Sons of Anarchy - 4x06 - With an X

Pensando a come si sta sviluppando questa stagione sono del parere che gli spettatori si stiano dividendo in due categorie: quelli che si accostano alla visione con eccitazione e soffrono durante, e quelli che arrivano alla fine di un episodio convinti di non aver visto *così* tanto, ma pochi minuti dopo si ritrovano completamente distrutti. Poche chiacchiere, questa stagione è peggio delle torture cinesi. E per tantissimi motivi.

In primo luogo c’è la lenta e dolorosa distruzione delle fondamenta di un club (non il club dei SAMCRO, ma i principi di un club a prescindere), la fiducia. Non sbagliava chi diceva sei settimane fa che i Sons si stessero addentrando ben oltre il lato oscuro, rendendosi talmente vili e odiosi al punto da annullare l’empatia dello spettatore. In realtà la parola chiave di questa stagione è Bugie.

Chi di noi non ha mai detto bugie nella propria vita? Ogni giorno spuntano sondaggi su quante ne raccontiamo in media al giorno, nella maggior parte dei casi sono la causa scatenante di un litigio, una separazione, un problema. In questi tre anni e mezzo abbiamo assistito alla vera e propria epopea di un gruppo di uomini col pallino delle motociclette, bugiardi dal punto di vista della legge a causa dei loro affari sottobanco, ma sinceri e uniti tra di loro da almeno tre generazioni. Non v’è dubbio che la grande bugia dell’anno è il ruolo (ormai non così tanto) ambiguo di Clay nell’omicidio di John Teller, ma gli equilibri vengono distrutti anche da una Lyla che prende contraccettivi all’insaputa di Opie, dalla ricerca ossessiva delle copie originali delle lettere di Maureen ora in possesso di Tara, da un Juice tenuto alle strette da Roosevelt, da un Bobby che approfitta un po’ troppo del suo ruolo di supervisore nell’industria pornografica, persino dall’arrivo di una delle figlie di Tig, in cerca di soldi con la scusa di pagare le cure cliniche all’altra sorella.

In realtà i Sons ancora non riescono a rendersi conto di come siano quasi tutti uno contro l’altro, forse troppo accecati da quella fiducia consolidata che va indietro nel tempo e che è già stata testata nel momento in cui Clay ha deciso di includere il club nel giro della droga. Si possono ancora trovare però delle ancore di salvezza in quei vecchi saggi che non si lasciano scomporre né corrompere da nulla: nonostante tutto, Piney riesce ancora a comportarsi da padre, mentre Unser sembra non patteggiare per nessuna fazione che non sia quella dedita esclusivamente al bene di Charming. La palma d’oro però va a Gemma, che non è mai stata così mediatrice quanto lo è quest’anno.

Mi concedo una parentesi: la serie va in onda su un canale via cavo con la fama di trasmettere roba maschia; eppure raramente ho visto uno spirito femminista così graffiante. Gemma – così come Tara, e un po’ anche Maureen – sono quel genere di donne alle quali viene così naturale mettersi contro lo stereotipo di old lady debole e piagnucolante che si limita semplicemente a soddisfare fisicamente il compagno. È una gioia per occhi e cuore vedere la cara Gemma muoversi con tanta grazia in mezzo a tanti ruoli (protettrice del segreto di Clay, madre, confidente, figura autoritaria contro gli elementi esterni), così come è una gioia vedere anche Tara continuare a evidenziare e soprattutto comprendere la sua posizione.

In tutto questo, i bugiardi di cui accennato sopra si alternano nel commettere azioni finalizzate al proprio tornaconto. Primeggiano Clay e Juice: il primo abbandona ogni stralcio di umanità e continua a convincermi che nel tentativo di salvare la pelle, un giorno non guarderà più in faccia neanche il figliastro (in realtà non lo fa già adesso, considerando che raccomanda a Romero di cercare di zittire una certa dottoressa…); il secondo viene beccato subito, ma viene salvato prontamente dal caso (forse l’unica faciloneria dell’episodio, ma il climax talmente ben costruito fa il suo sporchissimo lavoro e quindi lasciamo passare).

Quando nell’introduzione parlavo di torture cinesi, mi riferivo allo scoppio ritardato della bomba della stagione. L’anno scorso molti di noi hanno letteralmente sofferto il continuo rimandare la partenza per l’Irlanda – un dettaglio che ha pesato non poco nell’economia della stagione, a mio parere – ma quest’anno io stesso guardo ogni nuovo episodio terrorizzato e curioso di scoprire chi verrà ‘liberato’ per primo. Clay? Juice? Oppure le forze dell’ordine smetteranno di scrutare dall’alto per scendere direttamente in campo? Il ritmo di questi episodi finora trasmessi non è proprio quello che definiremmo forsennato, ma funzionano tutti a dovere grazie al già collaudato schema stagionale sutteriano che prevede l’inclusione, più di una volta, di questo genere di episodi dal ritmo lento ma con numerosi avvenimenti dentro. Oltretutto ci vengono presentate altre due potenziali bombe: la possibilità del ritorno di Dawn, la figlia di Tig, e la quasi certa vendetta di Ima, la pornostar che Opie si porta a letto, in seguito al violento ultimatum di Jax.

Per favore, ancora.

++

NOTE (molto random)

  • It’s Margeaux now, with an X. La figlia di Tig è interpretata da Rachel Miner, meglio nota ai fan di Supernatural come la seconda reincarnazione del demone Meg.
  • Montaggi Musicali 101, docente del corso: Kurt Sutter. Le ultime scene dell’episodio vengono accompagnate dalla bellissima Family di un certo Noah Gundersen (le cui corde vocali sono spaventosamente parenti di quelle di Damien Rice). Chapeaux.
  • Guardate il quadro vagamente antirazzista nell’ufficio di Roosevelt. Voglio leggerci un po’ d’ironia, visto il materiale con cui sta ricattando Juice.
  • Questa è una di quelle serie in cui fatico veramente a trovare uno screencap in linea con l’episodio e, soprattutto, col mio gusto. Per farmi perdonare quell’orrore che vedete in alto eccone un altro scartato e una faccetta di Gemma.
  • I metodi dei Sons nel fare…bhè, qualsiasi cosa, mi stupiscono sempre: roulette russa, caged match, ma poi .. questo. Ecco, qui ho riso parecchio.
  • La battuta migliore dell’episodio va, ovviamente, a: - My kid just showed up. / – Which one? / – The crazy one. / – Which one?

Giulio

Brutto, cattivo e antipatico. Sì, un criticone.
Conflitti interiori e menti disturbate sono di casa.

More Posts - Website - Twitter

Commenti
28 commenti a “Sons of Anarchy – 4×06 – With an X”
  1. Luca scrive:

    Lo scambio d’idee tra Juice e Chibs certifica che no: chi ha la pelle scura non può entrare in un club “bianco”. L’episodio (il migliore secondo me della stagione dopo Booster) continua a gettare benzina sul fuoco ma ci regala 2 certezze, Piney è l’ultimo Samcro rimasto e Chibs qualcosa ha sgamato. Aperte le scommesse sul caso Tara: sopravviverà?

  2. ElePatty scrive:

    Ciao Giulio,ero in trepida attesa della recensione per cercare conferme.Io non sono stata altrettanto clemente, forse perchè odio le ” facilonerie ” come tu le definisci..e ne ho trovate veramente tante. Liquidata per direttissima la questione di Draw,arrivata misteriosamente chiedendo soldi, e quel bamboccione di Tig dopo anni e anni di esperienza nelle trattative non ha ancora capito quando una adolescente gli sta mentendo palesemente.Un riempitivo che dovrebbe riportare in auge il personaggio di Tig che ultimamente è stato un po’ trascurato…e ha strappato del buonismo gratuito. Altra inutilità degna di nota..episodio Opie/Lyla, love story chiusa per ora in fretta e furia con 2 frasi sul tetto tra cui un aborto non detto a fronte di un Opie che fino a 5 min prima dichiarava di non volere figli (a proposito..ma dove sono finiti ?? Grande Piney nell’episodio del cazzotto al figlioccio). Detto questo ho provato tanta amarezza per Clay. Per quel gesto verso Tara, l’ho trovato forzato e da vero infame. Speravo che un po’ di umanità fosse rimasta. Anche perchè per il momento Tara non è stata ancora una vera e propria minaccia. E sapendo che Jax vuole uscire dal Club forse gli conveniva starsene buono e zitto con gli scheletri sotto l’armadio. Juice che ammazza un fratello..improbabile. Ma forse è proprio da qui che si vede che il Club sta franando. Anch’io spero molto nei ” vecchi” (Piney,Unser)per salvare il salvabile . Concordo con le figure femminili, ci vogliono donne con palle quadrate per stare insieme ad un branco di casinisti come i SAMCRO.

  3. grillovoce scrive:

    @ ElePatty:
    Tig Capisce perfettamente che la figlia gli mente, ma vuol dargli i soldi lo stesso, perchè così “tornerà per chiederne altri”, sa che è l’unico modo per rivederla. filler forse, ma in una serie costruita sul rapporto “genitori- figli” tutto sommato non stona.

    Sul caso che porta Miles e Juice concordo anch’io con Giulio: la costruzione e il crescendo lo rendono tutto sommato trascurabile. Juice che ammazza un fratello? beh, era una situazione da: o tu, o io. Non mi pare così strano che lo faccia fuori.

    HAi ragione Giulio, questa stagione è una piacevole tortura. Ad ogni episodio pensiamo che non possa andare peggio di così, ed eccoci prontamente smentiti. Tutto fa pensare che non abbiamo ancora toccato il fondo: fino a qui mi chiedevo in che modo Sutter risolleverà e risolverebbe la situazione. Inizio a pensare che invece questa sarà l’impostazione di tutta la stagione.
    Tara continuo a pensare che sparirà, ma nel senso che se ne andrà, almeno per un periodo: tutti gli indizi continuano a farmi pensare soprattutto a questo. Anche se non è da escludere un crescendo drammatico in cui Unser cercherà di salvarla, ma non ce la farà… E se fosse Clay, invece, a lasciarci le penne? con KS nulla si può escludere. E questa è una grossa differenza rispetto alla scorsa stagione. l’andazzo in irlanda era abbastanza prevedibile, e il finale scontato (tutto sommato nel percorso di 7 stagioni era una stagione “Filler”, funzionale a farcivedere alcuni retroscena nella mitologia di SAMCRO). Questa mi pare una scheggia impazzita. Che bello.

  4. ElePatty scrive:

    @ grillovoce:

    ..se Clay ci lasciasse le penne non sarebbe male… ^ è un personaggio che secondo me ha ancora poco da dare ! Sulla perspicacia di Tig non ci conterei molto..ad ogni modo.. non volevo stroncare completamente la puntata. Ma la dottoressa morta..quella proprio non ci sta ! Patty

  5. Rex Lozuresky scrive:

    Sì, uno degli episodi migliori della stagione, ma arrivati a questo punto mi aspettavo qualcosa di più sinceramente. Spero che Sutter stia preparando i botti per il ciclo finale. Comunque è bello notare che dopo la scorsa stagione, in cui i personaggi secondari erano stati quasi tutti abbandonati, ora si concentrino anche su quelli, anche se preferirei un altro diversivo alla figlia pazza di Tig che vuole i soldi. Poi Sutter è solito far riaffiorare queste storyline secondarie più avanti, ma questa non vedo proprio come potrebbe.

    La vicenda di Juice fa acqua un po’ da tutte le parti, non vedo come sia difficile per gli altri pensare che come Miles poteva cercare di ammazzare Juice e addossargli la colpa del furto dell’eroina, allo stesso modo può tranquillamente farlo anche il secondo. “La mia parola contro la tua” perde un po’ di valore quando uno dei due interlocutori non c’ha più la faccia.

  6. Luca scrive:

    @ Rex Lozuresky:
    Chibs ha capito che Juice trama qualcosa, credo proprio che sarà lui ad arrivare alla verità. In generale concordo con te, tutto il caso Juice (etnia a parte) è un po’ forzato, quasi fosse studiato solo per sottolineare un personaggio fino a qui di contorno. A vedere bene è anche un po’ ripetitivo, dopo i quasi accordi con la Stahl di Opie e Chibs sa un po’ di già vsto.

  7. Luca scrive:

    @ ElePatty:
    Se ci fai caso Clay rientra alla clubhouse a testa bassa, il primo a sapere di essere un infame è proprio lui…ma nella sua testa commissionare l’omicidio di Tara è la scelta migliore, perchè così le lettere restano sepolte, Jax rinuncia ad andarsene e Clay può lasciargli il comando e tenersi buona Gemma. A quel punto l’unico problema resterebbe il vecchio Piney.

  8. ILAria scrive:

    AGLI AMMINISTRATORI DI SERIALMENTE: il vostro sito viene segnalato come malevolo dall’antivirus di MaCFee.

    Per favore vedete cosa dovete fare per aggiustare la cosa. Grazie

  9. Rei scrive:

    @ ILAria: Abbiamo rimosso i malware. Il sito è sicuro. Ora se ne deve accorgere solo google.

  10. grillovoce scrive:

    @ Rex Lozuresky:
    Miles è appena entrato nel club, Juice c’è da molto più tempo e ha (aveva) un ruolo fondamentale, essendo lo “smanettone” del club. Mi pare normale che la fiducia vada di più a lui. Lo si capisce anche dalle battute pre e post sparatoria: su Juice non ci sono mai stati dubbi perchè è “uno di loro”, Miles seppur votato ancora no. La battuta post, infatti, è clay o jax, non mi ricordo, che rinfacciano agli altri che anche loro avevano votato per l’ingresso di Juice.
    @ Luca:
    Il “caso juice” NASCE dalla questione dell’etnia. In un club piuttosto distratto dalle magagne che ognuno deve nascondere, ha gioco facile il poliziotto di turno nel cercare di fegarli.
    Variante sul tema, vero, ci può stare. Ma con due grandi differenze. La prima,fondamentale: Sthal cattiva, SoA buoni. Sbirri cattivi, motociclisti buoni. Ecco, questa equazione non funziona più: e visto che è l’architrave di questa stagione, non si può prescinderne nell’analizzare le singole situazioni.
    La seconda: Lincoln e Roosvelt hanno decisamente cambiato modo di approcciarsi al club. Mentre la Sthal picchiava come un martello, loro fanno le zanzarine in attesa di assestare il colpo finale. di cui potrebbe non esserci nemmeno bisogno, visto che il club, e loro certo lo fiutano, si sta distruggendo da solo.

  11. ElePatty scrive:

    @ Luca:
    il vecchio Piney..si alcolizza dalla mattina alla sera…ma alla fine li seppellirà tutti !!! Ps Non so se poi sia giusto cogliere una analogia con la morte accidentale di Dana…probabilmente vorrà evitare di rivivere un momento terribile. Tifo per lui e per il suo boccaglio per l’ossigeno!

  12. Rex Lozuresky scrive:

    Sì be’ hai ragione grillovoce, ma è comunque labile come cosa secondo me.

  13. Luca scrive:

    @ grillovoce:
    Concordo e ripeto: è la dinamica un po’ ripetitiva che non mi convince, ma partendo dall’etnia e dovendola prima o poi spiegare, (e dovranno spiegarla attraverso un confronto), ci può stare. Lincoln ha metodi diversi dalla Stahl, ma è ormai chiaro che possiede il doppio degli scheletri nell’armadio rispetto alla defunta collega.

  14. Luca scrive:

    @ ElePatty:
    <> – <> e giù di superalcolico…come fai a non tifare per uno così, che non pago molla un cartone da ko al suo pargolo? L’ho sempre adorato come personaggio, anche se mi tengo stretto Chibs!

  15. Giulio scrive:

    grillovoce ha scritto:

    Sul caso che porta Miles e Juice concordo anch’io con Giulio: la costruzione e il crescendo lo rendono tutto sommato trascurabile. Juice che ammazza un fratello? beh, era una situazione da: o tu, o io. Non mi pare così strano che lo faccia fuori.

    In realtà a mente fredda (giorni dopo la visione dell’episodio) la commenterei come una trovata fin troppo prevedibile ma, come spero di aver spiegato nel pezzo, calata nell’episodio la scena rende davvero :)

  16. DaphneMoon scrive:

    a me l’episodio è piaciuto molto, l’unica cosa che ho mal sopportato è stata la faccenda di Lyla e Opie, complice anche il fatto che l’attrice che fa Lyla la trovo terribile. Cioé, ma chi se ne frega di pillole, aborti etc? Ima invece promette bene, già la vedo a combinare qualche casino in futuro. Prevedibile che Clay volesse ammazzare Tara, e la cosa mi piace. Questa è una stagione nerissima, spero che “peggiori” sempre di più.

  17. featherhead scrive:

    Eh, su Gemma come figura femminista avrei qualche osservazione da fare… in un certo senso, è “femminista” quanto lo è Joan Holloway in Mad Men: entrambe sono donne forti e ci piacciono tanto quando le vediamo regnare come HBICs sulle old lady o sulle segretarie, ma sono anche donne che sembrano perfettamente inserite in un contesto profondamente maschilista, che finisce coll’essere oppressivo anche per loro (un paio di episodi fa, la regina di SAMCRO è stata presa per il collo e “rimessa al suo posto” da Clay, che le ricorda che lui è l’unico che decide come gestire i suoi affari). Il tuo uomo ti tradisce? Blame the other woman, e quindi è proprio Gemma che, non avendo uno skateboard sotto mano, richiede velatamente a Jax che l’infedeltà sua e di Opie sia ripagata con la violenza su un’altra donna.

    Intendiamoci, non dubito che in un club di motociclisti fuorilegge ci sia una forte dose di misoginia anche nella realtà, ma mi sembra che nel rappresentare questo aspetto del Club Sutter stia cercando di fare quello che gli inglesi chiamano “have his cake and eat it too”. La misoginia e la violenza del principino di Charming non ci viene mostrata con Tara, personaggio che conosciamo e di cui ci importa, ma con Ima, che è un personaggio minore e pure antipatico. Quello che non cambia è che Jax e Opie sarebbero responsabili quanto lei, e l’unico che sembra riconoscerlo è Piney.

    “I’m gonna hurt you then kill you, doctor bitch” …non vi sembra il tipo di lettera minatoria che mettere insieme un ragazzino delle medie cercando di immaginare come parlano i criminali? Unser è adorabile!

    Per me la cosa più frustrante della faccenda delle lettere di John Teller è che nessuno pensa a DOVE Tara le ha prese… anche se lei e Piney fosssero tolti di mezzo, Maureen Ashby le ha lette comunque, potrebbe aver fatto anche lei delle fotocopie, potrebbe farle leggere a qualunque membro di SAMBEL, etc.
    Ma nè Clay, nè Gemma nè Unser sembrano averci mai pensato…

  18. DaphneMoon scrive:

    @ featherhead:
    e perché, la battuta (scherzosa, ma fino a un certo punto) di Gemma sul fatto che le bambine bisognerebbe ammazzarle da piccole? Io ho odiato Jax quando ha picchiato Ima, soprattutto quando le ha sputato addosso. Eppure quando se l’è portata a letto tanto schifo non doveva fargli. Ma si sa, quella è una pornostar, solo una fica ambulante che deve stare al suo posto, non certo la santa madre dei suoi figli. No, veramente l’ho detestato.

  19. Luca scrive:

    @ DaphneMoon:
    Lo sputo equivale a disprezzare totalmente una persona. Spuntò sul neonazista che aveva passato le anfetamine a Wendy così come alla Stahl. Aggressività e disprezzo sono le uniche armi che il principino conosce per allontanare qualcuno, è stato educato a quello. Non c’entra il lavoro di pornodiva (lo era anche Luan) bensì il rischio che Ima gli ha fatto correre, cioè riaprire vecchie ferite con Tara ora che il loro piano di fuga è bello che pronto (almeno per quanto crede Jax). Credeva di averla scampata dopo averla tradita e invece no. E’ un gesto si detestabile, ma nell’economia psicologica del personaggio ci sta: è sempre un biker, alto e biondo, ma dall’animo semplice e violento.

  20. Luca scrive:

    @ featherhead:
    Gemma è la vera protagonista della serie, senza lei SOA non avrebbe senso, anche perchè gli altri personaggi femminili (vedi l’educazione di Tara) crescono di fianco a lei. Per quanto riguarda le lettere credo avranno la stessa funzione del manoscritto di JT, non a caso sono state sepolte nello stesso garage…la vicenda è snervante e sono convinto che lo diventerà ancora di più, mi sa tanto che questa stagione si chiuderà in maniera apertissima in stile seconda per intenderci…

  21. Adebisi Lives scrive:

    Episodio fondamentale, Clay in pratica si è scavato la fossa da solo, Juice idem, sarà il primo a crepare visto che Chibs ha già capito tutto. Rimane da capire quanti danni ancora faranno questi due prima di finire cibo per vermi. In pericolo sono in tantini: questi due, Tara, Unser, Chibs, Piney e anche Chibs…

    A chi dice che si aspettava di più, ricordo che è morto Miles, non so quanti lo pronosticassero ad inizio episodio….

  22. Rex Lozuresky scrive:

    Adebisi Lives ha scritto:

    A chi dice che si aspettava di più, ricordo che è morto Miles, non so quanti lo pronosticassero ad inizio episodio….

    Ok ma io non valuto un episodio in base a quanti morti ci stanno dentro. La sua morte è stata una sorpresa certo, ma veramente gliene frega qualcosa a qualcuno? Io manco ricordavo il suo nome tanto era poco importante. Insomma, Sons Of Anarchy soffre un po’ della sindrome del non far morire i personaggi principali. Per dire, sarebbe stato più interessante e inaspettato se tra i due la faceva franca Miles ammazzando Juice, per poi vedere la reazione di tutti gli altri (sia SAMCRO che Lincoln Potter e il nuovo debuty chief). Poi ovviamente Sutter avrà altri piani per risolvere la faccenda, ma non si può valutare l’episodio in base alle previsioni di fine stagione.

    Poi con questo non voglio dire che l’episodio sia stato brutto, comunque.

  23. antarctica scrive:

    Dopo la puntata di ieri (che tu sia dannato, Sutter! p.s. Ti amo), io inaugurerei il totomorto:

    1) il mio adorato Juice
    2) il mio adorato Unser
    3) il mio adorato Piney
    4) la mia adorata Tara

    Clay? Naa, impossibile. Su Jax non so che dire, all’inizio lo stimavo, pur nelle sue contraddizioni, al momento è, paradossalmente, quello di cui mi frega meno. Non credo sia poi tanto migliore di Clay, o meglio, credo che la morale ambigua di Clay ce l’abbia nel sangue, nonostante non sia suo figlio.

  24. Stormborn scrive:

    antarctica ha scritto:

    Dopo la puntata di ieri (che tu sia dannato, Sutter! p.s. Ti amo), io inaugurerei il totomorto:
    1) il mio adorato Juice
    2) il mio adorato Unser
    3) il mio adorato Piney
    4) la mia adorata Tara

    Quoto. sigh..dobbiamo prepararci al peggio suppongo.
    Però se Sutter mi ammazza Tara giuro che vado da lui e lo butto gù da un cornicione Clay-style!

    Mi concedo una parentesi: la serie va in onda su un canale via cavo con la fama di trasmettere roba maschia; eppure raramente ho visto uno spirito femminista così graffiante. Gemma – così come Tara, e un po’ anche Maureen – sono quel genere di donne alle quali viene così naturale mettersi contro lo stereotipo di old lady debole e piagnucolante che si limita semplicemente a soddisfare fisicamente il compagno. È una gioia per occhi e cuore vedere la cara Gemma muoversi con tanta grazia in mezzo a tanti ruoli (protettrice del segreto di Clay, madre, confidente, figura autoritaria contro gli elementi esterni), così come è una gioia vedere anche Tara continuare a evidenziare e soprattutto comprendere la sua posizione.

    Amen. Kurt Sutter è davvero un maestro nel dipingere i ruoli femminili. Sono molto curiosa di vedere come svilupperà il personaggio di Lyla.

  25. Giulio scrive:

    Ragazzi, gli spoiler!

  26. ElePatty scrive:

    @ Giulio:
    Scusaci Giulio ! ci siamo fatti prendere dalla foga!!!
    Ps Imparare a commentare una puntata senza spoilerare..ardua attività !!! ;)

  27. chicodelrodeo scrive:

    kurt sutter sei un bastardo!
    e comunque, anche se nelle faq del sito avete spiegato bene che non lo sapete e non vi interessa, ritengo che questa serie NON PUO’ non passare in italia.. se qualcuno sa qualcosa lo dicaaaaaaaaaaaaaaa

    attendo rece della 7, appena vista, che mi ha veramente spezzato!

  28. Fuffaman scrive:

    penso che a nessuno importa niente di un personaggio secondario e inutile come miles

Lascia un commento

Note: non sono graditi riferimenti ad argomenti illegali, spoiler, insulti e commenti esageratamente off-topic. Il sito utilizza gli avatar di Gravatar.