the-good-wife-premiere

The Good Wife – 4×01 – I Fought the Law

Ti accorgi quanto ti mancava la stagione delle premiere quando ricomincia The Good Wife, e ricomincia bene. Un episodio, questo, che con poche botte ben assestate di sceneggiatura, e molte botte altrettanto ben assestate di Kalinda, traccia (e intreccia) premesse della stagione e caso della settimana, riuscendo anche a piazzare qualche scena a due tra le più riuscite dell’intera serie. Ancora meglio: adotta con successo una struttura solitamente rischiosissima, soprattutto per una premiere, cioè la divisione dei personaggi su diversi filoni narrativi. Come ci riesce, perché ci riesce, e quali sono questi filoni? Partiamo dall’ultimo punto.

Uno. L’episodio e la porta di casa di Kalinda si aprono contemporaneamente, permettendo a lei di pestare a sangue la gente con un martello e a noi di goderci lo spettacolo. Non possiamo che intuire, come abbiamo già fatto durante le scorse stagioni, il problematico passato di Kalinda e suo marito, ma almeno vediamo quest’ultimo in faccia. La faccia in questione, già nota per chi si va a leggere su internet questo tipo di news (io, ad esempio), è quella di Marc Warren, e nella serie risponde al nome di Nick Saverese: possiamo quindi escludere i timori di una qualche trama parallelamente razziale. Marito islamico che vuole tenere la moglie chiusa in casa e ricicla denaro sporco? No, solo marito di plausibile discendenza europea che fa a botte con la moglie per eccitarsi e ricicla denaro sporco. O qualche altra mascalzonata del genere che ora la Lockhart/Gardner, sfruttata a caro prezzo da Nick Saverese per avvicinarsi a Kalinda, dovrà coprire. TUTTO NELLA NORMA.

Due. La Lockhart/Gardner rischia la bancarotta per debiti, come sapevamo già dalla fine della scorsa stagione, ma ottiene una proroga dal giudice: hanno cinque mesi per “tappare” un buco di sessanta (ricordo bene?) milioni di dollari, con David Lee – a capo del settore divorzi, il più redditizio – che si prepara ad abbandonare la nave e clienti non proprio della migliore estrazione che entrano dalla porta principale. Tutta questa parte ruota intorno alla visita di un curatore fallimentare – col distinto, adorabile aspetto di Nathan Lane, ennesima scelta azzeccata per un elemento del cast-più-che-secondario – che deve aiutare lo studio a capire come colmare il debito. Non è la prima volta che la serie usa l’espediente dell’intruso per rendere più dinamici gli equilibri nello studio legale, questa volta lo fa con particolare successo: Lane si muove denunciando la sua estraneità ma con una pacatezza, insolita per le sue interpretazioni, che non ce lo fa vivere come la fastidiosa macchietta piazzata appositamente per creare scompiglio. Più che coprire le interpretazioni dei personaggi principali, l’ansia di Diane e Will, il ripensamento di David Lee, le lavora agli angoli e ce le offre, come un ottimo personaggio minore dovrebbe fare.

Tre. Zach, il figlio troppo adolescente di Alicia, finisce nei guai con un poliziotto e The Good Wife ne approfitta per raccontarci come raccimolano la paghetta i dipendenti degli stati di confine. Quella che poteva essere una sfiancante trama da incasellare nella lunga lista di “i figli di Alicia fanno casino, ma non per cattiveria, che ci vuoi fare, sò regazzi, ma hanno un cuore grande così” si trasforma in un modo intelligente di cucire insieme personaggi e trame, ricollegarci alla campagna elettorale di Peter, sbirciare in quella serie di piccolezze che si trasformano in enormità e che The Good Wife ci ha insegnato tanto bene a individuare.

Queste tre storyline riescono nella complicata impresa di mantenere una loro identità definita, che ci permette di scorporarle e analizzarle singolarmente, e al tempo stesso intrecciarsi tra loro, senza creare quella fastidiosa sensazione di sì, ok, ma ora fammi vedere la ciccia. Alicia entra in contatto col marito di Kalinda prima ancora di Kalinda stessa, e ha un breve, intensissimo scambio con Will inserendo nell’episodio l’ombra della loro storia. Kalinda supervisiona il lavoro da bulletto informatico (e da detective) di Zach, senza intervenire direttamente ma complimentandosi, mentre suo marito, come dicevo, è il nuovo cliente di Alicia. E anche in questo casino di storie e intrecci, i King riescono a inserire ulteriori personaggi e ulteriori assaggi di trame a venire: entra subito in scena Kristin Chenoweth nel ruolo di una giornalista che seguirà la campagna elettorale. L’intervista che fa ad Alicia è:

  • da manuale di sceneggiatura per il livello di comunicazione che instaura parallelamente tra i due personaggi e lo spettatore, creando un triangolo magnetico e un nuovo flusso di detto e non detto in cui nessuno ha davvero modo (o voglia) di giocare a carte scoperte;
  • da manuale di recitazione, per l’intensità che le due attrici riescono a trasmettere, per la bravura di una Kristin Chenoweth finalmente al di fuori della macchietta che le viene costantemente cucita addosso, per la quantità di sensazioni che riesce a comunicare una Julianna Margulies rispondendo solo a monosillabi.

È un episodio che, pur mantenendo una sua autonoma e decisa identità, introduce storie, svolte, caratteri e piccoli dettagli che, ne sono certa, ritroveremo nel corso della stagione. L’impulsività (venata di prepotenza e di sottile bullismo) di Peter e di Zach, in momenti e modi diversi, saranno una parte importante degli equilibri della serie; così come i non detti di Alicia, l’atteggiamento vagamente passivo aggressivo di Will, ma anche i licenziamenti (che spero non portino a una nuova rivalità tra Alicia e Cary) e la presenza di questi nuovi rivali politici.

Le possibilità che si tratti dell’ultima stagione sono piuttosto alte, ma se le premesse di una stagione conclusiva sono queste, e se verranno portate avanti con la cura che so essere propria degli showrunner, credo che potremmo tutti concludere con soddisfazione. Farà un male cane, ma sarà bellissimo comunque.

Stiamo parlando di pilot e premiere anche su twitter, con l’hashtag #episodi01. Seguite @Serialmente (se siete parte di quei cattivi che ancora non lo fanno) e scriveteci cosa ne pensate!

Una nota a margine, molto conclusiva. L’episodio era dedicato alla memoria di Tony Scott, produttore esecutivo della serie (assieme al fratello Ridley), suicidatosi quest’estate. E non possiamo esimerci dal ricordarlo anche noi.

Chiara Lino

Ero Bab, poi ho cambiato idea. Nervosa, indisponente e spesso gratuitamente crudele, ama la fotografia e la tortura psicologica. Ah, e gli elefanti. Adesso scrivo anche qui, sempre di tv americana ma in un modo un po' diverso.

49 Comments

  1. Un ritorno con il botto.
    Di quelli che ti fanno chiedere perché guardi serie televisive che NON sono The Good Wife.

    Da un lato spero che questa non sia l’ultima premiere di The Good Wife, ma se così dovesse essere mi aspetto grandi cose dall’evoluzione della carne al fuoco che ci ha offerto l’episodio.

    Rispondi

  2. io credo che Kalinda lo ammazzerà, suo marito.
    Non vedo altra soluzione.

    Rispondi

  3. Apprezzo il modo in cui questa serie ti catapulta immediatamente nel suo universo senza troppe forzature. La prima scena ci mostra Kalinda che prende a martellate lo scagnozzo di turno*classic*, Alicia fa la sua comparsa dormendo in auto, lontana dallo studio e relativi guai, che ci vengono esplicitati più avanti. I 40′ scorrono veloci e lisci che è un piacere. In sostanza The Good Wife migliora di stagione in stagione, è davvero un piacere guardarla, spero continui su questi livelli.

    Rispondi

  4. Soltanto a me è parsa un po’ eccessiva e fuori luogo la scena un po’ troppo stile kung-fu/Matrix di Kalinda con il suo ex-marito?
    Soltanto a me è sembrato un po’ dissonante l’incontro tra Kalinda e il suo ex-marito rispetto al terrore di essere scoperta e ritrovata, con cui il suo personaggio ha vissuto le scorse stagioni (cambiare città, vita, nome, andare a letto con il procuratore per poter scomparire e avere una nuova identità, etc. etc.). E tutto per che cosa? una scazzottata, poi a letto assieme, una piccola e risibile minaccia con la pistola, e via come se nulla fosse??? ma veramente? è chiaro che la complessità del loro rapporto carnefice-vittima si dipanerà per tutta la stagione, però mi è comunque sembrata una nota stonata.
    Ottimo tutto il resto.

    Rispondi

  5. La premiere più bella della stagione, nonostante il leggero meh del Kalindo.
    E finalmente i figli di Alicia fanno qualcosa di interessante.

    Rispondi

  6. mm ha scritto:

    Soltanto a me è parsa un po’ eccessiva e fuori luogo la scena un po’ troppo stile kung-fu/Matrix di Kalinda con il suo ex-marito?
    Soltanto a me è sembrato un po’ dissonante l’incontro tra Kalinda e il suo ex-marito rispetto al terrore di essere scoperta e ritrovata, con cui il suo personaggio ha vissuto le scorse stagioni (cambiare città, vita, nome, andare a letto con il procuratore per poter scomparire e avere una nuova identità, etc. etc.). E tutto per che cosa? una scazzottata, poi a letto assieme, una piccola e risibile minaccia con la pistola, e via come se nulla fosse??? ma veramente? è chiaro che la complessità del loro rapporto carnefice-vittima si dipanerà per tutta la stagione, però mi è comunque sembrata una nota stonata.
    Ottimo tutto il resto.

    Concordo. Soprattutto sul fatto che queste scene di Kalinda-badass sono eccessive e fuori luogo in una serie come TGW (per quanto magari divertenti in sè). Le vivo come intrusioni fastidiose.

    In generale, è una puntata molto piacevole e scorrevolissima anche senza bisogno di un caso della settimana eclatante. Però non c’è qualcosa che mi abbia particolarmente colpita.
    E’ stata una settimana fantastica per le serie che guardo: quasi tutte mi sono piaciute di più di questa buona premiere (a parte ovviamente Revolution e 666 Park Avenue).

    3,5/5

    Rispondi

  7. Momento, momento, momento, momento, momento, momento, momento, momento, momento…

    Chi ha detto che questa è (forse) l’ultima stagione? E perchè, porca pupazza?
    Gli americani non possono essere così stupidi da non guardare questo show, dai!

    Rispondi

  8. @ mm:
    No, non solo a te.

    Rispondi

  9. Pensate davvero che possa essere l’ultima stagione per The Good Wife?! Sarà che sono in negazione, ma spero di no. Ok è una serie costosa e i rating sono medio-bassi, ma tiene comunque botta nella estremamente competitiva domenica sera statunitense, è l’unica serie drama di prestigio (per critica e awards) della CBS e a fine stagione avrà raggiunto i 90 episodio, ad un passo, quindi, dai 100 per la sindacation!

    Insomma, tutto ciò per dire che la CBS dovrebbe pensarci due volte, visto che deve farsi perdonare per 10 anni di CSI Miami e per continuare a trasmettere Due uomini e mezzo.

    La premiere, che lo dico a fare, è strepitosa. Le guest star, le storyline, Kalinda in corsetto…tutto perfetto.

    Rispondi

  10. Finalmente potete/possiamo tornare a parlar bene di The good wife. Mi mancava, e spero che recuperi su una terza serie che ci ha lasciato parecchio delusi, e ci ha anche fatto spesso polemizzare con violenza. Concordo con la tua recensione Chiara, su tutti i punti. Bello il passaggio con l’intervistatrice, ottimo il link con la politica e il Democratic Party ( a proposito, e non credo sia casuale, forza Obama..), bravo Zach che stai crescendo bene, di nuovo grande Eli quando si occupa della campagna elettorale, ottimo ammiccamento Will/Alica di cui si sa sono sempre grande fan, e divertente il rapporto sado-maso Kalinda-maritino: la scena sull’ascensore mi ha fatto ridere davvero. Certo che è eccessiva, ma è eccessiva pure kalinda, of course. ma come mi piacerebbe sapere scazzottare così davvero. bisogna essere bisessuali per poterlo fare? Allora, mi sa che avrò dei ripensamenti..e bellissima e finalmente di nuovo sexy Alicia, bel vestito bei modi bella pettinatura ( e ho visto una intervista della Margulies sulla quarta serie che mi è piaciuta un sacco). So che c’è stat grosso calo di ascolti a causa di una nuova fiction, ma The good wife ha l’appoggio della critica e se riprende la tensione sessual/politica ce la può fare. E poi, davvero l’importante è che chiuda in bellezza.
    Un saluto a Tony Scott: spesso i più creativi non sopportano il mal di vivere. Per fortuna noi siamo mediocri ( almeno, io parlo per me)

    Rispondi

  11. mm ha scritto:

    Soltanto a me è parsa un po’ eccessiva e fuori luogo la scena un po’ troppo stile kung-fu/Matrix di Kalinda con il suo ex-marito?
    Soltanto a me è sembrato un po’ dissonante l’incontro tra Kalinda e il suo ex-marito rispetto al terrore di essere scoperta e ritrovata, con cui il suo personaggio ha vissuto le scorse stagioni (cambiare città, vita, nome, andare a letto con il procuratore per poter scomparire e avere una nuova identità, etc. etc.). E tutto per che cosa? una scazzottata, poi a letto assieme, una piccola e risibile minaccia con la pistola, e via come se nulla fosse??? ma veramente? è chiaro che la complessità del loro rapporto carnefice-vittima si dipanerà per tutta la stagione, però mi è comunque sembrata una nota stonata.
    Ottimo tutto il resto.

    No, non soltanto a te. Trovo il personaggio di Kalinda saturo, a me è venuto abbastanza a noia spero che ci sia un’evoluzione in qualche modo perché sta diventando una macchietta ed è fuori luogo in questo contesto, come già qualcuno ha sottolineato. Sono totalmente daccordo anche sulla disamina del rapporto con l’ex marito risolta a tarulloucci e 50 sfumature di grigio, proprio imperdonabile come scivolone.
    Per il resto niente di nuovo, premiere senza infamia nè lode che si lascia guardare. Io auspico che sia l’ultima stagione, anche perchè le dinamiche cominciano ad assere un po’ ripetitive e non credo che alla lunga la serie abbia più molto da dire, c’è sempre la campagna elettorale, c’è sempre una moglie che sta per finta con il marito per agevolarlo, c’è sempre l’ex con cui “vorrei ma non posso”, ci sono sempre i filgi combina guai ed Eli combina appuntamenti a tradimento, insomma si rischia di finire nella nella minestra riscaldata e allora meglio finire in bellezza che protrarre alla noia. Per me è giusto un ok. Spero comunque che ci soprendandano con qualche guizzante novità. Aspetto fiduciosa!

    Rispondi

  12. @ Grimilde:

    Il personaggio di Kalinda come può essere saturo se l’abbiamo vista per la prima volta spaventata dalla penultima puntata della scorsa stagione? E davvero pensi (pensate) che il rapporto col marito sia sia “risolto” così? I soldi che lei gli deve? Il fatto che lui abbia notato e le dica che “non è finita perchè non sei scappata” (almost quote), sottintendendo a mio parere: lascia che scopra a cosa o chi tu tieni particolarmente poi vediamo se mi ridai ‘sti soldi più il resto?

    Sulle “solite dinamiche”. Le dinamiche sono date dagli avversari, e Kristeeva mi sembra un personaggio molto diverso onscreen e offscreen da Childs e Scott-Carr… Lo stare insieme “per finta” (scelta di parole pessima, imho, ma che ripeto per semplicità e brevità) è molto diverso in questo caso da quello precedente. Prima si cercava di rimettere insieme qualcosa di vecchio, ora Alicia e Peter stanno cercando di costruire qualcosa di nuovo, su basi più oneste e soprattutto più eque. Alicia non è più la moglie debole che si fa trascinare via dalla conferenza stampa anzi… E’ diventata una persona opposta, con una vita opposta e con la capacità (bravissima la Margulies e gli sceneggiatori) di farci capire che le sono rimaste le basi della persona che era pur essendo cambiata. Io al momento non più vedo un’Alicia innamorata di Will, vedo una donna che ha trovato una serenità interiore in sé stessa, e pertanto capace di valutare anche il buono che c’è nel quasi-ma-forse-non-ex marito.
    Poi, davvero non siete incuriositi dal voler vedere cosa farà David Lee ora che è un “nemico” e che per la prima volta che ricordi ha trovato un’altro personaggio (oltre Alicia) capace di attaccarlo?
    Ci sono mille altre cose che la premiere non tocca se non di striscio (finalmente will di nuovo in aula, sarà cambiato? Alicia stavolta sarà una risorsa o un problema per Peter, stante la sua indipendenza?)

    Ti chiedo scusa se mi permetto, ma imho chi ha trovato questa puntata banale, chi pensa che ci sia del già visto, chi non è completamente soddisfatto perchè “Kalinda che picchia il marito è fuori luogo e/o troppo a lungo” (ma dove? Ha denudato e dato una mazzata a Blake dopo avergli distrutto la macchina… Senza andarci a letto dopo, quell volta. E’ perfettamente nel personaggio) credo che si sia accostato a questa premiere con un minimo di superficialità…

    Senza offesa, eh.

    Rispondi

  13. Ma quand’è che Florick marito ne combina una delle sue? Ce l’hanno presentato come un puttaniere, politico corrotto e menzognero e ora neanche uno scandaletto? Tutto casa e campagna elettorale è diventato? Perchè Kalinda può farla annusare a cani e porci, dell’una e l’altra sponda, e Zack può chiamare le chat-line, mentre questo pover’uomo deve accontentarsi dei “forse, vedremo” della brava moglie? E dategli una lurida sù, una qualunque tentazione, e vedrete chee il lupo ci ricasca. Scusate il trasporto, sarà che Alicia la preferivo quando stava con Will (che volete farci? Eterno romanticone, io) ma questo ritorno alle origini non mi piace affatto.

    Tolto questo, grandissimo ritorno, off course, un po’ troppo Kalinda concordo, troppo poco Eli Gold, ma in compenso, ciliegina sulla torta, nonna Hitler non presente in nessuna inquadratura, evvai. Occhio al personaggio del liquidatore interpretato da Nathan Lane, quest’uomo (visto qualche sera fa al Dave Letterman Show, un vero spasso) ce ne regalerà delle belle. E anch’io non voglio credere alla cancellazione in questa stagione, 5 è sempre il numero perfetto.

    PS: Spero che questa volta Itasa mantenga il passo, non potervi leggere lo scorso anno e quello prima, è stata una sofferenza.

    Rispondi

  14. @ Grimilde:
    Purtroppo, e dico putroppo, molto si ripete in questa premiere. Abbiamo il solito e classico brindisi fra Will e Diane. La solita crisi economica vissuta dallo studio, solo questa volta più grave e con Nathan Lane a rendere il tutto meno uguale. Una nuova campagna elettorale per Peter, questa volta per un posto di maggior potere. Eli di nuovo nella sua vesta di body guard di Peter…. Insomma i filoni narrativi sono sempre quelli. Però sempre godibili e di sicuro suscettibili di nuovi sviluppi. E abbiamo anche, è questo è decisamente meno godibile, il solito Cary lasciato nell’angolo a non fare un gran chè, che però alla fine, stranamente e non si sa come qualche evoluzione la subisce e che forse, dico forse, quest’anno, per la prima volta in assoluto, avrà l’onore di una story-arc dedicata a lui. Forse. E non si sa quando. Ma con tutta calma, come al solito.
    Ma per la storyline di Kalinda… non mi pronuncio definitivamente per il futuro, so solo che non mi interessa un gran che di sapere in che termini sono lei e il martio se questo è il tono che intendono dare alla storyline. Che Kalinda sapesse menare, lo sapevamo. Che tutti abbiano come scopo principale quello di….portasela a letto, lo sapevamo. Che il sesso è una sua arma di mainpolazione lo sapevamo. Tutto questo però è sempre stato raccontato alla maniera dello show, senza mai sfociare nel ridicolo o nel macchiettistico. E sapientemente dosato. E invece quello che ho visto nella premiere, putroppo, o è andato oltre o è stato troppo. Quindi mi aguro per il personaggio e per lo show che andando avanti si vedrà altro.
    Ma, in ogni caso, io non credo ci sia la necessità di sviscerare l’argomento per tutta la stagione. Specie perchè lui già non lo reggo più dopo una puntata.

    Rispondi

  15. TitoLivio ha scritto:

    chi non è completamente soddisfatto perchè “Kalinda che picchia il marito è fuori luogo e/o troppo a lungo” (ma dove? Ha denudato e dato una mazzata a Blake dopo avergli distrutto la macchina… Senza andarci a letto dopo, quell volta. E’ perfettamente nel personaggio) credo che si sia accostato a questa premiere con un minimo di superficialità…
    .

    “Fuori luogo” non è mica sinonimo di “fuori personaggio”.
    E’ fuori luogo per una serie come TGW che è sempre stata molto ancorata al quotidiano, con conflitti espressi attraverso dialoghi e questioni legali invece che con combattimenti fisici. La scena in ascensore col marito poi è davvero esagerata, un po’ in stile Mr e Mrs Smith :D
    http://www.youtube.com/watch?v=bp0H3ql3XTY
    Ovviamente non è così sopra le righe, ci mancherebbe altro, ma… ecco, spero che si sia capito il concetto. E c’è anche una certa differenza tra lo spaccare una macchina e una roba del genere.

    Rispondi

  16. Mah pensa, stai a vedere che adesso sono d’accordo con i maschietti commentatori..io non vedo nessuna banalità anzi, le dinamiche sono come al solito intriganti e importanti. Alicia sta o non sta con Peter perchè lo vuole appoggiare nella campagna elettorale prima di tutto, è un link politico che forse non puo’ essere chiaro a chi di politica non si occupa, ma io lo capisco molto bene. C’è come al solito del calcolo in Alicia, ma gli è anche in qualche modo affezionata e in qualche modo, ha superato il rancore; anche perchè in realtà le frega molto meno di Peter che non della sua carriera, della vittoria dei Democratici a cui peraltro in gran parte si legano anche le sorti dello studio, e della crescita dei figli che finalmente diventano persone. non credo affatto che sia finito il legame con Will e qualsiasi donna autonoma e sicura di sè lo declinerebbe in una maniera simile. Anzi, finalmente comincio a capire Alicia, che nella scorsa serie mi era parsa “rinunciare per la famiglia”. Non credo affatto andrà così: rinuncia a qualcosa per se stessa e finchè ne varrà la pena. D’accordo Kalinda è un po’ saturante, ma non poi così irritante. E che altro marito avrebbe potuto avere? E poi anche un po’ di femminile violento, a me non dispiace..non prendiamo sempre tutto alla lettera: I personaggi sono in evoluzione, compreso Cary ne sono sicura.

    Rispondi

  17. TitoLivio ha scritto:

    @ Grimilde:

    Il personaggio di Kalinda come può essere saturo se l’abbiamo vista per la prima volta spaventata dalla penultima puntata della scorsa stagione? E davvero pensi (pensate) che il rapporto col marito sia sia “risolto” così? I soldi che lei gli deve? Il fatto che lui abbia notato e le dica che “non è finita perchè non sei scappata” (almost quote), sottintendendo a mio parere: lascia che scopra a cosa o chi tu tieni particolarmente poi vediamo se mi ridai ‘sti soldi più il resto?

    Sulle “solite dinamiche”. Le dinamiche sono date dagli avversari, e Kristeeva mi sembra un personaggio molto diverso onscreen e offscreen da Childs e Scott-Carr… Lo stare insieme “per finta” (scelta di parole pessima, imho, ma che ripeto per semplicità e brevità) è molto diverso in questo caso da quello precedente. Prima si cercava di rimettere insieme qualcosa di vecchio, ora Alicia e Peter stanno cercando di costruire qualcosa di nuovo, su basi più oneste e soprattutto più eque. Alicia non è più la moglie debole che si fa trascinare via dalla conferenza stampa anzi… E’ diventata una persona opposta, con una vita opposta e con la capacità (bravissima la Margulies e gli sceneggiatori) di farci capire che le sono rimaste le basi della persona che era pur essendo cambiata. Io al momento non più vedo un’Alicia innamorata di Will, vedo una donna che ha trovato una serenità interiore in sé stessa, e pertanto capace di valutare anche il buono che c’è nel quasi-ma-forse-non-ex marito.
    Poi, davvero non siete incuriositi dal voler vedere cosa farà David Lee ora che è un “nemico” e che per la prima volta che ricordi ha trovato un’altro personaggio (oltre Alicia) capace di attaccarlo?
    Ci sono mille altre cose che la premiere non tocca se non di striscio (finalmente will di nuovo in aula, sarà cambiato? Alicia stavolta sarà una risorsa o un problema per Peter, stante la sua indipendenza?)

    Ti chiedo scusa se mi permetto, ma imho chi ha trovato questa puntata banale, chi pensa che ci sia del già visto, chi non è completamente soddisfatto perchè “Kalinda che picchia il marito è fuori luogo e/o troppo a lungo” (ma dove? Ha denudato e dato una mazzata a Blake dopo avergli distrutto la macchina… Senza andarci a letto dopo, quell volta. E’ perfettamente nel personaggio) credo che si sia accostato a questa premiere con un minimo di superficialità…

    Senza offesa, eh.

    Non mi chiedere scusa e non dirmi senza offesa quando è palese che mi hai voluto dare della superficiale semplicemnete perché ho un parere diametralmente opposto al tuo su un telefilm.
    Non mi sono offesa, solo sono un po’ contrariata da questo modo di fare in voga fra molta gente. Le tue scuse anche se le trovo inutili perchè di maniera, le accetto di buon grado, ma dovresti innanzi tutto imparare che nella vita esistono delle persone che hanno, e avranno idee/ parrei differenti da tuoi e giusti, e sbagliati che siano, non sei tu con il tuo metro di giudizio personale a decretare chi è più o meno superficiale nell’approcio di una visione. E comuqnue, tanto per chiarire io ad un telefilm mi ci approccio quasi sempre in maniera superficiale, perché è una cosa ludica, non un lavoro, a meno che non lo ritenga un capovolavoro, o non mi prenda in maniera particolare, cosa che TGW non fa, mi piace, ma lo trovo medio come prodotto. Spero che questo non urti la tua semsibilità sennò pace. Sono un po’ stufa di prendermi pipponi da gente che si sente offesa personalmente perché non incensi la loro serie e/o film preferito. Impariamo un po’ di sano rispetto per le idee altrui che non fa mai male.
    Per citarti: senza offesa eh!

    Rispondi

  18. @ Raffyx:
    Ci consola che è solo la premiere, magari ci stupirà e ci farà ricredere in 4 balletti. Ne sarei la prima ad essere felice, ma questo non significa che non mi sia piaciuta, solo non la trovo esaltante ecco :)

    Rispondi

  19. Bella recensione.
    Anch’io concordo con MM e Grimilde, trovo il personaggiodi Kalinda troppo ormai veramente troppo eccessivo, così come troppo è stata eccessiva la scena con il marito, questa premiere non mi ha entusiasmata, staremo a vedere come procederà, però dopo la terza stagione con frequenti alti e bassi non sono proprio fiduciosa; trovo che TGW sia stata ( forse ancora è ?) una tra le serie più belle mi spiace che non abbia avuto successo però ora mi ritrovo a pensare che forse anche se fosse l’ultima stagione oggi non piangerei, mentre alla fine della seconda non vedevo l’ora che ricominciasse.
    Beh è appena iniziata vedremo.
    Forza Obama!

    Rispondi

  20. Fuck yeah, si, ma… troppo poco Cary!

    Rispondi

  21. Grimilde ha scritto:

    Non mi chiedere scusa e non dirmi senza offesa quando è palese che mi hai voluto dare della superficiale semplicemnete perché ho un parere diametralmente opposto al tuo su un telefilm.

    posto che gli interventi che iniziano con “senza offesa” farebbero imbestialire un santo, credo che ci sia differenza tra “sei una persona superficiale” e “ti sei approcciata con superficialità a un episodio”. entrambe possono risultare sgradevoli, ma la seconda almeno non è un giudizio sulla persona :)
    quindi dai, discutiamo serenamente e scambiamoci opinioni senza arrabbiarci, è molto più divertente e interessante!

    Rispondi

  22. Una domanda… Io ho trovato la puntata solo senza sottotitoli… Sontroca anche con i sottotitoli?

    Rispondi

  23. genio in bottiglia 7 ottobre 2012 at 22:26

    Ho come l’impressione che questa serie sarà anche giocata (di nuovo e magari in via definitiva) sulla scelta di Alicia tra il marito e Will, la conversazione con il quale ha riportato in vita (con la consueta delicatezza tipica di TGW se si eccettuano la badassness di Kalinda) una tensione che mi pareva ormai dissolta. E anche la bottiglia alla fine mi è parsa andare in quella direzione.

    Rispondi

  24. Chiara Lino ha scritto:

    Grimilde ha scritto:

    Non mi chiedere scusa e non dirmi senza offesa quando è palese che mi hai voluto dare della superficiale semplicemnete perché ho un parere diametralmente opposto al tuo su un telefilm.

    posto che gli interventi che iniziano con “senza offesa” farebbero imbestialire un santo, credo che ci sia differenza tra “sei una persona superficiale” e “ti sei approcciata con superficialità a un episodio”. entrambe possono risultare sgradevoli, ma la seconda almeno non è un giudizio sulla persona
    quindi dai, discutiamo serenamente e scambiamoci opinioni senza arrabbiarci, è molto più divertente e interessante!

    Guarda giuro che sono serenissima, non mi sono affatto arrabbiata, mi spiace che su internet non si colga. Ho risposto sinceramente, e senza giri di parole, ma credimi, senza cattiveria, semplicemente perché come ho spiegato e ribadisco: basta ai pipponi tra utenti semplicemente per pareri differenti su serie tv. Critichiamo la serie, discutiamo le divergente, ma evitiamo commenti dettati solo dal puro essere “fan”, tutto qui ;)
    Chiedo scusa se ho fatto/detto qualcosa di disdicevole. Lo ripeto: non era mia intenzione sorry!

    Rispondi

  25. Meravigliosa premiere e quoto per intero la recensione di Chiara. Aggiungo che i primi minuti con Kalinda e la sua scena in ascensore sono da applausi: è bello rivedere finalmente rifiorire il suo personaggio dopo una stagione di stallo. E se un episodio mi fa apprezzare perfino Zach allora deve essere davvero perfetto. Alé.

    Rispondi

  26. raffaella ha scritto:

    ora mi ritrovo a pensare che forse anche se fosse l’ultima stagione oggi non piangerei, mentre alla fine della seconda non vedevo l’ora che ricominciasse.

    Esatto! E’ il mio stesso pensiero ;)

    Rispondi

  27. Giovanni Di Giamberardino ha scritto:

    E se un episodio mi fa apprezzare perfino Zach allora deve essere davvero perfetto.

    Ecco. Nient’altro da aggiungere.

    Rispondi

  28. Grimilde ha scritto:

    Chiedo scusa se ho fatto/detto qualcosa di disdicevole. Lo ripeto: non era mia intenzione sorry!

    guarda, ho citato il tuo messaggio per comodità ma in realtà era un discorso generale :) semplicemente, visti i pareri opposti, cerchiamo di evitare le tensioni e discutere (come desideri tu stessa) nel merito: non per altro, ma è molto più divertente!

    Rispondi

  29. Eleven13+centric 7 ottobre 2012 at 23:58

    The Good Wife è un show che *dovrei* assolutamente recuperare. Però solo ‘al più presto’ perché dal mese scorso sono troppo impegnato con Angel/Buffy (inediti per me!! Ora sono alla 2 stagione di Angel e alla 5 di Buffy e prevedo di finirli intorno a novembre/dicembre!). Vorrei sapere prima: il legal-‘gibberish’ in TGW è fruibile e discreto o temibile? Cioè, devo avere alla mano innumerevoli tomi del mestiere o un’amica che studi giurisprudenza o me la posso cavare? :P Paura..

    Rispondi

  30. @ Eleven13+centric:
    Per quella che è stata la mia esperienza, all’inizio potresti essere un po’ disorientato se non hai familiarità con avvocati, corti eccetera eccetera (io, per esempio, non ne avevo), ma si rimane ampiamente nei margini della comprensibilità e bastano poche puntate per imparare e capire termini e ruoli. Al massimo, io tengo aperta una pagina di word reference in caso di parole chiavi che proprio non capisco – ma appunto, ti parlo di word reference che è un dizionario abbastanza generico e alla portata di tutti : D
    Guardalo, non te ne pentirai!

    (e visto che non aggiungerei molto alla discussione, dico solo ottima recensione come sempre, Chiara, e a me la puntata è piaciuta molto, anche se è vero che i temi sembrano essere sempre gli stessi, sotto luci diverse. Non che sia necessariamente un male, ma insomma… staremo a vedere. Per il momento, sono molto fiduciosa.)

    Rispondi

  31. Nessun tomo del mestiere, eleven13, è una fiction legal-politica decisamente legata all’ambiente Democratico, con svariate intermittenze sentimentali che ruotano intorno al rapporto Alicia-Peter e Alicia-Will..ossia le vicende di carriera politica dello State Attorney e quelle di carriere legali di Will Gardner..e so on, con l’ambiziosa ex good wife di mezzo. Leggiti critiche commenti vari, nonchè trama notissima e molto apprezzata dall’intellighenzia liberal americana.
    Non ha molto a che fare con Buffy direi..in ogni caso l’anno scorso ci siamo molto scontrati sulla storia Alicia Will e Alicia Peter, con diverse visioni e punti di vista e partigianerie. Molte di noi sono Willicie e molte no. data l’età differente tra noi, alcune apprezzano e vorrebbero cary molto più centrale, altre no. Va bene questo sunto? Quest’anno mi sa che buona parte della diatriba sarà intorno a Kalinda sì Kalinda no..ci avrà stufati e saturati o ancora ci incanta? Per me la seconda, in accordo con Giovanni. Anzi, direi che sta riprendendo una certa centralità venuta decisamente meno nella terza serie.
    lo scorso anno ho difeso a spada tratta Will Alicia, ma ora potrei ricredermi, sto diventando meno romanticamente ingenua (era ora data la mia età), anche se Dio mio il povero Chris North è davvero imbolsito; forse è per questo che non combina più granchè di trasgressivo..o almeno attendiamo fino a nuova elezione..carina la giornalista intervistatrice, tenuto conto che anche lei sarà intorno ai 50. Ma perchè certe attrici americane hanno quella vocina fessa?

    Rispondi

  32. Eleven13+centric 8 ottobre 2012 at 01:04

    Ah grazie Paola e Walter allora TGW dopo Natale! Ho sempre amato DW, Firefly e Pushing Daisies ma non è che cercassi qualcosa di simile a quei tre show né a quello che sto guardando al momento, Angel (con ritardo ma, sono ancora piccolino :P ) e nemmeno vorrei che TGW fosse simile a nessun altro show. Sarei grato nel caso avesse (a immagino abbia) la sua identità… e se mantenesse il linguaggio specifico su livelli leali! :D

    Rispondi

  33. ManuSupertramp 8 ottobre 2012 at 09:00

    Ottima premiere, mi trovo molto d’accordo con la recensione di Chiara.
    Il fatto di fare del caso della settimana un “caso di famiglia” è stata una carta vincente per poter riprendere il filo delle story line e avere nel contempo l’occasione di farci rivedere tutti i personaggi (anche se alcuni come Eli e Cary solo brevemente). A me Zach Florrick era già da qualche tempo che mi sembrava meno insopportabile, se ora riescono a fare il miracolo anche con Grace siamo a posto!
    Concordo assolutamente con chi trova le scene kung-fu di Kalinda esagerate. Io le ho trovate non solo fuori luogo, ma anche poco verosimili. Ricordo ancora con orrore le scene di lotta della seconda stagione con Blake, e speravo di non vederle più. E dire che avevano iniziato bene, perché l’inizio con le martellate sulle mani al tipo ci stavano bene… ma il kung-fu col marito seguito dal sesso proprio no…. bastaaaaaaa! vogliamo Kalinda cazzuta senza dover pretendere di essere Wonder Woman.
    Mi è piaciuto molto il trustee di Nathan Lane e finalmente, e lo dico urlando, Will può tornare ad esercitare… non se ne poteva più di vederlo in un angolo!!! e finalmente torna la politica, non vedo l’ora di vedere Peter e Eli in azione!

    Una curiosità: ad un certo punto Kalinda in ufficio ripensa al sesso col marito. A me è sembrato quasi uno stupro, e che lei pensasse a quei momenti con dolore, mentre da altre parti leggo che molti lo hanno interpretato all’opposto: come se lei ripensasse all’episodio con aria sognante. A voi cosa è sembrato?

    Rispondi

  34. io ho trovato le scene in casa di Kalinda ansiogene ed inquietanti, quel blu/grigio quasi ospedaliero mi ha dato fastidio.
    Adoro il fatto che Peter non abbia perso la sua fama da uomo-che-minaccia, la scena della telefonata con il collega procuratore è stata fantastica.

    e mi è piaciuta troppo la faccia di David Lee, amo quel personaggio.

    Will/Alicia fintamente freddi e distaccati, will quasi antipatico con lei. Rivoglio la passione.

    Nell’ultima puntata della terza Alicia aveva tentennato sul rientrare o meno nella nuova (vecchia!) casa di Highland Park ricomprata da Peter, non ne hanno fatto parola.

    E la mamma di Peter (come diavolo si chiama?)? Tornerà a colpire?

    Rispondi

  35. Rieccoci! Finalmente, aggiungerei. Concordo con chi ha scritto che le scene di Kalinda sono state troppo sopra le righe. Non mi è piaciuto proprio. E questo inficia il mio giudizio complessivo sull’episodio che comunque ha una serie di aspetti interessanti (a cominciare dalla gestione della crisi dello studio – l’ho già scritto che adoro quel cattivone di David Lee?). Comunque, devo dire, mi aspetto molto di più. Attendo fiduciosa, a cominciare dal secondo episodio…

    PS @manusupertramp: l’impressione che ho avuto io è che ci ripensi “in positivo”, rivivendo le forti emozioni che lui (ed evidentemente nessun altro dei tanti compagni di letto di Kalinda che ci hanno mostrato sinora) è in grado di farle provare. Ecco, quella scena non mi è dispiaciuta, se non altro perché ci dice qualcosa sul personaggio di Kalinda e sul rapporto tra i due. Per il resto, Kalinda che fa a cazzotti con tutti rischia di diventare una macchietta (in my opinion)

    Rispondi

  36. Manu, si chiama sado-masochismo. Ti dà piacere ciò che ti dà dolore, e viceversa. Legame potentissimo e molto praticato. Quindi, Kalinda prova gioia e dolore insieme: probabilmente non ha avuto la possibilità di sviluppare alcun altro tipo di relazione ( traumi infantili o chissà non voglio fare la psicologhetta da strapazzo). ma qualcosa succederà, ne sono sicura; a me sto marito non riesce a stare del tutto antipatico, lo confesso ( tra l’altro mica male il ragazzo, anche se parla un inglese inc0nprensibile da buon canadese)..magari riusciranno a ritrovarsi su di un piano più umano e bisognoso..no non mi sembra Will e Alicia siano freddi tra loro, anzi, io sento aria di riavvicinamento e sicuro che tornano a lavorare insieme..

    Rispondi

  37. Paola ha scritto:

    Ma perchè certe attrici americane hanno quella vocina fessa?

    Kristin Chenoweth ha una voce molto particolare, è vero, ma decisamente atipica. infatti è una stimatissima cantante musical :) ha fatto Wicked a Broadway, per intenderci, non esattamente un palco da dilettanti!

    Rispondi

  38. Ah grazie Chiara, corro subito a vedere su you tube. Guardatevi il secondo episodio..ottimo finale, ed è strano che lo dica io..ma la vita ci dà sempre molte sorprese..

    Rispondi

  39. “Ti accorgi quanto ti mancava la stagione delle premiere quando ricomincia The Good Wife, e ricomincia bene”
    Chiara inizia così la sua recensione, che mi rappresenta totalmente.
    A me la puntata è piaciuta per tutte le ottime ragioni che la recensione evidenzia, ma soprattutto per un aspetto che davvero rende unica TGW, e cioè la cura dei personaggi minori. Questa premiere ci regala momenti di vero godimento con il trustee (un talento comico, raffinatissimo), con l’agente Robb, con il procuratore bulletto di Madison County, con il sempre brillante David Lee e con il personaggio della giornalista, fra il gossipparo e il femminista, davvero originale… il tutto senza distrarci dai personaggi principali e senza farci desiderare che i personaggi di contorno di tolgano di mezzo per far rientrare in scena i nostri beniamini…
    Alicia di nuovo sospesa fra la brava moglie/madre e la voglia di piacere e piacersi (lei flirta apertamente con Will, mentre lui è palesemente “arrabbiato” con lei), Peter grandioso, Eli di nuovo divertente, soprattutto quando non gigioneggia (quando dice di no a Zach per la campagna, per esempio, è l’Eli che amo), Diane come sempre una vera signora, espressiva e ironica, anche quando è sinceramente preoccupata…
    Come dice Liliana M., un ritorno con il botto.
    Di quelli che ti fanno chiedere perché guardi serie televisive che NON sono The Good Wife.

    Rispondi

  40. Ragazzi, il brano musicale che Alicia, Zach e Grace ascoltano in auto prima di essere fermati (e che poi Zach utilizza anche nel video), esiste davvero o l’hanno creato appositamente per lo show? Da quando l’ha sentito, mio fratello mi sta facendo una testa così per trovarlo in rete. ^_^

    Rispondi

  41. ManuSupertramp 9 ottobre 2012 at 08:50

    @Carson: purtroppo la “canzone” esiste veramente, si chiama Mucka Blucka:
    http://www.youtube.com/watch?v=fjkXXjxINVU
    Praticamente un antenato rap del pulcino pio

    Rispondi

  42. ManuSupertramp ha scritto:

    @Carson: purtroppo la “canzone” esiste veramente, si chiama Mucka Blucka:
    http://www.youtube.com/watch?v=fjkXXjxINVU
    Praticamente un antenato rap del pulcino pio

    Grazie mille!

    Rispondi

  43. Scusate non e´ sicuramente il posto piu´ adatto, ma non riesco a trovare da nessuna parte i sottotitoli di Good Wife.
    Avete idea di dove si possano trovare?

    Grazie mille

    Michele

    Rispondi

  44. Mah a me sembra che, come la maggior parte delle serie che arrivano oltre la terza stagione, anche TGW abbia perso molta della sua freschezza e del suo fascino, così come il personaggio di Kalinda. Resta sempre piacevole da guardare, ma ormai ci ha già detto quasi tutto. A mio parere dopo la prima stagione ai limiti della perfezione, la serie ha piano piano perso qualche colpo e la parabola discendente non accenna a fermarsi.

    Rispondi

  45. Mah a me sembra che, come la maggior parte delle serie che arrivano oltre la terza stagione, anche TGW abbia perso molta della sua freschezza e del suo fascino, così come il personaggio di Kalinda. Resta sempre piacevole da guardare, ma ormai ci ha già detto quasi tutto. A mio parere dopo la prima stagione ai limiti della perfezione, la serie ha piano piano perso qualche colpo e la parabola discendente non accenna a fermarsi.

    Rispondi

  46. Si, hanno iniziato alla grande!
    Un episodio bello pieno di novità.
    Due parti mi sono piaciute più delle altre: l'”incontro di boxe” tra Kalinda e il marito ( azzeccatissimo l’attore , ha un viso da “angelo/demone ) e l’altro “incontro” molto tagliente tra Alicia e l’intervistatrice.
    Bene, se prima ero una delle spettatrici che si chiedevano come faceva Alicia a rimanere col marito, dalla sua risposta non ho più dubbi: aveva ragione la mia mamma e tutte le fans TGW maritate, che un matrimonio di anni che ha comportato la nascita di figli non lo butti nel cesso, anche in caso di tradimento. E che, se decidi di formare una famiglia con uno , e non sei cerebrolesa, non lo fai per i suoi begli occhi ma perché condividi idee e modi di pensare, con questa persona es sei capace di perdonare anche pesanti offese.
    Ok ! Si capisce perché non ho trovato l’uomo della mia vita, guardo solo gli occhi ! :)

    Un’altra volta l’ascensore è uno dei luoghi da “frequentare” absolutely , alla L&G :)

    Bella anche la scena finale: Diane e Will che brindano e , francamente, Alicia sarebbe stata di troppo .

    Rispondi

  47. Ma WOW, cavolo, WOW. E’ proprio vero, inizia la stagione delle premiere, ed ad un certo punto di accorgi che la Good Wife ti è mancata da morire. Anche se la stagione scorsa era sottotono, anche se l’inizio mi ha fatto temere il peggio, con Zach che si manda in video via mail (quanto l’ho odiato!!)…
    … E invece ne esce fuori questo capolavoro di episodio, dove tutto si intreccia, i nuovi personaggi si inseriscono al meglio (Kristin Chenoweth <3 <3! E il marito di Kalinda, in foto non si capiva, ma è TROPPO inquietante!!), i vecchi personaggi hanno scambi bellissimi (la scena Will-Alicia, la scena Alicia-Peter, la scena Will-Diane) e il caso della settimana riesce ad essere quando di più "orizzontale" ci possa essere (rivedremo il procuratore distrettuale dell'altra contea? Peter ha fatto bene a minacciarlo o gli si rivolterà contro? E Mike Kresteva, tornerà ora che Matthew Perry è impegnato in Go On?).

    LuiGi ha scritto:

    Pensate davvero che possa essere l’ultima stagione per The Good Wife?! [...] a fine stagione avrà raggiunto i 90 episodio, ad un passo, quindi, dai 100 per la sindacation!

    Ma non sono 100 gli episodi per la syndication, sono 88 / 4 stagioni (giusto? La rubrica di Serialmente mi aveva fatto capire così! :D).
    Quindi il rischio che questa sia l’ultima stagione, con gli ascolti medio-bassi che fa ora, mi fa davvero pensare che sia l’ultima stagione… E ammetto che non mi dispiacerebbe: è una serie tv SPLENDIDA, ma meglio una ultima stagione che spacca i culi, rispetto al trascinarsi avanti con stagioni e stagioni mediocri come altri show! :D

    La recensione (DIVINA) ha saltato prò la scena più bella della puntata, oltre che una delle migliori della serie (e di TUTTE le serie!!!): Diane che dice "He didn't say a man" (l'ho rivista tipo 12 volte… La AMO!) e Will che dice "No, I added that to piss you off". XD

    Rispondi

  48. I’m a little frustrated that Ultimate Demon [en.calameo.com] will so efficient. It makes all our hands-on working hard meaningless

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>