ma staremo a vedere…E ovviamente c’è da scoprire cosa hanno combinato Andrea e Michonne durante l’inverno,e perchè Andrea è ridotta in quello stato(non quello che i maschietti stanno pensando xD)

    Rispondi

  86. Beh, che dire, i produttori avevano promesso ‘più violenza’…. hanno mantenuto la parola.
    XD

    Rispondi

  87. Ragazzi,non vi dico niente ma correte a guardare il secondo episodio,un capolavoro ancora meglio del primo.
    Se continuano cosi l’ Emmy non glielo toglie nessuno!!!!!!

    Rispondi

  88. Ottima e condivisibile recensione.
    Riguardo invece agli Zombie: Romero, il padre, ci ha insegnato che sanno valutare le situazioni, hanno un istinto e talvolta anche un’etica. Essi vivono, a loro modo, essi lottano, a loro modo. Fanno scelte e hanno una loro intelligenza, perfino sociale (La Terra dei Morti Viventi).
    The thinking dead!!

    Rispondi

  89. [...] e la fine di altri (Andrea). L’episodio si apre infatti con lo stesso zoom out iniziale della premiere, ma stavolta l’occhio inquadrato non appartiene a uno zombie qualunque, ma al vivo e vegeto [...]

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>