glee - 2x01 - audition

Glee – 2×01 – Audition

Nei miei anni del liceo, ogni settembre era stracolmo di buoni propositi: sì, quest’anno farò tutti gli esercizi di matematica; no, quest’anno non copierò le versioni; no, quest’anno non fingerò una gravissima e rarissima malattia tropicale per saltare l’interrogazione di chimica, and so on… Naturalmente ognuno di questi buoni propositi finiva inghiottito nel buco nero della spensieratezza adolescenziale nel giro di due settimane, ma è esattamente con lo stesso spirito che mi sono avvicinata (con circospezione, lo ammetto) alla premiere di Glee: “ok, l’anno scorso le cose tra noi non sono andate proprio benissimo, ma quest’anno possiamo partire da zero, eliminare i pregiudizi, e poi agli Emmy voialtri avete fatto quella scenetta d’apertura divertente con Jon Hamm e Tina Fey, proviamo a concederci reciprocamente una seconda occasione.” Com’è andata?

Proprio come la scuola è sempre la scuola, Glee è il solito Glee. Però, in questa premiere, è Glee in uno dei suoi momenti migliori – vi ricordate, uno di quei dignitosi episodi della prima metà della stagione scorsa, dove succedevano un casino di cose, alcune totalmente random, e alla fine tutto tornava più o meno come prima, ma nel frattempo ci si divertiva e si ascoltavano delle canzoni carine? Ecco, siamo su quello stile. L’anno scolastico è ricominciato anche alla McKinley High School, e nulla è cambiato per i membri dei New Directions: sono sempre, come ben sintetizza Kurt, il plancton della catena alimentare sociale. Mentre centinaia di giovani studenti fanno la fila da mesi e idolatrano opossum solo per poter ottenere un’audizione per i Cheerios, il foglio di iscrizione al Glee Club resta desolatamente vuoto e i Gleeks continuano a prendersi frullati in faccia a destra e a manca. Come se non bastasse, c’è una nuova Football Coach, dal poco rassicurante nome di Shannon Beiste, che forza Figgins a tagliare i fondi sia al Glee Club sia ai Cheerios.

A partire da questo spunto, scatta l’inedita alleanza tra Will Schuester e Sue Sylvester: attraverso stupidissimi atti di bullismo contro la Coach donna (“like a male nurse, a sin against nature” nelle parole di Sue), tentano di risvegliare in lei i traumi di una tremenda adolescenza, con l’obiettivo di costringerla alle dimissioni e mettere in salvo i propri budget. Ovviamente, Will non starà al gioco per molto, il suo buonismo avrà il sopravvento, e inoltre la Coach Beiste (interpretata da Dot Jones) è tenerissima, nonostante la stazza. Nel frattempo, Rachel e Finn, dopo aver fatto coppia fissa per tutta l’estate, si impegnano alla ricerca di nuove reclute. Finn trova Sam (Chord Overstreet), suo nuovo compagno nella squadra di football, con una terrificante capigliatura alla Justin Bieber e una bocca davvero enorme: anche Sam canta sotto la doccia e anche Sam sembra, a prima vista, stupido senza rimedio. Gemelli separati alla nascita. Purtroppo, nonostante l’entusiasmo iniziale, Sam decide di non entrare a far parte del Glee Club, per evitare di essere sbattuto, fin da subito, sul gradino più basso della scala sociale del McKinley.

Rachel, invece, incappa in Sunshine Corazon (la giovanissima popstar filippina Charice), ma durante un duetto/sfida nel bagno delle ragazze, sulle note di Telephone, si rende subito conto di trovarsi di fronte a una pericolosa rivale – per giunta, addirittura più bassa di lei. Rachel fa di tutto affinchè Sunshine non si presenti alle audizioni, fino a spedirla in una crack house (WTF?!), poi i suoi colleghi la scoprono, Sunshine canta Listen davanti ai New Directions estasiati, ma, nel finale, viene assoldata dai Vocal Adrenaline, su soffiata di Sue. Dicevamo: tutto come prima. Sue e Will sono di nuovo sul piede di guerra, nessun nuovo elemento, per ora, si è aggiunto al Glee Club, e Quinn è tornata capo cheerleader. Sì, perchè, in tutto questo, c’è stato spazio anche per:

  • Quinn che convince Sue ad essere riammessa nei Cheerios, in cambio di aiuti economici dalle associazioni cristiane per le quali, ora, Quinn predica di castità e redenzione (qualcuno ha detto Bristol Palin?);
  • Santana che, dopo essersi rifatta le tette durante l’estate, viene degradata da Sue alla base della piramide dei Cheerios, e ci regala un gustoso catfight con Quinn nei corridoi della scuola;
  • Artie che è stato mollato da Tina per gli addominali di Mike Chang e che chiede a Finn di aiutarlo ad entrare nella squadra di football per riconquistare il suo perduto amore. Coach Beiste, ovviamente, non essendo ancora entrata nell’ottica di assurdità totale di Glee, si sente presa per il culo e caccia Finn dalla squadra, neanche il tempo di dire Lady Gaga;
  • Finn fa il provino per entrare nei Cheerios, perchè, ora che non è più quarterback, non è più popolare e, quindi, non è nessuno. My eyes are still burning, per dirla con Sue;
  • Brittany ha passato l’estate persa nelle fogne, non sopporta la violenza e vorrebbe toccare le tette della Coach Beist. Gross.

Come potete notare, un sacco di roba. Ed è un pregio di questa premiere, che riesce ad avere davvero una narrazione corale, dedicando spazio più o meno a tutti i personaggi (pochissimo a Kurt e Mercedes, thank God, e nulla sappiamo di Emma e Terri, ma c’è tempo), allontanando, in una girandola di avvenimenti, anche lo spettro della noia. Sì, lo so che avete mandato tutti avanti l’assolo finale di Rachel, ma si tratta di una delle mie canzoni preferite da uno dei miei musical preferiti (What I Did For Love da Chorus Line), quindi io non mi sono annoiata neanche lì, e poi è stato anche l’unico brano non strettamente commerciale di tutto l’episodio (Telephone ce l’ho in testa da giorni e non intende schiodarsi. Salvatemi.)

In apertura, poi, la prova dell‘autoironia. Il nerd della scuola intervista i membri del Glee Club, sciorinando una dopo l’altra le numerose critiche piovute sullo show in questi mesi (When all you guys will realize that people hate you, and think you’re nothing else than a glorified karaoke club designed to make the inventors of Auto-Tune millions of dollars?): il fatto che nessuno sopporti i rap di Mr Shue, la discutibile scelta di molte canzoni, l’implausibilità di… bè, quasi tutto. A rispondere è Kurt, con un lagnosissimo discorsetto sul coraggio di alzarsi davanti a tutti e cantare, e viene, impietosamente, preso a frullati in faccia. In fondo, Glee è stato il vero fenomeno televisivo della passata stagione (Lost a parte), ha debuttato con ascolti impressionanti, ha raccolto per mesi premi e nomination e, per ora, il suo successo non accenna a scemare: in questo contesto credo che, a Ryan Murphy e soci, le critiche non facciano neanche il solletico.

Abbiamo avuto le canzoni, un balletto su Empire State of Mind, un paio di belle battute di Sue, meno buonismo del solito, Brittany, un catfight, zero noia e pure della metaironia: direi che quattro stelle d’incoraggiamento, a questa premiere, si possono dare.

Alice Cucchetti

Mi piacciono le canzoni con i finali tristi, gli androidi paranoici e i paradossi temporali. Scrivo sul settimanale Film Tv, curo le pagine della televisione per il mensile Nocturno e recensisco film e altro su Mediacritica. Non aggiorno mai il mio blog perché passo tutto il mio tempo su Tumblr.

47 Comments

  1. Dal forum:
    Un buon modo per ricominciare, ma c’è una eccessiva strizzata d’occhio ad una certa fetta di pubblico, e la puntata sembra quasi volersi giustificare con la scusa del Glee Club che vuole essere “cool” (e sembra volersi giustificare pure con la battuta di Autotune). Non per niente ho preferito il pezzo di Rachel, anche se registicamente potevano azzardare un po’ di più.
    La cosa che comunque mi è piaciuta è stata la coralità e gli “attriti” tra i personaggi, davvero ben bilanciati. Per il resto, spero solo che non si “commercializzino” troppo, le nuove entrate infatti mi piacciono, ma con riserve legate ai pezzi (Telephone musicalmente andava bene, ma Listen era davvero esagerata, mentre Millionaire UGUALE, che cazzo, UGUALE. E poi, difetto ereditato dalla prima stagione, perché farli partire “già arrivati”?)
    P.S. Il momento migliore dell’episodio è l’audizione di Finn per le Cheerios. Al secondo posto la bambola di pezza di Brittany XD

    Rispondi

  2. episodio stupendo per me , non ne facevano uno così bello , da credo la prima metà della scorsa stagione! mi secca sempre che facciano sempre e solo cantare Rachel , ma ormai me ne sono fatto una ragione , non vedo l’ora di vedere il prox episodio!!

    Rispondi

  3. A me è, sorprendentemente, piaciuto, e concordo in pieno con recensione et voto. Le battute di Sue, soprattutto quella sull’opossum morto idolatrato dalle aspiranti Cheerios, mi han fatto morire e Coach Beiste è troppo tenera! E’ adorabile! :D

    Rispondi

  4. ho adorato la prima parte della prima stagione e odiato la seconda parte… ma questa nuova stagione è partita con il piede giusto (l’incipit poi è geniale)
    piccole note:
    1) minchia che voce Charice
    2) arrestate il parrucchiere della Michele
    3) Finn è più gay di Kurt in questo episodio

    Rispondi

  5. “You’re all coffee and no omelette.”
    “That doesn’t make any sense”

    XDDD

    Ho adorato questa premiere, spero solo che per il futuro facciano le cose per bene!

    Rispondi

  6. Ottima premiere, sul serio.
    Io non riesco a togliermi dalla testa Empire State Of Mind, dio santissimo.
    Le tre new-entry non mi piacciono per niente.
    Una sembra Susan Boyle, l’altro sembra Finn 2 La Vendetta e quell’altra, oltre che essere alquanto bruttina, ha una voce inclassificabile e mi fermo qui.
    Ed è qui dove Lea Michele si mangia tutti in un sol boccone.

    Grandi speranze per il prossimo episodio, che se fatto bene secondo me potrà anche strappare cinque stelline. Glee non è mai stato brillante in quanto a originalità e COERENZA, ma quando mettono in mezzo Brittany come protagonista allora tutto è concesso e si può procedere tranquillamente.

    PS le immagini non si vedono, nemmeno una c__c

    Rispondi

  7. Ottima recensione, concordo in toto:D Questa premiere, grazie al cielo, mi ha fatta ritornare al Glee degli inizi che tanto mi piaceva! Divertente, moooooolto random, poco sole/cuore/amore, dei nuovi personaggi che promettono bene (in primis quel capolavoro della coach di football <3) e l'AUDIZONE DI FINN. Stavo per rovesciarmi dalla sedia…fenomenale! Mi chiedo se per caso Cory Monteith sia così imbecille anche nella vita vera…
    Anyway, spero anch'io che la scelta dei brani non si commercializzi troppo, anche perchè uno dei meriti di Glee è quello di portare al grande pubblico pezzi di musical classici, spesso ingiustamente sconosciuti!

    PS: ma quanto brainless è Brittany? +.+

    Rispondi

  8. Bhè..che dire..ci conosci proprio bene..non ce l’ho fatta ad arrivare alla fine dell’assolo finale di rachel..
    Comunque la premire è stata sulla riga di alcune puntate della prima parte di stagione, quidi alquanto piacevole, poi vabbè brittany che se ne esce con “stop the violence” durante il catfight è da applausi.
    E meno male che si sono resi conto che non è il caso di far rappare Mr Shue…

    Rispondi

  9. La filippina canterina è un reato contro l’umanità e le labbra del nuovo quaterback mi fanno paura. Per il resto il solito mediocre Glee.

    PS
    Viva Mike Chang e Brittany. Sempre.

    Rispondi

  10. @ Rei:
    Ecco sì, colgo l’occasione per dire… Ma degli addominali di Chang vogliamo parlarne? No, dico, parliamone! :P

    Rispondi

  11. La seconda parte di stagione l’ho odiata anche io (season finale a parte), ma non vedo perché bisogna essere così negativi. Poi per me Glee è tutto meno che mediocre, ma ad ognuno il suo.

    Per me 4 stelline e mezzo se le merita tutte.

    Rispondi

  12. Oddio… pensavo davvero che l’attore (ehm, -trice) che interpreta Coach Beiste fosse un uomo con il rossetto e gli orecchini! E quando ho cliccato sul link ho esclamato ad alta voce “Ma è una donna!”…
    In ogni caso è proprio tenero… ah, tenera.
    Riprendendomi dallo shock: davvero carino il fatto che venga detto a Schuester di non rappare più… Questa sorta di intertestualità ironica con la realtà e con i fan del telefilm è l’esemplificazione di tutto ciò che mi piace in Glee.
    + Brittany & la bambola di pezza, che spero diventi un personaggio fisso.
    In effetti un po’ mi spiace che sia sfumata l’occasione di avere delle new entry, ma entrambe le performances di Sam e Sunshine mi hanno turbato: la prima per la bocca davvero strana di lui, la seconda per quanto cavolo gesticolava lei.

    Rispondi

  13. Dimenticavo: ha poco a che fare con Glee, ma perché avete messo il tag “Recensioni”? Scombina tutto quanto; ora se voglio leggere tutte le recensioni di un telefilm non posso più usare i link appena sopra il voto perché mi porta a cose che non c’entrano nulla, mentre prima mi dava la recensione dell’episodio precedente e successivo.

    Rispondi

  14. grazie per al recensione intanto! Io mi sono fiondata su Glee come un alcolizzato davanti un bel bicchierone di vodka. Non ne potevo più di stare senza e avevo bisogno della mia Glee Therapy.Che a 29 anni mi entusiasmi così per le avventure di un gruppo di 16enni la dice lunga sull’adolescenza che ho avuto. hahaha Cmq, mi accodo alle critiche su Charice: tutta voce e niente interpretazione, al contrario di Leah Michele, un concentrato di eleganza e mestiere, che nell’ultima canzone della puntata ha spiegato a tutti perché lei è da quando aveva 8 anni che lavora a Broadway. Sue è un incontrovertibile mito, ha le battute migliori (seguita da Kurt) e mi aiuta a sopportare quel buonista di Mr. Shue che è carino da morire, ma se si comportasse un po’ da umano (e quindi commettendo errori) ogni tanto sarebbe molto più simpatico. Brittany è il personaggio più bello mai scritto per la tv, la metto al pari di Anya in Buffy, inutile dire che non sto nella pelle per l’episodio Brittany/Britney. 10 + al filmato iniziale, che dimostra che Ryan Murphy non solo ascolta ciò che gli viene detto, ma lo capisce e lo usa. Ed, infine, un altro bel voto a Finn, che finalmente, malgrado la vita non gli sorrida, decide di optare per la strada difficile e crescere un pochino. Ah, ho già tutte le canzoni sul mio ipod!!!

    Rispondi

  15. Sanji ha scritto:

    Dimenticavo: ha poco a che fare con Glee, ma perché avete messo il tag “Recensioni”? Scombina tutto quanto; ora se voglio leggere tutte le recensioni di un telefilm non posso più usare i link appena sopra il voto perché mi porta a cose che non c’entrano nulla, mentre prima mi dava la recensione dell’episodio precedente e successivo.

    Senza offesa, ma comunque è davvero una cosa un pochino scomoda.
    Non si può risolvere?

    Rispondi

  16. Mmm, beati voi che siete così contenti di questa premiere… Io non sono per niente d’accordo…

    Glee è tornato… E che dire, il mio commento è sempre lo stesso della seconda metà della scorsa stagione… Personaggi approfonditi zero (l’unica conversazione della puntata è praticamente quella fra Finn e Rachel alla fine), e che non evolvono (Rachel!), musica sempre buona (e in questo caso, come non mai, messa per attrirare nuovo pubblico… Metà delle canzoni della puntata erano uscite nell’ultimo anno, messe apposta – e parecchio a caso – per attirare nuovi spettatori), solite cose a caso (Ken Tanaka ha avuto un esaurimento nervoso? Ma una scusa migliore per introdurre la nuova coach, no? E anche Tina e Mike insieme, così, a caso…), nuovi personaggi introdotti malamente (Charice, già mio piaceva, e a quanto pare non la vedremo per un bel po’… Sam, introdotto, ma non rimasto nel Glee Club…), assenza di Emma (nooo!!), Sue e Will di nuovo nemici entro la fine della puntata… Insomma, non è praticamente successo niente!!! Unica nota positiva: Quinn… Perfetto il suo piano per rientrare nei Cheerios, fantastica la lotta con Santana, sempre splendida (ma come sempre, non canta, uffa!!). Ah, e Finn che fa l’audizione per i Cheerios? Ma nooo!

    Detto questo, uffa… Questa puntata era davvero troppo disomogenea, scritta male, spreca un sacco di occasioni (come sempre fa Glee, ultimamente…). Non sono soddisfatto.
    Voto: 3 stelle -.
    P.S. Bella però la parte iniziale, W l’autoironia.

    Rispondi

  17. Alberto però devi arrenderti al tipo di scrittura tipico delle serie di Ryan Murphy! I suoi show sono scritti ironicamente sugli stereotipi, i suoi personaggi non evolvono perchè sono e devono essere delle caricature. Succedeva in POPULAR, in NIP/TUCK ed è lo stesso in GLEE. Il realismo non esiste. Non dico che questa cosa debba piacerti per forza, ma considerarlo un difetto oggettivo della serie è pressocchè inutile perchè ne è la cifra stilistica. Prendere o lasciare insomma.

    Anyway, premiere splendida, una delle migliori puntate di Glee, con Sue a mille, ma con anche i momenti Brittany particolarmente letali ahahahah!

    Rispondi

  18. @ Sanji:
    Però si può sempre usare la categoria sopra al titolo. Detto questo non ho idea se la cosa sia risolvibile o meno :P

    Rispondi

  19. Dunque, partiamo dicendo che mi è piaciuto l’inizio, con l’elenco delle critiche mosse a Glee (ho apprezzato in particolare quella sul rap di Will XD) Per il resto, solito episodio di Glee. Artie che vuole entrare nella squadra di football supera molti livelli di WTF.
    E poi probabilmente qualcuno non sarà d’accrdo con me, ma inizio a tollerare molto poco Brittany. All’inizio la trovavo adorabile nella sua stupidità, ora invece trovo che gli autori stiano clacando troppo la mano e inizia ad innervosirmi (tipo, il fatto che abbia passato l’estate persa nelle fogne è una cosa stupida anche per Glee, e non è nenahce così divertente…)

    Rispondi

  20. Alberto però devi arrenderti al tipo di scrittura tipico delle serie di Ryan Murphy! I suoi show sono scritti ironicamente sugli stereotipi, i suoi personaggi non evolvono perchè sono e devono essere delle caricature. Succedeva in POPULAR, in NIP/TUCK ed è lo stesso in GLEE. Il realismo non esiste. Non dico che questa cosa debba piacerti per forza, ma considerarlo un difetto oggettivo della serie è pressocchè inutile perchè ne è la cifra stilistica. Prendere o lasciare insomma.

    Quotissimo, è una comedy surreale, dai simpson ti aspetti forse un evoluzione di Bart , di Homer o qualsiasi altro personaggio…io trovo sta serie geniale, unica nel panorama televisivo. Lunga vita a Glee

    Rispondi

  21. @ The Headmaster:
    E’ quello che faccio, ma se devo dare un’occhiatina veloce a 20 recensioni giusto per vedere il voto andare ogni volta indietro e cercare la puntata dopo è un po’ una seccatura. Non è un problema enorme, però non capisco quale sia l’utilità di “recensioni”… non lo sono tutte quante?

    Rispondi

  22. iSSie ha scritto:

    Alberto però devi arrenderti al tipo di scrittura tipico delle serie di Ryan Murphy! I suoi show sono scritti ironicamente sugli stereotipi, i suoi personaggi non evolvono perchè sono e devono essere delle caricature. Succedeva in POPULAR, in NIP/TUCK ed è lo stesso in GLEE. Il realismo non esiste.

    Tanta stima. Analizzando a fondo, non c’è mai stato realismo in Nip/Tuck che adoravo, erano tutti delle forzature di caricature da stereotipi, iniziando dallo stesso Christian Troy. Hai mai visto Running With Scissors? E’ di Ryan Murphy, dopo che l’avrai visto credo rimarrai sconvolto per almeno una settimana. E credo che nonostante tutto, non ci sarà realismo nemmeno in Eat, Pray, Love.
    Ma alla fine è Ryan, e io lo amo per quello che è.

    Rispondi

  23. Sanji ha scritto:

    @ The Headmaster:
    E’ quello che faccio, ma se devo dare un’occhiatina veloce a 20 recensioni giusto per vedere il voto andare ogni volta indietro e cercare la puntata dopo è un po’ una seccatura. Non è un problema enorme, però non capisco quale sia l’utilità di “recensioni”… non lo sono tutte quante?

    Non ho ben capito: il problema è che manca il collegamento con l’episodio precedente e l’episodio successivo? Io di solito apro le schede nella finestra di Firefox dall’elenco della categoria, ma a volte ho usato anche questi link in fondo agli articoli ed in effetti sono comodi: chiederemo ai nostri esperti se è possibile ripristinarli…
    Quanto alla perplessità riguardo alla sovracategoria “recensioni”, per ora vige il silenzio stampa, ma entro poco tempo ne saprete di più :P

    Rispondi

  24. anche io non vedevo l’ora di gustarmi questa puntata!!! ero incavolatissima che a 6 ore dalla messa in onda in america nessuno l’avesse ancora messo online! >-<
    concordo con chi diceva di arrestare il parrucchiere di Lea Michele (quella frangia non si può vedere)!
    per il resto…. troppo poco Kurt per i miei gusti! le interviste all'inizio…. spassosissime! ho adorato quella fatta a Puck!!!!! e una parola sugli addominali di chang non ce la vogliamo mettere???? vogliamo altri momenti così nelle prossime puntate!!!! ^-^

    Rispondi

  25. Che poi tra l’altro sia proprio una scelta della Michele, non del personaggio di Rachel.
    Comunque sia è una frangetta che (per fortuna) non si mantiene molto e tende a svolazzare qua e là.

    Rispondi

  26. Giulio, l’ho visto eccome e l’ho adorato! ^_^
    E’ un altro esempio dell’estetica di Murphy, per chi volesse approfondire.
    Sara81, il paragone coi Simpson è calzante

    Rispondi

  27. @ iSSie:
    Immaginavo l’avessi visto ^_^
    Comunque ho scritto male (come al solito) intendevo chiedere ad Alberto se avesse visto RWS (:

    Rispondi

  28. Io sono una di quelle che è in fissa costante per gLee e che ama il programma proprio così,con storyline poco attendibili e facilotte ..ma “whatever” il motivo per cui sono una gleek persa è perchè per quanto mi cerchi di trattenere vengo letteralmente posseduta dalla mania di protagonismo e lì parte il delirio..canto,ballo faccio anche le facce in base al tono delle canzoni..Si insomma una specie di GemmadelSud però evito,per il bene comune e per avere salva la vita,di mettermi su Youtube ^_^
    Come sempre belle canzoni..
    Finn troppo carino,bravo,simpatico.Rachel,nonostante il suo personaggio è fastidioso come la sabbia nelle mutande,resta G R A N D I O S A.Chris,apparte la bravura immensa (in Defying Gravity,mi emoziono sempre come la prima volta)anche quest’anno rinizia in grande style ^_^ da notare la magliettina da girlZ portata con grande eLeganza :) Peccato per Artie e Tina ma al richiamo dell’addominale niente e nessuno può rimanere indifferente :P I nuovi pseudo acquisti (la filippina-justin bieber e la coach ‘dude’) non sono niente male ..
    Ma sopra ogni cosa,ho amato il momento SHUT UP ahahahahahahahah grande Sue ;)

    Rispondi

  29. @ Nusta:
    ll collegamento c’è ancora, ma (e credo sia per colpa di Recensioni) non è più con l’episodio precedente/successivo dello stesso telefilm ma l’articolo precedente/successivo in ordine cronologico, che trovo abbastanza inutile. Visto che il tag sembra importante e segreto ;p , magari si può in qualche modo dare priorità alla categoria del telefilm invece che a quella di Recensioni, così da tenere tutte due ma ritornare ai vecchi collegamenti?

    Rispondi

  30. :)

    E poi non parliamo dei millemila procedurali in cui i personaggi sono uguali a se stessi per n stagioni e nessuno se ne lamenta!

    Rispondi

  31. *sono talmente sotto il dominio glee che i personaggi e le persone sono oramai degli esseri unici,tanto che ho chiamato Kurt,con i suo vero nome:Chris

    Rispondi

  32. Bello, bello, bellissimo. Lo aspettavo davvero più di tutto quest’anno, Amo Glee, sempre e comunque, sono già innamorata del nuovo ragazzetto da morire, Finn anche quando ci fa bruciare gli occhi è adorabile, Sue e Brittany indescrivibili…insomma è Glee. Per ora poco batte il Pilot per me, ma davvero bella bella puntata.
    Anche con Rachel davvero insopportabile…però poi lei e Finn si baciano e tutto torna apposto! <3

    Rispondi

  33. spuffina ha scritto:

    Anche con Rachel davvero insopportabile…però poi lei e Finn si baciano e tutto torna apposto!

    Tutto quello che sono riuscita a pensare è stato: “Come osi! Con quella bocca hai baciato Taylor Swift!” -.-

    Rispondi

  34. Oh a me quest’episodio è piaciuto (sarà anche che ultimamente sono Glee-music dipendente??). Ho trovato molto originale l’inizio dell’episodio con l’intervista che riproponeva tutte le critiche dei fans. Mi sono ammazzato quando Quinn ha precisato che non ci saranno più pianti ahah.
    Per il resto han dato lo spazio a tutti, in particolare alle nuove leve e ai nuovi regulars (Santana, Brittany *_* e Mike “Abs” Chang, che ha avuto più fotogrammi in questa puntata che in tutta la prima stagione). Non ho particolarmente apprezzato Charice (troppa enfasi) mentre mi è piaciuto Sam… resta da capire come approderà al Glee club e se è lui il tanto sbandierato boyfriend di Kurt).
    Ovviamente inutile dirvi che da giorni io canto solo ESOM, Telephone e Billionaire -.-”

    Cmq già scalpito dal vedere la prossima puntata Brittany-centrica (?)!!!

    Rispondi

  35. WalkerInside ha scritto:

    Oh a me quest’episodio è piaciuto (sarà anche che ultimamente sono Glee-music dipendente??). Ho trovato molto originale l’inizio dell’episodio con l’intervista che riproponeva tutte le critiche dei fans. Mi sono ammazzato quando Quinn ha precisato che non ci saranno più pianti ahah.
    Per il resto han dato lo spazio a tutti, in particolare alle nuove leve e ai nuovi regulars (Santana, Brittany *_* e Mike “Abs” Chang, che ha avuto più fotogrammi in questa puntata che in tutta la prima stagione). Non ho particolarmente apprezzato Charice (troppa enfasi) mentre mi è piaciuto Sam… resta da capire come approderà al Glee club e se è lui il tanto sbandierato boyfriend di Kurt).
    Ovviamente inutile dirvi che da giorni io canto solo ESOM, Telephone e Billionaire -.-”
    Cmq già scalpito dal vedere la prossima puntata Brittany-centrica (?)!!!

    quoto tutto!!!
    Cmq fantastica la battuta di Puck su Sam e le palline da tennis XD

    Rispondi

  36. @ Sanji:
    Sanji, tecnicamente non si può. Pazientate.

    Rispondi

  37. Attualmente, sto guardando gli episodi 14-22 su Sky, ma mi fa piacere che questa premiere vi abbia soddisfatto!

    Rispondi

  38. la classica merdata. season 2.

    Rispondi

  39. pollici in su per la recensione, per la premiere e per la nuova football coach!

    Rispondi

  40. D’accordo più o meno su tutto, anche se alla puntata avrei dato forse mezzo punto in meno per alcuni buchi narrativi risolti in modo caciarone.
    L’unica cosa su cui non concordo è il “poco spazio a Kurt: menomale”.
    Kurt è un personaggio che va sviluppato meglio, finora ci si è concentrati troppo sulla sua omosessualità, come se non fosse una parte di lui ma Kurt in toto. A me piacerebbe vederlo molto di più, approfondire chi è al di là delle sue manie e non mi dimentico certo che ha una voce grandiosa.
    Proprio non capisco. Trovo sinceramente molto meno interessante Artie (o Tina, ovviamente).

    Rispondi

  41. concordo con l’autore dell’articolo!!a me è piaciuto tantissimo!!frizzante!!l
    e canzoni scelte sono molto catchy e ripeto ke loro li trovo grandissimi!!spero ke al biondo taglino i capelli di bieber!!in compenso ha una voce molto bella!!!
    La coah mi ha fatto una tenerezza incrediblie!!la adoro!?
    brittany è assolutamente fuori di testa e non vedo l’ora di vederla nel prox episodio britney centrico in cui lei avrà un ruolo centralissimo!!
    xkè non dimezziamo pure le apparizioni di rachel??bravissima per carità però mi piacerebbe vedere e sentire quinn e mercedes(ke poi forse è quella che preferisco!=)

    Rispondi

  42. @ antarctica:
    sono d’accordissimo su kurt!!a me piace da morire!e trovo anch’io eccessivo lo spazio dato ad artie, tina e mister addominali!=)

    Rispondi

  43. ila ha scritto:

    Oddio… pensavo davvero che l’attore (ehm, -trice) che interpreta Coach Beiste fosse un uomo con il rossetto e gli orecchini! E quando ho cliccato sul link ho esclamato ad alta voce “Ma è una donna!”…
    In ogni caso è proprio tenero… ah, tenera.

    Mi successe la stessa cosa quando vidi il pilot – mai andato in onda, ma leaked in rete – di Pretty/Handsome con quel carciofone di Joseph Fiennes (che poi avrebbe fatto sfracelli in FlashForward…NOT!). Dot Jones interpretava un uomo, Mario Wallace, che però poi scopriamo essere stato donna, che stava assieme a una donna, che però era stata uomo. >__<

    E cmq….CHORD OVERSTREET? CHe razza di nome non èèèèè? ^_^ 'ACCORDO SULLA STRADA'? LOL (Nomen omen!)

    Rispondi

  44. Morgan ha scritto:

    ila ha scritto:
    CHORD OVERSTREET? CHe razza di nome non èèèèè? ^_^ ‘ACCORDO SULLA STRADA’? LOL (Nomen omen!)

    MI spiego meglio ^^

    Chord = corda (di arpa); accordo (musicale)

    Rispondi

  45. Morgan ha scritto:

    Morgan ha scritto:
    CHORD OVERSTREET? CHe razza di nome non èèèèè? ^_^ ‘ACCORDO SULLA STRADA’? LOL (Nomen omen!)

    MI spiego meglio ^^
    Chord = corda (di arpa); accordo (musicale)

    Scusate, per sbaglio avevo attribuito la citazione a ila ^^;;

    Rispondi

  46. A. ha scritto:

    Ma sopra ogni cosa,ho amato il momento SHUT UP ahahahahahahahah grande Sue ;)

    Hhshshshshahahahahahah anch’io sono morta :-D

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>