FlashForward.S01E21.720p.HDTV.x264-CTU[00-55-33]

FlashForward 1×21 – Countdown

Cosa avete fatto il 29 aprile? Io non me lo ricordo. Alla ABC invece quel giorno devono averla fissata spesso sul calendario. In quella data infatti la prima stagione di FlashForward doveva volgere al termine e nei programmi dell’emittente, con ogni probabilità, l’evento doveva segnare la consacrazione del successore designato di Lost, in un tripudio di hype e cliffhanger (un secondo blackout, ci scommetto il mignolo della mano sinistra, e considerata la smodata fantasia degli autori dubito che il dito si stia preoccupando). I sogni di gloria sono però spariti da tempo, la ventilata cancellazione è stata confermata dopo una pausa di riflessione, una di quelle che sai già come va a finire. Allora quest’anno il 29 aprile è arrivato il 20 di maggio. Scelta bizzarra. Certo non la sola dell’episodio.

L’episodio riprende subito il finale del precedente. Non si spiega perché Simon, nel tentativo di farla pagare alla misteriosa organizzazione che sta dietro il blackout, decida di rivolgersi a Janis, che per quanto ne sa lui è un agente del FBI doppiogiochista segretamente al soldo degli uomini da cui sta fuggendo. Tuttavia lo troviamo lì, pronto a stringere un accordo e a redimersi spegnendo il programma spia da lui scritto e inserito nel mainframe del N.L.A.P per causare un nuovo episodio di incoscienza di massa. Janis ovviamente non trova nulla da obiettare. Sulla porta però il duo viene fermato da Dimitri, in cerca di risposte dopo che la sua futura moglie non si è bevuta la scusa del ci-sono-andato-a-letto-perché-era-destino-e-io-manco-ci-tenevo-tanto. Dopo una scazzottata salutare, in cui un buffetto dato col calcio della pistola costerà il bambino a Janis (scusate, temo di aver spoilerato l’inattesa conclusione della sottotrama) Dimitri si fa convincere dalle argomentazioni di Simon e Janis.

Il 29 aprile di Mark Benford non va affatto meglio. Era iniziato però stranamente bene, con un confronto pervaso da una insostenibile tensione con Hellinger, l’ultimo in ordine cronologico a ricoprire il ruolo di villan, nonché l’unico finora a far risultare carismatico per contrasto un inebetito Fiennes. Hellinger, probabilmente per scaramanzia vista la sorte dolorosa capitata ai suoi predecessori pochi episodi dopo la conquista del ruolo di cattivo principale, predice la morte a Benford, illustrando il tutto con un bel diagramma in grado di evidenziare come inevitabilmente ogni sua scelta porterà all’ultimo respiro. Ignorando qualunque altra scritta sul foglio di carta, su tutte l’inquietante “school”, l’attenzione del detective ricade su “F Wipe”: quando tua figlia è a casa da scuola l’ipotesi di una strofinata di tachioni è decisamente più allettante di una strage alla materna. Attraverso l’unica idea sensata di questi 42 minuti (dopo ventuno episodi finalmente qualcuno ha immaginato che la possibilità di vedere il futuro equivale a ingenti guadagni in qualunque campo sia governato dall’imprevedibilità, probabilmente quel qualcuno che ha noleggiato Ritorno al Futuro II in una sera di pioggia), il bureau, intuendo la trappola, invia ben tre uomini. La loro morte scatena l’ira di Benford, che sfocerà nel momento più epico di “Countdown”.

Cacciato dall’edificio per lo scatto d’ira Mark vaga per le strade festanti (otto milioni di morti per il blackout devono essere festeggiati degnamente, suvvia) quando viene avvicinato dall’unico altro uomo che nel tripudio di paiettes e improbabili costumi  indossa un completo nero, il quale gli dona una boccetta di un qualche liquore. La scusa dello smetto-di-bere-perché-era-destino-e-io-manco-ci-tenevo-tanto attacca benissimo, e così ci ritroviamo il volto straziato di Fiennes che, tra le lacrime, cede alla tentazione nel giro di un paio di secondi e beve un lungo sorso, sogghignando amareggiato e inebetito.

A coronamento di cotanta giornata anche la coppia Nicole-Bryce regala momenti intensi. Lei confessa in preda al rimorso di aver scorto su una cartellino il nome di Keiko. Lui, ingannato, chiede perché lei non l’abbia detto prima. Ora, cosa poteva raccontare?! Qualcuno potrebbe mai credere alla storia di una minuta ragazza giapponese che sbarca in USA e finisce in arresto per immigrazione clandestina mentre pimpa pick-up fluorescenti nell’officina di una banda di portoricani incazzosi?!

Infine Lloyd. Una carriera a godere della luce riflessa di Simon, e già questo dice abbastanza. Di 29 aprile poi si fa venire in mente che solo passando la nottata a casa di Olivia avrà l’illuminazione in grado di rivelargli l’equazione che si cela dietro il mistero dei blackout, o qualche cosa di simile insomma.  Nonostante la scusa sia buona rispetto alla media dell’episodio Olivia non si lascia intortare, bandiera della volontà del pubblico a cui ormai delle equazioni non frega più nulla e non vede l’ora di dare un taglio alla serie. Lloyd allora ricorre all’arma segreta a cui ogni uomo ricorre per convincere una donna: diventa molesto e chiama Olivia incessantemente fino a essere liquidato senza il minimo di garbo.

L’episodio va agli archivi con una panoramica di tutti i protagonisti, accompagnato da una musica smielata. Countdown è semplicemente terribile. Non c’è un filo logico che leghi tra loro gli eventi e il semplice esercizio di chiedersi se ciò dipenda da un cambiamento in corsa quando si pensava a una seconda stagione o se davvero la serie sia stata disegnata con queste intenzioni fin dal principio è fondamentalmente fatica sprecata. I pochi pregi che hanno accompagnato la ripresa dopo la pausa sono andati via via scemando, lasciando spazio ad episodi che osano sfidare le brutture di Heroes, parzialmente giustificati dall’aria di smobilitazione generale che si respira intorno alla produzione.

Il voto è due stelline, non per generosità, ma per la malcelata speranza che il series finale possa fare ancora peggio.

Claudio Magistrelli

"Sono sempre stato, e rimango, una spaventosa testa di cazzo, un uomo cattivo, che gode nel vedere quelli migliori di lui trascinati nella polvere." Sono parole di Mordecai Richler, messe in bocca al suo memorabile Barney Panofsky. Ma se non le avesse già usate lui ne richiederei il copyright per farne la mia biografia. Invece mi limito a citare.  
Claudio "Clod" Magistrelli

64 Comments

  1. R.I.P Flashforward: non se ne sentirà la mancanza, ma di questo passo con le cancellazioni rimarranno solo procedurali o le tv via cavo.

    Rispondi

  2. Che tristezza… questa serie avrebbe dovuto raccogliere l’eredità di Lost.. e invece, mentre Lost si chiude da capolavoro, noi ci ritroviamo tra le mani questa bruttura.. e qualcosa mi dice che prima o poi arriverà qualche altro pretendente speranzoso. La mia delusione per questa serie è amplificata proprio dalla fine di Lost, mi sento un orfano illuso che sarebbe stato adottato. Attendo solo che la stagione finisca, poi rimuoverò, e guarderò avanti.

    Rispondi

  3. Sostituire lo splendido Ugly Betty – perlomeno quest’anno era così – con questa roba… Io l’ho capito già dalla – brutta – sigla del primo episodio, quasi 8 mesi fa che sarebbe stata una serie terribile!

    Rispondi

  4. Quoto tutto al 100%.
    Recensione stupenda ma ti prego, correggi il titolo che mi sto sentendo male..

    Rispondi

  5. Fiuu… grazie. Per un attimo ho creduto che in un blackout avessi visto un futuro in cui FF fosse alla seconda stagione… NOO!!

    Rispondi

  6. ma non vi pare di essere troppo duri con questa serie?
    è vero, hanno avuto delle imperdonabili incertezze narrative nella prima parte, prima della pausa, ma da diverse puntate la serie si è ripresa ed è diventata godibile…certo non un capolavoro, ma più che discreta.

    Rispondi

  7. Una puntata bruttina, sì, come al solito. Il peggio è la scena che il recensore ha scelto da mettere nella prima immagine: totalmente sconclusionata, banale, inutile, idiota.

    Avrei da dire le solite cose, quindi sto zitto dai.

    Rispondi

  8. claudio: no. Non si salva nulla. Trovatemi un elemento che sia degno ricordare…

    Rispondi

  9. @Todd:

    James Callis che fa il ritardato mi fa sempre sboccare dal ridere.

    Rispondi

  10. io sarei curiosa di capire quando la certezza della cancellazione ha iniziato ad influire sulla sceneggiatura… vi spiego perchè: la mia impressione è che il nocciolo della prima stagione sarebbe dovuto essere “alla fine i flashforward saranno smentiti, ma inizialmente facciamo sembrare che si stiano avverando” (anche perchè altrimenti, con la morte di dem e di mark e oliviapenny felicemente -per noi e per desmond- separata dal ciospo strabico, nell’ipotetica seconda stagione ci sarebbe stata una gran penuria di personaggi tra cui l’orrido protagonista), almeno stando agli episodi precedenti agli ultimi 2-3… ora però mi pare che (con una mossa stile inversione col freno a mano + catapulta infernale dei gemelli derrik) stiano cercando di andare nella direzione “vi abbiamo fatto credere che i flashforward si sarebbero smentiti, ma ora abbiamo deciso di farli avverare” (a parte genevieve cortese, a cui probabilmente a un certo punto è scappata la pipì e ha quindi chiesto di essere eliminata dal cast)… giusto per fare un paio di esempi, io a questo punto mi aspetto la morte di dimitri e di mark, l’ammmmmore tra olivia e lloyd, che la bambina di janis sopravviva eccetera…
    …non so, in quest’ottica direi che trova una spiegazione la “sconclusionatezza” (maggiore del solito! rabbrividiamo!) dell’episodio…
    …per cui due stelline sono fin troppe, eh, ma la motivazione di clod è sacrosanta e condivisibile! ;)

    Rispondi

  11. todd

    chiariamoci, è una serie complessivamente mediocre. però se spegni il cervello si fa guardare, in senso lato “diverte”. oltre per i suoi evidenti errori, paga il fatto di essere stata hypata troppo.

    Rispondi

  12. @pipo: ops, scusa l’errore da cardiopalma

    @claudio: onestamente fino a poco fa mi sono sforzato anche io di trovarne gli aspetti positivi, e nel paio di episodio di cui ho fatto il recap non sono mai sceso sotto la sufficienza; ma qui siamo a livelli davvero bassi, e l’unico modo per affrontare la serie è farsi due risate.

    Rispondi

  13. Flashforward ovvero Lost senza l’isola misteriosa a fare da contorno. Qual’è la grande differenza tra i due schifi ?
    Semplicemente: se in un’isola trovi una botola con un omino dentro, la logica porterà a pensare che prima o poi ci tornerai (poi che succeda o meno è ininfluente, tanto basterà una bella lisciata da parte del fandom e si troverà una non spiegazione per giustificare il non evento), MENTRE, se nel mondo intero mi piazzi in posizioni random delle torri e non ci mandi subito e continuamente della gente sul posto, nel giro di due episodi anche gli spettatori più accaniti se ne saranno dimenticati quindi niente lisciata, niente non spiegazione, calo d’interesse, niente rinnovo di una serie che ha raccolto il testimone del vuoto pneumatico lasciato dai tizi (cioè gli autori) persi.

    Rispondi

  14. La verità e che hanno svelato subito molte cose con una narrazione troppo lenta… io già al 4 episodio ero li a cambiare canale…

    Rispondi

  15. Ho sempre cercato di rimanere il più obiettivo possibile davanti a FlashForward, non sono prevenuto, tanto è vero che episodi come “Queen Sacrifice”, “The Garden of …something…. Paths” e “Goodbye Yellow Brick Road” mi sono pure piaciucchiati…ma questo “Coundown” era davvero inguardabile! La noia totale! Capisco che l’episodio prima di una season (o series) finale possa essere più lento, preparatorio, etc…ma qui non succede davvero nulla. O meglio succedono cose a caso slegate fra di loro, la cui unica utilità sembra quella di riempire 40 minuti di episodio. La scena peggiore forse è quella in cui Charlie (la piccolina figlia di Olivia e Mark) vuole vedere il padre, che si mette a farle lo spiegone…ma quanto sarà durata quella scena, totalmente inutile per giunta? Per non parlare della scazzottata con il cattivone biondo… ma scherziamo? E meno male che è un agente FBI! Ma vai a fare qualche terapia di gruppo per il controllo della rabbia con Naomi Campbell!
    E Lloyd marpione in versione stalker? No no, io di questo episodio non salvo nulla, zero stelline.
    PS: Sono fiducioso sull’episodio finale perchè non posso immaginare come la series finale possa essere peggio di questo penultimo episodio.

    Rispondi

  16. @Riccio

    Secondo me invece non avevano e non hanno proprio svelato niente. Semplicemente hanno cercato di rifilare lo stesso bidone di Lost cercando però di fare a meno di un’ambientazione suggestiva e se vogliamo onirica. Hanno buttato un po’ di sassi nello stagno sperando di ripetere il colpo ed invece è andata storta.
    Quando hanno visto che la cosa non funzionava più allora hanno eletto personaggi inutili e non eventi ad un gradino più elevato svelandosi completamente perchè i tizi che abbiamo visto, le cose che hanno fatto e detto, sicuramente, nei piani originali della produzione, non avrebbero dovuto contare nulla.

    Rispondi

  17. @.rIFF:

    Abbiamo capito che Lost ti ha fatto schifo e che non ti è piaciuto il finale. Ma qui non centra niente. E non si giustifica una schifezza paragonandola a un’altra schifezza (secondo la tua opinione). Ma perchè quelli che odiano Lost o sono rimasti imbambolati davanti al finale devono menarcela pure qui? Non l’avete capito? Amen, nessuno vi dice niente.
    Mi sembrate quei tizi che, quando si beccano il due di picche da una ragazza, poi vanno da tutti gli amici a raccontare quanto quella tipa in realtà facesse loro schifo, dicendo che era una z*****a e che in fondo non gli piaceva poi tanto. A star zitti si fa più bella figura, altrimenti è lecito pensare che si sta solo cercando una giustificazione, peraltro non richiesta.

    @jenny:

    La cancellazione di FF era nell’aria da tempo, e questo spiega la pausa di riflessione, la fuga di autori e sceneggiatori. Ma quando è arrivata l’ufficializzazione della cancellazione (poche settimane fa) ormai gli episodi erano già stati girati e, probabilmente, hanno ideato un cliffhanger sperando che in qualche modo qualcuno potesse richiederne la prosecuzione.
    Se averssero dichiarato la cancellazione a metà serie, probabilmente avrebbero fatto in tempo a scrivere un finale chiuso.

    Rispondi

  18. Il tizio che in mezzo alla folla e ai festeggiamenti (di che, poi? O_o) trova Mark e gli lascia la fiaschetta, seguita dall’intensa interpretazione di Finnies è diventato il mio momento preferito dell’intera serie XD

    Rispondi

  19. @gianluco

    Qui non centra niente ?
    FF è stato presentato fin dal principio come il figlio di Lost ed infatti ha presentato un modello narrativo abbastanza simile. Fare un confronto era quanto meno doveroso.
    Visto e considerato che la storia in entrambi era un accumulo insensato di cose random (che per semplici regole di statistica, a forza di accumularsi come un cumulo di macerie, ogni tanto riescono anche a mettere insieme qualcosa) cosa restava da confrontare ? Le ambientazioni e guarda caso proprio lì si capisce perchè uno ha retto sei anni e l’altro è crepato a metà della prima stagione trascinandosi stancamente fino adesso. Se avessero realizzato FF in un ambientazione futuristica posticcia sono sicuro, si sarebbe fatto almeno 4 stagioni.

    Rispondi

  20. @.rIFF:

    Sì, lo sappiamo tutti che FF era stato pubblicizzato come l’erede di Lost. Ma è assurdo venire a menare il torrone qui con la storia del finale che non è piaciuto o per dire che se hanno tirato avanti Lost per 6 anni potevano farlo anche con FF.
    Quando è uscito Lost, al 21esimo episodio erano tutti inchiodati allo schermo con la bava alla bocca in attesa del successivo. Anzi, lo eravamo già dal quinto o sesto. In FF ogni episodio era solo uno in meno verso il suo funerale.
    Tant’è che quando ci hanno presentato un orso polare in Lost, tutti abbiamo sgranato gli occhi. Quando abbiamo visto un canguro in FF abbiamo riso.

    Rispondi

  21. A dire il vero il mio astio per Lost va ben oltre il finale perchè è assurdo sperare di dare tutte le risposte nell’ultimo episodio quando sono 6 stagioni che si aprono storyline senza arrivare a niente.
    Il senso di presa per il sedere era forte già da un bel po’ di tempo

    Rispondi

  22. L’unica differenza tra lost e flash forward e quindi la differenza dalla quale è scaturita la differenza di successo (lost serie cult che ha segnato un cambio epocale, flash forward super flop cassato alla prima stagione) è semplicemente l’ordine d’uscita…mi spiego meglio quando in lost gli sceneggiatori hanno tirato fuori l’orso polare/il mostro ombra/il timone cambia orientamento/i cannibali/gli alieni/i dinosauri/il capitano spok ecc. ecc. il pubblico era ipnotizzato dalla novità che la serie aveva apportato al modo di fare serie televisive (premetto io ora sto guardando tutte le serie di lost in un’unica filata ma quando un pò di anni fa per la prima volta arrivò in italia io vidi la prima puntata e vedendo un areo schiantato su un’isola con la cabina a km dal vano passeggeri le ali in frantumi, 2000 sopravvissuti e un reattore perfettamente funzionante nonostante fosse finito in acqua e infine sulla spiaggia separato dal resto dell’aereo, ho cambiato canale, ah no…ho aspettato fino a vedere una tizia random ricucire con un ago o qualcosa del genere una specie di rambo con le battute che più americane non si può…) ora Flash forward in quanto ad assurdità è sicuramente più moderato rispetto a lost e nulla c’entra l’ambientazione, e sinceramente non ha bisogno di spiegazioni assurde per eventi insensati perchè al limite gli eventi contestatibili sono eventi standard da film americano tipo 1 contro 100000 se l’uno è il buono vince. Ciò che ha ucciso Flash Forward è stato proprio Lost che ormai godeva della fama che ti permette di dire e fare qualsiasi cosa essendo comunque venerato…però se un qualcuno appena arrivato “imita” viene cassato e bocciato per ogni minima incongruenza…io nel corso dei mesi ho seguito tutte le vostre recensioni e commenti e ciò che ne esce è un’iniziale diffidenza alla quale è seguita la derisione proprio per paragone con lost (qualcuno mi rispose ad un intervento “due anni per descrivere i personaggi di lost, 20 minuti per quelli di FF” ora:1)Lost è ambientato su un’isola “deserta” se non descrivi i personaggi spostando l’ambientazione grazie ai flash back dall’isola a luoghi altri del passato, lo spettatore si suicida ingoiando le batterie del telecomando per noia, FF non ha bisogno di fare un processo del genere per ils emplice fatto che i presupposti sono diversi. 2) anche volendo FF non ha avuto neanche il tempo di avviare tale processo di conoscenza) Secondo me la serie di FF è una bella serie che in quest’ultima puntata e più in genere durante la quasi totalità della serie ha avuto l’enorme problema di combattere contro un audience che scendeva perchè vedeva un annunciato nuovo lost non reggere il confronto (io per esempio ho fatto il contrario ovvero mi sono visto prima FF dopodichè ho cominciato a vedermi tutto Lost e l’ho trovato ridicolo e anzi mi è sembrato che se la prima stagione e in parte la seconda fossero state ben progettate, con l’andare avanti degli episodi la trama ha perso piano piano di consistenza riducendosi ad un ammasso di salti mortali degli autori per nascondere il fatto che manco loro sapevano che cosa dovessero fare con questa storia fin ad arrivare al non plus ultra dell’assurdo con l’ultima stagione e in particolare le ultime due puntate nelle quali si filosofeggia…)comunque FF sicuramente aveva fatto tesoro dell’esperienza di Lost ed io sono sicuro che la serie fosse stata strutturata per bene dall’inizio fino alla fine lasciando lo spazio alla possibilità di allungare il brodo a seconda del gradimento e quindi è per questo che nelle prime puntate la serie andava con un ritmo molto più basso dedicando molto tempo a tutte le trame…la gente non ha gradito ed hanno accelerato perdendo molti passaggi e saltando a conclusioni che cascavano dal cielo (vedi “la donna che vedi tutti i giorni- oh mio dio gli piaceva giocare a scacchi- la donna è la regina….cioè SAY WHAAAAAAAT?????”) e piano piano hanno cercato di arrivare ad una conclusione della storia che secondo me non lascerà le trame aperte ma cercherà di chiudere tutto per sensato o no che sia…lasciando solo il grande rimpianto di aver visto una serie dal potenziale enorme, sprecata per aver avuto la fretta di farla piacere a tutti i costi e di rimpiazzare il buco lasciato da LOST quando il corpo non solo era ancora caldo ma vivo e vegeto…rimane il ricordo di una serie che ho adorato ma che mi ha lasciato l’amaro in bocca perchè penso sia stata sfrutta al 10% proprio per colpa di discorsi di marketing e produzione…
    Comunque se devo unirmi al coro delle critiche lo farò dicendo che la serie FF mi sembra molto ben costruita per quel che riguarda le storie che viaggiano ai lati dell’indagine mosaico (ovvero tutte le storie personali dei vari personaggi, ben curate all’inizio prima che, al rientro dalla pausa la serie cominciasse a correre tralasciando totalmente i dettagli di tali storie) mentre l’ho trovata abbastanza confusionaria proprio in quello che doveva essere il filone portante ovvero mosaico…diciamo che se uno deve ricostruire un puzzle di cui ha visto degli spezzoni parte da un tassellino e ne cerca altri che possano combaciare insomma ogni tassello dovrebbe portarti al successivo e se sbagli tassello arrivi ad un vicolo cieco, invece l’indagine mosaico va avanti a botte di culo che arrivano dall’alt-r-o colpendo lo spettatore che non viene in nessun modo messo nella posizione di poter seguire l’indagine facendosi un’idea o costruendosela via via che la serie va avanti…insomma ogni prova si unisce alla precedente essendone vincolata passo passo tassello a tassello….rivedendo tutte le puntate di FF ho notato che invece l’indagine salta di palo in frasca a seconda di questo o quell’evetno o parola casuale o con cose tipo sieri per allungare la memoria ecc…). In generale credo che il cambio continuo di villain possa dipendere da due fattori distinti: 1) ravvicinamento di colpi di scena che dovevano avvenire diluiti nel corso di più stagioni 2) riprodurre un effetto “apertura del vaso di pandora” riconducibile a quel “YOU HAVE NO IDEA” di D. GIBBONS infondo il terzo e ultimo problema forse è stato proprio il fatto che FF sia stato pensato tutto fin dall’inizio avendo già un finale e tutta la storia scritta e pronta allungabile a seconda del gradimento e che quindi ha seguito un processo da Film in stile Memento non tenendo conto che un film se ti cattura nell’inizio (come per il pilot di FF) lo segui fino alla fine in cui ti viene data la spiegazione di eventi eventualmente sconnessi perchè spiegati solo nel finale mentre una serie non può permettersi il lusso di spiegare tutte le cose dell’ADESSO nelle puntate successive (vedi JANICE che si fa bidonare come una deficente da SIMON per ben due volte e tre puntate dopo si scopre che è una talpa e che quindi probabilmente lo ha fatto per arrivare a quel professore… uno dei recensori di questo sito aveva criticato la sceneggiatura per il fatto che era inconcempibile che un agente del FBI fosse così pollo, salvo poi fare marcia indietro…purtroppo però questo sistema ha fatto si che molti smettessero di seguire la serie…) PECCATO PECCATO PECCATO….scusate la logorrea…ma volevo condividere i miei pensieri visto che leggo sempre tutte le recensioni e i vostri commenti a questa serie che nonostante tutto adoro!

    Rispondi

  23. Non ho mai visto Flashforward (non sono così masochista) ma so che il tizio nella screen è il protagonista. Vi rendente che tale protagonista è sputato a Nestor Carbonell (Richard Alpert)?
    Vi rendente conto che l’ABC ha fatto ctrl+c e poi ctrl+v per creare sta serie???

    Meno male che è stata silurata e via restano in piedi i veri telefilm come Fringe

    Rispondi

  24. Leggendo le vostre recensioni mi sono sentita una totale pirla…A me la serie flahforward è piaciuta proprio tanto, nonostante delle effettive parti poco chiare e un po’ affrettate. Mi ha realmente tenuta incollata al divano tutti i venerdì e non per dormire! Sono pienamente d’accordo con Francesco. Lost non l’ho visto, ma da quel che ne so lì tutto è lecito perchè totalmente innovativo. Bè, sono tra i pochi che sperano in una nuova serie di FF!

    Rispondi

  25. @Matteo89: ci “rendeniamo” (come probabilmente diresti tu) conto che, visto che non hai mai guardato flash forward, forse è il caso di non tenerti minimanete in considerazione nel tuo commento decisamente campato in aria e senza alcun senso.

    @Sara 73: sara non sentirti pirla, gli autori di flash forward hanno fatto solo un errore (e forse non è neppure stato loro ma del network), cioè definire la loro serie televisiva l’erede di lost creando così un inesorabile effetto “dobbiamo affossarli per questa affermazione” (ma non lo ammetteranno mai :) ) da parte di tutti i fan di lost che hanno il prosciutto sugli occhi. flashforward è iniziato decisamente in modo troppo lento (pilot a parte) e con il tempo si è decisamente migliorato e avrebbe potuto diventare una meravigliosa serie televisiva che sa tirare i fili di ciò che ha seminato. cosa che invece la tanto osannata lost (badare, io mi sono guardato entrambe le serie facendo VERAMENTE attenzione ai dettagli) non ha proprio saputo fare. la serie terminata dopo 6 stagioni ha avuto un unico grande merito, aver dato veramente una grande profondità alla caratterizzazione dei personaggi (con alcuni grandissimi attori come emerson e o’quinn, giusto per citarne due). ma è il suo unico merito. infatti la trama è un buco continuo e già dopo poco dal suo inizio si vedeva chiaramente che buttava lì roba tanto per inserirla con l’intenzione di cercare di riprenderne i fili poi verso la fine. tanto il fan sfegatato di lost (che ho notato avere un’attenzione ai dettagli veri, quelli della trama, quasi pari a 0) prendeva tutto per buono. facile tener attaccato lo spettatore con nuovi misteri ad ogni puntata senza mai dar loro una spiegazione e creando così l’attesa dell’avvicinamento alla fine con la speranza di tutte le risposte. flash forward invece ha avuto l’enorme merito di avere un piano ben definito sin dall’inizio. e un buon prodotto lo si vede anche da questo. in flash forward si faceva volentieri a meno di tutta la parte con aaron e sua figlia, probabilmente avendone la possibilità si sarebbe sviluppata una trama coerente dando loro un senso nella seconda stagione, ma così sono stati solo un’appendice che con il senno di poi (fine di tutto alla prima stagione) era meglio eliminare. ho appena finito di guardare l’ultimo episodio di flash forward, il finale di stagione che sfortunatamente si è trasformato in finale di serie (e direi che non hanno avuto tempo di sistemarlo per l’occasione), non dirò nulla di preciso visto che qui siamo sull’1×21 ma è stato decisamente un miliardo di volte più dignitoso questo improvvisato finale piuttosto che il tanto decantato finale della tanto decantata lost. qui tutto torna, là tutto manca. Nuovamente… se non avessero caricato flash forward dell’eredità di lost (eredità di cosa? forse giusto perchè avrebbe preso la sua fascia oraria il prossimo anno visto che genere e modus sono completamente diversi) e la serie avesse avuto un inizio un po’ più convinto dei suoi mezzi sicuramente avrebbe avuto vita molto più lunga e allietato ancora a lungo le nostre serate con una coerenza decisamente degna di nota (oh, joseph finnies me lo ricordavo bravissimo… ma effettivamente è mono espressivo o_O’ ). vabbè… di buono ha che mi ha lasciato un così grosso rimpianto che ho deciso di comprare il libro dal quale la serie è stata tratta (anche se sono decisamente molto diverse le due storie), anche se mi han detto che non è coerente come la serie.

    Rispondi

  26. @IndianaMonts: sarà eh ma io la butto lì .. anche la pessima scelta delle musica che sembrano buttate li a caso, le azioni random (ancora rimango basito per la corsa ad halloween di Finnes), le scene di azione esasperate (cattivi che muoiono come mosche mentre i principali corrono dentro na foretsa di proiettili a viso scoperto) .. secondo me avranno anche avuto il loro peso .. poi boh.

    Rispondi

  27. @ IndianaMonts

    Io non critico la qualità della serie, non l’ho mai vista (ripeto, non sono così masochista), ma critico il fatto che è una serie che è una copia fatta male di Lost e come tale ha fatto la fine che si meritava: cancellato

    Rispondi

  28. E’ incredibile quanto gli autori si siano dati da fare per far credere e poi non credere e di nuovo credere che i ff si sarebbero avverati, mancando continuamente il centro della questione: se dei protagonisti non mi frega nulla può accadere tutto e il contrario di tutto, come spettatore resto imperturbabile, immune a qualsiasi plot (ri)twist.

    Rispondi

  29. @IndianaMonts: Guarda, io sono Lost non l’ho mai visto quindi posso tranquillamente dire di non fare parte “di tutti i fan di lost che hanno il prosciutto sugli occhi” che dovevano affossare ad ogni costo la serie. Quindi posso dire con serenità che FF è semplicemente una serie brutta. I personaggi sono caratterizzati malissimo, non sono carismatici, sono degli stereotipi assurdi e hanno anche storie tremende (la morte di Dimitri, la storia della figlia morta/non morta di Aron…ma per piacere) e fanno cose a caso per tutto l’episodio…la corsa di halloween per esempio o quando Mark sclera a HK. Se a questo ci aggiungi che molti sono interpretati da attori che definire pessimi è un complimento (si, Fiennes, sto parlando con te) e che gli autori non sono riusciti a scrivere assolutamente nulla di decente per le prime 12 puntate e, dopo 3/4 fatte meglio, ritornano a scrivere boiate senza senso ecco che la serie perde 8 milioni di spettatori e finisce con l’essere cancellata.

    Rispondi

  30. ah dimenticavo, aggiungici anche una delle sigle più orripilanti che abbia mai visto in vita mia :D

    Rispondi

  31. Anche io non ho visto Lost, ma ciò non toglie che trovi FF una serie terribile. E visto che non sono l’unica, vuol dire che il problema di FF non è solo quello di essersi spacciato per l’erede di Lost. Certo, già di per se presentarsi come l”erede” di qualcosa è una mossa rischiosa (e, secondo me, pure un po’ fastidiosa) ma ciò non toglie che le cose totalmente senza senso, i personaggi privi di qualunque tipo di caratterizzazione, le situazioni random, le storyline inutili e gli attori terrificanti (oltre Finnies, ogni volta che la ragazza di Dimitri compare in scena è una sofferenza) sono ciò che ha davvero affossato questa serie.

    Rispondi

  32. Ragazzi, aldilà della questione Lost, FlashForward non è un gran prodotto di per sé. Punto. Fatevene una ragione. E mi diverte poi vedere gli inviperiti contro Lost invadere qualsiasi altro argomento, come se in questo modo le loro ragioni si facessero più forti di quelle di coloro a cui il finale è piaciuto. Ma torniamo in topic: Lost c’entra poco con il fallimento di FlashForward. Se la storia avesse avuto le carte in regola per appassionare l’avrebbe fatto, no matter what, soprattutto contando l’incredibile pubblicità, sponsorizzazione e fiducia avute dalla ABC.

    Rispondi

  33. a me dispiace tantissimo, perchè FF aveva un potenziale enorme, ma davvero enorme, come serie spalmata su diversi anni di programmazione, cosa che infatti il progetto iniziale prevedeva.
    invece, credo per esigenze di marketing, si è avuta molta fretta e, dopo un ottimo inizio, dopo che negli episodi successivi si è cercato di dare uno spessore ai personaggi (critica che gli viene cosi tanto mossa dai detrattori), agli autori devono essere sfuggiti di mano i fili di una trama cosi vasta e complessa e tutto ciò, unito alla già citata fretta iniziale e al progressivo calo di audience, ha portato alla perdita di parte dello staff e alla “pausa di riflessione” dalla quale la serie non si è più ripresa se non a tratti…
    dopo la ripresa infatti, abbiamo assistito a una velocizzazione assurda degli eventi (flosso compare in una puntata e muore nella seguente, il somalo addirittura muore alla fine della stessa puntata in cui è comparso), un cambio costante dei “cattivi” (la morte di d.gibbons, il solo capace di trasferire quel che di mistico alla storia del blackout, sono certo non fosse prevista cosi presto – esce allo scoperto in una puntata e muore anche lui in quella successiva…) e a tutte le incongruenze di cui sappiamo…

    ciò non toglie che nel corso degli episodi, siano stati presentati degli spunti davvero interessanti, come i flashback nei quali gabriel – personaggio stupendo – subiva i test insieme agli altri savant, spezzoni che a mio parere destavano interesse e costruivano una base solida agli eventi attuali, o alla lavagna degli eventi di frost… sono venute fuori anche scene molto suggestive, a me è piaciuto per esempio il momento del flashforward nel laboratorio dell’nlap, una grande cura nei dettagli scenici e nel montaggio…
    il tutto è stato però annullato dall’esigenza, maturata dopo la notizia del mancato rinnovamento, di velocizzare le cose, con le conseguenti forzature e i tanti buchi tappezzati alla ben’e meglio. è anche vero che in altre serie ho visto di peggio, da qualche parte ho visto una citazione a prison break, be’ li dalla terza serie in poi sono davvero caduti nel ridicolo, però ormai la base c’era e tanti errori vengono perdonati, come nello stesso lost.

    insomma, imho le possibilità di farne una serie cult c’erano eccome, ma purtroppo non sono state sfruttate… a me dispiace molto, spero che in futuro qualche network possa decidere di produrre una seconda e ben fatta serie, anche se credo che sarà molto, molto difficile…

    Rispondi

  34. @Random: guarda, la premessa della serie penso sia fuor di dubbio che sia intrigante e con un potenziale enorme .. si può discutere su quanto abbiano dovuto velocizzare la crescita/caratterizzazione dei personaggi .. ma in cuor mio so, che se in quelle prima 4 puntate che vedi inizi a sperare che tutti quelli che passano sullo schermo muoiano nel minor tempo possibile.. qualche problema c’è .. sopratutto nella caratterizzazione dei personaggi ..

    Rispondi

  35. @GAIA89 & FRISIO

    probabilmente se non siete fans di lost o comunque nemmeno l’avete seguito, e non vi è piaciuto Flashforward…non siete dei fan del genere di cui queste due serie sono rappresentanti.

    Per il resto credo che questo volersi accanire sulla caratterizzazione dei personaggi sia effettivamente sintomo di ottusaggine ovvero di aver voluto ad ogni costo vedere un doppione di un qualcosa ed essersi ritrovati con qualcosa di differente…per esempio in questa serie enorme cura era data ai dettagli prima che iniziasse a correre per esigenze altre da quelle della sceneggiatura…non un tassello fuori posto, tutto con una spiegazione, una causa ed una conseguenza, tenendo ben presente i temi che venivano trattati dai personaggi, destino, libero arbitrio temi che i personaggi trattavano in modo come avete detto voi “pacchiano” senza lo stile e l’acume di Lost, ma che in realtà portavano lo spettatore a riflettere su altre domande che scaturivano proprio dall’atteggiamento dei personaggi…per quel che riguarda la caratterizzazione dei personaggi…io posso dire di aver amto D.Gibbons, mi diverte Simon e il suo modo di fare, stimo Janice, detesto quel tonno di loyd amo da morire Gabriel, non mi fido di vogel ma mi piace la sua personalità così ambigua indefinibile dire per che squadra giochi…mi piace il personaggio di Brice e quello di Aaron…Keiko la trovo dolce, non riesco a provare simpatia per Nicole…perchè il suo personaggio mi sembra privo di quello spessore di quella brillantezza che invece ha Keiko…è meno interessante pur essendo più bella…passando per la tanto critica Zoey…che fa delle scelte che non condivido ma con la quale sento una certa empatia tato che ci sono rimasto malissimo quando dimitry l’ha tradita per una ragione così stupida…(dalla serie tu stai per morire ed una vita sta per iniziare? beh allora fa un figlio con la tua donna…)comunque mi sembra che fin dalla prima puntata fosse chiaro che dimitry fosse meno preso da zoey di quanto lei non lo fosse da lui…insomma proprio nel pilot non si ricordava manco quale fosse la loro canzone al tempo stesso però non riesco a condannare totalmente Dimitry…in quanti pensando di morire a breve direbbero di no ad una ragazza dalla quale sono palesemente attrattissimi? …arrivando al criticatissimo Mark…mono-espressione, tonno, monolitico gliene avete dette un pò di tutti i colori…devo dire che su una cosa concordo…ha forse lo stile di corsa più brutto che io abbia mai visto…e gioco a calcio da quando ho 2 anni…per il resto Mark è l’essere più vicino ad un cane bastonato, e non mi sembra sbagliata come interpretazione vista la situazione in cui si trova…ora questo personaggio è dalla prima puntata he gli dicono che mosaico “is bigger than you”…e forse è proprio vero…lui non ha un antagonista…appena pensa di averne preso uno ne trova altri cento…”you have no idea”…non c’è un personaggio che possa essere definito totalmente “buono” o totalmente “cattivo” a parte il personaggio più buffo della serie o vero Flosso alias Bud-Spencer (devo ringraziare il recensore per quella mezz’ora di risate che mi ha regalato recensendo la puntata in cui Flosso dice “My name is Flosso, and i’m a villain” o qualcosa del genere…jajajaj comunque morto subito poco male….insomma la stessa moglie di Mark…passo dal pensare che sia una z…… al pensare che in effetti dal punto di vista diuna moglie vedere che il proprio marito mette davanti all’incolumità della propria famiglia il lavoro non debba essere facile e dia indicazioni abbastana precise sulla scala di priorità….insomma lo spettatore in questa serie viene lasciato solo a se stesso perchè gli viene permesso di simpatizzare con D Gibbons forse il personaggio più amato della serie e invece non condividere le scelte di Mark…così come la trama e le domande che ne susseguono…io credo che questa serie sia stata strutturata benissimo ed è un vero peccato che sia morta ancora prima di nascere…comunque ho visto l’ultima puntata e aspetto impaziente la recensione e i commenti finali…

    Rispondi

  36. @Francesco: “Per il resto credo che questo volersi accanire sulla caratterizzazione dei personaggi sia effettivamente sintomo di ottusaggine ovvero di aver voluto ad ogni costo vedere un doppione di un qualcosa ed essersi ritrovati con qualcosa di differente…”
    Un doppione di cosa? Se la risposta è Lost dovresti rileggere un pò tutti gli interventi .. Solo chi difende (a ragione o torto) riesuma il paragone (che lo avrebbe affossato), gli altri si concentrano su altri dettagli.

    “tenendo ben presente i temi che venivano trattati dai personaggi, destino, libero arbitrio temi che i personaggi trattavano in modo come avete detto voi “pacchiano” senza lo stile e l’acume di Lost,”

    Capisco che tu voglia insistere in questa direzione poichè FF e L sono un prodotto di fantascienza. Ma il punto non è questo: Es, la moglie di Mark gli da la possibilità di lasciare LA per sfuggire al FF. Lui praticamente la manda a cag*re e sceglie di continuare il mosaico .. nn sei un cane bastonato, sei uno stupido. Altro es Ad un certo punto, per una festa notoriamente in maschera, vedi un tizio con in faccia un pezzo di plastica che potrebbe aver comprato ovunque.. gli corri dietro lasciando tua figlia là così, senza una reale percezione di pericolo. Fai la figura del cretino. La pacchianeria viene da questi dettagli? No, quella viene quando ci sono scene in cui ad esempio lui si permette di fare quel che gli pare, prendere l’amico, fregarsene del suo capo, andare dall’altro lato del mondo e uscire al tavolo la pistola così … random perchè ti è venuto lo scazzo. Ma cos’è un film d’azione dei primi anni 90? Un rigurgito di Bruce Willies e Steven Segal? .. Gli fanno un agguato sotto la sede dell’FBI, gli sparano un razzo sul Suv e lui e suoi compari emergono da dietro l’auto (quando sono usciti, che successo?) e con i rolling stones in sottofondo iniziano a camminare a viso scoperto e sparare con una mira laser .. Roba di 20anni fa .. . Questa E’ pacchianeria. Detto questo, mi sembra di aver citato i primi 5 o 6 episodi(mea culpa se non fosse così), prima di qualsiasi accellerazione e senza nessun paragone con altre serie. Ci sono spettatori a cui piace? Benissimo E’ un bel prodotto? no.

    Rispondi

  37. @Francesco: Quindi se si è fan di Lost, FF non piace perchè si paragona a Lost. Se invece non si è fan di Lost, allora FF non piace perchè non piace il genere…a me invece sembra del tutto possibile che FF non piacca E BASTA. Tra le altre cose, se si eccettuano i procedurali alla CSI, io sono aperta a tutti i generi possibili, dalla fantascienza ai family drama, e non ho mai lasciato che un genere influenzasse il mio giudizio su una serie…e, per concludere, io di Lost non ho visto neanche il primo episodio, quindi non sono influenzata nè in negativo nè in positivo.

    Rispondi

  38. @Gaia89: ALLORA PUO DARSI ANCHE CHE IO NON CAPISCA NULLA DI FLASH FORWARD O DI LOST, PERO SO SOLO CHE FF MI TENEVA ATTACCATO DAVANTI ALLA TV TUTTI I VENERDI PERCHE OGNI VOLTA LA SETTIMANA PRECEDENTE LASCIAVANO QLCS IN SOSPESO CHE VOLEVO VEDERE..X ME E STATA UNA GRANDE SERIE E CREDETIMI CI SARANNO ANCHE DELLE STRONZATE MA NON E CHE LOST NON LE ABBIA….A PARTIRE DAL PRIMO EPISODIO….E DA QUANDO HANNO INVETATO GLI AEREI CHE OGNI VOLTA CHE NE PRECIPITA UNO NON SI SALVA MAI NESSUNO TRANNE QUALCHE RARO CASO…IN LOST ADDIRITTURA SI SALVANO TUTTI…E DAL PRIMO EPISODIO PASSO ALL ULTIMO…UN AEREO CHE PER SEI STAGIONI OVVERO QUASI SEI ANNI E STATO LI SOPRA CON A MOTORI SPENTI CHE PRIMA ERANO ANDATI IN ACQUA POI CON TUTTA LA PIOGGIA ECC ECC SCOPRIAMO CHE L AEREO FUNZIONA ANCORA….MA X FAVORE…PIU GRANDE DI QUESTA NON LA POTEVANO FARE….MI DITE COSA VI E PIACIUTO????????CHE ANCHE IL FINALE HA LASCIATO A DESISERARE…VOI AVETE SEGUITI PER SEI STAGIONI LOST PER COSA????PER AVERE LA SCONCLUSIONATEZZA DELLE STORYLINE….IN FF NON E STATO COSI E PERSONALMENTE SPERO CHE QLC NETWORK RIPRENDA LA NUOVA SERIE..E POI ALMENO LI SI PARLA DI UNA COSA REALE LA FISICA QUANTISTICA..IN LOST SI PARLA DI UN ISOLA ELETTROMAGNETICA…MA CHE CAVOLO SIGNIFICA????IN FF CI SONO COSE CHE POTREBBERO ACCADERE REALMENTE, LASCIAMO STARE I PERSONAGGI E LE LORO AZIONI CHE MOLTE VOLTE POSSONO SEMBRARE ASSURDE…MA CI SONO ANCHE PERSONAGGI COME AD ESEMPIO D. GIBBONS O SIMON CHE SNO MITICI…E POI SECONDO ME UN GRANDE ERRORE E STATO QLL DI METTERLO NELLO STESSO GIORNO DI FRINGE CHE E UNA SERIE TELEVISIVA CMQ GIA AVVIATA RISPETTO AL NUOVO FLASH E IN PIU HANNO SBAGLIATO A RIDURRE GLI EPISODI SEMPRE A CAUSA DI QUESTO….PRIMA NE FACEVANO 2 ANCHE IN AMERICA POI SO PASSATI A 1…E QUINDI CREDO CHE IL TELESPETTATORE SI SIA ANNOIATO DI UN SOLO EPISODIO…ALLA VOLTA…E INFATTI E BRUTTO SECONDO ME….

    Rispondi

  39. VI PREGO: qualcuno posti lo screenshot di quando Mark viene trascinato dai suoi colleghi (dopo il pestaggio di Hellinger) e lui, nel dimenarsi APPOGGIA LA GAMBA SUL TAVOLO!
    Vi giuro che non ho mai riso così tanto…nemmeno con l’enigma degli scacchi e quello dello zucchero.
    Cioè…se in quel momento Fiennes fosse stato un metro più avanti, avrebbe centrato in pieno volto l’altro attore, deturpandolo a vita…questo è davvero un criminale, non solo per come recita :D

    Scherzi a parte: questo episodio sarebbe perfetto per spiegare ad un sostenitore di FF perchè a molta gente questo telefilm non piace (ribadisco che qui non si è mai schernito chi ama FF. Anzi, io personalmente li invidio, perchè riescono a godere di questo telefilm).
    Infati “Countdown” ha tutte le premesse per un grande series finale, è un episodio che potrebbe davvero farci sgranare gli occhi per il fatto che alcuni FF si stanno avverando (Mark) mentre altri sembrano evitati (Olivia).

    Allo stesso modo l’empatia suscitata dai personaggi è assolutamente soggettiva, pertanto non si può dire “sono mal caratterizzati”. Ad esempio a me la storiline di Aroon e Tracy piace molto, così come il triangolo Bryce-Nicole-Keiko. Arrivo a dire che pure il discorso di Mark con Charlie mi ha fatto venire gli occhi lucidi: sia perchè ho provato a immedesimarmi nella situazione, sia perchè la bambina suscita molta tenerezza.

    Il problema è che queste sono sviluppate con scelte illogiche, insensate, che sembrano dei veri e propri deus ex machina. La storia della gravidanza di Janis è ridicola (“ti metto incinta perchè tanto moriremo”, ma non pensi a cosa fare se invece non morirete? Allora volevi solo trombarti Janis XD ). Ma ancora più ridicola è la confessione all’areoporto -con annesso “ti prego, sposami lo stesso” – non rendendoti conto che fino a un secondo prima puoi evitare il FF, mentre invece così non fai che avverarlo.
    Idem Nicole e Bryce: ha mentito per tutto quel tempo, perchè dire la verità proprio il 29 aprile? Non teme che quella sera potrà finire annegata, mentre Bryce se la fa con Keiko?

    E Mark? Gli viene predetta l’aggressione ha Hellinger e lui casca stupidamente nel tranello. Volete farmi credere che ad un poliziotto dell FBI basta parlare della figlia per farlo diventare violento? Sì…se ti chiami Mark Benford :D

    Davanti a certi episodi ho detto “che schifo”, mentre davanti a questo -e tanti altri- ho semplicemente detto “peccato”.

    Rispondi

  40. @GIO:
    Gio, non è che se scrivi tutto maiuscolo la gente ti dà più retta, eh…

    Rispondi

  41. @GIO: curiosità personale, che non vuol essere un offesa: quanti anni hai?

    Rispondi

  42. “PUO DARSI ANCHE CHE IO NON CAPISCA NULLA DI FLASH FORWARD O DI LOST, PERO SO SOLO CHE FF MI TENEVA ATTACCATO DAVANTI ALLA TV TUTTI I VENERDI PERCHE OGNI VOLTA LA SETTIMANA PRECEDENTE LASCIAVANO QLCS IN SOSPESO CHE VOLEVO VEDERE..X ME E STATA UNA GRANDE SERIE E CREDETIMI CI SARANNO ANCHE DELLE STRONZATE MA NON E CHE LOST NON LE ABBIA….A PARTIRE DAL PRIMO EPISODIO….E DA QUANDO HANNO INVETATO GLI AEREI CHE OGNI VOLTA CHE NE PRECIPITA UNO NON SI SALVA MAI NESSUNO TRANNE QUALCHE RARO CASO…IN LOST ADDIRITTURA SI SALVANO TUTTI…E DAL PRIMO EPISODIO PASSO ALL ULTIMO…UN AEREO CHE PER SEI STAGIONI OVVERO QUASI SEI ANNI E STATO LI SOPRA CON A MOTORI SPENTI CHE PRIMA ERANO ANDATI IN ACQUA POI CON TUTTA LA PIOGGIA ECC ECC SCOPRIAMO CHE L AEREO FUNZIONA ANCORA”

    Può darsi XD

    No, seriamente, spero che tu parli per sentito dire, perché 1) Nello schianto aereo muoiono un casino di persone, e ne sopravvivono solo una quarantina 2) L’aereo (ovviamente) non funziona più, manco le apparecchiature, non so chi ti abbia dato quest’informazione, ma è falsa XD

    Rispondi

  43. @GIO: Prima cosa: Scrivere in maiuscolo equivale ad urlare, e non mi pare il caso…
    Seconda cosa…io ho detto nel mio commento che di lost non ho visto neancge il primo episodio, quindi in che modo il tuo commento è attinente con il mio? Terza cosa, dubito che un FF globale possa accadere nella realtà, quindi non è che l’idea di base di FF mi pare poi così realistica XD quarta cosa, Fringe non è una concorrenza particolarmente spitata, anzi probabilmente era Fringe a dover temere FF, non viceversa. Quarta cosa, negli USA andava in onda un episodio alla settimana, non due, come del resto per tutte le altre serie esistenti, tranne rari casi di doppi episodi speciali, quindi dubito questo sia il problema dell’insuccesso di FF

    Rispondi

  44. Ops, ho messo due quarte cose…ovviamente l’ultima è la quinta XD

    Rispondi

  45. @Dextha:

    va bè dextha, sull’argomentazione fatta è inutile discutere.. praticamente per lui dovrebbe comparire la scritta “occhio quella che vedete è fisica teorica e meccanica quantistica” in 4 stagioni di Lost, visto che nn ha capito che succede.. e in FF si (perchè li, te lo dicono e basta).

    Rispondi

  46. Ma poi mi spiegate perchè, per difendere FF, bisogna sempre tirare in ballo Lost, possibilmente spalandoci m***a sopra? Non è che per difendere un telefilm bisogna denigrarne un altro.

    Gli estimatori di FF se la prendono con i critici perchè insistono sulla storia dell’ “erede di Lost”.
    Beh, i produttori avevano solo da non spararla così grossa, è chiaro che oggi gliela facciamo un po’ pesare. Ma vi assicuro che le critiche a FF arriverebbero anche indipendentemente da quella dichiarazione: per i critici, FF era un telefilm con un enorme potenziale, sfruttato male per via di sceneggiature ridicole, un cast sbagliato e, in alcuni casi, una pessima recitazione.

    Ora, cari amanti di FF, dovete spiegarci perchè noi non possiamo usare Lost a termine di paragone (positivo) mentre voi sì.
    Facciamo una bella cosa: NON PARLIAMO DI LOST. Qui si parla di FF.

    Se questo telefilm vi è piaciuto e vi ha dato delle emozioni, non è certo perchè “Lost era peggio”; ve le ha date e basta. E non siete neppure tenuti a spiegarle, perchè in fondo è molto difficile far capire perchè ci si emoziona davanti ad una scena che, magari, è oggettivamente recitata da cani o non sta in piedi.
    E nessuno vi dirà mai nulla per questo. Anzi, personalmente mi piacerebbe sapere in quali punti FF vi ha entusiasmato e in che modo siete riusciti a chiudere un occhio davanti a certe scene decisamente forzata (cosa che ho fatto anche io davanti a tantissime scene di Prison Break).

    Invece mi sembra quasi che entriate a gamba testa, pieni di rabbia per la sospensione di questa serie (evidentemente non avete mai visto FIREFLY) o forse perchè pensate che noi siamo una mandria di bulli che prende in giro i secchioni. Ma, a quel punto, non fate altro che passare dalla parte del torto.

    Come mai, ai tempi di Dollhouse o di V, questo scontro tra fans e critici non c’è mai stato? Chiedetevelo.

    Rispondi

  47. Tralaltro mi piacerebbe che quelli che vogliono usare Lost per difendere FF, almeno sappiano di cosa stanno parlando.
    No, perchè leggendo il commento di GIO, a meno che non sia un troll da due soldi, si capisce che non si è nemmeno letto i riassunti su wikipedia.

    Rispondi

  48. Mmmmh…se ho irritato qualcuno dicendo che se non ti piace ne Lost ne FF PROBABILMENTE non ti piace il genere che rappresentano, chiedo scusa chiaramente non pensavo che quel PROBABILMENTE passasse come un CERTAMENTE…comunque de gustibus…una serie può benissimo non piacere e si è liberi di criticarla o semplicemente di non guardarla…si perchè la cosa che io mi chiedo da mesi ormai leggendo le recensioni su questo sito è: “Ma tolti i recensori che la guardano per lavoro (non li invidio affatto a doversi sobire per forza un qualcosa che non gli piace…cioè io all’idea di dover fare le recensioni a non lo so…un medico in famiglia potrei anche strapparmi gli occhi…) insomma tolti i recensori…tutti gli altri ma perchè la guardano? Forse perchè in fondo anche ammettendo che siano veri tutti quegli errori di cui parlate anche accettando il discorso che gli attori che recitano sono tutti cani, anche supponendo che sia vero il fatto che è scritta da cani…quando la puntata finisce rimanete con quell’idea del “voglio vedere come va a finire?” ora a me dispiace e so che magari mi blasterete però se una serie che per vostra stessa ammissione ha tutti questi diffetti vi convince il VENERDI’ SERA a sedervi davanti al divano per vedere COME VA A FINIRE…non può essere solo per divertirvi di fronte alla sua “pacchianità”….o almeno lo spero…insomma io detesto GLEE…mia sorella invece lo adora…pur condividendo la stessa televisione io ne ho viste due puntate…dopodichè quando lei si guarda GLEE pur essendo a casa io non guardo la TV perchè mi innervosisce quella serie…ora magari io sono un esagerato…però mi sembra improbabile che qualcuno decida di SARIFICARSI DAVANTI AD UNA CAGATA IMMONDA…detto questo…interrompo questo intervento e ne metto un altro di analisi alla serie e al perchè mi ha tenuto inchiodato davani alla TV

    Rispondi

  49. Scusate l’intrusione ma come si chiama la canzone nella parte finale dell’episodio? Grazie

    Rispondi

  50. @Francesco:
    Francesco, ti sei risposto da solo.
    Molti la guardano per vedere come va a finire. Ma non è una gara per chi la critica di più: se uno arriva a questo punto è perchè ha dato fiducia a FF e pensa che possa in qualche modo risollevarsi.
    E penso di non essere l’unico dei “critici” ad aver sperato che FF potesse regalarci almeno un bel finale, come ad esempio è successo con la terza stagione di Heroes (immonda, ma con due-tre episodi finali decisamente sopra la media).

    E poi ci sono tante persone che, dopo aver iniziato una serie, non riescono a mollarla a metà. Tu lasceresti mai un libro già iniziato, per rimanere col dubbio di esserti perso qualcosa?

    Io invece chiedo: perchè i fans di FF, quelli che non accettano le critiche o le opinioni diverse dalle loro, vengono a leggersi le recensioni su Serialmente?

    Rispondi

  51. Errata corrige…aspetterò che esca la recensione all’ultimo episodio…

    Rispondi

  52. @Francesco: No, non mi hai irritata, la mia era una precisazione molto serena XD
    Sul perchè guardo FF…ok, diciamo che ho una brutta dipendenza da serie TV. Per principio non abbandono mai una stagione a metà, perchè mi sembrerebbe di aver lasciato un discorso in sospeso, anche con serie che non mi piacciono, con un’unica eccezzione: quando non riesco a finire neanche il pilot. Ora, a me il pilot di FF era piaciuto. Dal secondo episodio in poi invece ha iniziato a non piacermi più, e ho davvero pensato di lasciare perdere. Quando è arrivata la pausa ho capito che molto probabilmente la stagione sarebbe stata la prima e l’ultima, e allora mi sono detta…ma sì, ormai andiamo fino in fondo…se ci fosse stata una seconda stagione, probabilmente non l’avrei vista, ma la prima ormai mi sembrava giusto finirla cmq. Sarò masochista, sarò strana, ma FF non è l’unico caso di roba bruttissima che mi sono ritrovata a vedere XD
    Però davvero, prendetela con un po’ più di serenità…ognuno ha le sue opinioni…magari ci sarà qualche serie che per me è bellissima che a qualcuno farà schifo…capita XD

    Rispondi

  53. Ah sì, un’altra cosa: un conto è proseguire fino alla fine di una stagione (per i motivi che ha spiegato chiaramente Gaia89), un conto è seguire le eventuali stagioni successive.
    Io credo che la stragrande maggioranza dei critici non avrebbe mai seguito una seconda stagione di FF. E infatti ti faccio notare cosa è successo con Heroes: tantissimi sono rimasti delusi -o schifati- dalla terza stagione, l’hanno seguita nella speranza che potesse migliorare (a differenza di FF, Heroes ha regalato una prima stagione meravigliosa), ma poi non si sono più sentiti incentivati a guardare le puntate nuove.

    E infatti la quarta stagione se la sono guardata davvero in pochi.

    Rispondi

  54. @Johnny: Aggiungo alla digressione .. a me CAPITA di guardarla tra una progettazione è una sessione di photoshop. Avevo smesso di vederlo al nono episodio e adesso mi sono finiti the big bang theory, Lost, Fringe, House m.d. e vari anime (che sono in fase di noia). Per rilassarmi col lavoro, quando nn ho amici liberi o nn sono impegnato con altro, mi aiuta a scaricarmi. Guardare qualcosa nn è sintomo di interesse, sarà Freudiano, ma come molti che guardano Uomini e donne pur nn essendone fan a me (e sicuramente ad altri) capita di guardare qualcosa senza esserne particolarmente colpito.

    PS se mi si chiede perchè quindi, ho postato diversi interventi, è solo perchè sono rimasto perplesso da alcune cose scritte.

    Rispondi

  55. @francesco: vai tranquillo, na resettatina* al router .. aggiorna la pagina e hai nuovamente tutti i minuti che vuoi ;-D

    Breaking bad al momento l’ho lasciata in sospeso perchè mi va qualcosa di + “leggero” .. ma è un serial potente, poco ma sicuro: La premessa iniziale interessante .. recitato e girato da Dio. l’unico suo “limite” è che è una serie cattiva, molto .. dai serial che citi come preferiti non se se può piacerti, però na prova nn si rifiuta mai eheh

    ps su dove vederla basta scrivere breaking bad streaming ita (o sub-ita.. dipende da come la segui) su google.

    *dovrebbe esserci un pulsante per spegnerlo e riaccenderlo .. questione di pochi minuti insomma.

    Rispondi

  56. @francesco:

    Francesco, a me spiace davvero che abbiano sospeso una serie che ti piaceva. Purtroppo sono cose che capitano. Ti cito nuovamente Firefly (probabilmente il caso più ecclatante: una serie amata da TUTTI sospesa prima del finale), ma posso anche dirti Pushing Daises (che devo ancora vedere, ma ne ho sentito parlare benissimo), Ugly Betty, My Name’s Earl, Journeyman, Sara Connnor Chronicles, Dollhouse…non hai idea di quante serie con grandi potenziali siano state interrotte sul più bello per via di bassi ascolti o per crisi creative.
    Anni fa vidi su Canale 5 il telefilm “Invasion”…carino, ma anche quello interrotto dopo la prima stagione e con finale aperto….peccato che a quei tempi io non avessi internet e quindi non potevo saperlo :|

    E pensa che io ero uno di quei quattro gatti che si è guardato pure il remake di Bionic Woman (forse lo guardavo per la strafiga che la interpretava XD ), interrotto dopo 8 puntate.

    Insomma, è la dura legge della tv. Sono sicuro che troverai altre serie che potranno appagarti come Friends senza lasciarti a piedi, come successo con FF :)

    Se poi ti è piaciuto il finale di FF, sono contento per te (io devo ancora vederlo, quindi non ho idea di come sia). Però sappi che ad esempio io sono uno a cui piace il remake di Visitors, che però viene massacrato dalle critiche: beh, io leggo le recensioni, mi diverto, riconosco che molte critiche sono oggettivamente giuste…ma alla fine lo guardo senza farmi problemi :)

    Rispondi

  57. @Johnny: dato che lo citi io consiglierei “my name is earl” a francesco .. dopotutto è un serial comico con situazioni paradossali a la scrubs

    Rispondi

  58. @GAIA89

    Nessuna tensione!!jejeje solo tanto dispiacere perchè a me questa serie piaceva davvero ed era dai tempi di friends che non andavo così a rota con una serie…quindi vi lascio solo immaginare…purtroppo invece io sono scostante per natura e ho guardato un sacco di serie a mozzichi e bocconi (Romanzo criminale,Boris&Scrubs esclusi chiaramente…) tanto per citarne alcune dott. House (colpa di mia sorella), Grey’s Anatomy (colpa della mia ragazza ma alla fine, contrariamente alla prima, la trovo piacevole), better of ted, Lost…boh poi tante altre prese e lasciate poi riprese o semplicemente dimenticate…insomma se si escludono Romanzo criminale, Scrubs e Boris…era dai tempi di Friends che non andavo così a rota con una serie, guardando e riguardando gli episodi per trovare i dettagli per cercare le conferme e gli errori anche…(con friends semplicemente le guardavo e riguardavo perchè adoro quella serie ed ho tutti i dvd…quindi l’ho vista in italiano poi in lingua originale poi c’ho imparato lo spagnolo e infine ho cominciato a guardarmi gli episodi random per rilassarmi quando i render e i lavoro di photoshop/autocad/rhinocheros/cinema4d cominciava a farsi pensante…quindi diciamo lo stato d’animo che spinge Vincenzo a guardare qualsiasi cosa pur di distrarsi…però ecco sono veramente dispiaciuto che questa serie non sia andata avanti e la mia rabbia viene dal fatto che non la reputo peggiore di tante serie che invece hanno un seguito e vanno avanti per 2-3-4 stagioni prima d chiudere…insomma mi avrebbe potuto regalare tante altre puntate ed emozioni e curiosità…però vabbè…comunque aspettando di scannarci un altro pò sull’ultimo episodio (che già ve lo dico mi è piaciuto tantissimo…jejeje) :D

    Rispondi

  59. Ammazza quanti suggerimenti!!! Dunque My name is earl lo seguo sporadicamente quando lo incontro in tv e le puntate che ho visto mi hanno sempre divertito…però non mi è mai venuto l’istinto di seguirlo dall’inizio…
    @Vincenzo
    Sono molto eclettico sui gusti, nel senso che le serie che io le serie le scopro per caso e se mi ci appassiono le seguo (è il caso di Friends, Scrubs, Boris “simili nel genere” ma anche di Romanzo Criminale e FF)…per esempio FF l’ho comincito a vedere perchè mia sorella (croce e delizia nella condivisione dei programmi tv) aveva registrato il pilot e lasciato li su my sky…una sera sono tornato senza avere sonno e ho visto che c’era la prima puntata registrata così l’ho vista e via…stessa storia con romanzo criminale…) insomma diciamo che la discriminante non è il genere ma la capacità che ha una serie di prendermi anche con un solo episodio…o magari con quel fotogramma che mi convince a vedere cosa succede dopo… quindi apertissimo a tutte le possibilità anzi già che ci sono grazie per il consiglio mi sono visto tutto il pilot e mi è piaciuto davvero parecchio!!! ;)
    Per quel che riguarda il non accettare le critiche devo dire che invece io sono capitato su serialmente perchè stavo cercando conferme e smentite (preferibilmente smentite) sul fatto che Flash non avrebbe avuto una seconda stagione, ho cominciato a leggere le recensioni degli episodi e i commenti relativi e devo dire che su alcune critiche che avete mosso mi sono sentito di essere d’accordo…poi siccome di lavoro faccio anche lo sceneggiatore (anche se per cinema e teatro e non serie televisive…cosa che però mi piacerebbe provare in un futuro…) ho deciso di seguire oltre ai corsi e gli studi anche quel che dice la critica o meglio il pubblico critico perchè si impara anche dali errori degli altri…comunque se posso dissentire su una categoria di critiche che rivolgete sempre a flash forward lo farò su tutto ciò che riguarda le critiche dalla serie “è una americanata” o “è impossibile che uno contro 5 vinca l’uno” e cose così…o per esempio anche sull’ “anello magggggico” in fondo è una serie in stile day-after su un evento fantascentifico abbastanza irreale quindi diciamo che le americanate sono insite nel genere…e che l’anello magggggico dal momento che tutto il mondo vede lo stesso futuro non mi lascia stupito più di tanto…poi si può stare qui a discutere sul fatto che c’è modo e modo di girare un 1 contro 5 e c’è modo e modo di presentare l’anello magggggico e che come qualcuno trilioni di anni fa commentava è abbastanza strano che vedano l’alfa sull’anello ma non si riesca a vedere il volto del sospettato zero alias Simon…diciamo che la cosa che mi ha innervosito di Flash è stato questo toppare su cose anche stupide…dove bastava un minimo di accortezza in più per rendere non dico reale ma verosimile la scena…però devo dire che la serie ha avuto degli spunti bellissimi come spesso accade quando si comincia a giocare con la linea del tempo (se ritorno al futuro ha segnato un cambiamento epocale nel mondo della narrazione un motivo ci sarà…sono quei film alla matrix…che poi in realtà trovano sempre predecessori…basti pensare a 1984 di orwell che butta le basi di parecchie idde che in seguito sono state rielaborate in film di successo come lo stesso matrix…) comunque senza divagar troppo io un pò ce l’ho con l’audience e un pò anche con gli autori…perchè se per me la serie merita un 7 l’idea di partenza poteva essere sviluppata da 10 e non gli perdonerò mai il fatto di aver bruciato così un’idea come quella del flashforward collettivo che aveva delle potenzialità gigantesche e poteva essere portata avanti per molto più che due stagioni o tre stagioni….a me sarebbe piaciuto che l’indagine mosaico fosse capace di coinvolgere un pò di più lo spettatore cioè di dare indizi e farti ragionare cercando anche tu di capire di seguire un filo un PATH…cioè tutta la serie hanno parlato dei bivi delle scelte dei PATH dei percorsi e sta cazzo di indagine invece era l’unica cosa che non aveva una sua linearità…alla fine mi sono accorto che se dopo il pilot le domande erano “chi è il sospettatozero?” “perchè è sveglio?” “chi ha causato il blackput?” “PERCHE’?????” man mano che passavano gli episodi il mio interesse cresceva per le sorti dei personaggi e per vedere cosa sarebbe successo ovvero se i loro FF si sarebbero avverati o meno mentre diminuiva in maniera direttamente proporzionale l’interesse verso l’indagine in se e per se perchè non si trovava l’antagonista e non nel senso che cambiava continuamente volto ma nel senso che io non avvertivo il pericolo di questo secondo black out…loro indagavano nessuno provava a fermarli non c’erano contatti non si percepiva il reale pericolo di questo secondo Black out: milioni di morti???si ma è una serie televisiva mica la realtà che cavolo me ne importa??? se non so perchè tu lo stai facendo qual’è il tuo obbiettivo non mi importa se fai miliardi di FF e ogni volta crollano trilioni di aerei…cioè per esmpio nel “CAVALIERE OSCURO” so che è una bestemmia paragonare a)un film ad una serie b)un film come questo a una buona parte delle cose che passano sugli schermi di vari formati però comunque li c’è un Joker (pace all’anima sua, mai mi ha emozionato così tanto un interpretazione incredibile in lingua originale ma i complimenti al nostro incredibile doppiatore!) che non ha un obbiettivo preciso…lui è il caos non mira a nulla è il male puro e tu lo senti lo avverti in ogni sua azione in ogni sua parola tanto che ogni volta che lui entra in scena sei ipnotizzato catturato spaventato…qui gli uomini con la maschera avevano un buon impatto, così come la personalità di D.Gibbons era interessante…ma se tu non mi butti li , non mi accenni nemmeno un perchè…un’idea di perchè…un pericolo reale per i protagonisti…non so un contatto tra protagonisti e antagonisti …cioè se queste due sfere camminano su linee parallele senza intrecciarsi io perdo interesse…come il discorso della talpa nel FBI…doveva essere costruito meglio dovevo provare rabbia per i fallimenti dovuti alla fuga di notizie…dovevo odiare Janice per poi rivalutarla doveva morire qualcuno per colpa di Janice…non so…certo se mi metto a pensare nei dettagli effettivamente è stata pensata maluccio…però probabilmente è un pò come un quadro impressionista…da lontano la prima impressione è che tutto sia chiaro tutto sia bello….se invece ci si avvicina un pò si vede chesono solo macchie di colore una vicina all’altra…ok…me sa che ora che vado a dormire che qui ho cominciato difendendo FF e ho finito per elencarne i difetti…almeno non potete dirmi che non argomento jejeje

    Rispondi

  60. Io l’ultima puntata di FF l’ho guardata senza sapere che sarebbe stata l’ultima in assoluto, per cui alla fine ho sperato che presto cominciasse la seconda stagione, che invece pare non ci sarà mai. E’ vero che alla fine è stato tutto affrettato, ma a parer mio la trama del film è geniale. Sì sì! Addio FF, finchè sei durato mi sei piaciuto! L’unico personaggio che non sopportavo era la fidanzata di Dimitry…Che peZante! E per Francesco, hip hip hurrà!

    Rispondi

  61. Io sono una appasionata di FF, ma non mi piace il fatto che le “cose” rimangano in sospeso… dopo un anno che guardi una trasmissione con passione poi scopri che viane cancellata per gli ascolti… io vorrei sapere come andrà a finire e soprattutto gradirei una seconda stagione, tutto ciò considerando che molti Telefilm compaiono e scompaiono all’improvviso e uno che si appassiona poi rimane deluso anche dalla programmazione che gli emittenti televisivi scelgono a discapito degli ascolti. Sarebbe anche da tenere in considerazione l’orario ed il giorno in cui vengono fatte tali programmazioni e che magari molte persone, nonostante i propri gusti, possano avere anche diversi impegni che nn le portano a vedere proprio quel giono quel programma, magari a qualcuno piace vedersi certi episodi, con calma quando ha un attimo di tempo e se la registrazione non fa odiens perchè la TV non è sintonizzata e accesa su quel programma… insomma fa un po’ pensare come cosa…

    Rispondi

  62. Non sono molto d’accordo con lo stroncamento totale di Flashforward. E’ vero che non ci troviamo di fronte a un grande sforzo produttivo e che nella storia si sono un pò persi per la strada. Ma il problema non è la storia, bensì proprio il modo, la caratterizzazione dei personaggi e degli episodi, lo spessore della produzione in poche parole. Perchè se ci soffermiamo al “ridicolo” di certe scelte allora anche Lost non è certo da meno in certi momenti. Quello che ha Lost che manca a Flash (e praticamente a tutte le altre serie che ho visto, eccezion fatta solo per Dexter) è proprio lo spessore della fattura di ogni singola puntata. Anche se in Lost non accadeva niente di rilevante in funzione del grande mistero “cos’è l’isola, che ci facciamo qui ecc ecc” era comunque bello seguire i mini universi che si intrecciavano e si evolvevano all’interno.

    Non me la sento di stroncare totalmente Flash. E’ vero, non è una serie da 5 stelline, nemmeno da 4, ma io un 3 glielo darei. perchè comunque almeno la 2° serie io me la sarei vista. Non si taglia una serie così, dall’oggi al domani. Tra l’altro non si è nemmeno conclusa.
    E’ vero che il “colpo di scena” finale è piuttosto scadente, e forse non avrebbe avuto senso fare una seconda stagione uguale alla prima, ma a quel punto potevano farla finire lì, con un finale di serie, non un finale di stagione (questa è stata una scelta produttiva che ancora non ho ben chiara…)

    Rispondi

  63. A quando la recensione della puntata finale? Concordo in tutto e per tutto con la recensione di Clod (di cui apprezzo anche la breve biografia) e ho trovato, se possibile, la puntata finale di FF ancora più brutta di questa. Sono ansioso di leggervi ragazzi e curioso di sapere quale sarà il voto alla serie.
    Gu

    Rispondi

  64. Ciao ragazzi–devo dire che siete uno spasso !!!!
    Mi sono divertita molto a leggere i vs commenti e li ho trovati quasi tutti interessanti e soprattutto argomentati… alcuni divertentissimi.
    Ho appena finito FF, sono una appassionata di serie TV e mi trovo d’accordo con il fatto che c’erano veramente tanti buoni spunti per questa serie. Ma il cast effettivamente era terribile, e anche una poco esperta come me se n’è resa conto. Ai limiti del ridicolo. peccato. salvo solo gli interpreti di Gabriel e Dymitri, il resto degni di soap opera (staticissimi a partire dalla famiglia Benford, la moglie ha le stesse espressioni di Brooke di beautiful !!!!)una gran americanata (qualcuno ha parlato di film alla bruce willis degli anni 80..) peccato, mi stava prendendo ma questo finale è stato bruttarello,come tutte le incongruenze da voi riscontrate.
    Alla prossima serie!

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>