TrueBloodPremiere

«I’m a gay vampire-american.»

La quinta stagione di True Blood comincia con un previously on di sette ore e mezza messo lì per ricordarci quanto tempo abbiamo buttato via l’estate scorsa dietro alle minchiate vampiriche della Louisiana. Una sola cosa ci si può augurare da questo nuovo ciclo: una partenza dal ground zero, gettandosi streghe e menate varie alle spalle.

Dunque, da capo: la quinta stagione di True Blood comincia con Eric e Bill da una parte, e Sookie e Lafayette dall’alta, intenti a pulire i rimasugli della stagione precedente. E se posso permettermi di estendere il mio giudizio alla sola durata della premiere, senza lanciarmi in previsioni azzardate sul resto della stagione, devo dire che ci sono riusciti. Io, e nel dirlo voglio la vostra promessa che non me lo rinfaccerete in futuro, mi sono blandamente divertita. Ecco a cosa serve ridurre a -12 le aspettative, bravo Alan Ball!

Intendiamoci, l’episodio non è stato nulla di spettacolare; ma ha riassunto in tre punti essenziali ciò che funziona in True Blood e che era stato completamente ignorato durante la stagione scorsa. Se un anno fa, di fronte alla premiere, non vedevo prospettive di successo, questa volta mi sembra che sia stata posta qualche base.

1. Fai fare cose interessanti ai personaggi

Va bene, lasciamo da parte per un momento il fatto che Tara è tornata, più o meno, in vita. Lo lascio da parte per due ragioni: la prima è che succede solo alla fine, quindi non influisce particolarmente sulle dinamiche dell’episodio. La seconda è che il grosso problema di Tara è sempre stata la scrittura del suo personaggio, e un suo ritorno in versione vampirica dovrebbe determinarne qualche (necessaria) variazione. Dopo una quinta stagione passata a trascinarci sulla pancia implorando una morte rapida, però, finalmente ciò che vediamo dà una ragione ai 50 minuti spesi davanti allo schermo. Oltre al fatto che fa caldo, intendo, e che uscire è faticoso, e che gli altri bambini sono cattivi con noi.

Vediamo due società all’opera, entrambe inquietanti in modi diversi: da un lato quella tribale dei lupi mannari, dall’altro quella fascista dei vampiri. Quando True Blood si lancia in intrecci politici e lotte di potere dà il suo meglio, e se sono queste le basi della stagione intendo metterci una timida firma. Non solo: Andy Bellefleur veicola la corruzione della società umana, che dopo questa overdose di esseri sovrannaturali sembra una boccata d’aria fresca. Anche le storyline slegate riescono a incastrarsi bene e, se non sono una grande sostenitrice della delega a Terry e Arlene di una trama propria, passato in Iraq batte bambino demoniaco mille a zero.

Come da recente tradizione, a Sookie spetta un troncone di trama sostanzialmente isolato, e più intimo, rispetto ai “grandi eventi”. Lei e Lafayette condividono un percorso di accettazione della morte che, come spesso accade a Bon Temps, passa attraverso la pulizia della cucina, un bagno caldo e la vampirizzazione di qualcuno. Non so se sia stata la presenza di Pam in pigiama a rendermeli interessanti o il fatto che, con le dovute proporzioni, si assista finalmente a una tragedia molto umana, ma ho apprezzato. Certo, mentre affettavo le zucchine: la serie è stata ampiamente declassata dalla categoria “divano e popcorn” alla categoria “mentre cucino”, nonostante io abbia gradito la puntata. E pensare che una volta era nella categoria “invito gli amici a casa per la premiere”!

2. Strizza l’occhio allo spettatore

Il dialogo tra il neovampirizzato reverendo Newlin e Jason riassume perfettamente l’idiozia autolesionista di noi spettatori recidivi, e non credo sia stato piazzato lì a caso:

Reverendo/True Blood: «Howdy, vecchio amico!»
Jason/Spettatore: «Che cazzo ci fai tu ancora qui??»
Reverendo/True Blood: «Capisco la tua perplessità, vecchio amico, ma mi sei rimasto solo tu. Che mi fai entrare?»
Jason/Spettatore: «Ma col cazzo, non ti guardo neanche, poi finisce che come niente passo l’estate a seguire la nuova stagione. Avevo giurato di non farlo più.»
Reverendo/True Blood: «Eddai! È vero, non sono stato il massimo della vita l’ultima volta che ci siamo beccati, ma sai come vanno queste cose. Ora mi sono pentito. Andrà tutto molto meglio.»
Jason/Spettatore: «In che senso ti sei pentito?»
Reverendo/True Blood: «Sono stati errori di ingenuità, di gioventù, tu mi capisci… Prometto, questa volta niente trucchetti, what you see is what you get
Jason/Spettatore: «Non sono sicur… Oh merda.»

E come niente ti trovi legato al divano per i tre mesi successivi. Ma anche senza leggervi meta-metafore e messaggi in codice al di là dello schermo, tutto il dialogo Jason/Newlin è puro True Blood di una volta. Non solo perché riporta in scena un grande personaggio, eredità di una delle storyline più belle della serie, ma perché nel farlo sfrutta il grande potenziale comico di entrambi gli attori (e i relativi personaggi) coinvolti.

Per il resto mi limiterò a citare il saggio vampiro Eric Northman: «Sookie? Fuck Sookie.»

3. Crea le alchimie giuste

Quanto tempo abbiamo passato a lamentarci di Sookie e Bill, poi Sookie ed Eric, poi Sam e Tara, poi Tara e chiunque altro…? Questa volta, se non altro, gli autori sono riusciti a imbroccare le accoppiate giuste e creare delle dinamiche interessanti.

Questo è ciò che chiamo "interessante".

Bill ed Eric. Anche True Blood ha capito che bisogna puntare sulla bromance, e questa premiere inventa qualsiasi stratagemma possibile per riempire Tumblr di giffine di Bill ed Eric. Infine ridotti a compagni di stanza del college, con quello sfigato costretto ad aspettare fuori che l’altro abbia finito di trombarsi la sorella, i due attraversano ogni momento giffabile, dal LOL delle pulizie in casa, guantati di blu, all’ammiccante del viaggio nel cofano più grande del mondo, avvolti da una rete d’argento.

Best Friends Forever

Sookie e Lafayette. L’efficente pragmatismo di Sookie si sposa alla perfezione con l’atteggiamento sempre sopra le righe di Lafayette, e spero che continuino a vivere insieme: un po’ perché quella casa deve rispettare la sua identità di pensione per weirdos, ma soprattutto perché combinati insieme i due si completano a vicenda in un ottimo cocktail tragicomico. Lafayette è meno dito al culo estenuante di Tara, e Sookie, in quanto protagonista, ha bisogno di una spalla.

Pam. Non scherziamo, Pam ha un’ottima alchimia anche con il gattino sul suo pigiama.

 

Traccia bonus: fai stare zitta Tara

Da quando non vedevamo un episodio senza parti di incessante chiacchiericcio lamentoso da parte di Tara? Perché hanno dovuto riportarla indietro?

Errori

Non siamo più abituati a una recensione di True Blood che elenchi ciò che è andato bene. Tranquilli, non è andato tutto per il verso giusto: gli errori ci sono – fanno parte delle fondamenta della serie stessa, del resto – ed è impossibile ignorarli.

  1. L’episodio è molto frammentato: struttura tipica della serie, vero, ma questo non significa che sia mai stata “giusta”, soprattutto in una premiere. Se una serie come Game of Thrones può giustificare i mille cambi di scena per altrettante location, a separare i personaggi di True Blood sono spesso una manciata di chilometri, e a determinarne la frammentazione troppe microsottotrame prive di elementi d’interesse.
  2. Vengono introdotti nuovi personaggi, e lasciato intuire che altri ne verranno. Tra gli auspici per l’anno nuovo, a settembre scorso elencavo una drastica riduzione del cast. Alan Ball, che ama prendermi per il culo, ha deciso di introdurre 13 personaggi nuovi.
  3. I lupi mannari continuano a non essere una valida alternativa machista ai vampiri: sono zozzi, stupidi e, soprattutto, noiosi. Le loro bizzarre tradizioni funebri non contribuiscono alla causa. Tutta quella parte, grazie anche alla soporifera presenza di Sam, è stata un terribile spreco di spazio: gli autori dovrebbero decidersi a trasformare True Blood in una serie da mezz’ora, dando un taglio netto alle storyline inutili e regalandogli la sua giusta dimensione da comedy.
  4. Come fa giustamente notare il mio buon amico Andrea, è un po’ fastidioso che il fanatico religioso ricalchi lo stereotipo del gay represso: ogni tanto i fanatici religiosi sono semplicemente pezzi di merda eterosessuali, non serve scavare nel conflitto con la propria identità sessuale per caratterizzarli. Difendo True Blood, in questa apparente semplificazione, per due ragioni: l’omosessualità di Newlin, come la sua ambigua attrazione per Jason, non è esattamente una sorpresa; e del resto sappiamo che una volta vampirizzate le persone sviluppano una libido molto più intensa e… diversificata, diciamo.
  5. La parte di Jessicuh che vuole fare la giovane: plausibile? Sì. Noiosa? Pure.
  6. La stagione scorsa spiegavo che è bene tenere Terry e Arlene fuori dalla distribuzione all’ingrosso del sovrannaturale, perché due personaggi normali servono come veicolo della sensibilità dello spettatore.
  7. Tara è risorta, invalidando l’unica ragione di sincero entusiasmo per il finale della stagione scorsa.

Il fatto è che una serie come True Blood, con un tale avvicendamento di personaggi buoni o cattivi, di tematiche, di location, di superpoteri non può essere composta da stagioni riuscite o meno. È più facile concentrarsi sulle singole storyline per decidere cosa va salvato, e nel tempo quelle ottime non sono affatto mancate: nella seconda stagione, drammatica dal punto di vista della trama di Bon Temps e del grottesco governo di MaryAnn, conteneva perle come la Fellowship of the Sun del già citato reverendo Newlin e la struggente storia d’amore tra Eric e il suo maker, Godric. La terza stagione, forse nel complesso la più riuscita, pur introducendo i noiosissimi lupi mannari aveva trovato un validissimo big bad in King Russell e una side-story eccellente in Franklin, l’unico personaggio finora capace di rendere quasi interessante Tara. E se potessi scegliere cosa salvare della disastrosa stagione scorsa, probabilmente sarebbe quella disordinata sottotrama sugli avvicendamenti politici dell’autorità vampirica.

Non è un caso che la quinta stagione riprenda, almeno in parte, gli eredi delle storyline migliori. Possiamo chiedere solo che questa scelta produca percorsi narrativi altrettanto validi, dare tre stellette e sacrificare neonati maschi al dio dell’intrattenimento, come ogni anno ci rassegnamo a fare.

Note:

  • Inizio episodio: quanti come me hanno tremato al pensiero di una Tara vampira, ritardata e con tendenze autodistruttive? Peggiore recupero della migliore svolta narrativa di sempre.
  • Strano, la “sorella” di Eric Northman è una figa spaziale.
  • Il previously insiste un po’ sulla fatosità di Sookie: non voglio fare spoiler, ma questo mi spinge a credere che la faccenda verrà approfondita nei prossimi episodi.
  • I bambini attori sono un dramma per qualsiasi serie che dura più di una stagione. True Blood, poi, ha deciso di adottare questo trucchetto per cui ogni stagione inizia dove si era conclusa la precedente, col risultato che – se si include il flashforward fatato di Sookie – dalla prima stagione alla quinta sarà passato circa un anno e mezzo. Tutto questo per dire che: il superpotere dei figli di Arlene è evidentemente la crescita istantanea.
  • Quand’è che le varie declinazioni di Guitar Hero e Rock Band smetteranno di andare di moda nelle serie tv?
  • Rutina Weasley continua a ripetere, ogni volta che ha un microfono davanti, quanto sia stata sommersa di richieste di fan preoccupati che il suo personaggio potesse non tornare. Vorrei stringere la mano a questi fan, tutti: scommetto che non ci metterei più di una manciata di secondi, viaggio compreso.

Chiara Lino

Ero Bab, poi ho cambiato idea. Nervosa, indisponente e spesso gratuitamente crudele, ama la fotografia e la tortura psicologica. Ah, e gli elefanti. Adesso scrivo anche qui, sempre di tv americana ma in un modo un po' diverso.

More Posts - Website

Commenti
62 commenti a “True Blood – 5×01 – Turn! Turn! Turn!”
  1. sara881 scrive:

    Mi è piaciuto, decisamente meno storyline inutili rispetto alla scorsa stagione dove praticamente soprattutto nella prima parte ogni personaggio aveva una storia a se completamente slegata dal resto. In questa stagione invece Sam ha un rapporto con Alcide che ha un rapporto con Sookie perchè Sookie ha ucciso Debbie che ha chiuso i rapporti con Eric e Bill che però si riallaccieranno a causa del ritorno di King Russel, e il ritorno del re credo riporterà anche i lupi mannari al centro della storyline principale. Sookie intanto interagisce anche con Lafa a cui sarà collegato Terry con tutta la storia dei Marine e del rito magico fatto nella missione, così come la strega che se la fa con Andy.
    Geison-Jessicah- Hoyt mi sembrano quelli al momento fuori dai giochi ma se tutta la storyline dovrebbe riguardare Newlin che vuole struprarsi il povero Geison per me va bene :)

  2. Francesco FeniceRossa scrive:

    Sì, lo ammetto, mi era mancato! Anche perché devo essere uno dei tre o quattro nerd che si è goduto un mondo pure la stagione precedente…

    In particolare:
    - Bello vedere per una volta Bill e Eric svincolati da Sookie. Eric figo come non mai. E il suo “non ti lascio indietro”a Bill mi ha emozionato, così come il suo “fuck Sookie!”: un personaggio, duro, intenso, spietato ma leale. E, grazie agli dei, parecchio nudo in questo episodio! Più Eric per tutti, meno vestiti per Eric!
    - Il modo per elaborare il lutto di Lafayette e quello per mantenere un briciolo di lucidità mentale di Sookie, e la loro interazione: come scritto anche nella recensione, funziona, eccome!
    - Reverendo Newlin e Jason: ahahahahahahahahah, io adoro!
    - Jessicahhhhh: ma ci è o ci fa? Ho avuto il sospetto che volesse allontanare Jason apposta, infatti appena lui se ne va con la sciacquetta di turno lei smette di pomiciare con l`imbecille di turno. Why?
    - Russel is coming back: siiiiiiiiiiiiiiiii!!!
    - L`Autorità finalmente in mostra e intrighi politici vampireschi: interessante!

    Ora, veniamo alla vera nota dolente… anzi, un piccolo momento di accorata supplica:
    Appello agli autori di True Blood: Tara ci ha grattugiato i maroni. Ve lo dico dal cuore. Farle attirare menadi, farla diventare lesbica, aspirante strega, vampira e/o zombie e/o bad girlwhatever non migliorerà le cose. Di Willow Rosenberg ne abbiamo già avuta una, difficilmente l`incanto si ripeterà. Fatevene una ragione e toglietecela dalle palle. Per il resto bentornati ?

  3. sara881 scrive:

    Si però bisogna giudicare come sarà Tara adesso visto che come detto nella recensione il fatto che non piaccia dipende da come era scritto il personaggio. Non credo che come vampiro la vedremo con labbro tremolante, in preda a crisi isteriche etc…dovrebbe essere una nuova Tara, in True Blood tranne i 2 minchioni innamorati della vagina fatata di solito i vampiri son tutti cazzuti e poco piagnoni.
    P.S ovviamente escluso il prossimo episodio, vedendo come ha attaccato Sookie al termine dell’episodio ci aspetta almeno un’altra puntata di incazzo, crisi e labbro tremolante per essere stata trasformata in un mostro.

  4. Francesco FeniceRossa scrive:

    È esattamente quello che temo… che riescano a farsi battere alla stragrande persino da The Vampire Diaries, dove una petulante Caroline ha avuto una presa di coscienza vampirica migliore di quella che potrebbe avere una Tara in-character. L`autoaccettazione vampiresca l`abbiamo già avuta con Jessicahhhhhh. Anche basta.
    Gli dei ci preservino poi dall`ipotesi “Tara vampirizzata senza cervello in stile zombie”. No, vi prego.

  5. Lara scrive:

    Per prima cosa, invece di sorbirmi la quarta stagione di True Blood,avrei dovuto semplicemente guardare il riassunto all’inizio di questa puntata: quante ore risparmiate! Lo ammetto, la quarta stagione era abbastanza brutta (sigla a parte). Considerazioni su questo episodio: Jason non si smentisce (é sempre un idiota, ma ho adorato la scena col reverendo), i miei preferiti rimangono Pam e Lafayette (spaccano!). Sookie é noiosa (anche da bambina), e speravo che in questa stagione Tara non ci fosse. Bill e Eric(con per ora inutile e piatta e stranamente gnocca sorella) per ora non hanno fatto niente di esaltante. In generale, questo primo episodio non mi é dispiaciuto, vedremo i prossimi.

  6. Xander81 scrive:

    Bell inizio. Molto divertente. C e’ molta carne al fuoco. Ma sono fiducioso

  7. AryaSnow scrive:

    Uh, come siete buoni :P

    Della storyline di Sookie mi è piaciuto l’inizio e la fine, soprattutto perché Pam con poche battute è stata divertente. Le scene in mezzo sono una noia, ma in generale le parti “sentimentali” le trovo scritte col culo: con una battuta/inquadratura più scontata dell’altra e senza un’adeguata preparazione. La Fayette triste per me non funziona per niente. Sono però quasi riuscita a dispiacermi per Sookie nell’ultima scena, probabilmente perché lì già una certa preparazione c’è stata, visto che prima è stato mostrato quanto era disperato il suo tentativo. I cliffhanger finali di Sookie e Eric-Bill in sé non sono male, spero che non si dimostrino una cazzata nella prossima puntata.
    Eric e Bill danni risultati migliori quando sono lontani da Sookie e a contatto con personaggi carismatici: entrambi sono persi in sé abbastanza carismatici, quindi per ora l’idea di vedere le loro avventure insieme non mi dispiace. Non c’è ancora stato qualche momento che mi abbia divertita davvero, ma non mi sono nemmeno annoiata e ho delle ragioni per sperare, anche perché gli intrighi tra vampiri sono la cosa migliore della serie.
    Le vicende di Arlene e Terry… per ora è difficile giudicare perché è solo un’introduzione, ma non mi sembrano promettere granchè. Sulle vicende da teen drama di Jessica e Jason nemmeno commento. La parte di Sam… oddio, cosa avrebbe di minimamente interessante? Lui è moscio e poco caratterizzato, la sua tipa no comment, il branco dei lupi mannari non ha un decimo del carisma dei vampiri. Il brutto è che a questa storyline hanno anche dedicato tanto spazio.

    Ci sono delle cose che mi sono piaciute, ma la maggioranza no.

    2,5/5

  8. Griff scrive:

    Bellissimo! ovviamente, valutandolo come episodio di TB, mi sono divertito ed è questo che voglio e (pretendo) da questo show ! anche le storyline più noiose non sono state poi cosi male (ok, sì erano molto noiose) ma la scena dei lupi mannari cannibali e quella con i figli della Wiccan che trovano Bellefleur nudo sul divano sono fangtastiche!

    Considerazioni finali:
    + Rimangono interessanti solo le sotto trame del’Authority e di King Russell. (e Newlin vampiro)
    - Tara zombie, lupi mannari e rimpatriata dei soldati.

    Tutto il resto è nella media! mi aspetto una stagione con i fiocchi!.

  9. Io purtroppo mi ritrovo più dalla parte del delusi, anche se è un termine improprio visto che nulla mi aspettavo e nulla ho avuto. Se l’hanno scorso la serie era ricominciata all’insegna del WTF??? stavolta invece il sottotesto che mi ha accompagnato è stato WHO CARES?: nun me ne può fregare di meno.
    Aldilà degli ennemila personaggi che continuano a moltiplicarsi in uno stato entropico inarrestabile, il più grosso problema di True Blood è questo: come si può creare un credibile senso di minaccia SE NON MUORE MAI NESSUNO? In quattro stagioni è morta giusto la nonna di Sookie, che comunque non era proprio in formissima.
    Il gusto del RICICLO dei personaggi delle stagioni passate poi non ispira granché fiducia, in quanto si percepisce un “non sappiamo più cosa inventarci, facciamo un greatest hits” tipico di chi è alla canna del gas. Manca poi una vera coesione, una storyline principale che dia uniformità al tutto, e manca da tempo: non possono esserci ennemila storie parallele tutte con lo stesso peso che viaggiano in parallelo senza incontrarsi mai, tanto che sembrano essere uno spinoff della serie all’interno della serie stessa (Sam ormai è da tre stagioni che sta completamente per i cazzi suoi, così Jason idem, Jessica, e potrei continuare ad libitum). Insomma se un personaggio si allontana dalla storyline portante (che esisteva fino a metà della terza stagione) o ce lo riporti o lo elimini del tutto. Perché se mi inizi una serie con una ferrea scala d’importanza delle linee narrative, scardinarla poi diventa rischioso, in questo caso disastroso.
    E non fatemi iniziare a parlare di Tara che ha avuto più cambi di identità (la working girl con mamma ubriaca, la ragazza nella setta, la donna forte-lesbica che tira pugni e ora è un vampiro) che Renato Zero di abiti, segno di un’incapacità profonda di gestire il suo personaggio.
    Insomma True Blood continua a non andare e ormai non credo si possa più tornare indietro.

  10. PS
    Comunque rimane sempre un piacere sentire parlare Pam.

  11. Sanji scrive:

    A me è sempre piaciuto e continua a piacere.

  12. thilmir scrive:

    L’anno scorso ho mollato la serie a metà stagione e ho scoperto come andava a finire in questo recap, tralaltro non mi ricordavo NULLA al di fuori dell’orrore per come avevano distrutto quell’icona di stile che era Eric.
    Penso che guarderò le prime puntate per inerzia, poi vediamo, la premiere mi sembra soffrire dei già citati problemi sostanzialmente di scrittura e distribuzione minutaggio.
    Preferirei comunque mille nonne di Sookie vive e mille torte spaventose in giro che una sola Tara in circolazione.
    Ma quanto è migliorata d’aspetto la tipa-sorella di Eric da quando faceva Marion nel più mediocre Robin Hood mai visto in tv?

  13. fluorocromo scrive:

    io mi trovo d’accordo con la fantastica recensione, si legge che è una bellezza!
    nutro speranze per il futuro perchè anche se non è stata una puntata perfetta(io ho saltato tutte le parti su Terry!) il momento Jason/Newlin mi ha fatto ridere tantissimo.

  14. Athanasius Pernath scrive:

    Giovanni Di Giamberardino ha scritto:

    Io purtroppo mi ritrovo più dalla parte del delusi

    io non ci riesco. dopo la barbosissima, oscena quarta stagione, che non era glam, non era divertente, non era sexy, non era una mazza..questa puntata è stata, per me, un colpo di scena assoluto. non un ritorno alle origini, no, ma a tratti (escluso Sam, ma vabbè, niente di nuovo sotto il sole) davvero gradevole :)

  15. sara881 scrive:

    Giovanni Di Giamberardino ha scritto:

    Aldilà degli ennemila personaggi che continuano a moltiplicarsi in uno stato entropico inarrestabile

    Ma io sinceramente in questa puntata sti millemila personaggi non li ho visti

    Giovanni Di Giamberardino ha scritto:

    come si può creare un credibile senso di minaccia SE NON MUORE MAI NESSUNO? In quattro stagioni è morta giusto la nonna di Sookie

    Se si considerano personaggi minori come la nonna allora di morti ce ne sono state, Jesus, Sophie Anne, Lorena. Non vedo perchè uccidere i personaggi più amati in True Blood che non è certo una serie che deve esprimere la tensione del senso di minaccia. Chi se ne frega. Che c’è una guerra in corso? Io non voglio che uno tra Sookie, Eric o bill o Lafayette muoiano, che bisogno c’è?.

    Giovanni Di Giamberardino ha scritto:

    non possono esserci ennemila storie parallele

    Mah sinceramente tutte ste ennimila storia io in questa puntata non le ho viste, ci sono 4 storyline principali. Mi sembra troppo presto per dire alla prima puntata “riscontro ancora il difetto della scorsa stagione, troppe
    storyline sconnesse”, che dovevano farle combaciare tutte improvvisamente in una sola puntata?. Secondo me invece ci sono molte possibilità che le varie storie si possano incrociare stando a questa prima puntata.
    Poi in generale giudicherei se le storyline son noiose o no, quella di Sam è noiosa è vero, non capisco perchè il fatto che un telefilm abbia anche qualche storia sconnessa debba essere un difetto, il problema è se son brutte o no, altrimenti la seconda stagione di Game of thrones doveva essere pessima e non mi importa se i personaggi poi fra 5 stagioni riavranno contatti (cosa tra l’altro che non è neanche sicura). Valutiamo True Blood pure in questo modo e basta con sta storia che le storyline non si incontrano, se Sam fosse un personaggio più interessante lo seguirei pure con piacere e non è certo un difetto se non scambia mai una parola con Sookie.

  16. Pepkins scrive:

    Premetto che aspettavo troppo il ritorno di True Blood, fra alti e bassi l’adoro all’inverosimile. Questa premiere mi è garbata parecchio, per molte cose scritte anche nella recensione stessa. Condivido il fatto di staccare un pò dalla romance di Eric/Bill/Sookie. Ridare un pò di vera natura ai vampiri che nella scorsa stagione, Eric in primis, avevano completamente perso. Una puntata ricca di momenti esilaranti, come Pam <3 e l'entrata del reverendo Newlin è stata esilarante come non mai. Dopo il "TiAmo" ho dovuto mettere pausa perchè non mi fermavo più per quanto ridevo. La storia dei lupi che è quella che viene ripresa dai libri della Harris si è presentata un pò confusionaria anche se Alcide è una pedina fondamentale. Sà che Russell è fuggito almeno ha avvertito Sookie e Eric. Ma Sam che cazzo ha fatto ai pettorale scusate?? Jason per la prima volta non l'ho reputato un idiota. Si è dato a pensiero più profondi e mi ha davvero stupido. Riguardo la storia di Tara è una cosa un pò interessante, vedere lei che odia a morte i vampiri diventare una vampira stessa. Anche io non vedo di buon occhio la sua resurrezzione e sono uno dei tanti che ha festeggiato a fine quarta stagione. Però vediamo come se la cava con queste vesti, se verrà promossa o meriterà la vera morte.

  17. @ sara881:
    1. Non ci sono ennemila personaggi? Vogliamo contarli? No, perché ci perderei un pomeriggio. Di storyline io ne ho contate tra le 6 e le 7 MINIMO, senza parlare degli indizi di apertura di nuove. E sì, sono tante. Valide? FORSE un terzo, ma FORSE. Come dici tu, è lì che si fanno i conti, ed è lì che True Blood perde. Quelle di Sam, Andy, Terry e Jessica sono storyline tra l’inutile, il noioso e l’imbarazzante.
    2. True Blood e Game of Thrones sono imparagonabili perché Game of Thrones è strutturalmente multilineare, True Blood no (senza considerare che sono stato il primo ad accusare GoT di storyline inutile e mal gestite come quelle di Daenerys e Jon Snow). True Blood è diventato multilineare attribuendo importanza a personaggi che davano il meglio nel loro status secondario e portandone avanti altri che non avevano niente da dire se non nel loro rapporto coi personaggi principali (Tara, Sam, Jessica).
    3. Far morire i personaggi minori (ma quali poi? proprio minori minori) non crea alcun senso di minaccia, anzi è comodissimo, come quando in Star Trek ammazzavano quelli con la maglia rossa. E se so che nessuno dei personaggi principali è davvero in pericolo, perché mai dovrei preoccuparmi per loro? E’ un elemento STRUTTURALE del genere in cui la serie si colloca! Ma oltre a questa difetto congenito, c’è proprio una mancanza di coraggio nella scrittura, che non solo non lascia andare personaggi la cui essenza narrativa si è esaurita, ma che si attacca a chiunque ottenga un MINIMO di riscontro del pubblico, prosciugando pure loro.

  18. Bubba scrive:

    Mamma mai che schifo.

    4532345 storyline di cui non frega nulla a nessuno (SPIEGATEMI a cosa servono i personadi di Sam, Arlene o lo sceriffo), protagonista che oramai è una lagna e noia noia noia. Le uniche scene degne di essere viste sono quelle con Bin e Eric, che però sono frammentate e rallentate dalle quattromila storie che riempono l’episodio.

  19. Giulio scrive:

    Io mi sono divertito tantissimo, spero che riescano pian piano a risollevarsi.
    La chicca della settimana è l’inquadratura su Lafayette che osserva intensamente il rasoio di Sookie, lascia presagire il peggio e un quarto d’ora dopo scende con la testa rasata. Ecco, se continueranno con queste prese per il culo io ci sono dentro per tutta l’estate.

    Per quanto riguarda il bromance, mentre aspettavo che il cugino mi consegnasse l’episodio ho fatto un giretto su Tumblr e ci sono rimasto MALISSIMO quando ho interpretato questo .gifset in modo completamente sbagliato (http://mrgolightly.tumblr.com/post/24872693272).

    Ah, e per i più attenti: la capa dei lupi mannari è la fattona pazza di Breaking Bad (quella che fa cadere un ATM sulla testa del marito, per intenderci).

  20. sara881 scrive:

    Giovanni Di Giamberardino ha scritto:

    . E se so che nessuno dei personaggi principali è davvero in pericolo, perché mai dovrei preoccuparmi per loro?

    Ma in quale serie hai visto che i personaggi principali muiono senza un motivo che non sia per motivi extra narrativi (contratti e cose varie). Tutto sta nella scrittura,quando sono andata a vedere il film degli Avengers sapevo che nessuno degli Avengers sarebbe morto e non morirà nessuno nemmeno nel sequel, se la storia è scitta bene è avvincente non capisco perchè debbano essere le morti a far far avvertire il senso di minaccia. Quando guardi Breaking bad avverti il senso di minaccia anche se sai che Aaron Paul ha confermato che tornerà per la quinta stagione. Da quando per avvertire il senso di minaccia in una serie fantasy è necessario che per forza muoia qualcuno?. Per esempio a me Jesus piaceva come personaggio e la sua morte mi è dispiaciuta, a te se non ti ha fatto ne caldo nè freddo è perchè evidentemente del personaggio non ti importava molto.
    Come personaggi in questa puntata io ho visto Eric, Bill, Sookie, Lafayette, Jessica, Jason, Hoyt, Andy, Sam, Pam, Terry. Tutti personaggi che ci sono dalla prima stagione. Non capisco quei 5 secondi di Luna ,quei lupi mannari che nemmeno conosciamo o la sorella di Eric che confusione narrativa porta.
    Non capisco nemmeno la differenza strutturale tra True Blood e Game of Thrones. Cioè i personaggi di True Blood devono interagire per forza tra loro perchè abitano nella stessa città? Mentre quelli di Game of Thrones no perchè abbiamo 7 regni? Come dici tu Jon Snow e Daenerys season 2 sono stati la NOIA, differenza strutturale o meno, se certe storyline sono divertenti e funzionali per me possono anche continuare per altre 3 stagioni senza incontrarsi, non lo vedo come un difetto o che debbano incontrarsi per forza perchè è True Blood e nella prima stagione bevevano tutti alloegramente al bar, si vede che la storia ha preso un altro percorso . Secondo me true blood non ti piace più semplicemente perchè i personaggi e le storyline ti sembrano diventati noiosi, ripetitivi e prevedibili e la cosa è assolutamente comprensibile, quello che ti contesto è il fatto che tu dici che l’esserci tanti personaggi e storyline sia un difetto come cosa presa a sè, tipo che anche se Sam e Alcide avessero una storyline bellissima il fatto di essere scollegata sarebbe un difetto comunque, per me è sbagliato.

  21. Alas, sono nel campo di quelli a cui questa premiere non è piaciuta affatto. Ma proprio per nulla.

  22. @ sara881:
    sara881 ha scritto:

    Ma in quale serie hai visto che i personaggi principali muiono senza un motivo che non sia per motivi extra narrativi (contratti e cose varie)?

    Buffy, E.R., NYPD, Lost, 24, Boardwalk Empire, Game of Thrones, Breaking Bad, Angel, Battlestar Galactica, Dexter, The Vampire Diaries, Grey’s Anatomy, The Sopranos, Torchwood, Heroes, Once Upon a Time, Spartacus, Southland, The Walking Dead e questi sono solo i primi che mi vengono in mente. E’ la storia che deve guidare una serie, non i contratti, SPECIALMENTE in un prodotto di genere come è True Blood, altrimenti le basi su cui si regge (la tensione, sottolineata dai cliffhanger con cui vengono conclusi TUTTI gli episodi) crollano.

  23. .rIFF scrive:

    Per un momento, quando ho visto Lafa guardare il bic ho avuto timore che si sarebbe fatto la cresta da moicano alla Balotelli. Per fortuna che ha evitato

  24. Mara R. scrive:

    Quoto Giovanni.
    Un carrozzone di personaggi vecchi e nuovi con il solo compito di agitare le acque stagnanti di storyline sempre meno accattivanti, intriganti e prive di quel gusto un po’ torbido e un po’ ironicamente trash che costituiva gran parte del fascino della serie.
    Andy, Sam, Tara, e probabilmente a questo giro anche Terry, sono inaffrontabili.

  25. Chiara Lino scrive:

    Ci tengo a sottolineare una cosa: non penso che riportare in scena ottimi personaggi del passato sia una buona scelta in assoluto, e se avessimo scoperto in questo episodio del ritorno di Russell e Newlin avrei condiviso la vostra amarezza al 100%. Ma è da mesi che sappiamo, l’amarezza l’ho consumata durante l’inverno a colpi di show ben più solidi: per correttezza mi è parso giusto dare per digerito il loro ritorno e concentrarmi sul potenziale del rientro in gioco di due personaggi ottimi, anche perché True Blood in quella categoria scarseggia.

    Non condivido né l’entusiasmo né la condanna, ma se bisogna dare una qualche continuità al giudizio su una stessa serie non posso che ribadire una crescita rispetto a ciò che ha offerto la stagione scorsa, completamente raccapricciante.

  26. sara881 scrive:

    Giovanni Di Giamberardino ha scritto:

    Buffy, E.R., NYPD, Lost, 24, Boardwalk Empire, Game of Thrones, Breaking Bad, Angel, Battlestar Galactica, Dexter, The Vampire Diaries, Grey’s Anatomy, The Sopranos, Torchwood, Heroes, Once Upon a Time, Spartacus, Southland, The Walking Dead e questi sono solo i primi che mi vengono in mente

    The vampire diaries chi sarebbe morto di principale? [POTENZIALE SPOILER] Grey’s Anatomy chi sarebbe morto? O’ Malley, non aveva rinnovato il contratto, idem il recente personaggio trapassato. The Walikin dead, Game of thrones parliamo di personaggi morti perchè morti nelle versioni cartacee da cui le serie sono tratte. Solo Boarwalk empire tra quelle che ho seguito ha ucciso un personaggio importante. Dexter ed Heroes non ricordo questa morti scioccanti di personaggi principali a parte la tizia bionda (ci siamo capiti) nella vasca da bagno che aveva scelto di abbondanare la serie, idem in Once Upon a time. In Buffy ci sono state morti shock ma non sono certo morti Buffy-Angel-Spike- Xander -Willow. E in True Blood non m iaspetto certo che muoiano Sooke-Bill-Eric- Tara- Sam- Jason. Per poi dare u nsenso di minaccia che certo non deve essere dato dalla gente che muore.

    edit: attenzione allo spoiler involontario! :)

  27. Alberto scrive:

    Ma che puntata FIGA!!!!!! Ho riso da morire, la trama sembra intrigantissima, e dire che non è ancora ricomparso Russell!!!!!! :O

    Da segnalare:
    - il reverendo Newlin è un vampiro gay, e vuole farsi Jason!!! Muahahahahahahahahah!!! E il saluto che fa quando viene sbattuto fuori dalla porta? XD
    - ADORO la sorella di Eric!! E tutta la loro trama con l’Authority sembra una figata pazzesca!!!
    - la storia di Terry, per la prima volta dall’inizio della serie, sembra vagamente interessante: che cosa ci sarà dietro a questi incendi?? E cos’è successo in Iraq?
    - povero Lafayette, la scena a casa sua, in cui tenta di invocare Jesus mi ha ucciso… :( E quanto è bravo Nelsan Ellis??? Anche nella scena con Alcide… Lo ADORO!
    - Ah, Pam, quanto ti amo… A partire dalla tua tutina per dormire, al fatto che tenti di sfruttare Sookie a più non posso per farti convincere a tramutare Tara (:O)… XD
    - Jessica versione Cappuccetto Rosso fa SEMPRE la sua porca figura!
    - Come mi piace il nuovo Jason… E molto bello il discorso che fa in macchina alla tizia!! E’ proprio cotto di Jessica!! <3 <3
    - La parte di Sam è sempre quella un po’ più moscia, ma ha il vantaggio di 1) essere accoppiata con quella di Alcide e dei lupi mannari (NOIA!) 2) essere vagamente meno sfigata dello scorso anno… O così mi pare…
    - Andy… Speriamo gli diano in minore screen time possibile…
    - Nudità RANDOM al solito, olè!!! Ci era mancato il culo di Sam!!! (e cmq l’attore ha fatto palestra, non ha più le tettine flaccide degli scorsi anni!!). Ma anche lo stacco di coscia di Jason… E il culo di Eric!! Manca solo Bill e Alcide, e siamo al completo!! XD

    Voto: 4 stelle +. Mi era mancato tantissimo, e ci ha regalato una premiere fantastica!

    P.S. Ma quanto era incapace Anna Paquin in sta puntata???? L'anno scorso l'avevo difesa, ma in questa puntata era inguardabile!!!!!!!

  28. Bip bip scrive:

    Newlin che fa la dichiarazione d’ammmoooore a Jason e le chiappe di Andy sono priceless. QUESTO è TB gente, o meglio, anche questo. Però a me Eric e Nora assieme non m’hanno intrippato x niente. Non c’era background dietro questa scopata pur galattica (sempre sia lodato il vikingo nudo, comunque….), o meglio c’era, ma ce l’hanno solo raccontata, e non mi ha presa. Sarò masochista, ma vorrei che Eric tornasse con la patatafatata. Banale? Forse.
    Tara vampira…mo vediamo che ne tirano fuori…se è una specie di Bubba al femminile ok, sennò vado ad impalettarla di persona.
    Su Alcide, i lupi, Sam e gli allegri commilitoni non spreco neanche una riga. Piuttosto tribuna politica!
    Conto molto sul ritorno del reverendo e su quello di Russell…speriamo bene!
    Zio Palla, non ci deludere ancora….
    :)

  29. Andrea scrive:

    @ sara881:

    Posso dire una cosa? Buffy muore nella 1a e nella 5a stagione, Spike muore nella 7a, Angel muore nella 2a. Senza parlare di Joyce e Anya. O Cordelia e Fred in “Angel”. Xander poi perde un occhio e Willow cerca di distruggere il mondo. Ok che alla fine molti sono tornati, ma sai che in una serie del genere nessuno è al sicuro, nemmeno la protagonista.

  30. ale_e_faby scrive:

    a proposito di nudità random, vogliamo parlare dell’impatto che ha avuto sulla mia digestione il culo nudo di Andy? è stato anche peggio dell’indimenticabile visione di Joe Lee in mutande….cosa che pensavo impossibile!

    Avete notato che in True Blood non c’è una mamma sana di mente e che non sia fastidiosa quando appare?
    la mamma di Tara..la mamma di Lafayette.. Mamma Mickens (con il plus di Joe Lee, vedi sopra..), Mamma Fortenberry…ora pure la mamma di Marcus…ma bastaaaaaaaa

    Comunque a noi la puntata è discretamente piaciuta, non vediamo l’ora che riappaia Russell che sono sicuro da solo bilancerà l’impatto dei 13 personaggi infiltrati.
    E poi..siamo onesti…rispetto alla partenza con le fate dell’anno scorso…questa puntata era anni luce avanti!

  31. fluorocromo scrive:

    Giulio ha scritto:

    La chicca della settimana è l’inquadratura su Lafayette che osserva intensamente il rasoio di Sookie, lascia presagire il peggio e un quarto d’ora dopo scende con la testa rasata. Ecco, se continueranno con queste prese per il culo io ci sono dentro per tutta l’estate.

    THIS

  32. Ombretta scrive:

    Non mi è piaciuto e nonostante questo attenderò con trepidazione ogni episodio. Non sono una sceneggiatore o un regista, non ho la verità in tasca.Ha delle parti buone: Jason, per esempio, e il Rev Newlin. Non si può stare a lungo senza la stupidità di Jason. E Jessica, discretamente Vaccah, e lode a lei. La parte dei vampiri invece non l’ho apprezzata. Ci può stare una complicità, anche antagonistica, tra Bill ed Eric. Ma quel che viene definito “bromance” è contro la natura dei personaggi, non prendiamoci in giro. E la scopata contro il muro? Invidiabile, per carità, ma mi è sembrata un contentino, un espediente per intrattenere i golosi. Mi includo. Ma non tiene, narrativamente. E’ ovvio che Eric in mille anni abbia accumulato un sacco di conoscenze, di cui non era tenuto a raccontare a nessuno (spettatori compresi) ma è la tempistica della narrazione che è sospetta. E’ finita con Sookie? Bon, c’è la sorella(stra) bonazza, via che ci diamo. Sia mai che Eric tenga il suo vichingo pisello nelle sue vichinghe mutande. (La scena in cui si scopava Yvetta aveva un senso perché metteva Sookie di fronte a quel che le sarebbe piaciuto fare ma che non aveva ancora il coraggio di fare. Questa scena invece è solo a uso dei fan. Furba. Non mi piace.) Invece spezzo una lancia anzi un cranio per la rediviva Tara. Non ho mai capito perché tutti la detestino ma ho rinunciato a capire. Tara è il perfetto contraltare di Sookie. Il suo ritorno da vampira (?) è veramente una cosa che spacca, non a caso le hanno intitolato l’episodio. Vedremo, non posso esprimermi per ora. I lupi? Cazzo, finalmente Alcide fa qualcosa. Magari è la volta che tira fuori un po’ di carattere. E Sookie mi è piaciuta molto: l’onestà con cui ha ammesso di aver desiderato uccidere Debbie è veramente qualcosa di inedito. Cesare Borgia in confronto è un’educanda. Mi aspetto grandi cose dalla trama politica vampirica, dall’Autorità e da Russell Edgington. Spero che Bill si renda utile e che Eric la smetta di marcare il territorio con ogni gnocca che incontra, rischia di sembrare Jason prima maniera. Dov’è finita tutta la sua maestosa distanza, la sua pericolosità latente? Manca solo che ci dicano se preferisce i Cheerios o i Cornflakes con il suo Tru Blood.

  33. mina scrive:

    Concordo con l’analisi di Ombretta, completamente… Speriamo davvero che dopo aver snaturato Eric l’anno scorso (per incapacità di dosare la faccenda dell’amnesia, che pure all’inizio era divertente) non lo sputtanino anche quest’anno, riducendolo a quella macchietta che non è mai stato. Poco centrata, tra l’altro, la scelta di mostrarlo freddo e rancoroso di fronte al pericolo di Sookie e invece preoccupato e leale verso Beel che gli dice “Vattene!”… Ma quando mai?!

  34. Daniela G. scrive:

    Bellissima recensione Bab.
    Il rev Newlin mi ha fatto abbastanza ridere, però che significa “ero un maniaco sanguinario perché sentivo impulsi gay?” Abbastanza offensivo, direi.
    La sorella di Eric mi sta sulle palle, e poi perché non se ne è mai parlato prima? Tipo quando è morto Godric? Askars è sempre un gran belvedere, ma insomma la scena di sesso è stata totalmente gratuita (ma a quanto pare ce ne vuole una in ogni premiére di TB).
    La storyline di Arlene e Terry come al solito totalmente scollegata dal resto, ma almeno sembra meno stupida di quella del bambolotto demoniaco.
    Sam & co. DUE PALLE. E tanto per cambiare abbiamo visto il culo di Sam, non sia mai ce lo fossimo dimenticato.
    DUE PALLE anche la storyline di Jessicuh e i suoi amichetti del college.
    Sapevo che Tara sarebbe tornata, ahimé, ora bisogna vedere come sarà gestita. Se inizia a lamentarsi e a dare di matto come al solito, non resta che skippare allegramente.
    troppa, troppa gente, ma lo abbiamo ripetuto fino allo sfinimento. Così è se vi pare.
    3 stelline e mezzo anche per me.

  35. alessietzz scrive:

    Secondo me c’è troppo accanimento preventivo, considerato che ci troviamo soltanto al primo episodio. Diamo il tempo alla serie di deluderci/affascinarci, no?
    A mio parere questa puntata ha gettato basi tutto sommato positive. Non condivido il fatto che i personaggi, pur stando nello stesso buco di città, non interagiscano tra loro (Jason e Sookie sono fratelli, Bill è il maker di Jessica, eppure non si vedono quasi mai insieme, ad esempio), e non mi piace la confusione creata dalle mille storyline, ma continuo a ritenerlo un prodotto di successo. Gli attori sono quasi tutti in gamba, la storia di fondo è interessante e se soltanto eliminassero Tara e cercassero una storyline che unisca un pò tutti i personaggi secondo me verrebbe fuori una grande stagione.

  36. manq scrive:

    Non cederò a chi cerca di convincermi che True Blood non è genio puro. Sorry. ;)
    Scherzi a parte, a me l’episodio è piaciuto parecchio. Se ci saranno settemila sottotrame noiose o no, non lo so. Diciamo che con settemila sottotrame, la probabilità che qualcuna mi piaccia è più alta e siccome questo per me è solo un grande intrattenimento, la cosa va benone. Non sono mai arrivato ad annoiarmi in TB, nemmeno con Sam e Tara, quanto mi posso annoiare guardando alcune storyline di GoT (faccio il parallelo perchè è strutturato simile, com mille personaggi e storie parallele). E io AMO GoT. Quindi bene così, con Pam che mette il pigiama per farsi seppellire, Bill e Eric BFF, Jason, il Reverendo e tutti i nonsense del caso.
    Io do 4 all’episodio in se, perchè secondo me è di un buon livello. Indipendentemente dalle attese, dalle prospettive, dalle passate delusioni o dalla prudenza. Questo episodio funziona.

  37. stiv scrive:

    Sopportare Tara per un’altra stagione è chiedere uno sforzo sovrumano allo spettatore, sopportare Tara-Vampiro con probaili crisi di accettazione di se stessa e conseguenti lagne diluite in dodici episodi è davvero troppo per chiunque.

    Detto questo, buon inizio dopo una quarta stagione evidentemente discutibile.

    Outing del Reverendo: momento più esilarante ever.

  38. Gio88 scrive:

    premttendo che continuo ad amare True Blood , e probabilmente sono uno dei pochi a cui è piaciuta la quarta stagione , devo dirlo , nonostante di solito sia meglio quando una serie ha un aumento di budget , non la penso allo stesso modo per True Blood , perchè man mano che passa il tempo aumentano sparatorie , azioni ,effetti speciali e, questo allontana la serie da quello che era all’inzio Trash volontario , sesso , ironia e sangue.INfatti nonostante le storie legate ai vampiri , Etic Bill ,Authority dovrebbero essere quellle più interessanti, trovo più interesse nelle vicende di Sookie , di Jason/hoyt/Jessica ecc… perchè secondo me quello dovrebbe ssere True Blood !personalmente a me Questa storia dell’Authority ha Rotto!rivoglio i Re e le Regine (tipo Russel edington!)non vampiri in giacca e cravatta , uomini armati e tutte quelle robe tecnoligche (andava bene finchè il tutto era al di fuori delle vicende con Nan che parlava in televisione!), per me il bello della serie e mi riferisco anche ai libri è proprio la semplicità dei personaggi delle vicende e delle ambientazioni! detto questo , puntata discreta come lo sono molto spesso le season premiere di questa serie , sono contento che abbiano dato ualcosa di itneressante da fare a Tara , anche se sicnermante la scelta di farla diventare vampire la trovo scontata!spero che non re introducano anche i fantasmi (perchè sicnermante ci sono troppi esseri sovrannaturali e la cosa diventa un po’ ridicola a un certo punto) , non conto neanche la storia di arlene che la trovo già pallosa in partenza , spero non introducano chissà quale storia inutile come un fantsma vendicativo ecc… (c’era bisogno di introdurre scott foley?), secondo me lei e terry sarebbero dovuti tornare a essere personaggi secondari ivnece di avere vicnede proprie , per ilr esto trovo il resto delle storie interessanti !si prospetta un bella stagione sperando che si torni un po’ com’era all’inizio, insomma meno sparatorie , uomini incravattati e più sesso trash e ironia!

  39. Gio88 scrive:

    ps ho amato Pam in tuta Gialla , scocciata che si fa seppellire!!!!

  40. thilmir scrive:

    Ombretta ha scritto:

    Questa scena invece è solo a uso dei fan. Furba. Non mi piace.)

    Daniela G. ha scritto:

    Askars è sempre un gran belvedere, ma insomma la scena di sesso è stata totalmente gratuita (ma a quanto pare ce ne vuole una in ogni premiére di TB).

    Ecco, sottoscrivo, puro e fastidioso fanservice.
    Eric e una tipa che noi conosciamo da due minuti trombano allegramente. Tutto questo cosa dovrebbe suscitare, a parte un gigantesco “Ecchissenefrega?!?” ? E la frase tipo “we fight like siblings, but we fuck like champions”, che invaderà probabilmente mezza rete? La mia faccia era tipo così: *_*
    Am I supposed to laugh?
    Comunque la puntata in sè è passabile, ma personalmente, una volta rovinata un’atmosfera, difficilmente mi riappassiono.
    The fandom remembers.

  41. Thiliol scrive:

    strano a dirsi, considerando quanto ha fatto pena la stagione scorsa, ma Tru Blood mi era mancato e attendevo spasmodicamente questa premiere e…mi è piaciuta!
    Mi è piaciuta parecchio, ho riso di gusto dall’inizio alla fine e ho avuto tutto ciò che desideravo: Jason ed il suo pene che fanno cose stupide, il Reverendo Newlin (LOL), sana bromance tra Eric e Bill (loro sì che sono una coppia interessante), sangue, Pam che dice cose stupende e soprattutto Eric nudo che fa sesso selvaggio con sua sorella.
    Se quese sono le premesse credo che dimenticherò la 4 stagione facendo finta non sia mai esistita.

  42. anna76 scrive:

    Vedendo il previously ho realizzato che non ricordavo un beato c***o della stagione scorsa….e non mi sono amareggiata più di tanto perchè fu inguardabile. Questa prima puntata non mi è dispiaciuta, il modo di far pulizia di Eric mi ha fatta ridere un’ora. E anche Newlin che esce dalla casa di Jason urlando I love youuu. Concordo al solito col fatto che la metà dei personaggi dovrebbe fare da sfondo,se non altro per creare quel contrasto tra supernatural e normale vita quotidiana che mi pare renderebbe le storie di Sookie e vampiri più avvincenti e di spicco. Ma ovviamente gli autori non ci pensano neanche a lasciare qualcuno fuori dal giro, quindi benvenuta noia col solito Sam e Terry e la Wicca e quant’altro e lupi. Ed è vero, non muore mai nessuno, e la cosa mi urta soprattutto perchè contavo sulla scomparsa definitiva di Tara invece che due palle. E nessuno lavora più: come pagano le bollette a Bon Temps? Chi apre il locale di Sam se lui è in giro nudo per i boschi?E poi mi son chiesta: quand’è che Bill e Eric sono diventati così amici? Perchè io non lo ricordo proprio..

  43. Lilly scrive:

    Concordo quasi interamente con la recensione (complimenti perchè si legge con una scorrevolezza che è un piacere, con il giusto mix di analisi “seria” e commento “leggero” xD ). Premettendo che il mio approccio a TB5 è di “0 aspettative e 4 speranze” (Authority, Russell, Eric e Pam) e che guardo questa stagione per occupare il tempo che mi separa dal ritorno di Sons of Anarchy e Boardwalk Empire, per me questa premiere è scivolata via, senza infamia e senza lode, si è lasciata guardare senza far gravi danni… se poi ripenso che circa un anno fa, la quarta stagione si apriva con 10-15 minuti di Sookie nel mondo delle Fate, questa 5×01 è senza dubbio almeno 4 gradini su! In alcuni momenti poi, incredibile ma vero, me la sono proprio goduta: la scena tra Jason/Steve mi ha stesa xD Lafayette senza più pube in testa che affronta Alsiiid e dice a Sookie, mentalmente, quanto sia stupida xD e poi vabbè, per l’angolo “fan in preda all’ormone libero” le scene di Eric in tutto il suo vikingo splendore *_*
    Resto shockata quando leggo di commenti così sprezzanti (ho letto cose…che voi umani…non potete nemmeno immaginare O_O ) nei confronti della scena Eric/Nora, ed io sinceramente ancora non capisco cosa disturbi così tanto, se il fatto che Eric si trombi la sorella o che si trombi qualcuna che non è Sookie.
    A me non frega nulla che sia sua sorella vampira (perchè tra Eric e Godric non è mai successo? o tra Eric e Pam?) e la coppia Eric/Sookie non la shippo assolutamente al momento… comprendo piuttosto, entrando un attimo nella psicologia del personaggio (sì, lo faccio, con Eric si può fare, non è mica Sam!) che sto povero vampiro vikingo millenario, a cui non piacevano gli umani, che non provava emozioni da secoli, s’è innamorato di un’umana, alla quale ha servito su un piatto d’oro il suo cuore ma lei l’ha respinto, di fronte al suo acerrimo rivale, con delle scuse assurde. Tra l’essersi ripreso dallo stordimento dell’incantesimo, tra l’esser andato vicino alla morte 2 volte, tra il dover scappare dall’Authority, sto povero cristo avrà pensato “e quando mi ricapita di trombare?!” e così si sfoga con Nora xD Insomma, ci sta lo scatto d’orgoglio, ci sta la voglia di sfogarsi, ci sta la voglia di farsi una sana sco*ata (perchè è quello che è stato, una sco*ata punto) per riaffermare il suo status di maschio forte e indistruttibile; è il tipico uomo ferito che non vuole dimostrarlo. Ma va bene così, non ci aspettavamo mica che vivesse il rifiuto di Sookie restando casto finchè lei non si decidesse, vero? Oppure autoflaggellandosi, spruzzandosi argento liquido per la sofferenza? xD suvvia! persino Bill nell’anno in cui era via Sookie ha fatto sesso con le sue guardie e con la pronipote!!!
    Piuttosto le cose che non mi vanno proprio giù sono la forzata bromance tra Eric e Bill, perchè non è credibile, e l’ennessimo stravolgimento rispetto ai libri: è Bill ad avere una sorella, Eric aveva un fratello, tra l’altro anche storicamente famoso -_- avrei preferito si mantenessero fedeli almeno su questo aspetto, soprattutto perchè sarebbe stato più interessante.
    Per quanto riguarda Tara vampira, non mi piace che l’abbiano legata ad Eric/Pam ma aspetto qualche altro episodio prima di esprimermi in modo definitivo, perchè l’idea che ritorni non del tutto “sana di mente” (le mancava mezzo cervello al momento della trasformazione) potrebbe rivelarsi una svolta comica che forse ci potrebbe alleggerire finalmente il suo personaggio.

  44. Cassie_ scrive:

    Bella recensione. :)

    Ma Sam e i lupi mannari? BORING!.. Mentre grandissima Pam!! La puntata meriterebbe 5stelline solo per i pochi minuti con lei.

  45. Kar scrive:

    True Blood comincia a stancare. Di Tara vampiro ne facevano, tanto tanto volentieri a meno. La premierè mi è sembrata la solita storia che gira intorno a se stessa… mah
    Come sempre non mancano i momenti eye candy o altro…. spero che un giorno non diventi solo questo.
    A proposito di Vampiri…. e di “risvegli” ma la recensione della 3×22 di TVD?? Non l’ho trovata in giro per il sito e è un peccato…. in confronto a TB è oro colato. E ci sarebbe tanto.. tanto da discutere su quel finale lì…
    Qualcuno sa qualcosa ? ;)

  46. Kar ha scritto:

    A proposito di Vampiri…. e di “risvegli” ma la recensione della 3×22 di TVD?? Non l’ho trovata in giro per il sito e è un peccato…. in confronto a TB è oro colato. E ci sarebbe tanto.. tanto da discutere su quel finale lì…
    Qualcuno sa qualcosa ?

    Ti prometto che arriverà… prima o poi. E sì, rispetto a questo a mio parere è tutto un altro livello (nonostante la stagione altalenante). Ma non andiamo OT e parliamo di True Blood. ;)

  47. manq scrive:

    Che poi tutti qui a dir male ed è già stato messo negli “hot right now”.
    Ammettetelo, nella vostra intimità, vi piace. :D

  48. Gio88 scrive:

    esilarante anche la scena in cui Jessica dicedi essere la regina della louisiana !ahaahha

  49. Little Hill scrive:

    Credo di non poter essere obiettivo (e chi di noi lo è…), ma True Blood è una delle mie serie preferite.
    Per dire, anche la tanto criticata quarta stagione, pur essendo un po’ sotto tono, a me ha soddisfatto.
    Non riesco a parlarne troppo male, perchè il suo “compito”, che è quello di “intrattenermi” un’ora a settimana, lo fa straordinariamente bene, per quel che mi riguarda.
    Al momento il commento di Ombretta è quello che più mi viene da sottoscrivere.
    Credo che questa premiere abbia posto le basi per la miglior stagione di True Blood.
    Le mie aspettative sono tutte riposte nell’Authority vampirica, negli intrighi vampolitici e nel ritorno di Russell.
    Insomma, per me la parte “forte” di True Blood rimane sempre l’intreccio vampiresco e la convivenza umani-vampiri “alla luce del sole”. E l’Authority è un tassello importante di questo intreccio, quindi ben venga!
    Sono anche consapevole di essere uno dei pochi ai quali Tara non ispira poi tutto questo odio.
    Ma capisco bene di essere un’esigua minoranza! Perchè, come dice Ombretta, in relazione a Sookie, Tara è un personaggio che funziona (sempre secondo me). E sì, credo che sia tornata vampira ma cerebrolesa. Altrimenti non ci sarebbe stato quell’appunto di Pam prima di vampirizzarla.
    Concordo anche che la scena di sesso fra Eric e Nora è a uso e consumo dei fan e delle gif su tumblr.
    Un po’ come la scena onirica di Bill e Sam nella 3×01. Non mi è piaciuta quella e non mi è piaciuta questa.
    Pam è straordinaria, che lo dico a fare. Mi intrigano anche Jessica, il Reverendo e Jason.
    Mentre trovo inutili le storyline di Terry, Arlene e il soldato che neanche mi ricordo come si chiama, e quella dei lupi mannari, con Alcide e Sam.
    Questo per dire anche che non trovo True Blood esente da difetti, ma nell’insieme è un prodotto che mi soddisfa molto, una visione estiva alla quale non rinuncio.

  50. Ivy scrive:

    Ho riso dall’inizio alla fine.
    Attendo la prossima puntata per ridere ancora, io e le amiche con cui lo guardo.
    Le storie magari non sono il massimo, ma almeno non devo pensare per poco meno di un’ora.

    Si, TB è tornato, e grazie al cielo, che di serie seriose con trame arzigogolate ce ne sono state abbastanza quest’inverno: d’estate si ride, si scherza, si va al mare (chi può), si balla fino a notte fonda, e si guarda True Blood, perché fa ridere. Da morire. Compresi i mannari più idioti che abbia mai visto nella storia della narrativa telefilmica (a parte forse in Buffy, ma lì tutto era perfetto, quindi chi si lamenta?).

    In poche parole, True Blood magari è eccessivo, a volte noioso, con troppi fili tirati che spesso si ingarbugliano o magari non portano da nessuna parte, ma sinceramente…. Io mica lo guardo per la trama!

    (E no, non è solo per il culo di Skarsgaard…)

  51. emi scrive:

    @ Giovanni Di Giamberardino:
    concordo in tutto e per tutto con giovanni. è una serie allo sbando. e il ritorno del reverendo è esattamente la canna del gas ed è pure una bestemmia perché va a rovinarmi il ricordo della storyline più bella di tutta la serie.
    altro segno di decadenza profonda, per me, è la coppietta bill/eric: post-romantici in senso che proprio il romanticismo determinante della serie è solo un ricordo postumo.
    true blood per me è morta con la fine della seconda stagione.
    poi solo bailamme sconclusionato e moltiplicazione di specie paranormali una più noiosa dell’altra.
    prego in particolare per l’estinzione di lupi mannari, pantere mannare, mutaforme mannari, medium-vecchiazze mannare.
    e di tara.

  52. Francesco scrive:

    Io sinceramente ho trovato offensiva la questione di Newlin. Mi sorprende il fatto che sia un vero omosessuale, Ball, ad essersi inventato una banalità di tal genere. Cioè può far ridere quanto volete ma è una cosa patetica, una roba che ti aspetti da Platinette al Chiambretti Night, non dal creatore di Six Feet Under, una delle opere più mature che abbia mai visto sotto questo aspetto (ma soprattutto non becera). Va bene True Blood è True Blood e non Six Feet Under, ma non m’è piaciuta per niente come uscita. Il resto è il solito, è da sempre che questa serie è sul trash andante.

  53. .rIFF scrive:

    Siamo veramente sicuri che è un “vero” omosessuale e che non sia solo una parte che deve tenere per va a sapere quali ragioni professionali ?
    Pensavo oggi a Cecchi Paone, a come era un presentatore eccezionale, rispettabilissimo e poi un giorno è letteralmente partito per la tangente tanto che adesso lo si incrocia solo più nei salottini a fare il gay e ad incazzarsi non appena qualcuno ci va giù poco soft tanto che oramai mi montano i conati di vomito non appena lo vedo. Salvo “illuminazioni” particolari sembra quasi che qualcuno gli abbia fatto capire che se non si cala in quella parte ha finito di fare tv.

  54. Francesco scrive:

    Sì ma perché dovrebbe indossare la maschera anche nella sfera privata? Dai True Blood non è così sottile.

  55. Volpe scrive:

    Quello che preoccupa me, più ancora del ritorno dell’insopportabile Tara o la storyline dell’inutile Sam (ma sono l’unica che pensava sarebbe morto in questa puntata?? amara delusione :D ), quello che preoccupa me è una cosa più di tutte: quelle *censura* di fate. Torneranno di sicuro, vero? Brrr. Ecco, quella storyline è così livello z, che non riesco neanche a riderne in second degree.

  56. .rIFF scrive:

    @ Francesco:

    Conosci la sfera privata di Ball ? Frequenti casa sua ? Al massimo sai cosa trapela dai siti di gossip e se il copione dice che lui deve tenere un certo comportamento, non lo vedrai mai mettere una mano sulle chiappe di una bella figliola.
    Ti ricordo che l’anno scorso ce l’hanno menata tutta l’estate con Ely e Clooney (guarda caso proprio perchè qualche rivista di gossip aveva lasciato intendere che George fosse più Giorgino).
    Da un certo punto di vista si stava meglio quando si stava peggio: ai bei tempi di Battiatus non si facevano mica tutti sti problemi, tutti trovavano soddisfazione e nessuno criticava il prossimo

  57. Sir Alberto Magno scrive:

    thilmir ha scritto:

    Ma quanto è migliorata d’aspetto la tipa-sorella di Eric da quando faceva Marion nel più mediocre Robin Hood mai visto in tv?

    Non l’avevo riconosciuta! Sono andato a controllare prima nell’episodio (e, nella prima inquadratura in macchina, ero ancora scettico, poi l’ho riconosciuta mentre si presentava), poi la conferma dal cast. Caspita che bella vampira che hanno preso.

  58. Francesco scrive:

    .rIFF ha scritto:

    @ Francesco:
    Conosci la sfera privata di Ball ? Frequenti casa sua ? Al massimo sai cosa trapela dai siti di gossip e se il copione dice che lui deve tenere un certo comportamento, non lo vedrai mai mettere una mano sulle chiappe di una bella figliola.
    Ti ricordo che l’anno scorso ce l’hanno menata tutta l’estate con Ely e Clooney (guarda caso proprio perchè qualche rivista di gossip aveva lasciato intendere che George fosse più Giorgino).
    Da un certo punto di vista si stava meglio quando si stava peggio: ai bei tempi di Battiatus non si facevano mica tutti sti problemi, tutti trovavano soddisfazione e nessuno criticava il prossimo

    Ahahahah ma cazzo io pensavo stessi parlando di Newlin mica di Alan Ball, ora ho capito. In quel caso ma non credo proprio dai, che discorsi. E anche se non fosse realmente gay resta il fatto che come scelta è decisamente triste allo stesso modo.

  59. .rIFF scrive:

    @ Francesco:

    Guarda, per come la vedo io i “normali”, gli etero (per lo meno dal punto di vista dei mammiferi: se parlassimo di anfibi e pesci la distinzione sarebbe molto meno netta) avrebbero solo da ignorare chi non rispecchia la loro idea di coppia ma gli altri francamente dovrebbero evitare di fare i prezzemolini. Cioè se accendo la tv non deve esserci per forza la percentuale di elemento gay che si tratti di talk show, film, serie tv o anime. Pretendere di far piacere per forza alla gente un certo tipo di sistema, imponendoglielo in ogni dove, spesso finisce proprio per creare repulsione invece che accettazione.
    Per dire trovo mille volte preferibile un tipo alla Signorini che capisci dove pende senza agghindarsi in modi strani che un Platinette o gente che esagera nell’enfatizzare l’appartenenza ad un genere che fisiologicamente non gli appartiene (si i insomma quelli che si travestono e truccano pesante).
    True Blood vuole essere qualcosa di trash ma è evidente che finisce per essere visto da un pubblico molto vario e non solo da redneck e fanatici con il paraocchi. La presa in giro del reverendo in teoria dovrebbe far ridere di più i gay (i quali dovrebbero commentare in maniera matura: “io non farei mai così e neanche come Lafa”) che non proprio gli etero, soltanto che è rischioso perchè se la media degli omosessuali è a livello di cecchi paone che è stato capace di farne una malattia per le parole di Cassano, si salvi chi può.

  60. manq scrive:

    @ .rIFF:
    Non si potrebbe restare confinati nel commento all’episodio senza scivolare su opinioni personali e discutibili riguardo come dovrebbero comportarsi, pensare e vivere persone dai gusti sessuali diversi dai nostri? ;)

Lascia un commento

Note: non sono graditi riferimenti ad argomenti illegali, spoiler, insulti e commenti esageratamente off-topic. Il sito utilizza gli avatar di Gravatar.