Glee - 4x04 - The Break-Up

Glee – 4×04 – The Break-Up

Glee ci ha abituato agli episodi tematici, quegli episodi narrativamente privi di qualsiasi senso in cui improvvisamente
accade a tutti i personaggi la stessa cosa nel tentativo di dare un’idea di coralità alle vicende narrate. Anche quest’anno la tradizione si rinverdisce, solo che a questo giro i personaggi non stanno tutti a farsi proposte di matrimonio a vicenda, o a cantare canzoni di Michael Jackson, o a tagliare il traguardo della prima notte insieme contemporaneamente: in questo episodio, tutte le più importanti (ed amate) coppie delle tre stagioni precedenti si separano, o si ritrovano in situazioni tali da lasciare intendere che si separeranno nel giro di poco tempo.

Nessuno è salvo: Finchel, Klaine, Brittana e Wemma – insomma, tutte le fan favorites – attraversano nel corso dei quaranta minuti appena abbondanti di The Break-Up una parabola discendente che, per una volta, la scrittura degli scorsi episodi era stata capacissima di lasciarci intendere come razionalmente inevitabile, ma il risultato finale non può che lasciare l’amaro in bocca allo spettatore, sia che fosse affezionato alle coppie sia che invece stesse solo sperando di trovarsi per le mani un episodio godibile ed emotivamente intenso.

Per il Finchel non è certo il primo break-up della storia di Glee, ma sorprendentemente la loro storyline è quella riuscita meno peggio, anche se non certo per merito di Finn, il quale, dopo mesi passati lontano da Rachel senza nemmeno provare a contattarla, si presenta alla sua porta raccontandole di essere stato sbattuto fuori dall’esercito per essersi sparato in una gamba mentre puliva la propria arma (WTF), e le confessa di sentirsi perso, senza un sogno né un obbiettivo da inseguire. Rachel cerca in ogni modo di coinvolgerlo nella propria nuova vita, ma Finn si sente fuori posto a New York, e la forte gelosia che sente nei confronti di Brody non lo aiuta certo a gestire la situazione con calma, motivo per il quale, dopo una serata disastrosa in un locale, pianta una scenata di gelosia e poi scompare per giorni. Sarà Rachel a doverlo letteralmente rincorrere per tutta Lima, e fortunatamente non per implorarlo di tornare con lei: alla fine dell’episodio, stanca di dover stare dietro a qualcosa che Finn chiaramente non può darle, Rachel decide di chiudere la sua storia col suo primo grande amore, ed il pubblico esulta con lei.

Storia completamente differente per le altre tre grandi coppie dello show. Col Klaine, Ryan Murphy (dalla cui penna nasce l’episodio) decide di puntare sul drama pesante e francamente gratuito (la parabola discendente del personaggio di Blaine era stata evidente negli episodi precedenti, ma stona in modo palese ed evidente non solo la sua scelta di tradire Kurt, ma perfino di fare a Kurt una colpa di tale tradimento), mentre per quanto riguarda il Wemma si è puntato su un problema reale (Will dovrà trasferirsi a Washington per un nuovo lavoro per qualche mese ed Emma non intende seguirlo) ma ridicolmente esagerato (stiamo parlando di pochi mesi e per Will sembra che l’idea di separarsi da Emma sia INACCETTABILE in all caps anche solo per un così limitato periodo di tempo).

E il Brittana? Eh, il Brittana. Se fossi una fan della coppia, probabilmente sarebbe stata la loro storyline a farmi arrabbiare di più in assoluto, dal momento che del Brittana noi non sappiamo praticamente niente. Il Brittana, a conti fatti, non viene mai mostrato. Ottiene screentime solo per mettersi insieme e poi per lasciarsi, e nel mezzo? Nel mezzo il vuoto. È una creatura amorfa che avrebbe potuto essere tanto ed invece non è niente, tant’è che sembra sia stato buttato nel “mucchio dei fidanzamenti che finiscono” più per l’impatto emotivo che ha a prescindere sugli innumerevoli fan della coppia che non perché ci fosse realmente qualcosa da dire su di loro e/o un motivo serio per cui farle lasciare.

Definizione che, in sostanza, può benissimo essere applicata all’episodio in generale: The Break-Up è un episodio che ci prova tantissimo, ci prova in tutti i modi, a coinvolgere emotivamente lo spettatore in questo enorme dolore che dovrebbe essere lasciarsi, ma giunti alla fine dell’episodio gli unici pensieri che emergono in relazione a quanto appena visto sono “ma quanto la fate drammatica?”, “tanto vi rimetterete tutti insieme dopo lo hiatus” e, in ultimo, “in ogni caso siete (quasi) tutti persone orribili e ve lo meritate”. Non un gran risultato, per un episodio che invece avrebbe potuto dare molto.

Note:

  • L’unico momento di luce reale nell’episodio è il discorso finale col quale Rachel lascia Finn. In una marea di dialoghi assolutamente privi di brillantezza o ispirazione, è stato un piacevolissimo cambio di registro. Poi, non so voi, ma io appena Rachel ha aperto bocca ed ha cominciato a dirne quattro a Finn ho strillato “GO GIRL!”.
  • Il flashback di Finn sulla sua esperienza nell’esercito è ovviamente una citazione di Full Metal Jacket, storico film di Stanley Kubrick uscito nel 1987. Comincio a pensare che sia uno di quei tributi obbligatori, che in ogni telefilm bisogna pagare pegno e metterne uno.
  • Dopo questo episodio, Glee va in hiatus per cinque settimane. A voi mancherà?

Lisa C.

Scrive tanto, e poi legge/guarda roba varia ed eventuale per parlarne principalmente male. Una vita mangiata dall'OCD.

33 Comments

  1. Concordo. Sopratutto riguardo Rachel. Per il resto il no sense ha regnato sovrano. Tanti drammi a il coinvolgimento emotivo era scarso. Però musicalmente ho gradito tantissimo le prime 3 tracce. Semplici senza fronzoli o gente che saltellava a destra a manca senza motivo. E un applauso a Darren Criss per la sua esibizione di Teenage Dream. Musicalmente è stata fantastica. Nella presentazione ci ha messo troppo pathos ma apprezzo lo sforzo.

    Rispondi

  2. 3 cose:
    -Brody.. aaaaah! (lo trovo molto più adatto a Rachel che Fin sia caratterialmente che per talento, ma trovo che fin vada giusto bene per un campo di zucchine e basta quindi parto FORSE un po’ prevenuta)
    -dopo il discorso finale di Rachel volevo applaudire..
    -a conti fatti ho capito che non me ne importava nulla di nessuna coppia.. non so se è perchè avevo letto e visto spoiler OVUNQUE, perchè i miei preferiti si son già mollati senza motivo (tike.. eh già!) o perchè almeno metà delle cose che ho visto, non avevano senso.. boh!

    credevo di piangere tantissimo invece ho canticchiato le canzoni e basta.. e io piango tipo per qualsiasi cosa
    sono rimasta molto delusa :c

    Rispondi

  3. madonna quant’è idiota sto telefilm; è idiota anche per i miei standard (che vanno da gossip girl a vampire diaries)

    Rispondi

  4. @ Alice:

    Brody.. aaaaah! (lo trovo molto più adatto a Rachel che Fin sia caratterialmente che per talento, ma trovo che fin vada giusto bene per un campo di zucchine e basta quindi parto FORSE un po’ prevenuta)

    Non sei sola, io dopo aver visto riapparire Finn nell’episodio precedente ho urlato “NOOOOH” XD E sto ancora sperando che Rachel e Brody si mettano insieme, così, giusto perché ogni tanto fa piacere vedere insieme due attori che abbiano effettivamente della chimica a legarli, anche in Glee.

    Rispondi

  5. Premesso che a me la puntata (e questo inizio di stagione) è piaciuta, sempre nell’ottica “è Glee”…

    A me la motivazione per cui Santana “lascia” (o quello che è) Brittany non è sembrata tanto stupida. Cioè, sicuramente poteva essere eseguita molto meglio, nel senso che come hai giustamente scritto loro praticamente non esistono (esiste qualcuno in Glee al di là di Rachel e per assimilazione Finn? Mah…), però ci sta, secondo me.

    Santana ha ragione quando dice che le relazioni a distanza sono difficili se non impossibili, specie a quell’età, specie quando una delle due persone è costretta a cambiamenti radicali e l’altra rimane indietro e neanche hanno la possibilità di vedersi tanto spesso. È uno di quei casi in cui effettivamente “l’amore non basta”, per abusare dell’ennesimo cliché. Insomma, il motivo l’ho trovato realistico e forte nella sua semplicità e infatti è stata per me la “break-up” più triste dell’episodio… La resa (ovvero il percorso pur silenzioso che avrebbe portato a questo, totalmente off-screen se non per una scena e qualche frase buttata lì) non è stata assolutamente all’altezza, purtroppo :/ Forse sarebbe bastato mostrarci un po’ della nuova vita di Santana, boh.

    E da fan di Finn (ehm) ho esultato anch’io quando Rachel finalmente lo molla. NON SE NE PUÒ PIÙ. Secondo alcune interviste che ho letto Finn dovrebbe avere una bella storyline nel corso di questa stagione… Lo spero, anche se ormai solo un miracolo potrebbe salvarlo dal mare di incoerenza e confusione in cui annega ogni mezzo passo leggermente avanti che compie.

    Per il resto Blaine non l’ho mai potuto soffrire e posso solo sperare che adesso Kurt si trovi qualcuno di decente e Will è ridicolo e imbarazzante come al solito. Meno appare meglio è.

    Rispondi

  6. A metà tra il pienamente daccordo e il per niente daccordo. A me la puntata non ha fatto proprio schifo, ma è pur vero che poteva lasciare di più emozionalmente. Le storyline Finchel e Klaine mi sono piaciute dall’inizio alla fine. Il nosense vero arriva con le Brittana raccontate troppo poco nella scorsa stagione e nei primi episodi di questa per coinvolgere davvero con una rottura; cioè io ho pensato “Ma perchè stavano ancora insieme??” Della coppia Will Emma non me n’è mai fregato granchè quindi il mio disinteresse è puramente soggettivo. Darren Criss eccezionale in Teenage dream. Poi però mi chiedo come si possa passare dai No Doubt a Taylor Swift!!

    Rispondi

  7. Ah, tra l’altro sono io o i nuovi fino a questo momento sono stati assolutamente evanescenti? *-*

    Rispondi

  8. Perfettamente concorde con l’intera recensione..dopo la serata disastrosa con la scoperta dei tradimenti ho iniziato a skippare le scene solo per vedermi la “scena clou” delle rotture o qualche canzone carina..
    Ma l’urlata di Rachel era da standing ovation anche se al posto del bacio gli avrei dato uno schiaffo.
    Ma il tipo con cui Blaine avrebbe tradito Kurt si era mai visto prima o è totalmente pescato a caso dal cappello dei personaggi a caso?

    Rispondi

  9. @ Liz:
    Però adesso gli attori di Rachel e Finn stanno insieme, e in realtà un po’ le loro scene ne hanno giovato P: Da almeno metà della stagione scorsa, credo. Te ne puoi accorgere perché adesso si guardano in faccia con un po’ più di trasporto e lui quando la bacia non le poggia una mano sulla scapola e basta : D
    (gli attori di Blaine e Kurt invece devono provare un profondo disagio l’uno per l’altro D:)

    Rispondi

  10. Lerya ha scritto:

    Ma il tipo con cui Blaine avrebbe tradito Kurt si era mai visto prima o è totalmente pescato a caso dal cappello dei personaggi a caso?

    direi super a casaccio!! è “apparso” giusto per quei 20 secondi di canzone!!

    Rispondi

  11. @ water:
    Sì, è vero, l’interazione fra Rachel e Finn sul finale della scorsa stagione era un tantino migliorata XD Fino a prima sembrava si schifassero a stare accanto.
    D’accordissimo anche per Chris Colfer e Darren Criss, le scene in cui si baciano (rarissime, peraltro) sono sempre fonte di enorme secondhand embarrassment per me, è talmente palese che preferirebbero baciare un cesso pubblico invece che baciarsi fra loro che ogni volta mi viene da pensare “ma perché li obbligate a farlo? Cos’è, tortura?” XD

    Rispondi

  12. Io invece vado un po’ controcorrente e dico che ho adorato questo episodio: canzoni azzeccatissime e grandissima rachel (bellissimo il duetto con brody e il suo discorso finale, anche se mi manca vederla indossare i maglioni con su le renne. ormai è molto più simile a Lea Michele che al personaggio iniziale).
    Giusto che i Finchel si siano lasciati (per ora), ma si sa che l’endgame sarà tra loro due.
    Klaine meglio così, punto.
    Britanna, per quanto mi riguarda non sono mai state veramente costruite come una coppia, quindi non mi dispiace particolarmente per il loro break-up.
    E Wemma in realtà non è che proprio si siano lasciati, se non ho capito male, hanno solo discusso su un problema che quantomeno si avvicina a quello che potrebbe essere un problema vero in una coppia adulta.
    Glee non sarà più quello delle origini, ma grazie al cielo non è neanche quello di inizio terza serie, quando veramente era inaffrontabile, non sarà un capolavoro della televisione, ma continuo a pensare che in giro ci sia di molto peggio.
    That’s it!

    Rispondi

  13. Il mio riassunto dell’episodio è stato “Glee, hai provato a triturarmi delle cipolle sotto gli occhi ma hai epicamente fallito”.

    Ho esultato per il break up della coppia più insulsa della televisione -> Finchel
    Di Kurt e Blaine (non me ne vogliano i fan della coppia) non me ne può fregare poi tanto.
    Il Brittana, boh, come hai detto tu, è canon ma esiste principalmente nel fandom e la rottura così ad cazzum mi interessa poco. Sigh. Glee, che fatica.

    Rispondi

  14. Liz ha scritto:

    Dopo questo episodio, Glee va in hiatus per cinque settimane. A voi mancherà?

    Ehm, NO.
    Mi son fatto due palle così grosse con quest’episodio, che d’ora in poi dovrò andare in giro con un carrello. Glee fa così: un episodio buono (vabbè, per la media di Glee) come il 4×03, che ti fa sperare “ah ok, forse forse la finiscono con le cazzate e le menate e iniziano a scrivere una serie semiguardabile”, e poi ti rifilano un episodio come questo, brutto, noioso, idiota e che si prende un casino sul serio. Si lasciano tutti contemporaneamente: ma che, davero davero?
    Ho mollato Glee già due volte ma l’ho sempre ripreso. A proposito di masochismo.

    Rispondi

  15. boh, ma io quando c’è glee mica mi faccio tante domande, non mi chiedo perchè blaine tradisca kurt dopo lo storione che ha tirato fuori la scorsa stagione per due sms, così come non mi chiedo perchè due adulti che dovrebbero sposarsi si imparanoiano per un po’ di mesi di lontananza CAUSA LAVORO (mica tresca o giro di lenzuola…) Accetto il fatto che ll’improvviso fin sbuca fuori e non si capisce chi lascia chi perchè lui abbandona rachel again and again, e poi però e lei che va a prendersi la rivincita su di lui al grido di “sai che c’è ST@*#O stavolta ti mollo io!” mah… ok… io apprezzo il fatto che finalmente si sia liberata del pesce lesso.

    però proprio perchè non mi faccio domande la separazione klaine l’ho trovata carina, nel senso che il povero blaine era veramente distrutto, in quella brittana la canzone mi ha spiazzato perchè pensavo ci avrebbero provato dopo cotanto testo di “sei la cosa migliore che mi sia mai capitata bal bla bla…”. vabbuò, come dicevo, è glee, non è che debba avere particolarmente senso. se gli attori fanno finta di crederci mentre recitano (un po’ come darren e naya) io chiudo gli occhi e ci credo con loro. la continuity la cerco altrove

    parentesi. nella storia delle regie approssimative di glee the scientist sale prepotentemente al primo posto. doveva essere un momento emozionante e invece io pensavo solo “ma come si muove sta telecamera? e perchè ste luci così? e cosa fanno sti poveri cristi in mezzo al nulla in una coreografia mal coreografata? … ah già, è glee…” insomma, non c’è stata la magia…

    Rispondi

  16. Alcune perle che ho apprezzato in questo episodio:
    Brody
    Finn che si spara a una gamba (sapevo che non era sveglissimo ma non immaginavo lo fosse fino a questo punto)
    Brody
    Kurt che suggerisce a Finn di cantare “Don’t stop believing”
    Brody
    Rachel che lascia Finn. Finalmente lei pare essere maturata un po’ e si merita qualcuno di altrettanto maturo.
    Brody.

    Rispondi

  17. Forse dirò una cretinata, ma vuoi vedere che Blaine ha tradito Kurt con Sam? E il fatto che non sia stata menzionata la persona in questione lascia pensare.. Oltre al fatto che se così fosse sarebbe una bella storyline per il biondino dalla bocca di rana :D

    Rispondi

  18. Ray ha scritto:

    Forse dirò una cretinata, ma vuoi vedere che Blaine ha tradito Kurt con Sam? E il fatto che non sia stata menzionata la persona in questione lascia pensare.. Oltre al fatto che se così fosse sarebbe una bella storyline per il biondino dalla bocca di rana

    Durante la canzone di Finn e Blaine si vede Blaine che chatta con un tale Eli C. quindi Sam non c’entra niente :D

    Secondo me l’episodio non è del tutto da buttare. Ad esempio abbiamo almeno 3 canzoni eseguite bene: Teenage Dream interpretata in maniera incredibile da Darren Criss, The Scientist alla fine dell’episodio e il duetto tra Rachel e Brody che ok, è una canzone di merda, ma loro due sono molto bravi.
    Per quanto riguarda i break-ups: avevano costruito molto bene quello tra Blaine e Kurt, solo che il tradimento doveva essere introdotto meglio. Così com’è stato reso sembra totalmente out of character, ma d’altronde parliamo di Glee non di Six Feet Under.
    Comunque mi sembra chiaro che Finn diventerà il nuovo “coach” del Glee Club quando Will partirà per Washington. Potrebbe essere una storyline interessante, potrebbe essere una cacata.

    P.S. Prima in The New Normal, ora in Glee: MA CHE PROBLEMA HA MURPHY CON TREME? Cioè è molto divertente quando uno show ne prende in giro un altro (Community vs Glee), ma onestamente Kurt che guarda Treme in hate-watch è Alone in the Dark che snobba Alien.

    Rispondi

  19. “ma quanto la fate drammatica?”, “tanto vi rimetterete tutti insieme dopo lo hiatus”. TI AMO. Recensione bellissima, e su questa frase sono scoppiato a ridere!! XD

    La penso proprio così: su Rachel che finalmente tira fuori le palle e dice a Finn “ma che cavolo vuoi che non ci sentiamo da 4 mesi??” (davvero, l’unica scena BELLA dell’episodio), ai Klaine che “si dovevano mollare, allora facciamo tradire Blaine (e ripetiamolo: Kurt sarà a NY da un mese, e Blaine già lo sente distaaaaante, si sente sooooolo, ma tanto era solo una scopata. What???)”. Io amo le Brittana, ma non esistono davvero. E idem su Will e Emma: mamma mia, quante menate per nulla!! (ok, Emma avrà avuto ragione, ma che melodramma inutile!!!).

    Solo su una cosa non concordo: per me l’episodio non è “Meh”… E “Big NONO”. Mi ha fatto proprio schifo, e dire che le ultime puntate mi erano piaciuta!! E su quella versione di Teenage Dream strillata, strascicata, con tutte le faccette possibili immaginabili di Darren, volevo MORIRE.

    Rispondi

  20. Recensione un po’ troppo critica, per quanto mi riguarda.
    Capisco che Glee stia perdendo colpi durante lo scorrimento delle stagioni, infatti anche io ogni giorno spero che ritorno ai vecchi albori, ma non penso sia colpa del telefilm in se, bensì della dinamicità dei personaggi che spesso delude le aspettative di coloro che li seguono speranzosi.
    Il fatto è che una serie tv del genere, non può altro che cambiare durante il tempo, soprattutto per la sua ambientazione temporale e storica, infatti non possiamo certo aspettarci che i personaggi rimangano a vita al McKinley.
    Detto ciò, ribadisco che la puntata mi è piaciuta molto, soprattutto per le canzoni, in particolare l’esibizione di Darren in “Teenage Dream”, nella quale ha messo davvero il sentimento riuscendo a farmi commuovere, come anche “The Scientist”, che mi ha fatto venire i brividi durante tutta l’esibizione.
    Perfetta Rachel nei suoi acuti; amo ogni volta di più la sua estensione vocale che mi fa davvero percepire la musicalità della canzone dandole quel “tocco in più”.
    Pollice in su per questa puntata!!

    Rispondi

  21. Finn ha supportato (e sopportato) Rachel sempre, amandola malgrado tutte le manie ed insicurezze. Per una volta che è lui ad essere in difficoltà, a sentirsi inadeguato… lei gli volta le spalle dicendo che un vero uomo non si comporta così. Una vera donna sa sostenere, aiutare e proteggere chi ama: non manda tutto a quel paese solo perché scopre che il proprio uomo è un essere fragile.
    Comunque non so perché non alcuni di voi non amino Finn: è un personaggio vero, generoso, profondo. Al contrario l’insipido tocco di carne Brody è stereotipato, patinato, privo di interesse.

    Rispondi

  22. @ Valentina:
    Finn a me piace molto per le ragioni che citi tu (e Brody neanche a me dice niente), ma questa fragilità di cui parli se la porta dietro almeno dalla scorsa stagione, senza esiti convincenti. Comincia a essere pesante e sempre meno credibile/comprensibile.
    Poi secondo me il problema non è tanto in questa puntata, ma a monte… Non entrerò nell’esercito perché non ha senso e ci stanno metà stagione per chiarificare il concetto, che faccio, boh, mò faccio l’attore, sì, che figata l’attore :D… non mi hanno preso, VADO NELL’ESERCITO. È frustrante, mal scritto e sa tanto di presa in giro.

    Ma va bene, io posso capire che lui è completamente disorientato, senza appigli, ma Rachel in realtà non è che se n’è sbattuta. Ha provato ad aiutarlo e a farlo integrare, tanto per cominciare, e lo avrebbe aiutato molto di più se lui si fosse fatto aiutare. Scappare nel cuore della notte dalla tua ragazza senza darle mezza spiegazione, dopo MESI che lei cerca ripetutamente di contattarti invano, e MESI che non è che siano stati una passeggiata per lei… No, scusa, ma è veramente troppo. È stato profondamente meschino e francamente così non aveva molto senso che continuassero. Mi sembra chiaro che prima di poter avere una storia matura con Rachel, Finn ha bisogno di trovare se stesso, e ha bisogno di farlo da solo, perché così zavorra lei e si sente inferiore lui. E credimi, spero tanto che ci riesca, ma così era proprio improponibile.

    Rispondi

  23. @ water
    Sì, credo tu abbia ragione, forse mi sono fatta deviare dall’antipatia per Rachel! Piccolo pettegolezzo: solo io ho notato la bella iniezioncina che si è fatta alle labbra? Ancora un po’ e raggiunge la Minetti…

    water ha scritto:

    @ Valentina:
    Finn a me piace molto per le ragioni che citi tu (e Brody neanche a me dice niente), ma questa fragilità di cui parli se la porta dietro almeno dalla scorsa stagione, senza esiti convincenti. Comincia a essere pesante e sempre meno credibile/comprensibile.
    Poi secondo me il problema non è tanto in questa puntata, ma a monte… Non entrerò nell’esercito perché non ha senso e ci stanno metà stagione per chiarificare il concetto, che faccio, boh, mò faccio l’attore, sì, che figata l’attore … non mi hanno preso, VADO NELL’ESERCITO. È frustrante, mal scritto e sa tanto di presa in giro.

    Ma va bene, io posso capire che lui è completamente disorientato, senza appigli, ma Rachel in realtà non è che se n’è sbattuta. Ha provato ad aiutarlo e a farlo integrare, tanto per cominciare, e lo avrebbe aiutato molto di più se lui si fosse fatto aiutare. Scappare nel cuore della notte dalla tua ragazza senza darle mezza spiegazione, dopo MESI che lei cerca ripetutamente di contattarti invano, e MESI che non è che siano stati una passeggiata per lei… No, scusa, ma è veramente troppo. È stato profondamente meschino e francamente così non aveva molto senso che continuassero. Mi sembra chiaro che prima di poter avere una storia matura con Rachel, Finn ha bisogno di trovare se stesso, e ha bisogno di farlo da solo, perché così zavorra lei e si sente inferiore lui. E credimi, spero tanto che ci riesca, ma così era proprio improponibile.

    Rispondi

  24. Se devo dire la mia,sono rimasta veramente delusa.Mi ero preparata “psicologicamente” ad un disastro tra le coppie ma sinceramente non pensavo che le avrebbero distrutte tutte,così è troppo cavolo!Meno male che Ryan Murphy aveva detto che questa sarebbe stata la puntata più bella che avessero mai girato,forse non si è reso conto che in realtà ha solo deluso i vari spettatori perchè ha combinato veramente un macello,è riuscito a distruggere 3 stagioni in un attimo.Mi viene spontanea una domanda : che cavolo si inventerà adesso?
    Passando alle varie coppie…

    Finchel – Io sinceramente neanche la prendevo più in considerazione come coppia dato che Finn è sparito per 4 mesi senza dare segni di vita,poi che fa?Torna e pretende pure che Rachel stia ancora ai suoi piedi ad aspettarlo come un cagnolino?Ma per favore!Vogliamo parlare pure di quanto sia palloso con la storia del “non so far nulla” ? Palloso è dire poco,ha scocciato con la storia della povera vittima incapace!Se ne andasse a zappare le patate porca miseria!Ma soprattutto lasciasse finalmente libera Rachel che secondo me (scusate il termine) ne ha le palle piene delle sue lamentele da bambinone.Giustissimo il discorso fatto da Rachel,sensato e soprattutto : LA NUOVA RACHEL SPACCA!

    Klaine – La loro fine si era già capita nelle puntate precedenti.Diciamo che era abbastanza giusto come break up e mi piace che finalmente Blaine si sia sporcato un pò la reputazione anche se dovevano far vedere di più sul presunto tradimento di Blaine…Molto bella teenager dream,Darren è stato incredibile in tutto l’episodio.Cari fan dei Klaine,non disperate!Sicuramente si rimetteranno insieme perchè sono fatti l’uno per l’altro.

    Wemma – A dir poco ridicoli,una cosa buttata tanto per il titolo della puntata.Devo dire che sono stata contenta che Emma abbia cacciato gli attributi,così si fa!!Il loro non è di certo un break up,solo uno stupido litigio che ha veramente poco senso e che secondo me non era neanche da integrare nell’episodio.

    Passiamo alla mia preferita – Brittana –
    Povere!Mi hanno distrutto le mie preferite :( …Letale “mine” cantata da Naya,ma quanto è brava la Rivera?Strepitosa!
    Devo ancora farmi un’idea su questo break up ma penso che sia anche questa una cosa buttata tanto per far numero con la distruzione delle coppie.Insomma,che senso aveva farle rompere se non ci hanno fatto vedere neanche un briciolo di Brittana dall’inizio della stagione?Le hanno fatte mettere insieme per farle lasciare?Dopo che la storyline di Santana era stata costruita così bene…Mha…Senza parole!
    Tra l’altro è una delle coppie più recenti e secondo me potevano benissimo portarla avanti perchè comunque Santana sta a poche ore da Lima,perciò…Povera Brittany!Mi sono scesi i lacrimoni vedendola piangere in quel modo.Troppo troppo brava Heather Morris che in questo episodio ha dato il meglio di se e secondo me nella scena del break up piangeva veramente.Ahimè credo che questa coppia ormai è proprio distrutta anche perchè tra poco ci sarà di mezzo quel pesce lesso di Sam :(

    Conclusione – Canzoni azzeccatissime,ottime performance e veramente strappalacrime (ho pianto per mezzo episodio), ma tutto questo a quale scopo?Voglio dire…Ha un senso far mollare tutte le coppie in una sola puntata?A me è venuta una depressione che lasciamo perdere…Se ripenso a quanto c’hanno messo i Klaine e soprattutto le Brittana a mettersi insieme…Tanta tanta nostalgia del vecchio glee,fine.

    Rispondi

  25. Bella recensione, a parte il fatto che la rottura Klaine sia avvenuta ad minchiam (scusatemi il latino): Blaine è uno stronzo patentato da perlomeno la scorsa stagione; ricordate come ha spinto per la sua prima volta con Kurt solo per obbedire alle deliranti istruzioni di Artie, come abbia fatto il galletto con Sebastian davanti a Kurt, di come ubriaco abbia assalito Kurt nella macchina, e poi abbia trovato un modo per addossare la colpa a Kurt, di come abbia UMILIATO Kurt per quei due messaggi con Chandler mentre lui fino alla slushy al sale grosso (che si è cercato perchè si è PIEGATO per riceverla sulla faccia; WTF?) aveva fatto ben di peggio con Sebastian, e dato la colpa a Kurt perchè ‘pensava troppo al suo futuro’? Da queste premesse è normale che Blaine tradisca Kurt perchè non è lì ad adorarlo.

    Spero che Finchel e Klaine non si rimettano più assieme. Sono relazioni malsane quanto Edward e Bella di Twilight.

    Rispondi

  26. @ Marco:
    Per quanto mi riguarda, quello che dici è vangelo XD Il mio “stona” era riferito ad un discorso generale, che sarebbe il fatto che nonostante Blaine sia palesemente il personaggio nel torto la sceneggiatura tende a giustificarlo col fatto che si sia sentito trascurato da Kurt, una cosa che per me è completamente inaccettabile. Non era uno “stona perché Blaine non farebbe mai una cosa simile” (la tua analisi del personaggio fin dalla scorsa stagione è coerentissima ed io personalmente la condivido al 101%), ma uno “stona perché in nessun universo plausibile nessuno si sognerebbe mai di giustificare una cosa simile con un ‘mi hai lasciato solo e quindi avevo il diritto di tradirti'”, tutto qui :)

    Marco ha scritto:

    Spero che Finchel e Klaine non si rimettano più assieme. Sono relazioni malsane quanto Edward e Bella di Twilight.

    Come darti torto? E fa un po’ impressione che siano da sempre le fan favorites.

    Rispondi

  27. @Liz:

    Però è coerente con la psicologia di Blaine, che se noti non si prende quasi mai la colpa delle sue azioni (lo fa brevemente in 3×05, ma anche lì adduce una giustificazione; “Ma ero ubriaco!” Come se lo assolvesse) e dà la colpa a Kurt il più delle volte (come ad esempio la già da me citata sfuriata perchè Kurt ‘pensava troppo al suo futuro e troppo poco a Blaine), nonchè con quella dello show, che è sempre palesemente dalla parte di Blaine, ahimè.

    Rispondi

  28. Recensione abbastanza veritiera, e che secondo me, come concetti di base, potrebbe essere estesa comodamente a diversi episodi di Glee. Incoerenza, sprazzi di luce smorzati subito dopo..insomma, la costante di diversi episodi.

    Tutto questo anche se, per certi versi, l’episodio 4×04 si discosta abbastanza chiaramente da tante altre puntate della serie (o almeno ci prova), in quanto una volta tanto i personaggi tirano fuori un lato “adulto” senza lasciarsi andare a convinzioni super infantili. A partire da Rachel e Santana: la prima finalmente sfodera attributi d’acciaio e non le manda a dire a quel tontolone di Finn, chiudendo una parentesi patetica (quella dello “separiamoci perchè ti amo”) aperta con il finale di stagione scorso, mentre invece la nostra bella ispanica tutto pepe affronta in maniera matura il fatto che con i km a separare una coppia, il solo amore non può bastare, soprattutto a quell’età. Ed è proprio per questo che mi dispiace che il discorso Brittana sia capitato all’improvviso, senza le premesse che invece sono state dedicate alle altre coppie. Perchè probabilmente era quello con le potenzialità maggiori per far risultare l’episodio davvero sopra la media per Glee.
    Stendiamo un velo pietoso su Kurt e Blaine (che Murphy e soci sono riusciti a far sembrare un vero idiota dopo averlo quasi santificato per una stagione intera) e soprattutto sull’orrendo triangolo Kitty-Marley-Jake, squallidamente riciclato dalla prima stagione, quando erano Rachel e Quinn a contendersi Finn.
    A questo proposito, c’è da sottolineare come i nuovi personaggi siano le copie mal riuscite dei membri del Glee Club che sono usciti dal McKinley. L’unica che si salva è Marley, che un po’ si stacca dai vecchi schemi della Rachel modello stagione 1, ma per gli altri è un continuo scopiazzare le trame e i dialoghi della prima stagione, e alle volte la cosa diventa fastidiosa, come con Kitty, che è andata a sostituire uno dei personaggi che hanno fondato lo show, Quinn, e che cercano disperatamente di venderci come la sua erede. Ma erede de che?!?! Oltre a essere considerevolmente più brutta di Dianna Agron (divina), il personaggio non ha nè la stessa caratura, nè la stessa importanza. Il tentativo di dare una rinfrescata al McKinley si sta rivelando sempre di più ciò che mi era sembrato sin dall’inizio, e cioè una ridicola scopiazzatura delle dinamiche di successo della prima stagione, solo cambiando personaggi e interpreti.

    Musicalmente parlando, mi è davvero piaciuta The Scientist: aldilà del fatto che adoro l’originale dei Coldplay, la cover di Glee, con tante voci diverse e l’utilizzo massiccio di cori e acuti, la rende quasi più emozionante dell’originale.

    Ora l’unica cosa che mi incuriosisce ancora è il fatto che il musical stagionale sarà Grease, e che Finn prenderà il posto di Schuester. Ma questa serie, pur tentando di rinnovarsi e di assumere un tono e un’immagine diversa, continua ad avere dei buchi clamorosi che si vedono e si sentono, come la mancanza di alcuni dei vecchi personaggi (fra tutti Puck e Quinn), coloro che di fatto avevano reso la prima parte della prima stagione una sorpresa per tutto il mondo.

    Rispondi

  29. Io parlerò da Gleek in questo commento, perchè lo sono.
    A me questa puntata è piaciuta molto, mi ha fatto provare delle emozioni perchè, appunto , sono un Gleek.
    Però devo anche ammettere che io, guardando Glee, metto in OFF il mio lato critico un po’ perchè ci sono affezionato e non riesco a pensare del tutto male (cosa che però, in casi come Pot’o Gold o I Kissed a Girl ho fatto, erano troppo SQUALLIDI) e un po’ perchè penso che troverei un sacco di difetti.
    Glee non è la serie migliore, non fa provare emozioni che altre fanno ( non si può mettere a confronto la rottura struggevole delle Britanna, durante la quale avevo il magone, con la morte dei Pond, con la quale ho versato fiumi di lacrime) ma ne supera altre ancora ( *tossisce* Revolution *tossisce* Pretty Little Liars) perchè è genuina, leggera, a volte stupida ma altre volte intelligente.
    Quindi secondo me Glee va visto così, perchè solo così lo si può apprezzare appieno.

    Rispondi

  30. @ale9719
    per favore, evita gli spoiler: sto ancora recuperando Doctor Who (e come me di sicuro altri) e avrei preferito non scoprire in anticipo che fine fanno i Pond!

    Rispondi

  31. Questa quarta stagione mi sta piacendo…vedere i ragazzi crescere, alle prese con l università e il lavoro. Avrei preferito tutta questa stagione ambientata a New York ed infatti tutto ciò che accade ai nuovi ragazzi al mckinley interessa davvero poco.

    Rispondi

  32. sim ha scritto:

    Questa quarta stagione mi sta piacendo…vedere i ragazzi crescere, alle prese con l università e il lavoro. Avrei preferito tutta questa stagione ambientata a New York ed infatti tutto ciò che accade ai nuovi ragazzi al mckinley interessa davvero poco.

    Condivido in pieno. Glee non mi piaceva così dalla prima stagione.. ho trovato molto interessante la fine della terza season, quando hanno iniziato ad affrontare il tema della crescita, ed ora con il tema del distacco.. certo Kurt e Rachel a NY è mille volte più interesting del liceo e dei nuovi..

    Rispondi

  33. Glee è morto, questo episodio me lo ha confermato.
    Resiste tenuto artificialmente in vita dalla schiera di fangirls innamorate di Brittana e da tutti quei giovani sessualmente confusi che si sciolgono davanti ad un bacio a stampo fra quei due sfracassa-maroni altrimenti conosciuti come Klaine.
    Resiste perchè ai pre-adolescenti in piena fase acne e peli sotto le ascelle piace; resiste perchè molti dei vecchi e originari fan (esatto, come me) non demordono e stringono il coltellazzo in mezzo ai denti, audaci e speranzosi in un futuro sempre più roseo, nonostante questo si riveli sempre più noiosamente insopportabile.

    L’episodio scorre veloce, per carità, ma quando mai Glee scorre lento? Perciò resta fedele alla tradizione di schizofrenia che lo ha fin dal primo minuto contraddistinto. Il problema forse è proprio questo: l’episodio monotematico di per sè diventa INCREDIBILE, dal momento in cui tutte e quattro le coppie costruite in tre precedenti stagioni vengono costrette a sfancularsi nel giro di tre quarti d’ora, come già stato specificato nella recensione qui sopra.
    Ma i perchè di queste decisioni sfuggono.

    O meglio, è intuibile quello dei Finchel, comprensibile e, anche se sviluppato TROPPO TROPPO TROPPO frettolosamente e a volte oscurato dalla presenza evitabile di Blaine e Kurt, lo accettiamo, così come accettiamo il discutibile look di Rachel Berry, nonostante ora sia nella città di Carrie Bradshow (fra l’altro, Carrie, hai sbagliato set, torna a Manhattan e risparmiati questo spettacolo).

    E’ odioso quello di Klaine. Perchè? Perchè? La loro crisi NON è stata preparata, un duetto non è sufficiente a farci capire dove stiano i problemi, e i tre episodi precedenti non ci hanno mostrato un conflitto a potenziale distruttivo nel cuore nè di Blaine nè di Kurt. Ci hanno mostrato due incomprensioni a caso, le hanno trasformate in tragedie e Blaine è andato a letto con uno di cui non vediamo nemmeno la faccia. WTF?

    E’ inutile quello Brittana. Ma non mi dilungo, perchè si è già stati abbastanza esaurienti su questo argomento. BRITTANA NON ESISTE.

    Vorrei dire qualcosa anche della separazione del prof dalla sua compagna psicolabile, ma dovrei costringermi ad andare a cercare i loro nomi nei meandri della mia testa o nella pagina di Wikipedia, e onestamente non reputo ne valga la pena.
    Vabbè sì, hanno problemi, blablabla, sighsigh, sob, tanto si sposeranno comunque, stiamo tutti tranquilli.

    Unico tocco di classe: l’esibizione surreale di The Scientist, una bellissima canzone interpretata in maniera approssimata e disincantata, ma la scena funziona, almeno per me, quindi +1 almeno per questo.

    Quello che più lascia amari davanti a questo episodio è, onestamente, la superficialità a cui gli stessi autori condannano la loro prelibata creatura, la stessa superficialità che se all’inizio doveva costituire uno stile ben preciso del dirigere e (a tratti) innovativo, ora altro non è diventata se non pura disattenzione e carenza di rispetto; nei confronti dello spettatore e nei confronti dello stesso telefilm.
    – Come è stato scritto in un commento, pare che ci stiano gratuitamente prendendo tutti in giro –

    Per carità, continuerò a guardarlo, ti ho amato una volta e ti amerò per sempre, ma l’amarezza davanti a queste scelte sempre più penose e DANNOSE aumenterà fino a farmi dire, alla conclusione di tutto il ciclo di stagioni: “perchè l’ho fatto?”.

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>