dalla_parte_del_divano19

Bentornati a Dalla parte del divano, la rubrica talmente pretenziosa da costituire una sottocultura a parte, sottocultura di cui gli unici membri siamo io e mia nonna che mi legge sempre e che, pur capendo poco e nulla di serie tv, annuisce vantandosi con le sue amiche del nipotino giornalista o qualcosa del genere, tra un rosario e l’altro.

Mettiamo subito le carte in tavola: a parte mia nonna, tutti quelli che leggono questa rubrica e, in generale, Serialmente sono dei gran nerd. Ma non basta dire così, perché di nerdismo esistono varie gradazioni, o sfumature, se vogliamo concederci citazioni colte. Prendiamo per esempio il fandom (consisting of fan [fanatic] plus the suffix -dom [domain], as in kingdomfreedom, etc.): persone ossessionate dal più insignificante dettaglio, dal più introvabile riferimento, dalla pochissima vergogna nel vestirsi in maniera, come dire, eccentrica.

Il primo fandom moderno nasce nel 1893 quando alcuni rispettabilissimi nobili inglesi si misero a lutto per la morte di Sherlock Holmes, ucciso da quel cattivone di Sir Arthur Conan Doyle che, com’è noto, era ormai ossessionato dal famoso investigatore privato (beh, caro Conan Doyle, noi non lo siamo. Non lo siamo affatto). Poi arrivò la fantascienza e la storia la sappiamo. Quello che non sappiamo sono tutte le innumerevoli, e meravigliose, sfumature di nerd. Perché non è importante essere Christian Grey o Anastasia Steele, l’importante è seguire il fantacasting su Twitter!

IL SUPERNERD

Il supernerd non ha nessun ritegno. Si sveglia la mattina e si stiracchia nel suo pigiamino e poi, dopo una buona colazione e una lavata ai denti ripone il suo spazzolino ed è pronto per andare in ufficio. Durante la pausa pranzo si guarda qualche serie tv nel suo televisore portatile e via verso nuove avventure! La sera, sfinito dal lavoro, si piazza sul divano, stacca il telefono per evitare gli scocciatori e inizia la maratona di serie tv, rigorosamente da solo, rigorosamente nella sua cameretta mentre la mamma passa l’aspirapolvere che fa sempre TROPPO rumore. Spegni quell’affare, mamma! Ma caro, come faccio a fare le pulizie? Di solito la sua risposta è questa.

IL NERD IN DISGUISE

Come i suoi adorati supereroi, questo ruolo attanziale ha una vera e propria doppia vita: di giorno solerte lavoratore e indefesso bevitore di Negroni, di notte instancabile spettatore/commentatore/adoratore di serie tv. Il problema comune a Peter Parker, Bruce Wayne, Clark Kent e il nerd in disguise è sempre lo stesso: mantenere l’anonimato. Per gli occhialoni con la montatura spessa ci sono le lenti a contatto, per i brufoli le cremine. Ma quando gli si illuminano gli occhi guardando Bunheads, beh, allora è stato scoperto.

L’IRASCIBILE

Non sopporta di essere chiamato nerd. Nonostante le evidenti apparenze e il fisico un po’ striminzito, l’irascibile minaccia tutti i detrattori mostrando grinta (tanta) e pettorali (pochi). Intendiamoci: è perfettamente inserito nel tessuto sociale, i suoi amici gli vogliono bene anche se è un nerd – tra l’altro molti di loro lo sono ancora di più – e al lavoro la sua dedizione è ammirata, qualificante e altamente retribuita. Solo che lui continua a negare agli altri e anche a se stesso di essere un nerd. Purtroppo questa è una missione impossibile, soprattutto quando quello che ti ha chiamato nerd è più o meno così (dai che ve lo ricordate).

IL NERD DENTRO

Non c’è niente da fare: anche se si veste così, dice figate di questo tipo e ha un giovane protégée che si fuma i cannoni, la sua nerditudine è visibile da un miglio di distanza. Ce l’ha dentro e, sarete tutti d’accordo, è la migliore categoria a cui si possa appartenere.

E voi? Quale delle cinquanta sfumature di nerd vi dona di più? Evviva imbarazzarsi di se stessi! Evviva Bunheads!

Jacopo Cirillo

Jacopo Cirillo ha sempre scritto solo di libri, poi un giorno si è svegliato e ha pensato, sai che c'è, scrivere di serie tv è molto più divertente. E si è messo a scrivere di serie tv. Poi però si è sentito un po' in colpa con gli amici di Finzioni, e allora, dai, facciamo fifty fifty. E così è stato.

More Posts - Website - Twitter

Commenti
38 commenti a “Dalla parte del divano – Cinquanta sfumature di nerd”
  1. Roberta scrive:

    Un supernerd non è tale se mentre fa colazione non si porta avanti e vede almeno un piccolo episodio da 20 minuti (o recupera quello sul quale si era addormentato la notte prima), o meglio, se non guarda un episodio mentre è in metro di qualche serie tv della CW o Abc Family. Bunheads <3

  2. robba scrive:

    io un po’ nerd in disguise e un po’ nerd dentro. da qualche parte ho un sacchetto di forbidden planet per provarlo.
    sarei curiosa di sapere in che categoria ti metti tu, Jacopo! :)

  3. Val scrive:

    a che serie appartengono le immagini dell’ultima categoria? Bunheads? =)

  4. betty scrive:

    Io sono nerd dentro, cerco di nasconderlo, credo anche di riuscire bene tanto che pubblicamente odio i nerd…solo pochi intimi conosco la mia vera identità, tipo batman…

  5. Jacopo Cirillo scrive:

    @Val le immagini dell’ultima categoria appartengono a Suits, che se non hai visto ti consiglio vivissimamente di farlo!

    @robba io sono 60% nerd dentro e 40% supernerd!

  6. fluorocromo scrive:

    Sai, mi riconosco abbastanza nell’irascibile, mi innervosisco quando mi danno della nerd, che poi non ci sarebbe niente di male ma è questione di come te lo dicono, con quel tono dispregiativo!

    Che poi la tracolla di Community l’ho comprata per portarmela all’università in attesa che qualcuno la riconosca come tale così da aggiungerlo alla categoria “persone ok” e invece fino ad oggi è solo un continuo di: “ma dove è questo greendale college?”
    e poi volete mettere il motto “go human being”s come ti mette carica prima di un esame :D Nerd o non Nerd son cose che ti danno allegria

  7. Julia scrive:

    Che bello svegliarsi e trovare una nuova puntata di Dall’altra parte del divano, sempre meravigliosa da leggere.
    Comunque io sono a metà strada fra il nerd in disguise (solo che non so nasconderlo bene, soprattutto se bevo e perdo il filtro cervello-bocca e me ne esco con cose tipo “ci vedo doppio, dev’essere un’imperfezione di matrix” e altre cose ben peggiori) e il nerd dentro, cioè nella vita di tutti i giorni cerco di passare per una persona normale, nonostante una collana col ciondolo a forma di Tardis e altre cose varie…
    Evviva Bunheads! Evviva Suits! Evviva i dinosauri sulle astronavi!

  8. BetterLife scrive:

    Io sono sempre stata nerd in disguise, avendo delle coinquiline mi era impossibile nasconderlo del tutto però ho sempre mantenuto la nerditudine su livelli bassi, tipo ok le maratone di telefilm ma niente citazionismo e continui paralleli vita reale-serie tv, ecc….ma da un annetto mi sono stufata, e ho iniziato a comportarmi da supernerd…direi che sono a un buon 50-50! Vado in giro con le serie sull’ipod per guardarle nei momenti morti, alla gente che mi chiede come va rispondo cose tipo “bene è riniziato game of thrones”, sto forzando anche i miei genitori a vedere telefilm così poi possiamo parlare delle serie, vedo gli sguardi inquietati delle persone quando scoprono che so su che canale americano vanno in onda le varie serie…in realtà penso di essere a un passo dall’iniziare a perdere delle amicizie, ahaha, vabbè, per fortuna c’è internet!

  9. Thiliol scrive:

    pensavo di essere nerd dentro, poi ho dato un’occhiata al mio guardaroba fatto di magliette con dalek e collanine elfiche, per non parlare della mia stanza tappezzata di cose di ogni genere…ho pensato anche alle battute sulla chimica che capisco solo io… a chi voglio darla a bere? Sono una super nerd U.U

  10. lukinooo scrive:

    fluorocromo ha scritto:

    Che poi la tracolla di Community l’ho comprata per portarmela all’università in attesa che qualcuno la riconosca come tale così da aggiungerlo alla categoria “persone ok” e invece fino ad oggi è solo un continuo di: “ma dove è questo greendale college?”

    Anch’io voglio la tracolla di Community! Sarebbe un ottimo radar per le “persone ok”!! XD
    Comunque io mi posiziono tra nerd in disguise e nerd dentro, sono ancora da collocare..

  11. Cathodica scrive:

    io, come al solito, per le statistiche non esisto

  12. Fissif scrive:

    Convinto di essere un supernerd per tutta la mia vita ho poi trovato lavoro (per modo di dire) nell’impresa videoludica… Ho rivalutato tutto (gente che prova a salutarsi in linguaggio binario durante la pausa pranzo etc…), penso di avvicinarmi di più alla categoria Nerd in disguise.

  13. zG scrive:

    Ma possibile che in italia ancora nessuno abbia capito la differenza tra nerd e geek? Nessuno di voi è un nerd perché ha una passione sana o esagerata che sia per una serie tv (o per tutte le serie tv), siete geek, non nerd. Se poi siete *anche* nerd è per motivi che nulla hanno a che vedere con i telefilm…

  14. Alessia scrive:

    si prova a essere nerd in disguise…ma appena esce una nuova puntata di una delle mie serie favorite mi gaso tanto che la mia nerditudine non si può più nascondere! poi beh…basta dare un’occhiata a tutta la roba che ho in stanza…ho comprato la spilla dell’hand of the king for god’s sake!!!!!

  15. Alberto scrive:

    Nerd in disguise / irascibile… :D

  16. Daniela G. scrive:

    uhm
    direi nerd in disguise con un pò di nerd dentro, solo che di me nessuno lo direbbe conoscendomi poco. Un pò mi preoccupa ‘sta cosa, perché se mi capita di dire in un discorso che “seguo qualche serie TV” (bugiardissima. Qualche?) l’interlocutore di solito se ne esce con “ah allora ti piace Glee, ah allora segui Grey’s anatomy”. Cioé. ma che stradiavolo di impressione dò io a queste persone? Per chi mi prendono? E vabbé.
    Devo confessare una cosa: a me non piace Game of thrones. Ci ho provato in tutti i modi a farmelo piacere, ma non ce la faccio proprio. L’ho detto a un amico geek (uno dei pochi) e lui mi ha risposto: “ma era ovvio, ci avrei scommesso. E’ troppo nerd per te”
    Quindi la categoria mi ha riconosciuto come “non self”. Aiuto, ho una crisi d’identità, non so più chi sono.

  17. AryaSnow scrive:

    zG ha scritto:

    Ma possibile che in italia ancora nessuno abbia capito la differenza tra nerd e geek? Nessuno di voi è un nerd perché ha una passione sana o esagerata che sia per una serie tv (o per tutte le serie tv), siete geek, non nerd. Se poi siete *anche* nerd è per motivi che nulla hanno a che vedere con i telefilm…

    Ecco, io sinceramente non ho mai avuto chiara questa differenza. Qualcuno mi illumina?

    Comunque io sono appassionata (e talvolta anche molto fissata) di alcune specifiche “cose da nerd”, mentre di molte altre non ne me frega niente.
    Esteticamente non mi sembra di essere nerd di “oggetti nerd” ne ho pochi. Ho dieci decimi di vista :D
    Parlo di “cose nerd” solo con gente anch’essa appassionata di quelle cose (in quei casi però ne parlo abbastanza animatamente).

  18. Thiliol scrive:

    parlo per me: il mio essere nerd non si ferma alle serie tv, ma va oltre includendo anche le scienze, il computer, i videogiochi e, purtroppo per me, anche l’essere pesantemente presa in giro…
    Geek dovrebbe essere la versione “no pc addicted” del nerd se non ricordo male.
    Che poi è anche abbastanza inutile e stupido perdersi in certe distinzioni nette.

  19. Jacopo Cirillo scrive:

    @zG non fossilizziamoci su questi manicheismi nerd/geek. Magari non siamo nerd ma siamo geek, magari viceversa, non so, ma l’importante è capirci. E direi che ci siamo capiti bene! :)

  20. Volpe scrive:

    Nerd(ok,geek) in disguise! Cambio pure look totalmente. Per fortuna non esistono foto che mi ritraggono nella mia vera identità :D (w Bunheads!)

  21. GiuliaM scrive:

    Nerd in disguise!
    Torno a casa, mi tolgo i vestiti fashion e li butto sul divano indiscriminatamente. Poi mi metto i vestiti più brutti e larghi che ho, prendo popcorn/qualsiasi cosa che sia commestibile e inizio a mangiare spasmodicamente mentre vedo i miei telefilm preferiti. E se qualcuno mi chiama per uscire: sono a letto con la febbre

  22. Piso scrive:

    zG ha scritto:

    Ma possibile che in italia ancora nessuno abbia capito la differenza tra nerd e geek?

    Semplicemente: http://xkcd.com/747/

    In quanto a me la nerditudo è potente…e la laurea in informatica non aiuta. Got to deal with it, I guess…

  23. DaphneMoon scrive:

    GiuliaM ha scritto:

    Nerd in disguise!
    Torno a casa, mi tolgo i vestiti fashion e li butto sul divano indiscriminatamente. Poi mi metto i vestiti più brutti e larghi che ho, prendo popcorn/qualsiasi cosa che sia commestibile e inizio a mangiare spasmodicamente mentre vedo i miei telefilm preferiti. E se qualcuno mi chiama per uscire: sono a letto con la febbre

    idem. In più gli occhiali li metto solo per guardare lo schermo del pc, altrimenti non li metto mai. Sono bei momenti.

  24. nie scrive:

    Io sono nerd dentro, e soffro di solitudine interiore perchè non parlo mai di serie e altre nerdate con nessuno!

  25. Carl scrive:

    Credo di essere prevalentemente una nerd in disguise, ma aspiro a diventare una nerd dentro, a proposito..si nasce o si diventa NERD DENTRO?

  26. kassandra black scrive:

    nerd in disguise, ma a volte la mia identità segreta viene scoperta e allora le persone con sguardo sorpreso mi dicono “non sapevo che fossi un po’ nerd” xD

  27. fed scrive:

    Nerd dentro per amici e parenti, per gli altri Nerd in disguise. Il travestimento spesso però ha scarso successo, vengo tradita da dettagli come la suoneria del cellulare che parte con la Marcia Imperiale o esclamare, nella prima giornata di freddo “Winter is coming”. =)

  28. OttaviaFalls scrive:

    Nerd in disguise tutta la vita! Anche se torno a casa alle 2 del mattino almeno 20 min della serie tv del momento ci scappano di sicuro!!!

  29. Oliva scrive:

    Hai fatto proprio bene a parlare di sfumature, perchè io mi rispecchio in quasi tutte le categorie… Soprattutto nel nerd dentro: essendo praticante avvocato il mio modo di vestire potrebbe travisare la realtà. chi non mi conosce non immagina il mio essere SUPERnerd (assolutamente verissima la cosa della mamma con l’aspirapolvere). Credo però di essere anche una nerd in disguise, in quanto appena arrivo a casa smetto i panni dell’avvocato, mi metto gli occhiali e indosso il pigiamone.

    W Suits! W Bunheads!

  30. Oliva scrive:

    Ah dimenticavo: la mia suoneria del cellulare ovviamente è la sigla di una serie tv… Fringe! Mentre quella del telefono di casa è la canzone dell’amato Friends! “I’ll be there for you……”

  31. Sweet_Cele scrive:

    Vorrei essere figa al punto di essere una nerd dentro, ma la realtà è che sono una nerd in disguise. Ebbene si! Devo ammettere però che so nascondermi proprio bene..per i miei amici sono solo fissata con le “COSE” in inglese. Con le persone giuste inizio a sfogarmi parlando a macchinetta come un’esaltata mentre con quelli che non capiscono il mio mondo reprimo il mio istinto di citare (ovviamente in lingua originale) le battute dei miei telefilm preferiti..
    L’altro giorno, la collega di un mio amico parlando al telefono con il ragazzo ha esclamato : “Hai scaricato l’ultima puntata di GoT?” e il mio amico, che ho istruito bene, ha risposto: “Anche noi l’abbiamo visto!! Bello vero? Pensa che Cele guarda i telefilm in inglese!!!”. Anima candida.

    W SUITS!! (Bunheads proprio no però..)

  32. franz scrive:

    Io sono il contrario dell’irascibile perché adoro essere chiamata nerd! Il problema è che non lo fa mai nessuno… Essere appassionati di serie tv è considerata una cosa da gentaglia più che da nerd, almeno in Italia. I nerd sono videogiocatori, maghi del computer, fumettari fissati col fantasy e WOW. Quelli che si fondono il cervello con le serie tv sonoconsiderati semplici teledipendenti con scarsa vita sociale, punto. E siccome essere nerd ormai fa figo, io rivendico con orgoglio, come direbbe la Santanché, la mia appartenenza alla categoria. E voglio la tracolla del Greendale College!!!

  33. donatella scrive:

    Nerd in disguise, ma talvolta dimentico di togliere i metaforici occhiali spessi e mi lancio in spericolati – ma intelligentissimi uh uh – parallelismi fra le cose che accadono e quella tal puntata di quella tal serie che mi sembra che si attagli perfettamente alla situazione (ovviamente smetto non appena mi accorgo dello sguardo vitreo del mio interlocutore che non ha la più pallida idea di cosa sto parlando e perchè…). Il mio sogno? un mese rinchiusa in casa a guardare serie attuali e recuperare serie che ho perso… una volta l’ho fatto, durante le vacanze di natale, in cui sono stata una settimana da sola ed ho guardato le prime due stagioni di The Good Wife, inframmezzandole con un sacco di altra roba: questo darebbe di me una supernerd???

  34. pemf.bolloso scrive:

    donatella ha scritto:

    e mi lancio in spericolati – ma intelligentissimi uh uh – parallelismi fra le cose che accadono e quella tal puntata di quella tal serie

    Secondo me non è solo questione di “non sai di cosa sto parlando e quindi non comprendi” è proprio il senso dell’umorismo ad essere diverso, giusto oggi ho fatto una battuta su un amico paragonandolo a Bane dopo che ieri abbiamo visto tutti insieme il nuovo Batman e aspettandomi grasse risate, invece si sono girati tutti dall’altro lato.
    W la sfiga, direbbe Napo.

  35. Sweet_Cele scrive:

    pemf.bolloso ha scritto:

    donatella ha scritto:

    e mi lancio in spericolati – ma intelligentissimi uh uh – parallelismi fra le cose che accadono e quella tal puntata di quella tal serie
    Secondo me non è solo questione di “non sai di cosa sto parlando e quindi non comprendi” è proprio il senso dell’umorismo ad essere diverso, giusto oggi ho fatto una battuta su un amico paragonandolo a Bane dopo che ieri abbiamo visto tutti insieme il nuovo Batman e aspettandomi grasse risate, invece si sono girati tutti dall’altro lato.
    W la sfiga, direbbe Napo.

    Vi comprendo amici, vi comprendo. Comunque seriamente, anche io a volte vedo nella mia vita e in quella dei miei amici dei riferimenti ai telefilm che seguo. A volte mi sento in un dejavu (non so come si scrive, abbiate pietà) e penso “ma questa scena l’ho già vista!!”. Probabilmente mi sto semplicemente supernerdizzando (e dovrei farmi ricoverare, ma sono piccolezze!).

  36. mela scrive:

    credo di essere nerd inGiuliaM ha scritto:

    Nerd in disguise!
    Torno a casa, mi tolgo i vestiti fashion e li butto sul divano indiscriminatamente. Poi mi metto i vestiti più brutti e larghi che ho, prendo popcorn/qualsiasi cosa che sia commestibile e inizio a mangiare spasmodicamente mentre vedo i miei telefilm preferiti.

    idem! :D E se qualcuno mi chiama per uscire: ho già un impegno, mi spiace

  37. GiuliaM scrive:

    @ mela:

    Questo mi ricorda di come mi sfotteva la mia ex coinquilina, parlando delle mie serate telefilmiche: ‘Stasera hai un appuntamento con te stessa?’

  38. ale scrive:

    fluorocromo ha scritto:

    e poi volete mettere il motto “go human being”s come ti mette carica prima di un esame Nerd o non Nerd son cose che ti danno allegria

    amen, sorella! :)

    Io ho diversi amici che mi definiscono nerd quando scoprono la mia seconda vita fatta di serie tv ogni volta che il tempo a disposizione lo permette, ma questo non mi infastidisce particolarmente (quindi escluderei la sfumatura irascibile)…vera identità che tra l’altro potrebbe essere tradita dalla sigla di Misfits (di recente ho riadottato GoT perché l’altra mi faceva saltare sulla sedia ogni volta) come suoneria del cellulare. Diciamo che potrei definirmi una nerd in disguise e nerd dentro a un perfetto 50%, a seconda delle occasioni…e delle compagnie a cui posso “rivelarmi”.
    D’altra parte sono convinta che ognuno è nerd (o geek, che dir si voglia) a modo suo, di cose diverse: io non sono di quelli che fanno il saluto di Spock ma se disgraziatamente trovo un fan di Fringe disposto a darmi retta potrei passare una serata così, felice :) Altri magari hanno altre manie che esulano da entrambe queste cose ma non per questo sono meno nerd di me!

    Ragà, c’è poco da fare, il citazionismo delle nostre serie tv preferite rallegra le giornate…poi se vengono pure colte da qualcuno in un attimo possono anche nascere profonde amicizie e non solo ahahaah

Lascia un commento

Note: non sono graditi riferimenti ad argomenti illegali, spoiler, insulti e commenti esageratamente off-topic. Il sito utilizza gli avatar di Gravatar.