Torchwood - 4x07 - Immortal Sins

Torchwood – 4×07 – Immortal Sins

Avremmo dovuto immaginarcelo! Chi poteva esserci dietro il miracolo? Chi poteva essere che ti cambia il mondo e ti rende mortale Jack? Chi mai poteva essere se non un… immigrato italiano a New York negli anni Venti?? È sempre colpa nostra, non c’è via di uscita.

Comunque… episodio al 90% flashback di Jack. Siamo negli anni Venti e un tizio chiaramente italiano (basso, baffi, pizza, mandolino) cerca di fregare l’immigrazione spacciandosi per Jack Harkness. Il quale arriva e lo fa finire in galera. Però a Jack piace, quindi gli crea documenti falsi (col suo vero nome… ANGELO COLASANTO) e i due vanno a vivere insieme (perché ovviamente Angelo è gay). Domandandosi “Perché il Dottore ha sempre una companion mentre io no?” Jack si prende Angelo come companion e per un po’ fanno i Batman e Robin insieme. Finché Jack non “muore” e Angelo viene arrestato. Scontata la sua pena trova Jack ancora vivo e sclera. Lo uccide ritenendolo il diavolo e poi l’intera comunità italiana di New York lo uccide centinaia di volte così per passare il tempo, d’altronde non esisteva ancora Facebook e non sapevano cosa fare la sera. Alla fine però Angelo pentito lo libera e Jack fugge (abbandonando Angelo). Non prima di essere misteriosamente comprato (?) da tre misteriosi figuri che sicuramente c’entrano qualcosa col misterioso miracolo. Nel presente Gwen ha rapito Jack e vuole consegnarlo ai cattivi in cambio dei suoi parenti… sta per farlo quando i due sveglioni Rex ed Esther hanno un poco probabile colpo di genio e riescono a fregare i cattivi (e a far liberare i parenti di Gwen da Andy, a Cardiff). Ma la cattivona che si è presentata all’appuntamento, il maggiore Kira Nerys di DS9, dice che non cambia niente, tanto Jack andrà comunque con lei… per incontrare Angelo.

Prima cosa: non appena Angelo ha aperto bocca ho pensato “Ma questo dove l’han preso, da Carabinieri?”. Notando comunque anche l’ottimo accento italiano (a differenza della vecchia padrona di casa… peggio di tutto Alias messo assieme!) e l’ottimo accento americano. Poi scopro che in effetti il tizio in questione è realmente italiano… e ha recitato in Un posto al sole. Seriously, apprezzo l’idea – sulla carta ottima – di scritturare un madrelingua, ma… don’t. Please, don’t.

Sorvolando su questo aspetto… un buon episodio che sarebbe stato realmente molto bello se… fosse durato una ventina di minuti in meno. Ottima l’idea del flashback (non sarebbe Torchwood senza un bel flashback di Jack), ma certe scene avevano un ritmo che nemmeno un bradipo.

Inoltre sembra di capire dal finale che Angelo ha un ruolo importante nel miracolo (cosa che si capiva già nel flashback quando in chiesa si parlava di “blessing”)… e non è un po’ troppo tardi il settimo episodio per introdurre una cosa simile (ammesso sia davvero fondamentale, magari è solo un altro passaggio poco importante che si risolve subito)? Forse (e ripeto forse sarebbe stato più interessante diluire il flashback su più puntate, fin dall’inizio?

L’episodio ha anche guadagnato parecchio per (di nuovo!) l’assenza di Oswald Danes e… per la sostanziale assenza di Rex ed Esther. Era un episodio Jack/Gwen, come ai vecchi tempi.

Molto da prima stagione il dialogo tra Jack e Gwen in macchina… i bei (?) tempi in cui tutti i membri di Torchwood si odiavano e si uccidevano tra di loro un episodio sì e uno pure. Francamente, sono contento che i due si siano riappacificati immediatamente alla fine con un semplice abbraccio. Preferisco che questa fase rimanga alle loro spalle.

Finalmente, inoltre, un episodio in cui Jack fa qualcosa… anzi, fa molto. Ma lo fa nel flashback, a riprova del fatto che al momento è la sua mortalità a frenarlo. Tanto più che nel flashback muore centinaia di volte.

Molto simpatici i riferimenti al Dottore… incluso quello al “Trickster” e alla sua allegra brigata (citato come in Turn Left, ma apparso solo nelle Sarah Jane Adventures). Inoltre finalmente compaiono degli alieni nella storia, anche se molto incidentalmente e non c’entrano nulla.

Solo tre episodi alla fine e il giudizio generale continua a rimanere molto sospeso!

“Immortal Sins” è stato scritto da Jane Espenson.
(Grazie a Morry, che con me e altri cura Doctor-Who.it, per l’aiuto!)

Laz

Front-end developer. Comic book translator. Heinleiner. Browncoat. AFOL. Geronimo!
"No power in the 'verse can stop me."

43 Comments

  1. Ma secondo me l’alieno è importante. Specialmente perché i suoi effetti si vedono col tempo ma non in seguito.. È programmabile forse. Forse grazie al sangue di jack raccolto da angelo nella scena di “ti lavo il sangue dai piedi tanto sono Maria Maddalena”..

    Rispondi

  2. A me è piaciuto Angelo! Non era facile come parte, ma non se l’è cavata male.
    Un po’ meno terribile come scrittura e la scena della macelleria era bellissima.
    Per il resto concordo su tutto.

    Rispondi

  3. A me l’idea di mettere un italiano a fare la parte dell’italiano mi e’ sembrata ottima, quando ho sentito parlare la donna della stanza volevo suicidarmi (tipo quando ho sentito in V parlare Anna in italiano, ma dico io e’ complicato trovare qualcuno che l’italiano lo parli davvero? e poi e’ solo la nostra lingua o a hollywood oltre l’inglese tutto pare strano?). Speriamo che ci sia comunque sotto un movente piu’ solido della vendetta (per essere stato abbandonato) per Angelo se davvero c’e’ lui dietro, perche’ si andrebbe nel ridicolo. Tu pugnali due volte un uomo poi lo fai legare in una macelleria e allegramente ammato centiania di volte e davvero pensi che poi ti dovrebbe perdonare? Va bene che e’ immortale ma la cosa non ha senso. Come se uno picchia selvaggiamente un amico/fidanzata/qualsiasi persona ma niente ferite mortali e poi chiede perdono perche’ tanto le ferite possono guarire, si ha molto senso! se sei pazzo!

    Penso che in realta’ comunque dietro ci siano i 3 che volevano acquistare Jack, anche perche’ per quanto sia sempre Torchwood, ma un nero che negli anni 20 puo affrontare una spesa del 33% di 10000 dollari (che a oggi sarebbero 200000 e passa) mi pare assurdo. E Angelo avrebbe comunque passato i 100 anni oggi.

    Rispondi

  4. la puntata non mi è dispiaciuta (ho trovato solo un po’ facile la risoluzione… nel senso che poteva pensarci pure Gwen a chiedere a Andy a Cardiff di andare a casa sua anche solo per capire se li tenevano in ostaggio lì o da un’altra parte.
    ho solo una perplessità, ma è più un’impressione e vorrei sapere se è condivisa: nella stagioni precedenti era chiaro che tra Gwen e Jack ci fosse un’ attrazione irrisolta. Più di una volta Gwen ha ammesso di amare Rhys ma che Jack era un’altra cosa bla bla… questo elemento tra di loro ormai è stato completamente eliminato a favore di un Jack esclusivamente omosessuale (tant’è che uno che vede la serie per la prima volta ora è portato a pensare che Jack sia solo gay) e di una Gwen mamma chioccia (ma quanto è ingrassata???). Non so, a me è una cosa che non dico mi infastidisce (non è che vorrei che i due si mettessero insieme, Torchwood non è una commedia romantica) però il legame speciale che c’era tra loro era anche questa cosa qui e mi sembra che l’abbiano tolta di forza. non so, mi lascia un po’ così. magari invece qualcuno lo preferisce.

    Rispondi

  5. io l’ho adorato, punto. Ma davvero il tipo che fa angelo è italiano? CI DOVEVA ESSERE IL TRUCCO! e io che ero tutta gasata “hanno trovato un attore che sa fare l’accento italiano quando parla inglese”.. INVECE NO. bah, starz, mi sei calata.
    Anyway, Gwen che fa l’hate speech a jack. Cosa c’è di meglio? Niente Esther, niente Rex. Che quando compaiono ne fanno una giusta, per una volta. E i salernitani sono I Cattivi. Te pareva. lol
    Ma vogliamo parlare di quella trashosissima scena quando jack è legato e pugnalato da tutta little italy? “il diavolo, il diavolo” Si meriterebbe un serialemmy come “miglior WTF”. Tenetene conto, staff di serialmente…. altro che lupi grigi e uova da leccare…
    4 stelline

    Rispondi

  6. MA scusate, ci lamentiamo quando gli attori ame4ricano parlano un finot italiano, ci lamentiamo quando prendono attori italiani (pure bravi) per fare le parti di italiani… accontentarsi, no? XD

    Qual’era il riferimento al trickster? Me lo sono perso.

    Rispondi

  7. A me Angelo non è dispiaciuto ;-) ma l’accento della padrona di casa era qualcosa di atroce…
    Finalmente in uno show sugli alieni, si vedono gli alieni. E Jack e Gwen sono giustamente protagonisti, mentre Rex-isterico e Esther-inutile dopo 6 puntate di scemenze ne imbroccano una.
    A man basse la puntata migliore fino ad ora.

    Rispondi

  8. Certo che mi lamento, perché suona finto… molto più finto di un attore americano con un accento farlocco. 8-)

    Il riferimento al Trickester è il “biscione” alieno che trovano nella cassa! :-)

    Rispondi

  9. @ Arya Laura:
    Ma mi sono ampiamente meravigliato pure io. Esther che fa una cosa giusta, e talmente improbabile che come minimo la faranno morire nel prossimo episodio giusto per equilibrare le cose.

    Rispondi

  10. Due cose al volo:
    - battuta trans-seriale: ma è possibile che gli episodi Jack-centrici tendano alla noia anche al di fuori di Lost?
    - l’indizio più interessante sul Miracle Day ce lo dà una vecchia italiana nel sotterraneo, quando al minuto 41:07 dice (ovviamente non sottotitolata): Il sangue dei risurgenti farà il miracolo!
    Keep up the great work!
    F.

    Rispondi

  11. Laz ha scritto:

    Certo che mi lamento, perché suona finto… molto più finto di un attore americano con un accento farlocco.

    ma no, non suonava finto… era esattamente come me quando parlo inglese senza contraffare :D
    io mi lamento perchè è prova dell’incapacità americana di fare gli accenti, per avere un attore che faccia un accento straniero decente… l’attore deve essere straniero. Non sono in grado di imitare
    (e poi si lamentano di NOI quando non imitiamo il LORO) (okay, potrebbe esserci un pelino di risentimento personale nell’ultima frase… xD. Nevermind)
    Faramir ha scritto:

    uando al minuto 41:07 dice (ovviamente non sottotitolata)

    ma sono io l’unica madrelingua italiana che ha PROBLEMI a capire l’italiano farlocco degli americani? bah

    Rispondi

  12. helly ha scritto:
    ma sono io l’unica madrelingua italiana che ha PROBLEMI a capire l’italiano farlocco degli americani? bah

    No questo anche io.

    Comunque circa l’attore di Angelo, il ruolo è di un italiano che viene in America. L’attore è dunque un italiano preso e messo là a parlare inglese (con un buon accento, tra l’altro). Che c’è di sbagliato?

    Rispondi

  13. Giddo ha scritto:

    Che c’è di sbagliato?

    niente… ma mi rompe che gli unici tizi che parlino italiano vero nelle produzioni americane siano italiani (veri). come a dire che gli americani un accento straniero non lo sanno fare manco morti

    Rispondi

  14. Finto, fintissimo, come sentire, appunto, una puntata di Carabinieri (dove di certo la recitazione non ha nulla di reale). Nemmeno dico sia colpa sua, poraccio, sicuramente crescendo e lavorando in ambito italiano, è inevitabile suonare finti. Comunque il suo accento americano era davvero ottimo, per quello sicuramente complimenti.

    Rispondi

  15. No, l’attore che interpretava Angelo ha fatto un buon lavoro e il suo personaggio era piuttosto interessante. Poi che per principio o quello che volete, sta sulle balle , è un altro discorso. Cioè una buona volta che un attore italiano fa un discreto lavoro in ruolo decente, ci si lamenta ancora! Pensate alla Canalis e vi sentite meglio.

    Per il resto non ho nulla da aggiungere: Finalmente Jack, alleluja

    Rispondi

  16. un discreto lavoro in un ruolo decente… in america*

    Rispondi

  17. Laz ha scritto:

    Comunque il suo accento americano era davvero ottimo, per quello sicuramente complimenti.

    ma dove ce l’aveva l’accento americano? no, sul serio…. parlava inglese con accento italiano tutto il tempo!

    Serenity ha scritto:

    Finalmente Jack, alleluja

    vero!

    Rispondi

  18. Considerando che l’attore proviene da Un Posto Al Sole è una bella dimostrazione recitativa..

    Rispondi

  19. Come ho già scritto altrove (forum), ma sembra incredibile solo a me che Jack vada a beccare un gay nell’immenso calderone degli immigrati di Ellis Island 1927? Forse ha quello che in varie produzioni per ragazze viene definito il “gay radar”, o è solo una botta di …?
    Comunque, il Triangolo Parlante mi sembra ora spiegabile come Dio, il sangue e Mammasantissima…. mah, francamente la mafia italiana mi mancava in una serie come questa, va a riprendere il discorso sul primo ministro italiano citato in episodi precedenti?
    PS: hanno citato il Doc!!! Sublime momento per tutti noi!!!!!

    Rispondi

  20. Caterina ha scritto:

    va a riprendere il discorso sul primo ministro italiano citato in episodi precedenti?

    DOVE? me lo sono perso mi sa… xD

    Rispondi

  21. Pixie_blue_eyes 25 agosto 2011 at 22:41

    A me sembra piuttosto logico che per il ruolo di un italiano si sia scritturato un attore italiano, che io anzi ho trovato piuttosto bravo! La cosa che invece secondo me non ci sta tanto è proprio il fatto che Angelo parli inglese così bene e quasi senza accento… piuttosto improbabile che un tizio che nel 1927 veniva da un piccolo paesino della Costiera Amalfitana avesse la possibilità di imparare a parlare inglese così bene… poi vabbè abbiamo visto (e soprattutto sentito) di peggio!!!
    Nonostante questa sia stata sicuramente la miglior puntata finora non sono mancate incoerenze varie… mi è sembrato assurdo che Angelo sia stato così pronto ed entusiasta a credere a tutte le novità sugli alieni ecc. senza scomporsi un’attimo e poi reagisce in quel modo al fatto che Jack non possa morire! Ok ci sta pure che in un momento di shock lo abbia pugnalato a morte, ma perchè consegnarlo poi al macellaio e a tutti gli altri?
    Sì è sicuramente la puntata che più si è avvicinata alla vecchia serie, però nello stesso tempo secondo me, come tono generale dell’episodio se ne discostava anche parecchio con tutto quell’insistere sulla simbologia cristiana ( i discorsi sul cristianesimo, il sangue di Jack, la scena di Angelo che gli pulisce i piedi…), sorvoliamo poi sull’ennesima rappresentazione di Little Italy con tanto di schitarrata in sottofondo…
    Non penso che dietro al Miracolo ci sia Angelo, credo piuttosto i tre loschi figuri, bisogna però vedere come sono collegati tra di loro! Che poi un’altra assurdità: c’era bisogno di rapire la famiglia di Gwen per arrivare a Jack se poi alla fine basta semplicemente dirgli che dietro al tutto c’è Angelo per farlo andare spontaneamente?Boh…

    Rispondi

  22. Ho scoperto che era italiano dopo essermi fatto un’idea su di lui… quindi difficile ci siano principi di mezzo. E chi ha mai detto niente di negativo sul suo personaggio? Concordo che è abbastanza interessante.

    E il suo accento era molto buono. Era italiano, certo, ma trovatemelo un italiano che parli così. (Il che in effetti… è poco realistico, è vero! Ma amen, apprezzo lo stesso.)

    Rispondi

  23. MA l’avete notato anche voi vero?????
    I tre tizi hanno fatto un triangolo con la mano e “casualmente” il misterioso tizio che parla al telefono ha l’immaginetta di un triangolo u.u streano vero?

    Rispondi

  24. Premessa1: questa serie è orrenda. Perchè la guardo? Forse per quel gusto macabro di sapere come va finire, ma non è che mi sbatto più di tanto per trovare i vari episodi.

    Premessa2: Io odio Gwen, per cui il mio giudizio è inficiato da questo.

    Partiamo dalla scena isterica di Gwen. Capisco che vuole salvare la sua famiglia, capisco che si sente con le spalle al muro, ma le s*******e che dice e che fa sono veramente allucinanti. Perchè ovviamente tutto quello che succede nell’universo, passato-presente-futuro, è colpa di Jack e allora Jack deve per forza soffrire. Se Gwen avesse chiesto aiuto a Jack o agli altri (Rex, Andy…) non glielo avrebbero negato; invece no parte per la tangente, Jack avrebbe dovuto prenderla a calci e buttarla in un burrone, altro che “heart of Torchwood”.

    Andiamo al flashback. Primo “buco” nella sceneggiatura, questo è probabilmente solo una svista in fase di montaggio ma… Siamo nel 1927-28 perchè si vede l’Empire State Building, che non era ancora stato costruito?

    Secondo “plothole”, alquanto fastidioso per me. Jack dice ad Angelo che lui è “a fixed point in time”. Il Jack di quel tempo ancora non sa questa cosa perchè non ha ancora re-incontrato il Dottore; inoltre come fa Jack ad indossare un cappotto della 2° guerra mondiale e ad usare una pistola della 2° GM quando siamo ancora negli anni 20? Ricordiamoci che Jack non può viaggiare nel tempo, il suo Vortice Manipolatore non funziona ( e quando funziona poi il Dottore glielo disabilita) e questo non può essere un Jack “del futuro”.

    Passiamo alla scena della macelleria. Dopo il pedofilo, dopo la rivisitazione dell’Olocausto, ci mancava proprio la solita invettiva contro la religione, questa volta coadiuvata dal solito stereotipo sull’italico popolo. Ammettiamo che noi italiani siamo superstiziosi, ma negli anni ’20, anche quelli che arrivavano da zone rurali e non avanzate e anche gli emigranti, non credo proprio che si sarebbero comportati in quel modo; probabilmente avrebbero chiamato un prete e/o un esorcista.
    Non è la prima volta che Jack viene trattato Gesù Cristo e dopo un po’ la cosa diventa fastidiosa.
    Così com’è fastidioso che ogni volta il passato di Jack ritorni a causare disastri. E’ già la terza volta, gli sceneggiatori non potevano inventarsi qualcosa di nuovo e originale?

    Altro grosso problema. Il Dottore aveva detto che Jack è un punto fisso nel tempo perchè il Vortice del Tempo scorre dentro di lui e attorno a lui. Jack è un’anomalia, l’anomalia si resetta quando Jack muore, ma poi Il “punto fisso ritorna”; l’immortalità di Jack non è di tipo biologico, non ha a che fare con il suo sangue o il suo DNA (altrimenti Jack avrebbe passato la sua immortalità almeno a sua figlia e probabilmente a suo nipote), quindi perchè conservare il sangue di Jack?

    Sapendo già cosa capita nell’ottavo e nel nono episodio, il mio giudizio già negativo non fa che peggiorare. :(

    Rispondi

  25. Io mi pongo un’altro problema:
    Nella prima puntata della prima stagione, a fine episodio Jack rivela a Gwen di essere immortale (gli altri della squadra non lo sanno ancora), e di aspettare un “Dottore” per aiutarlo. In pratica Jack vuole tornare normale, e’ stufo di veder morire le persone vicino a lui e morire e resuscitare (e non dimentichiamoci le varie torture che ha subito : sepolto vivo, fatto a pezzi, ucciso piu’ volte dai Dalek,……).
    Quindi questa condizione mortale dovrebbe essere una benedizione per lui, la pace che da tanto cerca e invece vuole tornare ad essere immortale? Ma questoa va contro il suo personaggio, oppure ora che puo’ morire non fa piu’ lo spavaldo e cerca di restare in vita a tutti i costi.

    Rispondi

  26. @ helly:
    se ben ricordo è in “The Middle Men”, quando Jack parla al ristorante con il dirigente PhiCorp, che gli cita qualcosa a proposito di un fantomatico “documento del governo italiano”, ma è meglio andare a rivedere la scena per esserne proprio sicuri…

    Rispondi

  27. Gab… Se dici che questa serie (non stagione, SERIE e se intendi stagione allora sarebbe meglio che dicessi appunto “stagione”) è orrenda, o ne hai viste ben poche o proprio non lo so! Serie “orrende” sono ben altre, e su questo non ci sono dubbi. Sicuramente non è un capolavoro, sicuramente ha avuto più volte scivoloni non da niente, ma già solo per il fatto che abbia partorito una stagione come Children Of Earth, una delle cose più belle che io abbia mai visto, non può automaticamente essere orrenda. Protagonisti carismatici come Jack Harkness ma dove azzzo li trovi? Si, ce ne sono, per carità, ma non abbastanza. Poi con la vastissima mitologia che ha, di “errori”- se sono errori- come il citato Empire State, non me ne può fregare un accidenti di niente!

    Rispondi

  28. @ Serenity:
    Per noi italiani “serie” può significare sia la singola “stagione” che la totalità dell’opera, gli inglesi la chiamano “series”, gli americani la chiamano “seasons”, scegli quello che vuoi. Io nel particolare sto parlando di Miracle Day, e lo ripeto MD è una serie (all’inglese) orrenda. La storia è stupida (e non è certamente originale), scritta male, diretta peggio e a volte anche la recitazione ha lasciato a desiderare. E’ una storia che si poteva raccontare (se proprio si doveva raccontare) in 3 o 4 episodi al massimo.

    Naturalmente ci sono molte altri shows orrendi, alcuni anche peggiori di MD, ma questa non è una scusa, generalmente quando si crea uno show si cerca di tendere al meglio e non al peggio.

    Quando dici: “ma già solo per il fatto che abbia partorito una stagione come Children Of Earth, una delle cose più belle che io abbia mai visto, non può automaticamente essere orrenda.” ti stai riferendo a TW nella sua interezza vero?

    Certo, Jack Harkness è un personaggio carismatico ed è uno dei miei preferiti in assoluto, per questo mi girano parecchio le scatole vederlo ridotto ad un ruolo di comprimario. In MD Jack è quello che paga i conti, il “comic relief”, la prostituta a poco prezzo che va nei bar a rimorchiare, oppure è quello che viene usato per il “torture porn”, perchè naturalmente chi non vorrebbe torturare e uccidere un po’ di volte Jack in ogni episodio?
    Il fatto che si sia dovuto aspettare 7 episodi per vedere Jack per più di 2 minuti e oltrutto in un flashback, non è affatto un buon viatico.

    L’”errore” dell’ESB è una “schiocchezza storica” ma dà segno di poca cura nella presentazione del prodotto; comunque i problemi grossi di questa serie sono ben altri, io ne ho solo elencati un paio nel mio post, ma la lista è lunga.

    Rispondi

  29. Gab ha scritto:

    come fa Jack ad indossare un cappotto della 2° guerra mondiale e ad usare una pistola della 2° GM quando siamo ancora negli anni 20? Ricordiamoci che Jack non può viaggiare nel tempo, il suo Vortice Manipolatore non funziona ( e quando funziona poi il Dottore glielo disabilita) e questo non può essere un Jack “del futuro”.

    Jack negli anni quaranta c’era già stato in ”The Empty Child”, è là che ha conosciuto il Dottore e Rose.

    Rispondi

  30. La mia prospettiva riguardo alla scelta dell’attore italiano e della parlata è leggermente differente. Forse più banale.
    La colpa è nostra, di noi italiani che continuamo a doppiare i telefilm a differenza di altri paesi che invece usano i sottotitoli. Perchè dannarsi per trovare un attore bilingue quando basta che “sembri” italiano all’orecchio americano. Tanto poi il risultato sarà una voce doppiata in italiano perfetto quando i nostri connazionali lo vedranno e forse al contrario una donna che parla un inglese mistro italiano nella presentazione della camera. Con lo spagnolo questo non accade e secondo me neanche con il Russo.
    Chiusa la parentesi della lingua e venendo alla puntata invece direi che finalmente qualcosa s’è mosso. La serie continua a non piacermi quanto le precedenti, continuo a non capire il senso di molte azioni e di alcuni personaggi , alcuni di loro nella loro assenza determinano il successo di una puntata ( come Oswald Danes). Questa puntata però mi ha lasciato la voglia di vedere la prossima per sapere come possa Angelo avere ormai 100 anni ..)

    Rispondi

  31. @ Torchina:
    Jack negli anni quaranta c’è stato quando era ancora mortale, poi è partito con il Dottore e Rose. Dopo la battaglia con i Dalek su Satellite 5, il Dottore ha abbandonato Jack da solo, non credo proprio che gli abbia lasciato le valigie con i vestiti ;P.
    Jack è dovuto tornare sulla Terra, ma così facendo il suo Vortice Manipolatore si è rotto e così è stato costretto a viversi tutto il 20° secolo aspettando di incotrare di nuovo il Dottore al momento giusto. Il Jack del 1927 non poteva ancora avere quei vestiti e quelle armi.

    Rispondi

  32. Se non ricordo male, su Satellite 5 Jack veniva spogliato dalle infermiere Dalek, quindi potrebbe essere che il cappotto (che gia’ aveva fin dalla sua prima apparizione), sia rimasto li’.

    Rispondi

  33. @ Ricky:
    Jack viene spogliato dei suoi vestiti, pantaloni di pelle nera, t-shirt bianca e gilet; ma non aveva il cappotto e non era vestito in stile militare della 2° guerra mondiale. Anche perchè quando Jack viaggia con il Dottore e Rose è vestito in abiti civili e moderni.

    Rispondi

  34. recensione davvero ridicola, che tratta in modo indecente un prodotto che può piacere o non piacere ma va affrontato con un minimo di professionalità. Laz vuoi fare il simpatico ma ti mancano gli strumenti base e toppi dall’ inizio dimostrando quanto sei provinciale nel dare addosso ad un ottimo attore che ha recitate bene in una parte non facile ma ha la disgrazia di essere italiano e non sia mai. Ha lavorato in un posto al sole embè? Se uno fa l’ attore si tratta di portare a casa la pagnotta specialmente se non ti conosce nessuno, come questo possa inficiare a prescindere il giudizio su di un attore è chiaro solo nella testa confusa del recensore. Le scende dei flashback sono girate benissimo, hanno ritmo ma forse il recensore si sente a disagio con scene di sesso non straight, che c’ hai l’ omesessualità latente repressa? La scena con Harkness appeso e la gente che lo uccide a ripetizione è micidiale, disturbante al punto giusto e perfettamente coerente a livello culturale con l’ ambientazione, cosi come citare in termini deleteri il fatto che ci sia la mafia, quando l’ ambientazione è new york durante il proibizionismo, è ridicolo in quanto è invece assolutamente pertinente. Buttarla in caciara scrivendo idiozie come quella di facebook è accettabile per un commento ( vedo che su serialmente le persone che guardano una serie che odiano sono mediamente sempre in maggioranza rispetto a chi le guarda per piacere) non per una recensione anche perchè onestamente non sei Tony Palomba e manco il compianto Panzer Gamera e non fai ridere, ma manco per nulla.
    Infine nota a margine per i fanboy di doctor Who che mi hanno triturato gli zebedei ma sul serio: CoE è un gran lavoro ma onestamente e con tutta la buona predisposizione verso la fantascienza più camp e i prodotti low budget molto trash anni 80 continuare a battere sul fatto che le due serie di TW (si, quelle con la donna bionica che fa a cazzotti con uno pterodattilo ed una produzione degna, quella si, di un posto al sole) siano questo capolavoro è delirante. Miracle day è recitato meglio, girato meglio, ha una fotografia mille volte superiore un casting che non è manco parente, scende d’ azione dignitosissime ed onestamente la prima serie di torchwood contiene episodi che sono tra le cose più ridicole mai comparse in televisione.

    Rispondi

  35. Caterina ha scritto:

    Come ho già scritto altrove (forum), ma sembra incredibile solo a me che Jack vada a beccare un gay nell’immenso calderone degli immigrati di Ellis Island 1927? Forse ha quello che in varie produzioni per ragazze viene definito il “gay radar”, o è solo una botta di …?
    Comunque, il Triangolo Parlante mi sembra ora spiegabile come Dio, il sangue e Mammasantissima…. mah, francamente la mafia italiana mi mancava in una serie come questa, va a riprendere il discorso sul primo ministro italiano citato in episodi precedenti?
    PS: hanno citato il Doc!!! Sublime momento per tutti noi!!!!!

    tipico commento innocuo che grondo omofobia a manetta e no, non sono gay. Pensare che l’ omosessualità sia una cosa “moderna” che i gay abbiano il “gay radar” (che due si piacciano e questa cosa venga percepita vicendevolmente a prescindere dal sesso dei coinvolti no eh?) e via di stereotipi tutti mediamente offensivi, lungi dal dire una qualsiasi cosa su questo episodio dimostra solo che livello di arretratezza culturale esiste in italia.

    Ps e sti cazzi non ce lo metti? Grazie al cielo esiste un mondo di spettatori li fuori che amano la fantascienza e non guardano quella boiata per ragazzini che per te (non noi) e qualche fanboy è il sacro graal.

    Rispondi

  36. Bill Furgone, almeno la metà di ciò che hai detto non l’ho capita, altri 2/3 hanno poco senso e il resto… boh, opinioni tue personali.
    Ah no, sono d’accordo comunque su Daniele Favilli aka Angelo Colasanto. Appena avevo saputo che era stato in “un posto al sole” ho avuto un po’ la faccia del “porcatroia”, ma per un minuto, giusto l’impatto. L’ho trovato talmente buono che non mi importa se ha partecipato e partecipa a queste fiction italiane, tutt’al più che appunto qui non è che ci siano moltissime altre opportunita. Bravo Daniele.

    Rispondi

  37. Gab ha scritto:

    @ Ricky:
    Jack viene spogliato dei suoi vestiti, pantaloni di pelle nera, t-shirt bianca e gilet; ma non aveva il cappotto e non era vestito in stile militare della 2° guerra mondiale. Anche perchè quando Jack viaggia con il Dottore e Rose è vestito in abiti civili e moderni.

    Quand’è risorto per la prima volta su Satellite 5, Jack era nel futuro. Si vede che prima di ritornare nel passato, ha fatto un salto in un museo, e s’è rivestito in stile anni ’40 ;)

    Rispondi

  38. @Bill Furgone sono un fan sfegatato di Doctor Who e in misura appena minore di Torchwood, ma non credo che le prime due stagioni siano dei capolavori assoluti (CoE si), in effetti la prima poi è decisamente la più debole (quindi è andato in crescendo il che non mi sembra male), ma non condivido affatto che MD sia meglio recitato, gli attori di Torchwood mede in GB sapevano recitare tutti, e i personaggi erano a loro modo tutti interessanti, in MD tra gli americani gli unici che brillano sono proprio Danes e forse la Kitzinger, i due membri aggiunti di Torchwood sono invece irritanti come personaggi e mal recitati e considerato che sono quelli che hanno più screen time non mi sembra poco.

    Rispondi

  39. Pixie_blue_eyes ha scritto:

    La cosa che invece secondo me non ci sta tanto è proprio il fatto che Angelo parli inglese così bene e quasi senza accento… piuttosto improbabile che un tizio che nel 1927 veniva da un piccolo paesino della Costiera Amalfitana avesse la possibilità di imparare a parlare inglese così bene.

    Io invece non mi capacitavo del fatto che uno proveniente dalla Costiera Amalfitana non abbia mai visto dei fuochi d’artificio!
    Comunque, ho trovato le parti anni ’20 noiosette ed ho mandato avanti molte scene, urlando “Ma Jack non è gay, porcavacca!” Potevano durare molto meno, soprattutto tagliando le inutili scene di sesso. Ammetto però di essere strana io, perchè secondo me, nel 90% dei casi, le scene di sesso sono solo un inutile rallentamento della trama e mi annoiano quasi sempre se si dilungano troppo!
    Ho invece apprezzato tutta la parte Gwen e Jack in macchina.
    Il fatto che negli ultimi due episodi sia sparito l’insopportabile Oswald Danes da un lato mi fa piacere, ma dall’altro mi fa pensare che tutto lo spazio dedicato a lui in precedenza non abbia portato a nulla dato che ora è stato dimenticato.

    Rispondi

  40. Pixie_blue_eyes 2 settembre 2011 at 10:45

    @Bella Donna: Non credo che negli anni venti i fuochi d’artificio fossero così diffusi! Al massimo x la festa del santo patrono di paesi ricchi come Positano ed Amalfi…che poi non so fino a che punto lo fossero visto che il turismo lì si è sviluppato dopo la guerra! Angelo dice chiaramente di venire da un paesino piccolino a picco sul mare, per cui all’epoca era abitato in maggioranza da contadini e pescatori…
    Indipendentemente dalle scene di sesso e dalla loro durata, ho apprezzato invece la contrapposizione evidente tra il comportamento aperto e consapevole di Jack rispetto alla evidente insicurezza e ‘bigottismo’ di Angelo, che per un uomo del suo tempo è pienamente giustificato!

    Rispondi

  41. @ Pixie_blue_eyes:
    Sì, ma io considero Napoli e zone limitrofe una delle patrie dei fuochi d’artificio. Fosse stato di Bassano del Grappa, posso anche capire, ma la Campania è una delle zone in cui è nata questa arte!

    Rispondi

  42. @ helly:
    Non è vero, sanno fare quelli russi: “Io ti spiezzo in due” ;-)

    Rispondi

  43. Come era stato predetto la storia dalla metà della serie ha iniziato ad avere un miglior ritmo. Inoltre in questa puntata c’è stato un alieno, una bella missione molto nel vecchio stile torchwood senza sparatorie esagerate o altre boiate in stile americano, e soprattutto una trama propria autonomia. Ovviamente si tratta di puntate all’interno di una storia unica, gli eventi narrati portano aventi ciò che è stato detto in precedenza e danno spunti per il seguito, ma credo che comunque sia bene arrivare ad un punto a fine puntata. Certo, non un punto conclusivo, ma comunque un punto, perché procedendo con piccole virgole alla volta si snerva e basta. E finalmente sembra che questo stia avvenendo, con la puntata dedicata al salvataggio del padre di Gwen e con questa con il flash-back. Il che rende molto più piacevole guardare gli episodi, o almeno, la sensazione di noia è passata.
    Quindi la puntata mi è piaciuta, finalmente. Ma detto questo la serie continua a non convincermi. La trama non mi sembra ben studiata, o comunque è gestita male, i personaggi sono caratterizzati malissimo, le “trovate risolutive”, qui e altrove, non sono affatto ben congeniate… E se in questa puntata finalmente ho respirato un’aria più sobria, solo nella precedente c’era l’immagine di Gwen in moto davanti all’edificio esploso che ho trovato raccapeicciantemente inutile e irreale quasi quanto quella all’inizio in cui spara contro l’elicottoro. E poi Jack è gay e il fatto che me l’abbiano fatto diventare gay non mi va giù, ormai praticamente ogni donna che compare, anche solo sullo sfondo, prego che Jack ci provi, ma niente! Qui c’è stato quel minimo accenno di bisessualità con la tizia alla finestra e poi durante la confessione al prete e temo ormai definitivamente che siano il massimo che avremoi in questa stagione. Tra parentesi, un bacio con Gwen poteva anche starci a questo punto, ormai non ci spero più che tra loro succeda davvero qualcosa, però un bacio d’addio quando sembrava che Jack dovesse morire ci stava tutto… Ok, pretendere troppo

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>