Upfront(almente) - 2010/2011 - I canali via cavo

In order for television to become a grown-up medium and say grown-up things, you had to get rid of the advertising. There’s a premium — you’re going to have to pay admission, but we’re not going to try to sell you anything other than story itself. [...] There was a reason it was an inferior medium to film. [...] The advent of premium cable and the banishment of advertising has created the possibility of TV as a medium having real ambition as an art form.
Ipse dixit.

E quest’anno, quali novità nel mondo dei canali via cavo? Il palinsesto di Showtime fa ancora schifo? HBO rimane il canale migliore? Sì e sì. Ma entriamo nel dettaglio.



Canali (in ordine alfabetico): AMC, FX, HBO, Showtime, Starz, SyFy, TNT, USA.

Legenda (per le serie nuove e in lavorazione): si prospetta interessante, si prospetta una merda, prospetto incerto.

AMC

RINNOVI:

NOVITA’:

  • Rubicon1 agosto — Con protagonista Badge Dale di The Pacific, Rubicon viene descritto dalla stessa AMC, nel sito ufficiale, come un thriller fatto di cospirazioni e inganni. Nulla è ciò sembra. La produzione è iniziata a fine marzo, ma della serie si parlava già da parecchio tempo, tanto che l’estate scorsa era disponibile un primo trailer online (che, al pari della descrizione ufficiale, dava una forte sensazione di già visto, noia, noia). Lo showrunner è Henry Bromell (Homicide, ma anche Brotherhood). Il regista del pilot è invece Allen Coulter e vanta un bel curriculum: svariati episodi dei Soprano, di Sex and the City, e numerosi pilot (Sons of Anarchy, Nurse Jackie e Damages i più recenti). Promo.
  • The Walking Deadottobre 2010 — Molto più interessante sembra The Walking Dead, tratta dai fumetti di Robert Kirkman e Tony Moore. La prima stagione sarà composta da sei episodi. Zombie, apocalisse, sopravissuti. Il cast sta iniziando a prendere forma. È già online il sito ufficiale.

IN LAVORAZIONE:

{torna all’elenco dei canali}

FX

RINNOVI:

  • Archer, seconda stagione (2011)
  • It’s Always Sunny in Philadelphia, sesta stagione (autunno 2010) *
  • Justified, seconda stagione (2011)
  • The League, seconda stagione (autunno 2010)
  • Rescue Me, sesta (e penultima) stagione (29 giugno) *
  • Sons of Anarchy, terza stagione (settembre 2010)

* Come già segnalato l’anno scorso, It’s Always Sunny in Philadelphia è già rinnovata fino alla settima stagione; Rescue Me, invece, si concluderà nel 2011 con la settima stagione.

CONCLUSIONI:

  • Nip/Tuck — La serie si è conclusa a marzo con la seconda parte della sesta stagione.

CANCELLAZIONI:

  • Testees — La serie non tornerà per una seconda stagione.

INCERTE:

  • Damages — La serie è quasi ufficialmente cancellata.

NOVITA’:

  • Lights Outautunno 2010 — Ne ho già parlato l’anno scorso. La prima stagione sarà composta da 13 episodi.
  • LouieLouis C.K. ci riprova. Dopo Lucky Louie (sitcom andata in onda sulla HBO nel 2006 e cancellata dopo una sola stagione, nonstante inizialmente fosse stata rinnovata per una seconda), torna con Louie. Stesso genere (commedia), argomento simile (un padre single), 13 episodi. Parte il 29 giugno, accoppiata a Rescue Me. Per me Louie stava bene a Pawnee.
  • Terriersestate 2010 — Un nuovo dramedy incentrato su un ex-poliziotto e il suo migliore amico che decidono di aprire un’agenzia investigativa. Episodi ordinati: 13. Produce Shawn Ryan (The Shield). Passo.

IN LAVORAZIONE:

  • Outlaw Country — Un thriller/family-drama ambientato a Nashville, città di “musica e amore, speranza e tragedia”. La serie avrà come sfondo l’ambiente della criminalità organizzata. Classic FX, insomma. Perché no.
  • Wilfred — Una comedy basata su un’omonima serie australiana con protagonisti una ragazza, il suo cane e il suo ragazzo Adam. Piccolo particolare: il cane è in realtà un uomo con un costume da cane, ma solo Adam riesce a vederlo per quello che è! Approvato!

{torna all’elenco dei canali}

HBO

RINNOVI:

  • Big Love, quinta stagione (inizio 2011)
  • Bored to Death, seconda stagione (autunno 2010)
  • Curb Your Enthusiasm, ottava stagione (2011)
  • Eastbound & Down, seconda stagione (autunno 2010 o nel 2011)
  • Entourage, settima (e si spera ultima) stagione (27 giugno)
  • Funny or Die Presents, seconda stagione (2011)
  • How to Make it in America, seconda stagione (2011)
  • Hung, seconda stagione (27 giugno)
  • The Ricky Gervais Show, seconda stagione (2011)
  • In Treatment, terza stagione (fine 2010)
  • Treme, seconda stagione (primavera 2011)
  • True Blood, terza stagione (13 giugno)

CONCLUSIONI:

  • Flight of the Conchords — Bret e Jemain hanno annunciato lo scorso dicembre che non ci sarà una terza stagione della serie.

INCERTE:

  • The Life & Times of Tim
  • The No. 1 Ladies’ Detective Agency

NOVITA’:

  • Angry Boysprossimamente — Co-prodotta con ABC Australia e BBC, la nuova serie di Chris Lilley (Summer Heights High, We Can Be Heroes).
  • Boardwalk Empireautunno 2010 — Ne ho già parlato l’anno scorso. Da segnalare il bellissimo trailer e il sito ufficiale. Episodi ordinati: 12.
  • EnlightenedprossimamenteLaura Dern vesitrà i panni di una donna con tendenze auto-distruttive che, dopo aver avuto un’esperienza rivelatoria, deciderà di vivere la propria vita in maniera “illuminata”, causando disastri sia sul lavoro che in famiglia. Da attendere con l’augurio che non si riveli essere una comedy fuffa come sembra. Episodi ordinati: 10.
  • Game of Thronesprimavera 2011 — Ne ho già parlato l’anno scorso. Ma nel frattempo ho letto l’omonimo libro su cui si baserà la prima stagione e il mio entusiasmo è decisamente scemato. Gli sceneggiatori dovranno impegnarsi non poco per tirar fuori qualcosa di veramente interessante da quel mattone. Paradossalmente il carattere da soap senza fine dell’intera saga potrebbe essere il requisito perfetto per un adattamento televisivo. George Martin (l’autore dei libri) scriverà l’ottavo dei dieci episodi ordinati per la prima stagione. A chi volesse seguire la produzione, consiglio due fansite in particolare: Winter Is Coming e Westeros.

IN LAVORAZIONE:

  • I’m with the BandZooey Deschanel sarà la protagonista di questo dramedy basato sul libro I’m With the Band: Confessions of a Groupie di Pamela Des Barres, che racconta la propria esperienza di groupie alla fine degli anni ’60.
  • The Long Fall — Un pilot basato sull’ultimo (omonimo) romanzo di Walter Mosley, dal concept non molto originale: un ex-boxer diventa investigatore privato. Dirige Jonathan Demme.
  • Luck — L’ambiente è quello delle corse dei cavalli. I principali nomi coinvolti sono tre e da soli dovrebbero decisamente bastare: David Milch (NYPD Blue, Deadwood, John from Cincinnati) come creatore e sceneggiatore, Dustin Hoffman come protagonista, Michael Mann come regista. Do want now.
  • Middlesex — Basata sull’omonimo romanzo di Jeffrey Eugenides, la serie dovrebbe essere sviluppata come drama da un’ora oppure come mini-serie. Inutile entrare nei dettagli della trama del libro, ma la lunga linea temporale che lo caratterizza potrebbe essere un ottimo punto di partenza per ampliare la storia e renderla adatta a una serie non mini.
  • Mind Hunter — Ancora una volta si tratta dell’adattamento di un libro: Mind Hunters: Inside the FBI’s Elite Serial Crime Unit. L’argomento trattato (tecniche di investigazione per catturare serial killer e stupratori) non è entusiasmante, ma dello sviluppo si stanno occupando Charlize Theron e David Fincher, mentre della sceneggiatura si occuperà Scott Buck (Six Feet Under, ma anche Dexter).
  • The Miracolous YearKathryn Bigelow dirigerà questo pilot scritto da John Logan. Il drama sarà incentrato su una famiglia di New York e seguirà il punto di vista principale di un compositore teatrale con tendenze auto-distruttive.
  • Snitch N’ BitchEllen Page scriverà e produrrà, insieme a due giovani attori, questa commedia su due ragazze hipster che si trasferiscono da Brooklyn a Los Angeles, decise a diventare artiste di qualsiasi tipo. No, grazie; mi bastano gli hipster di New York.
  • Spider and Son — Una serie sull’infanzia di Anthony Kiedis, leader dei Red Hot Chili Peppers, incetrata soprattutto sul rapporto con il padre, Spider, dopo il loro trasferimento dal Michigan a Hollywood negli anni ’70. Le riprese del pilot si svolgeranno quest’estate.
  • TAnya Epstein e Dan Futterman, che saranno gli showrunner della terza stagione di In Treatment, stanno sviluppando un drama da mezz’ora che esamini il percorso di una donna che cambia sesso.
  • Taxi 22 – Il ritorno di James Gandolfini in televisione potrebbe avvenire in questa commedia, adattamento di una produzione franco-canadese, incentrata su un tassista di New York “politicamente scorretto” che cerca di mantenere in piedi la propria vita. Gandolfini produrrà, Dave Flebotte (Desperate Housewives) scriverà la sceneggiatura.
  • Tilda — Scritta da Bill Condon e Cynthia Mort (Tell Me You Love Me), la serie racconterà la vita di… Nikki Finke. Già si parla di possibili cause e di accordi finanziari.

Nota – I progetti in sviluppo alla HBO sono davvero molti e io mi sono limitato a stilare una lista di quelli che hanno almeno un titolo e di cui si sa qualcosa di concreto, ma per dovere di cronaca, ecco un rapido elenco dei progetti untitled: un drama su tre sorelle scrittrici che vivono insieme alla madre e al fratello cocco di mamma scritto da Amy Sherman-Palladino (Gilmore Girls); un drama con Kevin Kline nei panni di un dottore che deve ricominciare la propria vita dopo aver servito 15 anni di prigione per aver ucciso la propria amante; una commedia scritta da Marti Noxon con protagonista Diane Keaton nei panni di una femminista che decide di fondare una rivista porno per donne (ma sembra che in realtà Diane Keaton sarà la protagonista di Tilda); la versione femminile di Entourage.

MORTI O DISPERSI:

  • Bad Girls — Adattamento dell’omonima serie inglese ambientata in un carcere femminile. Coinvolti nel progetto: Nancy Oliver (Six Feet Under, True Blood) e Alan Ball (Six Feet Under, True Blood).
  • Washingtonienne — Ne ho già parlato l’anno scorso.
  • The Wonderful Maladys — Ne ho già parlato l’anno scorso.

MINISERIE:

{torna all’elenco dei canali}

SHOWTIME

RINNOVI:

CONCLUSIONI:

  • The Tudors — La serie si è conclusa quest’anno con la quarta stagione.

INCERTE:

  • La La Land
  • Secret Diary of a Call Girl

NOVITA’:

  • The Borgias2011 — O più chiaramente The Tudors 2: La Vendetta. Con Jeremy Irons.
  • The Big C16 agosto — Inizialmente intitolata The C Word (un titolo decisamente più divertente dell’attuale), sarà accoppiata a Weeds e tratterà sostanzialmente di tematiche molto simili: una moglie di periferia (Laura Linney) scopre di avere il cancro e decide di dare una scrollata alla propria vita. Il trailer chiarifica ulteriormente le cose: è esattamente la classica commedia sul nulla targata Showtime. Quindi potrebbe tranquillamente prendere il posto di Weeds nei prossimi anni. La prima stagione sarà composta da 13 episodi.
  • Episodesautunno 2010Matt LeBlanc (Friends) interpreta una versione semi-alternativa di se stesso: un attore che deve recitare nel remake (fatto male) di un’amata commedia inglese. Episodi ordinati: 7.
  • Shameless2011 — Remake (di cui non si sentiva il bisogno) dell’omonima serie inglese di Channel4, narrerà le (folli) vicende della famiglia Gallagher, trasportata però a Chicago, sullo sfondo della moderna crisi economica. Produce John Wells (ER, The West Wing, Southland).

IN LAVORAZIONE:

  • Web TherapyLisa Kudrow (Friends) interpreta una pessima terapista che svolge la propria professione via webcam, con sedute da 3 minuti. La serie esiste già, nel senso che la Kudrow e il regista Dan Ross hanno girato dei mini-episodi da 6-8 minuti ciascuno circa (con numerose guest-star interessanti, tra cui Jane Lynch) e li hanno resi disponibili online, arrivando alla terza stagione. Showtime trasmetterà gli episodi probabilmente raggruppandoli. La serie è divertente e il progetto dimostra ancora una volta che il web può davvero essere una valida alternativa alla televisione, se sfruttato in maniera intelligente.

{torna all’elenco dei canali}

STARZ

RINNOVI:

  • Spartacus, seconda stagione intitolata “Revenge” (prossimamente) *

INCERTE:

NOVITA’:

  • Camelot2011 — Questa co-produzione irlandese e canadese, sceneggiata dall’inglese Chris Chibnall (Torchwood), rappresenta il primo ordine di Chris Albrecht da quando si è insediato in Starz. La serie sarà un rifacimento contemporaneo della nota leggenda di Artù. Una roba tipo Kings? O come The Tudors? Spero in qualcosa che sia meglio di entrambe, ma non ci metterei la mano sul fuoco, soprattutto perché, appunto, è coinvolto uno dei creatori di The Tudors. Ma Albrecht dovrebbe saper riconoscere la qualità, quindi il beneficio del dubbio ci sta. Le riprese inizieranno in Irlanda a giugno, nelle stesse location di The Tudors e Game of Thrones. Episodi ordinati: 10.

MINISERIE:

  • The Pillars of the Earth 23 luglio — Basata su un romanzo di Ken Folleth, questa mini-serie in 8 parti viene descritta sul sito ufficiale come un “racconto epico”. Intrighi di corte, misteri, lotte per il potere. Ciò che conta davvero? Nel cast ci sono Ian McShane e Donald Sutherland.
  • * Spartacus (prequel) — gennaio 2011 — Una miniserie di 6 puntate che sarà il prequel della prima stagione, in attesa che possa iniziare la produzione della seconda.

{torna all’elenco dei canali}

SYFY

RINNOVI:

  • Eureka, quarta stagione (9 luglio)
  • Sanctuary, quarta stagione (autunno 2010)
  • Stargate Universe, seconda stagione (2011)
  • Warehouse 13, seconda stagione (6 luglio)

INCERTE:

  • Caprica — La seconda parte della prima stagione andrà in onda in autunno, ma gli ascolti (così come gli episodi) non sono stati entusiasmanti.

NOVITA‘:

  • Havenluglio — Thriller basato su una storia di Stephen King. Un omicidio, un’agente dell’FBI (Emily Rose) indaga e al tempo stesso cerca di risolvere un mistero personale che ha condizionato la propria vita. Been there, done that. Episodi previsti: 13.

{torna all’elenco dei canali}

TNT

RINNOVI:

  • The Closer, sesta stagione (12 luglio)
  • Dark Blue, seconda stagione (giugno 2010)
  • Hawthorne, seconda stagione (estate 2010)
  • Leverage, terza stagione (20 giugno)
  • Men of a Certain Age, seconda stagione (autunno 2010)
  • Southland, terza stagione (gennaio 2011)

CANCELLAZIONI:

  • Raising the Bar — Non rinnovata per una terza stagione.
  • Saving Grace — La serie si concluderà con la quarta stagione, attualmente in corso.

NOVITA‘:

  • Memphis Beat22 giugno — Precedentemente intitolata Delta Blues, ha per protagonista Jason Lee (My Name is Earl) nei panni di Dwight Hendrick, “un poliziotto che vive con sua madre”. Con una trama ufficiale così informativa, non saprei davvero che farmene di questa serie.
  • Rizzoli & Islesestate 2010 — Ennesima serie con protagonista “un forte personaggio femminile”: una detective, tanto per cambiare. Been there, done that. C’è bisogno di idee nuove. Episodi ordinati per la prima stagione: 10.

IN LAVORAZIONE:

  • Brain Trust — Serie incentrata sulla figura di un detective che cerca di risolvere dei crimini con l’aiuto di quattro docenti brillanti, ma socialmente imbarazzanti. Ehm… no?
  • Bunker Hill — Ambientata a Boston, la serie sarà incetrata… indovinate? Sulla figura di un poliziotto. Yawn.
  • Dear God — Ambientata in un ufficio postale, seguirà un gruppo umanitorio che risponde alle lettere indirizzate a Dio da parte di gente sul punto di perdere la fede. E’ proprio il caso di dirlo: o mio dio.
  • Fallen Skies — Da un’idea di Steven Spielberg, una serie di fantascienza con protagonista Noah Wyle (ER). Trama non esattamente originale: un’invasione aliena, l’apocalisse, i sopravvissuti, una ribellione. Ma con un buon cast e una buona esecuzione, potrebbe rivelarsi non così malvagia. Episodi ordinati: 10.
  • Franklin & Bash — Il comunicato stampa di TNT descrive la serie come un “legal drama divertente e intelligente”, attento non solo all’aspetto procedurale, ma anche alla caratterizzazione dei personaggi. I protagonisti sono due giovani avvocati che entrano a far parte di un leggendario studio legale. Episodi ordinati: 10.
  • Graysmith — Una serie basata sulla vita di Robert Graysmith (autore di Zodiac). Produce Ridley Scott.
  • Green Detective — Protagonista: un “bizzarro” perito assicurativo ambientalista che “ricerca” la verità. Sempre peggio.
  • Miss Philly — Uno sguardo alle zone urbane e suburbane di Philadelphia (caratterizzate da criminalità e guerriglia), dopo l’assunzione del primo commissario di polizia di colore. Jamie Foxx scrive e produce.

{torna all’elenco dei canali}

USA

RINNOVI:

  • Burn Notice, quarta stagione (3 giugno) *
  • In Plain Sight, terza stagione (in corso)
  • Psych, quinta stagione (21 giugno)
  • Royal Pains, seconda stagione (3 giugno)
  • White Collar, seconda stagione (13 luglio)

* Burn Notice ha già ricevuto l’ordine per altre due stagioni (quinta e sesta).

CONCLUSIONI:

  • Monk — La serie si è conclusa a dicembre dopo otto stagioni.

NOVITA‘:

  • Covert Affairs — La protagonista della serie è Annie Walker (interpretata da Piper Perabo), una novella impiegata della CIA che viene improvvisamente promossa come agente sul campo un mese prima della fine del suo addestramento. Perché? Quali sono le vere intenzioni della CIA? Parte il 3 giugno, trainata da White Collar. Sul sito ufficiale è disponibile un trailer.
  • Facing Kateautunno 2010 — Kate è un avvocato. Frustrata dalle ingiustizie a cui è costretta ad assistere all’interno del sistema giudiziario, decide di diventare una mediatrice. Jeff Wachtel, presidente della programmazione originale di USA, ha deciso di ordinare una prima stagione di 12 episodi, nonostante l’avversione per questo tipo di franchise. Perché, spiega, “con gli avvocati c’è sempre la parte che perde e quella che vince; lo scopo di un mediatore, invece, è quello di raggiungere una situazione in cui entrambe le parti vincono”.

IN LAVORAZIONE:

  • A Legale Mind — “Uno studente brillante, ma poco motivato, viene assunto da uno studio legale nonostante non sia un avvocato. Dovrà usare il proprio talento per cavarsela”. Perché siamo qui anche solo a parlarne?
  • Necessary Roughness — Rifacendosi a una storia vera, la serie racconterà la carriera di una divorziata di Long Island (descritta, ovviamente, come un personaggio forte, il requisito fondamentale — qualunque cosa voglia dire —affinché una donna possa essere la protagonista di una serie) che diventa la terapista di una squadra di football e viene poi assunta da atleti, musicisti, politici e personaggi in vista.

Ultima notizia da segnalare: MTV (che è pur sempre un canale via cavo), ha ordinato una prima stagione di 10 episodi per il remake americano di Skins, che sarà ambientato a Baltimora (!) e avrà un cast molto probabilmente composto da giovani sconosciuti, come accade nella serie originale. Prepariamoci al peggio.

(Fonti principali: BroadCasting & Cable, Deadline, The Futon Critic, The Hollywood Reporter, Televisionary, The Wrap)

{torna all’elenco dei canali}

Commenti
44 commenti a “Upfront(almente) – 2010/2011 – I canali via cavo”
  1. The Headmaster scrive:

    A me Haven ispira e spero proprio che Caprica sia rinnovato per una seconda stagione. Per il resto tutto per me si conclude con tre parole: Game – of – Thrones. La saga è splendida, Martin è un grande autore, lo script del pilot avvincente, il cast ottimo, e le premesse per una serie mozzafiato ci sono tutte.

    Per il resto molti progetti potrebbero essere interessanti oppure no (di alcuni si sa davvero poco, del resto), ma ancora una volta HBO si conferma la migliore rete in circolazione. Che poi io sia un appassionato di SyFy (ahem) è un altro conto.

  2. The Headmaster scrive:

    Una cosa a proposito di SyFy, appunto: non stavano anche lavorando sul remake di Being Human?

  3. Close To Me scrive:

    Innanzi tutto complimenti per il logo: è fantastico!

    Poi, continuerò a seguire Justified, Spartacus e True Blood. Di serie nuove che mi incuriosiscono ce ne sono diverse, due a caso: The Walking Dead e The miracoulus Year.

  4. SteWii scrive:

    contentissimo per how to make it in america che la prima mi è piaciuta un sacco.. per il resto boh vedrò
    ps: figata l’immagine!!

  5. HomeBoy scrive:

    Le migliori sono ovviamente HBO e AMC. Della prima attendo con ansia Boardwalk Empire, perché adoro Steve Buscemi. Il resto però (tolti i rinnovi), non m’ispira molto: giusto T mi pare un progetto interessante ma che potrebbe rivelarsi un po’ pretenzioso. Essendo un fan dei non-morti fino all’ossessione, The Walking Dead lo vedrò sicuramente: una serie TV sugli zombie, dopo Dead Set, ci voleva proprio cavolo. The Killing mi ricorda in un certo senso Twin Peaks. Mah, non m’ispira molto. Showtime piuttosto deludente. A parte che Dexter ora come ora fa tremendamente schifo (speriamo che la quinta riporti la serie sulla retta via), i nuovi progetti mi sembrano davvero poco interessanti, tolto forse Episodes. Per Starz mi dispiace, è un po’ sfortunata per quello che è successo all’attore che interpreta Spartacus, spero si riprende perché una “season flashback” proprio non mi sembra il caso di trasmetterla, lol. Gravity è in bilico, mi dispiace. SyFy è oscena davvero, spero che cancellino quell’aborto di Caprica, e Haven, anche se firmato da King, mi pare inutile. Di TNT e USA non ho mai seguito niente, e non penso che inizierò quest’anno.

  6. HomeBoy scrive:

    Ah, anche io sono incuriosito da Game Of Thrones, anche se non ho letto nessuno dei libri.

  7. Sery_x scrive:

    Ommioddio, fatemi vedere subito Boardwalk Empire!! *____________*
    Wilfred sembra molto particolare *___*
    Middlesex: che bello fanno la serie sul libro di Jeffrey Eugenides!! *__*
    The Miracolous Year: almeno il pilot dovrò vederlo per la Bigelow *__*
    Datemi subito qualcosa di Marti Noxon, va bene tutto! *___*
    Mildred Pierce: mamma mia che cast!! *___*
    Episodes e Web Therapy, sembrano anche dei buoi prodotti. :D

    Inutile dire che aspetto con ansia la conferma della quarta stagione di Breaking Bad, anche se non sono per nulla preoccupata. X) E mi dispiace un po’ per Damages, perché ho appena iniziato a seguire la serie, sono alla prima stagione… anche se guardando le vostre recensioni, la qualità è scesa moltissimo…

    Ho gli occhi a cuoricino… viva i canali via cavo! *____*

  8. HomeBoy scrive:

    Be’ sì, Damages s’è conclusa davvero male, ma la S2 resta un capolavoro.

  9. Todd scrive:

    Mai capito perché Martin piaccia, personalmente ho trovato la sua osannatissima saga una soap pessima e noiosa, scritta male ma che, proprio per questi motivi, potrebbe trovare la sua piena ragion d’essere nel formato televisivo, soprattutto se affidata ad un canale, per quanto ottimo, poco vario nelle tematiche come la HBO: alla fine si ridurrà a cinquanta minuti di interni settimanali, così si risparmia anche.

    La AMC si conferma ricca di proposte sempre diverse tra loro, invece, quindi il canale in assoluto più ricco e interessante. Quest’anno ci aspetta la prosecuzione di Breaking Bad, Hell on Wheels (un western! Dai tempi di Deadwood non se ne vedeva uno, ma anche qui, io vorrei qualcosa alla Sergio Leone, non la solita roba HBO), uno zombiesco (stesso discorso), e Rubicon. Tutto da tenere d’occhio.

  10. HomeBoy scrive:

    Ah poi promuovo anch’io Wilfred, nel suo non-sense potrebbe essere due cose: una serie comica con risvolti profondissimi (alla Scrubs per intenderci) o una trashata indimenticabile. In entrambi i casi, hype.

  11. Giddo scrive:

    The Walking Dead potrebbe essere interessante…
    E direi pure che io non vedo l’ora che arrivi Game of Thrones. :D Sono un grandissimo fan della saga, speriamo bene.

  12. Miguel Alvarez>>HomeBoy>>Chucky Pancamo scrive:

    The Walking Dead è la cosa piu’ interessante.sisi

  13. gothic scrive:

    i pilastri della terra(1000e nn so quante pagine) secondo me sarà difficile che renda…

  14. Altair scrive:

    Le uniche che mi interessano davvero tanto del gruppo delle novità sono Boardwalk Empire e Game of Thrones.
    Tengo un occhio di interesse anche sulle due di AMC The Walking Dead e Rubicon.
    Tra le miniserie, sono molto incuriosito da The Pillars of the Earth .

  15. Rei scrive:

    Games of Thrones, Boardwalk Empire (la HBO sta davvero vivendo un momento di rinascita!) e Walking Dead su tutte.
    La Starz inizia pian piano a diventare un canale interessante. Camelot sembrerebbe gustoso…

  16. Miguel Alvarez>>HomeBoy>>Chucky Pancamo scrive:

    @HomeBoy:A volte non mi si visualizza nome e email quindi non ricordando quale ho usato uso un nuovo nome.

  17. HomeBoy scrive:

    Ah, va be’.

    Comunque sono convinto che dal punto di vista qualitativo Boardwalk Empire vincerà. Punto, proprio. Il ritorno di Tony Blundetto negli anni venti poi, che figata. Avrei amato anche Gandolfini, peccato sia impegnato con Taxi 22 (che sembra comunque abbastanza carino).

  18. Simone scrive:

    Quanta roba!!! Dunque, vediamo.
    AMC: “Hell on Wheels” sembra carino, lo proverò.
    HBO: “Boardwalk Empire”, “Luck”, “Middlesex”, “Mildred Pierce” e, qualunque sia la serie con Diane Keaton, la vedrò. Una domanda su “The No. 1 Ladies’ Detective Agency”: è incerta nel senso che “potrebbe esserci una seconda stagione” o nel senso che “nessuno ne ha più sentito parlare, né per la cancellazione né per il rinnovo”?
    Tutte le altre: bah. Toh, sembravano di più. :)

  19. G. scrive:

    Ammazza che acidone chi ha scritto il post. Verrà (giustamente) fustigato dai fans di King e Martin

  20. Francesco scrive:

    @G.: perché, esistono ancora fansss di Martin? Non erano morti tutti nell’attesa del nuovo libro?

    @Simone: entrambe

  21. ioio scrive:

    Qualcuno ha notizie di Nashville, una serie di cui si parlava qualche tempo fa?

  22. The Headmaster scrive:

    @Francesco: Non siamo tanti come in America, forse, ma ci siamo ;)

  23. Drk scrive:

    Personalmente non ho trovato nulla di particolarmente interessante tra i nuovi arrivi
    avrei cancellato anche molte riconferme , ma non smetterei mai di veder “ari” di Entourage
    chissà se Francesco dovrà sopportarlo per altri anni a venire
    w entourage :)

  24. janklake scrive:

    Ho amato i libri di Martin e attendo con ansia a Game of Thrones, fidandomi ciecamente dell’HBO, ormai.

    Boardwalk Empire mi incuriosisce.

  25. Jo3y scrive:

    Ma sbaglio o TNT, Showtime, USA, SyFy e Starz si reggono sul *nulla*? Nel senso che hanno tutti polizieschi o serie comunque banalissime (sia tra i rinnovi che tra le nuove serie ordinate); di Starz posso salvare “Camelot” come concept (bisogna vedere che realizzano però) mentre “Spartacus” ancora non l’ho visto, ma non credo di dovermi aspettare un capolavoro; Showtime ha realizzato una prima stagione splendida per quasi tutte le sue serie salvo poi farle semplicemente reggere dal lead actor e costruite su sceneggiature NULLE e dei nuovi progetti si potrebbero salvare giusto “Episodes” e “Web Therapy” (e sì, sono un fan di Friends se non s’era capito); al solito a spiccare sono AMC, HBO e FX (che ultimamente sta assestando diversi buoni colpi liberandosi della zavorra).

    Di questi ultimi tre network mi interessano decisamente:
    - The Walking Dead (i zombie i zombie i zombie!!)
    - The Killing (questo abbastanza poco per la verità),
    - Justified (Olyphant: un uomo, un perchè)
    - Lights Out (semmai vedrà la luce)
    - Wilfred (che puzza di vaccata però)
    - How to Make it in America (la prima stagione è stata molto carina)
    - True Blood
    - Boardwalk Empire (che attendo da quando uscì solo l’idea)
    - I’m with the Band (vedendo cosa tirano fuori dall’atmosfera anni ’60)
    - Middlesex e The Miracolous Year (con riserva però)

    La mini “Mildred Pierce” potrebbe essere la nuova “Angels in America” se scritta e realizzata bene: le premesse ci sono, staremo a vedere.

    Nota su “Spider & Son” che mi dà troppo l’idea di boiata autocelebrativa: passo.

  26. .rIFF scrive:

    Testees cancellato : FX -> Idioti

    Haven -> Stephen King -> Si prevede solito pappone da coma diabetico di mistura religiosa, cattivi fasulli, buoni inutili, trama ultra descrittiva buona per un libro da 25 cm ma non per una sceneggiatura tv così come in passato “perle” del calibro di shining con la esse minuscola (sia chiaro non il Capolavoro di Kubrick) e la tempesta del secolo hanno ampiamente dimostrato.

    Come al solito l’unica degna di rispetto manco a dirlo è Syfy

  27. Ahead scrive:

    Buone le riconferme di FX, le novità mi sembrano insipide invece, solo Outlaw Country mi sembra degna di una chance.
    AMC poche serie ma di una qualità pazzesca, Breaking Bad+Mad Men+Zombie = Win.
    Showtime: Dexter e Californication dopo le ultime stagioni sembrano avere ancora qualcosa da dire, Weeds è morto da 3 anni, il resto: meh.
    Starz: The Pillars of the Earth potrebbe avere del potenziale, ottimo il ritorno di Spartacus.
    L’HBO da 10 lode tra riconferme e soprattutto nuovi arrivi, speriamo si possano replicare gli anni d’oro di Soprano-The Wire-Six Feet Under-OZ-Deadwood-Rome ecc.

    Tutto il resto è noia.

  28. Antonio scrive:

    Showtime ha due ottime serie: United States of Tara e Dexter. Non capisco perchè ne parlate male. Starz ha un gioiellino come Crash: recuperatelo.

  29. gothic scrive:

    Io Haven lo vedrò a prescindere in quanto kingofilo perso, ma sapere che è tratto dal suo romanzo che più ho odiato (più dell’Acchiappasogni, per dire) non è esattamente di buon auspicio.
    The Walking Dead invece lo voglio tipo IERI, soprattutto dopo aver saputo che l’hanno affidato a Frank Darabont.

    I palinsesti di AMC e HBO comunque sono una roba da acquolina in bocca, e anche quello FX è parecchio solido. Chi mi sembra davvero in difficoltà invece è Showtime, che non propone davvero nessuna novità di rilievo (anche se un po’ di curiosità nella nuova di Matt LeBlanc c’è) e che si affida su serie già morte da tempo (Weeds, Californication) o dal prospetto incerto (a me la quarta di Dexter è piaciuta, ma la stagione precedente è ancora troppo viva nella mia mente per essere completamente fiducioso).

    Francesco, complimenti davvero per l’articolo, dev’essere stato un lavoro mostruoso! :D

  30. Sisi scrive:

    @The Headmaster: Invece siamo moltissimi! Attendiamo speranzosi il Pilot di A Game of Thrones.

    SYFY non cancellare Caprica ;_;

  31. Bella Donna scrive:

    Ma nessuno caga Burn Notice? Vi assicuro che è molto carino, una volta che i vostri occhi si sono abituati a Fiona! Mi fa piacere che ci siano ancora tre stagioni.
    Per il resto, spero che Weeds si concluda quest’anno, prima di peggiorare ancora.
    Mi dà fastidio che Party Down sia in pericolo non tanto per gli ascolti, ma perché sono stati tanto stupidi da rischiare perdere per strada il 90% del cast. Dato che per girare una stagione ci vogliono 2 mesi e mezzo, non doveva essere così difficile vincolare gli attori per un periodo così breve.

  32. Selfon scrive:

    la HBO e la AMC spaccano e c’è poco da fare,l’anno prossimo spaccheranno ancora di +

  33. AbeC scrive:

    AMC e HBO si confermano le reti migliori, tra le novità attendo con ansia The Walking Dead, Boardwalk Empire, Game of Thrones e Luck.

    Tra le nuove proposte degli altri canali mi intrigano Wilfred, Episodes, Web Therapy, Haven, Fallen Skies e Covert Affairs.

    @Bella Donna:

    “Ma nessuno caga Burn Notice?”

    Quoto, anche io lo trovo molto carino. Più in generale vorrei spezzare una lancia per USA, che con i rinnovi (White Collar, Burn Notice ed In Plain Sight in particolare..) mantiene un palinsesto solido: nessun capolavoro, ma tutte serie piacevoli, che si lasciano guardare.
    Forse parlo cosi perche mi sono accorto che seguo-ho seguito tutte e 5 le serie rinnovate (ed anche quella conclusa) …

    PS Scusate la mia ignoranza, ma ABC Family non è un canale via cavo?

  34. Pewpew scrive:

    Ottime HBO e AMC, molto buone FX, Showtime e Starz. TNT e USA qualche idea carina la hanno ma è troppo poco per uscire dall’anonimato, delusione totale per quanto riguarda SyFy.

  35. Antonio scrive:

    Ma ABC Family l’avete scordata???

  36. fuckthemummies scrive:

    Ovviamente HBO qualche spanna sopra tutti gli altri, ma lo sarebbe anche se trasmettesse Treme più dieci cloni di Lost.

    Tra le serie in lavorazione manca quella potenzialmente migliore, cioè Cocaine Cowboys, serie sull’ascesa della mafia colombiana legata al traffico di coca nella Miami di fine anni 70, ispirata all’omonimo documentario, che consiglio di vedere. E’ un soggetto spettacolare, basta cercare informazioni su Griselda “The Godmother” Blanco per capire il perché (oppure vedere il documentario, che molto bello).
    Il progetto era stato annunciato ancora due anni fa e sembrava morto, ma Michael Bay, che lo produce, ha scritto sul suo forum che non è così e dovrebbe iniziare a lavorarci dopo Transformers 3
    http://www.shootfortheedit.com/forum/showthread.php?7205-Is-Cocaine-Cowboys-dead&p=136955
    Certo che avrei preferito vederlo prodotto da qualcun altro :D

    Per quanto riguarda la prossima stagione: Treme, Big Love, Entoruage e in parte anche How to Make It in America (seppure con margini di miglioramento, ma la base la vedo solida perché non è il plot ma il contorno, e il contorno è più difficile da rovinare) sono le certezze, credo di poter aggiungere anche Broadwalk Empire sulla fiducia. Hung spero che cambi radicalmente, meno patetismo e più ritmo, mentre True Blood e Bored to Death sono senza speranze.

    Per quanto riguarda gli altri canali vedo poche novità interessanti, a parte The Walking Dead. Mi affido alle vecchie certezze: Mad Men sopra tutti, la prima metà di stagione (quella divertente) di Californication, It’s Always Sunny in Philadelphia, Dexter (sperando che sia la stagione conclusiva, troppi i rischi se non lo fosse). Tutta roba iniziata anni fa.

  37. Simone scrive:

    Intanto è confermato: la serie di HBO con la mitica Diane Keaton sarà “Tilda”:

    http://ausiellofiles.ew.com/2010/05/26/diane-keaton-ellen-page-hbo-tild/

  38. Re:tf scrive:

    Nono so se lo avete detto, ma ci sono troppi messaggi da leggere!
    Cmq è una notizia piuttosto recente. Sono state ufficializzate le cancellazioni di Party Down e Gravity della STARZ

  39. Re:tf scrive:

    Nonostante un finale di stagione che aveva fatto parlare molto di sé per la presenza di una guest star d’eccezione – Jane Lynch di Glee, che era stata un volto regolare della serie nella stagione precedente – la rete via cavo Starz ha deciso di cancellare il suo venerdì all’insegna delle risate fermando la produzione delle comedy Party Down e Gravity. “Dopo un’attenta analisi, abbiamo deciso di non proseguire con altre stagioni di Party Down e Gravity”, ha detto Stephan Shelanski, vicepresidente esecutivo della programmazione di Starz. “Siamo grati a tutte le persone coinvolte negli show, e sono orgoglioso di averle avute con noi. Starz continua il suo impegno a espandere con vigore la sua programmazione originale”. La cancellazione delle due serie tv non si presenta come una sorpresa, semplicemente perché entrambe non hanno fatto registrare alla rete grandi numeri. Spiace soprattutto per Party Down (in onda su Sky dal prossimo autunno) che, nonostante le lodi della Television Critics Association, lo scorso venerdì, in occasione della season finale, ha radunato appena 74.000 telespettatori. Più bassi i numeri di Gravity, una dramedy su un gruppo di persone sopravvissute al suicidio: il primo episodio, in onda lo scorso aprile, aveva incuriosito solo 54.000 telespettatori.

    FONTE: http://www.serialit.com/news/news.htm

  40. Bella Donna scrive:

    NOOO! Avevo adorato questa stagione di Party Down. E’ un vero peccato.

  41. Rei scrive:

    @SimoneMLK: Non vedo l’ora. La cagnitudine di Mark Benford già mi manca.

Lascia un commento

Note: non sono graditi riferimenti ad argomenti illegali, spoiler, insulti e commenti esageratamente off-topic. Il sito utilizza gli avatar di Gravatar.