Drop Dead Diva – Stagione 1

drop dead diva

I criteri che ci spingono a sacrificare una sana ora di attività fisica all’aria aperta per seguire una serie possono essere molteplici: la stima per lo showrunner, la scelta del cast, gli autori, promo invitanti, loghi ben studiati, ma il motivo dietro alla mia decisione di iniziare a seguire Drop Dead Diva è molto più primitivo: “C’è Mr Dominic nel secondo episodio devo assolutamente vederlo!”

Grazie a questo raffinato criterio selettivo, ho scoperto una serie piacevole, brillante, divertente che purtroppo ha nelle  sue premesse iniziali, proprio quelle che avrebbero dovuto rappresentarne il segno distintivo, il qualcosa in più, ciò che alla lunga ne diventa il punto debole.

La storia inizia stile “Il paradiso può attendere”, ma al posto del Warren Beatty giocatore di football abbiamo Deb, una bionda modella la cui massima aspirazione è diventare la valletta di “Ok il prezzo è giusto” finché un’incidente d’auto causa la sua morte. L’Angelo Custode, nel vederla arrivare, è in serio imbarazzo: Deb è sempre stata così superficiale e vuota da rendere difficile redigere un bilancio della sua esistenza, sia nel bene che nel male. La ragazza però ha una certa urgenza di tornare a vivere visto che l’uomo dei suoi sogni l’ha appena chiesta in moglie e bla… bla… bla… Deb riesce a tornare in vita, ma nel corpo di Jane Bingum, una giovane avvocatessa appena deceduta. Ne prenderà  il posto cercando di adattarsi sia alla vita di Jane, della quale ha conservato le competenze legali, che al suo abbondante corpo.

Abituarsi a essere intelligente ma al di fuori degli standard fisici ritenuti vincenti sarà la sfida di Jane\Deb che si ritrova a lavorare nello stesso studio di Grayson, il fidanzato della precedente vita. Completano il cast la collega Kim cinica e competitiva, Stacey, barbie umana e migliore amica di Deb nonché unica persona a conoscerne il segreto, Teri Lee assistente sarcastica ma fidata, e l’angelo custode che dovrebbe vegliare su Jane\Deb  ma che di fatto rappresenta solo un peso narrativo finendo così eliminato off screen per ben due volte.

Qualcuno sta pensando stereotipi come se piovesse? Infatti, ma il fine dello show non è quello di pronunciarsi in modo originale e profondo in materia di modelli sociali imposti, rapporto conflittuale con il proprio corpo and so on. L’obiettivo – centrato – è intrattenere in modo brillante e piacevole, senza cadere nello stucchevole, con in più il pregio di non risultare una copia più o meno riuscita di Ally McBeal quando si tratta di mostrare le divagazioni mentali di Jane (degne di nota quelle in cui l’aula di tribunale si trasforma nell’x-factor americano con Paula Abdul in veste di giudice).

Peccato che alla lunga le puntate, mantenendo sempre la stessa struttura, perdano di vivacità e il conflitto Deb nel corpo di Jane ma che è ancora Deb non funziona come dovrebbe: la serie non è una dark comedy. L’ aspetto del ritorno dall’Aldilà alla fine sa più di pretesto che di precisa scelta narrativa: viene continuamente sottolineato che la protagonista è Deb nel corpo di Jane, ma tutto cìò che c’è di positivo in lei – intelligenza, senso del dovere, correttezza professionale – fa parte di Jane. L’unico apporto di Deb al personaggio è circoscritto alla competenza in materia di scarpe, borse e divi della tv e in definitiva sparito l’angelo custode, accettata l’impossibilità di rivelare agli altri la propria identità, si perde quasi il senso della premessa iniziale. E ancora mi chiedo come fosse possibile che Grayson, giovane avvocato con la vocazione ai casi pro bono, potesse considerare l’amore della sua vita una valletta mancata di ok il prezzo è giusto.

La risposta del pubblico è stata comunque buona. Già a metà della messa in onda della prima stagione è arrivata la riconferma per una seconda che riprenderà dall’odioso cliffhanger finale: Jane, per onestà morale, ha denunciato un proprio cliente andando incontro alla quasi certa revoca della licenza. Mentre discute di questo con l’amica qualcuno bussa alla porta: la persona in questione dice di essere il marito di Jane. Ora, per tutta la stagione non è mai stato menzionato il fatto che Jane fosse o fosse stata sposata, anzi l’idea  che ci è stata data è che avesse investito tutto nella professione mettendo da parte ogni altro aspetto della vita. Ecco, introdurre nell’ultimo minuto finale un elemento completamente estraneo a quella che finora è stata la storia, non mi piace affatto. Lo trovo un mezzuccio, per di più inadeguato a suscitare curiosità visto che l’apparizione del sedicente marito è talmente inaspettata e slegata dal resto che non ci sono elementi per restare con il fiato sospeso. Ma questa serie mi ha fatto piacevolmente compagnia l’estate scorsa e penso proprio che le darò un’altra possibilità.

Note

- La premiere della seconda: 6 Giugno 2010 su Lifetime

- La serie si è distinta anche per le numerose guest star di lusso tra cui: Elliott Gould, Paula Abdul, Rosie O’Donnel, un’irriconoscibile (leggi tirata come un serpente) Liza Minelli, Nia Vardalos. Del BuffyVerse, oltre Reed Diamond, anche Sean Maher.

Commenti
21 commenti a “Drop Dead Diva – Stagione 1”
  1. Antonio scrive:

    Alla faccia dello spoiler

  2. Bella Donna scrive:

    Io sono stata piacevolmente sorpresa da DDD, è una serie super leggera, ma comunque carina e divertente.
    Adoro quella stordita di Stacey e la protagonista mi sembra molto brava.
    Non sopporto invece Kim, perché non solo perché il personaggi secondo me non è ben caratterizzato, ma anche perché dovrebbe fare la parte della bella e stronza, mentre invece è solo solo stronza e trovo Jane molto più carina di lei, anche se è più paffuta!
    Anche io mi sono spesso chiesta come Grayson potesse amare Deb!
    Nemmeno a me è piaciuta la cosa del marito, spero trovino una giustificazione plausibile, tipo che era un matrimonio di comodo che avevano fatto in segreto perché a lui serviva un permesso di soggiorno o cose così!

  3. Cilone scrive:

    Probabilmente non lo vedrò mai, ma secondo me quando fate una presentazione “stagionale” di un serial dovreste evitare come la peste (o perlomeno segnalare bene) lo SPOILER.
    Anche perché in genere io li leggo per sapere se vale la pena o meno vederlo …

  4. elemiglio scrive:

    Io ho scoperto DDD per caso, a volte il cugino americano mi fa vedere degli S01E01 di qualcosa e a volte a casaccio me lo faccio portare. A volte mi domando perchè lo faccio, a volte mi domando perchè non lo faccio più spesso.
    Insomma DDD è stata una piacevole sorpresa, meno stupido di quanto si possa pensare e poi sì dopo Sean Maher nella prima puntata e Reed Diamond nella seconda… bè…

  5. Nino scrive:

    Io amo! Amo! Amo Drop dead diva! io e il mio ragazzo lo abbiamo conoscoiuto sotto consiglio di un amico e ci siamo divorati tutti gli episodi di seguito… Non vedo l’ora che sia domani per avere il primo episodio della seconda stagione fra le mani! Eh eh!

  6. Bella Donna scrive:

    Ma guardare che lo spoiler di fine stagione è una cosa assolutamente insignificante e prima di alcun legame con il resto della serie! Potete godervela benissimo anche se lo avete scoperto.

  7. Morgan scrive:

    @Bella Donna: avevi ragione! :-)
    Comunque, alla fine, Grayson sarà pure un avvocato dal cuore d’oro, ma alquanto superficiale: si innamora sempre e solo di ragazze molto belle, ma una (deb) completamente oca e l’altra (Kim) grande bitch…nonostante la sua affinità con Jane (un nome non casuale…), proprio non riesce a considerarla sotto quell’aspetto. Insomma: personaggio riuscito a metà, proprio non si riesce a capire cosa ci trovasse in Deb, se non l’ingenuità e la bontà di fondo che sembra caratterizzarla nei flashback, mentre Jane, o perlomeno la vecchia Jane, sarà stata pure un genio legale, ma appare come una grigia e triste donna sola, con un rapporto distante con sua madre, un primo fidanzato rivelatosi gay, nessun amico e un marito per finta.
    Fred: inutile e scomodo, e continuano a ripresentarcelo. Io dico: o angelo, o fattorino innamorato di Stacey. La mistura non mi piace e stona. Stacey è adorabile, e trovo l’attrice Brooke Thomas (Jane) molto bella (una Angelina Jolie plus size ;) ). Spero di vedere un po’ più Parker nei prossimi episodi.

  8. Morgan scrive:

    @close to me: Liza Minnelli l’avevo riconosciuta: è l’attrice che interpretava sua sorella, Delta Burke, che proprio non avevo riconosciuto…s’è gonfiata all’inverosimile!!!

    Delta Burke negli anni 80:

    http://img2.timeinc.net/ew/dynamic/imgs/071109/delta_l.jpg

    Delta Burke oggi:

    http://ll-media.tmz.com/2009/10/06/1006_jokers_91460928_42_22482112_91392284-1.jpg

    (terza, dopo Laura Bush e Jack Nicholson in versione Joker, hihihihi)

  9. Morgan scrive:

    Ultima osservazione: concordo con il recensore sul fatto che DDD faccia venire in mente “una copia più o meno riuscita di Ally McBeal”, vuoi per l’ambientazione (uno studio legale – cavoli, Ally e Jane hanno la *stessa* finestra dietro la scrivania e lo stesso décor con mattoni rossi!) vuoi per la protagonista (un’avvocatessa che fa spesso sogni bizzarri e a sfondo musicale) e sul fatto che la metempsicosi sia solo un pretesto, sul quale, a mio avviso, non è possibile fondare più di due/tre stagioni…
    Infine, ma è solo una curiosità: non trovate che nel poster pubblicitario abbiano “dimagrito” Jane? :P

  10. Morgan scrive:

    @Morgan: scusate, replico a me stessa per rettificare: l’attrice si chiama Brooke ELLIOTT e non Brooke Thomas, come avevo erroneamente scritto prima.

  11. close to me scrive:

    @morgan
    sono d’accordo, come per altro ho già scritto, sull’inutilità di Fred. Anzi, è peggio che inutile è di peso: non ha una funzione, non ha un ruolo, sembra quasi che per contratto debba apparire no-matter-what per un certo minutaggio.

  12. bero89 scrive:

    @close to me: Ma forse Grayson non è proprio così superficiale.. E la nuova Jane non sarebbe nulla senza Deb che è entrata in lei.. Oltre alla “competenza in materia di scarpe, etc..” Deb dona grinta, vitalità alla vita di Jane la quale, come vediamo dal pilot è spenta, insicura.. E Grayson nel conoscere meglio Jane riscopre tutte quelle cose di Deb che lo avevano fatto innamorare andando ben oltre il solo aspetto fisico.. La relazione con Kim era un ovvio momento di debolezza ed è stata stroncata sul nascere perchè entrambi si sono accorti che si basava sul nulla, anche se Kim ha dimostrato grande forza d’animo e sentimenti in parte sinceri per Grayson.. Penso che DropDeadDiva sia inteliggente, vitale e divertentissimoe insegni perfettamente ad accettarsi per ciò che si è.. Non è che Deb/Jane può soffrire per sempre il fatto di essere grassa, ma anzi si accetta perfettametne passando oltre i commentini dell’odiosa Kim e vivendo il suo stato con completa tranquillità.. Se no che accettazione sarebbe??..

  13. Sidney scrive:

    Ho visto la prima stagione dopo aver letto questa recensione, e devo dire che l’ho trovata estremamente piacevole! La storia è leggera solo a prima vista e apprezzo le sfumature che hanno dato al personaggio di Jane.
    Farei a DDD solo due appunti: 1) per quanto ami Stacey e Teri, dopo 13 puntate sono ancora macchiette (probabilmente era questo l’intento, e Stacey rimane comunque adorabile) e 2) ogni tanto c’è troppo buonismo (possibile che ogni caso venga vinto, e se viene perso lo stesso è un bene e vissero tutti felici e contenti?).
    Comunque queste sono sottigliezze, la serie mi piace molto e seguirò anche la seconda stagione.

  14. Alberto scrive:

    Ho deciso di recuperare Drop Dead Diva, e per ora sono a metà della prima stagione (precisamente al 6o episodio)… Che dire, dopo le prime 2-3 puntate un po’ introduttive, la serie mi sta parecchio prendendo… La trovo interessante, leggera, divertente, con dei personaggi ben scritti e ben intrepretati: Jane è davvero spassosa (e l’ che l’interpreta davvero brava), mi fa morire Teri, Fred è troppo tenero, e Stacy, da oca senza cervello, si sta rivelando un personaggio interessante… Odio ovviamente Kim, ma anche lei con il tempo sta cmq diventando un personaggio un po’ più tridimensionale, mentre mi piace molto Grayson, anche perchè l’attore che lo interpreta è davvero bello…

    Parlando della storia, le premesse mi intrigavano, e cmq la combinazione comedy-legal funziona… Ma la serie funziona soprattutto dove sfrutta bene le sue premesse: mi viene in mente la puntata con i genitori di Deb, con i siparietti correlati, molte scene toccanti, ben fatta… E funzionano, come scrivevo sopra, i comprimari: adoro soprattutto la neonata (per me) coppia fra Fred e Stacy, che sono bellissimi!!! :D Il rischio è un po’ quello della ripetitività, e della “sindrome di Grey’s Anatomy”, ovvero quando si tenta troppo il parallelismo caso della settimana-vita della protagonista…

    E per concludere… Voglio Jane e Grayson insieme, la chimica fra i due è eccezionale… E voglio che Kim tenga giù le mani!!! :P

    Voto so far: 4 stelle -.

  15. Alberto scrive:

    Stagione 1 finita!

    Allora, questa serie mi è piaciuta davvero molto, dopo un inizio un po’ fiacco a mio parere si è ripresa molto. E non sono d’accordo con la recensione, secondo me l’apporto di Deb a Jane è fondamentale, ed è quello di cui si era innamorato Grayson (e di cui spero si rinnamorerà): la voglia di vivere, di fare la cosa giusta, di divertirsi… Insomma, ora noi vediamo Jane, ma di fatto tutto ciò che non è legal è Deb!! Non sono d’accordo neanche sull’aver smarrito le premesse inziali, perchè appunto, Deb è sempre presente, e l’idea di base è cmq ben analizzata e da origine a siparietti sempre divertenti… :D

    Sui personaggi: io non ho così odiato Fred, anzi, l’ho adorato con Stacy, e ho odiato questa sua gestione torna-ma-lo-rimandiamo-via… Non capisco se sarà ancora regular nella prossima stagione, ma spero di si, e spero finirà con Stacy. Amo Teri, mi fa morire!!!! Per quanto riguarda Grayson, a me piace, capisco cosa ci trovasse in Deb, ma capisco anche la sua sbandata per Kim (è cmq una bella donna secondo me). Sempre su Kim: dipende dalle puntate, ogni tanto la vorrei strozzare, ogni tanto la trovo analizzata un po’ oltre la superficie e non mi dispiace così tanto… Una cosa è certa: datele un love interest e smettetela di farla tubare con Grayson.

    Sul cliffhanger… Che dire, io sono stupito! Sapevo del marito di Jane (tanto saranno divorziati o separati, per forza!), ma non immaginavo Jane mollasse il lavoro!! E non immaginavo che il caso fosse così intricato, ma è stato davvero molto shockante!! Però non so, non si è risolto nulla sul fronte Grayson, e si è un po’ aggiunta nuova carne al fuoco… Ma almeno c’è un po’ di materiale per la prossima stagione!!

    Detto questo… Ottima scoperta a mio parere, la serie è andata via via migliorando, e spero in una seconda stagione ancora migliore…

  16. Mohammed scrive:

    Thanks for your write-up. I would also love to say this that the
    very first thing you will need to carry out is verify if you really need credit repair.
    To do that you need to get your hands on a duplicate of your credit history.
    That should really not be difficult, since the government mandates that you are allowed to acquire one totally free copy
    of your actual credit report every year. You just have
    to inquire the right people today. You can either find out from the website with the Federal Trade Commission or perhaps contact
    one of the major credit agencies directly.

  17. Hai scrive:

    I believe avoiding highly processed foods is a
    first step to lose weight. They will taste excellent, but ready-made foods include very little nutritional
    value, making you take more just to have enough power
    to get with the day. Should you be constantly ingesting these foods, transitioning to whole grains and other complex carbohydrates will aid you to
    have more vitality while feeding on less. Interesting blog post.

  18. Bell scrive:

    Hey I am so thrilled I found your webpage, I really found you by error,
    while I was searching on Digg for something else, Anyhow I
    am here now and would just like to say thanks for a incredible post and a all round thrilling blog (I also
    love the theme/design), I don’t have time to
    browse it all at the moment but I have book-marked it and
    also added in your RSS feeds, so when I have time
    I will be back to read much more, Please do keep up the excellent job.

  19. Aline scrive:

    I have mastered some important matters through your website post.
    One other subject I would like to talk about is that there are several
    games available on the market designed especially for preschool age children.
    They consist of pattern recognition, colors, animals,
    and designs. These usually focus on familiarization instead of memorization.
    This keeps a child occupied without feeling like they are learning.
    Thanks

  20. click here scrive:

    It is not my first time to pay a visit this site, i am visiting this
    web page dailly and take good facts from here daily.

Lascia un commento

Note: non sono graditi riferimenti ad argomenti illegali, spoiler, insulti e commenti esageratamente off-topic. Il sito utilizza gli avatar di Gravatar.