mamma.jpg

E alla fine arriva mamma: (il tragico) epilogo

La notizia non è dell’ultim’ora, ma al grido di “meglio tardi che mai” ho pensato fosse il caso di avvisare: l’edizione italiana di How I Met Your Mother, trasmessa da italia uno con l’imbarazzante titolo di E alla fine arriva mamma, è andata in onda tutti i giorni in fascia preserale per due settimane senza riscontrare particolare successo, e alla terza è stata decisa la sua sospensione (all’altezza dell’episodio 1×15, cioè senza arrivare neanche alla fine della prima stagione) per essere rimpiazzato da La vita secondo Jim. Motivo ufficiale? Non se la stava cagando nessuno.

Ma prima di puntare il dito contro lo spettatore bifolco o la rete che non è stata capace di piazzare meglio una delle sit-com più brillanti e apprezzate che potessero arrivarci dagli States, guardiamo in faccia la realtà: E alla fine arriva mamma non fa ridere.

E’ un’impressione che ha avuto sia chi conosce a memoria la serie in originale sia quelli che la vedevano per la prima volta in italiano, ma, al contrario di quel che temevamo, nell’adattamento non si riscontrano errori particolarmente gravi né strafalcioni degni di nota, mentre per quanto riguarda le voci scelte, anche se suonano obiettivamente atroci, bisogna ammettere che è solo questione di abitudine.

Qual è allora il problema?
Il mio parere è che How I Met Your Mother funzioni su un umorismo molto sofisticato rispetto alla media, e prettamente “americano”; inoltre, se il lavoro degli scrittori è assolutamente straordinario, molto lo si deve anche al talento degli attori, su tutti lo straordinario Neil Patrick Harris (Barney).
Pur traducendo alla lettera ogni singola parola, l’effetto in italiano semplicemente non è lo stesso.

E se già solo l’idea del doppiaggio infiacchisce di default la resa di qualsiasi show ben recitato, in questo caso particolare la performance dei doppiatori è veramente pietosa: un’interpretazione inespressiva, sempre uguale, incurante dei cambi di tono, soporifera.

La cura nella trasposizione è stata minima, complice sicuramente il fatto che non si trattava di uno show da prima serata ma un riempitivo dell’ora di cena, i cui illustri precedenti sono Vere Puttanate come Tutto in famiglia. Chi se n’è occupato è stato fedele nel lessico, un po’ meno non nello spirito, e il risultato è un telefilm che non ha mordente. Lo spettatore passa, ne vede un pezzo e cambia canale.
E’ pur vero che la serie non ha avuto nemmeno il tempo di “decollare” , ma se già i primi episodi non strappano una risata, beh, il problema è un altro. Forse si tratta di un linguaggio troppo complesso, unico, intraducibile — ironicamente, una serie infinitamente più sciocca e grossolana come According to Jim risulta più digeribile, persino più gradevole.

Detto questo, ce ne frega qualcosa?
No.
Noi la serie l’abbiamo vista, e l’abbiamo vista nella sua forma migliore. Un po’ ci spiace non poterla condividere con certi nostri amici, quelli meno fissati che hanno bisogno che le cose passino sulle nostre tv e nella nostra lingua per trovare la voglia di guardarle. E, lo ammetto, un po’ ci imbarazza il fatto di aver cantato così a lungo le lodi di una serie che a vederla in italiano lascia quantomeno perplessi.
Oh, pazienza. Ce ne resteremo nel nostro cantuccio a fare gli alternativi superfighi controcorrente guardando una serie che apparentemente piace solo a noi e aspetteremo placidi i nuovi episodi della terza stagione (che un giorno o l’altro, ora che è finito lo sciopero, dovrebbero fare capolino sulla CBS).
Non tutto è destinato ad essere come Lost, ce ne faremo una ragione.

 


Una nota a margine per il visitatore casuale (13/3/2012)

Quanto segue potrà sembrare scontato e persino sciocco a molti dei visitatori abituali del sito, ma nei 4 anni (quattro anni) che sono trascorsi da quando è stato pubblicato, questo articolo ha totalizzato un numero di visualizzazioni davvero inusuale e una quantità di commenti avvelenati eccessivo persino per i nostri standard, cose che si spiegano solo col fatto che in molti sono finiti su questa pagina semplicemente cercando notizie su E alla fine arriva mamma, senza avere esattamente idea di dove si trovavano o di cosa fosse Serialmente.

Non è colpa vostra (ci mancherebbe!), ma permettete che ve lo spieghi.

Serialmente è un sito che recensisce telefilm americani visti in lingua originale e in contemporanea con la programmazione statunitense. La conoscenza dell’inglese e un certo fastidio (vi assicuriamo, assolutamente giustificato) per la pratica dell’adattamento/doppiaggio sono cose che diamo per scontate fin dal primo giorno, fa parte della linea editoriale del sito. Si può essere o non essere d’accordo con noi, ma criticare il nostro modo di vedere i telefilm è come andare su un sito di ricette e avere da ridire perché non si parla abbastanza di McDonald’s.
How I Met Your Mother, poi, è forse una delle serie a cui siamo più affezionati e che, come potete vedere seguendo questo link, seguiamo da più tempo: se sembra che sappiamo di cosa stiamo parlando, è perché è una delle rare occasioni in cui è esattamente così.

Ognuno resta libero di esprimere il proprio parere, ed è vigorosamente incoraggiato a farlo, ma abbiamo preferito chiarire questa cosa, sperando così di evitare altri quattro anni di fraintendimenti.

Andrea D.

Ex artista, ex supereroe, ex allenatore dei Los Angeles Lakers. Scrive su Serialmente da parecchio tempo.

179 Comments

  1. Una serie che secondo me è quasi al livello di Friends e Scrubs.Una delle poche che mi fa veramente ridere fino alle lacrime.Ho visto solo la prima puntata in italiano e penso che le mie risate erano dovute al fatto che sapevo la puntata in Inglese a memoria.Penso sia stato sbagliato sia il doppiaggio,molto inferiore rispetto ad un Friends o Scrubs,Ted ha una voce ed un’espressività totalmente diversa come gli altri protagonisti maschili come Barney e Marshall,e alcune frasi totalmente cambiate(che c’entra l’egiziana con la libanese) e soprattutto manca del ritmo l’ingrediente che da il sale alla serie,e soprattutto il titolo “alla fine arriva mamma”,patetico.Chi non lo conosce a sentire solo il titolo cambia canale pensando alla solita serie familiare con bambini.Purtroppo riescono facilmente a rovinare dei piccoli capolavori come HIMYM a me sinceramente cambia poco,continuerò a seguirlo in lingua madre e ammazzarmi dalle risate Legen-wait is coming-dary!!!!!

    Rispondi

  2. Concordo totalmente con tutto… infatti guardando qualche puntata notavo anche io che grossi errori non ce n’erano ma che effettivamente non faceva ridere (o meglio io ridevo ricordandomi cosa diceva in originale)… credo proprio tu abbia centrato in pieno il punto: è un telefilm che male si presta alla traduzione. Peccato che l’han tagliato via cosi’ senza neanche concludere la stagione… magari qualcuno in italia c’era che piaceva pure in italiano potevano almeno concludere la stagione!

    Rispondi

  3. mi dispiace molto che non la trasmetteranno più in tv, ma in realtà anche a me non ha entusiasmato così tanto da essere sempre incollata alla tv. mi dispiace però sapere che in inglese (io povera ignorante in materia) è davvero esilarante, non potrò mai saperlo visto che non ci capisco niente quando seguo i telefilm in inglese :-( sono così tanto curiosa adesso! cosa c’è di così particolare in lingua originale?!

    Rispondi

  4. Mah,sarò una mosca bianca ma a me How I Met Your Mother non è piaciuto neanche in inglese(ho visto la prima,la seconda e la terza l’ho cestinata a metà puntata).
    Proprio non mi fa ridere e non riesco a capire tutto questo entusiasmo che suscita.
    Naturalmente i gusti son gusti.

    Rispondi

  5. Ma perché depenalizzare il doppiaggio?? Guardate che era veramente insostenibile!!! Le voci erano completamente inespressive e non davano enfasi alla battuta, anzi non facevano capire dove fosse: dove hanno fatto finire i tempi comici??? La voce di Ted era inudibile, quella di Barney non ne parliamo nemmeno… Insomma, il doppiaggio ha le proprie responsabilità, non dimentichiamocene.
    Poi sono anche d’accordo che molta comicità di HIMYM è intraducibile (per esempio il gioco di parole della puntata del ringraziamento di questa stagione) e mi dispiace che vada “persa nella traduzione”.

    Rispondi

  6. Cose che non fanno ridere ma continuano ad andare in onda ce ne sono molte. Quello che secondo me manca in genere e ad Italia1 in particolare è qualcuno che i telefilm abbia voglia di guardarseli e capire cosa farne. In Italia il telefilm è qualcosa di serie B, che non merita più di tanta attenzione. Heroes dice forse qualcosa? Viene comprato un prodotto e sbattuto lì sperando la gente lo guardi, a volte funziona a volte no. Quando questo succede il prodotto viene spremuto a più non posso innalzandolo a fenomeno di costume e facendo urlare al capolavoro quando proprio non lo è (Dr. House IMHO) quando non funziona via, si cambia programmazione senza dargli tempo di conquistarsi un pubblico e senza chiedersi perchè non abbia funzionato… troppa fatica, un telefilm non lo merita…
    Sembra molto snob dire che HIMYM non è per tutti ma è così. Non è un prodotto che puoi sbattere alle sette di sera e sperare che funzioni, ha un target preciso, quel target che se lo è visto in altro modo e non piangerà per la cancellazione, che pensa che un telefilm possa valere quel minimo di attenzione in più e se lo guarderà comunque. Già, ma per sapere queste cose quel telefilm forse bisognava averlo visto…
    Qualcuno ha dei dubbi che faremo gli stessi discorsi quando arriveranno in chiaro “Californication” e “Pushing Daisies”?

    Rispondi

  7. A parte il fatto che ho paura davvero per l’adattameto italiano di Californicatione e soprattutto provo pena per il doppiatore di Duchovny perchè avrà proprio un bel lavoro da fare, concordo su tutto con enricogi..

    E comunque, ridere o non ridere, continuo a trovare scandaloso e poco rispettoso nei confronti del etelspettatore, che le emitteti facciano davvero quel caxxo che vogliono con le serie tv: le mettono, le spostano, le cacellano.. tutto senza minimamente preoccuparsi del fatto che ci sono persone a casa che guardano le loro televisioni e le seguono…mah..

    Rispondi

  8. oddio tremo al pensiero che pushing daisies possa non piacere!!!

    Rispondi

  9. (chiedo venia per gli errori di battitura, ho scritto in preda alla foga del momento XD)

    Rispondi

  10. 1) The awesome gang is awesome, era dalla chiusura di Friends che non piangevo dal ridere così, serie bellissima!
    2) Mi sono comprato un vestito nuovo solo perchè me l’ha detto Barney (e se questo non è essere un fan…)
    3) Il 99% dei doppiatori sono degli attori falliti: bel bambino da grande vuoi fare l’attore o il doppiatore? (penso che le mie domande abbiano un valore scientifico oltre che filosofico, voglio un riconoscimento ufficiale)
    4) Il doppiaggio dovrebbe essere una pratica illegale, oltre che a rovinare qualsiasi cosa lascia le persone nella loro ignoranza, imparate ‘sto cavolo di inglese (non per altro, ma se l’ho imparato io posso farlo tutti, quando mi sono trasferito all’estero è stato l’unico caso in cui NON si è parlato di fuga di cervelli)
    4) Per natale sono tornato in Italia, mi sono seduto sul divano, ho acceso la TV, ho acceso il decoder di SKY, ho fatto zapping, ho sentito le voci italiane di Lost per la prima volta… Ho spento la TV, sono uscito all’aria aperta e ho riso di gusto… Io di Eve mi sono innamorato, ma non sapevo che nel bel paese è un transessuale…
    5) “E alla fine arriva mamma” chi ha scelto questo ignobile titolo merita un herpes inguinale…

    Rispondi

  11. ammetto di non aver seguito questa serie nè in inglese nè in italiano… chi ha citato dr house ha fatto benissimo: ma si può sapere perchè piace così tanto da noi? cioè, è una gran bella serie, la seguo anch’io, ma c’è molto di meglio (moltissime volte il suo caratteraccio è talmente forzato da essere ridicolo)… heroes è stato un flop clamoroso, ma non strabilia visto che da noi i campioni di audience sn amici e robaccia simile.. californication? non doppiatelo neanche è inuitle nn lo guarderà nessuno… pushing daisies? mi aspetto che lo mettano, in quanto fiabesco, in fascia tardo pomeridiana dopo i cartoni, magari con in mezzo mediashopping… d’accordissimo sul fatto delgi spostamenti di orario e le cancellazioni … è una mancanza di rispetto verso gli spettatori… sarà, ma io le serie le continuo a vedere sottotitolate e in lingua originale, le vedo prima, meglio (preferisco di gran lunga il 16:9 che il 4:3), quando voglio e me ne sbatto di audience e roba del genere… non sono per niente contro il doppiaggio, se ben fatto, ma il problema è proprio ch elo fanno male, e nn è una questione di fretta, perchè ci mettono secoli ad adattare serie… veramente a volte la scelta delle voci è ridicola (claire in heroes è una presa in giro, per non dire hiro….), li traducono coi piedi (e, diciamola, la traduzione non è un lavoro così complesso) e l’adattamento (che è diverso dalla traduzione) è fatto campato per aria… e a pensare che ci sn team come ita-sa o subsfactory che fanno questo lavoro, meglio dei professionisti e nel giro di poche ore, fa pensare…

    Rispondi

  12. io mi sono innamorato di questa serie solo recentemente! e mi sono visto tutte le puntate in in meno di 5 giorni ma fortunatamente l’ho vista tutta in inglese e devo dire che questa sitcom è divertentissima….dalla fine di will & grace mi mancava un sitcom tra i miei programmi!
    La seconda stagione è più bella della prima! Per fortuna non l’ho guardata in italiano quindi non so bene e voci com’erano ho visto solo i promo e non promettevano bene….
    A volte una serie non ha successo solo perchè non è adatta ad un’altra cultura..boh!
    Alla fine anche Will & Grace non è stata trattata molto bene da Italia 1 e non ha un enorma successo! (anche se su foxlife èfisso da anni alle 8!) perchè molto radicata nella cultura americana con mille riferimenti a persone, cose eventi che per la gran parte del pubblico non erano recepibili…
    Vabbè noi continueremo a seguirlo in originale sperando venga rinnovato per una quarta stagione

    PS odddio anche io tremo per pushing daisies…per le voci sopratutto…ma chissà in che orario lo proporrà mediaset…io credo nel poeriggi alle 15…..

    Rispondi

  13. ‘fanculo. Ho letto il titolo, ho pensato che stessi parlando della CBS e non di italia uno e mi è venuto un coccolone. Devo imparare a leggere anche il resto prima di svenire sulla tastiera.

    Rispondi

  14. Però su una cosa non la penso come Kaw… cioè non mi crea nessun imbarazzo l’aver detto che è una serie grandiosa, continuo a pensarlo. Sono loro che dovrebbero sentirsi imbarazzati. Ecco.

    Rispondi

  15. premesse:
    - mi sono appassionata a HIMYM da sole 3 settimane..ma ho già finito la stagione 2…e sono in attesa che il mulo zompetti per i prati e finisca di ruminare la stagione 3…
    - la considero l’erede naturale del mio amatissimo FRIENDS…nonchè il tassello fodamentale che mi mancava nel panorama delle serie che seguo…
    - vi ringrazio infinitamente perchè è stato solo grazie ai vostri commenti che mi sono appassionata a questa sitcom così AWSOME…!!!

    detto questo…
    concordo alla grande con le vostre considerazioni…: la versione italiana dovrebbe essere dichiarata illegale!!
    con tutto il rispetto per i doppiatori italiani e per il loro lavoro, è a causa di questi che i personaggi hanno perso tutta la loro personalità, il loro mordente, la loro esilarante simpatia!
    (Ma possono esistere le voci di Ted e Barney?? Sembrano pluto e topolino che chiaccherano di Minnie quando parlano!)

    ma credo anche che sia proprio la sit-com a non piacere agli italiani:
    i due già citati mostri sacri del genere (Friends e Scrubs) non hanno mai riscosso sto successone nel nostro paese..
    io stessa li ho scoperti dopo, col tempo, grazie al passaparola dei telefili..e non li ho più mollati..

    è difficile dire il perchè: pur non avendo un passaporto americano nè essendo una tuttologa della cultura pop, capisco benissimo le battute, le citazioni, i doppisensi..e rido fino alle lacrime!!!

    Rispondi

  16. ops…chiedo venia!
    causa fretta ho dimenticato una “E”…

    AWESOME!!!!

    Rispondi

  17. Quelli di Italia 1 son proprio degli irrispettosi!!Non hanno avuto neanche la decenza di far finire la prima serie…io l’ho iniziato a vedere da poco perchè me ne hanno parlato bene, e devo dire che anche se non arriva a farmi divertire come succedeva con Will & Grace (in assoluto la mia preferita) e friends ,che ho rivisto entrambemoltissime volte , aveva tutte le carte in regola!!ora dovrò aspettare chissà quando ….

    Rispondi

  18. Quelli di Italia 1 Non potevano far finire le 2 serie di HYMYM e poi mettevano i miei adorati Will& Grace????

    Rispondi

  19. Era dalla prima puntata che paventavo questo momento, questa notizia…
    E benchè io sia una di quelle che ridono perchè ricordano a memoria battute, toni etc…
    Un pò sono dispiaciuta!
    Concordo con quelli che hanno dato la “colpa” di questo flop al doppiaggio piatto e per niente in armonia con battute: scusate, ma se non fa ridere, la gente non capisce nemmeno le risate “finte” messe in sottofondo e che io non avevo notato nella versione in lingua originale…
    Ringrazierò mille volte la persona che mi ha fatto conoscere questa meraviglia e che mi ha dato la possibilità di divertirmi così tanto, mentre aspetto le nuove puntate… ;)
    Solo io ho letto da qualche parte di una 4 serie?!?

    Rispondi

  20. Ora dirò una banalità:col doppiaggio si perde moltissimo,soprattutto i vari riferimenti alla cultura americana.
    Ora appurato questo non possiamo dire che il doppiaggio non si dovrebbe fare, non tutti sanno l’inglese (non sono una cima,uso i sottotitoli) non a tutti piace leggersi i sottotitoli,di conseguenza il doppiaggio ben fatto e ben accetto.
    Quello che mi chiedo è perchè pagare uno che il lavoro di adattatore/traduttore lo fa con la voglia che si ha di lavorare alle 6.00 di domenica mattina, piuttosto che farlo fare a uno che sa come è il telefilm sa di cultura americana e generale quanto basta per tradurre bene (e anche non sapendone molto ci sono internet ed enciclopedie).
    I vari Italiansubs e Subsfactory fanno un gran bel lavoro,perchè non chiedere il loro aiuto (insomma non sono proprio sconosciuti i traduttori)? No a loro non si chiede niente, perchè?
    E’ necessaria la loro competenza per i doppiaggi,che se fatti bene non sono il male. Lost, Desperate, Grey’s, Ugly Betty, House ecc. hanno un buon doppiaggio WAIT mi riferisco alle voci, che anche se non sono uguali alle originali (penso a Chase ad esempio) non fanno sembrare i personaggi dei cretini,come in (sto male a scriverlo) E alla fine arriva mamma, per esempio Streghe (Charmed) che qui a molti non piacerà o non avranno mai visto la versione italiana aveva delle voci per i personaggi molto adatte anche se diverse dalle originale, in My name is Earl le voci mi piacciono anche più dell’originale (sarà anche un eresia però…) questo per dire che se ci si mette un minimo di impegno un doppiaggio decente lo si fa, per E alla fine bla bla hanno aspettato anni a trasmetterlo facendo un doppiaggio da schifo non sembrano umani quei personaggi, a Lily non puoi dare la voce di sailor moon insomma, a Ted non quella di un 17enne.
    Doppiaggio a parte perchè E alla fine… non piaccia è un mistero come perchè non piaccia Lost, desperate, non piace al grande pubblico almeno.
    Saranno le battute che non vengono bene, sarà l’orario, sarà che a quell’ora funzionano sit-com come Jim,tutto in famiglia e the war at home, will&grace se non esistesse il moige (chi era veramente interessato a W&G l’avrà visto su sky o altrove,in fondo al primo passagio fece quasi 3 milioni alle 8 di sera…..)
    ma alla fin fine non importa molto, continuerò a vederlo in originale cosi come altre serie (non tremo tanto per la versione epurata di califorrnication, ma alla voce da trans(con tutto il rispetto per la categoria) che metteranno per il narratore di pshing daisies….

    Rispondi

  21. @ gothic: oddio mi spiace! XD però, scusa, ti pare che se parlavo del vero how i met your mother te lo chiamavo “e alla fine arriva mamma”? XD

    @ ann: forse mi sono espresso male, io non rimiango una sola delle volte che ho gridato al mondo intero quanto geniale fosse HIMYM. nondimeno è comunque imbarazzante che il mio parere entusiastico per how i met your mother venga scambiato per un parere entusiastico per e alla fine arriva mamma XD sono due cose diverse e ci terrei che il mio nome non venisse nemmeno associato a quella… cosa. ecco.

    @ fede: scusa ma ti devo correggere: friends in italia HA avuto successo. eccome. friends è stato il motivo per cui molta gente ha pagato il canone rai in quegli anni XD!

    Rispondi

  22. ah, volevo aggiungere che riguardo la quarta stagione non si sa assilutamente nulla :’D

    Rispondi

  23. Brutta notizia, ma alla fine ormai ci sto facendo l’abitudine. Delle decine di tf americani che sbarcano nel nostro paese ogni anno, solo pochissimi raggiungono il “successo”, solo uno al decennio [90's ER, 00's House] passa alla (nostra) storia. In fin dei conti a me poco importa se un prodotto è seguito anche in Italia, tanto non devo aspettare i lunghi tempi del doppiaggio e i ragionamenti cervellotici dei direttori di palinsesto del bel paese per gustarmi i telefilm. HIMYM continuerò a seguirlo in lingua originale, così come tutto ciò che guardo, sia esso francese, cinese, giapponese, continuerò a fornirvi quei sottotitoli che so che apprezzate, che sia solo per i 9 episodi che ci restano della terza stagione, o per un’eventuale quarta. Mi dispiace solo per quelle persone che ancora si ostinano a vedere telefilm e film doppiati, perdendosi il 50% della qualità della recitazione e dei dialoghi e che devono subire queste cancellazioni, questi spostamenti, che ancora credono nella fruizione passiva del prodotto televisivo. Spero che questo sia l’ennesimo stimolo che li spinga ad approcciare lo spaventoso mondo del “in lingua originale” che vi assicuro essere… leggggggendario!

    Yours truly…
    redman

    Rispondi

  24. Essndo una dei mascochisti che comunque alle 7 stanno seguendo l’adattamento…ehm…italiano, volevo condividere con voi l’apice della tristezza raggiunto nell’epidodio trasmesso ieri… matrimonio di Claudia e Stuart…Ted e Victoria si scambiano i nomi falsi…Victoria si nomina Margherita, Ted dice “ah si, tu allora puoi chiamarmi Ispettore Derrick!” …Ispettore Derrick?? ISPETTORE DERRICK???????

    Rispondi

  25. Ho seguito HIMYM in contemporanea con l’America e l’ho ADORATO fin dalla prima puntata.
    Ho visto il primo episodio su Mediaset e ho avuto l’impressione di guardare tutt’altro telefilm O_o”
    Okay: impossibile replicare certi slang in italiano. Normale. Impossibile replicare le voci originali. Normale. Il punto è che bisogna essere proprio bravi (in senso ironico) a far diventare un telefilm assolutamente divertente in uno noiosissimo e, soprattutto, inguardabile.
    Per chi segue le varie serie in lingua originale, il passaggio ad una serie tradotta è sempre “traumatico”, ma in questo caso: si salvi chi può.
    E’ l’ennesima serie rovinata, non la prima, non l’ultima. In questo caso dal doppiaggio, in tanti altri casi dall’orario di palinsesto.

    I fans di HIMYM stringano i denti: il 17 Marzo torneranno i nuovi episodi sulla CBS ^^

    Rispondi

  26. A me invece dispiace che l’abbiano sospeso, perchè difficilmente troverò il tempo di seguire un’altra serie in originale. Non ne ho proprio il tempo materiale. Al massimo quest’estate, ma neanche lo so! Sigh.

    Rispondi

  27. Io dico: smettete di seguire le serie in italiano e guardatele tutte in lingua originale…
    Però mi accodo a Claudia: nonostante abbia visto tutti gli episodi mille volte, stavo seguendo anch’io l’adattamento italiano. E, per quanto mi riguarda, onestamente le sceneggiature sono talmente belle che il telefilm alla fine per me era godibile lo stesso… le magagne le abbiamo già elencate tutti quanti più volte, sappiamo che l’originale è CENTO volte meglio, però adesso basta! Una ciofèca come “According to Jim” è comunque peggio del più schifoso adattamento che si possa fare di HIMYM…!! Italia 1: RIDACCI TED & SOCI!!!

    Rispondi

  28. ma ke vi ode ke “jim” sia apprezzato i italia nn ho capito….nn sarà una serie che fa ridere come friends e lo stesso himym ma comunque è piacevole da vedere e sicuramente rispetto a himym e a tante altre serie è stata meglio doppiata

    Rispondi

  29. nooooo! questo non me lo dovevano fare! e adesso io con chi cenerò??? con jim????? no! mi rifiuto!

    Rispondi

  30. andrea, diciamo che era meno complicata da adattare. cosa che in questo caso non è proprio un punto a favore…

    continuo a restare incredula di fronte alle voci scelte per HIMYM: la maggior parte vengono dai cartoni animati, come si potevano aspettare che rendessero bene in una sit-com “à la FRIENDS”? non capisco se non si sono resi conto della differenza tra HIMYM e una qualsiasi sit-com con protagonista una famiglia (ne ho contate 5 solo tra le 9 e mezzogiorno!), o se hanno scelto voci ridicole per cercare, nel loro mondo distorto, di renderlo più ridicolo e quindi divertente, adatto al fantomatico pubblico rincretinito che si immaginano loro… bah.

    Rispondi

  31. nn son d’accordo ma cmq….parlado propiro delle 5 sitcom che fanno al mattino “jim” è migliore, nn sarà certo un capolavoro e di migiori ce ne sn parecchie sia chairo, ma cmq guardabile e meglio di tanta altra robaccia, a mio parere ovviamente.
    mi par chairo cmq che nelle intenzioni di ita1 sia per il titolo che per il doppiaggio si volveva far passare il tf per demenziale.

    Rispondi

  32. Trovo molto interessante… la mia parte intollerante… e non dico altro! :P

    Rispondi

  33. ma molto meglio una serie modesta come jim non martoriata da un doppiaggio orripilante, che un masterpiece come himym reso in quel modo, non ci sono dubbi!
    io comunque ceno alle nove quindi non devo proprio pormi il problema di cosa guardare intanto che mangio u_u.
    però se la televisione è accesa è c’è jim può capitare che ne guardi dieci minuti e mi scappi una risata. 10 minuti di e alla fine arriva mamma e mi scappa di suicidarmi.

    Rispondi

  34. mi spiace moltissimo per il pessimo adattamento, appartengo alla schiera di italiani che l’ha vista tradotta e in effetti nè è rimasta delusa. peccato, poteva essere il friends del 2000, ma a quanto pare le sitcom qui in italia sono trattate come tappabuchi preserali invece che con il rispetto che meritano. vabbeh, mi farò prestare i dvd ;)

    Rispondi

  35. come al solito! e sempre la stessa storia che si ripete! gli italiano non riescono ad apprezzare un prodotto eccellente e unico nel suo genere, dobbiamo farcene una ragione, è andata così, di nuovo……….

    Rispondi

  36. Ciao a tutti!!! probabilmente sono uno dei pochi italiani che pur non avendo mai visto l’originale in inglese adora questo telefilm..
    quando ho visto che da lunedì sarebbe ricominciato “LA VITA SECONDO JIM”, telefilm carino ma puntate viste, fritte,e riviste… secon doi me il grosso errore sta nel titolo che da speranze e che probabilmente hanno indotto i più a non seguire le puntste a priori, senza constatarne l’effetiva qualità.. lo adoro, facciamolo tornare in onda!!!!!!!!!
    Ivan…

    Rispondi

  37. Ciao a tutti!!! probabilmente sono uno dei pochi italiani che pur non avendo mai visto l’originale in inglese adora questo telefilm..
    quando ho visto che da lunedì sarebbe ricominciato “LA VITA SECONDO JIM”, telefilm carino ma puntate viste, fritte,e riviste… ci sono rimasto malissimo. secondo me il grosso errore sta nel titolo che da poche speranze e che probabilmente ha indotto i più a non seguire le puntate a priori, senza constatarne l’effetiva qualità.. lo adoro, facciamolo tornare in onda!!!!!!!!!
    Ivan…

    Rispondi

  38. è quel che dico anch’io… in italiano o no, rimane comunque meglio di Jim.
    ah, comunque niente di fritto e rifritto: sono le puntate nuove…

    Rispondi

  39. ah, meno male, perchè le puntate vecchie le ho viste davvero molte volte…
    comunque se qualcuno indicesse una petizione per fare tornare “e alla fine arriva mamma” lo farei subito..
    almeno una stagione intera speravo di poterla vedere…

    Rispondi

  40. una domanda… ma quindi è sicuro che robin non sarà la futura moglie di ted?

    Rispondi

  41. mah zak sai… dato che i figli la chiamano “zia Robin”…
    boh mi pare abbastanza probabile che sia un’altra la futura moglie di Ted!

    Rispondi

  42. ivan, per esperienza posso dirti che con le petizioni per cambiare i palinsesti la mediaset (e anche la rai, eh) ci si pulisce il sedere XD

    zak, direi proprio di no u.u

    Rispondi

  43. solo a me questo programma piaceva da morire??? lo guardavo ogni sera, anche perchè alyson hannigan è troppo sexy!! a me comunque faceva ridere >_

    Rispondi

  44. anche a me dispiace che sia stato tolto dalla programmazione in un lampo.
    non conoscevo la serie originale, intuivo che il titolo fosse stato tradotto da schifo ma anche a me faceva spesso ridere fino alle lacrime, alcune situazioni erano davvero degne delle migliori annate di “friends” ad esempio. peccato.

    Rispondi

  45. Schifo. Italia 1 mi lascia sempre più perplesso.

    Peccato..stava diventando una delle serie preferite dal sottoscritto (insieme a FRIENDS e SCRUBS)

    Rispondi

  46. nn è giusto.non si può fare così!questa serie era troppo divertente!lo dice una che guarda di rado i telefilm che trasmettono nel preserale.ma questa mi faceva restare inchiodata davanti la tv!dovrò imparare l’inglese per forza

    Rispondi

  47. Guarda mò… lo sapevo che avrebbe fatto proseliti anche nella sua becera traduzione!!! è una serie troppo bella per non conquistare anche se rovinata in quel modo! :D

    Rispondi

  48. Io forse sono uno dei pochi che apprezza questa serie in italiano,io penso piuttosto xche la colpa non sia nel doppiaggio,ma bensì nel titolo che crea false aspettative(io mi chiedevo ma che roba è??) e la scelta totalmente sbagliata di metterlo alle 7,è vero forse è l’erede di friends ma vi ricordate l’ora??era alle 9 in prima serata… e non a cena dove ci sono sitcom superficiali.
    Una altra colpa dei programmatori è che non fanno adeguata pubblicità,vedi desperate,in cui l’ultima puntata è stata spostata di un giorno causa festival di sanremo ed in quasi totale silenzio(quando era l’ultima puntata),o scrubs che viene interrotto a metà serie,per poi riprendere all’ora di cena,nuovamente con scarsa pubblicità.I riferimenti allo stile di vita americano,di solito non sono un problema,solo magari sono specifici per un tipo di pubblico più giovane,ma non è lo sono forse:friends,will&grace,scrubs??però hanno fatto successo

    Rispondi

  49. buffyforever 12 marzo 2008 at 19:34

    we we, qui ci vuole una bella recensione sull’arrivo di Britney Spears nella seconda stagione! :)

    Rispondi

  50. Come, scusa? :/
    Forse ti riferisci a Mandy Moore, che comunque arriva nella terza… altrimenti non ho idea di cosa tu stia parlando.

    Rispondi

  51. britney speras comparirà nell’episodio 13 della terza stagione, che andrà in onda il 24 marzo sulla CBS. comunque, dal profondo del cuore, della comparsata di britney in himym non ce ne frega proprio un cazzo.

    Rispondi

  52. Anzi, ci urta anche un po’..

    Rispondi

  53. buffyforever 25 marzo 2008 at 19:26

    Ecco perché in Italia siamo messi male! Nessuno capisce il talento di Britney Spears! Io lo capisco e ne vado fiero! :)

    Rispondi

  54. Una serie bellissima! Sto seguendo adesso la terza stagione! Italia 1 non capisce i gioielli che gli passano tra le mani! certo la trasmissione alle 7 non è stata delle migliori, ma neanche quella delle 21.00, ricordo che “Friends” è andato in prima serata solo con le ultime 2 stagioni, quando gli ascolti superavano i 3.000.000 di ascolti a sera! io credo che alle 7.00 non andava bene ,ma alle 8.30 invece si! se eliminassero la Ruota della fortuna, che è proprio una sfortuna per il canale, visto che non supera a malapena il 1 milione di ascolto!alle 7 le persone lavorano, mentre alle 8,30 orario di cena molti invece di vedere la solita bufala dei pacchi e di Striscia,guarderebbero “E Alla fine arriva mamma”, proprio come successe qualche anno fa cn i telefilm in pre-serale sono meglio, nn ci sn alti costi e gli ascolti aumentano!
    cmq per il momento della ruota della fortuna non si sa nulla, quindi è molto probabile che Italia 1 rimetta a settembre i telefilm!
    Io direi di mettere 19.00 La vita secondo Jim 19.30 Tutto in famiglia 20.00 Aliens in america (Sostituito da Will&Grace, visto la sospensione e l’attesa di passaggio dal palinsesto mattutino a quello pomeridiano) e alle 20.30 E Alla fine arriva mamma!
    ke ne dite?

    Rispondi

  55. Ah scusate, comunque l’episodio in cui ha fatto la comparsa Britney Spears è stato il più seguito in assoluto di tutte e tre le stagioni! io penso che anche Hilary Duff e Courtney Love dovrebbero fare un’apparizzione! CMQ io amo molto “HOW I MET YOUR MOTHER” però lo trovo molto ispirato alla trama di “Friends”…. Ted e Robin=Ross e Rachel, Lily&Marshall=Monica&Chandler,Barney=Joey e Il personaggio che dovrebbe ispirarsi a Phoebe??? cmq nello stesso episodio in cui è apparsa Britney è apparsa anche la futura moglie di Ted Mosby

    Rispondi

  56. Ragazzi è tutto vero quello che avete dettio ma io non sono d’accordo sul fatto del doppiaggio per quanto riguarda solo la scelta….Vi assicuro che è solo un fatto di abitudine infatti io ho guardato prima quello italiano, poi quelllo inglese e ci ho messo un po’ ad abiturami, quindi io non la condannerei la scelta dei doppiatori…

    Rispondi

  57. è spettacolare! io ho visto i primi 10 episodi in italiano e il resto con il sottotitoli… il 24 sttembre inizia la 4a serie e non vedo l’ora:) per quanto riguarda il doppiaggio: si, potrebbe andare in italiano ma la traduzione nn è sempre rispettata negli episodi passati su italia1… censurano molto e non dovrebbero! e poi barney fa ridere già solo a sentirlo parlare:) sicuramente perde un pò con il doppiaggio:( cmq sono sicuro che tornerà in italia ma nn su italia 1… secondo me potrebbe tornare o sul digitale o su sky…

    LEGGEN…..
    ……………………..DARIO!!!! :-D

    Rispondi

  58. ChemicalReaction 21 gennaio 2009 at 01:05

    Sono daccordo..la serie doppiata in italiano è inguardabile…e dovrebbero mettere una grossa taglia sulla testa della persona che ha tradotto il titolo come “e alla fine arriva mamma”..ho cominciato a vederla in italiano e l’ho trovata noiosissima..poi però mi è capitato di vedere un episodio in lingua madre a casa di un amico..tutta un’altra storia..da allora sono un fan sfegatato.. purtroppo però è una cosa abbastanza comune.. non solo per i telefilm, ma per qualunque altra cosa, siano anche film o anime..non so quanti di voi concorderanno con me nell’affermare che le voci date in italia ai personaggi dell’anime One Piece siano oscene…cioè..non parliamo a mio giudizio di un capolavoro, ma indubbiamente in lingua madre (e ci tengo a specificare..io di giapponese non capisco niente), ovviamente sottotitoli inclusi, si ha un prodotto decisamente più godibile (La voce di Franky è inauditamente orrenda)..ritornando ad HIMYM..credo sia un capolavoro, e mi crollano le braccia in terra a vederla così sminuita..anche perchè penso che siamo capaci a fare dei doppiaggi, degli adattamenti e delle traduzioni come si deve (non so a voi..a me Friends è piaciuto in italiano..e serie come I Simpson e Family Guy addirittura le PREFERISCO in italiano)..certo..d’altro canto bisogna però concedere che ci sono sempre alcune cose che in italiano non potranno mai rendere, come i numerosissimi giochi di parole, spesso proprio gli stessi su cui si basano intere puntate (capita spesso che un gioco di parole crei dei malintesi o delle situazioni divertenti su cui si incentrano uno o più episodi – “The Slapsgiving Day”, le canzoncine che Barney dedica alla sorella di Ted, o, ironicamente, la puntata in cui Neil Patrick Harris pronuncia qualche frase in lingua italiana)..consiglio per tutti..convertirsi definitivamente alla lingua madre..ed alla visione in web streaming gratuito.

    Rispondi

  59. Una serie brillantissima! concordo con chi ha scritto, alla pari friends e scrubs!

    Rispondi

  60. a me HIMYM piace tantissimo! lo sto vedendo di mattina, e prima nn mi aveva mai ispirato proprio x il titolo patetico. mi fa ridere anke in italiano ma, leggendo i vostri commenti, mi voglio vedere pure la serie in inglese. quindi la moglie di ted nn è robin? peccato… ki lo sa mi dice ki è? sono curiosissima!

    Rispondi

  61. ChemicalReaction 21 gennaio 2009 at 23:06

    @ Stella

    Non si sa ancora..diciamo che si in una puntata “si vede”..o meglio..si vede un ombrello dall’alto, e si lascia ad intendere che sotto quell’ombrello ci sia lei

    Rispondi

  62. Secondo me è uno dei migliori telefilm comici americani che sono arrivati in italia…. un capolavoro, è dvertente, spassoso e soprattutto originale, con un umorismo sofisticato. Lo definirei un telefilm comico di classe…. in italia non viene capito perchè noi capiamo solo le cazzate e le merdate…… poveri coglioni

    Rispondi

  63. io ho visto queso telefilm per cas un paio di giorni fa e sinceramente credo che sia sullo stesso livello di tanti altri telefilm che vanno in onda nelle ore nelle quali si compiono maggiori ascolti

    Rispondi

  64. ho iniziato a vedere questa sit-com per caso, ora che stanno facendo le repliche la mattina.
    a me fa ridere molto, e non capisco come mai in Italia non abbia avuto molto seguito.
    (qua potremmo parlarne per ore, viste altre serie magistrali che qui in Italia non hanno avuto successo!)
    ha un qualcosa di diverso dalle solite sit-com che propinano nell’ora-cena o nella pausa-pranzo…
    il fatto che voi diciate che il doppiaggio è orribile (cosa non inusuale in italia purtroppo) mi ha incuriosito, e se non fosse che impazzisco nel vedere una puntata con i sottotitoli, testerei anche io questa cosa.
    cmq il titolo è orribile, e secondo me ha contribuito all’insuccesso della sit-com

    poi possiamo parlare per ore anche dell’incompetenza di Mediaset!
    ieri hanno tagliato la puntata durante un dialogo per far iniziare il telefilm seguente, quello del poliziotto cinese: assurdo!!!

    Rispondi

  65. ragazzi sono un “nuovo” fan della serie(non dico il nome xk forse la traduzione è la cosa ke fa piu ridere..o piangere dal punto di vista) e devo dire ke è una serie strepitosa!!io non la conoscevo e non la vedevo su italia 1..quasi x caso il destino ha voluto ke un giorno girassi su joy(mediaset premium) e vedessi la seconda puntata della prima serie..oggi siamo al 3/4 episodio della seconda serie e mi dispero x quelle persone ke nn hanno piu la possibilita di vederla su I1. Cmq io a 16 anni non riuscirei a seguire la serie in inglese, ma nonostante non capirò qualche bella battuta mal tradotta,bhè non posso davvero lamentarmi..SERIE FANTASTICA..(robin fantastica)XD

    Rispondi

  66. mammamia sarete anche dei veri intenditori dei crititci di sitcom degli dei perfertti gentleman in new york…
    ma tutta sta negatività mi pare esagerata! io ho imparato a conoscere questa serie prima in italiano, proprio grazie ad italia 1, a cui l’unica cosa che recriminino è la scelta dell’orario. Poi ho incominciato a vedere la serie in inglese, è vero c’è una notevole differenza, ma da qui a parlare di suicidio… bah!
    Allora si potrebbe fare un discorso del genere per qualsiasi serie o anche film, gli stessi Simpsons pur avendo un mastro doppiatore come Tonino Accolla perdono nel passaggio.
    Per cui non siamo sempre fondamentelisti, la traduzione ha permesso una maggiore massificazione

    Rispondi

  67. Io mi ci sto affezionando persino in italiano….. niente a che vedere con le risate di cuore fatte con friends originale (che ormai so a memoria nella versione inglese e persino tedesca, lunga storia…) ma son capitata qui cercando la versione in inglese e da quello che dite voi… non vedo l’ora!!!!

    Degli amichetti americani mi hanno parlato tanto bene di “seinfeld”, ne sapete qualcosa??

    Rispondi

  68. bhe concordo con roby…serie davvero bella e divertente….certo è un umorismo particolare…xo’ a chi piace fa ridere…robin è fantastica…stupenda…e barney è un mito….
    nn so cm sia la serie in inglese…ma non riuscendo a capire completamente l’inglese mi accontento della versione in italiano…
    ciao

    Rispondi

  69. la trovo una serie bellissima, forse perchè il loro umorismo rispecchia alla perfezione quella che c’è fra me e i miei amici, spero di avere la possibilità di realizzare qualcosa di simile in italia, in futuro!!!!
    la versione italiana a me fa morire!!! ^^

    Rispondi

  70. Grande serie, la registro sempre e la vedo la sera!!!!
    Io la seguo solo in italiano, non avendo mai visto quella in americano non mi lamento del doppiaggio e mi piace tantissimo!!!!!

    Rispondi

  71. rosario savalli 20 febbraio 2009 at 23:56

    Per me HIMYM è semplicemente geniale.. da quando l’ho cominciata a guardare nn mi sono perso più una puntata… Barney è un mito … se la serie andasse dopo i simpson alle 15.00 farebbe un gran botto… le 19 erano un orario dove c’è scarsa attenzione dei giovani per questo nn ha attecchito…

    Rispondi

  72. ma non capite proprio un cazzo di cosa sia l’umorismo!!!!merdacce incompetenti!!!

    Rispondi

  73. cioè sia chiaro,dicevo nel senso che è una serie a dir poco geniale e fa sbellicare dalle risate,l’incompetenti era rivolto a chi ha scritto l’articolo dicendo che la serie non fa ridere

    Rispondi

  74. Ma almeno l’hai letto l’articolo prima di dire così? C’è scritto che FA ridere, ma il doppiaggio italiano lo rende schifoso. E per la cronaca, hanno ragione. Ogni tanto lo vedo su Mediaset Premium e mi sforzo di ridere ma non ci riesco, è semplicemente brutto. Ora, non so se sia colpa del doppiaggio perchè io non l’ho mai visto in inglese, ma visto che di solito i recensori la pensano come me mi fido di loro. Evidentemente sarà colpa del doppiaggio.

    Camomilla alla sera e niente caffè alla mattina; cerca di dormire un paio di ore in più che male non ti fa, comunque.

    Rispondi

  75. ragazzi non ci voglio credere, stamattina hanno dato l’ultimo episodio della terza serie,in america sta andando in onda la quarta e ultima serie, uscira mai anke in italia?mi piaceva un bel po e all idea che qui nn esca e ke nn possa sapere ki è la Mamma, impazzisco!!!!spero ke almeno si trovino in giro piu avanti almeno gli episodi in inglese con sottotitoli in italiano,perche se non fosse cosi a guardarli in inglesi non ci capirei niente!!!aiutooo

    Rispondi

  76. La quarta stagione non è affatto l’ultima e non si scopre chi sia la madre!

    Rispondi

  77. ragaà sarò uno dei pochi ma a me alla fine arriva mamma fa morire dal ridere…anke in italiano certo è discutibile la traduzione ma nn è certo il primo degli scempi ke hanno fatto e nn sarà l’ultimo,poi de gustibus non disputandum est……

    Rispondi

  78. kaw, the war @ home non l’ho mai vista in italiano, ma l’ho seguita tutta in lingua originale ed è FE-NO-ME-NA-LE… anzi… impazziresti per il ruolo del figlio-di-mezzo-grasso-brutto-nerd-omosessualità-latente…

    Rispondi

  79. Ciao a tutti….girottolavo su internet appunto per capire come mai Alla fine arriva mamma da stamani è stato sostituito da ally mac beal che da oggi raddoppia……..io lo adoro, non so come fosse in lingua originale ma secondo me è divertente e ti tiene quel poco in sospeso da farti attendere la puntata successiva!Carino insomma!Ma che serie stavano trasmettendo?La terza??Venerdi è finito l’episodio con ted che chiede a stella di sposarlo…!!Ciaoooo!!!

    Rispondi

  80. @ Chiara:
    Stavo giusto pesando la stessa cosa… Sono totalmente d’ccordo con te!!

    Rispondi

  81. @ Chiara:
    E’ interrotto per lo sciopero degli sceneggiatori…

    Rispondi

  82. Grazie grazie!!Ho trovato un sito dove ci sono tutti gli episodi fino al 15esimo della quarta serie in lingua originale ma sottotitolati in italiano: http://www.ellafinearrivamamma.blogspot.com :-))

    Rispondi

  83. @ Damiano: Guarda… sarò io che rido facilmente, ma mi sono appassionata a questa serie con il doppiaggio in italiano.
    Avete ragione sul fatto che l’espressività è totalmente diversa, ma dovete pensare, che nella versione americana, gli attori recitano dal vivo, o meglio, con le proprie voci, ed è logico che nella versione italiana l’espressività è diversa! A me fa molto ridere così com’è, forse perchè non avevo mai visto prima la serie con il doppiaggio originale, (che ora sto vedendo), ma è veramente carina anche in versione italiana. In quanto al titolo devo darvi ragione perchè l’h trovato veramente banale e senza senso. E’ un peccato che lo abbiano prima sostituito con : ” la vita secondo Jim” che ormai è stata trasmessa tantissime volte, e ora con Ally Mc Beal. Comunque non è affatto vero che vedendo questa serie gli spettatori cambiano canale, per lo meno con me e con altri miei amici non è successo, anzi questa serie ci appassiona molto, anche perchè troviamo interessante che i personaggi abbiano le voci dei personaggi degli anime come Dragon Ball, Naruto o One Piece, ma di certo non è questo che a mio parere rende la serie interessante.

    Rispondi

  84. Sarà che io non ho mai visto la serie in lingua originale, però questo telefilm mi aveva colpito molto… mi ha fatto fare parecchie risate!!!
    Sono rimasto male quando ho notato che avevano cambiato la programmazione…
    mah, non so che dirvi, ma io vorrei continuarlo a vedere.

    Rispondi

  85. Cavolo, ho visto la serie sempre e solo in italiano e, da non amante delle sitcom in generale, mi è sembrata comunque una figata.
    Ma adesso che mi date tutte queste notizie su come abbia perso dalla traduzione in italiano… Wow, chissà come sarà in lingua originale!!!

    Rispondi

  86. Comunque credo che il problema sia il titolo: secondo me OGNI TITOLO DEVE RESTARE SEMPRE ORIGINALE!!! Non si può adattare in un’altra lingua! Posso capire il doppiaggio, ma il titolo no!!! Non sono mai riuscito a credere come possa essere possibile una cosa del genere!!! Io mi chiamo “Stefano” e non esiste che se vado in Spagna divento “Esteban” o “Etienne” in Francia!!! Non è che “One” degli “U2″ se la ascolto in Italia è “Uno” degli “UDUE”!!! Robedamatti!!!
    E come se non bastasse, in mooolti casi, i titoli non vengono tradotti, bensì storpiati e resi fuorvianti, Esempi?
    - “How I Met Your Mother” -> “E alla fine arriva mamma” (roba da matti)
    - “Friends” -> Ho notato con orrore alcune puntate sulla Fox dove sulla sigla iniziale c’era scritto “Amici” (roba da galera)
    - “Eternal Sunshine of the Spotles Mind” (non posso non citarlo) -> “Se mi lasci ti cancello” (roba da omicidio)

    Io ci ho rinunciato, cosa potrei fare, tra l’altro viviamo in una società dove la “qualità” ha ceduto il posto alla “convenienza”

    Rispondi

  87. Allora…io l’originale non l’ho vista….ma credo che questa serie sia FAVOLOSA!Nn ha niente da invidiare a Friends…sicuramente in lingua originale è meglio, come tutte le cose…..a ognuno il suo umorismo…ma ragazzi..io ho fatto delle risate!!!!

    Rispondi

  88. dunque, non so quanto questo articolo sia datato e tanto meno ho voglia di leggere tutte le risposte/commenti ma non posso fare a meno di dare la mia opinione. Sono arrivato a vedere la terza serie completa, aspettando che mediaset o chi per lei faccia presto a portare in italia anche la quarta (e le prossime quando verranno realizzate). Devo dire che il titolo italiano è terribile! anch’io ne sono stato allontanato proprio a causa di un titolo che fa pensare alla serietta per cerebrolesi con la supermamma di turno. Comunque, per un motivo o per un altro (vuoi che non guardo molto spesso la tv) non c’è stata quella scintilla che ti fa avvicinare d’istinto ad una cosa. La mia ragazza intanto lo guardava e mi parlava di una serie stupenda e io continuavo a far finta di niente, fino a ché, un giorno, ho guardato una puntata per metà, capendo che mi sbagliavo, o meglio, che quel titolo del c**** mi aveva totalmente depistato. Morale della favola, alla seconda puntata che ho visto me ne sono totalmente innamorato. Ovviamente, come ogni cosa, entra in gioco l’affezione, devi abituarti ai personaggi, capirli, capire i loro ruoli e il loro umorismo, ma questo non fa altro che aumentare l’interesse verso una cosa. Alla fine dei conti, questa serie é assolutamente GENIALE! GENIALE, GENIALE. Sfido chiunque a dire il contrario. I ruoli dei personaggi sono fantastici, perfettamente bilanciati tra di loro, stupidi e arguti al punto giusto da innamorarsene, per non parlare di Allyson Hannigan (la willow di Buffy) che, nonostante mi sia visto tutta la serie di Buffy e per me, Lei era willow, è riuscita grandiosamente a togliersi di dosso quel ruolo. Estremamente divertente e originale, quando le serie di questo tipo sembravano aver detto praticamente tutto, è arrivata questa che sconvolge del tutto gli stereotipi e i vari cliché, rappresentando una vita di questi 5 personaggi incredibilmente realistica e simile a quella che noi, con i nostri amici, viviamo tutti i giorni, stesse abitudini, stesse manie (anche se ovviamente enfatizzate), quindi non sono per niente d’accordo con chi l’ha recensito su questa pagina quando dice che “How I Met Your Mother funziona su un umorismo prettamente americano”, anche se perfettamente d’accordo sul fatto che sia molto più raffinato della norma (non si parla degli argomenti, ma del modo come vengono sceneggiati), tant’é che temevo proprio per questo che non avesse successo tra la massa e che lo sospendessero. Evidentemente questo è successo per la messa in onda pomeridiana, ma quando è stato riprogrammato la mattina, vuoi che il pubblico é diverso ma è stato capito in maniera totalmente diversa e di gran lunga apprezzato. é affascinante, tutta la serie ed ogni personaggio in ogni suo piccolo dettaglio, tanto quanto la scelta di usare Ted (Josh Radnor) come protagonista e avergli cucito il suo ruolo addosso (per non parlare di come recita lui, che per chi non lo sapesse ha fatto parecchio teatro): è emozionante, tenero e amorevole, profondo e imbranato, a volte incapace, ma tutto dosato in una maniera che vorrei avere gli ideatori della serie qui con me per fargli tutti i miei più sentiti complimenti. Ted è un personaggio come non se ne vedevano da una vita nelle sit-com (forse non ne abbiamo nemmeno mai visti di così interessanti) ed è capace di diventare un cult, come del resto tutta la serie in quanto alla fine parla della sua vita. Gli altri personaggi sono comunque meravigliosi, perfettamente calibrati, tutti eccezionali nella loro parte. L’umorismo è oltremodo fantastico: non è troppo difficile da comprendere (e in questo, nuovamente, discordo dal recensore che parla di adattamento impossibile e doppiatori incapaci) ma è arguto nell’esporsi, qualsiasi battuta, che sia sciocca oppure no, è sempre fondamentale. Inoltre, se riguardo serie come “friends”, al giorno d’oggi sinceramente non la trovo più così brillante, o quantomeno non quanto questa o un “will&grace”. Ho visto di quelle puntate dove hanno trattato degli argomenti che non avevo mai visto trattare in vita mia su una serie, e il modo straordinario come vengono inseriti gli elementi nelle varie puntate non può non essere degno di tutto il rispetto dei telespettatori. Potrei andare avanti per ore a parlarne eccezionalmente ma credo di essere arrivato al punto: questa serie rasenta la PERFEZIONE, era da tanto tempo che volevo essere nuovamente così entusiasmato per una cosa che paragonata alla vita di una persona conta veramente poco. E soprattutto, gli scrittori, gli sceneggiatori e anche gli attori, dovrebbero solo guardarla con estrema devozione e cercare di imparare qualcosa per poter creare altre cose, nuove e altrettanto interessanti. Alle persone che non sono riuscite a capirla mi sento obbligato di dire una cosa sola: provate a capirla, provate ad entrare nell’atmosfera giusta, perchè più saranno gli spettatori di cose così geniali, più forse i produttori si dedicheranno ad altrettante produzioni geniali, perchè quelli che hanno quel minimo di arguzia sono decisamente stanchi dei prodotti ROZZI per le persone che non hanno sviluppato abbastanza il loro cervello per riuscire a comprendere dei prodotti UNICI!

    Rispondi

  89. ps. mi vengono in mente altre cose dopo aver letto altri commenti di svariati utenti. Ma siete tutti così d’accordo che i doppiatori siano tragici? Partiamo dal presupposto che di base serva l’adattamento, che ovviamente viene fatto in base all’intelligenza del gruppo che se ne occupa e disgraziatamente in base al target che la rete decide che il programma avrà (si, perchè mi pare logico cambiare delle frasi originali con altre che comodano di più per questioni di censura/ incomprensibilità/ per l’appunto TARGET). Mi chiedo se sia così difficile avere dei princìpi che portino al rispetto di un’opera (qualunque essa sia, che sia un quadro, una canzone, un’automobile, un vestito, un film o una sit-com) che in quanto ideata da qualcuno – e soprattutto se creata per voglia di realizzare la tal opera e non per principali scopi di lucro – è la SUA opera d’arte e non va modificata! l’adattamento ok, posso anche capire che vengano mutate alcune cose per renderle lievemente più comprensibili a paesi con usi e costumi differenti, purchè non distrugga quello che è il significato di fondo. é vero che ci sono alcune cose più o meno adattabili e ovviamente alcune che funzionano solo nella lingua originale, si può anche capire la difficoltà in certi casi, ma dico che su HIMYM, l’esempio del giorno del ringraziamento trasformato in giorno dello “schiaffeggiamento”, anche se non si riesce a creare un’assonanza perfetta come in lingua originale, non si può neanche aggredire l’adattatore perchè si tratta di un dettaglio che ha quel TOT di importanza e che comunque una volta adattato rende l’idea del concetto. dico che si può tranquillamente chiudere un occhio in questi casi. Secondariamente, il doppiaggio: credo non ci sia cosa più difficile che diventare un personaggio e rappresentarlo attraverso una voce, soprattutto quando l’originale proviene dall’america e come tutti gli americani parla con la stessa tonalità dall’inizio alla fine. Qui in italia se c’è una cosa buona sono proprio i doppiatori, se spariamo pure a quelli vediamo cosa ci rimane e se poi vi lamentate di più o di meno.
    pps. se serie tipo DR HOUSE hanno il successo che hanno è sicuramente per qualche merito di fondo e altrettanto perchè i cliché di quella serie sono ben azzeccati. visto che noi purtroppo tendiamo a essere dementi e abbiamo bisogno di tormentoni per apprezzare le cose (vedi zelig che non fa più ridere nemmeno i porci) se quell’autore quella volta che decide il personaggio li azzecca bene, è fatta! Dr house rimane curiosamente interessante anche se le puntate non fanno altro che girare sempre intorno alle stesse cose. Poi basta qualche colpo di scena ogni tanto, qualche cambiamento ad un personaggio e subito tutti rimangono sbalorditi. Alla fine si può dire che l’idea fosse molto ben fatta ma che se sta ancora perdurando sia sostanzialmente per una serie fortunata di eventi combinati. Ricordiamoci che qui, in Italia, BEAUTIFUL è seguitissimo! fate vobis.

    Rispondi

  90. ho quasi finito di leggere tutti i commenti (e non so nemmeno perchè gli ho dedicato tanto tempo, forse per masochismo)… ma perchè la gran parte di queste persone non comincia ad accendere il cervello.
    non riesco a capire come ADDIRITTURA qualcuno sia riuscito a fare il paragone tra i personaggi di questa serie con quelli di FRIENDS, (questo=quello) perchè veramente dimostra quanto questo non riesca a distinguere le cose. Non ha proprio nulla a che vedere, né con FRIENDS, né con SCRUBS. totalmente differente! se l’unico motivo per cui HIMYM viene associato a FRIENDS è il fatto che i protagonisti si trovino prima a casa loro e poi al bar è veramente imbarazzante. cominciate a distinguere i dettagli e non fatevi prendere dal panico se quando guardate qualcosa di nuovo non riuscite a paragonarlo a nient’altro. ah, tra l’altro. Friends, a tutt’oggi fatico a capire come possa coinvolgere così tanto gli spettatori, vista l’estrema idiozia che permea tutta quella serie, al punto che si creano dei momenti talmente IMBARAZZANTI da farti venir voglia di cambiar canale.
    ma se a voi piace quello, ben venga, contenti voi.

    Rispondi

  91. @ADRIANO: ti adoro! ADRIANO RULEZ :)

    Rispondi

  92. @ADRIANO: ti adoro! ADRIANO RULEZ :)

    Rispondi

  93. ora mi torna tutto… probabilmente il problema è il solito fatto inglese-italiano, cioè il fatto che questa culturaccia ci ha abituati a sentire una tal frase detta in italiano e dire:”SCHIFO!” e sentendola in inglese dire:”FIGATA!”. più o meno il motivo per cui la gran parte dei film d’azione abbiano dei dialoghi a dir poco imbarazzanti, che però in lingua originale non suonano poi così male. Aggiungici poi che anche a quello con l’orecchio più perfetto sfugge qualcosa ma… il fatto di sentire la gente parlare in SLANG americano fa proprio figo, eh?!? mamma mia… crescerete prima o poi…

    Rispondi

  94. x MatG
    tralasciando x 1 attimo il tono accusatorio e secondo me anke 1 pò offensivo, nn si tratta del semplice fatto ke in italiano fa schifo e in inglese è una figata solo perchè è americano, ma perchè lo slang è molto più adatto al genere, si associa meglio al tipo di umorismo su cui è incentrata la serie, nn è comicità alla friends, più sottile ed incentrata sull’imbarazzante ma 1 genere di comicità più grezza, più mimica e spesso anche più volgare (ovviamente nel senso buono del termine),e nn voglio neanke accennare su quanto secondo me l’inglese sia 1 lingua molto più “musicale” rispetto all’italiano xkè se no facciamo notte…..
    sentire recitare neil patrick harris in originale, anke se per capire quello ke ha detto bisogna leggere i sottotitoli, è davvero 1 altra cosa, mi spiace ammetterlo ma è così, l’italiano secondo me è una lingua inadatta alla serie, vorrei nn fosse così ma x me lo è! io adoro HIMYM, davvero e quando ho rivisto le puntate in italiano nn mi hanno fatto neanche sorridere, perchè? e nn partivo assolutamente prevenuto anzi….

    p.s. il prox che mi critica friends è morto!!! ;-)))

    Rispondi

  95. il tono accusatorio e a parer tuo offensivo è dedicato a chi non si sforza di andare un po’ oltre al primo strato delle cose e non alle persone che hanno l’intelligenza necessaria per capirle, quindi se sei intelligente non devi sentirti tirato in ballo.
    cmq, come tutti esprimono il loro parere in maniera adolescenziale/arguta/intelligente/stupida io ho tutto il diritto di parlare della serie di friends come una serie a volte brillante, ma che nell’insieme tende ad essere più una serie che piace perchè ti ci affezioni che non perchè realmente merita tutti questi complimenti che le vengono rivolti. Scusa, ma se devo proprio mettere le 2 serie a paragone, prendendo tra l’altro HIMYM in italiano, non riesco proprio a vedere un confronto, perchè non si parla dello stesso livello. per quel che riguarda l’inglese, per quanto possa essere più musicale e quant’altro vuoi (cosa sulla quale concordo, ma in musica) il problema non si presenta proprio nella prosa, nel parlato, nei dialoghi, per quale motivo l’italiano poichè meno musicale (o meglio, poichè non si può mangiare come l’inglese e ancor peggio l’americano) non può andare bene? gli slang sono solo un modo di esporre alcune frasi, è solo un 5% dell’insieme, i contenuti vengono comunque rispettati, non si travisa né il senso delle cose né tantomeno quello dell’intera serie. poi che piaccia sentire gli attori nella loro lingua madre, non c’è niente di male, ma non si può avventarsi contro questo doppiaggio, perchè allora non ne va bene nessun altro. cmq, se volete capire quello che intendo bene, altrimenti non prendetevela. non ho 15 anni e non mi frega niente di insultare nessuno.

    Rispondi

  96. secondo me alla fine arriva mamma è una delle serie più belle che abbiano mostrato in tv,sicuramente meglio di ally mc beal o di riproporre dal’inizio perl’ennesima volta più forte ragazzi!

    Rispondi

  97. io non avevo mai riso tanto per una sit com,è una grandissima serie che consiglio a tutti,barney poi è esilarante,l’unica cosa che mi dispiace??? è non conoscere l’inglese per apprezzarne appieno lo humor,ma devo dire che cmq anche in italiano mi piace tantissimo.
    p.s.:non sapevo neanke l’avessero trasmessa per tv io l’ho scoperta in streaming.

    Rispondi

  98. ma smettila di dire cose assurde!!!!ci credo che la serie non è decollata!!!nessuna pubblicità!!!ma chi diavolo vuoi sapesse che c’era una nuova serie in tv??? io l’ho scoperto x caso una mattina che nn ero a scuola accendendo la tv!!! e sono rimasto incantato…mi sono innamorato subito della serie…e premetto che io nn sono per niente un amante delle serie tv…ho visto qlc volta friends,carino…ma alla fine arriva mamma è davvero stupendo…concordo sull’enorme talento dell’attore barney stinson e ci sono anche rimasto qnd ho scoperto che è gay…d’altro lato, conoscoscendo sì l0ingelse ma non a livello di lingua madre, sono rimasto entusiasmato dalla traduzione in italiano o meglio da come venivano rese le battute in italiano…morivo dal ridere…poi qnd in tv è stato tolto ho douto guardarmi tt le puntate in streaming e all’inizio mi facevano abbastanza pena le battute in inglese…loro si che erano inespressive!!!pian piano pero mi sono abituato e bisogna ammettere che certe battute nn sono facili da tradurre in italino come il leggendario oppure i giochi di parole di barney…cmq non mi sembra che i traduttori/doppiatori italiani siano stati cosi incapaci anzi!!!!

    Rispondi

  99. A me la serie piace tantissimo. Inizialmente l’ho conosciuta in ITALIANO e mi è piaciuta troppo, ridevo da ammazzarmi…. ora la sto vedendo in inglese e devo dire che mi fa lo stesso effetto, cioè mi ammazzo dalle risate…

    Per me è come friends, su quello stile e mi fa ridere nello stesso modo.

    Grande TED

    Rispondi

  100. barney è un dio 27 giugno 2009 at 20:02

    ho detto tutto

    Rispondi

  101. hai ragione barney è un dio 5 agosto 2009 at 23:54

    Una serie stupenda…..ma ha attirato sin dai primi minuti sia per la trama che per i personaggi (Barney mi ha convinto a continuare a guardare fino a qnd nnmi sn appassionato)!! e anke i temi erano molto interessanti.
    Quindi ke dire..un telefilm stupendo..mi ha fatto ridere..mi ha fatto piangere..e mi ha fatto riflettere…e lascia anke quel pizzico di curiosità alla fine

    Rispondi

  102. this sitcom is legen.. wait for it.. dary!!

    true story

    ragazzi, lasciate perdere la versione italiana. Va visto in inglese, al massimo coi sottotitoli.

    non c’è paragone.

    Rispondi

  103. …i soliti critici cinici e scontati.
    Io credo che questa sia una serie degna del più celebre “Friends”. Anzi a parer mio nè è l’erede.
    Comica e divertente senza scadere nella volgarità; un umorismo che nasce dalle avventure di un gruppo di amici nei quali ci si può anche facilmente riconoscere.
    Penso che l’unica pecca sia proprio la traduzione del titolo. In italiano perde quasi di fascino dando l’impressione che si tratti di una serie scialba e sempliciotta.
    E poi…per ogni film/serie tv che arrivi dagli states è “nata” questa mania di criticare la scelta dei doppiatori…è ovvio una voce doppiata non faccia lo stesso effetto di quella originale. Perchè?! Beh forse proprio perchè non è originale. Ma il successo di una serie sta davvero nel suono della voce?! Sono 50 anni che vediamo film e serie tv doppiati eppure i colossal sono apprezzati anche qui da noi senza voci originali.
    E’ solo questione di abitudine.
    Se senti Tedd parlare con la voce del doppiatore dlla prima all’ultima puntata, sembrerà strano sentirlo con la voce americana.
    Smettetela di darvi un tono ripetendo in continuazione: “le voci non sono originali; centrano poco”, “le traduzioni sono sbagliate”…
    Già le traduzioni…”Io lo guardo in americano sottotitolato”…già ma i sottotitoli non sono un’altra traduzione???
    Basta denigrare film o serie per via dei traduttori/doppiatori.
    P.S: tra l’altro, i doppiatori italiani, sono riconosciuti come i più bravi in circolazione. Ci sarà un motivo, no?!?!

    Rispondi

  104. Massi ha scritto:

    Già le traduzioni…”Io lo guardo in americano sottotitolato”…già ma i sottotitoli non sono un’altra traduzione???

    basta guardarlo con i sottotitoli americani. senza contare che i sottotitoli italiani sono tradotti letteralmente, mentre traduzioni e adattamenti per il doppiaggio sono sempre interpretazioni…
    dai Massi, ok la critica ma almeno fai che abbia senso, che ne dici? ora, riprovaci, però impegnandoti di più.

    Rispondi

  105. Massi ha scritto:

    P.S: tra l’altro, i doppiatori italiani, sono riconosciuti come i più bravi in circolazione. Ci sarà un motivo, no?!?!

    Non confondiamo doppiaggio e adattamento, che sono due cose distinte. E poi, per dirla tutta, i doppiatori italiani ERANO riconosciuti come i più bravi al mondo, ultimamente ci sono troppi “figli di” che vanno avanti solo per i meriti dei genitori.
    Ma non voglio andare fuori tema.

    Rispondi

  106. @ Massi:
    Guarda Massi, mi trovo perfettamente d’accordo con te, finalmente (finalmente trovarmi d’accordo con qualcuno, non finalmente con te). A parte per i soliti rifacimenti a Friends che a parer mio (e vi ricordo che il mio parer è superiore e incontrastato ;) ) non vale nemmeno la punta del dito migliolo di barney (friends era stolto e a tratti fastidioso per l’idiozia dei personaggi – basta pensare al mona di Joey che tutt’ora, ogni parte che fa, gli tocca fare il mona – e per uqanto potesse essere simpatico se lo riguardi col senno di poi, se ti strappa una risata, lo fa proprio per sbaglio).
    Ho già scritto in questo post tempo fa e mi sono beccato i miei aspri commenti ma riscrivo tutt’ora che ho visto pure la 4a serie:
    - il titolo italiano è un aborto, degno degli idioti che si occupano della censura qui in italia, e non dico altro.
    - la serie è fantastica, supera in intelligenza, arguzia, ironia e demenzialità (perfettamente combinate insieme) qualsiasi altra serie a tema mai esistita. Non è mai banale e riesce continuamente a spiazzarti, anche quando credi che ormai le cose debbano per forza andare come pensi tu. da qui deduco che thomas e quell’altro siano due potenziali geni.
    - l’italiano, i doppiatori e gli adattamenti sono PERFETTI per una serie americana, che usa modi di dire americani, che prende per il c*** il canada e così via. hanno fatto un ottimo lavoro e sfido chiunque di voi a fare di meglio.
    - il cervello umano funziona per analogie e associazioni, prende una cosa nuova e la associa a qualcosa che è già dentro per rendere il ricordo meno faticoso. questa cosa ci rende mostruosamente abitudinari (anche i cervelli più allenati) per cui, quando ci abituiamo a sentire/vedere una cosa in un certo modo (senza considerare quanto gli stati d’animo, l’affezione e i sentimenti cotribuiscano ulteriormente) facciamo fatica a rimpiazzarla. Vi è mai capitato di vedere RITORNO AL FUTURO o un qualsiasi altro film con MICHAEL J FOX, adorare il suo doppiatore e quando guardi DOC HOLLYWOOD, per quanto buon film, ODIARE per metà durata lo sconosciuto e mal voluto altro doppiatore? questo non è altro che il chiaro esempio di come funzioniamo, per cui, se avete cominciato a guardarla in lingua originale è logico che poi si preferisca continuare in tal modo. OVVIAMENTE la lingua originale ha anche una serie di pregi in più, cioè vedere quanto gli attori siano realmente bravi non solo con la mimica, il voler appassionarsi all’attore e voler quindi sentire la sua vera voce etc etc, che non sono per niente cose da poco, ma non credo che questi siano motivi che DEVONO portare a sputare sugli adattamenti. se non vi stanno bene gli adattamenti italiani provate a trasferirvi in germania o non so nemmeno io in che altro paese… GHH.
    - per ultima cosa bisogna sempre considerare come le cose abbiano un impatto diverso per ogniuno di noi, ogniuno ha la sua storia e vuole vedere la sua storia, se mai un giorno qualcuno creerà una sitcom o quant’altro che piacerà a tutto il genere umano indistintamente allora sarà IL genio assoluto.

    detto tutto questo, vi chiedo gentilissimamente di rileggere quanto ho scritto fino ad aver capito in fondo, prima di sputare addosso anche a me.. e vi auguro che le serie di “E ALLA FINE ARRIVA MIA SUOCERA” continui fino a che potremo scrivere che ci stiamo per rompere le pa… di guardarla.

    Rispondi

  107. MatG ha scritto:

    hanno fatto un ottimo lavoro e sfido chiunque di voi a fare di meglio.

    ah, eccola, c’è sempre la mia frecciatina preferita :D anche quando si nasconde, non manca mai!
    scusami MatG, immagina di andare in ristorante, ordinare un dolce e trovarlo francamente scadente: lo fai presente e ti viene risposto… cosa? “vedi te se sai fare meglio?”
    l’adattamento e il doppiaggio non è volontariato e non dovrebbero farlo gli appassionati della serie ma dei professionisti. se il loro lavoro non è fatto bene lo si può far presente, non sta scritto da nessuna parte che dobbiamo accettare le cose come ci vengono date o trasferirci “in germania o non so nemmeno io in che altro paese… “

    Rispondi

  108. Massi ha scritto:

    [Comica e divertente senza scadere nella volgarità;]

    Uh? Senza scadere nella volgarità!? Si vede che hai visto solo gli adattamenti in italiano.

    E, Belladonna, GIUSTO!! Ben detto!! ERANO!!! Oooooooohhhhh!!!

    Rispondi

  109. Partendo dal presupposto che se in ristorante sbagliano qualcosa sto bello zitto fino al conto, pago, e non ci torno più (dopo averci lavorato ho capito quanto arriva in più, e per in più non intendo cose prelibate, a quelli che scassano) ma questa è solo una prefazione, NON ho mai detto che i doppiatori devono essere tizio caio e sempronio spuntati da dietro l’angolo e accettare la loro versione perchè tanto non c’è di meglio disponibile.
    se leggi bene, non ti ho detto di accontentarti. sono l’ultima persona al mondo che si accontenta e forse se lo facessi di più mi girerebbero di meno, ma accontentarsi è per i mediocri e quindi…
    semplicemente, il doppiaggio di questa serie, dal mio punto di vista è ben fatto per i seguenti motivi:
    - le voci sono scelte in modo appropriato e danno la giusta caratterizzazione ai personaggi
    - sono recitate in maniera più che appropriata, non come succede nella stragrande maggioranza dei film dove l’enfasi gratuita fa da padrona alla scena
    - certe battute per come sono composte nella lingua originale sono fin troppo bene adattate, anche se in certi casi si è COSTRETTI a modificarle. la stessa cosa succederebbe se io e te ci mettessimo a fare battute cretine con modi di parlare che ci inventiamo al momento e che solo chi ha un minimo degli stessi nostri input può capire e pretendessimo che in inglese vengano trascritte UGUALI o che abbiano lo stesso identico effetto.
    ma mi chiedo io, è tanto difficile da capire il concetto che sto cercando di esprimere? certe cose non si possono fare e gli adattatori sono stati bravi a dare il giusto equilibrio allo scorrimento della serie. non succede mai, come invece accade in altri programmi, che ci siano adattamenti idioti che stravolgono i concetti primari del tema in questione. sono riusciti a mantenere lo stesso umorismo, non è stato cambiato e se, come dici di aver fatto, guardi una puntata in lingua originale capisci quanto certe situazioni siano improponibili con un adattamento. eppure l’hanno fatto, ed è assolutamente di successo, non ha rovinato la serie.
    allora, secondo te a questo punto, devo dire che è inguardabile o che hanno fatto un ottimo lavoro?
    possiamo stare qui a guardare tutte le pignolerie del mondo e tutti i peli nell’uovo che volete, ma alla fine una cosa serve al suo scopo e in questo caso la serie è estremamente piacevole e brillante anche in lingua italiana.
    cmq, se volete essere d’altro avviso, pazienza, non saremo mai d’accordo.

    Rispondi

  110. ah, dimenticavo.
    non è che il concetto cambia così tanto se in lingua originale è un “jackass” dietro l’altro e in italiano non si porconano dietro “figlio di …” o quello che vuoi.
    spero che la maggior scurrilità della versione originale non sia il motivo per cui viene così denigrata la versione italiana… ripeto, SPERO NON SIA QUESTO IL MOTIVO.

    Rispondi

  111. No ma cambia se invece di jackass è son of a bitch. Che tuttavia sappiamo essere meno forte del letterale figlio di una cagna che tra l’altro da noi è dubbio se farebbe ridere qualcuno.

    Peraltro uno può anche dire “non sono d’accordo” e basta, mica c’è bisogno di stracciarsi le vesti per difendere questo o quel doppiaggio con la foga di uno che va alle crociate. Curiosa invece la urban legend del cibo e le sue alterazioni prodotte da camerieri frustrati… Anni a pagarmici l’università ai tavoli, schiere di ristoranti/pub/bar cambiati, eserciti di colleghi, mai che mi sia capitato una volta. Che giovinezza insulsa -__-

    Rispondi

  112. dai! ma davvero?? non ci credo. no, sul serio, non è possibile.
    solo per il fatto che le battute vadano cambiate PER FORZA in fase di adattamento, rende la serie in italiano una mera ombra dell’originale, non degna di attenzione.
    in più, i doppiatori italiani hanno il gravissimo difetto di essersi ammazzati di corsi di dizione e di parlare tutti come il grillo parlante clementoni, appiattendo così qualsiasi caratterizzazione dei personaggi. ovvio che l’alternativa non è far parlare lo scozzesissimo bidello willie in sardo stretto: l’alternativa è imparare l’inglese e guardare le serie come sono state pensate. COME SONO STATE PENSATE. vale a dire che qualsiasi modifica è infieriore, punto.

    e poi non fa ridere, dio santo, non fa ridereeeeeeeeeeee

    Rispondi

  113. Vi prego doppiattori non sputateci nel telefilm!!
    MatG se il tuo modo di esporti fosse meno antipatico e saccente forse varresti la discussione, ma sembri partire dal presupposto che siamo una mandria di bimbi idioti che guardano le cose in inglese solo per farci fighi (ah no non sembra, l’hai proprio scritto!) allora mi sa tanto che qualsiasi cosa scriviamo varrà solo commenti inaciditi. Credo siamo tutti d’accordo che nell’adattamento è fisiologico il cambiamento, in questo caso ha rovinato la serie. Secondo te è adattata benissimo? Okay! Per me no… ed infatti in quel ristorante non ci torno più. Al limite vado in quelli dove lavorava Anyanka che mi sembrano più affidabili :P

    Rispondi

  114. Si, direi che Wild honey ha chiuso la discussione.Non si ride nemmeno la metà,voci odiose (Ted poi!!!),e censurare in fase di adattamento è ridicolo;praticamente doppiato da droidi del Moige..

    Rispondi

  115. ma Tutto in famiglia è stupendoooooooooo!!!!!!non capisci na minchia!!

    Rispondi

  116. albey ti facciamo i più vivi complimenti per la finezza con cui ti esprimi. È un vero piacere.

    Rispondi

  117. Come mai the war at home si è bloccato alla 2nd stagione di soli 44 ep ??? è un problema che abbiamo solo in Italia? e che cavolo era l’unico fatto bene!!!!!!!!!!! (idem scrubs e will & Grace), -é___é!! NO berlusconi !! SI Obama!!!-^_______________________________________^

    Rispondi

  118. Sono sicuro che ora qualcuno sentirà il desiderio di prendermi a testate ma lo scrivo comunque:
    a me faceva ridere anche doppiato in italiano.
    Sicuramente con la traduzione si perde molto ma non era comunque da eliminare, un suo umorisme ce l’aveva..

    Rispondi

  119. Fantastico articolo.
    Condivido al 100%.
    Sono un vero addicted di HIMYM e non ho MAI visto più di 5 minuti in italiano.

    Nothing suits me like a suit

    Rispondi

  120. HIMYM is…. AWESOoOoOoOoOoME!!!

    Rispondi

  121. concordo con ddd(cito lui perchè è l’ultimo nell’elenco a pensarla come me)

    ammetto di averla vista solo in italiano(tranne qualche spezzone che ho provato a vedere in lingua originale), ma a me piace tantissimo, è una dell serie che preferisco, e mi fa morire dal ridere…non è vero che non è divertente, penso invece, che ci si fissi troppo sullo stereotipo dell’originale è bello il ridoppiato no.

    Ritengo che sorvolando su questa fissazione, e seguendo la serie,si puo’ apprezzare vermante, c’è tutta la quarta stagione ridoppiata, trasmessa sia sul digitale che su sky, e se non erro sempre la quarta stagione è trasmessa ance da italia1 in quest’ultimo periodo, evidentemente non è stata poi cosi’ un fiasco…e se devo essere sincero, spero che continuino con altre serie e che vengano ridoppiate tutte.

    se poi si perdono, delle sottigliezze che nella lingua originale rimangono, è normale dopotutto, le espressioni nei due idiomi non sono le stesse ma ritengo che non sia male anche la versione italiana.
    e poi secondo me il doppiaggio non è brutto, rifacendomi al discorso dei pochi spezzoni visti, io in realtà non adoro le voci inglesi…ma non critico certamente quella versione.

    Rispondi

  122. Dirò solo una cosa: non ho intenzione di criticare nessuno, ma qua mi sembra che si sputi sempre un po’ troppo nel piatto dove si mangia. E’ comprensibile che molte serie televisive siano diverse in lingua originale, è comprensibile che le voci cambino, che i dialoghi vengano adattati, che lo humor americano sia diverso da quello italiano. E ci sta, giustamente.
    Ma la cosa che proprio non capisco è questo insensato purismo nei confronti della lingua inglese. I doppiatori italiani sono i migliori al mondo, e questa è una cosa indiscussa. Preferireste i film o le serie in lingua originale ma con i sottotitoli ? La verità è che, per esempio in Polonia, non doppiano i film. Ci sono i sottotitoli, c’è la lingua originale in sottofondo e un traduttore legge i sottotitoli con voce inespressiva per tutto il film, senza neanche cambiare “sesso” quando a parlare è una donna. Provare per credere, un’agonia.
    Quindi no, grazie, a me piacciono anche quelli doppiati. Seguo parecchie serie in lingua originale e non ho problemi a leggere i sottotitoli o guardarli semplicemente in inglese, ma alcune serie le guardo in italiano e le trovo sempre ben fatte. Ovvio che alle volte il doppiaggio possa non essere dei migliori, e conosco alcuni casi di storpiamento (tipo questo), ma mi sembra eccessivo generalizzare così il tutto, dicendo cose della serie “Che schifo che schifo vogliamo solo l’inglese”.
    Io dico solo che guardare un telefilm in lingua originale ha tutto un altro sapore, ma quando guardo qualcosa doppiato senza bisogno di leggere ma godendomi appieno tutte le scene, mi gusto anche quello, di sapore.
    Tutto qui .

    Rispondi

  123. ha scritto:

    Ma la cosa che proprio non capisco è questo insensato purismo nei confronti della lingua inglese. I doppiatori italiani sono i migliori al mondo, e questa è una cosa indiscussa.

    allora discutiamone. non so fare paragoni, perché troverei ridicolo mettermi a vedere un film inglese doppiato in tedesco, ma è indubbio che la qualità del doppiaggio e dell’adattamento italiano sta calando visibilmente. per i film, di solito, ancora fanno un lavoro accettabile, ma per la tv quasi mai. E un conto è doppiare una serie come 24, o Lost, in cui l’azione è predominante e i dialoghi hanno un peso relativo sull’intensità della trama, ben altra cosa è doppiare una sit com, in cui l’azione si svolge di solito con i personaggi seduti intorno a un tavolo.
    ha scritto:

    Preferireste i film o le serie in lingua originale ma con i sottotitoli ?

    sì, assolutamente.

    Rispondi

  124. Ma non è questione di purismo, di fissazione per le versioni originali o di puzza sotto al naso. Semplicemente, la versione originale e quella doppiata sono due cose completamente diverse. Il doppiaggio può essere anche buono quanto vuoi, ma rimane comunque un’interpretazione del testo applicata all’attore originale. E’ che qui in italia abbiamo ancora questo preconcetto assurdo secondo il quale per divertirsi durante un film bisogna essere concentrati soltanto sulla storia, e con i sottotitoli non si può perché “distraggono” e “fanno perdere il filo”. Ma la recitazione, le parole usate, l’inflessione e la cadenza di quelle parole stesse, lo “slang” del singolo attore… sono tutte cose che fanno parte della storia stessa, e che ti danno un’interpretazione che può darti soltanto una versione originale.

    Che poi non ha neanche tanto senso dire che How I Met Your Mother è rovinato dal doppiaggio, perché non esiste un film/telefilm doppiato che non lo sia. Sarebbe come dire, chessò, che una persona è più morta di un’altra. Qualunque opera doppiata viene talmente stravolta – dalla traduzione, dall’adattamento, dal doppiaggio – che quello che ne viene fuori è, per forza di cose, un qualcosa di diverso dalla versione originale. Poi possiamo star qui a parlare di quale opera abbia sofferto una morte più decorosa (per dire, se ad How I Met Your Mother gli hanno tagliato la gola, a The Big Bang Theory gli hanno strappato tutti gli arti per poi sodomizzare la carcassa con un tubo d’acciaio rovente), ma questo non cambia che HIMYM e E alla fine arriva mamma sono due cose diverse.

    Rispondi

  125. E’ assolutamente vero Gothic,poi questa storia che gli italiani sono i migliori doppiatori del mondo secondo me valeva fino a qualche anno fa…Tuttavia è vero che alcune serie sono state martoriate e altre meno,ma quando si tratta di sitcom il dialogo è fondamentale;poi è a seconda dei gusti,qualcuno la troverà divertente anche in italiano,molti no.ASSOLUTAMENTE aggiungo.La prima volta che ho visto HIMYM è stato su italia 1 e non mi ha strappato mezzo sorriso.
    Aggiungo anche una cosa che c’entra poco:io guardo Castle,solo per l’immensa presenza di Nathan Fillion,e sinceramente la serie fa abbastanza schifo,se non fosse per lui sarebbe una piattezza paurosa.Ora lo trasmettono su rai due e gli hanno appiopato una voce da ragazzino che non c’entra una mazza,quindi insomma,un criterio si dovrà seguire o no???!!Ha senso doppiare un quarantenne col vocione con una vocina da eunuco?Mah

    Rispondi

  126. Ancora? No, srsly, ANCORA?

    Se al Louvre invece della Gioconda ci fosse una versione modificata — che ne so, coi colori diversi, o un cappello buffo, o l’isola di Lost sullo sfondo invece di un paesaggio collinare — per andare incontro ai gusti/esigenze del pubblico locale, eserciti di critici d’arte non griderebbero allo scandalo, al delitto, all’ingiuriosa alterazione di un’opera d’arte e che QUELLA NON E’ PIU’ LA GIOCONDA? non mi interessa che siate d’accordo, non mi interessa che troviate il paragone con la Gioconda sproporzionato (ovvio che lo è, sono molto più rilevanti i telefilm), solo mi chiedo, dopo tutto questo tempo, ancora, è COSI’ STRANO che degli appassionati di telefilm (parola chiave appassionati) trovino più gradevole, e quindi consigliabile, il telefilm originale alla versione editata da terzi?
    C’è veramente ancora bisogno di discuterne?

    E poi basta anche con questo mito degli italiani campioni del mondo. I doppiatori i taliani erano bravissimi tre generazioni fa (e, mi piace ricordare, si impegnavano un casino che si trattasse di film, telefilm o cartoni animati), adesso sono una casta chiusissima di raccomandati che si sposano tra cugini per non mischiare il sangue e correre il rischio di infondere nuova linfa al mestiere. Si impegnano un cazzo e scelgono le voci a caso (specialmente quando si tratta di generi “minori” — e ditemi voi se io, appassionato di telefilm devo farmi piacere la versione editata da uno che lo ritiene un genere minore). Io tutta questa bravura non ce la vedo.

    Rispondi

  127. Soprattutto negli ultimi anni, noto veramente che alcune serie, o alcuni film sono doppiati veramente in un modo imbarazzante! Voci che proprio non c’entrano una mazza, e non dico con la voce originale, quello è ovvio, non è che si possa imitare! Ma si dovrebbe mettere una voce Adatta. E l’italiani in teoria se c’è una cosa che sanno fare bene, è proprio doppiare. Su questo non si può assolutamente discutere. Il problema è che non si sa per quale motivo, presumo soldi o non so cosa, molte volte paee mettano su un doppiaggio tanto per fare, e questo non è giusto.

    Poi per il discorso che si sta intraprendendo, mi sembra si stia passando da un esagerazione all’altra! Cioè, che l’originale sia Meglio; cioè è una cosa ovvia! E’ ovvio che vedendo un attore in originale sarà più facile capire come recita, sarà più facile capire la storia.
    Però in questi ultimi post mi sono sentita un po’ presa in causa, dal momento che sono una di quelle che si scoccia a vedere le serie in originale sottotitolate! Ahimè in inglese sono una schiappa, quindi senza sottotitoli in originale non potrei. E che i sottotitoli possano distrarre, dipenderà anche dalla persona, ma è normale! Mi capita di vedere serie in originale, e mi piace anche, a patto che non sia sempre perchè altrimenti di una serie capirei il 30% di quel che dovrei capire!
    Cioè il punto è che; che l’originale sia l’originale e non si discute. Ma non esageriamo dicendo che guardare una cosa doppiata è come guardare un altra cosa, o che chi le guarda doppiate non può capire per dire, se un attore recita bene o no… cioè, non mi sembra COSI’ grave come si sta dicendo! Cioè è come dire che il commento di una persona che guarda un film doppiato non vale quanto il commento di una persona che lo vede originale! Secondo me non è giusto, poi vedete voi!
    Ps- nulla di personale eh, ci mancherebbe :)

    Rispondi

  128. Serenity ha scritto:

    Però in questi ultimi post mi sono sentita un po’ presa in causa, dal momento che sono una di quelle che si scoccia a vedere le serie in originale sottotitolate! Ahimè in inglese sono una schiappa, quindi senza sottotitoli in originale non potrei. E che i sottotitoli possano distrarre, dipenderà anche dalla persona, ma è normale! Mi capita di vedere serie in originale, e mi piace anche, a patto che non sia sempre perchè altrimenti di una serie capirei il 30% di quel che dovrei capire!

    ma infatti io i sottotitoli li difendo, è il doppiaggio che attacco :D anche perché il discorso è più ampio di così e non è limitato soltanto ai telefilm americani. Finché si tratta di quelli ne posso fare anche a meno, ma quando devo vedere un film francese, spagnolo o orientale sono il primo a ricorrere ai sottotitoli.

    Serenity ha scritto:

    Ma non esageriamo dicendo che guardare una cosa doppiata è come guardare un altra cosa

    e invece è proprio così. Ed è così per qualunque opera sia stata doppiata in un’altra lingua, non solo per i telefilm. Anche il prodotto col miglior adattamento di sempre, con una traduzione pulita e un doppiaggio fatto da professionisti, non sarà mai completamente fedele all’idea che aveva in mente il regista/l’autore. E’ fisiologico. E’ il motivo per cui Kubrick ha supervisionato personalmente ogni singola traduzione di “all work and no play makes Jack a dull boy” in Shining, o per cui Tarantino ha lasciato che in Inglourious Basterds si parlassero quattro lingue più decine di dialetti e inflessioni diverse. Brad Pitt che parla siciliano nella versione italiana potrà anche far ridere, ma Tarantino non voleva che parlasse siciliano, voleva che parlasse in un italiano stentato.
    E chiariamo questa cosa: io non ho detto che il commento di chi vede il film doppiato vale meno di chi lo vede in originale. Ho detto che stanno commentando due cose diverse.

    Rispondi

  129. How i met your mother e’ una serie davvero esilarante in lingua inglese. Originale, innovativa, con personaggi davvero divertenti. In italiano fa invece semplicemente schifo: si parte dal titolo osceno, per passare alle voci inespressive e pessime, per infine trovare errori di traduzione davvero grossolani e che cambiano completamente il significato. Esempio ” that’s a bad-Ass blue horn” tradotto con “quel corno blu e’ davvero orrendo”… In generale un lavoro davvero approssimativo di gente che probabilmente non ce ne aveva voglia..

    Rispondi

  130. @ kaw: E poi basta anche con questo mito degli italiani campioni del mondo. I doppiatori i taliani erano bravissimi tre generazioni fa (e, mi piace ricordare, si impegnavano un casino che si trattasse di film, telefilm o cartoni animati), adesso sono una casta chiusissima di raccomandati che si sposano tra cugini per non mischiare il sangue e correre il rischio di infondere nuova linfa al mestiere. Si impegnano un cazzo e scelgono le voci a caso

    Straquoto. Una delle ragioni principali che mi spinse ad abbandonare Grey’s anatomy fu la voce insopportabile di Giuppy Izzo, un vero castigo di Dio (e cmq non mi sono persa niente). Ma lei fa parte della famiglia reale del doppiaggio, anzi, della famiglia in senso mafioso, e quindi è intoccabile.
    Prendiamo “True Blood”: Alexander Skarsgard ha una voce fantastica, con la quale fa un gran lavoro, e invece gli hanno dato una voce da ragazzetto cretino che non c’entra niente con lui, non assomiglia nemmeno vagamente all’originale, e questo è un danno che si fa al personaggio.
    Per tacere di cose assurde, stravolgimenti senza senso, battute bruciate… penso a “Buffy” e a “out for a walk… bitch”, tradotto con “fuori per un giro, perchè?”, e 10.000 altri orrori gratuiti. Ecco perchè ormai vedo solo serie in originale con i sottotitoli, apprezzo molto di più il lavoro degli autori e quello degli attori, che troppo spesso viene calpestato con sciatteria e mancanza di rispetto verso il pubblico.

    Rispondi

  131. Si, Daphne, che il doppiaggio negli ultimi anni sia scaduto è un fatto. Ma se per parlare di doppiatori “raccomandati” che non sanno fare il loro lavoro, metti in mezzo Giuppy, una delle Grandi nel suo campo, una che c’è da tantissimo tempo e ad ogni suo lavoro è perfetta, secondo me vuol dire che c’è qualcosa che non va!

    E’ ovvio che l’adattamento non sarà MAI come l’originale, ma c’è bisogno di ripeterlo? Però affermazioni come questa mi fan davvero pensare!
    Hai mai visto Gilmore Girls in italiano? Che sia diverso all’originale e la voce di Lorelai non assomigli a quella di Lauren è chiaro, ma se dici che fa schifo, non so cosa dirti!

    Nessuno dice che l’adattamento sia come l’originale, Nessuno, anche perchè è chiaro! Però non accetto “attacchi” di questo tipo!
    Buffy è una delle serie che ho visto in italiano, adattate, però sono sicura di aver capito la storia e i personaggi quanto te! Sono sicura di poter apprezzare Joss e tutti gli autori, e attori allo stesso modo! Ed è su questo che non trovo giusto avere “scassamenti”!

    Rispondi

  132. Serenity ha scritto:

    Buffy è una delle serie che ho visto in italiano, adattate, però sono sicura di aver capito la storia e i personaggi quanto te! Sono sicura di poter apprezzare Joss e tutti gli autori, e attori allo stesso modo! Ed è su questo che non trovo giusto avere “scassamenti”!

    Anche io ho visto Buffy adattata in italiano. Poi ho visto gli errori di adattamento e ho capito che in realtà io Buffy non l’avevo proprio visto. Certo, è anche vero che Buffy è forse l’esempio estremo, uno dei telefilm più martoriati nella storia degli adattamenti italiani, ma spesso e volentieri c’erano interi passaggi totalmente incomprensibili. Giusto per fare un’esempio, finale sesta stagione, il publico italiano scopre che Spike vuole farsi restituire la sua “identità” e non la sua “anima”, questo significa che il povero spettatore italiano non capisce (se non con uno sforzo di intuito) quello che sta davvero accadendo. E non è un battuta marginale, è il cliffanger della stagione e un’evento importantissimo per lo svolgimento della trama ^_^’ Poi ovviamente non è che con questo voglio dire che avendola vista in italiano tu non puoi aver capito e amato lo stesso la serie, ma, come diceva giustamente gothic, hai visto una serie diversa! (E ti ripeto che anche io ho visto Buffy in italiano, così come molte altre serie!)

    Rispondi

  133. Serenity, secondo me la voce della Izzo non c’entra nulla con Meredith Grey, con Lorelai Gilmore magari sì.
    Bisogna anche vedere se una voce sia adatta o meno ad un personaggio, bravura del doppiatore a parte.
    Gaia89, la faccenda anima/identità di Spike è così assurda che non ce la facevo nemmeno a nominarla. Ma come si può? Ma che senso ha? Perchè? Resterà sempre un mistero. E ripeto: battute modificate senza una ragione. Tempo fa riguardavo “something blue”, ad un certo punto Buffy dice: “pensi di dovermi proteggere?”, e Spike in originale: “non ricominciare con la storia della superiorità delle donne!”. In italiano diventa: “ma certo, tu sei la cacciatrice!”. Motivi del riadattamento? Non ne vedo uno che sia uno. E potrei continuare con decine e decine di esempi. Allora a questo punto, come dicevo, mi guardo le serie in originale, perchè così mi sento presa in giro.

    Rispondi

  134. Ciao a tutti,
    visto che l’inglese non è “ancora” il mio forte, e non riesco a seguire immagini + sottotitoli…sapete quando arriverà la 5° stagione in Italia?

    Giuro che quando imparerò per bene l’inglese, guarderò tutte le puntate in lingua originale.

    PS: a me HIMYM fa ridere anche in italiano….non oso immaginare in inglese!

    Rispondi

  135. omg ancora XD.
    Ho capito che voi la pensate così, non è un problema!
    Quando io guardo Buffy non sto guardando Gossip Girl o Lost (so che serie così non si dovrebbero mettere nella stessa frase XD), è la stessa serie! Adattata ma è la stessa serie.
    Anche perchè in caso contrario nei forum, le persone che hanno potuto seguire la serie in italiano, non potrebbero azzardarsi a interagire nelle discussioni di chi l’ha seguita in inglese. E’ assurdo anche solo pensarci.
    Io ho seguito la storia di una ragazza Prescelta, cacciatrice di vampiri che combatte contro il male. Una serie che usa quel mezzo come “metafora” della vita di un adolescente che diventa adulto. Una serie televisiva che ribalta un modo di pensare che c’era fino a quell’epoca.
    E quindi cosa ci posso fare se alcune persone affermano altro?! Niente, va bene così.

    Rispondi

  136. Ciao, io scusa ma spero vivamente che tu stia scherzando!!!!!! io ho visto questa serie sia in italiano e sia sub. ma a me ha fatto morire dal ridere e anche a molti miei amici, apparte che sul digitale ter. ha avuto molto successo, ma è vero che certe cose non le possiamo capire perche troppo “americane”, ma altre invece farebbero ridere chiunque!! e per quanto riguarda i doppiatori a me fanno schifo le voci originali! soprattutto di ted sia versione padre che ted da giovane…non si possono sentire! alla fine arriva mamma non ha avuto successo su italia1, volete sapere perche?? SOLO perche non è stato abbastanza pubblicizzato!!!!! è una serie stupenda e la consiglio a tutti!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi

  137. Ho visto questa serie prima in italiano su Italia 1 nel 2008 mi pare e mi ero affezionato alla sera. poi improvvisamente hanno smesso di trasmetterlo per gli ascolti bassi. Sono rimasto un po’ male. Poi qualche mese fa sono andato su “watch series.com” per gaurdare DEXTER ( un’altra serie bellissima) e ho scoperto che nella TOP 5 al primo posto c’era How I Met Your Mother. Ho rivisto la puntata Pilot senza sub ed era stupendo ! Mi sono innamorato della serie. Ho continuato a seguire la serie e ho visto tutte le stagione fino alla 5° (sto aspettando la prossima) . Non nego che ci sono alcune puntate un po’ noiose ma tutto sommato è una delle serie che mi ha divertito di + . Brney Stinson è diventato un mito per me. Ma lo sapevate che l’attore Neil Patrik Harris che interpreta Barney Stinon ( che ha fatto sesso con + di 200 donne!!) in realtà è gay ?? L’ho scoperto mentre guardavo la quarta stagione . La cosa mi ha sconvolto un po’ . Ma lo stimo lo stesso !!
    Potete vedere tutte le puntate in Inglese (senza subs) anche in qualità divx su :
    http://watch-series.com/serie/how_i_met_your_mother
    Ho scoperto che il plung -in di divx web player non funzionano molto bene su Chrome , usate Mozilla .

    Rispondi

  138. Credo che oramai la comicità in italia sia arrivata ad un punto molto basso. Mi spiego: è vero che capolavori come scrubs e friends sono apprezzati, ma come può piacere una serie come E alla fine arriva mamma ad un popolo che guarda, o almeno si vede proiettato in tv, spazzatura come i vari “natale a …” e simili?
    HIMYM ha uno stile più sobrio, è una commedia logica, una storia… non ci sono tette e culi a bizzeffe, toni arroganti e volgari, è una serie che conserva ancora della dignità…

    Rispondi

  139. Un articolo sacrosanto, un pò vecchio ma molto vero; infatti penso che lo copierò sul mio blog – ovviamente linkando all’originale. Per fortuna che una piccola minoranza è riuscita a capire che questa magnifica serie andava vista in inglese prima di giudicarla come scadente (perchè scadente è, in italiano). Doppiaggio bocciato, anzi doppiaggio penoso, ma è ovviamente colpa del target di pubblico che doveva acchiappare… Fondamentalmente: chi capirebbe alle 7:30 di sera uno che dice “Suit Up!” ? Come lo traduci per farlo arrivare ai processi cognitivi di mia madre, di mia nonna o di tutti quei milioni di fan lobotomizzati da Amici di Maria de Filippi, Uomini e Donne, Grande Fratello e soci?
    Meglio così, forse.
    How I Met Your Mother ce la teniamo tutta per noi, che abbiamo avuto la decenza di apprezzarla nel vero modo in cui andava apprezzata.

    Rispondi

  140. Purtroppo devo dire anch’io di essere d’accordo con la maggior parte delle cose scritte. Una serie veramente carina e divertente che non ha mai avuto spazio nel palinsesto, pietoso, italiano. E’ vero che il lavoro dei doppiatori non è dei migliori, ma è anche vero che è il pubblico che non ha capito e non ha voluto capire. Concordo sul discorso “dell’umorismo americano”…a parte i miei personali gusti, gli italiani non mi sono mai sembrati particolarmente sensibili e aperti ad una risata “diversa” e meno scontata. Per me possono anche tenersi le solite quattro battute su “tette e culi” che ogni Natale e ogni estate ci propinano i film di Vanzina o De Sica…io continuo a vedere How I met your mother!!!

    Rispondi

  141. io li vedo in lingua originale ma con i sottotitoli, purtroppo senza non riesco a capire granchè! che ne pensate..i sottotitoli sono fatti bene?!almeno meglio di vederlo doppiato in italiano?

    Rispondi

  142. @ spuffy:
    Sei la prima persona che sindaca sui sottotitoli :)
    In genere sono molto più precisi dell’adattamento italiano in quanto non devono rispettare i tempi dei movimenti delle labbra – al contrario delle voci – e comunque, guardando HIMYM interamente con i sottotitoli, nei casi in cui qualcosa è poco chiara i traduttori spiegano un determinato gioco di parole.
    Quindi vai tranquilla/o! :)

    Rispondi

  143. non stavo “sindacando” stavo solo chiedendo se sono fatti bene…nn sapendo la lingua non so il termine di paragone!
    grazie comunque della risposta:)

    Rispondi

  144. Mah ragazzi…per me con questo telefilm non hanno fatto un così pessimo adattamento…rispetto ad altre serie è venuto bene anche in Italiano (beh certo non grandioso come in lingua originale…ma è bello e divertente lo stesso)…volete mettere con l’adattamento Italiano di “the big bang theory” che è inguardabile nella nostra lingua???

    cmq HIMYM è veramente fantastico…sempre in attesa di nuove puntate! Suiiiit UP!

    Rispondi

  145. @ alberto:
    vecchio mio, potevi rimanere illeso ma non è successo… ora tu devi spiegarmi, e veramente bene, cosa c’è nella tua mente quando esci con una frase come :”concordo sull’enorme talento dell’attore barney stinson e ci sono anche rimasto qnd ho scoperto che è gay…”?!? scusami, cerco di non essere prevenuto nei tuoi confronti, ma almeno tu devi farmi capire come si possa dire una frase del genere (e parlo del finale) anche se con poca convinzione. ti prego, dimmi che volevi intendere qualcos’altro e che hai fatto una gaffe…

    Rispondi

  146. @ MatG:
    Vale lo stesso per me! Cioè… anch’io ci sono rimansto quando go scoperto che era gay, ma perchè mi ha sopreso come un’omosessuale riesca ad interpretare così bene il ruolo del latin lover (con le chicche che il suo ragazzo nella vita reale ha preso parte a qualche puntata e che suo fratello, suo fratello nella serie, è gay!).
    A me ha fatto sorridere vedere un gay essere un latin lover con le donne ed un eterostessuale essere latin lover coi maschi! Sono rimasto sconcertato solo da questo fatto, ma in senso positivo, nel senso che mi ha piacevolmente sorpreso una realtà del genere e la bravura di NPH nel recitare un ruolo opposto alla sua vera identità sessuale.
    Poi se per altri utenti questo possa essere un problema non saprei…

    Rispondi

  147. @ Enzo Jesus:
    si Enzo, vista in questo modo ha sicuramente un impatto diverso. sarà perchè per me se una persona decide di fare il mestiere di attore può essere più o meno bravo, può essere geniale o meno, ma è il suo mestiere quello di interpretare un ruolo. quindi non ci vedo nulla di così particolare che un gay possa riuscire a rendere bene la parte di uno che vive la vita per scopare. forse anche perchè non tutti i gay che conosco tendono ad essere visibilmente “gay”. ad ogni modo, sono rincuorato. purtroppo è abitudine di quasi tutti i giorni avere a che fare con omofobia, xenofobia e tutta una serie di patologie che sono del tutto immotivate, e forse figlie di una mentalità che ha oltre 50 anni. e sinceramente, vederle a tutt’oggi mi fa veramente tristezza. sono contento di aver interpretato male. notte!

    Rispondi

  148. Avete smerdato tutti la versione Italiana, e posso capire che il confronto con la lingua originale non regga. Ma a me è piaciuta ugualmente. Forse le prime puntate come qualcuno ha detto “lasciano perplessi” ma dopo un po’ prende il volo…
    in ogni caso ho una domanda…sapete quando uscirà la sesta stagione in italiano?

    Rispondi

  149. How I met your mother è la commedia televisiva più arguta e brillante che mai sia stata inventata.
    Non fa ridere? Ma stiamo scherzando???
    E’ normale dire che un capolavoro del genere non faccia ridere?
    Per me è il contrario…direi che rispetto alle altre commedie è del tutto esilerante.
    Se poi vogliamo ridere alle battute da quattro soldi in stile “Robinson” ok, ma non diciamo per favore che non fa ridere.
    Il lavoro è stato totalmente azzeccato, come i personaggi che sono stati creati.

    Fedele x sempre.

    Onore a Barney.

    Rispondi

  150. ho 12 ann e penso che questa serie è bellissima.ma ho paura che finisce e io l inglese non lo so e che faccio???’
    ù

    Rispondi

  151. Stupendo il telefilm…sinceramente lo ho iniziato a vedere su italia uno nella programmazione dell 15 circa in italiano..comunque è tutta questione di abitudine,a me la voce italiana mi piace è ovvio,ho fatto 5 stagioni con essa! stessa cosa con supernatural

    Rispondi

  152. Non saro’ un grande intenditore ma a me piace tantissimo.Godibilissimo in Italiano perche’ fatto di battute semplici ma originali.La versione Italiana perdera’ qualcosina rispetto alla versione originale ma si fa’ apprezzare

    Rispondi

  153. una delle sit piu’belle e divertenti in assoluto….6 stagioni fantastiche….Grazie ai produttori

    Rispondi

  154. una delle serie più geniali degli ultimi anni. chi non l’apprezza è un pazzo!

    Rispondi

  155. questo superpippotto secondo me è una mezza stronzata, purtroppo non capisco una benemerita minchia di inglese e non riesco bene a seguire contestualmente i sottotitoli e le azioni dei protagonisti, nonostante questo vi dico che how i met your mother mi ha appassionato sin da quando per la prima volta lo hanno trasmesso in italia, almeno 4 anni fa…la prima visione ricordo che era in una fascia oraria improbabile, verso le 11 di mattina, e nonostante questo la comicità, il modo di narrare i fatti, il filo conduttore dei figli, mi hanno dato un’impressione totalmente diversa dalle altre sit dello “stesso genere”. Morale: anche in italiano spacca, e doppiare in modo cosi magistrale barney è di livello assoluto.

    Rispondi

  156. @ piero:
    resta da chiedere come, non capendo una benemerita minchia di inglese, tu abbia potuto fare i dovuti confronti con la versione originale. domanda che resta un po’ appesa nel nulla, perché in realtà non ha senso rivolgertela: questo è un sito di scambio di opinioni tra persone che guardano le serie in lingua originale, abbiamo altri standard. mi spiace, ma da almeno 4 anni stai guardando un’altra serie. Le cose sono due: o vai ad imparare l’inglese, che comunque è bene per la tua cultura e crescita personale, oppure eviti di accusarci di scrivere mezze stronzate.

    Rispondi

  157. @ Bab, la cosa che mi fa veramente inorridire è quel “doppiare in modo cosi magistrale barney è di livello assoluto”… mamma mia…
    Per quanto riguarda gli altri standard, penso proprio che tu abbia ragione.

    Rispondi

  158. ma che ca**o dici si può sapere?…how I met your mother è una delle mie serie tv preferite ed i doppiatori non sono affatto male…lo stesso vale per le serie televisive according to jim e tutto in famiglia…si vede che non ne capisci un ca**o di serie televisive…l’unica cosa per cui concordo con te è che il titolo in italiano alla fine arriva mamma fa veramente schifo…per il resto siamo completamente in disaccordo…adesso che fai mi verrai a dire che two and a half men e willy il principe di bel air fanno anche càgare??…per due uomini e mezzo da quando hanno licenziato charlie sheen ti darei un po raggione…comunque se sei un critico fai veramente schifo nel tuo lavoro

    Rispondi

  159. @Salvatore, non sò se ce l’hai con me, ma nel dubbio ti rispondo.
    1) Dici che How I Met Your Mother è la tua serie preferita e che i doppiatori non sono male. Come se io avessi detto il contrario. Io ho detto che il doppiaggio è fatto male, non che i doppiatori lavorino male – fermo restando che hanno preso voci poco avvezze a personaggi reali, in quanto tutti quanti sono “famosi” per doppiare personaggi dei cartoni animati. Tu, guardando la serie in italiano non puoi parlare, non puoi giudicare, perchè non hai termini di paragone. Ti piace così? Pensi che il doppiaggio sia ottimo? E fammi capire, hai visto tutte le stagioni sia in inglese che in italiano (come ha fatto il sottoscritto e tanti altri) per sentenziare? Puoi pensarla come ti pare, ognuno ha i suoi gusti, ma non andare a dire a chi guarda la serie in inglese che non capisce un cazzo di serie TV perchè, semplicemente, hai torto in quanto:
    2) Ogni film, serie televisiva, corto e video NON SONO solo immagini, ma immagini + audio. Se la cosa ti da qualche emozione è perchè essendo quella della cinemetografia un’arte, essa va apprezzata in tutto il suo insieme. Quindi, appunto, video + audio (originale). Perchè è quello che l’autore vuole trasmettere, e gli autori di HIMYM non sono i direttori del doppiaggio italiano, a quanto mi risulta. Per approfondire la cosa, basta consultare qualsiasi testo di storia del cinema.
    3) Non sono un critico, sono solo uno che apprezza le serie TV come sono concepite, nel modo cioè, a mio avviso, in cui vanno percepite. Come diceva qualcuno su: lascia stare, non serve dire che il doppiaggio è buono e che chi non lo apprezza non capisce niente. La differenza fra chi guarda gli episodi in inglese e chi li guarda in italiano sta semplicemente nel fatto che abbiamo standard diversi. Tutto qua. Puoi prendertela quanto ti pare con chi la pensa diversamente da te e attacca la tua nicchia fantastica di serie Tv facili, dirette, banali. Continua a considerare HIMYM una delle tue serie preferite ma, per cortesia, fallo con la consapevolezza che ti perdi il 90% delle battute (che in questa serie sono la spina dorsale di TUTTO quello che vedi) ed il restante 10% sono, semplicemente, adattate male.
    4) Non mi esprimo sulle altre serie, che conosco poco, quindi evito di sparare sentenze come fai tu.
    5) Ragione, con una g.

    Rispondi

  160. Anche l’autore di questo articolo non fa ridere…

    Rispondi

  161. Sono d’accordissimo, semplicemente il doppiaggio italiano fa perdere senso alla serie. Comunque i dialoghi, un po’ per esigenze di tempistica un po’ per i limiti traduttivi naturali, nella trasposizione italiana vengono o devono essere spesso adattati, questo ovviamente incide sulla qualità dell’umorismo. consiglio a chi mastichi un po’ di inglese, penso tanti oggigiorno, di vederla in originale, al max con i sottotitoli in italiano.

    Rispondi

  162. @ jesus
    con tutto il rispetto ma non puoi sentirti superiore ad altre persone perchè capisci un po’ di inglese… tu parli di nicchie… di standard diversi… le battute cambiano ma non credo che cambino il modo di ridere… sono solo un pochino diverse… credo che il tuo atteggiamento però, non ti offendere, sia più riconducibile ad un delirio di onnipontenza… o forse, visto il nome, sei davvero jesus ed io quindi starei bestemmiando…

    Rispondi

  163. Caro Andrea. Non parlerò della serie pechè non serve più, e non con te.
    Lungi da me credermi superiore o onnipotente, se avessi letto i miei commenti precedenti ti saresti fatto un’idea diversa.
    Il mio post saccente era in risposta a quello aggressivo precedente, forse ti è sfuggito anche questo. O forse da buon italiano avrei dovuto rispondere con gli stessi toni dell’altro tizio, tirando in ballo mamme, bestemmie e magari pure qualche fede calcistica.
    Io non capisco un pò d’inglese, io so l’inglese. Che è diverso, e un dato di fatto. Nessun delirio di magnificenza, non ti preoccupare.
    Infine, sei tipo la centesima persona che, non trovando argomenti, prende il mio nickname come spunto per argomentare. Questo si che è costruttivo. Indipendentemente dalla serie, se vi foste presi da briga di fare un dialogo aperto anzichè il solito tirare acqua al proprio mulino senza avere un minimo di base per farlo (se non “a me mi piace quindi è bello”) a tutto questo non ci saremmo arrivati. Salvatore non avrebbe detto scemate, io non avrei fatto l’onnipotente e tu ti saresti potuto gestire i 5 preziosi minuti di tempo che hai dovuto passare a rispondermi facendo qualcosa di sicuramente più interessante.

    Rispondi

  164. non ho sprecato 5 minuti del mio tempo… sono contento che tu mi abbia risposto. scusa se non ho letto le risposte di prima… è stata una mia deficienza… chiedo venia… non ti offendere.
    Comunque ritornando al discorso di himym, tu credi che non avrebbero dovuto trasmetterlo in Italia (per via della traduzione) o che avrebbero dovuto trasmetterlo con i sottotitoli?
    Se hai voglia di occupare 5 minuti per me, te ne sarei lieto.
    p.s. anche qui senza offesa, sono madrelingua… è per questo che ti ho detto queste cose. Non mi sembrava bello far pesare tutte queste cose a chi è italiano, visto che il doppiaggio italiano è il migliore al mondo.

    Rispondi

  165. io mi sono visto CINQUE stagioni in italiano. godibilissimo.
    in inglese, il telefilm migliora? buon per voi.

    Rispondi

  166. Andrea, se sei madrelingua allora il discorso cambia, perchè sai di cosa parlo.
    Anche io, se non in questo post, ho espresso svariate volte il mio apprezzamento per il doppiaggio italiano in generale che anche secondo me è fra i migliori al mondo. Forse veramente il migliore, secondo solo a quello giapponese.
    Quello che non mi piace di how i met your mother è che oggettivamente in molte puntate è stato fatto un lavoro di adattamento VEREAMENTE approssimativo, quasi banale, che fa perdere alla serie gran parte del sale di cui è composta: l’ironia, il sottinteso, e i doppi sensi del registro culturale americano. E i doppiatori scelti spesso non sono all’altezza, fattore determinato anche dal fatto che hanno una grande esperienza nel doppiaggio di cartoni animati e meno in quello di serie Tv, fattore non lieve a mio avviso. Secondo me, se proprio devo spezzare una lancia in favore della versione italiana, si potrebbe anche dire che è stata lavorata meglio di altre cagate, ma in nessun’altra serie come in hymim quello che è andato perso col doppiaggio è stato tanto importante in termini di qualità e quantità.

    Rispondi

  167. @ Jesus:
    credo che Salvatore si rivolgesse a kaw, autore dell’articolo, in realtà.

    Il problema è che gli spettatori di serie in italiano che finiscono su queste pagine sono estremamente permalosi, si sentono attaccati nel loro modo di fruire di un prodotto di intrattenimento. Quindi serve sempre chiarire: qui si parla di serie tv in lingua originale, rivolgendosi a un pubblico che le guarda in lingua originale.
    Chinuque conosca himym in originale non può apprezzarne la versione italiana: le battute sono diverse e meno brillanti (si perdono tutti i riferimenti pop, che risulterebbero oscuri a un pubblico italiano mentre sono godibilissimi per chi, come noi, ha una cultura televisiva prevalentemente statunitense), sono scritte da adattatori che non hanno mai stretto la mano agli autori della serie. Quindi, sì, sono due serie diverse, ma se ve la godete anche in italiano meglio per voi. non siamo la television police, non giriamo mascherati per le case a spegnere la tv di chi non si uniforma ai nostri standard, ma è inutile venire qui a dirci che non dobbiamo parlarne in questi termini. è come andare su un blog di giardinaggio a lamentarsi che si parla troppo di piante.

    Rispondi

  168. @ Jesus:
    riguardando la serie con un’altra ottica hai ragione… Sicuramente influisce anche la connotazione di una cultura americana di fondo che non puó essere tradotta in italiano (riferimenti a fatti e personaggi che difficilmente in italia sono conosciuti).
    Comunque grazie per avermi risposto e scusa se ti ho fatto arrabbiare all’inizio. ;-)

    Rispondi

  169. @ Chiara Lino:
    WTF?
    qui si parla di serie tv. non si parla di serie tv da vedere ASSOLUTAMENTE in lingua originale, perchè solo le nostre nonne (e mica tutte, eh) le guardano. cioè, ma siete seri? O_o
    fortunatamente in questo blog (è un blog, giusto?) di gente supponente non ce n’è tanta.
    dalle mia parti dicono… “Vula bass e schiva i sass !!!”
    ah poi è estremamente divertente etichettare gli spettatori che, come me, seguono le serie tv doppiate come permalosi. O_o …. è il delirio!

    Rispondi

  170. Davide ha scritto:

    qui si parla di serie tv. non si parla di serie tv da vedere ASSOLUTAMENTE in lingua originale, perchè solo le nostre nonne (e mica tutte, eh) le guardano. cioè, ma siete seri? O_o

    no no, si parla proprio di serie tv IN LINGUA ORIGINALE, c’è scritto :D lo so perché questo sito l’ho fondato, quindi mi sono fatta una mezza idea dell’argomento di cui parla. non vuol dire che non possiate venire a discutere delle puntate anche se le avete viste in italiano, siete i benvenuti, ma non potete prendervela se vi argomentiamo la nostra posizione su adattamento e doppiaggio.
    e sì, siete permalosi (se leggi ho parlato di persone che vedono le serie doppiate e che vengono su Serialmente), altrimenti non si spiega perché questo articolo sia arrivato a 170 commenti incazzati.

    Rispondi

  171. Ciao.
    Sinceramente mi sono allarmata appena ho visto il titolo di questo articolo, “tragico epilogo”; dopodichè ho avuto la conferma che molta gente, NON esperta in telefilm così brillanti, crea articoletti del genere che potrebbero, anzi dovrebbero, finire nelle fauci di un cane arrabbiato col padrone. Dico, ma leggi quello che scrivi? Mi sto riferendo all’autore di questo articolo (ed è inutile riferirmi ad alcuni commentatori che mi hanno lasciata a bocca aperta). “How I Met Your Mother”, o, come simpaticamente è stato tradotto in italiano, “E Alla Fine Arriva Mamma”, è uno dei pochi telefilm che, ai giorni d’oggi, vale la pena di guardare. Non credo che ci siano telefilm adatti al suo livello (Malcolm lo è stato, brutta fine anche quello qui in Italia, l’umorismo americano qui non è MAI compreso) ed è stato definito, ed io concordo, come DEGNO telefilm all’altezza di FRIENDS. Beh non so se tu hai mai guardato Friends, poichè nella tua spaventosa recensione citavi telefilm quali “La vita secondo Jim” o “Tutto in famiglia”…guarda, bastava che citassi anche “Gossip Girl” e…let it go. How I Met Your Mother ha preso molto da Friends e una di queste cose sono le battute, assolutamente di alto livello e non banali come quelle dei telefilm sopra citati. Sarà che io sono un’appassionata dei telefilm americani e mi piace anche guardarli in lingua originale, non per fare la modesta ma io l’inglese lo capisco. Posso provare a comprenderti quando parli dei doppiatori italiani: molto spesso si perde la vera battuta, come Robin e Ted con i loro “maggiormente, e “generalmente” o tantissime battute di Barney che non posso stare ad elencare, e solo chi sa l’inglese può arrivare a comprenderla pienamente. Però credo che i doppiatori abbiano fatto un buon lavoro e le loro voci non sono assolutamente noiose o “soporifere”” come hai detto tu, anzi frequentemente sono perfette. Ora, quando io cominciai a guardare HIMYM era l’anno 2008 e lo trovai eccezionale, divertentissimo e, perchè no, molto colto. L’idea di rivivere le esperienze di questi 5 amici attraverso i racconti del vecchio Ted ai suoi figli è molto originale, quindi PER NULLA BANALE. Capisco che sono passati un po’ di anni da quando hai scritto questo articolo, quindi vorrei tanto chiederti cosa ne pensi adesso, con HIMYM arrivato alla settima stagione, Neil Patrick Harris migliorato ancor di più nelle sue performances e, nonostante appunto tutto queste puntate, molte idee brillanti e colpi di scena. Sei sempre del tuo stesso parere??
    Aspetterò tue notizie,
    Miriam

    Rispondi

  172. mario ha scritto:

    bellissimo!

    e questa è la risposta di un maschio! Io ho scritto una paginata di commento e tu una parola ;) di quali altri telefilm recensite?

    Rispondi

  173. @ Miriam:
    Miriam, perdonami, ma hai letto l’articolo scritto, oltre al titolo? Non si mette in discussione la qualità di HIMYM come serie televisiva, si mette in discussione l’adattamento italiano.

    Rispondi

  174. @ Miriam: Il tuo primo commento non è particolarmente diverso dagli altri 170 lasciati qui nel corso degli ultimi 4 anni e dal momento che non ti vuoi prendere il disturbo di leggere l’articolo in questione ma estrapolare solo le parti che piacciono a te, non vedo perché dovrei prendermi il disturbo io di risponderti e stare a spiegarti cose che sono GIA’ scritte nell’articolo. Quello che mi interesserebbe molto di più discutere è il tuo secondo commento:

    Miriam ha scritto:

    e questa è la risposta di un maschio! Io ho scritto una paginata di commento e tu una parola

    Parliamone. Perché è così importante per te che la risposta in questione sia stata data un maschio? Avrebbe cambiato qualcosa se a lasciare quello stesso commento fosse stata una femmina? E se la firma di quel commento fosse stato un nick neutro, avresti dato per scontato che si trattasse di un maschio? Ritieni forse che per natura i maschi siano meno portati alla discussione? E perché? C’è stato un evento scatenante, che ti ha portata a pensarla in questa maniera o è più un’idea che si è radicata nel corso degli anni e delle frequentazioni su internet?

    Rispondi

  175. @ Andrea:
    Non trovo che ci sia molto di cui parlare ;) ciò che ho detto era solo perchè molto spesso mi sono trovata in situazioni in cui ragazze scrivevano molto più dei ragazzi (a scuola, all’accademia della musica, ecc). Eppure non intendevo dire che GENERALMENTE (Generale Mente ;) ) è così: non fraintendermi, non sono una di quelle che pensa che i maschi sono bravi a guidare e le femmine no e loro sono brave a cucire e i maschi no. Io credo nella parità dei sessi e può esistere un maschio bravissimo nel cucire e cose del genere, come può esistere una femmina bravissima nel guidare. Era solo per scherzare (notare la faccina sorridente accanto)! Anzi, da come scrivi, credo che la sinteticità non ti scorre affatto nelle vene, e questo è un bene, perchè molta gente, al giorno d’oggi, non parla molto (di cose importanti). E beccati questa sfilza di virgole, mi piacciono tanto!

    Rispondi

  176. “Sono il bassista dei Biechi Trucchetti”
    E con questo ho detto tutto sulla qualità della traduzione. Adoro il doppiaggio italiano, ma la traduzione è alquanto discutibile.

    Rispondi

  177. Ma andatevenne tutti a fan culo! sta serie è una bomba! Doppiaggio compreso! se siete limitati non è colpa della produzione!

    Rispondi

  178. [...] Ci sono due tipi di recensioni che una persona può scrivere: quella che vorrebbe scrivere lui e quella che vorrebbero leggere i commentatori. Io di fibra morale non ne ho molta, fidatevi quando vi dico che non avrei alcun problema a scrivere una recensione semplice che mette d’accordo un po’ tutti ed evita che mi urliate contro. Per How I Met Your Mother non posso farlo, è una serie troppo importante per me per tradirla così. È una delle prime serie che ho visto in lingua originale, è la serie più vecchia tra quelle che seguo ed è la serie che mi ha fatto scoprire Serialmente (con questo articolo). [...]

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>