The Walking Dead - 2x13 - Beside the Dying Fire

The Walking Dead – 2×13 – Beside the Dying Fire

Quella di Carl che trova nella foresta uno zombie reso immobile dal fango seccatosi intorno ai suoi piedi, qualche episodio fa, è una scena che mi ha particolarmente colpito. Non perché poi quello stesso zombie ha provveduto ad aprire in due Dale con la sola imposizione delle mani (anche se gli ho voluto molto bene per quello), ma perché trovo che quell’immagine sia una perfetta rappresentazione di questa stagione in generale. Un po’ come il suddetto zombie, quest’anno la serie si è agitata, ha fatto rumore, ogni tanto ha dato qualche strattone, ma non si è mai spostata davvero dalla sua posizione. Lui poi è riuscito a schiodarsi da lì quando è arrivato un fattore esterno a motivarlo, e in questo senso il cambio Darabont/Mazzara potrebbe essere stato l’equivalente di Carl che gli tira le pietre, perché anche la serie sembra finalmente essere uscita dal pantano.

Ad essere onesti qualche leggero miglioramento era venuto a galla già durante questa seconda metà di stagione, che pur rimanendo profondamente danneggiata dall’apparente incapacità di disegnare personaggi coerenti e da alcune scelte narrative che sanno ancora di riempitivo (mi riferisco all’intera faccenda Randall, che pur ha sollevato qualche spunto interessante, ma che in sostanza è stata poco più che un pretesto Sophia-style per continuare a temporeggiare senza allontanarsi dalla fattoria) aveva comunque dato la sensazione di essere in ripresa, e Beside the Dying Fire è l’episodio che riesce a trasformare quelle che finora erano solo timide impressioni positive in certezze: con Glen Mazzara al timone, questa è tutta un’altra serie. E’ un episodio che si ricorda improvvisamente che ehi, questa è una serie ambientata nel bel mezzo di una fottuta apocalisse e forse sarebbe il caso di dimostrarlo, con un’orda maledetta di non-morti che si abbatte sulla fattoria nel bel mezzo della notte, attirati dallo sparo di Carl (*), che porta immediatamente la tensione a livelli di massima.

(*) notevole in questo senso il teaser dell’episodio, che mostra con piglio quasi documentaristico come un’orda possa nascere quasi per caso da uno zombie che sente un rumore e inizia a muoversi in quella direzione, seguito da un altro che lo vede allontanarsi, e poi da un altro, e da un altro, e da un altro ancora ancora.

L’assedio alla fattoria dura qualcosa come venti minuti, forse i più avvincenti che la serie abbia mai girato finora. In una situazione di puro caos come questa, dove tutto potrebbe succedere e dove i vivi sono in schiacciante inferiorità numerica, la lotta per la sopravvivenza (che ha anche il non indifferente merito di essere talmente impegnativa da negare a molti personaggi la possibilità di dimostrare quanto siano inutili, vuoti e inconsistenti o semplicemente persone orribili) diventa improvvisamente reale, riuscendo a farci provare anche soltanto un briciolo di interesse per il destino di gente di cui raramente ci è fregato qualcosa, finora. Ovvio che sto parlando di personaggi quantomeno bidimensionali, non di sagomati di cartone messi lì a far numero come Jimmy e Patricia (e il fatto che sia dovuto andare a cercarmi i nomi di entrambi, nonostante secondo IMDB siano apparsi rispettivamente in 10 e 11 episodi, è emblematico), ma è difficile restare indifferenti davanti a un Hershel determinato a morire proteggendo la sua fattoria, o ad un’Andrea abbandonata al suo destino e lasciata in balia di un esercito di zombie. E’ esattamente questo che fa la differenza, questa sensazione di pericolo e di urgenza che troppo spesso è mancata a questa serie. Non è questione di volere per forza quaranta minuti di zombie che vengono uccisi ogni settimana, e non è neanche un problema di “eccessiva lentezza” (che nelle mani giuste non è neanche un difetto, ma questo è un altro discorso), anche se quella prima metà dell’episodio con auto in movimento, zombie che sbucano dalle fottute pareti dai fottuti campi, gente che correurlascappabestemmiasparamuore, nel fragore di una fattoria che brucia, suona proprio come un grosso vaffanculo rivolto a tutti quelli che quest’anno si sono lamentati della mancanza di azione.

Passata l’emergenza, però, arriva il momento di ritirarsi a contare le perdite. La fattoria è andata, Jimmy e Patricia sono morti, Andrea è dispersa, e Rick coglie l’occasione per togliersi qualche peso dallo stomaco e passare gli ultimi dieci minuti a confessare robe al gruppo. Ammette di aver sempre saputo, grazie a Jenner, che il virus che causa l’infezione non si trasmette soltanto coi morsi e che pertanto sono tutti già infetti (**). Racconta a Lori cosa è successo davvero con Shane, o meglio, cosa ha lasciato che succedesse con Shane, perché stanco di doversi guardare le spalle e sentirsi costantemente come l’intruso in una famiglia che era già la sua. Confessa anche che non ne può più essere messo continuamente in discussione da un gruppo che gli ha affibbiato un ruolo che non voleva, e che pertanto, se proprio deve essere il capo, da questo momento la sua parola è legge.

(**) gli indizi erano effettivamente sotto i nostri occhi, e a posteriori certi atteggiamenti tenuti da Rick negli ultimi episodi acquistano molto più senso. E’ facile notare adesso Rick che, in Nebraska, piazza un proiettile in testa al grassone nonostante fosse già morto, o il modo sottile con cui cerca di sviare il discorso su possibili graffi quando Shane nota i due poliziotti morti senza segni di morsi sul corpo in 18 Miles Out, per non parlare di Rick che rimane a vegliare per chissà quanto tempo sul cadavere di Shane nello scorso episodio, prima di essere distratto da Carl.

Beside the Dying Fire però non riesce a nascondere il vero problema della serie: personaggi che, non appena hanno due secondi utili, si lanciano in sequele stremanti di discorsi vuoti, litanie interminabili e confronti verbali che si concludono sempre con uno dei due interlocutori che si allontana furioso (sul serio, provate a guardare un episodio a caso di The Walking Dead e a contare quante volte succede). Il personaggio di Lori, poi, è il rappresentante supremo dell’incapacità di chi scrive la serie nel tratteggiare personaggi coerenti e realistici. Lori che cambia idea su Rick e Shane con la stessa velocità di una banderuola in un tornado; Lori che attacca Andrea perché preferisce rendersi utile in modi diversi che non siano rispettare convenzioni sociali del 1800; Lori che fa tanto la madre apprensiva che vuole preservare l’innocenza di Carl, e poi non sa mai dove cazzo sia suo figlio; Lori che riuscirebbe a far sembrare anche Livia Soprano come una personcina a modo; Lori, che gli autori hanno palesemente rinunciato a caratterizzare come una persona appartenente al genere umano (ed è esilarante in questo senso vedere come gli stessi Mazzara e Kirkman, interpellati a riguardo, non sappiano giustificare le sue reazioni e preferiscano buttarla sul ridere), visto il modo quasi rassegnato in cui continuano a ritrarla come un’arpia totale. La sua reazione orripilata davanti all’ammissione di Rick è intollerabile, considerando che è stata proprio lei a mettergli l’idea in testa giocando a fare la Lady McBeth della situazione e a spingere, e spingere, e spingere affinché Rick facesse qualcosa. Vero è che lo shock sembra arrivare soltanto quando scopre che è stato Carl ad uccidere zombie Shane, ma anche in quel caso, se Carl era lì la colpa non è certo di Rick. Tutto quello che è successo è una diretta conseguenza delle sue azioni, ed è per questo che non le è dato essere sconvolta.

Ma quello dei personaggi è un problema storico che la serie si porta dietro sin dall’inizio, e non dovrebbe intaccare così tanto un finale che, nonostante tutto, funziona egregiamente sia come chiusura di un arco, sia come prologo per la stagione che verrà, lasciando numerosi spunti per il futuro. Abbiamo il Rick dittatore, e l’introduzione di un personaggio a cui bastano 10 secondi per spaccare più culi del 95% della popolazione mondiale, per non parlare della prigione (perché ok, è buio come l’interno di un culo e non si capisce tropo bene, ma quella lì è una prigione) che sembra aspettarli minacciosamente in quell’ultima inquadratura, ai quali vanno aggiunti anche un paio di annunci spoilerosi che lasciano intuire altre minacce incombenti (qui e qui, se proprio volete sapere, ma cliccate consapevoli di trovarci eventuali spoiler per la terza stagione). Kirkman e Mazzara hanno promesso a più riprese grandi cose per la prossima stagione, e non è la prima volta che lo fanno. La differenza, stavolta, è che un po’ ci credo.

Note:

  • Sono molto curioso di sapere qual è stata la prima reazione dei non-lettori del fumetto all’apparizione della figura incappucciata che ha salvato Andrea. Io personalmente ho esultato come ad un gol decisivo durante una finale, ma potrei essere influenzato giusto un pelo dal fatto che conosco già il personaggio in questione.
  • Lo so che T-Dog non piace a nessuno, ma io lo adoro. Vederlo sempre zitto e senza quella propensione al DISCORSONE che hanno tutti gli altri basterebbe già a renderlo una persona migliore, e dopo l’inversione a U rischiosissima col furgone scassato perché gli pesa troppo il culo per fare manovra è entrato di diritto tra gli eroi di sempre.
  • Certo che ci vuole davvero una gran forza di volontà per riuscire a sospendere l’incredulità durante un episodio di The Walking Dead. Passi Carl che la scorsa settimana ha dimostrato di essere il figlio illegittimo di Raylan Givens, ma questo episodio è stato l’apoteosi del LOAL, tra civili che si scoprono cecchini infallibili capaci di centrare sempre il bersaglio da macchine in movimento e Hershel che si mette a fare il Topper Harley della situazione col suo fucile a colpi illimitati.
  • Letture consigliate: le interviste post-finale a Robert Kirkman e Glen Mazzara; l’interessante analisi di Alessia Barbiero sul successo della serie; e per il lol, il recap di BestWeekEver.

Giuseppe V.

just a humble motherfucker.

76 Comments

  1. Odio Lori è il personaggio più odioso della storia dei telefilm! Cioè metti le corna al marito dopo neanche 20gg, fai la santa innocente, parli e tratti il tuo amante come se fosse uno straccio, lo fai diventare un mostro, metti zizzania tra tuo marito e il suo miglior amico che è il tuo amante, quando hai tempo fai la profumiera con lui e poi se tuo marito l’ho uccide per legittima difesa e lei che fa? La faccia “no che hai fatto sei mostro”!!! Ma uccidetela subito!!!!

    Rispondi

  2. Quoto la recensione, direi azzeccatissima. Questo è il Walking Dead che mi aspettavo, e non mi riferisco agli zombie. Hanno voluto allungare il brodo in modo inutile con le puntate sporifere e senza filo logico, di questa seconda stagione salvo tre-quattro episodi di cui questo è certamente il migliore.
    Io non ho letto il comic e quando ho visto la spadaccina ho pensato che finalmente avrebbero puntato su un prodotto “fumettoso” alla Sin City. Se sarà così ho pronto un sacco di stelline da spendere ;)

    Rispondi

  3. totalmente d’accordo su quanto detto da te, certamente potrebbe aspettarci una s3 col botto…

    Rispondi

  4. Amen. Hai detto tutto, e concordo con ogni parola. T-Dog in effetti è un personaggio fatto per il LOL, e ora che me ne rendo conto lo amo anch’io XD

    Mi quoto dal forum:

    Ok, Lori prima consiglia apertamente al marito di far fuori Shane, poi si disgusta quando lui lo fa per salvarsi la pelle. WOW. A parte questo difetto di scrittura (a meno che gli autori non facciano dannatamente sul serio nel sottolineare quanto Lori sia piena di contraddizioni) direi che è stato un ottimo finale, di gran lunga migliore di quello della scorsa stagione, con cui ha in comune parecchie cose (distruzione “col botto” del rifugio, morte di due personaggi estremamente secondari).
    Hershel che, nel finale, fa gli occhi a cuoricino a Rick è magnifico, così come la faccia di T-Dog quando Rick proclama la dittatura.
    Ma soprattutto, la donna incappucciata con i due zombi inoffensivi e incatenati al seguito, oltre ad essere un personaggio troppo “da fumetto”, ha vinto tutto.

    Rispondi

  5. Finalmente un bell’episodio.
    oss. nella realtà credo che non avrebbero centrato neanche una testa da quelle macchine… e i fucili? non hanno la “dispersione” dei pallini? sembra sparino come una pistola normale.
    Quando la smetterà Daryl di andare in giro con quella moto O_o fa un casino che potrebbe attirare tutti gli zombi nell’arco di 5km, nel totale silenzio e con il vento “giusto” forse anche di più lol

    Rispondi

  6. La nota su T-Dog mi ha ucciso :D
    Concordo completamente con la recensione, che è onestamente la migliore che ho letto in giro: già, ho letto altre recensioni. Di The Walking Dead. Già questo dovrebbe farmi capire che all’improvviso TWD è passato da “serie di cui ti lamenti ogni lunedì” a “serie di cui sei tentato di cercare spoiler”.
    Sono quasi eccitato al pensiero della terza stagione, e mi sento sporco.

    Ad ogni modo, Lori è un personaggio concepito chiaramente con lo scopo di essere il più odiato della storia, non me la bevo che gli autori non se ne rendano conto.

    Rispondi

  7. Ragazzi. Allora lo dico una volta e una sola: NIENTE ANTICIPAZIONI, E SONO COMPRESI GLI EVENTI DEL FUMETTO. Nell’articolo si citano, è vero, ma avvisando dello spoiler e offrendo il link agli interessati. Siete pregati di fare lo stesso.

    Per quanto riguarda la puntata, quoto per intero il recap di Giuseppe e aggiungo: FRANK DARABONT VATTI A NASCONDERE, VA!

    Rispondi

  8. nico88_bt ha scritto:

    Quando la smetterà Daryl di andare in giro con quella moto O_o fa un casino che potrebbe attirare tutti gli zombi nell’arco di 5km, nel totale silenzio e con il vento “giusto” forse anche di più lol

    Ma io infatti nel prologo dopo la scena dell’elicottero avrei fatto un’accenno anche alla motorazza di Daryl. Ok, fa figo, ma cazzo…

    nico88_bt ha scritto:

    nella realtà credo che non avrebbero centrato neanche una testa da quelle macchine… e i fucili? non hanno la “dispersione” dei pallini? sembra sparino come una pistola normale.

    Non ci hanno fatto vedere benissimo quanti colpi siano effettivamente andati a segno, ma in effetti avrebbero potuto mostrare qualche colpo andato male. I fucili possono sparare anche “normalmente”, dipende dal tipo di munizioni che usi.

    Rispondi

  9. Ciao
    bella recensione, a me piace. Ha colto tutto quello che ha colpito anche me in questo episodio.
    Il personaggio di Lori è I-N-C-R-E-D-I-B-I-L-E, quando Rick confessa… reazione mia “poker face”…. e il primo pensiero è stato… “Adesso Rick si gira incazzato come una bestia e pianta un colpo in testa a lei e al figlio”.. ma non credo sarebbe stato proprio bellissimo per la storyline…ahahahhaahhaha
    Speriamo nella terza serie… e la tipa incappucciata.. Bad Ass!!!!

    Rispondi

  10. augurandomi di cuore che chiudano Lori in una segreta, giacché è il personaggio e l’attrice che tollero meno -pensocredo- in assoluto, attendo la prossima stagione molto più fiduciosa.
    se non altro per Rick Badass finalmente ecchecazzo (scusassero), per la x-men comparsa alla fine e per la probabile nuova location, la prigione (no, lettori del fumetto, grazie! NON spoilerate per favore, qui avete spoilerato tutta la stagione e vi bucherei le gomme della bicicletta potessi, davvero.)

    a mio gusto personale è veramente solo la scarsezza tremenda di caratterizzazione dei personaggi, la loro pochezza a tirare tutto giù. Se fossero dei personaggi fighi, la serie sarebbe una buona serie.
    perché oh perché non sanno dare un senso a ‘sti qui?

    ps. quando ho letto Jimmy e Patricia mi sono detta: chi?

    jule

    Rispondi

  11. Dico solo questo.
    Bello, bello, bello.

    D’accordo quasi su tutto. Non ho letto il fumetto quindi sbavo nel sapere di più sul personaggio nuovo che ha i due zombi monchi al guinzaglio, che non capisco perché non si avventano su di lui/lei. E’ vero che non hanno le braccio e probabilmente non avranno i denti, ma l’istinto non dovrebbe essere quello di provarci?? bah, solo aria fritta, non vedo l’ora inizi la prossima, quasi come non vedo l’ora che inizi la seconda di GOT

    Rispondi

    1. That’s a creative answer to a difficult question

      Rispondi

    2. often put the next girl down in order to make ourselves feels better. ‘Oh my God, she’s so fat, she shouldn’t be wearing that mini skirt/vest/bikini!&#8…Of course, this really doesn’t work. This is mean, and being a mean girl doesn’t make

      Rispondi

    3. Welcome aboard Joetote. I have to agree, there is a great deal of difference between the Obama medal for talking about hope and change, and the Walesa action of standing in the way of tyranny, putting up with numerous arrests, imprisonment, casual state bastardry, and the ever present danger of being murdered. A great man.

      Rispondi

  12. Faccio scendere il livello dicendo “e le stelline”, per poi concludere con: PER ME 5 STELLINE A MANI BASSE. Vivo di film horror, di tutti i generi, ma la scena di Rick e COARLL (perchè è così che lo pronunziano! ^_^) che camminano ignari dell’orda che li segue, mi ha fatto venire un nodo allo stomaco, stesso nodo del primo episodio.

    Con un non sense, direi che in una scala di 5 stelline, questo episodio come poi il primo della season 1 – a parte la scena topper harley inspired – E’ DA SEI STELLINE.

    Davvero credo che non si possa chiedere di più ad una serie.

    Una cosa IN MENO, invece si: meno pipponi. E ah, anche meno lori. No, non vorrei morisse. Vorrei che Rick la sfanculizzasse, si mettesse con ANDREA (tutto maiuscolo d’obbligo) e lori (tutto minuscolo d’obbligo) venisse relegata a fare la bitch di T-DOG (anche qui maiuscolo per il coraggio di farsi chiamare così).

    Rispondi

  13. Il problema di T-Dog non è tanto il suo silenzio imbarazzante. E nemmeno la sua incapacità di fare un ‘inversione a U senza rischiare di ribaltarsi in un fosso (seriously: PERCHE’ hanno girato la scena in quel modo?).
    Il fatto è che T-Dog, in due scene “parlanti” ha preso il posto di Dale, personaggio di cui nessuno sentiva la mancanza. Lori vuole riunire il gruppo? Lui vuole scappare. Tutti vogliono andare a Ovest? Lui (che non ha mai fatto un cacchio per il gruppo) vuole andare a Est e si incavola se il gruppo la pensa diversamente.

    Ma non è l’unico cambiamento improvviso e ingiustificato dei personaggi. Carol, se prima era giustificata per le sue crisi, ora è diventata un’isterica lamentosa, che cerca di zizzaniare senza motivo (dimenticandosi che tutta la seconda stagione nasce dal fatto che il gruppo si è dato da fare per cercare sua figlia).
    Il gruppo ha preso in odio Rick quando non c’è alcun motivo per avercela con lui (perchè ha tenuto un segreto che non avrebbe cambiato nulla, anzi, avrebbe causato ancora più panico?)
    Daryl, il personaggio più figo -e sottovalutato- ora è l’amicone di Rick, che appoggia le sue scelte e gli batte il cinque quando lo rivede.

    Boh, speriamo in una sorta di reset e in una grande terza stagione.

    PS: non so quante volte, davanti a un famigliare di Hershel che si ammala/muore/scappa ho deto “e questo chi è?”.

    Rispondi

  14. Ah, una cosa:

    l’apoteosi del LOAL, tra civili che si scoprono cecchini infallibili capaci di centrare sempre il bersaglio da macchine in movimento

    Dimentichi due particolari
    – le auto corrono su strade dissestate e piene di buche
    – Glenn riesce a fare tutto questo con un fucile a pompa…che notoriamente è l’arma più indicata per dei tiri di precisione a grande distanza -.-””’
    Ma nessuno degli sceneggiatori ha mai giocato a Doom?

    Rispondi

  15. “L’assedio alla fattoria dura qualcosa come venti minuti, forse i più avvincenti che la serie abbia mai girato finora. In una situazione di puro caos come questa, dove tutto potrebbe succedere e dove i vivi sono in schiacciante inferiorità numerica, la lotta per la sopravvivenza (che ha anche il non indifferente merito di essere talmente impegnativa da negare a molti personaggi la possibilità di dimostrare quanto siano inutili, vuoti e inconsistenti o semplicemente persone orribili) diventa improvvisamente reale, riuscendo a farci provare anche soltanto un briciolo di interesse per il destino di gente di cui raramente ci è fregato qualcosa, finora. Ovvio che sto parlando di personaggi quantomeno bidimensionali, non di sagomati di cartone messi lì a far numero come Jimmy e Patricia (e il fatto che sia dovuto andare a cercarmi i nomi di entrambi, nonostante secondo IMDB siano apparsi rispettivamente in 10 e 11 episodi, è emblematico), ma è difficile restare indifferenti davanti a un Hershel determinato a morire proteggendo la sua fattoria, o ad un’Andrea abbandonata al suo destino e lasciata in balia di un esercito di zombie. E’ esattamente questo che fa la differenza, questa sensazione di pericolo e di urgenza che troppo spesso è mancata a questa serie.”

    L’immedisimazione genera l’empatia per i personaggi, che a sua volta genera la tensione. Ecco come si costruisce una sequenza con i controc… Tanto di cappello agli autori.

    “Sono molto curioso di sapere qual è stata la prima reazione dei non-lettori del fumetto all’apparizione della figura incappucciata che ha salvato Andrea.”

    Giuro che mi ha colpito all’istante come raramente mi era capitato finora. Adoro, anzi venero, già questo personaggio pur non sapendo assolutamente chi possa essere.

    Rispondi

  16. Ottima recensione, complimenti!!!
    Un po’ di incongruenze in questa puntata ci sono sempre…
    All’inizio si vede Rick e Carl che parlano tornando verso la fattoria e gli Zombie sono alle loro spalle…Se ci fate caso si fermano 5 secondi e magicamente si trovano Walkers accanto!!! O_0
    Da notare lo scatto alla Usain Bolt dello Zombie che prende al collo Patricia
    Rick ci sono 20.0000 di macchine ferme per strada perche’ non prendi una mezzo migliore di quel carrozzone??….
    L’inversione a “U” di T-Dog e’ da premio Oscar!!! ahahahahahahaha

    Rispondi

  17. Io non ho letto il fumetto e comunque per me l’apparizione dell’incappucciato con zombi (negri e monchi) al guinzaglio e una fottuta katana, sono stati i 20 secondi più fighi di tutto il serial, prima e seconda stagione. Anche perché interviene a salvare un personaggio di cui, finalmente dopo 17 episodi, inizia a fregarmi qualcosa. Un po’ meno sono d’accordo su Hershel trasformatosi in una fottuta macchina da guerra e primo ufficiale di Rick versione 2.0. Quando gli zombie stavano per abbatterlo non ero particolarmente dispiaciuto.

    Dovendo muovere una critica all’episodio, ho trovato l’assalto alla fattoria estremamente scontato come finale di stagione e la scelta di uccidere la carne che avevano tenuto in frigo fino a quel momento (Jimmy e Patricia) molto comoda e anche quella già ampiamente prevista. Nonostante questo se messo al confronto col finale di stagione 1 c’è comunque un abisso. Gli ultimi 15 minuti poi risollevano tutto (cosa che spesso accade in TWD, 40 minuti a spingere e poi finalmente arriva qualcosa).

    Molti non saranno d’accordo ma se vogliamo dividere questa strana seconda stagione in due, mi pare che questi ultimi sei episodi superino perfino i sei della stagione 1. Che era sì, cominciata col botto ma dalla terza puntata in poi è andata calando fino a un finale di stagione che non suscitava troppe aspettative per un seguito.
    In questa seconda parte invece si è andati a costruire con più lungimiranza partendo piano e con alcuni rallentamenti di troppo ma finendo con ottime premesse per il seguito. La scelta di dividere le storyline del gruppo separando Andrea non solo ci regala un nuovo personaggione, ma mi pare vincente per dare più respiro al racconto, non nascondo che avrei gradito veder partire anche Lori e T-dog assieme verso la costa nella speranza di veder risollevare due dei personaggi meno riusciti del serial e avere tre storyline da seguire (che avrebbero scongiurato meglio il rischio noia).

    In questi giorni in attesa del recap (bello, un buon recap per un buon episodio finalmente, grazie), riflettevo a tempo perso sulla figura di Rick, partiamo col classico “eroe americano” (è un poliziotto figuriamoci). Ma se nella prima stagione si limita a incatenare Merle lasciandolo al suo destino e a portare tutti al Centro che si rivela una trappola, questa seconda stagione per il povero Rick è un vero calvario, prima perde la figlia di un altra nei boschi, cosa già grave di per se, non parliamone durante una apocalisse di zombie. Poi porta il suo figliolo a spasso giusto per farlo abbattere da un cacciatore, trattiene tutti alla fattoria prima per le inutili ricerche di Sofia, poi per il tornaconto personale di non dover far figliare la moglie “on the road”, aiutando così l’accrescersi delle tensioni interne al gruppo, soprattutto tra Shane e gli altri. Salva un tipo giusto per poi decidere di giustiziarlo di persona dopo un episodio, per poi trovarsi alla fine senza armi (la sacca ce l’ha Andrea), di nuovo on the road, senza benzina e probabilmente senza viveri: altro che eroe americano! Pare più un politico italiano che non ne fa una giusta e tutti continuano a domandarsi perché è comunque sempre il capo.
    Scherzi a parte la fallibilità di Rick non solo giustifica il cambiamento del personaggio, ma lo rende finalmente un protagonista degno di attenzione (nonostante un figlio antipatico e una moglie incomprensibile). Adesso che si è dichiarato leader assoluto del gruppo, sarà interessante vedere come gestirà gli incontri con altri eventuali leader. L’apparizione dell’incappucciato e la panoramica sulla prigione fanno presumere nuovi incontri in arrivo.

    Se dopo il finale della stagione 1 attendevo senza troppa ansia l’arrivo della seconda stagione per vedere altri zombi più che per sapere le sorti del gruppo, adesso finalmente ho il desiderio di conoscere le sorti questi personaggi nella stagione 3. In questo le dipartite di Shane e Dale sembrano fondamentali per dare a Rick (e non solo spero) lo spazio di crescere e di imporsi (guardiamo solo com’è cresciuta Andrea, che era il collegamento tra i due).

    Un ultima nota riguardo alla mascotte della serie, l’ingombrante T-Dog. Con il suo essere tappezzeria sta incredibilmente guadagnando spazio nel mio cuore. Se posso esprimere un desiderio, vorrei che restasse sempre così grasso e inutile per tutta la durata del serial, durasse anche 20 stagioni. E gran finale, muoiono tutti tranne T-Dog, ultimo uomo inutile sulla terra.

    Rispondi

  18. “con Glen Mazzara al timone, questa è tutta un’altra serie.”

    “gente che correurlascappabestemmiasparamuore, nel fragore di una fattoria che brucia, suona proprio come un grosso vaffanculo rivolto a tutti quelli che quest’anno si sono lamentati della mancanza di azione.”

    Calma calma, ricordiamoci sempre che questo è un finale di stagione e che anche le serie tv più scadenti tutto d’un tratto riscoprono la necessità di cacciare sul piatto qualcosa di commestibile (altrimenti bye bye la prossima anche nel mezzo della pausa invernale). Non basta urlare di essere vivi, lo si deve anche dimostrare e possibilmente non negli ultimi 40 minuti di girato.
    Ciò che salva questo episodio e la serie non è tanto l’attacco alla fattoria e la morte di qualche sagoma cartonata (quello ce lo dovevano punto e basta) bensì l’ingresso della versione samurai di cappuccetto rosso e probabilmente di quell’altro personaggio.
    Se in futuro ricominceranno con le seghe mentali hanno chiuso. C’è molta differenza tra una vittoria ed un salvataggio in extremis

    Rispondi

  19. Sogno 20 minuti di scena in cui i walkers divorano Lori e quel rompiscatole di suo figlio!!

    Rispondi

  20. @ .rIFF:
    Il “girato” è il materiale che si porta a casa dopo le riprese, quindi anche tutti i ciak sbagliati e le scene tagliate. Quindi dire gli ultimi 40 minuti di girato non ha senso in questo caso.

    Hai ragione che un intero show non lo si risolleva con una puntata (per di più season finale), ma secondo me negare che il serial (dico il serial e basta, non il serial in rapporto al fumetto) dalla morte di Sofia in poi sia in una parabola ascendente vuol dire essere prevenuti. Il samurai è figo non solo per il look, ma anche perché arriva in un momento topico a salvare un personaggio che ci dispiace veder morire, e se i dispiace veder morire Andrea è perché Shane… perchè Dale… perché molte cose accadute nella seconda stagione e soprattutto nella seconda metà della seconda stagione.

    Rispondi

  21. @ TheErt:
    se leggessi il fumetto la odieresti di più!!!!!!!

    Rispondi

  22. Posso fare una richiesta agli admin? E possibile inserire la moderazione dei commenti, in modo che questi compaiano solo dopo essere stati approvati?
    Non so se accade anche con altre serie, ma in TWD siamo invasi da imbecilli (magari sempre lo stesso che posta con più nickname) che si divertono a spoilerare ciò che accade nel fumetto.
    Spesso la cancellazione del commento è immediata, ma se uno è iscritto alle notifiche via mail, comunque lo legge lo stesso. Senza contare che tale commento potrebbe comunque rimanere visibile per molte ore, dato che nessuno di voi, giustamente, è tenuto a sorvegliare il sito 24h su 24.

    Rispondi

  23. Giuliano ha scritto:

    Sogno 20 minuti di scena in cui i walkers divorano Lori e quel rompiscatole di suo figlio!!

    No no. Voglio vedere Lori impallinata a terra mentre il feto zombie le esce dalla pancia come un piccolo alien.
    Il feto zombie deve avere gli occhi da cerbiatto come l’ibrido umano-alieno di Alien Resurrection e poi ovviamente mangiarsi suo fratello scemo.

    Rispondi

  24. Devo dire che Rick nelle ultime puntate si è guadagnato un sacco di punti: finalmente è un personaggio a tutto tondo, pieno di sfumature, di ombre, molto umano.
    La dittatura di Rick non è solo benvenuta ma è decisamente necessaria, sembra quasi che TWD voglia suggerire come la democrazia sia possibile solo all’interno di un ambiente sano, non certo durante una zombie apocalypse.
    Personalmente non ho mai odiato le lungaggini di TWD, un po’ perchè sono fan del genere, un po’ perchè non ho le fregole di vedere una serie al fulmicotone: sta di fatto che questa season finale ha spaccato.
    E sembra una stronzata, ma in questi ultimi episodi finalmente hanno imparato ad usare la soundtrack: grandissima.

    Aspettare l’autunno sarà durissima.

    Rispondi

  25. .rIFF ha scritto:

    Giuliano ha scritto:

    Sogno 20 minuti di scena in cui i walkers divorano Lori e quel rompiscatole di suo figlio!!
    No no. Voglio vedere Lori impallinata a terra mentre il feto zombie le esce dalla pancia come un piccolo alien.
    Il feto zombie deve avere gli occhi da cerbiatto come l’ibrido umano-alieno di Alien Resurrection e poi ovviamente mangiarsi suo fratello scemo.

    Si…sicuramente meglio della mia ipotesi. Sottoscrivo

    Rispondi

  26. D’accordo sul miglioramento generale della situazione, ma a me è proprio la sospensione dell’incredulità che non va giù.
    Dopo due stagioni di comportamenti al limite del folle, spero che d’ora in poi accantonino le idee stupide e che studino bene le scelte da far fare ai personaggi, ripiegando sulle più sensate.
    Il girare in macchina a caso sparando alla cieca (benzina e munizioni), non darsi un punto di ritrovo PRIMA ma ritrovarsi tutti insieme nello stesso luogo, dopo aver fatto le manovre nel fosso, sono cose che non devono succedere più.

    Il tizio incappucciato non so chi sia, ma I-DO-LO SU-BI-TO

    Rispondi

  27. Il problema della serie è compiutamente evidenziato da questo finale che potrebbe quasi essere preso come un – ottimo – film a parte: per destare interesse devono dar fondo a tutte le risorse consentite dal genere. Orde di zombie, corpi dilaniati, munizioni che si auto replicano direttamente in canna, inseguimenti improbabili, il ritorno al selvaggio west “il distintivo ce l’ho io e comando io”.

    Va tutto bene per un finale con il botto ma per il resto della stagione che si fa? Il problema è nel cast, nella recitazione e anche nella scrittura. Justified può permettersi un’intera puntata su Dewey Crowe, per dire, ma questi chi li vuol sentire parlare, interagire o fare qualsiasi altra cosa che non sia sparare, spararsi tra loro o morire sventrati?

    Rispondi

  28. Giuliano ha scritto:

    .rIFF ha scritto:

    Giuliano ha scritto:
    Sogno 20 minuti di scena in cui i walkers divorano Lori e quel rompiscatole di suo figlio!!
    No no. Voglio vedere Lori impallinata a terra mentre il feto zombie le esce dalla pancia come un piccolo alien.
    Il feto zombie deve avere gli occhi da cerbiatto come l’ibrido umano-alieno di Alien Resurrection e poi ovviamente mangiarsi suo fratello scemo.
    Si…sicuramente meglio della mia ipotesi. Sottoscrivo

    Io pensavo di essere stato cattivo… però il momento citato da .rIFF spacca…;)

    Rispondi

  29. Mara R. ha scritto:

    Justified può permettersi un’intera puntata su Dewey Crowe

    Pure lui in modalità zombie e senza reni… :D
    Voglio Dewey come comparsata zombie in TWD.

    Rispondi

  30. Boss ha scritto:

    è proprio la sospensione dell’incredulità che non va giù.

    In effetti avresti pure ragione, ma la comparsa di un personaggio fumettoso con una katana in mano e due walkers a guinzaglio (che li tenga così per passare inosservata in mezzo a loro?) ha reso tutto un po’ meno serio e speriamo pure più godibile.
    Che ci sia una deriva Mad Man?

    Rispondi

  31. Allora, ci sono millemila cose che voglio dire, e ne dimenticherò:

    1. Dai, vogliamoci bene. Ovvero, la flame tra i commenti dello scorso episodio con followers e non del fumetto gli uni da una parte e gli altri dall’altra della barricata mi è sembrata una fesseria. L’unico motivo per prendersela sono gli spoiler; per il resto, come ho già detto, non si può discutere di due cose completamente diverse e fare a chi è più bello.

    2. Questo detto, un po’ per curiosità, un po’ perchè in una contesa mi piace comprendere tutti i punti di vista, ho deciso – contrariamente ai miei precedenti propositi – di provare a leggere il fumetto. Fortunatamente (non lo sapevo!) si tratta di una ventina di pagine appena a numero, quindi portarmi in pari con la serie è stata questione di un paio d’ore. Tale esperimento mi è servito per chiarirmi le idee su un aspetto fondamentale della maggior parte dei commenti letti qui a questa stagione, ovvero il fatto che molti “sembrassero” negativi a tutti i costi (compresi i miei), come fatto notare da qualcuno che la serie aveva cominciato a seguirla dopo la lettura. Conclusione: quando un prodotto come questo delude ripetutamente le tue aspettative, cominci ad andarci giù pesante più facilmente. Sicuramente in passato mi è capitato di vedere “lasciar correre” qualche caduta di stile in prodotti genericamente ritenuti di ben più alta qualità, e io sono il primo a non aver trovato mai nulla da dire su titoli come BB o GOT. Quindi sì, credo che ormai, quando si commenta TWD, siamo pronti a notare qualsiasi inesattezza, incongruenza e passo falso – e io sono il primo a cominciare a prenderne nota già durante la visione. Però ora ho la certezza che quello che spesso qui viene demolito è soltanto il lavoro di sceneggiatura sull’adattamento televisivo: nel fumetto, i tratti che più spesso critichiamo, semplicemente non esistono; il ritmo lì è serrato (ed è naturale, sono 20 pagine ad albo!), i pochi personaggi in comune sono delineati in maniera differente, e la drammaticità dell’esperienza umana nell’apocalisse zombesca non si traduce in dialoghi da telenovelas. Quindi mi sento di rispondere ad eventuali accuse di parzialità pregressa da parte di qualcuno che qui siamo assolutamente IN TOPIC, parliamo soltanto di quello che vediamo e non voler vedere solo perchè la versione televisiva di TWD tradisce il prodotto originale è semplicemente un atteggiamento da fanboy. In ogni caso, rimango interessato alla serie, non credo andrò avanti col fumetto e continuerò a sparare a zero in questa sede quando lo riterrò necessario e con la coscienza a posto = )

    3. E qui si spiega la noia del punto precedente: non ho particolarmente apprezzato nemmeno questo finale di stagione. Ho trovato molto approssimativo e telefonato l’epilogo dell’invasione zombesca, che tutti in effetti ci aspettavamo da almeno 2-3 episodi. Notevole soltanto l’introduzione sull’etologia della mandria. Mi è sembrato abbastanza buffonesco il carosello con tiro a segno a bersaglio mobile. E non solo per la solita mancanza di realismo nell’uso delle armi (difficilmente una scena del genere “fatta bene” sarebbe risultata efficace, a meno che a tirare agli zombi fossero soldati scelti), culminante nell’effetto “stelle di natale” per simulare la deflagrazione dei proiettili, qualsiasi fossero l’arma e il calibro; e neanche per il fatto che centrare un bersaglio in movimento irregolare mentre ti muovi tu stesso in maniera altrettanto imprevedibile è praticamente una questione di culo – altro che 1 colpo 1 centro – ma perchè in questa realtà simulata non ci sono regole affatto: gli zombi cambiano fisiologicamente (velocità, potenza, coordinazione, capacità di elaborare informazioni, reazione agli stimoli, ecc.) a seconda di quanto previsto dalla sceneggiatura, i “nostri” eroi, dopo essere diventati cecchini in una settimana, sono a seconda dell’occasione atleti/piloti/strateghi/ecc o pavidi/scoordinati/insubordinati/lunatici. Non trovo alcuna evoluzione nell’azione, soltanto una sequenza random di eventi unici. Insomma, ho preferito il finale della scorsa stagione; assai.

    4. Me lo sono sognato io, o a un certo punto nel casino qualcuno chiama T-Dog semplicemente “Dog”? Ci ho riso tantissimo!

    5. L’entrata dell’highlander zombesca è stato di gran lunga il momento più figo dell’intera serie.

    6. Ho realizzato soltanto leggendo diverse recensioni e commenti in altre sedi che Lori ha deliberatamente messo uno contro l’altro i maschi alfa del branco. Desiderando protezione, ha deciso che il più figo – chiunque fosse – avrebbe dovuto poter occuparsi di lei e prole senza doversi preoccupare della minaccia di un contendente. Ora mi sembra di capire che in realtà avrebbe preferito Shane. Evolutivamente ineccepibile, ma non so esprimere senza scurrilità quanto bagascia sia quella donna.

    7. Rick mi sembra nel pallone. Il passaggio dal sentire di dover giustificare un comportamento effettivamente necessario ma apparentemente poco onorevole all’imposizione della fine della democrazia mi è sembrato debolissimo. In questo episodio trovo il suo ruolo di leader molto sfocato rispetto anche solo al recente passato.

    8. In definitiva, spero anch’io in un bel resettone con la prossima location. Che si introducano nuovi personaggi, nuove dinamiche e stiamo a vedere.

    Rispondi

  32. Recensione perfetta, Giuseppe. Non potrei essere più d’accordo. Non saprei cos’altro aggiungere se non ripetere un aspetto che hai sottolineato bene: questo episodio è stato eccezionale pur tra i SOLITI difetti. In fondo poi basta poco per rendere tutto più accettabile e quel poco sono i maledetti ZOMBI! e l’APOCALISSE
    Non ho letto il fumetto così il finale mi era un po’ oscuro… una prigione… però voglio dire per chi no conosce la storia cosa dovrebbe significare? è l’ultima immagine della stagione ma non si sa come interpretarla.
    Discorso opposto per il nuovo personaggio.Neanche è arrivata è già sembra “spaccare culi” a quintali!
    Il finale riequilibra secondo me un andamento come quello della scorsa puntata troppo altalenante e alla fine quasi tendente all’annullamento tra ottimi spunti e vaccate aperte.
    La disamina su Lori è da Premio Nobel. Le donne dovrebbero rivoltarsi per queste raffigurazioni negative e bidimensionali dei personaggi femminili televisivi.

    Rispondi

  33. Recensione perfetta, 4 stelline e mezzo alla puntata.
    Difetti principali:
    1) Hanno fatto fuori personaggi di cui non ce ne fregava nulla, per il semplice motivo che nessuno aveva idea di chi fossero
    2) Hanno concentrato l’80% delle morti di tutta la stagione nelle ultime 3 puntate… perché?!
    3) Il comportamento di Rick mi sta particolarmente sul culo, non tanto per quanto riguarda la presa di posizione riguardo alla leadership del gruppo(direi che era quasi ora), ma per il continuare a volersi giustificare per la morte di Shane. Era diventato pericoloso e se l’era cercata, ma Rick dovrebbe prendersi le sue responsabilità e smetterla di lagnarsi.
    4) LORI

    —-

    Dopo aver visto questa puntata mi son messo a leggere il fumetto, tutto d’un fiato, sino al punto in cui è arrivato il telefilm. Le differenze sono molte e ritengo la versione cartacea leggermente superiore, quello che ho notato è che il telefilm osa molto di meno, non solo per quanto riguarda le morti dei personaggi, ma anche per certi temi che secondo me scottano un po’ alla casa televisiva. Penso che alla HBO avrebbe reso molto di più, alcune scene non sarebbero state cambiate(la morte di Shane) e soprattutto le relazioni fra i personaggi sarebbero state rese in modo diverso(mi riferisco ad Andrea. Chi ha letto la visual novel capirà). In compenso i difetti del fumetto sono stati tutti ereditati dalla serie TV, a partire da Lori che è odiosa in ogni forma e dimensione…

    Rispondi

  34. Abraham Zapruder 23 marzo 2012 at 15:09

    Io non ho letto il fumetto, ed il nuovo personaggio spacca il culo alla grandissima……

    Rispondi

  35. Nonostante sia una fan dei dialoghi-discussioni(anche inutili e superficiali) tra i protagonisti, per capirli sviscerarli dargli una dimensione sempre più significativa quindi comprenderli ed eventualmente amarli o odiarli, alla visione di quell’orda di zombie ho gridato un bel “CA..O FINALMENTE!!, prima di tutto perchè ,in accordo con la recensione, non se ne poteva più della staticità della situazione, ci voleva un po’ d’azione ad alta tensione,peccato che sia arrivata con tutta la scontatezza del “cose da fare nella puntata finale”.
    Detto ciò Lori è una cagna maledetta come poche nella storia dei serial, è la causa di tutto sto casino tra Rick e Shane, è incinta non sa neanche di chi, stuzzica prima l’uno poi l’altro e poi si indigna di fronte alla decisione di Rick di uccidere un uomo senza controllo da cui lei stessa è terrorizzata,parole sue,che trascina il marito nei boschi con l’intento di accopparlo. Ora dico io ma che cavolo ti aspettavi ma stiamo scherzando?Da quasi la sensazione di essere dispiaciuta che a spuntarla sia stato Rick e non Shane,ma è solo una sensazione. cagna….pensasse appunto a dove accidenti si ficchi il piccolo Carl che per essere un bimbo in mezzo all’apocalisse di zombie mi sta sin troppo sulle palle.Non avendo letto i fumetti non so se sia frutto della volontà degli autori il cucirle addosso questa antipatia,anyway. Continuo invece ad avere grande stima di Rick ha fatto bene a non sparare al “prigioniero”di fronte a Carl che lo incitava(!), ad ammazzare Shane, a incazzarsi col gruppo dando l’ultimatum della fine della democrazia e non si merita quella megera di moglie che si ritrova,e neanche il gruppo di sopravvissuti(grazie a lui), che lo ripudiano con schifo malcelato solo perchè il buon Rick s’è tenuto il peso del dubbio,trovandone poi conferma,che tutti siano infetti dal virus ammazza-cervello, eh capirai!ha risparmiato loro ansie inutili e appena il dubbio è divenuto certezza l’ha detto,eccellente leader.

    Confesso che non solo non ricordavo il nome del ragazzo biondo,prima vittima dei walkers,tale Jimmy,ma non ricordavo di averlo mai visto prima della penultima..mah!molto prevedibile sacrificare lui e Patricia entrambi particolarmente inutili.
    Detto ciò voglio più spazio per T-Dog , anch’io ho notato l’inversione a U (LOL).
    In ultimo il nuovo personaggio incappucciato che salva Andrea mi ha molto incuriosito e promette bene, penso che gioverà alla serie un personaggio che (almeno a prima vista sembra)affronta la situazione in modo così diverso e cazzuto rispetto a un Hershel che si rifugia nella fattoria o il gruppo che girovaga in cerca di sicura stabilità, questa si aggira nei boschi con due walkers mutilati e incatenati come cani,molto badass.

    Rispondi

  36. Cilone ha scritto:

    In effetti avresti pure ragione, ma la comparsa di un personaggio fumettoso con una katana in mano e due walkers a guinzaglio (che li tenga così per passare inosservata in mezzo a loro?) ha reso tutto un po’ meno serio e speriamo pure più godibile.

    Beh, sono due zombie senza braccia e probabilmente senza denti… In quelle condizioni li terrei anche io al guinzaglio :)

    Rispondi

  37. Mara R. ha scritto:

    Il problema della serie è compiutamente evidenziato da questo finale che potrebbe quasi essere preso come un – ottimo – film a parte: per destare interesse devono dar fondo a tutte le risorse consentite dal genere. Orde di zombie, corpi dilaniati, munizioni che si auto replicano direttamente in canna, inseguimenti improbabili, il ritorno al selvaggio west “il distintivo ce l’ho io e comando io”.
    Va tutto bene per un finale con il botto ma per il resto della stagione che si fa? Il problema è nel cast, nella recitazione e anche nella scrittura. Justified può permettersi un’intera puntata su Dewey Crowe, per dire, ma questi chi li vuol sentire parlare, interagire o fare qualsiasi altra cosa che non sia sparare, spararsi tra loro o morire sventrati?

    non fa una piega!

    Rispondi

  38. condivido buona parte della recensione. L’idea di far (finalmente) vedere una grande orda di zombie che invade la fattoria mi è piaciuta parecchio e anche il comportamento dei vari personaggi in seguito all’attacco non è stato da meno: certo non sbagliavano un colpo e avevano proiettili infiniti ( a parte Andrea che poi nella foresta li finirà) ma questo si può giustificare dal fatto che durante la stagione si è visto che si allenavano al tiro al bersaglio e che comunque durante i vari stacchi di telecamera potrebbero benissimo aver ricaricato le armi, non riesco ad essere troppo critico con questo episodio, forse perché era proprio quello che mi aspettavo dopo tanti episodi inconsistenti. T-dog mi dispiace ma non riesco a farmelo piacere, ogni volta che deve parlare dice delle cose quasi inutili o comunque che non interessano a nessuno e anche questa volta difatti non riesce neanche ad imporsi con Lori. L’analisi di quest’ultima invece è stata descritta benissimo nella recensione quindi non mi dilungo più di tanto, dico solo che è incredibile l’incoerenza di quella donna. Un grande plauso a Rick che adesso sembra addirittura più fuori di Shane e ciò mi piace parecchio e con la frase “this isn’t a democracy anymore” si è guadagnato la mia ammirazione, finalmente l’han trasformato da un uomo dal buonismo eccessivo a un uomo cazzuto. Un ultima cosa la devo dire e nonostante non possa criticare questo episodio, mi voglio riferire all’intera stagione: sono certo che se fosse stata rappresentata la situazione apocalittica anche negli altri episodi sarebbe stato decisamente meglio! Alla fine “tutto è bene ciò che finisce bene” e spero in una 3^ stagione veramente col botto!

    Rispondi

  39. Mi aspettavo un’altra bagarre sulla questione sono tutti infetti o meno (vista la confidenza di Rick) e invece nulla: delusione! :D Scherzi a parte episodio buonino, gradevole la prima metà (anche se il raccordo zombie in città-zombie in campagna è roba che nemmeno nei fumetti per infanti si vede così semplificata), decisamente meno il finale. Parecchio presuntuoso, non in crescendo bensì il contrario, e questa serie non può permettersi chiusure di stagione senza il botto. Continuo a non capire come TDog e la mamma di Sofia restino in vita, inutili come sono: eppure l’occasione per giustificare la loro scomparsa era ghiottissima. Cmq mi è venuta voglia di riprendere il fumetto, la serie si interrompe giusto dove l’ho lasciato.

    Rispondi

  40. pemf.bolloso 23 marzo 2012 at 21:05

    Ottimo ottimo finale di stagione, la terza è potenzialmente una bomba (anche perchè seguirà l’arco narrativo più figo di tutto il fumetto e qui chiudo ogni riferimento all’opera cartacea :D) e non vedo l’ora venga trasmessa. Questa seconda stagione ha avuto un alternarsi di alti e bassi(ssimi) a dir poco allarmante, ma secondo me l’errore maggiore è stato quello di tirare troppo per le lunghe la permanenza alla fattoria. Capisco che uno dei marchi di fabbrica dell’amc è la deliberata lentezza della narrazione, ma se non ti chiami Mad Men e Breaking Bad difficilmente puoi intrattenere il pubblico facendo vedere per interi minuti gente che blatera di cose inutili. Poi se fai una serie di zombie davvero non ti puoi permettere dei ritmi così bassi. Forse il cambio al timone sta cominciando a dare i suoi frutti, ma va detto che Mazzara è arrivato nella seconda metà della stagione, quando le cose dovevano per forza di cose smuoversi un po’, per giudicare meglio si dovrà attendere l’anno prossimo.
    Hype a mille per “la figura incappucciata”, ma misto a un po’ di preoccupazione: in quanto mio personaggio preferito nel fumetto non vorrei che lo svaccassero con una caratterizzazione pessima come è già successo con Carl.

    Rispondi

  41. Giustamente Luca pretende che si faccia vivo qualcuno di quelli che sosteneva che forse i vivi non erano sempre stati infetti. Uno ero io, sbagliavo. Però Rick, ora che sappiamo che l’ha sempre saputo, è marito degno di cotanta moglie, e lo dimostra ancora di più con la scenata da checca isterica finale. Fossi stato T-Dog (vero leader carismatico del gruppo), l’avrei messo a tacere a suon di pattoni.

    Leggo tanto entusiasmo per il samurai silenzioso spaccaculi con i suoi pet zombies al guinzaglio, solo a me sta sulle palle quella tipologia di personaggio? Il cappuccio alla Assassin’s Creed fa tanto fico, ma siamo sicuri che garantisca la visibilità necessaria a fronteggiare orde di zombi?

    Comunque, finalmente la maledetta casa nella prateria è bruciata, e il futuro non può che essere radioso. Si saranno allontanati una ventina di chilometri dalla fattoria e Hershel e familiari sembrano completamente spaesati, ma non uscivano mai quelli là?

    Rispondi

  42. @ Serious:
    Se per “vivo infetto” intendi che una volta morto chiunque torni in vita (senza esser stato morso o graffiato in precedenza) zombificato allora sono tutti “infetti”! :D La verità è che Rick confida agli altri la scoperta dell’acqua calda..mi spiego: sono passati pochi mesi dallo scoppio dell’epidemia, nessuno sa il motivo di tale calamità, dottori compresi. Doc Jenner ha rivelato a Rick una certezza: chiunque muore resuscita. Mentre Rick e gli altri già sapevano, in quanto appreso a proprie spese, che chiunque viene morso si trasforma in zombie. E’ la regola base di ogni zombie movie. TWD non fa eccezione, vivendo, come molti progetti horror, in quel mondo fatato dove nessun personaggio ha avuto mai modo di vedere un film sugli zombie…:) Non mi aspettavo che qualcuno si facesse avanti per dire ho sbagliato, perchè qui si chiacchiera e basta del più e del meno, scazzando anche. Certo ero convinto che la discussione andasse avanti, questo si. Cmq, vedremo se nella terza stagione TWD si sposterà sul versante medico (giustificando l’epidemia con scientificamente) o si manterrà su binari romeriani.

    Rispondi

  43. Una spadaccina incappucciata con due zombie al guinzaglio….
    KICKASS!

    Rispondi

  44. ragazzi ho appena finito di leggere i primi 24 capitoli del fumetto…

    Il telefilm è molto meglio del fumetto,che è carino e simpatico ma non certo un capolavoro…

    evito di dilungarmi :P

    Rispondi

  45. l’evoluzione del personaggio di Hershel è spettacolare (anche un po’ irrealistica, ma chissenefrega): da vecchio bacchettone rompicoglioni a uomo d’azione tutto testa dura & palle quadre! Ho apprezzato anche il fatto che lui è Daryl (per distacco il migliore) approvino visibilmente il discorso da führer di Rick alla fine dell’episodio, ciò significa che nonostante tutto sono pronti a sostenerlo nel tenere insieme il gruppo che minaccia di sfaldarsi, cosa che comunque non credo avverrà. Se dobbiamo aspettarci atti rivoluzionari dalle personalità straripanti di Carol o T-Dog…

    ps: finalmente è venuto fuori quello che aveva bisbigliato il dottore a Rick nel finale della prima serie, cominciavo seriamente a temere che gli autori se ne fossero dimenticati.

    Rispondi

  46. Battuta di Herschel sulla risurrezione dei morti migliore di tutta la serie fino ad adesso, a mio parere. Herschel secondo me è coerente nella sua trasformazione, non mancava certo di determinazione o di coraggio nemmeno prima, l’unica sorpresa è stata la sua eccellente mira (poi miracolosamente estesa a tutti i membri del gruppo, si vede che è contagiosa come il virus zombificante). Del resto lo ha detto “non ho mai detto di non saper sparare, ho solo detto di non volerlo fare”, lo stesso secondo me vale per tutto il resto.

    Anch’io mi sono chiesta come mai quelli della fattoria conoscessero così poco gli immediati dintorni, poi ci ho pensato su e ho concluso che nemmeno io mi orizzonterei così bene a dieci o venti chilometri da casa. Se togli i punti di riferimento e non ti trovi su un percorso che hai già fatto in passato a piedi o al massimo in bicicletta, una fabbrica, una villetta, un incrocio assomigliano a qualsiasi altra fabbrica, villetta o incrocio, soprattutto se c’è buio. Aggiungo per onestà che io a) ci vedo poco b) sono priva di senso dell’orientamento a livelli imbarazzanti (oltre che forieri di divertimento per tutto il resto della famiglia).

    Rispondi

  47. Mara R. ha scritto:

    Il problema della serie è compiutamente evidenziato da questo finale che potrebbe quasi essere preso come un – ottimo – film a parte: per destare interesse devono dar fondo a tutte le risorse consentite dal genere. Orde di zombie, corpi dilaniati, munizioni che si auto replicano direttamente in canna, inseguimenti improbabili, il ritorno al selvaggio west “il distintivo ce l’ho io e comando io”.
    Va tutto bene per un finale con il botto ma per il resto della stagione che si fa? Il problema è nel cast, nella recitazione e anche nella scrittura. Justified può permettersi un’intera puntata su Dewey Crowe, per dire, ma questi chi li vuol sentire parlare, interagire o fare qualsiasi altra cosa che non sia sparare, spararsi tra loro o morire sventrati?

    sinceramente non so se che guarderei TWD se avesse la profondità di un Justified. I suoi difetti sono anche i suoi pregi e non siamo sicuri che la cura di scrittura, recitazione e cast possa colmare i vuoti di azione pura: speriamo che la terza stagione possa metterci questo dubbio.

    Rispondi

  48. Angel Targaryen 24 marzo 2012 at 19:42

    Sto per guardare l’episodio, ma una domanda mi assale da tempo: Come possono il bambino e Rick non accorgersi degli zombie? Cioè, se fossero 200metri indietro, ok, lo capisco, ma quando se ne accorgono sono praticamente già circondati (!)

    Rispondi

  49. Ma un commento sulla morte stupida di Jimmy? D’accordo che era in pratica meno di una comparsa, ma scusa te ne vai con il camper in mezzo ad una mandria di zombies e non ti sfiora l’idea che forse sarebbe il caso di chiuderlo?
    Per non parlare del jump-zombi che ha assalito Patricia…strano che poco prima di azzannarla non le avesse fatto cucù!
    A parte questi dettagli, episodio straordinario.

    Rispondi

  50. Sapevamo dove sarebbero andati a parare con questo finale- orda, fuga, carne da macello macellata (gli Hershel minori di cui non ricordo neanche i nomi), Rick disilluso definitivamente ecc. ma lo considero comunque ottimo e mi limito ad un silenzioso quote della recensione!

    p.s. Gli zombi monchi e sdentati al guinzaglio sono l’accessorio definitivo. Mi preparo già ad adorare l’incappucciata.

    Rispondi

  51. Grande. Un finale di tre episodi in tirata notevole. Grandi. Emozione e voglia di vederne ancora. Obiettivo centrato.

    Rispondi

  52. ei gente.. dopo aver visto qualke episodio della serie, vedendo come ne parlavate ho iniziato a leggere il fumetto.. solo ke su internet sono riuscito a trovare solo fino al 4° volume…
    qualcuno può aiutarmi? grazie mile

    Rispondi

  53. io quando ho visto la figura incappucciata con gli schiavi zombie dietro ho solo pensato “b’è i fomentati dovevano arrivare prima o poi!”
    bell’episodio, sono dalla parte di Rick e a Lori avrei dato una sberla! ma ora non si può aspettare fino ad autunno!!!

    Rispondi

  54. Oscar a T-Dog come miglior inversione ad U della storia.

    Rispondi

  55. Rick e l’incappucciato/a valgono da soli l’episodio.
    ma a qualcuno sta mancando Shane? sinceramente era il mio personaggio preferito fino a metà season 2, ma poi Rick ha cominciato a svegliarsi ed è stato un ottimo personaggio con i controcoglioni. si può dire? XD
    puntata da 4 stelline cmq. a parte tutti gli headshot assurdi, il resto dell’episodio è stato molto godibile.
    l’inversione di T-Dog è stato qualcosa di talmente ridicolo che speravo quasi che la macchina, in qualche modo, s’incagliasse da qualche parte!!! :-)))
    Sara Tancredi (o Lori, come preferite) personaggio dell’anno a mani basse.

    Rispondi

  56. @ Cico:
    http://www.youtube.com/watch?v=ZhOZDYzvo6E però sono in spagnolo va bene lo stesso?

    Rispondi

  57. bel finale di stagione ma vorrei sapere perché quello che era nel camper(cavoli non so neanche il suo nome )non ha chiuso lo sportello? perché si è fermato non poteva portare rick e carl sopra e poi quando erano un pò al sicuro farli entrare? perché quella cazzona di lori dice state dietro di me e poi non spara neanche?c’è cazzo ha una pistola e non vede neanche gli zombie super veloci che li stanno per attaccare O.o
    l’ultima critica è ma gli zombie sono dei budini?cavoli andrea con il manico della pistola a fracassato la testa dello zombie con un colpo ! lori perché non muore?è un personaggio che fa venire la rabbia! non gli va bene mai niente è si lamenta se suo figlio scappa ecc… cavoli ma tenerlo d’occhio no? sembra che avvolte rick e lori scordinoi di avere un figlio.
    Comunque ho trovato la puntata fantastica e da quanto ho visto nel fumetto la terza stagone sarà una figata solo se tengono questo andazzo

    Rispondi

  58. @ FAR WEST:
    L’ho letto ma speravo che almeno nel telefilm la rendevano meno “mamma santuzza che colpa ne ho se tutto mi va storto”! Niente spoiler però cavoli ringrazia che Rick ti stia ancora vicino io gli avrei sparato e ops era diventato uno zombie nn è colpa mia XD

    Rispondi

  59. “Il personaggio di Lori, poi, è il rappresentante supremo dell’incapacità di chi scrive la serie nel tratteggiare personaggi coerenti e realistici. Lori che cambia idea su Rick e Shane con la stessa velocità di una banderuola in un tornado; Lori che attacca Andrea perché preferisce rendersi utile in modi diversi che non siano rispettare convenzioni sociali del 1800; Lori che fa tanto la madre apprensiva che vuole preservare l’innocenza di Carl, e poi non sa mai dove cazzo sia suo figlio; Lori che riuscirebbe a far sembrare anche Livia Soprano come una personcina a modo; Lori, che gli autori hanno palesemente rinunciato a caratterizzare come una persona appartenente al genere umano” – E LEI NON APPARTERREBBE AL GENERE UMANO? Mi sembra invece un’esemplare più che azzeccato, come del resto lo sono tutti i personaggi di questo cast squisitamente umano. Forse per questo stancano, i personaggi.

    Rispondi

  60. FINALE DA TUONO!!

    Lori inutile,dopo la confessione della morte di Shane(uno dei miei preferiti) da parte di Rick
    sì è rivelata per la merda indecisa che era.

    Rick dovrebbe mollarla!(Si capiva dalle prime puntate che era una zoccola bipolare)

    Rispondi

  61. Giusè tutto giusto nell’ ottima recensione, fatto salvo che, il vaffanculo Mazzara lo urla a quei decerebrati incompententi che hanno scritto TWD prima di lui, a noi il pubblico, da un gigantesco cinque sulla mano, urlando “zombie apocalypse? Hell yeah!”

    Rispondi

  62. ps: Dopo la scena dell’ inversione di Tdog sono rimasto a bocca aperta per un minuto: ma come, stai nel mezzo della fottuta apocalisse zombie e per poco non finisci nel fosso perche ti pesa il culo a fare manovra??

    Rispondi

  63. @ (A):
    he he …stra-quoto

    Rispondi

  64. Commento perfetto. Sottoscrivo praticamente tutto.

    Soprattutto sulla sospensioine dell’incredulità che, al di là dei singoli episodi giustamente ricordati (mostruose incongruenze caratteriali, armi a colpi illimitati, innocui agricoltori che si trasformano in cecchini infallibili…) aleggiava sulla premessa dell’intera seconda stagione: un’allegra fattoria del Mulino Bianco inusitatamente rimasta estranea all’apocalisse. Nessuna fortificazione, nessuna contromisura di difesa. Semplicemente, lì gli zombie non ci passavano, non si sa perché. Era OVVIO, forse dal secondo episodio, che la stagione si sarebbe conclusa con una bella orda di non-morti che si abbatte sulle deboli staccionate di legno della Casa nella Prateria. Il problema è che non ci viene minimamente spiegato perché non sia avvenuto prima. Culo?

    L’attrice che fa Lori mi stava potentemente sulle palle già in Prison Break. Qui è pure peggio. Però qui, almeno, interpreta un personaggio che le calza a pennello.

    Quanto a Rick, confesso che all’inizio lo avevo preso male. Mi sembrava l’ennesimo “leader per caso”, capace solo di prendere decisioni sbagliate e avere rimorsi e ripensamenti su tutto. D’altronde, oggi vanno di moda gli antieroi tormentati (che palle!). Di positivo c’era che glielo facevano notare i personaggi stessi, invece di far finta di nulla e continuare a tenerlo come capo non-si-sa-perché. Questo prima. Negli ultimi episodi, invece, il drammatico confronto con Shane lo fa maturare e ora sembra trasformato in qualcosa di molto diverso, e più interessante. Speriamo.

    Standing ovation per l’affettatrice di zombie incappucciata. Basta che, come ha già detto qualcuno, non la trasformino in un surrogato di Milla Jovovic. :-)

    Rispondi

  65. Giorgio ha scritto:

    un’allegra fattoria del Mulino Bianco inusitatamente rimasta estranea all’apocalisse. Nessuna fortificazione, nessuna contromisura di difesa. Semplicemente, lì gli zombie non ci passavano, non si sa perché. Era OVVIO, forse dal secondo episodio, che la stagione si sarebbe conclusa con una bella orda di non-morti che si abbatte sulle deboli staccionate di legno della Casa nella Prateria. Il problema è che non ci viene minimamente spiegato perché non sia avvenuto prima. Culo?

    Lo motivano dicendo che, avvicinandosi l’inverno, le paludi si seccano e non bloccano più gli zombies.

    A me (e forse solo a me) la super spadaccina sembra un po’ una cacata.

    Rispondi

  66. Si sa già quando la seconda stagione andrà in onda sulla TV libera?

    Rispondi

  67. Si vabbè l’articolo di Alessia Barbiero è molto interessante, a parte il leggerissimo spoiler sul personaggio misterioso finale…grazie, eh. Sarebbe meglio specificarlo quando si consigliano determinate letture.

    Rispondi

  68. simone ha scritto:
    ps: finalmente è venuto fuori quello che aveva bisbigliato il dottore a Rick nel finale della prima serie, cominciavo seriamente a temere che gli autori se ne fossero dimenticati.

    Vero!!! Lo temevo anche io.

    Rispondi

  69. Ah, scusate, forse me lo sono perso in qualche meandro della serie, ma Morgan (il nero con il quale il boss faceva interminabili pipponi via walkietalkie all’inizio della serie, che fine ha fatto….?

    Rispondi

  70. Ancora non ho letto le tue recensioni passate e lo farò, ma son sicuro, leggendo questo post, che tutte le incongruenze alogiche, i cambi di personalità e valori dei personaggi che cambiano come se fossero tutti bipolari, la logica che vien meno nel momento cruciale, le avrai nominate tutte. Sui discorsi che fai mi trovo al 100% d’accordo, nomini anche scene che da sempre mi fan urlare contro i personaggi “MA SEI SCEMO????”, stiamo parlando di un film horror di serie H o di un telefilm sull’apocalisse zombie dove la sopravvivenza è al primo posto? Non si possono vedere scene come quando Lori decide di andare a prendere suo marito, che a sua volta è andato a prendere Hersel, che a sua volta è andato a prender una sbronza, ma tuo figlio? Cioè il tuo personaggio è una madre che tiene alla sicurezza di suo figlio (questo è quello che continua a ripetere o a “ripetersi?”), o una pazza furiosa che in una condizione dove dovresti avere 800 occhi e i riflessi di un gatto alla terza, si mette a scrivere sms alla guida?
    Detto questo passerei alla tua domanda, non ho mai letto il fumetto e la mia impressione è stata questa:
    “OMFG da fuck is that???” e “opporco! Ma non c’hanno le braccia! Ma son zombie?” o anche “Ma la terza serie quando cazzo esce?”
    Concludo facendoti i complimenti sulla tua dialettica e il modo di scrivere, veramente ottimo, coinciso, fluido, serio ma anche simpatico, adoro chi sa scrivere e non si risparmia il colore.
    Grazie =)

    Rispondi

  71. “e dopo l’inversione a U rischiosissima col furgone scassato perché gli pesa troppo il culo per fare manovra è entrato di diritto tra gli eroi di sempre.”
    Hahaha, pure io ho commentato ad alta voce quella manovra assurda!
    Questa serie ha degli involontari momenti LOL non da poco…

    Rispondi

  72. Filo ha scritto:

    E sembra una stronzata, ma in questi ultimi episodi finalmente hanno imparato ad usare la soundtrack: grandissima.

    Davvero, soprattutto nella prima stagione, sembrano brani scelti a caso!!

    Rispondi

  73. Other than tracking, I think the AP fever is stupid. What exactly is the rush? Almost no one actually graduates in 3 years due to taking AP courses.That means you've got 4 years. That's plenty of time to take a full courseload. No need to overburden one's self before that.Though all STEm majors should complete at least one year of Calc before college. Other than that, it's really best to leave college work for college.

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>