survivor

Survivor – 20×11 – Jumping Ship

This Week On… Survivor.

Oh, guarda, dei mattoncini per giocare! Ora costruirò una casetta per una famigliola di topolini che ho conosciuto l’altro giorno, la farò a un piano solo così non dovranno disturbarsi a salire le scale. E una volta ogni 10 giorni potranno avere una banana! Ma solo una ogni 10 giorni, perché se ne prendono di più… Hey, perché tutti gli altri stanno costruendo dei grattacieli? I topolini non sarebbero contenti di vivere là dentro… Uhm, magari ci metterò anche quel piccolo ferro da stiro che ho osservato con tanta attenzione durante la reward noiosa con poco cibo…

Che c’è, solo Jeff Probst può permettersi dei rant senza senso nelle sue bloggate?? Ok, ho capito, non sono Probst. Allora vi beccate la recensione dal mio punto di vista, non da quello di Amanda! Your loss. Not.

Colby si infila più a fondo nell’armadio, nascondendosi nello scomparto segreto dove tiene le foto di Jeff Probst nudo (che tutti noi prima o poi abbiamo visto, e no qui non c’è un link). O, come qualcun altro avrebbe titolato questo paragrafo: CATFIGHT! La storia è questa, in breve: il team Danielle-Amanda-Colby vince uno dei reward challenge più noiosi di sempre (l’avevamo già visto in Tocantins, che non aveva brillato né per i challenge né per nient’altro in assoluto), e i tre, per la legge del contrappasso, partono per una delle reward più noiose e fuffa di sempre: mentre sei ancora lercio fai un giro in un museo di oggetti divertentissimi, tipo ferri da stiro e “qui ha dormito l’autore” e “questa era la sua penna preferita”, poi ancora lercio ti metti in tre su un letto da due e condividi con gli altri una sola ciotola di pop-corn mentre fingi di guardare un film del MILLENOVECENTOTRENTAQUATTRO. Sì, esatto, quella versione, perché i produttori di Survivor sono dei sadici e non gli è bastato far vedere Il Signore delle Mosche a Rob e Amber durante la All Stars precedente. Oppure era un piano di Probst per verificare la fedeltà del suo fidanzato: “ti metto in un letto troppo stretto con due delle Fighe Della Stagione, a cui non offro neanche la dignità di un pigiama in modo che ti stiano spalmate addosso mezze nude; le metto nella condizione di battagliare per un piccolo pezzettino di carta che vorrebbero solo infilarsi nelle mutande mentre l’altra non guarda; ti offro come unica distrazione un film di cui probabilmente non capirai una parola perché è così vecchio che probabilmente l’ha girato Shakespeare in persona, celebre cineasta. Se resisti a guardare lo schermo tutto il tempo andiamo alle Hawaii a sposarci appena vieni eliminato!”. Beh Jeff, prepara i confetti: Colby si è distratto dalla proiezione a fatica anche quando direttamente interpellato, e giusto il tempo per prendere la decisione sbagliata; se continua a giocare in questo modo, tra l’altro, vi sposerete la settimana prossima.

Amanda è Boston Rob nel corpo di una donna. [inserire improperi qui] Ora, a me di base tutto ciò che dice Russell dà fastidio, quindi immaginavo di avere una specie di reazione allergica ad un’affermazione del genere. Invece no: nonostante la sua apocalittica stupidità, l’ovvietà con cui mente o con cui cerca gli idol (Amanda, seriamente? Un ferro da stiro? “how cute”?), il generico odio che mi ha sempre suscitato, in questi ultimi episodi Amanda non mi è risultata fastidiosa. Certo, non al punto da farmi prendere a cuore il suo destino nel gioco, soprattutto considerato che restituire a Danielle l’indizio per l’immunity idol equivaleva a consegnarle la pergamena con scritto in cima il suo nome pronta per il voto: ma mi fa quasi tenerezza che, nel suo piccolo, sia riuscita a intimidire un giocatore come Russell. A suo modo, è un gran risultato.

Sandra non prende neanche un voto. Per l’ennesima volta. E dato che condivido la sua strategia (“as long as it’s not me” traslato in “as long as it’s not her”), tifando spudoratamente per lei, confesso che appena è stato deciso che avrebbero votato un gruppo per Amanda e l’altro per Parvati mi sono messa l’animo in pace: fosse uscita la prima non avrei versato una lacrima, fosse uscita la seconda l’avrei visto come la pena da pagare per essersi alleata con quel sacco di merda nano da giardino hobbit on crack maledetto stronzo… beh, completate voi la frase, io sono un po’ a secco. Alla luce del promo del prossimo episodio, però, sono contenta che Parvati sia ancora in gioco: se caccia via Russell la incoronerò personalmente regina di Samoa, del mondo e dell’universo.

You do that! Ok. Seriously? Qualcuno dia uno show a Courtney. Right-fucking-now! Datele Survivor! Probst mi ha annoiata, comincio a trovarlo vagamente viscido e sessista e preferisco immaginarlo ad asciugare cuscini con Colby mentre insieme guardano sua nipote che batte James a una gara di corsa.

i link!

  • Dalton Ross è tornato, ma è malato quindi mostriamogli un po’ di affetto. Ecco la recensione completa, l’instant react e l’intervista ad Amanda (che riesce ad essere razzista e sessista-verso-il-suo-stesso-sesso contemporaneamente! Adorabile, le voglio sempre più bene)
  • In un’intervista a Zap2it, Courtney più o meno conferma che c’era qualche storia pregressa tra Russell e Parvati.
  • Andy Dehnart la pensa più o meno come me, al solito, e sempre su Reality Blurred ci informa che sia Russell che Boo (Survivor: Fiji) sono stati arrestati per rissa (ma separatamente) (purtroppo) (ed entrambi se la sono presi con una donna. Classy!)
  • Jeff, oltre ai suoi soliti inutili rant, ci spiega che a causa del Russell-effect nelle prossime stagioni sarà più difficile trovare gli idol, o comunque qualcosa cambierà. ABOUT TIME!
  • E il podcast di Rob Cesternino ve lo linko quando esce il podcast di Rob Cesternino. Ok? UPDATE: podcast online, con la partecipazione dell’adorabile Eliza Orlins!

Chiara Lino

Ero Bab, poi ho cambiato idea. Nervosa, indisponente e spesso gratuitamente crudele, ama la fotografia e la tortura psicologica. Ah, e gli elefanti. Adesso scrivo anche qui, sempre di tv americana ma in un modo un po' diverso.

9 Comments

  1. Per un attimo ho temuto per la mia Parvati. Cmq… il castello di carte era servito anche in passato a dare una possibilità di vincere anche a chi non è forte fisicamente… certo, televisivamente parlando, non è la cosa più eccitante del mondo.

    Russell spaventa le persone… questa non è strategia!

    Incredibile come Russell sia sempre indicato come il re degli immunity idol. Non scherziamo proprio! In passato (e non tanto tempo fa! Parlo di un paio di stagioni fa) venivi mandato sull’exile island e dovevi trovare una serie di indizi vaghissimi che ti facevano camminare per ore. Difatti alcuni non riuscivano manco a trovarlo. Da quando c’è Russell gli indizi dicono solo:

    “Russell l’idol te l’abbiamo messo in tasca mentre dormivi.

    Baci, Jeff

    P.S. Tu sei il migliore di sempre, anche di Boston Rob

    P.P.S. Brucia questa lettera dopo che l’hai letta”

    Btw… amo Sandra quando dice cose tipo: “Butterò fuori Russell per vendicare questo, quello e quella… e pure Coach di cui non me ne frega niente, ma metto dentro pure lui”. :D

    Rispondi

  2. Per la prima volta non so molto come commentare il lato strategico del gioco…l’unica cosa è che adesso gli heroes, con il flippaggio di Candice, sono definitivamente morti, e l’unica speranza di Rupert e Colby è che l’alleanza dei villains si autodistrugga (cosa che non ritengo così improbabile…Parvati, è giunto il momento: fai fuori Russell, te ne prego!!!) Mentre per Sandra la situazione è un po’ più delicata, in questo episodio si è esposta, da questo mometo deve stare attenta a qualunque mossa, ma continuo ad essere fiduciosa. io quando Russell ha detto che Amanda è un Boston Rob al femminile mi sono sentita offesa >_<
    E vorrei Cortney giurata d'onore a vita!!

    Rispondi

  3. @Gaia89: mah, non sono troppo preoccupata per Sandra: è da quando hanno buttato fuori Tyson che si espone ad ogni episodio, è una che le cose certo non te le manda a dire, eppure è ancora lì al sicuro. E dipende solo dal fatto, secondo me, che tutti sanno che voterà con la maggioranza, no matter what.

    Rispondi

  4. Ora io voglio sperare che questa stagione la vinca una tra Parvati, Sandra e Candice, perché tutti gli altri non valgono una cippa…

    P.S. Mandate a casa Danielle, per l’amor di decenza!

    Rispondi

  5. Sapete cosa farò adesso? Andrò a vedermi Micronesia. Almeno avrò la certezza di vedere fuori Ozzy di malo modo, di gustarmi le facce di Eliza che non competono per niente con Courtney, di veder trionfare Parvati alla grande e in più non ci sarà nessuno ad offendermi Russell. Great season.

    Rispondi

  6. @Pupi87: ma Pupi, dai, non fare l’offeso :D

    Rispondi

  7. L’episodio è stato il più debole delle ultime settimane, ma comunque divertente e imprevedibile, a conferma che è davvero una bella stagione di Survivor.
    Mi spiace sia uscita Amanda, e non perché facessi il tifo per lei, ma perché proprio non voglio vedere più Russell. Candice mi ha davvero deluso, confermando ahimé il suo lato più debole: va assolutamente NEL PANICO quando si sente minacciata e non si è fidata del piano di Sandra, che era geniale nella sua semplicità.

    A difesa della tanto vituperata Amanda (che secondo me è penalizzata dal fatto che tutti pensano sia più brava di quanto lo sia davvero), mi ha fatto piacere sentirle dire di aver commesso troppi errori, perché è così. Le era andata troppo bene già la settimana scorsa, dopo aver praticamente spianato la strada al Parvati-show.

    Rupert sta leggermente migliorando o sbaglio? Sono tipo un paio di episodi che non lo odio troppo.
    Colby mi fa un po’ pena a questo punto.
    Mi resta da tifare Sandra (che meriterebbe un reality solo per sé), e in seconda battuta Jerri, perché mi sembra troppo contenta di essere a Survivor. :D

    Ricordate quando a inizio stagione ero pronto a scommettere su Candice o Danielle? Resto ancora dell’avviso che adesso Danielle sia quella con più chance di vincere: è la legge non scritta delle All star, dove i concorrenti inizialmente immeritevoli di partecipare sono anche quelli che durano più a lungo perché più “under the radar”. Vedi Romber nella prima All star e Parvati in Fans vs Favourites.

    Rispondi

  8. Tra i rimasti preferisco Sandra e Sandra e Sandra e Sandra e Sandra e Parvati, gli altri li vedo molto inutili:
    La CROCODILE DUNDEE (Jerri) che ora si sente la piu forte perche ha messo in fila un centinaio di tessere;
    SHREK (Rupert) che potrebbe essere quasi simpatico ma alquanto patetico;
    COLBY che è molto ininfluente per il gioco, preferivo un Tom che almeno è piu attivo;
    La GIUSTIZIERA della NOTTE (Danielle) che non sopporto più vi prego troviamo un modo per mandarla via, facciamo girare una petizone o una raccolta di firme;
    La BIONDINA (Candice) che mi si è rovinata votando per Amanda e arrendendosi al gioco dello stare appesi al palo (che poi non ho capiuto perche ha votato Amanda potete spiegarmelo?);
    Il NANERELLOOOOO (Russel) O my good quanto lo detesto, il gesto più scemo è stato quando da a Parv l’Himmunity tipo un anello di matrimonio “Tieni almeno stasera puoi salvarti e continuare il gioco ed arrivare in finale insieme a me e non ci lascieremo mai piu staremo sempre insieme”, Spero che Sandra lo elimini il prima possibile;
    PARVATI Mi sta abbastanza antipatica però la stimo troppo perche è un giocatrice sublime, però sperò che tipo arrivi quarta eliminata da una delle mille alleanze che ha fatto, oppure tipo che arrivi seconda o terza senza prendere neanche un voto dalla giuria, riderei troppo!!
    SANDRA mi sembra molto attiva cercando di farsi buoni gli Heroes, mi domando da che parte starà quando e se riuscirà ad eliminare Russel (spero fortemente che ci riesca!), cmq mi piace molto
    P.S. dove posso vedere le puntate di micronesia?

    Rispondi

  9. A casa mia!! :D Però se non CANCELLI subito quello che hai scritto su Sandra e non cambi SUBITO idea su Parvati e Russell, te lo scordi che ti ospito! Il blindside da Dio di Ozzy per essere visto deve valerne la pena.

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>